Patanua (Rocca) da Prarotto

osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Considerando l'abbondante nevicata di ieri e le temperature ancora basse abbiamo "osato" andare a sud (senò, sta Patanua, quando si riesce a farla?).
-1° alla partenza alle 7,45 e neve, circa 50 cm, crostosetta.
Entrati nel bosco la neve diventa farinosa, se in ombra, e la fatica per superare gli ostacoli costituiti dai gradoni delle rocce diventa titanica, ma chi la dura la vince, e alla fine superiamo la prova e arriviamo alle grange dell'Alpe Formica.
Di lì in avanti neve molto varia, ventata e farinosa a tratti alterni.
Arrivati all'anticima sciistica, circa 100 m sotto la vera cima, alle 10,20, niente vento, sole un po' velato e aria fredda.
Ambiente spettacolare con un innevamento a 360° da leccarsi le dita.
Consumato il frugale spuntino iniziamo la discesa su neve, tutto sommato, ben sciabile su tutto il percorso.
Il problema principale è rappresentato dal tratto bosco/roccioso che ci ha obbligati ad una sciata "crossistica"... ma anche divertente.

Gita quasi solitaria, oltre a noi 3, solo altri due temerari scialpinisti.
In compagnia di Paolo e Lurens.

p.s.
ho registrato la traccia ma vista l'assoluta improvvisazione della discesa nel bosco, è più salutare evitarne la diffusione

l'anticima sciistica
inizio della discesa
in discesa verso l'alpe Formica

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima neve, però occorre partire presto; inizio discesa ore 10.
Partiti dal tornante di Grange salendo i prati ancora ben innevati e con ottima neve portante. Un po' di lavorio per individuare il passaggio migliore al di sopra del grosso traliccio e fino alla cresta che precede l'Alpe Formica; dopo è tutto un manto uniforme, incredibilmente non toccato dal vento (mai visto condi così buone). Primo tratto di discesa sul versante di Bussoleno (crosta portante perfetta) per poi rientrare lato Tuluit dove il pendio era meraviglioso. Prima di giungere all'Alpe Formica abbiamo osservato il pendio verso gli alpeggi sopra Maffiotto; la neve era giusta ma bellissima e così ci siamo buttati prevedendo un po' di tribolazione per rientrare al traliccio. Scelta ottima nonostante un po' di cinghialate sul sentiero verso il traliccio, ormai lasciato in totale abbandono; dal traliccio discesa perfetta fino all'auto.
Anche oggi solo noi!

[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok fino a Prarotto
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Da Prarotto seguito grossomodo il sentiero estivo, mezz'ora di portage e un'oretta complessiva di boschina fastidiosa fino all'Alpe Formica. Da lì in avanti la gita si trasforma: pendii meravigliosi e aperti fino alla spalla sciistica, dove ci siamo fermati. Scesi a mezzogiorno su ottimo firn fino all'Alpe Formica, giornata caldissima e senza vento. Patanua deserta, oltre a noi solo un ciaspolatore incrociato in discesa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Nessun problema fino a Prarotto
quota neve m :: 1800
Partiti da Prarotto con gli sci a spalle e saliti a piedi fino all'alpe Formica (circa metà gita!) seguendo il sentiero estivo invaso talvolta da lingue di neve sfondosa. Dall'alpe comincia la neve e le tre stelle si riferiscono a questa parte di gita. Ci siamo fermati sulla spalla sciistica sotto la rocca perchè eravamo senza ramponi e l'ultimo pezzo per raggiungere la cima sembrava bello gelato.
Abbiamo iniziato a scendere alle 11:20 su un bel firn fino all'alpeggio e da li in giù nuovamente sci a spalle per circa 450 metri. Abbiamo deciso di fare questa gita per via dei bellissimi panorami di cui si gode da quella zona e perchè alla Patanua ci siamo sempre andati in estate e volevamo vederla in versione innevata. Alla fine la parte alta ci ha comunque regalato una bella discesa.

