Gimont (Mont) o Grand Charvia da Claviere per la val Gimont

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Pochi cm di fresca forse di ieri che in alto arrivano a 20/25, tracciato tutto il percorso tagliando in un paio di punti la pista abbastanza agevolmente per la compattezza della neve. Spettacolare l'ambiente completamente intonso, specie la parte finale che, in discesa ci ha fatto urlare! Noi una dozzina più altra decina giunti dal colletto Verde, abbiamo sverginato tutta la val Gimont. Poco e debole vento solo in vetta poi finito del tutto a coronare un meteo sublime!
Non avrei scommesso 1€ di trovare simili ottime condizioni


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Claviere lungo stradina gattata e saliti fino in vista del Colletto Verde, di qui vedendo i pendii verso est carichi e sormontato da grandi cornici, deviato verso sud in modo da raggiungere la vetta dal pendio sud. Scesi verso il Rocher de l’Aigle per capire la sicurezza dei pendii. Scesi nel vallone dei mandarini su ottima neve... già segnata dai pistaioli. Con la pista da fondo abbiamo chiuso l’anello.
Prima gita sociale del Gruppo SciAlpinistico (GSA) del CAI Uget di Torino. La valutazione è strettamente personale.
Una quarantina di partecipanti, tutti hanno fatto l’anello. Grazie ai capigita Cecilia, Cristina e Michelino per la bella gita nonostante la settimana fosse foriera di pessimi auspici.
Per una descrizione più dettagliata o eventualmente per unirsi alle prossime gite: caiuget.it/gsa


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ottimo.
attrezzatura :: scialpinistica
Salita dal Cippo Vincon sul sentiero estivo senza passare dalla pista poi x pezzi di pista o fuori. Purtroppo battuta erano anni che dalla Capanna Gimont al Colletto verde non vedevo la pista battuta sara x la scarsità di neve di quest'anno. Discesa molto fuori pista alla fine ne è venuta un ottima sciata.
Gita velocina x motivi di lavoro nel pomeriggio. Meteo molto bello e caldo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita del 2019 in gran compagnia (eravamo 39...) di amici e familiari di ogni età.
La gita era un gran classico sino agli anni '60, ora nuovamente praticabile per la chiusura dell'impainto del Col Saurel.
Divertente il pendio finale e la discesa diretta dalla punta.
Viste le cndizioni niovologiche attuali, è stata una piacevole sgambata
Complimenti a mio figlio Albero (11 anni) il più piccolo di una nutrita pattuglia di bocia!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con impianti a Monti della luna abbiamo fatto questa bella salita scendendo poi nel vallone dei Mandarini .

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Non male. Neve dalla macchina. Salita comoda e discesa su bella neve primaverile da cima a fondo. Tempo con qualche schiarita a metà mattina chiusosi poi completamente a metà giornata. Un po' più freddo dei giorni precedenti.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Da Claviere raggiunto Pian Gimont via Cippo Vincon, proseguito in direzione Colletto Verde. Le nostre tracce di ieri sparite, battuto traccia sino alla casermetta. Dal colletto proseguito sino al colletto Gimont sotto la cima attraversando le piste di Monginevro. Sceso in direzione Val Gimont sino al bivio delle due piste del Col Saurel su neve farinosa umida e fondo duro a dir poco spettacolare.Ancora parecchi spazi vergini tranne il primo pendio dal colletto Gimont abbastanza tritato. Ribellato in direzione Col Saurel e omonima punta battendo nuovamente traccia. Eolo abbastanza umano. Sceso in direzione Lago Nero su neve primaverile divertente abbastanza ammorbidita. Poi strada battuta sino al bivio di Fonte Tana. Ripellato in direzione Sagnalonga per terminare itinerario. Un saluto agli utenti RRM sentiti. Alle prossime.

Oggi solo
Nessuno sul mio itinerario. Un paio visti da Capanna Mautino. Alcuni ciaspolatori


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Aprofittando delle vacanze parentesi Valsusina. Partito da Claviere. Via Val Gimont e Colletto Verde salendo su piste chiuse e non battute. Dal colletto Gimont sceso dapprima direzione Lac Gignoux e poi deviato su Val Gimont su neve polverosa con molte tracce ma non fastidiose. Ripellato in direzione Col Saurel grazie a chi ha battuto in giornata e poi sceso sino al lago Nero su farina umida parte alta e divertente primaverile in basso. Da Fonte Tana chiuso itinerario rientrando a Sagnalonga. Alle prossime
Un simpatico ciaspolatore francese che rientrava a Cervieres incontrato poco prima della Saurel



