Fortino (Punta), Cresta del Fort dall'Alpe Barnas per il Lago della Rossa

Approfittando delle navette che da usseglio portano al lago dietro la torre in occasione della festa di san Camillo (ogni anno il primo sabato di agosto) si va in una zona nuova per me. Un saluto agli amici incontrati ed in particolar modo Fulvio, Antonella e Giorgio Alle 6.10 a pian sulè alla partenza selle navette davanti a noi 237 persone. Circa 2 ore di attesa per salire. Al ritorno tra i primi a scendere a partire dalle 14.30.
Con Bepi.


[visualizza gita completa con 7 foto]
In previsione della caduta delle temperature prevista dai siti meteo mi sono regalato questo ultimo facile 3000. L’inizio è piuttosto tedioso, si risale i numerosi tornanti della strada dell’ENEL dapprima su asfalto, si passa la galleria ormai senza alcun cancello e si arriva alla centrale. Si continua sulla strada oppure si seguono i segnali bianco rossi a sinistra della centrale che comunque si ricongiungono alla strada sterrata. Si passa il torrente su un guado rafforzato con il cemento e si entra in un bel pianoro. Su un grosso masso si trova l’indicazione per il Lago della Rossa. Il sentiero compie una lunga diagonale verso sinistra per superare le balze rocciose che reggono il Lago delle Rossa. Si arriva in breve alla diga. E questa è già di per sé una meta appagante. Traversata la diga i segni bianco-rossi guidano fino al Collarin d’Arnas. Un metro sotto il passo si stacca un sentiero evidente sulla destra, c’è anche un cartello, ma lo si vede salendo dal versante opposto, il sentiero, segnalato anche da ometti risale il versante della Punta Fortino fino ad arrivare all’anticima con un’evidente affioramento di rocce scure che si contorna sulla destra ed in breve sulla punta.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: Sbarra chiusa
Salita come da descrizione, per raggiungere il Lago della Rossa utilizzato il sentiero che sale il canalone alle spalle del Biv. San Camillo. Dopo la strada per il lago dietro la torre incontrato nessuno. Molti nevai ancora presenti in zona ma non si toccano lungo il percorso. Nebbie e nuvole in vetta quindi niente panorama. Al ritorno pernottato al Biv. San Camillo: ottime condizioni, luce (funziona solo col buio dopo aver attivato l’interruttore generale), coperte e cuscini puliti. Quattro gradi durante la notte. Acqua: abbiamo preferito scendere fino al canale di tracimazione del lago piuttosto che prenderla dai laghetti abbastanza stagnanti nei dintorni.
Con Bubbola.


[visualizza gita completa]
Oggi in una bella giornata di sole una bellissima gita al cospetto delle cime più importanti delle valli di Lanzo, approfittando della festa di San Camillo presso il lago della Rossa, siamo saliti con la navetta sino al lago Dietro la Torre, poi per sentiero sino al lago della Rossa dove c'era già moltissima gente ed era in corso la messa, brevissima pausa e siamo ripartiti inoltrandoci nel vallone che porta al colle Collerin d'Arnas verso il rifugio Gastaldi, appena prima del colle e dell'omonimo lago siamo risaliti sulla destra, indicazioni su un masso per la punta del Fortino - Seguendo tracce di sentiero ed ometti siamo giunti sulla cresta del Fort e seguendo la cresta sino alla punta del Fortino sormontata da un grande ometto con annesso libro di vetta - Panorami eccezzionali sul lago della Rossa - Bessanetto e Collerin e sulle cime Croce Rossa - Arnas - Maria - Ciamarella - Bessanese solo per citare le principali, ed in basso il rifigio Gastaldi - Un bellissimo 3000 mt. dai panorami grandiosi
Un saluto ai compagni di gita Valerio e Elio


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: buono con moderazione fino alla sbarra
Facile salita ad un facile 3000 m buon spostamento e buoni sentieri con belle visuali sulla Croce Rossa Arnas e Bessanese vicinissime.dalla punta caratterizzata da un enorme ometto si nota bene il Rif Gastaldi.La puntina leggermente più alta e oltre un intaglio seguito da sfasciumi,non aggiunge nulla.Tutto segnato bene fino alla spaziosa punta con pendenze più accentuate lato sud(Bessanetto).totale 5'15" a/r discesa parte finale su asfalto noiosa e niente remunerativa.Rivisto dopo 3 decadi il lago dietro la Torre.

[visualizza gita completa]
Salito dalll'alpe Barnas 1550 m Nessun problema, neve praticamente assente fino in cima, a tratti vento fortissimo, freddo e ovviamente contrario dal lago dietro la Torre in sù.
Bella giornata, visto uno stambecco e un paio di marmotte. Questa volta la macchina foto funzionava, dalla punta del Fortino. Panorami magnifici.


