Bellagarda (Monte) anticima 2878 m da Alboni

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita, soprattutto con la variante del canale sud, dove si scia tra bellissime torri di granito rosso. Si portano gli sci fino un pò sotto le Riane (circa 300 metri di dislivello da Alboni). Saliti (e scesi) per il canalone a sx quasi in fondo al piano, anzichè dalle barre a destra. Per il Bellagarda conviene perchè molto più diretto. L'imbocco del canale sud è circa 10 m a sx (faccia a monte) dell'ometto dell'anticima. Consigliato raggiungere in circa 10 minuti a piedi la vetta principale, con percorso pressochè pianeggiante. Neve molto bella nel canale, un pò più dritto della normale (OS),nei dossi sotto neve varia, cercando bene si trova bella trasformata alternata a qualche sastrugio da vento. Quasi 4 stelle...Valli di Lanzo sempre al Potere!
Variante canale sud

[visualizza gita completa con 8 foto]
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita che non mi capacitavo di non aver mai fatto dopo che ne avevo visto i pendii. E così...
Rispetto alle ultime settimane la neve è meno dura sia a salire che a scendere e questo rende più piacevole il tutto.
In salita ho portato gli sci sino al piano della Riane poi, invece che seguire il sentiero estivo, sono andato in fondo all'Alpe Riane di sopra e da li son salito a piedi nei canalini (ramponi) fino a intercettare le tracce che arrivavano dal sentiero estivo. Dopo, neve via via più piacevole per una successione di pendii e vallette che ho percorso tenendo come direzione il pendio della Bellagarda ben visibile.
La pala finale è molto molto estetica,un piccolo gioiello, ripida il giusto, si sale tutta sci ai piedi (rampant) ed è bella da salire così come da scendere.
Si arriva sci ai piedi sino all'ometto dell'anticima e da qui vale la pena continuare a piedi (meno di dieci minuti) sino alla vetta massima che si raggiunge senza difficoltà (mt. 2.901).
In discesa verso le 13 la neve era abbastanza piacevole, considerata la stagione, e sicuramente meno dura delle ultime settimane, segno che il sole sta iniziando a lavorare e le temperature ad aumentare. I pendii sono larghi e sono possibili differenti varianti. Giunto sopra ai salti sono sceso direttamente senza fare il traverso del sentiero estivo (bello, però consigliabile solo se si è saliti da li prendendo qualche riferimento...).
Dal Piano delle Riane si scende ancora con gli sci sul sentiero fino a 10 minuti dalla Vaccheria dove conviene fare un tratto a piedi. Poi si possono rimettere gli sci e scendere la strada e i successivi prati sin verso le Piane, a 10 minuti a piedi dall'auto.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Satrada pulita fino ad Alboni
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Che dire di una gita simile? Ambiente selvaggio, isolamento completo e sciata impegnativa, poco ripetuta. Ottima scelta di Roby e Paolo, conoscitori di queste montagne soprattutto dal versante orchiano, che hanno tirato fuori un "gitone" dal "mio" versante lungo un itinerario che ancora mi mancava. Nel pendio finale belle curve sul ripido su crosta portante (sentito qualche assestamento nel budello centrale tra le rocce). Ottima neve primaverile nei tratto centrle del vallone delle Unghiasse dove siamo scesi per un sistema di cengie e pendii nel gradino glaciale centrale. Da Riane in giù neve molle ma sciabile con qualche tarzanata. arrivati in sci fino alle Benne!!! Sole al mattino presto, poi velato fino a diventare nuvoloso nelle ore centrali.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1300
Penso che il Vallone di Unghiasse nella sua edizione invernale non abbia mai visto un gruppo così numeroso, circa una ventina. saliti i prati sopra Albone si percorre 5 minuti di sentiero con poca neve, quando diventa continua il bosco si infittisce e occorre cercare il passaggio migliore per sbucare sugli aperti pendii che conducono all' Alpe Riane. In fondo al grande pianoro ci sono state 2 interpretazioni dell'itinerario: una verso destra fin sotto delle cascate e poi per una cengia fino ad un valloncello che conduce ai vasti pendii mediani, l'altra sulla sinistra tra cenge, pendii e un canalino sino ai vasti pendii. In entrambe le soluzioni la neve era ottima e sono stati sufficenti solo i coltelli. Poi l'itinerario è evidente e la maggior parte (una quindicina) hanno raggiunto la meta. In alto tempo fresco, in basso più caldo. Discesa: pendio finale prevalentemente su neve buona, poi sino a Riane nevi si placche portanti o neve traformata, un po' marcetta, il che ha facilitato il superamento dei tratti ripidi ed esposti sui quali si facevano anche belle curve, Sotto Riane bella interpretazione nel bosco nememno così terribile anzi divertente. 5? senza sci sul sentiero in basso e poi firn nei prati finali.
Un saluto a tutti i personaggi del gruppone che per un po' si disfa, chi in Norvegia, chi in Tunisia, chi ad arrampicare, chi continua a pestare neve e chi più saggiamente si gode tranquillamente la vita!
Nota: le foto verranno inserite lunedì, adesso è ora di fare asciugare le cose e prepararsi per ripartire domani.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita, soprattutto con la variante del canale sud. Si portano gli sci fino un pò sotto le Riane (circa 300 metri di dislivello da Alboni). Saliti (e scesi) per il canalone a sx quasi in fondo al piano, anzichè dalle barre a destra. Per il Bellagarda conviene perchè molto più diretto. L'imbocco del canale sud è circa 10 m a sx (faccia a monte) dell'ometto dell'anticima. Consigliato raggiungere in circa 10 minuti a piedi la vetta principale, con percorso pressochè pianeggiante. Neve molto bella nel canale, un pò più dritto della normale (OS),nei dossi sotto neve varia, cercando bene si trova bella trasformata alternata a qualche sastrugio da vento. Quasi 4 stelle...Valli di Lanzo sempre al Potere!

