Surgonda (Piz) da la Veduta per la Val d'Agnel

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
15 minuti di portage e poi firn con rigelo potente e persistente; partenza dal park sotto La Veduta alle 6 verso Campagnung e poi al Surgonda; sciata perfetta sino ai 2500 poi oggi si scendeva a 5 mm dall'auto. Splendida giornata con Beppe, Fiore, Pierluigi, Giorgio e Robi .
Giorgio verso il Campagnung

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti per la Val d'Agnel come da sezione Itinerario. Ottimo innevamento e ottime condizioni lungo il percorso. Lasciati gli sci alla sella prima dell'anticima e da qui in vetta per la breve e facile cresta (ramponi utili).
Esclusi i primi metri con neve ancora un po' dura, discesa su firn da sogno fino al parcheggio.
Bella gita in ambiente aperto che offre panorami spettacolari. Il lungo traverso per raggiungere la cresta sommitale richiede neve sicura. Giornata spaziale e temperature non eccessive che hanno mantenuto ottima la neve per tutta la discesa.. Con Emily.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi siamo decisamente in trasferta... Julier pass...giornata calda 3gradi alla partenza a2000 mt...nella notte scesi 10cm di fresca rimasta umida per via delle temperature alte.
Prima saliamo il Surgonda,poi il piz Campagnung.
Prima discesa così così per via di una visibilità non ottimale,seconda discesa decisamente meglio... Neve polverosa umida su tutto il percorso!
1300mt disl nella bella Val d,Agnel!
Saluto gli amici Giò4000 Luca Fer. Luca e i due ragazzi di milano con cui abbiamo fatto parte delle due salite!
Roby
Fulvio


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte subito sci ai piedi ma nel primo tratto la neve è appena sufficiente , per fortuna portante per non toccare sassi. inspiegabilmente le tracce in questo vallone erano poche, solo 5/6 sciatori ci avevano preceduti. Diversa la situazione per il Campagnung (pendii gia arati)e diversa gente.
Poco dopo la partenza si incontra un tratto svalangato disagevole da attraversare con le basse temperature di adesso.
Cresta che il forte vento dei giorni scorsi ha parzialmente spazzato, consigliato lasciare gli sci al colletto
Meteo molto variabile ad inizio mattina poi ampi rasserenamenti che ci hanno regalato una discesa solare
Parte alta con neve veramente bella , poi ci si deve accontentare
Prima sciata della stagione....buona partenza con Tiziana

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ampio spiazzo bordo strada
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
dopo il primo tratto in falsopiano bisogna guadare 2 volte il torrente... meglio togliere gli sci... poi si sale a sx del torrente su traccia gelata..si supera un tratto svalangato e si arriva al falsopiano (dove a sx si devia per il Campagnun)..
superata piu' avanti una piccola ''gola'' dove passa il torrente, si prosegue ora per ampi pendii..qua neve morbida... poco prima della depressione tra la quota e l'inizio della cresta ho lasciato gli sci (come inizio di una prima discesa di stagione ho preferito evitare subito una pendenza così diretta)..pendio piu' ripido con tratti di neve piu' dura..al colletto tratti scoperti.. cresta di misto comoda comoda fino in vetta..ramponi o altro non necessari..
poco sotto il colletto discesa su neve bella farinosa..ma con uno stile che gia' immaginavo da elefante !!
ultimo tratto, in ombra e con neve gelata, nei pressi della parte svalangata e, con traccia difficoltosa, tolto gli sci ...
partenza con meteo non proprio stimolante ma abbiamo confidato nel miglioramento previsto... partenza verso le 8:30.. senza nessuna fretta... dalle poche schiarite, dopo un'ultima veloce copertura, cielo terso e inversione sul resto della zona..discesa avvenuta come speravamo..con visibilita' perfetta...
Qualche skialp sul nostro percorso...decisamente molti di piu' sul Campagnun
Con Andrea


