Bonatti Walter (Rifugio) da Plampincieux

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strada chiusa a La Palud, navetta ogni 15 minuti circa euro 3,50 a/r
quota neve m :: 1300
Freddo, meno 10 alla partenza, poi sole che in questo periodo arriva in val Ferret verso le 11. Un'oretta di noiosa strada poi bella salita lungo il sentiero estivo con traccia forse un po' troppo ripida alla fine del bosco. Rifugio aperto, caldo ed accogliente.
Segnavia a fine strada
Monte Bianco sulla dx
Rifugio Bonatti

[visualizza gita completa con 3 foto]
Bella giornata di sole e come sempre panorama molto bello ,neve dura al mattino e molle al ritorno.Siamo saliti fino all'alpe Malatra' superiore.A pranzo ci siamo fermati al rifugio, ottima la tometta Malatra'.Gita fatta con Gianni Pier Albino e Sergio.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nessun problema: attenzione la strada chiude all 9.00
Dopo aver portato moglie e figlia e amiche alle terme di Pre St. Didier sono salito in Val Ferret. Arrivato al parcheggio di Plampincieux ho proseguito lungo la valle per Lavachey. La neve era durissima e faceva freddo. Ho calzato le racchette all'inizio della salita per il Rifugio, ben tracciata. Sono arrivato al Rifugio alle 10.30 ero probabilmente il primo.
Vista l'ora ho proseguito per l'Alpe Malatrà Superiore m. 2213 aggiungendo altri 200 m. di dislivello.
Mi sono rilassato con lo splendido panorama in completa solitudine.
Durante la discesa incontrata tantissima gente che saliva al Rifugio.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1500
Giornata molto bella e panorami stupendi. Un po monotono il pezzo che costeggia le piste di fondo, ma basta guardarsi intorno. Il rifugio è aperto dal 5 febbraio, il traffico auto nei sabati e festivi è regolamentato da servizio navetta da La Palud, dalle ore 9 in poi.
oggi con franco e sergio


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1300
Gita semplice su traccia esistente bivalente (ciaspole-sci) fino al rifugio attualmente chiuso.
Tempo di percorrenza:ore 2-2,30 secondo il passo e le soste ,il tragitto e' prevalentemente in piano fino a Lavachey poi si sale su poderale su pendio modesto.

Adatta a principianti ed a gruppi familiari come il nostro di oggi,l'ambiente ripaga abbondantemente la fatica.
Giornata molto variabile ma in zona abbiamo persino visto il sole,meno fredda del solito,panorami sempre interessanti sul gruppo del Bianco,avvistato qualche camoscio in basso.

,


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: lasciare la macchina al parcheggio all'inizo della pista di fondo
quota neve m :: 1400
seguire la strada per i pedono. Arrivati al ristorante-bar seguire la strada di fondo e dopo 100 metri seguire sulla destra le tracce degli sciatori. Attenzione alla ripidità del sentiero (si prende quota velocemente)
Ringrazio, Mauro matta èe Ettore


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: a sbarra chiusa, salire da La Palud o prendere bus fino Planpincieux
Salendo a piedi dalla sbarra, 10 minuti su'asfalto, quindi mettere racchette alla scorciatoia sulla dx. (segnata con palina) prima di Planpincieux. Seguire quindi la pista pedonale fino a Lavachey, poi brevemente la pista di fondo fino al bivio del sentiero estivo. Possibili varianti in discesa nella parte alta (scorciatoie nel bosco) e dopo Lavachey -- sulla sinistra, dove passa il sentiero natura estivo, abbiamo trovato una bella traccia che ci ha portato sempre sulla sin. orografica della Dora fino quasi a Planpincieux, attraversando diverse volte le piste di fondo. Consigliabile!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 700
Gita per trascorrere il capodanno al Rif.Bonatti, raggiunto il 31 pomeriggio sotto una fitta nevicata che ha donato almeno 50cm di fresca fino a notte inoltrata.
Sveglia alle 8 e gitarella sotto cielo terso e gelo (-10°c almeno) fin sopra l'alpe superiore di Malatrà.
Discesa divertentissima du neve polverosa fino alla pista da fondo. Tanta neve in alto, forse troppa.. Pendii molto carichi e ventati. Test sonda sopra al Bonatti: almeno 2,10 cm.
Grande programma del rifugio con le guide di EspritMountain.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Osservati pareccchi resti di poderose valanghe specie alla base delle cascate sul versante sx orografico della bassa Val Ferret. Questo deve far riflettere prima di intrapendere la salita delle stesse... A tutt'oggi nella valle è presente uno strato di neve significativo (direi mediamente intorno al metro). Ora sembra assestata però nel pomeriggio è ripreso a nevicare e inoltre occorre considerare gli eventuali accumuli ventosi sulle creste...quindi prudenza.

