Gran Sometta da Perreres

Gita molto bella mi ero fatta un po' condizionare dalla relazione in cui diceva paesaggio deturpato dalla seggiovia.in realtà devo dire che la gita ha dei paesaggi meravigliosi e la presenza della seggiovia non è così fastidiosa .una nota da fare attenzione quando l sentiero 19 e 63 si dividono noi abbiamo preso 19 che ad un certo punto si perde nella salita ma bisogna abbandonarlo e puntare il sentiero che porta alla seggiovia.al ritorno abbiamo preso il 63 che ci ha portato allo stesso punto del 19..... Un'altra nota arrivati al colle consiglio di prendere l'ultimo tratto da prima della seggiovia non dopo dopo la seggiovia è più aereo e sfasciumoso .
panoramica in vetta

[visualizza gita completa con 1 foto]
Siamo partiti dall'uscita della galleria prima della centrale, sentiero ben segnato sino al Colle inf. delle Cime Bianche anche se la numerazione non corrisponde alle cartine de L'escursionista. Da qui siamo saliti sulla traccia, evidente e ben "omettata" che parte subito alla sinistra dell'impianto.
Meteo bello che ci ha consentito di vedere ampi panorami, con cumuli in aumento dal primo pomeriggio. Solo noi in vetta.
Con la moglie Stefania e l'amico Vipi5547.

Più info e foto su climbandtrek.it


[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: ok
Gita dal panorama eccezionale che si gode dalla vetta, quindi va fatta in giornate terse come oggi.
Nessuno in cima, solo decine di stambecchi al colle.
Un commento sul tracciato gps che ho inserito: nella parte finale per l'arrivo in vetta bisogna seguire quello tracciato in discesa, in quanto salendo ho perso gli ometti e sono finito in zone "difficili"

[visualizza gita completa con 5 foto]
Gita facile, senza difficoltà particolari, ma di "discreta" o "sufficiente" lunghezza (spostamento + dislivello), con notevoli panorami. Giornata ..."spaziale"..., e quindi giusta questa contemplazione..., e molto bello anche il primo tratto del percorso...
Escursione solitaria, iniziata a metà mattinata, e quindi un pò tardi, ma questa volta non era necessario/indispensabile partire presto, il meteo si è mantenuto sereno e fresco (=perfetto...) per tutto il giorno. Durante l'ultimo tratto della salita, incrociato sei escursionisti in discesa dalla cima. Gli ultimi due, giovane e simpatica coppia -vda penso-, sono partiti dopo di me, anche se non si sono accorti mi hanno superato durante la mia pausa pranzo a metà percorso, e sono arrivati sulla cima assai prima..., con un ritmo -"sciolto" per loro ma da ultratrail... Complimenti...

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: ottimo parcheggio a Cret di Perreres
DiecimilatrecentottantasettE piedi. Non appagati a sufficienza delle tre cime della Motta di Pletè (vedi relazione) e sperando nella tenuta del meteo, raggiungiamo anche la Gran Sometta sotto un cielo sempre più plumbleo....In discesa (parte intermedia lungo gli impianti) molti tuoni e un'oretta di pioggerellina, poi ampi spazi di sereno per concludere degnamente la giornata. Stambecchi e stambecchini a go-go.
Comprendendo la salita alle tre cime di Motta di Pletè il dsl complessivo è di quasi 1600 metri con uno sviluppo di 17,3 km percorribili in meno di otto ore
Con la preziosa compagnia di Monica e Gian Mario.


[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Buon parcheggio a Cret de Perreres
Dopo aver toccato le tre Motta di Pleté seguendo per quanto possibile il sentiero 19, siamo risaliti alla Gran Sometta. Scesi sino a q. 2850 dalla Motta Orientale e con un lungo traverso su erba e sfasciume intercettato il sentiero di salita dal Colle Inferiore delle Cime Bianche a q. 2960. Discesa per sentiero/sterrata 20 che abbiamo abbandonato poco a valle del Bar Ristorante delle piste da sci "Motta" (i tuoni han deciso per noi che il sentiero intervallivo 107, sul quale intendevamo rientrare a Manda, lo avremmo visto un'altra volta!) per proseguire su pratoni, chiudere l'anello a monte dell'Alpe Manda Superiore e tornare all'auto sul sentiero 19 che da qui in giù è perfetto. Niente neve su tutto il percorso. Il sentiero 20 per il lungo tratto da noi percorso è visibile e ben indicato.
Visti moltissimi animali, a compensare l'orribile presenza degli impianti di risalita.
Con Filippo e Gian Mario, per salire anche oggi oltre i diecimila piedi!


[visualizza gita completa con 3 foto]
Salita con ampio sviluppo e con presenza un pò invadente degli impianti di risalita, compensata dal gran panorama godibile dalla cima. Ottimo meteo, solo un paio di persone in zona, visto camosci e stambecchi. Fresco alla partenza e in punta,caldo nel vallone verso il colle delle Cime Bianche.
In compagnia di Rosy e Manlio.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Partiti dalla località Cielo Alto di Breuil, lungo avvicinamento attraverso il tracciolino del lago Goillet fino alla malga Cleva de la Seyvaz. Da qui preso sentiero 21. Deprimente la salita sotto i piloni della seggiovia delle Cime Bianche (ma come lamentarsi se d'inverno ci piace sciare?). Dal colle alla vetta, ancora presenza di neve. L'attacco è esattamente sotto l'ultimo pilone della seggiovia (ancora parzialmente coperto di neve). Il resto è solo detriti e sfasciume. Dalla vetta panorama spaziale. Giornata veramente bella, sole, niente vento.
In compagnia di Francesco, mio fratello più piccolo. A lui, grazie di sopportarmi!


