Plate Longe (Tète de) da Larche

osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dal Vallone de Rofre e scesi da quello delle Vaches. Traccia nel bosco scivolosa per il rigelo, fino a dove spiana. La dorsale finale è ventata, ma sempre ben sciabile perché sembra di essere in pista. L'anello è sempre bello e la farinetta mi mancava già. Sconsiglio di fare il giro in senso contrario, perchè c'è un tratto sotto il Pas des Manzes che sembra un po' "appeso". Nessuna traccia al Bec d'Aigle che non è per nulla invitante, con i suoi pendii ventati. Molta neve su tutti i versanti. Giudizio per la neve: 3 stelle e mezza

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti su buona traccia dal Vallon de Rofre fino in vetta. Qui ci accoglie una nevicata ma basta scendere di pochi metri e torna visibilità e sole. Parte alta su neve compattata dal vento ma liscia e grippante con anche tratti di farinella compressa. Nel complesso divertente. Appena si entra nel bosco bella farina. Scesi per il canale diretto con solo due tracce (ora ci sono anche le nostre). Arrivati in fondo ripello nel Vallon des Vaches fino al limite del bosco. Qui neve molto bella, farina fino alla pista di fondo con solo tre tracce oltre le nostre.
In compagnia di Vale e Sandro.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Tornati a distanza di pochi giorni ma tutto sommato a nord erano i pendii migliori. L'idea poi era di vedere come era il pendio est. A sorpresa la parte sotto la vetta nelle spalline nord est c'è ancora bella farinella. Secondo giro passando più verso il colle cercando pendenze meno sostenute per la compagnia :) e qui neve un po' più ventata ma sempre bella. Dal bosco alternanza di farina vecchia e crosta leggera più che sciabile fino alla pista di fondo.
In compagnia di Vale, Carlo, Silvia, Elia e Arnoldo. Gruppone per la chiusura dell'anno :) Buon 2019!!!!


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dal Vallon de Rofre su buona traccia a tratti gelata nella prima parte del bosco. Poi fatto traccia più diretta fino in vetta. Discesa per il vallone di salita su placconi da vento la parte alta, croste abbastanza fastidiose il pianello prima del bosco e farinelle vecchie nel bosco. Scesi per il pendio canale diretto con solo vecchie tracce su bella neve farinosa ma ovviamente qualcosa si tocca. Arrivati in fondo ripello nel Vallon des Vaches fino al limite del bosco e discesa anche qui su vecchie farinelle divertenti.
In compagnia della Vale.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada interrotta per frana in Francia presso Meyronnes (dopo Larche).
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo France dava rischio valanghe marcato in quota e in effetti oltre i 2000 m sono caduti circa 20 cm di neve umida e un po' ventata. Sotto i 2000 m crosta da pioggia insciabile. Saliti su ottima traccia di un gruppone piemontese. Abbiamo valutato pericolosi i ripidi pendii di discesa sul vallon de Vaches, anche considerando il bollettino valanghe, per cui in discesa abbiamo ripercorso l'itinerario di salita andando a cercare gli spazi vergini rimasti. Qualche pietra affiorante sulla dorsale e neve sciabile fino a 2000 m. Piu' in basso crostaccia e mulattiera ghiacciatissima per i numerosi passaggi, molta attenzione.
Tempo bello al mattino che e' andato rannuvolandosi al pomeriggio. Aria bella fresca in alto. Con Emily e Andrea (figlio).


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi trovata neve farinosa da ca 2000 m di quota in su, al di sotto croste non portanti. Discesi nel vallon des vaches dove abbiamo trovato bella neve farinosa compatta e ottimamente sciabile almeno fino a ca 2000 m. di quota. Tre stelle per compensare la parte inferiore del percorso.
Ringrazio la numerosa comitiva di scialpinisti che ci ha battuto un'ottima traccia.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Alla partenza -12 neve fresca zuccherina recente che ha coperto le vecchie tracce su tutto il percorso, condizioni che si trovano raramente, giornata spaziale senza vento ma freddina, solo noi 14......e altri 4 traccia fatta da manuale.
Noi abbiamo dato una bella spazzolata e qualcuno ha anche ripellato ma ancora consigliabile con grandi spazi spece stando a sinistra scendendo.
poi le foto


