Perti (Rocca di) Mariangela

Chiodatura non ascellare, golfaretti ad espansione che ricordano vecchi tempi, qualche resinato inox e un paio di soste rifatte. Nel complesso con un pò di impegno ci si sente sicuri. Qualche passo patinato. quanto sopra la rende una via impegnativa e per me sottogradata. Tutti i tiri molto belli e tutti con caratteristiche diverse.
Con Nico siamo ritornati dopo tanto tempo su questa via. Io l'ho trovata impegnativa un pò per quanto ho detto sopra e anche perchè il tempo passa anche per me. Splendida giornata, un'altra cordata sulla via. Un saluto agli amici che la avevano aperta. Sergio e Walter


[visualizza gita completa con 2 foto]
Prima volta su Mariangela, anche perchè la nostra frequentazione di Finale non è così assidua.....
La via è in ordine, con roccia bella e ben chiodata, ma non banale e con diversi passi delicati. Il tiro più difficoltoso per me sicuramente il quinto.
Per il resto ambiente sicuramente bello autostrada a parte.......

[visualizza gita completa]
Via piacevole, roccia non male anche se sul passo di 6a l' unto non manca. Bella esposizione su due traversi. Sul IV tiro, avendo sostato in fondo alla grotta, abbiamo traversato decisamente troppo in basso, abbiamo recuperato la via sulla parte finale della variante diretta di dx (la roccia si impenna nella qualità). L'autostrada non è il massimo ma basta alzare un po' lo sguardo sull'orizzonte e il panorama è notevole. Con GG alla sua prima via lunga

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: presenti furgoni fastidiosamente tedescofoni
via plasir, con variante diretta più sostenuta della classica che aggiunge quel pizzico di serietà in più.
sorprendentemente i gradi finalesi alla Rocca di Perti sembrano restare nella comparativa comune. senza deviare in maniera totalmente svalutante come solitamente succede sulle altre rocche o bricchi.
la via mariangela è un'arrampicata che io definirei plasir, per il tipo di scalata mai ingaggiosa e se si è fortunati vista mare. io e il mio steatorroico socio abbiamo optato quasi consapevolmente per la variante diretta che taglia le prime due lunghezze che deviano nelle grotte sopra il primo risalto. questa parentesi ha reso interessante una via (a nostro avviso) altrimenti un pò troppo tranquilla.
si tratta di quanto segue:
-partenza in diedro che in uscita arriva su un terrazzino dove la via classica devia a destra per sentierino, si prosegue invece dritto su placca ben appigliata fino ad un secondo terrazzino dove si sosta su resinati con catena. 20 metri, resinati in parete.
-si segue la soprastante fessura con andamento leggermente verso sinistra per qualche metro fino ad arrivare al tratto di 6b che su tacche e aderenza di piedi porta a ristabilirsi su un muro che porta alla grotta grande la cui sosta è al margine sinistro su resinati da unire. tuttavia se si continua dritto al posto di deviare nella grotta si arriva ad una sosta due resinati con catena. noi ci siamo fermati nella grotta per video e cazzeggio di rito.il traverso esposto in partenza per il terzo tiro è scenografico.25 metri, resinati in parete.
-si traversa dalla sosta verso destra uscendo in netta esposizione fino ad incontrare la sopracitata sosta con catena che si tralascia e si sale il diedrino (chiodi) che ci porta verticalmente verso destra a sorpassare una placchetta al termine della quale si traversa nuovamente a sinistra per giungere la sosta con 3 resinati da unire in una nicchia 10 metri resinati e chiodi.
-si sorpassa il passaggio di 6a(relazione) proprio sul margine destro della nicchia faccia a monte che porta ad una placca articolata verso sinistra e subito dopo ad una sosta che volendo si può ignorare e proseguire per una ventina di metri su placca articolata facile fino ad arrivare sullo spigolo nord dove si sosta su tre resinati da unire.30/35 metri, resinati in parete. in cima incontrato 2 golfari.
-una 50ina di metri che si possono tranquillamente percorrere slegati portano alla croce di vetta.
in seguito dopo un paio di tiri in falesia che mia madre definirebbe al "pic del sul" ci concediamo 4 doverose birre medie sudate sull'assolato lungomare mentre le tedesche prosperose ma non prospere di bellezza allietavano gli scolari liguri esibendosi in "mozzarellosi" topless degni della vera e grondante cultura mitteleuropea che ci abbraccia sorridente.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Per l'avvicinamento, prima auto poi a piedi, ottima la guida di Tomassini "Finale climbing". Nome della via alla base del diedrino del primo tiro. Per capire bene dove andare, visto il prolificare di spit, golfari e soste su tutta la parete, abbiamo seguito un mix delle relazioni di Gulliver e di Gambe in spalla.
Tiri un po' corti per offrire piena soddisfazione e perenne vista sull'autostrada, con annesso continuo e fastidioso rumore di sottofondo.
Roccia non male, se si considera la data di apertura della via e il numero infinito di ripetizioni.
Una classica buona per il curriculum, ma che non ripeterei