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Risalita da quota 2800 dopo il PIz d'Agnel passando per la dorsale dorsale. Ultima parte a piedi viste le rocce scoperte. Discesa ancora buona alle 1230. Rampant non necessari.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
salita:
arrivati a La Veduta alle 8:05 del mattino, abbiamo trovato i pochi parcheggi a lisca di pesce pieni, abbiamo perciò parcheggiato nei parcheggi del ristorante poco più in alto senza dover pagare.
partendo dai parcheggi a lisca di pesce a lato della strada, prendere in direzione NW (335°) lungo la val d'Agnel mantenendo la destra orografica fino a quota 2542.a questo punto prendere una piccola valletta in direzione NE (35°) tenendosi sulla destra il Corn D'Alv. superala la valletta mantenere la direzione NE (45-50°) si attraversa un lieve tratto pianeggiante e poi si cominciano a risalire dei pendii lievemente più ripidi fino a quota 2850. a questo punto il si apre davanti a noi la vista della parete sud del piz Surgonda, prima celata dallo sperone roccioso presente sulla sinistra. si risale in direzione NE (30°) è possibile vedere altri alpinisti che percorrono la dorsale alla vostra destra. si percorre agilmente la valle fino a quota 3000 a questo punto la parete si fa più ripida e bisogna affrontarla con ampie pertichette e un traverso finale per raggiungere la cresta SW del piz Surgonda. se per percorrere il traverso i rampanti sono facoltativi per percorrere l'ultimo pezzo in cresta i rampati sono necessari.
vetta raggiungibile con gli sci ai piedi prestando attenzione alla cornice.
p.s. la traccia arrivanti all'imbocco della cresta sembra che scenda per la parete nord in realtà non è cosi c'è stato un errore nel GPS.

per la discesa:
si segue la traccia di discesa, è possibile evitare di percorrere tutta la cresta ma è possibile deviare prima su un pendio che ti porta come se fosse un traverso a raggiungere il pendio principale abbastanza ripido (37%). da qui si seguono le tracce di discesa.
il primo pendio presentava neve ventata mentre da quota 3100 fino a quota 2500 abbiamo trovato neve farinosa. verso vallela neve si faceva via via più pesante.
ringrazio Matteo L e Pietro B per la fantastica Gita. alla prossima.
baciati dal sole.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Strada pulitissima
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni splendide!
Risaliti lungo la Val D'Agnel da La Veduta, ottima traccia presente.
Sul traverso per raggiungere l'anticima ho preferito montare i rampant per maggiore sicurezza personale visto che a tratti la neve è dura e ventata. Saliti alla cima a piedi facendo attenzione alle roccette affioranti.
Dalla cima panorama splendido, in cielo neanche una nuvola. Temperature ottime in salite e decisamente troppo calde nell'ultimo tratto di discesa.
La sciata dall'anticima fino al bivio per il Campagnung è stata da 5 stelle: Neve polverosa su fondo duro!
L'ultimo pezzo di discesa fino al passo, viste le temperature, è su neve umida e spaccagambe.
Un bel po' di gente in giro ma non esageratamente tanta come mi aspettavo visto il meteo.
Giornata "spaziale"!

Con l'Athos, il Teo e la Lolly (alaskan malamute)



[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: pulite
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Scesi anche verso la Jenatsch e poi ripellato e risaliti alla fuorcla Agnel
Giornata spaziale non fredda senza vento
Sciata buona su vari tipi di neve ma sempre divertente con Mike e Lorenzo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: pulito
attrezzatura :: scialpinistica
pow 5 stelle per buona parte della gita...yeah!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino al tornante sotto "la Veduta"
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Superiamo il Juler Pass (Pass dal Guglia) 2284m e scendiamo a La Veduta, e di qui fino al parcheggio del tornante sottostante, dove si parte anche per la Chamanna Jenatsch. Risaliamo la valle Agnel assieme a 2 ex corsaioli di Sondrio che vanno al Piz Campagnung. Seguiamo il fondovalle sulla destra orografica assieme a loro fino alla Quota 2530. Qui ci dividiamo, loro a sinistra e noi a destra. Vediamo la Fuorcia dell’Agnel e continuiamo per vallette lungo l’alta valle dell’Agnel, passando tra le quote 2819m e 2980m, per poi deviare a Nord e per pendii ripidi raggiungiamo il colletto tra le 2 cime. Ci vestiamo, è scesa a nebbia e salito il vento, mettiamo i ramponi e saliamo sulla cima di sinistra 3193m seguendo la cresta. La discesa nella parte alta è dura, ma poi è firn perfetto. Infatti, iniziamo a scendere alle 12,05 ed alle 12,55 siamo all’auto.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Gita fatta con le racchette. Tempo stupendo molto mite. Dieci centimetri di farina su fondo portante. Usato ramponi in cresta. presenti una decina di sci-alpinisti. Bella gita, già fatta svariate volte. Panorama stupendo dal Rosa all'Ortles.
Gita in solitaria


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ottime
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Alla partenza alle ore 9.30 -8°C, nubi basse, visibilità pessima, vento assente.
SALITA - Quando le nebbie si sono dissolte, grazie a qualche raffica di vento che ci ha poi accompagnato per tutta la salita, ci siamo resi conto che stavamo andando al Passo dell'Agnel, quindi breve dietro front per riprendere la pista che sale alla sella del Surgonda. Da qui, a piedi, in circa 15 minuti, abbiamo raggiunto la cima. Panorama a 360° sulle montagne circostanti: Badile, Cengalo, Disgrazia, Roseg, Scerscen, Bernina...
DISCESA - In polvere più o meno leggera alternata a tratti di crosticina.