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Strada chiusa da larche direzione Francia, risultato? oggi al parcheggio solo 3 macchine e non abbiamo incontrato anima viva per tutto il giorno. Abbiamo fatto l'anello salendo per il vallon de roche in ambiente bellissimo e scendendo per quello des vaches. Ottima traccia turistica in salita.Tolte le pelli e Calzati gli sci primi metri un po ventati poi solo farina fino alla pista da fondo.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
Prima uscita del 2018, a Bersezio alle 7 ci sono 10 gradi, tiriamo dritti, a Larche, 1 grado e decidiamo di partire di qua. Avvio nel bosco su neviccio molle, 20cm nuovi inzuppati d'acqua. Dopo 5 minuti zoccolo assassino, spray vari inutili, dopo 1h siamo al limite del bosco e della sopportazione, nuvole, e neve sempre peggio. Discesa nel cemento, non una curva, anzi ancor grazie che c'era la traccia di salita se no dovevamo spingere..e la pendenza qui non manca. Ci rifacciamo, allora, con un pranzo 5 stelle da Bartolo che sistema tutto.
Con Fabri e Reine, nessuno in giro.
Aspettando tempi migliori.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti solo fino al limitare del bosco oggi sopra c'era un forte vento e la vetta è rimasta tutto il giorno avvolta nelle nuvole (non eravamo pronti alla lotta con l'Alpe....). Quindi giornata freeride :)... Saliti due volte nel vallone Rofrè e una nel vallone Vaches. Discese spettacolari visto che ieri sono caduti 10cm di nuova neve che hanno coperto le tracce precedenti. Scesi prima dal vallone Rofrè nel pendio canale che arriva diretto su Larchè (qui qualche residuo di valanga che non disturba più di tanto), poi negli itinerari classici dei due valloni.
In compagnia di Vale, Luca e Fede.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: colle della maddalena chiuso fino a sabato mattina
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo aver salito il Bec de l’Aigle, abbiamo ripellato fino al Pas de Manzes e quindi in 13 abbiamo proseguito fino in cima alla Tete de Plate Longe. Dal pianoro alla fine del pendio del Bec de l’Aigle(quota 2.300 m circa) la risalita fino in vetta è di circa 500 metri e al momento si arriva tranquillamente in vetta con gli sci ai piedi. Un po’ di attenzione solo nella breve ma ripida salita al Ps de Manzes, specie se fatta con temperature alte in quanto prende parecchio sole già dal mattino, poi dal colle in su i pendii sono molto più dolci. Arrivati in vetta verso le 13,30 e discesa iniziata verso le 14. Primi 100 metri sulla dorsale un po’ ventati, poi ci siamo buttati nel vallone sulla sinistra (scendendo) dove abbiamo trovato farina spettacolare e (incredibilmente) ancora nessuna traccia!!! Discesa fantastica da 5 stelle fino all’ingresso del bosco, poi la neve diventa un po’ più pesante e a tratti crostosa, però scegliendo con attenzione le esposizioni meno toccate dal sole abbiamo trovato neve bella fino quasi alla fine, scendendo sulla stradina solo dai 1.800 m in giù.
Gita bellissima e ancora in ottime condizioni…tra qualche giorno, se dovesse continuare a fare bello, potrebbe peggiorare e diventare crosta, ma al momento è ancora consigliabile!!!


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: da Larche quota 1675
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
bellissima giornata oggi e bella gita, tanti amici sci alpinisti in vetta, ma siamo saliti e scesi in solitudine. Nonostante la temperatura elevata la neve è stata molto buona in alto e comunque sciabile per tutto il percorso.


oggi gruppone con Capitan Miki, Giuseppe, Gigi, Mario, Brus, Francesco, Mirco e due belle fanciulle: Barbara e Rita.
grazie a Miki per l'organizzazione e a Brus per i continui spunti orientati al miglioramento ...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Neve abbondante asciutta alla partenza meno 10 che ha garantito una sciabilità facile e veloce, parte alta un poco ventata per i primi 100 metri poi ampi spazi ancora vergini numerosi i passaggi che non hanno creato difficoltà vista la leggerezza della neve
un po di gente ma ben distribuita sia in salita che in discesa, in serata iniziava con il caldo a scaricare i canali più ripidi....toccati dal sole....
i geki dalla Liguria si sono demorati.....



[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi spendida giornata di sole,moltissimi skialp sul percorso .dalla cima primo tratto con neve ventata ma visto l'affollamento sembrava una pista battuta,tratto intermedio con neve farinosa ,ultimo pezzo nella fitta pineta in diagonale verso larche con neve sciabile ma difficile perché veramente molto tracciata !complimenti a mio figlio Federico ,20 anni,alla prima vera gita,non lo visto né in salita né in discesa ...troppo veloce! Che brutta la vecchiaia!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Mi limito a lasciare un commento emozionale..
Paesaggi mozzafiato, condizioni perfette, meteo ok,

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Che dire.......una favola! Neve perfetta da cima a fondo,buona traccia di salita fino in vetta da dive eravamo tentati di scendere per il vallone del Bec d'aigle ma dopo una ricognizione non mi sono fidato in quanto un po' per l'esposizione ad est,un po' per la pendenza ,che per una slavina c'era tutta, ed il vento del giorno prima abbiamo deciso di andare a prendere il suddetto vallone per concludere l'anello in basso al colletto.Comunque bello,solo noi su questo tracciato di discesa praticamente vergine....
Con Mauro,Stefano ed il mitico Wainer!