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: libero
via in ordine, ben spittata, e su roccia ottima. panorama e ambiente assicurati.
con Ricky al ritorno sulla roccia dopo il periodo invernale, scendendo verso Perti park fatto due tiri alla bella falesia della croce.


[visualizza gita completa]
Dopo aver salito con Fabrizio Manoni (Manetta) tre bei tiri alla falesia dei "tre porcellini" concatenando Hansel e Gretel (40 mt circa), i Maremmani di Silvano (3 sezioni anche qui in un unico tiro di circa 35 mt) e la Carica dei 101 in un unico tiro di 25/30 mt, ci siamo spostati sulla ormai assolata "Mariangela" che pur essendo una "classica" non risente dell'usura del tempo: bella scalata, non dura, ma che contiene tutti gli ingredienti finalesi (placche, buchi, bombamenti, traversini aerei tra cui il famoso passo del gatto). Giorno dell'Immacolata con un tiepido sole (qualcuno scalava in maglietta) che ha preceduto la neve di domenica che quest'anno pare ci voglia far divertire.

[visualizza gita completa]
Bella via, classica ed elegante, personalmente trovo sia affatto banale. Chiodatura eterogenea, nel complesso di buona qualità. Utile, ma non indispensabile, un friend 0,5 o 1 BD per proteggere (blindare...) la fessura del tiro sopra la nicchia. Un pelo di prudenza sull'ultima placchetta, protetta da due espansioni, se si salta di sotto prima d'essersi protetti sulla seconda... "la cengetta aspetta" ;-)
Splendida giornata, fresca e ventilata in compagnia di Francesca, Mario e del giovane Massi.


[visualizza gita completa]
Primo tiro un pò freddo fa penare le dita intorpidite....poi via al sole.
Secondo tiro, rinviare il cordino e stare bassi, non farsi impressionare dell'esposizione, le prese sono buone.
Alla seconda grotta si attraversa a sx, rinviando uno dei 2 fittoni per sosta e si scende alla sosta in piena parete (per noi preferibile).
Quinto tiro, il più sostenuto all'uscita della nicchia, bisogna stare esterni.
Ultimo tiro, fatta la placca di 5b.
Bella via con roccia stupenda che "sbisciola" lateralmente alle due grotte che si incontrano.
Esposizione, quanto basta.
Giornata perfetta, anche perchè appena prima di Finale pioveva.
Con Paolo perfetto risolutore del 5° tiro.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Arrivati alla base della via abbiamo optato con Fabrizio e Paolo per salire la variante a sx:
- primo tiro con boulder di partenza e poi facile diedro sino in sosta (4c)
- secondo tiro (resina rossastra) placca con passi delicati per poi giungere più facilmente alla sosta dell'antro (6b)
Di qui sino in vetta seguendo la via originale.
Segnalo che a dx del secondo tiro di Mariangela sono stati chiodati una serie di tiri interessanti con difficoltà tra il 6b ed il 6c; gli stessi sono fattibili in moulinette o si può proseguire con un secondi tiri con difficoltà 7a/b fino in cima. Noi abbiamo scalato i tiri bassi placche e strapiombi atletici e sono senza dubbio meritevoli, per le prosecuzioni le informazioni ci sono state date da altri scalatori presenti alla base.
Sabato fresco e nella seconda parte ventilato, comunque giornata molto interessante.