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ottimo
In occasione del 5 anniversario della scomparsa del caro Luciano rieccoci in quel di Cervinia,e oggi gita alla Gran Sommetta...era da tanto che vedevo questa bella puntina specialmente salendo con gli impianti a plato,e finalmente è arrivato il giorno giusto!che dire...bello il tratto iniziale nel lariceto e quello finale dal colle in su,per il resto salita deprimente in mezzo a impianti di risalita di tutti i tipi,percio...paesaggisticamente desolante,tuttavia ottima vista dalla vetta,peccato qualcuno abbia distrutto la madonnina di vetta...le 3* sono ovviamente per la salita lungo le piste e per il forte vento gelido che ci ha accompagnato per l'intera giornata.alla prossima!

[visualizza gita completa]
Si seguono le indicazioni per la Motta di Plete' per tutto il primo tratto sino quasi al termine della stradina, poi bisogna un po arrangiarsi ! Noi siamo saliti piu' o meno in centro ai dossi erbosi, ma poi si perdono circa 50/60 mt di dislivello una volta raggiunti gli impianti. In discesa abbiamo optato per l'aggiramento degli stessi, percorso forse un po piu' lungo ma piu' lineare e veloce. Attualmente nel tratto degli impianti ci sono ampie aree arate di recente : probabilmente hanno interrato tutto un nuovo impianto x l'innevamento artificiale, forse per la prossima estate ricrescera' l'erba che sembra stata riseminata.
Giornata splendida, clima mite, cielo blu, panorama sontuoso. Il lago Goillet visto dalla cima era di un colore cosi' intenso che sembrava quasi finto! Zero escursionisti dalla partenza all'arrivo andata e ritorno : vista la giornata quasi un record!
Ma in effetti le firme sul libro di vetta in due anni di "servizio" sono abbastanza poche. Forse la presenza degli impianti scoraggia , direi comunque un po' a torto , la salita.
Volendo si puo' anche ragggiungere la cima partendo da St Jacques in Val d'Ayas , ricongiungendosi al colle Cime Bianche inf: l'avevo fatto diversi anni fa, l'impatto ambientale degli impianti e' sicuramente inferiore , ma aumentano lunghezza e dislivello.
Con Maghi', Carla, I. , Ricca & Carmen con Enea 4wd, Claudia 4wd.


[visualizza gita completa]
Fantastico belvedere sulla conca di Cervinia, ma anche un bel colpo d'occhio su gran parte del massiccio del Rosa. Salita per la via solita da Perreres. In discesa invece ho concatenato tutte e tre le sommita' della Motta di Plete', abbastanza facili da raggiungere. La sud prima la nord poi' e la ovest infine, con di fronte l'incomparabile scenario delle Grand Murailles e del Cervino.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1860
quota vetta/quota massima (m): 3166
dislivello salita totale (m): 1306

Ultime gite di escursionismo

22/02/20 - Teste (Alpe le) e Alpe Campo da Rimasco - giuliano
Fatto il giro suggerito in relazione come variante: Rimasco- Rifugio Alpe Campo- Cima Alpe Campo- discesa sulla ex pista fino all'Alpe Pianali- Alpe Teste- Le Teste- ritorno all'Alpe Pianali- discesa [...]
21/02/20 - Planes (Alpeggio le) da Morgonaz - brunello 56
Gita sui sentieri ormai nell’oblio. Variante all’itinerario descritto. Sono partito dal Castello di Quart, salito sul sentiero n. 7 fino al Beato Emerico, poi sul 7a per Valsainte. Poco dopo il [...]
21/02/20 - Ceppo (Monte) da Baiardo - rolly52
Bellissimo itinerario quasi tutto all’ombra, ideale in inverno senza neve o nelle mezze stagioni. Sentieri ben tracciati con linea gialla e indicazioni in legno. Ultimo tratto assai panoramicò co [...]
21/02/20 - Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina e la Punta Raboi - joker
Oggi avevo in macchina anche gli sci ma ho usato solo gli scarponi. Ho salito la Sea Bianca , non ho usato i ramponcini ma sono comunque consigliabili. Il percorso non è come d’estate, bisogna cerc [...]
21/02/20 - Ricordone (Monte) da Rore - rudolph
Si tocca un unico nevaio sulla cima per il resto percorso totalmente estivo. Gita pomeridiana rapida con un gran caldo e panorama sconfinato grazie anche al vento teso ma non eccessivo. Nessuno sul percorso. Con il mio cane
20/02/20 - Da Chatillon al Castello di Cly, attraverso il Ru Chandianaz Da Chatillon al Castello di Cly, attraverso il Ru Chandianaz e Ru Marselleir - laika58
Oggi una bellissima gita con il CAI Intersezionale Canavese e valli di Lanzo - Itinerario come da descrizione in una bella zona a mezza costa sulla valle centrale - Giornata di sole e mite e assenza d [...]
20/02/20 - Sourela (Punta) da Col San Giovanni - franco1457
Con l’instancabile Gauso saliamo alla Punta Sourela. Partiti dalle case di Col San Giovanni. Primo tratto senza neve e con rari segni sbiaditi. Poi arrivati in vista della cima neve continua e porta [...]