[visualizza gita completa con 4 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1375
quota vetta/quota massima (m): 2878
dislivello totale (m): 1500

Ultime gite di sci alpinismo

23/02/20 - Auto Vallonasso da Chialvetta - vik
Tantissimi skialp sul percorso, neve molle già al mattino quindi coltelli non necessari. Noi abbiamo proseguito fino alla vera cima (picca e ramponi), nonostante la discesa ad ora tarda la neve non e [...]
23/02/20 - Corleans (Cresta di) forcella 2658 m - Canale delle Sirene da Mottes - brusa
Sono salito nel pomeriggio. Molto caldo e neve bagnatissima in partenza. Più in alto la neve era molto collosa. Nel canale, neve compatta, lenta ma molto facile da salire/scendere. Ho visto tantissime tracce per ogni dove.
23/02/20 - Colletto (Il) da Chialvetta - rinagiò
Scelta azzeccatissima al Colletto: per la "fattibilità" della salita del ripido canalone, poca gente nei dintorni (5 ski alp in cima), ancora tutto ben innevato da queste parti. Scesi verso la mezza [...]
23/02/20 - Sotto Rognosa (Monte) da Bessen Haut - geopul
Non che me ne intenda molto, comunque partiti alle 8.00 dal paese, 5 minuti a piedi e poi calzari gli sci su stradina. Ottima salita sino al canale finale, per il quale al mattino presto servono i col [...]
23/02/20 - Parassac (Tete de) da Maison Meane - alex-e-vilma
Partiti da Maison Meane, abbiamo percorso sia in salita sia in discesa il vallone (Ravin du Pis) diretto alla cima. Raggiunta la prima strettoia ci siamo spostati sulla dx orografica attraversando,se [...]
23/02/20 - Leissè o Leysser (Punta) da Vetan - stellatelli
Sci dall'auto ancora x pochi giorni, salita su neve morbida, portante, si arriva facilmente in vetta, sempre con buon grip. In discesa ore 12, forse 45' prima condizioni migliori, trovato buona trasf [...]
23/02/20 - Galibier (Cairn du) dal Col du Lautaret per il Vallone Sud del Galibier - pigilm
Dopo la buona recensione del Pic Blanc prevedendo grande affluenza ho scelto la parallela. Comunque gente ovunque. Ci siamo tenuti bassi nei pressi del torrente coperto e sicuro. In alto il vento ha [...]