[visualizza gita completa]
Via molto bella e mai banale, con diversi passi delicati. Roccia a tratti un poco levigata. Chiodatura buona.

[visualizza gita completa]
Prima volta per noi su questa via, dopo il diluvio del sabato primi tiri un po bagnati ma nel complesso roccia ottima. Via davvero meritevole. Nonstante i nostri tentativi non siamo riusciti stavolta ad andare fuori via.
Abbiamo seguito la relazione di gambe in spalla che conta un tiro in meno e dove le soste sono vicine ai momenti un pochino più delicati (i traversi e il passaggio 6a), bisogna però allungare bene i rinvi per evitare attriti della corda sul terzo tiro.
( _montuosi/alpinismo/alpi_liguri/rocca_di_perti_-_via_mariangela.htm)
I traversi, per chi come noi sente l'esposizione, sono stati i momenti più sentiti della salita...
Solo un piccolo passo di 6a e comunque facilmente azzerabile con addirittura due spit a portata di mungitura.

Classica birra a finalborgo per concludere una bella giornata,
Con Ale.

[visualizza gita completa]
Seconda volta per me su Mariangela, oggi finalmente con il ritrovato socio Pluto. Via sempre molto bella ed in ordine, peccato solo i tiri siano un po' cortini. Sul quinto tiro abbiamo fatto una sosta che in alcune relazioni non viene menzionata, su 3 Fix prima del passo di 6a. Finito la giornata con 2 monotiri alla falesia del grottino, molto belli.

[visualizza gita completa]
Bella, non difficile ma neanche banale. Carino il passaggio della nicchia. Ben attrezzata e volendo integrabile con cordini e qualche nut. Discesa rapida dal sentiero di vetta. Dopo tutta la pioggia di ieri a Finale, oggi si scalava benissimo a Finale, nonostante l'aria fredda. Qualche buchetto umido all'inizio, ma niente di più.

[visualizza gita completa]
Grazie a Gianluca sono riuscito finalmente a salire questa via:oltre al diedro iniziale c'è un bel passo in esposizione alla partenza del 3° tiro e poi un altro su placca ruvida + in alto (dove oltretutto la chiodatura è un po' troppo lunga).
Giornata di sole e vento continuata poi sulla Nord.

[visualizza gita completa]
Il primo tiro è delicato e un po' saponoso. Abbiamo fatto la variante diretta di 6a (in realtà un 6a+) al secondo tiro. La via è ben protetta da una ridondanza di chiodi, golfari, spit, resinati...un bel restyling non guasterebbe.
Discesa lungo la cresta fino a reperire una sosta di calata.
Con Valter e Bursel.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Bellissima giornata con Simo, Roby e Andrea. La via è ben attrezzata e permette un' arrampicata elegante e mai banale. Molto piacevole anche per il bel ambiente

[visualizza gita completa]
In compagnia di Alberto in una giornata rubata al maltempo. Partiti presto da Torino, appena arrivati a Finale trovato pioggia, ma incredibilmente grazie al forte vento roccia totalmente asciutta gia' alle 11. Tutte le soste sono da collegare, via ben protetta tra golfari e chiodi, mai eccessivamente difficile seppur impegnativa in alcuni brevi passaggi. Roccia non untissima ma un poco levigata nella parte bassa, spettacolare invece in quella alta. Dall' ultima sosta proseguito per facile cresta sino al reperimento di un sentiero che porta alla croce di rocca perti, da li' seguito sentiero con tre pallini rossi, che pero' riconduce al parcheggio del monte sordo perti nord, avendo parcheggiato sulla strada che porta alla parete delle gemme, abbiamo risalito il sentiero subito a desta che in 10 min porta allo spigolo nord e poi all' attacco della via.