[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: dopo Argentera innevata-indispensabili gomme termiche
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Larche con ottimi presupposti,meteo buono,poche nuvole,niente vento (nemmeno in quota),20 cm abbondanti di farina farinosa che aumenta man mano che si sale.Saliti per il sentiero che porta nel Vallone de Rofre,tutta da tracciare.All'uscita del bosco il tempo cambia,arrivati poco oltre il Pas des Manzes ,2400 mt circa,dietro -front per nevicata,vento,poca visibilita.Discesa su bella neve farinosa,(peccato per la poca visibilita' fuori del bosco ,per questo motivo solo 3 stelle).Nella parte bassa non abbiamo seguito il sentiero di salita ma scesi direttamente nella gorgia (in certi punti parecchio laboriosa) che finisce sulla pista di fondo alla fine di Larche.In zona innevamento piu' che sufficiente per le gite con expo prevalentemente nord
Gruppone di 14 persone.


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima giornata in compagnia di ilaria... dopo essermi arreso domenica per il forte vento oggi siamo arrivati in cima. Poca neve ma molto bella nella parte alta, si scia senza toccare. Nel bosco invece bisogna fare molta attenzione alle pietre che affiorano.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti e scesi dal Vallon des Vaches, ma purtroppo il vento forte e la visibilità molto scarsa ci hanno suggerito di spellare 150m sopra Pas des Manzes. Il vento tiepido e umido ha modificato parecchio la neve nell'arco della giornata, rendendola umida soprattutto in basso, ma comunque sciabile. La parte medio alta è più divertente. Qualche pietra sulla stradina del rientro.
** ma considerata la situazione generale di mancanza di neve, **+.
In 8 per la sociale del CAI ULE di Genova Sestri.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con l'idea di salire al Pas de David e scendere sul versante opposto, abbiamo dovuto fare dietro-front un centinaio di metri sotto il passo per i notevoli accumuli da vento ancora presenti. Siamo quindi saliti alla Plate Longe e scesi ad anello nel Vallon des Vaches: cresta con neve dura e molto lavorata dai passaggi, neve cotta dal sole sul pendio sotto il Pas des Manzes, poi invece di attraversare il pianoro abbiamo tenuto la sinistra (direzione di discesa) e siamo scesi nel bosco in un tratto ripido con bella neve farinosa. Ultima parte di bosco su sentiero duro e in parte ghiacciato, abbastanza faticoso.
Con Ugo.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok con gomme termiche
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo saliti e scesi dal Vallon des Vaches per il Pas des Manzes: nessuno su questo itinerario, mentre molti salivano dal Vallon de Rofre. Neve dalla macchina, pista da fondo battuta, bosco con una spanna abbondante di farina su fondo con crosta a tratti portante a tratti no. Salendo la neve aumenta, il pendio che porta al Pas des Manzes è delicato perché presenta qualche accumulo; sulla cresta la poca neve lasciata dal vento è molto dura. Bel panorama dalla cima ma molto vento. In discesa crosta portante sulla cresta, poi alternanza di neve ventata sciabile e crosta piu' difficile, un po' di bella farina nelle radure riparate dal vento e bosco con neve farinosa ma su fondo non sempre portante.
Con Riccardo e Andrea, Ugo, Luca e Danilo.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nulla
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Pasqua...nevischia...Bernadette, bravissima gestrice del rifugio, ci consiglia questa vetta...azzecata. Partiamo direttamente dal rifugio esaliamo sotto una leggera nevicata fredda, arriviamo in punta e...vediamo altri splendidi pendii verso l'Aigle...detto fatto!
Scendiamo verso di loro...scendendo sul versante sud dela Plate stupendamente trasformati, di nuovo in "creme", vista la temperatura perfetta.
Ripelliamo e saliamo all'aigle...intanto il tempo migliora ancora...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok fino a Larche
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita del Raduno sociale del Gruppo SciAlpinistico (GSA) del CAI Uget di Torino. La valutazione è strettamente personale.
Fatto anello. Saliti dal Vallon de Font Crese, passaggio prima del Pas de Manzes in condizioni non ottimale da percorrere con molta attenzione, riuniti all'itinerario qui descritto fino alla vetta. Discesa secondo copione prima su neve ventata ma sciabile, poi spettacolare nel bosco per finire nel canalone che scende su Larche con neve più pesante ma divertente.
Venticinque partecipanti, tutti han compiuto l'anello completo. Grazie ai capigita, ufficiali e non, Guido, Riccardo e Cesare. Per una descrizione più dettagliata o eventualmente per unirsi alle prossime gite:


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Tecnicamente quest' anno manca un vero e proprio rigelo,ci sono almeno mediamente 3/4 gradi centigradi in più del solito
di conseguenza il rigelo e le nevi non sono quelle degli anni passati
Oggi il meteo ha un poco ceffato anche meteofrance dava sereno invece qualche nuvoletta spece sul versante Italiano si è vista
Sciabilità 100su cento in alto 400 metri di bella primaverile in basso neve marcia sciabile, solo noi su tutto il percorso molto suggestivo e bello
se ci sarà rigelo ancora consigliabile visto che è un tappeto, anche la Tete de Fer e tutta la zona si vede ancora ben innevata
i geki dalla Liguria

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 500
attrezzatura :: scialpinistica
Parte alta con condizioni variabili da farina a crosta non portante per l'effetto eolico. Parte mediana con neve asciutta e ben sciabile. Da circa 2000 in giù neve trasformata e condizioni fondamentalmente primaverili.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
attrezzatura :: scialpinistica
Neve farinosa compatta e ben sciabile e scorrevole fino a circa 2000 metri di quota, poi, a scendere, condizioni via via in peggioramento fino a crosta non portante su neve bagnata e sfondosa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Nulla da segnalare
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Salita regolare, fino alla vetta, pochi ski-alp lungo il percorso, meteo al mattino sereno con velature, poi rannuvolamenti con nubi sottili ed alte. Discesa: parte alta neve ventata dura, abbiamo trovato alcuni valloncelli non ancora tracciati, con neve polverosa. Parte bassa (bosco) purtroppo neve umida. La parte alta merita ancora 4 stelle. Gita effettuata in compagnia di Mario.

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Polvere!
Confermo quanto detto da Luca, ottima la scelta... 15 cm di fresca su fondo duro, pendii intonsi.
Oggi vento forte!

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti per il vallone di Rofre e scesi per il vallone Vaches solo noi sul percorso e gita tutta da tracciare. Molto vento in vetta e freddo pungente. Neve eccezionale 10/15cm di polvere su fondo duro che rendono la discesa uno spettacolo sia nella parte alta che nel bosco. Gita azzeccata!
In compagnia di Vale, Chiara e Koba (e' meglio andare a sud)!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Terza gita in Ubaye-Ubayette. Se ci sarà tempo inserirò le altre 2. Oggi ricerca di una gita sicura e con neve. Le aspettative non sono state deluse anche se abbiamo camminato sul sentiero da 1650 a 1800. Messi gli sci, abbiamo fatto la traccia, alternati Claudia ed io, fino in cima. Ovviamente nessuno in zona e candidi manti ovunque. La neve, salendo, sembrava non granchè anche se abbondante. In discesa invece è stato più facile del previsto anche se la scivolata sui falsopiani era al rallentatore. Traccia ipersicura, ambiente meraviglioso, potenziale di gite in zona notevole se il tutto si assesta. Viste cadere numerose valanghe sui pendii più ripidi.

[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti nel Vallon des Vaches e scesi nel Vallon de Rofre. Nel complesso neve di buona qualità, molto lavorata dal vento ma sempre ben sciabile. Trovata perlopiù crosta portante con due dita di farinetta accumulata dal vento e ancora tratti di neve farinosa nel bosco. Si rischia di toccare pietre nella parte bassa, meglio seguire la stradina.
Oggi raffiche di vento incessanti.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo non incoraggiante, pioggia e vento forte a Bersezio. Proseguiamo ed arriviamo a Larche sotto una leggera nevicata ma senza vento. Decidiamo di partire verso la Tête de Plate Longe. Salita nel bosco agevole ma giunti sul costone finale ha iniziato a tirare un forte vento che se da un lato ha spazzato via le nuvole dall'altro ha rovinato la neve recente. Discesa discreta la parte alta,bella farina nel bosco intermedio e poi finale su sentiero battuto che però non permette molte curve. Cautela nell'ultimo tratto perchè essendo passaggio obbligato prima o poi si fa presto a toccare il fondo. Salita e discesa dal vallon di Rofre.
Altri 5 scialpinisti sul percorso.