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Da Villaretto 5 km ben asfaltati e poi la sbarra
Novemilasettecentottantacinque piedi. Bella cavalcata di alta montagna tra laghi artificiali, impianti idroelettrici e decauville per raggiungere questa punta, a torto poco frequentata: dalla cima infatti il panorama è di primordine, sia sulle vicinissime Croce Rossa, Arnas e Maria, sia sulla Bessanese e Ciamarella; più oltre su Granpa, Rosa, ecc.
All'andata ho seguito la strada che arriva fino al Lago dietro la Torre (ma la Torre dov'è?); un buon sentiero porta al blu cobalto del Lago della Rossa, in cui si specchiano i 3000 che lo circondano. Superato il curato e ben tenuto Bivacco San Camillo, su alla Punta Fortino, caratterizzata da uno dei più grandi e regolari ometti (c'è la mano di qualche architetto?). In cima non si pensa ad altro.....ci si gode il panorama!.
Per il ritorno ho fatto una variante, che mi sento di suggerire (così non si ripetono i km della strada): dopo aver costeggiato per intero la sponda orientale del Lago della Rossa sono salito al Colle Altare e da lì sceso al Rifugio Cibrario e poi chiusura dell'anello fino all'auto. I sentieri sono sempre segnati con vernice bianco-rossa ma lungo la sponda del lago spariscono per una decina di minuti, per poi ricomparire; inoltre nella discesa poco dopo il Colle Altare, fare attenzione ad imboccare il canalone di sfasciumi (segnato, ma è facile perdere la traccia: io ci sono riuscito...)
Un saluto a Rita, Gigi e Fulvio incontrati al Fortino, coi quali ho condiviso un pezzetto di percorso e quasi un pranzo al San Camillo.
In mia buona compagnia.


[visualizza gita completa con 4 foto]
Arrivati al San Camillo dal Tazzetti, io Sylvain e Flavien abbiamo trovato una copia di questo itinerario appesa nel dormitorio e abbiamo deciso di provarlo, nonostante le condizioni di visibilità decisamente ridotta. Purtroppo, arrivati in cima, non abbiamo visto assolutamente niente a parte la nebbia. Posso comunque immaginare il bel panorama, essendo già stato sul Bessanetto, poco distante. Gita da rifare in futuro.

[visualizza gita completa]
Vetta panoramica consigliatissima da chi passa dal Lago della Rossa
In compagnia di Giò ed Anna


[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 19/09/18 - madunina84
  • 26/10/08 - ezio-cai
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Varie
    quota partenza (m): 1750
    quota vetta/quota massima (m): 3010
    dislivello salita totale (m): 1360

    Ultime gite di escursionismo

    16/02/20 - Scopel (Bivacco) - lancillotto
    Sentiero dalla Croce dei Lebi e poi al bivacco con tratti ghiacciati, coperti da qualche cm di neve recente. Utili i ramponcini sopratutto la mattina. Salita in nebbia totale fino quasi al valico del [...]
    16/02/20 - Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi - lupus1946
    Molti escursionisti in giro...colpisce l'assoluta mancanza di neve sull'ultimo pendio... Le ciaspole sono rimaste sullo zaino...più utili i ramponi.
    16/02/20 - Rubbio (Monte) da San Damiano Macra - flavytiny
    Lasciata auto in piazza a S.Damiano Macra. Itinerario facilissimo adatto al post-influenza, la strada forestale che parte dal borgo subito dopo il ponte sulla dx è molto bella e rilassante. Parecchie [...]
    16/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - climbandtrek
    Sentieri sgombri da neve e ben indicati da tacche e numerose paline. Fatto l'anello come da descrizione: gita piacevole e con numerosi scorci nel bosco rado ed un bel panorama sulle vette circostanti dalla cima.
    16/02/20 - Pala Rusà (Punta) e Punta delle Lance da Pian Benot - sergio 51
    Usati solo i ramponi. Passati prima dal Pala Rusà e poi saliti alla Punta Lance, che sembra una vera montagna seria ma in miniatura: sarebbe stata interessante la, pur breve, traversata, ma le cornic [...]
    16/02/20 - Butetta (Monte) da Castellar - lonely_troll
    Gita vista mare in un bell' ambiente e con clima già primaverile. Alla partenza rosmarini e mimose fiorite e in alto niente neve, nemmeno sulla parete Nord del Grammondo
    16/02/20 - Baral (Bec) da Limonetto - dario 67
    Salita oggi un po' piu alpinistica x la presenza di tratti innevati sulla cresta e nella parte finale verso la cima si sale comunque senza problemi prestando attenzione solo nei tratti leggermente esp [...]