[visualizza gita completa]
Questa via, fatta con gli amici Marco e Francesco mi ha stupito per la sua bellezza. A parte il contesto che non é estremamente bello ma comunque gradevole (autostrada sotto i piedi),la roccia é davvero fantastica: bianca compatta e ricca di architetture affascinanti come grotte e nicchie. La linea del percorso è molto interessante e varia dalla placca al leggero strapiombo e non é mai banale. Ha qualche passo di 5c/6a nei due brevi strapiombi e in qualche spostamento laterale. Per il resto la via é continua sul quinto grado e solo l'ultimo tiro ha dei tratti di quarto. Via ideale per chi voglia cominciare a spingersi oltre il confine del quinto grado e del verticale senza esagerare ma con grande soddisfazione.
La via é ben attrezzata, portare solo una fettuccia lunga per unire i resinati alle soste. Super consigliata!
PS: Qualcuno del luogo spieghi al proprietario del pezzo di terra vicino al parcheggio (quello con la fontana) che se continua ad usare un decespugliatore per tagliare l'erba di tutta la valle non finirà mai e alla fine l'erba vincerà crescendo a un ritmo maggiore di quello a cui lui la taglia. Così forse potremo scalare senza il rumore del suo odioso motore.

[visualizza gita completa]
Ripeto sempre volentieri questa linea (in questa occasione con Alberto e Franco) ma sabato a Finale c'era il delirio!!!!!! e quindi pur avendo in programma un'altra via abbiamo desistito e optato per un paio di monotiri e quindi al bar centrale.

[visualizza gita completa]
nulla da eccepire sulla descrizione della via salvo che l'obbligatorio è, a mio modesto avviso, almeno 5b.

giornata piacevole non fredda - via fatta in compagnia del redivivo Giovanni con amico al seguito e delle gentili Darya e Grazia


[visualizza gita completa]
Bellissima via, aerea e su roccia favolosa.
Il grado obbligatorio, a mio modesto parere è un 5a, infatti anche azzerando ci sono due o tre passi che non sono per nulla banali.
Con il grande Erne.


[visualizza gita completa]
Bella via, molto divertente. Non servono friend, bastano ghiera e cordini per le soste. Il 4° obbligatorio, a mio avviso, non è corretto. La via, benchè plaisir, non è banale e il grado basso potrebbe trarre in inganno.
Bellissima giornata in compagnia di Alberto, Silvia, Seba e Laura.


[visualizza gita completa]
Bella via,la credevo erroneamente piu' semplice ,invece non è scontata e dal 2° tiro in poi è sempre molto esposta.
A mio avviso non serve integrare nulla.
Partecipanti: Max e Marco, Sergio e Lorenzo. Uscita corso CAI Arona


[visualizza gita completa]
Giornata con meteo un po’ incerto, tante nuvole che giravano. La via è chiodata bene con resinati e in alcuni punti ci sono ancora dei chiodi; il tiro più impegnativo secondo me è il secondo, dove non si capiva bene se passare a destra o sinistra. Scesi per il sentiero che passa al di sotto delle pareti. Magari la prossima volta non facciamo colazione con la focaccia alle cipolle...

[visualizza gita completa con 10 foto]
Interessante e tutto sommato meno unta di quello che mi sarei aspettato, anzi la roccia in alcuni tiri è davvero molto bella.
Chiodatura che si alterna dai resinati fiammanti ai golfari (così e così) ed ai vecchi chiodi ma direi buona e sempre alla distanza giusta.
Molto bello il quinto tiro con un passo non banale a metà.
Solo io e Diego sulla via ma a Perti c'era gente dappertutto.

[visualizza gita completa]
Calcare un po' unto ormai, via non particolarmente difficile, con tiri davvero corti. Chiodata giusta, soste da collegare. Alcuni passaggi esposti, ma niente di che.
Con Trucchio, sempre un gran maestro...di simpatia e bravura


[visualizza gita completa]
Unta ma comunque divertente.Alcuni tratti esposti la rendono ariosa.Chiodatura e soste ok.
Magno gaudio con Roberto, Gianpaolo, Gianni e Luca.