Piacevole gita effettuata "forzando" una giornata piovosa a Torino.
Il tempo si è mantenuto soddisfacente pare solo in Val ferret.
Al giro di boa della pista di fondo (ottime condizioni), abbiamo parcheggiato gli sci stretti e proseguito a piedi sino al Rif. Bonatti 2020 mt. Piacevole accoglienza da parte dei gestori con tè e caffè gratis! Ci è servito a "mediare" la spesa dopo il salasso di autostrada,navetta e biglietto di ingresso alle piste...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
Seconda gita calendario uet-racchette, proseguiti fino all’Alpe Superiore Di Malatrà.
Probabilmente una delle poche zone in Valle d’Aosta ad avere una copertura nevosa seppur esigua, piuttosto continua ed omogenea. Nella parte bassa del bosco c’è una sottile copertura di vecchia neve, fuori dal bosco l’innevamento è più che discreto con varie croste più o meno poco portanti (da vento e rigelo) sembra, tuttavia, esserci “fondo”. Nel vallone di Malatrà le condizioni sembrano essere abbastanza buone anche “scialpinisticamente”. La gita merita soprattutto dal rifugio in poi. Come sempre panorama molto bello! Bella giornata di sole, oramai “ovviamente”, molto calda per la stagione. Rifugio chiuso.

Un saluto a tutto lo staff-invernale Uet Franco, Carlo Roberto&Adriana e Marco.


[visualizza gita completa]
meravigliosa giornata soleggiata .... temp -10 alla partenza .... poca neve ma sufficente per escursioni con rak ... il rifugio è molto bello (il locale invernale una meraviglia)... un grazie e un bacio a mia moglie che con questa escursione si è preparata ad una lunga stagione ... sempre se nevicaaaaaaa..... BUON NATALE A TUTTI

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
gita con racchette di fine anno, sempre al rifugio bonatti

[visualizza gita completa con 1 foto]
gita di allenamento, bella e poco impegnativa

[visualizza gita completa]
sempre bella gita in un paesaggio incantevole

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: MR :: [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1616
quota vetta/quota massima (m): 2025
dislivello totale (m): 409

Ultime gite di racchette neve

26/06/18 - Bezin (Pointe Nord e Sud de) Pointe de la Met, Ouille de Tretetes da Pont de la Neige - jdomenico
Neve dall'auto e meteo buono, ma... nevai bucherellati e rigolati senza pietà, abbastanza faticosi (utili le racchette per non dover saltellare!) anche perché la neve ha mollato poco. Raggiunta prim [...]
19/06/18 - Menta (Costa di) dal Lago Serrù - laika58
Oggi una giornata spettacolare non una nuvola ed un sole caldo mitigato da un'arietta di sottofondo - Strada chiusa alla diga del Serrù, partenza con le ciaspole sullo zaino seguendo la strada taglia [...]
17/06/18 - Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti - patrick77
partiti dal colle alle 7.20 primi pendii privi di neve, alcune chiazze. Fatto un pezzo di sentiero per il Pan di Zucchero, poi prima di iniziare la salita più ripida fatto un traverso su neve arrivan [...]
16/06/18 - Gran Paradiso da Pont Valsavarenche - flavius
Neve pressochè continua dal rifugio. Ottimo rigelo. Neve dura nella parte bassa che non ha mollato nemmeno al pomeriggio. Dopo la schiena d'asino tappeto di perfetto firn primaverile. Innevamento anc [...]
14/06/18 - Giasson (Becca di) da Usellieres - Viper
Quoto in pieno la relazione di Mowgli, con cui ho effettuato la gita; aggiungo solo che se la neve é ben rigelata (come l'abbiamo trovata noi) si può salire con i ramponi, non servono nemmeno le rac [...]
10/06/18 - Ghicet di Sea da Pian della Mussa - gino74
neve continua dal piano Ciamarella sino in cima, usati ramponi per valicare i pendii sommitali.
09/06/18 - San Matteo (Punta) dal Passo Gavia - flavius
Portage di 1h e 30 minuti per noi ciaspolatori (non conviene cercare di seguire i traversi a mezzacosta con tracce di sci lungo le lingue di neve del versante nord della Sforzellina: molto più comoda [...]