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi ci siamo ripetuti viste le condizioni non chiare della neve dopo l'ultima nevicata. Salita facile sul Tete de Plate Longe poi scesi dal Pas de Manzes sul vallone del Font Crese e da li risaliti verso la Bec de L'Aigle. Molta neve in questo tratto accumulata dal vento e rinunciato alla salita poco sotto il colle tra le due vette. Discesa a parte il primo tratto su neve ventata su farina a tratti 5 stelle... Nel bosco poco fondo.
In compagnia di Vale e Dadda.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Si arriva e si parte sci ai piedi dalla macchina (per oggi). Nella parte bassa del percorso la neve è recente ma senza fondo quindi facile incagliarsi in qualche ramo o pietra. Nella parte alta neve molto bella anche se segnata dal vento dei giorni scorsi.
In compagnia di Vale, Fede, Lollo, Carlo e Beppe. Circa una trentina di persone incontrate sul percorso.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Colle della Maddalena chiuso - bisogna passare da Briancon
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Prima giornata di un we lungo passato sulle montagne dell’Ubaye, come esordio abbiamo scelto una gita considerata sufficientemente “sicura”.
Partenza da Larche alle 8.20, dal Pont des Vaches abbiamo seguito il sentiero estivo nel lariceto (tracce vecchie), poi dall’uscita del bosco non vi erano più tracce e quindi abbiamo battuto noi fino in cima. Non essendoci molta neve non si fatica particolarmente, abbiamo solo dovuto fare un po’ di attenzione nel tratto ripido tra i 2.300 e i 2.500 metri, poi una volta raggiunta la dorsale non ci sono più problemi in quanto la pendenza diminuisce e c’è molta meno neve. Arrivati in cima verso le 12, ci siamo goduti il panorama (veramente splendido!!!) e la temperatura abbastanza piacevole. Discesa iniziata alle 12.30 circa, pendii ancora immacolati tutti per noi!! Sulla dorsale si alternano tratti di farina nelle zone più al riparo dal vento ad altri di crosta morbida. Poi il tratto centrale è spettacolare, farina bellissima fino all’ingresso nel bosco, anche se bisogna usare un po’ di cautela nei tratti più ripidi perché qualche accumulo sembrerebbe esserci. Una volta entrati nel bosco, stando nelle zone meno toccate dal sole si trovano ancora tratti ben sciabili fino a quota 2.000 circa, poi da lì in giù neve pesantissima e sfondosa fino al fondo…peccato perché il lariceto sarebbe sciabilissimo fino al ponte. Incontrato solo un gruppo di 5 francesi, per il resto c’eravamo solo noi!!!

In effetti qui c’era già meno neve che da noi, e anche nei giorni scorsi non è che abbia nevicato molto (credo al massimo 30-40 cm in alto) ma in compenso ha tirato vento da Est e quindi bisogna comunque prestare molta attenzione ai pendii sottovento (esposizione Ovest), dove si vedono dei notevoli accumuli. Cmq va detto che molti pendii a tutte le esposizioni hanno in gran parte già scaricato e quindi ritengo che le condizioni di sicurezza siano più che accettabili. Inoltre, mentre da Larche verso il Colle della Maddalena l’innevamento è buono a tutte le esposizioni, basta allontanarsi anche di pochi Km dal confine italiano e le condizioni peggiorano notevolmente e, specie sui versanti Sud, fino a circa 2.000 metri ci sono i prati, mentre a Nord la neve è presente al di sopra dei 1.500-1.600 metri.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
ciao a tutti, condizioni meteo alla partenza molto nuvoloso con neve morbidae umida e a meta' tragitto nevischio fino in cima con visibilita' pessima ma la neve era abbastanza buona, siamo saliti dal vallone de rofre e scesi dal vallone font cerese
in compagnia di paolo fabrizio luca romina barbara e altri 3 ragazzi che aime' mi sfugge il nome un salutone a tutti


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1600

Solo in due oggi a salire dal vallone di Font Crese.
La pioggia di ieri si è fatta sentire, nel bosco in basso le condizioni della neve - seppur abbondante - sono da dimenticare: crostaccia non portante su neve umida e numerosi passaggi. Parte alta invece assai godibile, con una decina di centimentri di neve asciutta su fondo portante.

Discesa nel vallone di Rofre con qualche ravanamento in basso nel canale interessato da una valanga, in compagnia di altri due skialp che viste le condizioni della parte alta hanno deciso di ripellare e ripeterla. Complimenti.