[visualizza gita completa]
Bella via varia e divertente. Gradi finalesi ma abbastanza onesti, spittatura perfetta. Tiri brevi.
L'uscita dalla nicchia al penultimo tiro è abbastanza fisica.
Scesi dal comodo sentiero fra i boschi.
Con Max a goderci il sole di fine ottobre.


[visualizza gita completa]
Via breve ma molto carina. Quoto interamente la relazione inserita in quanto aggiornata, a differenza di altre che avevo trovato in rete. Unica cosa è che altre relazioni danno i passi di 5c come 6a (e credo non sbaglino), però si tratta solo di cercare il pelo nell'uovo. Interamente protetta (golfari e chiodi). Nome scritto alla base della via. Con Alex.

[visualizza gita completa]
Giornata umida e a tratti piovosa, roccia particolarmente unta, negli ultimi due tiri una leggera pioggia ha reso la salita più complicata...


Con Fabio, che nonostante la verde età (12 anni) si è lanciato in qualcosa di più "tosto"


[visualizza gita completa con 2 foto]
fatta con variante diretta al secondo tiro
in compagnia di marco in una splendida giornata primaverile... sfatato un mito, per quattro volte per un motivo o l'altro non si era riusciti neanche ad attaccare!


[visualizza gita completa con 1 foto]
Bella via con alcuni passi non proprio banali anche perchè non avendo letto la relazione prima, dalla prima sosta abbiamo proseguito dritto su una variante che ci dicono di 6a. In effetti il 4c mi sembrava un pò stretto.
Con Elio sulla sua roccia preferita.

[visualizza gita completa]
salita oggi nel pomeriggio in piacevole compagnia; giornata calda e soleggiata conclusasi davanti ad una bella birra!!!!!

[visualizza gita completa]
Alcuni passi da non sottovalutare, via esposta con soste comode
Fatta di corsa, sotto un sole cocente sognando un gelato a Finalborgo


[visualizza gita completa]
Via divertente e ben attrezzata con alcuni singoli da non sottovalutare ed una discreta esposizione.
Dopo due settimane di pioggia forse!!!!! siamo riusciti a bloccare la mutazione branchiale che stava trasformando i nostri polmoni, anche se per sicurezza abbiamo preferito portarci avanti e salire anche la sempre piacevole via del "vecchio" per completare la giornata con il socio Alberto.

[visualizza gita completa]
Descrizione della via:

Sviluppo: 160 m diff. D+

L1: attaccare il diedro con passo difficile (5c o A0) e percorrerlo (5a/b) fino ad una grande cengia. Percorrerla facilmente a destra fino ad un grande masso (Sosta da costruire su clessidra, consigliabile), andare a sinistra verso la parete dove si sosta (2 anelli resinati inox). 25 m S1.
L2: salire la placca un poco a sinistra (4c) poggiare a destra e superare un muro verticale (5a). Giunti in una nicchia, salire prima dritti e poi obliquare a destra (4b). Traversare sotto uno strapiombo (5b) e uscire su placca verso la prima grande grotta della parete. A sinistra si sosta sul bordo della grotta. 20 m S2. (sosta su due golfari rinforzabile con clessidra a sinistra).
L3: dalla sosta traversare a sinistra in piena esposizione fin sotto alcuni buoni buchi (5c o A0). Salire con passo atletico il muretto seguente (5b) e portarsi a sinistra su parete meno ripida. Salire in leggero obliquo a destra (4b) e raggiungere la seconda grande grotta della parete. 25 m S3 (2 anelli resinati sul fondo della grotta).
L4 (originalmente da qui ci si spostava facilmente verso il bordo sinistro della grotta dove si faceva la S3bis, quest’ultima ora rifatta su resinati ma è consigliabile fare come segue). Dalla sosta salire facilmente verso il bordo sinistro della sosta dove è presente una sosta. Rinviarsi alla sosta (usare cordone lungo) e traversare a sinistra scendendo con un passo (4c). Traversare più facilmente e raggiungere una sosta con catena. 25 m S4.
L5: dalla sosta attaccare il soprastante diedro (5b/c). Arrivati sotto un muro verticale (5a) traversare a sinistra (5a) ed entrare in una nicchia (sosta nuova su tre resinati, consigliabile salatarla rinviando il resinato più a destra). Alzarsi con passo difficile sul bordo destro della nicchia (6a o A0). Continuare dritti aiutandosi con una fessura (5c) e raggiunto un vecchio chiodo in piena placca a sinistra (5b) salire dritti poggiando un poco a sinistra (4c) raggiungendo una placca a gocce. Superare la placca obliquando a sinistra (5a) e raggiungere una nuova sosta su due resinati. 30 m S5.
L6: dalla sosta obliquare a sinistra placchette e saltini fessurati (4c/5a) e raggiungere una zona a placche meno ripida. Superare a destra un muretto (4c o 5b più diretti sullo spit/golfaro) e raggiungere una placca liscia con due spit (2 golfari). Salire prima diretti (5b) e dal secondo golfaro andarte a destra in un diedrino salendolo (4b/c) fino allo spigolo Nord (sosta su 2 anelli resinati più un terzo più basso). 35 m S6. Da quì o si scende sullo spigolo o (consigliato) lo si sale fino al suo termine (50 m, 2/3).
Discesa: dalla fine dello spigolo salire camminando verso la croce di vetta e da qui seguire il sentiero di discesa segnato con tre bolli rossi.