[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Per variare la salita classica da Monginevro e pensando di trovare il mondo a battere traccia sul percorso vista la chiusura degli impianti. Partiti dall’arrivo delle piste di Claviere dove la neve non è molta (una decina di centimetri a 1750 che crescono fino a trenta sopra i 2300) seguito strada e pista insieme ad altre persone, deviato lungo la strada all’altezza del primo impianto e poi ancora a dx al bivio per il Passo Bercia dove andava la maggior parte della gente. Proseguito verso la Saurel e deviato a dx battendo traccia verso l’arrivo degli impianti di Monginevro. Nella parte alta abbiamo ritrovato una traccia che ci ha fatto faticare di meno. Evitato la salita alla vetta nonostante le molte tracce viste le altrettanto tante pietre. Scesi lungo le piste (Brousset molto dura: i passaggi hanno tolto la neve fresca facendo affiorare quella sparata molto dura) e al Tremplin proseguito sulla pista da fondo (e non, in ogni caso non battuta) fino a chiudere l’anello. Giornata fredda. Dal lato Monginevro decine di scialpinisti.
Con Bubbola


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Arrivati a Claviere senza problemi, strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo risaliti da Claviere prima per le piste poi per sentiero fino a baita Gimont. Abbiamo proseguito in direzione Col Saurel per tutto il pianoro, poi abbiamo deviato a destra verso il colletto verde per un pendio inizialmente ripido ma quasi senza alberi. Arrivati sotto al colletto verde ci siamo fermati per tornare indietro, ma solo perché avevamo un appuntamento per pranzo.
Discesa inizialmente per lo stesso percorso di risalita, poi invece di arrivare alla base del pianoro abbiamo deviato a sinistra su una stradina che porta con lieve pendio a baita Gimont (evitando così di fare un tratto in piano sul fondo del pianoro prima della baita GImont). Da qui discesa per le piste fino a Claviere.
Gita facile facile.... con 10 cm di neve fresca caduta il giorno precedente su un fondo ben assestato, anche se molto segnato dai passaggi dei giorni precedenti.
Con Luca e Roberto, alla sua prima scialpinistica.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Risalito da Sagnalonga in direzione Rocca Remolon e poi proseguito sino a Colle Bercia. Sceso su pista sino a Claviere. Risalito su sentiero battuto x ciaspole sino all'impianto Coche-Colle Bercia. Proseguito su pista battuta sino a Pian Gimont e proseguito in direzione Colletto Verde su piste chiuse e non battute. Giunto al Colletto Verde proseguito in direzione Colletto Gimont battendo traccia su neve crostosa ventata. Sceso dal Colletto Gimont sino alla cresta che prosegue dal Colle Saurel per poi scendere in Valle Gimont trovando ancora qualche sprazzo di farina ventata su spazi abbastanza ancora intonsi. Alla base del Pian Gimont nei pressi della seggiovia Col Saurel ripellato sino a Colle Bercia seguendo il bordo pista. Sceso su pista sino a Sagnalonga chiudendo l'anello. Alle prossime

Da solo, visto sciatori che dal colletto Verde scendevano in Val Gimont su piste chiuse



[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Escursione da farsi in condizioni di stabilità assoluta del manto nevoso, per via dei pendii piuttosto sostenuti.
Ottimo rigelo notturno, partito da Claviere alle ore 8.00 con 1°C, alla quota di mt.2608 vi erano 7°C ma con vento teso a tratti alquanto fastidioso.
Visto l'ora tarda ho deciso che la punta l'avrei fatta in condizioni meteo migliori.
Discesa spettacolare su di un firn fantastico, solo alcuni brevi tratti ancora in via di trasformazione.
Ho visto un gruppetto di sciatori francesi divallare nel nostro territorio verso Claviere, per il resto nessuno...
Peccato perchè è un bellissimo ambiente selvaggio, quando gli impianti sono chiusi.
Oggi gita in solitaria rimenbrando ricordi passati quando lo sci iniziava ad esistere e non vi erano tutti gli impianti di adesso.
In compenso la baita Gimont è rimasta tale quale con alcune migliorie strutturali.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con il sole abbiamo preso in discesa una bufera di neve violentissima. Nel bosco i tratti fuoripista sono molto segnati e con neve di tutti i generi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: N.N.
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Poichè gli impianti della Val Gimont sono ancora fermi, optato per salita da questo versante. Il tracciato è....molto tracciato e ci sono ancora zone con neve farinosa, ma a N. Al sole è crosta mista.
Disceso su piste Monginevro e chiuso anello su pista di fondo, perchè anche Vallone Mandarini molto lavorato.
Solitaria, un solo scialpinista che saliva al Col Saurel (su questo versante ancora zone con neve farinosa).