NOTE - Gita con un dislivello non elevato, ma con un discreto sviluppo. Una ventina di persone lungo il percorso.

VIDEOGALLERY - ?feature=mhum
FOTOGALLERY -



[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1400
meteosvizzera sabato pomeriggio dà per domenica "abbastanza soleggiato" in engadina... risultato: "coperto neve debole" per tutta la gita.
quando ci sono condizioni strane finisco sempre allo julier. in salita neve debole e foschia densa, in discesa neve un po' più intensa e nebbia.
in alto la neve sarebbe bella, se ci si vedesse, con 10-15 cm di neve nuova su fondo duro.
in basso la neve nuova diminuisce e il fondo sottostante sembra un campo di patate, unito alla scarsa visibilità vi lascio immaginare.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1400
venuti fin qui alla ricerca delle ultime schiarite e del rigelo notturno, come da bollettini meteo.
missione compiuta fino a un certo punto. partenza nella nebbia, subito diradata, e poi bella schiarita. a 20 minuti dalla vetta repentino arrivo di una nebbia veramente spessa, accompagnata sulla cresta sommitale da un bel vento.
discesa fino a 2700 m circa seguendo a 1 km/h la traccia di salita nella nebbia con visibilità 2 m. poi ne siamo usciti al di sotto, e nella parte bassa neve via via più smollata e ben sciabile fino al parcheggio.
forse anche per la quota elevata della partenza, non mi è sembrato che il pericolo aumentasse così tanto come annunciato da SLF.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
bella e veloce salita, tantissima neve la rendono fattibile ancora per molto.
Date le caratteristiche della valle, permette di scegliere i versanti migliori per scendere

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
quota neve m :: 800
temperatura alla veduta ore 9 -22 alle 12.30 -11
neve farinosa su tutto l'itinerario,leggera bise per un paio d'ore
in compenso sciata da urlo.....e in vetta si stava più che bene
anche a mani nude
itinerario da scarso dislivello ma sostanzioso sviluppo
con possibilità vari concatenamenti
era in programa itinerario sul lago
ma meteo dava nuvole e neve su gera lario quindi opzione julier azzeccata;gita effettuata da solo,battuta traccia da piana della palina indicatrice fino alla vetta;
sono arrivati dei ragazzi svizzeri saliti dalla valle che dalla veduta aggira il piz valletta a compiere itinerario circolare
prossimamente.......


[visualizza gita completa con 6 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 2200
quota vetta/quota massima (m): 3196
dislivello totale (m): 996

Ultime gite di sci alpinismo

24/02/20 - Magehorn da Engiloch - skiwalker
Neve in discrete condizioni: parte bassa senza rigelo notturno causa temperature alte della notte (10° a Engiloch alle 8 del mattino), neve ventata nel traverso ma senza pericoli e con buona tenuta, [...]
23/02/20 - Cassorso (Monte), cima Ovest da Preit - lucabelloni
Gita sociale CAI Pianezza con 25 partecipanti, tutti in vetta. A causa del viaggio abbastanza lungo partenza un po’ tardi dal Preit (erano circa le 9,20). Si cammina fino alla centrale elettrica, po [...]
23/02/20 - Rochers Charniers (Pointe des) da Montgenevre, giro per Pian dei Morti e Colle Chaberton - michferrero
Nella prima parte della stradina è presente ancora un po' di neve, pertanto non è stato necessario del portage. La situazione migliora notevolmente mano a mano che ci si inoltra nel vallone e la nev [...]
23/02/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - buck roger
Da Balme attraverso il canale delle Capre. Molto vento in quota.
23/02/20 - Valnera (Punta) da Estoul - skeno
23/02/20 - Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè - mattep
Brevissimo portage per raggiungere la stradina dal parcheggio di Pian Munè. Siamo così andati in direzione delle Meire Croesio e, poi, a lato skilift abbiamo raggiunto la dorsale, percorsa sino all [...]
23/02/20 - Marchhorn o Punta del Termine da Riale - u236instabile
Portare sicuramente rampanti e nel caso anche ramponi, la vetta è senza neve quindi bisogna salire a piedi, magari anche una corda potrebbe risultare utile per garantire la sicurezza. Con gli sci si arriva fino al colletto 50 m sotto la vetta.