[visualizza gita completa]
Partenza diretta. Sopra probabilmente abbiamo sbagliato. Comunque roccia con Un ottimo grip. Con Marcello

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 06/06/04 - frankie56
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: 6a :: 5c obbl ::
    esposizione arrampicata: Ovest
    quota base arrampicata (m): 200
    sviluppo arrampicata (m): 160
    dislivello avvicinamento (m): 100

    Ultime gite di arrampicata

    02/06/20 - San Martino (Monte) l'orologio senza tempo - fabry. 69.
    gran bella via di stampo alpinistico, ogni tiro è particolare e molto gratificanti, l4 molto tecnico, l5 atletico e bello fisico, qua o usato un paio di frends per integrare alcuni passaggi dove la roccia non era particolarmente solida.
    02/06/20 - Sergent Il lato oscuro - hheb
    Tutto asciutto e pulito, tranne L6. Il 4 BD l'ho usato eccome, su L1 assolutamente e anche sul L4 in partenza non guasta. L5 lunghissimo, delle due serie ho avanzato solo i seguenti doppi: .2 .3 [...]
    02/06/20 - Machaby (Corma di) Trabaldo - spartacozzo
    Piacevole salita plaisir nel settore Case Farà. La roccia è ottima e la chiodatura pure a parte un Unico tratto un po' scary per raggiungere il tettino di L5. Soste predisposte per la calata (molto [...]
    02/06/20 - Pianard (Contrafforti di) Trapanetor - baley93
    Ripetuta dopo qualche anno.. sempre molto bella! Il tiro di 7a l ho trovato sempre duro eh eh eh Come già detto da molti, molto bene attrezzata quindi solo rinvii.. I tiri sono tutti belli sopra [...]
    02/06/20 - Sergent Locatelli - p.mirco
    Non mi è piaciuta molto, considerando , che , in alto il tiro chiave è completamente schiodato, a parte un chiodo dubbio in alto, spit rimossi , chiodi rimossi, ecc, ecc... bravo Braccio che ne è v [...]
    02/06/20 - Mansueto - cecco81
    Dopo una mattinata esplorativa Siam scesi a fare due tiri e ci è venuto in mente questo Tirello. Accesso tra le zecche e le felci poco frequentato. Si può passare su dal primo tornante e poi trave [...]
    02/06/20 - Sergent Nautilus - mastroteo
    Bella e facile via che porta fino in cima al Sergent. Gli ultimi tiri,in verità non meritano.. La partenza dà una sveglia. Un po' bracciosa,per scaldarsi. Un nut grosso,1,3, 0.2 BD Il secondo tiro [...]