Bastione (il) Via Normale da Pian della Casa del Re

La strada per il Pian della Casa è in pessime condizioni con delle buche abbastanza grandi che obbligano a zigzagare di continuo con la macchina.
Il percorso dopo il Remondino è stato migliorato con nuovi bollini (bianco-rosso) e non si trovano difficoltà a trovare la via fino al Passo del Brocan. Noi abbiamo deciso di fare tutta la cresta partendo dal Passo, ma volendo (come dice l’itineraio) si può prendere a sinistra un canalino di sfasciumi un po’ prima del Passo. Personalmente ho trovato abbastanza impegnativo il passo chiave, anche se è presente una corda fissa non è da sottovalutare in quanto la corda aiuta solo parzialmente. In discesa consiglio comunque di fare una doppia di 15 metri. Cresta nel complesso esposta e non banale , anche nelle parti più facili. Punta molto panoramica, peccato per la giornata un po’ nebbiosa che non ha permesso una grande vista. Gita consigliata!
La piccola croce di vetta
All’inizio della cresta
Il Passo del Brocan dalla cresta
Sulla cengia esposta
Scendendo il passo chiave in doppia

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: malandato
Il sentiero dal Remondino al Brocan è stato recentemente ripulito e segnato; in qualche punto c'è un po' di confusione fra segni nuovi e ometti vecchi, niente di grave però, le due tracce finiscono sempre per intersecarsi.
La cresta è facilmente scalabile dal colle di Brocan.
Arrivando dal Remondino si può tagliare dall'ultima conchetta prima del Colle (dove spesso si trova ancora neve, e si vede già la palina del colle): attraversare in leggera ascesa la pietraia fino ai piedi della cresta, poi si si raggiunge per una traccia un intaglio sulla cresta, dove è anche posto un ometto.
Anche arrivando dal Genova si può scegliere se arrivare al Colle di Brocan, o, giunti all'ultima conca (anche qui si ferma spesso della neve), salire nel canalone a dx, oppure scalare le belle rocce rossastre alla sua destra; si raggiunge un largo colletto, di lì si costeggia la parete del Bastione e si raggiunge la cresta, un po' più avanti rispetto all'intaglio precedente, ma sempre prima del canapone.
Una volta in cresta, si può scegliere se seguire le tracce , che evitano i punti più esposti, o restare in cresta; anche per cresta non c'è mai necessità di calarsi , e le difficoltà restano sul II fino al canapone.
Per cresta la roccia è molto abrasiva e tagliente, e di qualità appena mediocre: fare sempre bene attenzione dove si mettono mani e piedi, a me sono rimasti in mano blocchi di roccia anche di dimensioni consistenti. Sul sentierino la situazione della roccia è un po' migliore.
Il canapone stranamente non arriva fino alla forcella (passo di III per raggiungerlo), ed è interrotto da un nodo, perciò difficile usarlo per autoassicurazione. Per salire senza mungere (passo di IV): la fenditura ormai è un po' consumata, ma c'è una bella presa in alto a dx della fenditura. In discesa con una corda da 30 si arriva fino alla forcella.
Dopo il canapone la cresta diventa più semplice.
Meteo sempre con tendenza a nebbie e temporali pomeridiani improvvisi , non attardarsi in cima.
Strada da dopo il Gias delle Mosche decisamente malandata, peggio dell'anno scorso. Il tratto dall'ultimo parcheggio a Pian della Casa del Re è persino meglio di quello precedente, l'acciottolato ha sopportato le piogge di quest'anno meglio dello sterrato.

[visualizza gita completa con 1 foto]
note su accesso stradale :: In auto fino al Pian Della Casa
Tutto come da relazione, in salita pensavamo di dover passare dal lago di Nasta (sbagliato, bisona girare prima a dx), ma arrivati al lago due alpinisti che salivano la Nasta ci hanno indicato la direzione giusta. Alcuni nevai residui sulla pietraia verso il passo del Brocan ma niente che necessiti ramponi. Cresta bella e divertente con roccia sempre solida e ben appigliata, non abbiamo ritenuto necessario legarci. In discesa l'abbiamo percorsa integralmente fino al passo del Brocan, niente da segnalare, se non che quella cresta del Brocan attira come una calamita...peccato per la nebbia :)
Un ringraziamento ai ragazzi che ci hanno indicato il percorso giusto sulla pietraia, e un saluto a Davide il galoppatore....nonostante strada sbagliata e torta e caffè al Remondino in 3 ore spaccate eravamo in vetta. Solo noi in cima, un po' di gente verso la Nasta e un sacco al rifugio


[visualizza gita completa con 2 foto]
con macchina normale sconsigliato salire fino a pian della casa,condizioni della strada nettamente peggiori rispetto all'anno scorso. bella cima,al momento ramponi indispensabili per la molta neve da sopra il rifugio al passo. cresta pulita e corda fissa presente sul passo chiave. bella giornata con le Rondini.