Meteo stupendo con giornata soleggiata e non fredda, vento solo negli ultimissimi metri prima della vetta. Visto un gruppo che saliva al Bec de L'Aigle, ben innevato.



[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
Saliti e scesi per il vallon de Rofre riuscendo a sbagliare l'itinerario classico sia in salita (bighellonando un pò per il bosco su neve marcia) che in discesa dove a quota 1900 mt. non abbiamo nuovamente individuato il sentiero scendendo alla carlona. Comunque bellissima giornata, poco vento e neve che da quota 2300 mt. in sù ci ha regalato veramente una bella discesa tanto da meritarsi una risalita (5 cm. di neve fresca). Da 2300 mt. in giù fino a 2000 mt. neve crostosa e poi nettamente sfondosa.
Incontrati scialpinisti tutti italiani di cui un bel gruppetto è salito anche sul bec d'Aigle.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1600
Fatto il giro delle due valli suggerito da Campana, neve buona a salire, ogni tanto un po' collosa... splendido firn a scendere. Discesi verso le 12:30 e teneva ancora bene. (0 gradi in cima). All'ultimo siamo scesi nel bosco un po' a monte di Larche, ma almeno abbiamo evitato lo stradino-sentiero finale e i relativi gavaebuta, arrivando al torrente sci ai piedi!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Stupenda giornata in compagnia di Paolo ed Ermanno e ovviamente delle nostre ciaspole e breghe al seguito. La neve nonostante la giornata primaverile ci ha stupiti durante la discesa, in cima soffiava una piacevole brezza e la neve era ventata ma morbida, a meta' percorso era da urlo e nel bosco un po' pesante ma sempre veloce.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: colle della maddalena fino alle 9.30 dal lato FR sporco!!!!
quota neve m :: 900
risalendo la valle stura eravamo indecisi..... cima delle lose? steliere? o plate longe? ma vedendo il vento sulle punte veramente forte e i pendii ben carichi...abbiamo proseguito! sorpresa al colle della maddalena: da lì a Larche non erano passati a pulire la strada! scesi abbastanza agevolmente in auto, molti camion di traverso.... alla fine, partiti alle 10! neve pesante....a metà del bosco, bello zoccolo.... solo noi 2 in tutto il vallone....e quindi....avanti a tracciare! sotto 20-25 cm...sopra, 40 abbondanti....'na faticaccia! meno male che qui vento niente....o pochissimo! arrivati appena sotto la punta, sulla sx....poi il troppo carico, le valanghe viste intorno, i vari rumori di assestamento, ci han fatto girare i carri! si scendeva abbastanza bene.....da quota 2300 in su la neve migliorava un pochino....ma da lì a sotto, da gessosa a pesante! nel bosco, conviene tenere la mulattiera..... al di fuori, neve non ce ne è se non quella scesa in questi giorni a coprire pietre e magagne varie... per ora lì ne è venuta tanta, quindi le gite al colle diventeranno buone se si assesta la neve..... ma visto che da domani danno di nuovo pioggia e neve.... visto partire tanta gente da argentera....ma i pendii in alto erano intonsi....credo siano saliti fino al limitare del bosco, poi come per noi, valutato il troppo carico, scesi!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1600

nell'uovo di pasqua dell'ubayette questa mattina c'era una plate longe ammantata di ottima neve polverosa con menoottogradi alla partenza di larche.

fondo compatto, 10 cm in basso, oltre 30 in alto, freddo, assenza di vento, poca gente...risultato: 1.100 metri di puro divertimento.

molto molto consigliabile così come le cime viciniori: aigle, vermeille, chamois e coin de l'ours, tutte con ampi margini vergini.

buona pasquetta.



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 500
Stupenda gita del Gruppo Sci Alpinismo del Cai uget di Torino. 57 soci, tutti in vetta, nonostante il gelo tremendo. Un inizio di stagione indimenticabile, preludio di un calendario da ululo!
Trovate tutte le nostre attività, relazioni accurate e foto su:


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Giro ad anello:Saliti dal vallon de rofre e scesi dal vallon des vaches. Ottimo innevamento con neve farinosa su fondo duro ; temperatura bassa :sempre -3/-5 in pieno sole.Qualche placca nella parte alta.Se non ci saranno attivita' eoliche, dovrebbe essere tale anche domenica...
Guido M. & company GSA CAI UGET TO

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: dal colle della Maddalena
quota neve m :: 1600
C'è molta neve sopratutto nel Vallon de Font Crese, neve ventata ma buona, con punti più gelati. La nostra valutazione potrebbe anche arrivare a 4 stelle, tuttavia a differenza della scorsa domenica, la neve di oggi è più chiamiamola "tecnica" e richiede più attenzione e controllo.
Ottima gita, paesaggio stupendo e bellissima giornata. Forti raffiche di vento. Questa volta Antonello si è fatto tutta la traccia.
Ma dove sono tutti gli scialpinisti quest'anno ????