Con Erika


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1300
Tentativo di gita a sud. Direi che si possono rimandare le gite con queste esposizioni a tempi più favorevoli. Son salito con Irene fino all'antecima (vetta sciistica) con tempo bello ma che si stava vieppiù rannuvolando. In discesa abbiamo dovuto attendere squarci di sole per avere una buona visibilita. La prima parte della discesa è andata bene col tratto più ripido tra le rocce già trasformato. Poi, nell'ordine, tratti crostacei, costone con neve bella su croste portanti, cui è seguito un bel marcione fino in basso; nella parte più fitta del bosco abbiamo tolto gli sci per 50 m. A prescindere è stata comunque una piacevole sgambatella con 4 caprioli che ci han tagliato la strada prima della partenza.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1000
nonostante la boschina in basso.....la gita mi è piaciuta ....... i pendii in alto sono molto belli......sceso alle 10,15 la neve in alto era appena cotta dal sole..........in basso si notava già la differenza dell'andata sciabile ma con tendenza in alcuni punti a sfondare.........bella giornata con velature sporadiche.....ciaooooooooo ciao a tutti

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1300
Giunti alla spalla sciistica, giornata molto bella, non troppo calda. Scesi alle 11, la parte alta era ancora molto dura, in basso via via più molle. Dall'alpe Formica ci siamo tenuti sui pendii di destra (scendendo), più aperti e meno esposti al sole, fino ad incontrare un sentierino che permette di tornare verso sx (100 m. senza sci) al traliccio con minimo ravanamento, consigliabile.

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: Condove-Mocchie-Prarotto
Ottima salita con fastidiosi rovi nel boschetto, impossibile andare in punta per la troppa neve, discesa discreta fino al bosco dopo sembrava di sciare in un campo arato di fresco................
Escursione Solitaria


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1437
quota vetta/quota massima (m): 2410
dislivello totale (m): 973

Ultime gite di sci alpinismo

19/05/19 - Grevon (Piatta di) da Pila - gondolin
Partenza sci in spalla sulle piste prive di neve, solo qualche lingua non raccordata sino oltre l'Hermitage, gli sci si calzano intorno a quota 1.980 circa. Dopo circa 45 minuti di salita comincia a n [...]
19/05/19 - Klein Matterhorn o Piccolo Cervino da Cervinia - luca76
Si calzano gli sci di fianco alla macchina e neve continua su tutto l'itinerario. Stamattina partiti poco prima delle 9 con un bel sole che ci accompagna nella prima parte di salita. Poi arrivano le n [...]
18/05/19 - Plateau Rosa da Cervinia - lucianeve
Impianti italiani chiusi, svizzeri aperti. Partiti alle 10.30 dal parcheggio della cabinovia, sci ai piedi, neve sempre continua fino al Plateau Rosa, nonostante i lavori di sbancamento neve lungo una [...]
18/05/19 - Breithorn Occidentale da Cervinia - brusa
Una quindicina di cm sul percorso. Neve dall'auto e impianti chiusi. Hanno scavato via la neve dalla strada che sale a Cime Bianche, ma si scia bene stando di lato. Visibilità a tratti pessima fino a [...]
16/05/19 - Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié - gmassone
Partendo alle 10:00, non sono necessari i coltelli nemmeno nella gorgia. Utili solo in prossimità del colletto finale prima del pianoro e del pendio sommitale. La nebbia, arrivata intorno alle 12:30 [...]
16/05/19 - Ramière (Punta) o Bric Froid dalla Valle Argentera - lou pasarot
Partenza verso le 7 ,portage per circa 200 mt subito fuori dal bosco si mettono gli sci, poca neve e già sfondosa . Nel vallone molto caldo ,usciti dal colle vento a raffiche freddo . Discesa verso [...]
16/05/19 - Chateau des Dames dalla Valtournenche - chopin
si portano gli sci per 40 minuti ottimo rigelo fino al deposito sci poi inizia a scaldare e il canale ripido che porta al colle molto bagnato e a tratti la neve è solo superficiale e tutto che cola, [...]