[visualizza gita completa]
Partito da pian della casa con l'intenzione di salire il brocan... purtroppo però giunto al passo la montagna si presenta in veste invernale...tento lo stesso la cima ma ad un certo punto abbandono per non rischiare. Rientrato al passo con un po' di nervosismo, noto che il bastione invece è privo di neve e decido di provare, scelta che si è rivelata poi vincente. Itinerario con cresta aerea che presenta un unico passaggio difficile, qui però è presente una corda che agevola il passaggio soprattutto in discesa. Ambiente molto selvaggio e ultimo tratto senza ometti o tacche, sconsigliato in caso di maltempo. Giornata fotonica in compagnia di numerosi stambecchi, peccato aver sbagliato strada in discesa, ma anche questa è avventura. Saluto pedrito incontrato al remondino.

[visualizza gita completa con 5 foto]
In una bellissima e calda giornata ritorno al Bastione dopo 15 anni, allora era bianco da una nevicata della notte precedente e c'era la nebbia che ci aveva negato il panorama, così oggi eccomi qua con Alessandro a goderci il gran bel panorama. Carla, Denise e Luca ci hanno aspettato sotto all'attacco della via. Prima di noi due è salito un ragazzo, anche per lui era la seconda volta al Bastione. Un pensiero e un caro ricordo va a Nonsolononno, con lui, Skiappa e Gianni ero salita la prima volta su questa vetta.....
Oggi è presente una corda nel passaggio chiave di III+ e la croce in vetta. Tanta folla fino al rifugio, poi abbiamo visto solo un paio di persone e diversi animali. Splendide pagnotte e torte al rifugio.
Grazie ad Alessandro, Carla, Denise e Luca per la bella gita, peccato per la loro mancata salita! Io e Carla concludiamo la nostra due giorni nel Parco con due gran belle gite!!

[visualizza gita completa con 10 foto]
Passaggio chiave non banale, scarsi appoggi, forte esposizione e quasi totale impossibilità di proteggersie. La corda fissa facilita notevolmente il passaggio e permette di rinviare a metà paretina. Relazione completa e impressioni personali

parodivalter.com/index.php/itinerari/41-alpinismo-piemonte/valle-gesso.html
Il Bastione, secondo me, è una montagna un po' troppo trascurata a favore delle vicine Nasta, Baus e Brocan. Il colpo d'occhio che si ha dal Lago di Nasta su questa cima mi ha subito affascinato... Laura come sempre impeccabile compagna di cordata (e non solo)


[visualizza gita completa]
Nulla da aggiungere a quanto già scritto. Confermo solo la presenza della corda sul passaggio chiave e della croce di vetta.
Bella salita ci siamo divertiti!


[visualizza gita completa con 1 foto]
Salita che da parecchio tempo volevamo fare e finalmente oggi ci siamo riusciti. Partenza alle 7.45 con tempo discreto, in breve il cielo iniziava ad annuvolarsi e in prossimità del passo del Brocan un leggero nevischio e un vento gelido ci aspettavano, oltre ad una leggera spolverata già presente. Proseguendo nonostante maltempo non troviamo difficoltà nel primo tratto, fino al passaggio chiave che ci fa tribolare 5 minuti causa roccia liscia e bagnata. Superato l''ostacolo non si incontrano più difficoltà di rilievo, ma anzi il vento gelido spazza via le nuvole permettendoci una vista super sul golfo nizzardo, le montagne valdostane e sulla pianura cuneese. 15 minuti in cima e poi discesa verso le 11, senza incontrare particolari difficoltà dato che anche il passaggio chiave si presentava asciutto. Discesa successiva verso il sentiero del Mercantour.
Un ringraziamento a dari78 per la bella gita e peccato per il maltempo che ha compromesso la salita al Brocan.


[visualizza gita completa]
non aggiungo nulla sul commento di Davide
grazie per la bellissima compagnia di Davide con cui è sempre un piacere andare in montagna


[visualizza gita completa con 3 foto]
Forse una delle cime meno visitate del gruppo ( dal libro di vetta del 2012 circa una trentina di firme), comunque appagante per il panorama che offre e per l'attenzione che richiede. Noi siamo saliti fino al passo del Brocan per poi iniziare la prima parte della cresta molto facile, al passaggio chiave la prima sorpresa: è ora presente una corda fissa che semplifica molto il passaggio (noi non sapendolo avevamo corda nostra che abbiamo usato per una tranquilla conserva). Poi sempre sul filo si arriva all'ampia vetta e seconda sorpresa: è ora presente una piccola croce, posizionata nel settembre scorso. Lunga sosta ancora in maglietta e discesa dalla stessa via fino all'affollato rifugio Remondino.
Anche oggi in compagnia di Teo (auguri x domani.....)


[visualizza gita completa con 3 foto]
Gita che avevamo in programma da tempo e oggi con i grandi compagni Luciano, Alex e Gian, riusciamo a raggiungerla per l'itinerario descritto e tolto il passaggio chiave dove si ci lega e in discesa si passa con una doppia da 30 metri, l'abbiamo trovata facile con ottima roccia fino alla vetta dove il panorama e' di primo ordine e a torto cima poco visitata. Ritornati al colle e ancora soleggiato, proseguiamo anche per la Cima Brocan.......