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1600
saliti Vallon de Rofre, scesi dall'altro.
neve principalmente bella quasi tutta, in parte trasformata, in parte crosta dura che solo raramente rompe.
nella stradina la neve comincia a scarseggiare.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1600
Le basse stratificazioni nuvolose presenti sulla val Stura si limitavano al versante italiano. Nuvole alte invece su quello francese ma visibilità ridotta dovuta alla giornata "buia".
Saliti per il Vallon de Rofre e scesi per quello di Font Crèse. Dopo una forte nevicata consiglierei di ridiscendere per il Vallon de Rofre che presenta pendii più sicuri. Ambiente suggestivo ed innevamento buono in entrambi i valloni. In settimana sono scesi una ventina di cm di fresca subito trasformata dal vento in una sottile crosta, comunque morbida e sciabile.
In compenso la nevicata ha aggiustato la parte bassa rendendo percorribile la mulattiera con gli sci ai piedi... certo non si fanno curve ma non si prendono nemmeno pietre.

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: catene da Colle della Maddalena a Larche, al ritorno sgombra
quota neve m :: 1600
Ad Argentera l'ambiente era deprimente: nuvole, vento, sbuferate, a Larche s'intavedeva già un timido sole, poi fattosi più audace, così ci siamo goduti la salita nel magnifico lariceto e nel Vallon de Rofre. Più in su si alternavano raffiche e calma di vento, sole e nuvole. Sulla cima ci aveva preceduto un gruppo di francesi con guida, ma ce la hanno lasciata poi libere. Sosta sempre con condizioni variabili, ma il vento s'era chetato. Poi la discesa, con buona visibilita, I primi passi sull'itinerario di salita, poi giù per i ripidi ma sicuri pendii (disceso i costoni) che piombano sul Vallon de Font Crese, neve abbondante, farinosa con una leggera crosta di superfice. Più in giù farina pura, anche se tracciata; nella parte mediana il vento ha ripreso talvolta furioso. Poi il bosco e la mulattiera, sciabile e qualche pietra visibile nel tratto terminale. Penso che se il vento continua la lavorazione ci saranno prossimamente condizioni abbastanza precarie quindi occhio ... L'itinerario di salita è comunque sempre sicuro. Abbiamo visto discendere i ripidi pendii del Bec de L'Aigle, in generale i valloni dell'alto Ubayette mi sembravano frequentati, ma con moderazione.
Un saluto agli amici che in cima si sono esibiti in lezioni di ballo e canti jimmy (e il suo genepy), Enrico, paola, teddy, franco 1°, walter, aldo e a ciaspola veloce che è arrivata fino al pas de Manzes e un pensiero a J.C.Campana ispiratore di questa bella gita.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Farina mista a pietre...
Smarrita durante la discesa macchina fotografica digitale Panasonic...piccola ricompensa a chi la ritrovi!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1600
Segnalo anch'io la bella gita precisando che siamo saliti nel vallone di font Crese e scesi nel vallone di rofre; come curiosità aggiungo immagine del profilo altimetrico della gita

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: fino a Larche
quota neve m :: 1600
Un gruppo di evergreen ha sconfinato in Francia per cercare nevde bella. E l'ha trovata, grazie a giorgiobi. Bella giornata. Neve da favola nella parte alta. (da 5 stelle). Fatto la salita e la discesa come descritto da altri. Unico neo che fa ridurre la valutazione è la mulattiera finale: ripida e stretta. Ma resta comunque una bella gita.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: ok a Larche
quota neve m :: 1600
saliti dal vallon de Rofre, in alto condizioni ottime su tutti i versanti e così ci siamo divisi in due minigruppi. Il primo sceso direttamente dalla cima verso il vallon de Font Crèse (est) su buone pendenze e neve ottima. Il secondo nel quale c'ero io ha tagliato sotto la cima nord raggiungendo il colletto che la divide dalla Coin de l'Ours. Da qui fantastico pendio sostenuto (nord, max 40°) fino al Lac de Rofre dove abbiamo rimesso le pelli per breve risalita (fin sopra il Pas des Manzes) e discesa nel v.Font Crèse raggiungendo gli altri. A m 1800 si tolgono gli sci e si va a piedi in quanto non esiste assolutamente fondo ma di questo nessuno oggi si è lamentato. Consigliata come tutte le altre gite della zona.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
in salita tempo variabile,discesa su una copiosa nevicata......comunque una bella gita,
anche se le neve era crostosa,con poca visibilità, alla partenza si portano i sci x circa 40min
ciao a tutti.....