[visualizza gita completa con 6 foto]
Scarpinata al rientro dalle ferie, su una cima a torto poco nota.Sul breve tratto di III è presente un cordone che agevola il passaggio ed una sosta con maillon per eventuale doppia in discesa.

[visualizza gita completa]
Un rispettabile dislivello, quello che attraverso il sentiero dal Pian della casa su al rifugio Remondino conduce al Colle di Brocan. Cui fa eco il superamento di una breve e divertente cresta con un unico passaggio di un certo interesse circa a meta' percorso ( in seguito disceso in doppia). Vento gelido sul filo di cresta e al colle proveniente dai quadranti occidentali. Caldo tropicale invece lato est sottovento. Con un semplice spostamento dal filo, era possibile in un istante cogliere gli effetti drastici causati dal vento polare e dal sole torrido quasi contemporaneamente. Dalla vetta panorama garantito sull'intera area montuosa delle Marittime e Cozie. Questo nonostante l'approssimarsi di nuvole da ovest originate e poi trasportate dal vento in quota verso di noi in quantita' sempre maggiori ( un caso un po' diverso rispetto alle innoque nuvolette da calore tipiche del bel tempo).Con Alessandro, Paolo, Rodolfo e Maurizio.

[visualizza gita completa con 7 foto]
bella salita su questa cima a torto poco frequentata. Pochi metri da attrezzare, valgono la fatica di portarsi appresso la corda (min. 30 mt.). Mattinata un po' nebbiosa e umida, ma poi giornata tersa e serena che ci ha permesso di dedicare tutto il tempo necessario per goderci la cresta e i panorami.

Bravo Marcobì: giovani alpinisti, crescono.
E poi Beppe, Roberto e Silvia


[visualizza gita completa con 1 foto]
giornata fantastica e limpida, dalla cima anche nel primo pomeriggio si poteva vedere distintamente il mare!
Salita non difficile, ad esclusione del muretto con il passo di III che noi abbiamo sceso in doppia.
Dormito al rif. Remondino dove siamo stati bene e abbiamo ammirato la splendita luna piena di queste notti.
Con Alberto e Mattia.

[visualizza gita completa con 9 foto]
note su accesso stradale :: OK
Grande gita in una valle per me sconosciuta,posti stupendi e magnifica salita che ripagano dei molti Km fatti.
Peccato solo per il forte vento che ha disturbato la salita(nelle nostre gite sembra ormai essere una costante),molto divertente la doppia in discesa.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ok
Tolto un altro sassolino dalla scarpa. Meteo buono e limpido oggi in Val Gesso, ma vento forte e fastidioso in quota. Cresta abbastanza facile, usata corda da 30 m e 2 friends medio grandi nella fessura del passo chiave. Doppia in discesa (giusta la corda da 30 m). Grande compagnia di Renato che si sta (ri)appassionando per la roccia.

[visualizza gita completa con 4 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 17/07/16 - Bernard
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud
    quota partenza (m): 1743
    quota vetta (m): 3047
    dislivello complessivo (m): 1300

    Ultime gite di alpinismo

    16/12/18 - Orel (Rocca d’) Canalino SE e Cresta E - dimitriguariento
    Canale non in condizioni, pochissima neve
    16/12/18 - Foppa (Monte) Canale centrale - davec77
    Si aprono le danze con la stagione invernale ;-) Bella via in un bel posto, si incontra poca neve fino al rifugio Lissone, poi un po' di più, a tratti portante e a tratti no, comunque l'avvicinament [...]
    15/12/18 - Toro (Monte) Cresta SE - irui70
    Cresta fatta in discesa dopo essere salito dai canali ovest. Cresta in condizioni buone fatta con ramponi ai piedi con brevi e divertenti tratti di misto corda rimasta nello zaino. Arrivati all'intagl [...]
    15/12/18 - Toro (Monte) Canali della Parete SO - irui70
    Dopo averli controllati ben bene dal P.so di Dordona sabato scorso , sfrutto le favorevoli condizioni di neve assestata e la giornata spaziale andandoli a fare appena dopo una settimana. Avvicinamento [...]
    15/12/18 - Mongioie (Monte) Parete NE - Canale dx, Comino-Garelli - Nihil
    Arrivo notturno al rifugio mongioie, ricovero invernale zeppo di gente, pernotto sul cemento. Grazie a dio avevamo il materassino. Partiti alle 7:00 siamo saliti al bocchin dell'aseo dove ci siamo ram [...]
    15/12/18 - Marguareis (Punta) Rose - sgreci
    Fino a L4 la via è molto piacevole e non presenta difficoltà eccessivamente sostenute. Molto belle L2 e L3, con tratti di roccia e ghiaccio molto divertenti. Poi da L5 fino in vetta la via cambia ma [...]
    15/12/18 - Presolana (Pizzo della) Via Normale dal Passo della Presolana - Samu83
    Quasi tutto asciutto fino alla cengia poi neve x lo più buona fino in vetta a parte mezza paretina che è scoperta, pulita e facile. Giornata molto fredda ma meteo spaziale