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Fantastica la neve nella parte mediana e alta del tracciato alla vetta. All'opposto lottato parecchio nel tentativo di stare a galla nella poltiglia dentro il bosco. Con Michele.

[visualizza gita completa]
Aggiunta foto scattata in direzione della cima

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3
neve (parte superiore gita) :: tutte
Percorso ad anello salendo dal Vallon de Font Crese e scendendo per il Vallon de Rofre. Bella gita in ambiente solitario tutto da tracciare. In salita trovato tutti i tipi di neve, farinosa, crosta, trasformata, ventata. In discesa neve crostosa,ventata e difficile fino al Pas des Manzes, poi crosta portante fino al bosco a quoata 2000 m, infine un bel pò di sana avventura per ritonare a Larche in un ripido bosco con neve farinosa (fino a 40 cm).
Complessivamente una gran bella gita completata da una giornata fredda ma bellissima. Il percorso ad anello è consigliabile anche nel senso opposto. Nella foto il panorama dal Pas des Manzes con il vallone di salita a dx e di discesa a sx. complimenti ad Alida per la sua prima gita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: Farina ventata, Farina nuova 20 cm
Una volta erano gli audaci che pur sotto una fitta nevicata partivano dalla città percorrendo l'intera valle Stura continuando a guardare verso l'alto ed a pensare " forse salendo ancora un po'..., forse dall'altra parte del colle..." poi all'improvviso poco sotto il colle, a Maison Méane, un'inatteso sole splendente, ci premiava e ci faceva pensare quanto eravamo stati fortunati, e la nostra giornata era salva pronti a scoprire nuovi orizzonti bianchi. Oggi i "fortunati" sono 3 amici con la passione comune della montagna, ma partiti con il biglietto in tasca di bel tempo, stabilito da meteo molto precisi locali, Web Cam in diretta, la cosiddetta tecnologia avanzata ci aiuta e con un certo malincuore...ti toglie quelle emozioni. Neve buona a tratti molto bella completamente da tracciare, con discesa diretta dal vallone di Rofre nel pendio-canale che termina alle sponde del fiume Ubayette e con breve spostamento a dx si recupera il ponte , attraversato il quale si giunge alle case di Larche.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1666
quota vetta/quota massima (m): 2790
dislivello totale (m): 1124

Ultime gite di sci alpinismo

22/02/20 - Corleans (Cresta di) forcella 2730 m e quota 2806 m da Mottes - gio72
Ottimo innevamento, ottima traccia di salita. Bellissima giornata. La prima parte della discesa e' su farina compressa. La parte intermedia non bellissima. Dal bosco in giù primaverile (se si sta al sole). Nel complesso bella gita.
22/02/20 - Pianard (Monte) da Palanfrè - otzi
Buon itinerario che per noi che bazzichiamo le Cozie sud è da immigrati. Bella giornata, tanta gente sul percorso tutti contenti. Neve morbida già in salita. È ben godibile anche se a volte troppo [...]
22/02/20 - Ciarm (Monte) da Tornetti - gigi02_to
5 minuti di sci a spalle. Coltelli inutili.
21/02/20 - Rothorn e Piccolo Rothorn da Crest per il colle nord di Testa Grigia - andreamilano
Al mattino cè vento, quindi aspetto un pò prima di salire. Alla fine parto alle 11,50 da Crest. La salita dal bosco è poco divertente, in quanto su pendii esposti a sud, tra croste e ciuffi d'e [...]
21/02/20 - Bonze (Cima di) da Scalaro - peraldo-dan
Difficile superare la placca di ghiaccio prima delle case con l'auto. Si spallano gli sci da circa 1350 m per una quarantina di minuti. Oggi la neve non ha mai mollato, siamo scesi alle 11:30 su cro [...]
21/02/20 - Ciriunda (Monte) da Tornetti - mowgli
Visto che la neve è bella siamo di nuovo qui. Questa volta abbiamo fatto solo la Ciriunda tralasciando il Ciarm, non è cambiato nulla da martedì, salita su bella neve primaverile senza l’uso dei [...]
21/02/20 - Chiamossero (Monte del) o Ciamoussè da Limonetto - max64
Partenza dalle piste, stradina ben innevata, pendio iniziale con ancora la maggior parte coperta. Neve duretta che poi al sole ha mollato il giusto. Rampa finale del Chiamossero da farsi con i coltell [...]