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Giro ad anello saliti alla baita gimont ottimo trattamento del gestore . Saliti lungo una parte di pista fino al gimont.. poi col saurel e scesi al colle bercia . Impianti chiusi(zona gimont) e nessuno in giro ... ci andrebbe una bella nevicata in alto tutto spelacchiato dal vento .. oggi con Angela che saluto ....

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Claviere e arrivati in cima con un po' di spostamento..Nella notte deve aver anche fatto una nevicata.. A scendere più che altro abbiamo trovato neve recente però già in via di trasformazione, quindi tra gessosa e crosta, domani penso la neve sia in condizioni ancora differenti.
Vento fastidioso solo in punta per fortuna..

[visualizza gita completa con 6 foto]
Già detto tutto da Gianni.
Aggiungo solo alcune foto fatte dal Mingo
Un saluto a tutti gli Evergreen oggi in 12.
e un saluto allo ski alp di Briancon Francois Brunot trovato in punta che ha condiviso con noi la discesa.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nn
quota neve m :: 1700
In realtà una volta raggiunto il Col Gimont sulla sinistra abbiamo proseguito fino a raggiungere una piccola elevazione prima di scendere all'arrivo di un impianto da sci. Un gruppo ha proseguito sino alla Punta Sourel ed è sceso nel vallone sotto il Col Sourel mentre un altro gruppo è rientrato dalla via di salita. In entrambi i casi la discesa in neve fresca è stata molto bella.
Purtroppo il divertimento è finito agli impianti Col Bergia con il piano e la pista triturata con grumi gelati.
Le piste sono ancora chiuse.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1700
Gita di ripiego, ma ad impianti chiusi è un gita varia e interessante con un pendio finale per arrivare al colletto Ovest abbastanza ripido. Visibilità in cima nulla con nevischio; neve in umida, ma il fondo assestato teneva quasi ovunque e la discesa è stata in complesso divertente. Lasciati gli sci poco sopra il colletto, per andare in cima preferire i tratti su pietre, su neve si spofonda anche di 1 m. Si arriva ancora a Claviere.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Saliti lungo le piste ed in mezzo al bosco da Claviere (impianti chiusi) in direzione del Colletto Verde poi in traverso ascendente fino alla croce di vetta. Battendo pista la neve sfondava già a metà mattinata. Discesa lungo lo stesso percorso. Ad eccezione dei primi 250 metri di dislivello, discesa da dimenticare: pappa sfondosa e collosa. In caso si voglia ripetere nei prossimi giorni partire prestissimo oppure utilizzare le piste di Monginevro per scendere.
Gita mista sci(5) e racchette(1). Stavolta mancava Bubbola, impegnata altrove. Degni sostituiti sono stati Paolo, Tiziana, Stefano, Rino e Franz (impegnato a sopportarlo in sproloqui contro le sue racchette :-)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1300
Gita più che azzeccata: innevamento ottimo, impianti chiusi, due dita di farina su fondo primaverile, meteo piu che discreto, temperatura quasi invernale tanto che la farina fino alla capanna Gimont non ha mollato,(fin qui sceso fuori pista) ripellato e risalito al colle Bercia e discesa su piste fino a Claviere.
Sceso dalla cima alle ore 10.00, su farinella.
Sceso dal colle Bercia ore 11.30,in pista mollava appena.
Gita consigliata.

INFO: impianti aperti a Monginevro fino al 25/04

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: nessun problema
Prima gita personale del 2008 con gli "evergreen", date le condizioni non ottimali della neve, causa vento e pioggia dei giorni scorsi, abbiamo preferito andare sul sicuro salendo ai limiti pista oppure nel bosco e scendendo un po fuori pista e un po in pista

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: nessun problema fino a Claviere
quota neve m :: 1700
Saliti per un tratto presso le piste poi, seguendo alcuni cartelli in legno, attraversato a destra e seguito mulattiera fino alla Capanna Gimont. Da qui seguito il fondovalle fin quasi al fondo, presso seggiovia, e poi a destra sino al colle. Proseguito verso la punta ma condizioni di neve poco sicura ci hanno fatto desistere. Otto evergreen partiti das Torino, nonostante la pioggia, confidando nelle previsioni meteo, hanno azzeccato una discesa in neve fresca e con tempo magnifico. La prima parte della discesa si èsvolta con neve recente ed un pò pesante perchè umida ma piu' in basso con soli 15/20 cm di fresca sembrava di essere in Canada. Poi pista ben battuta. Un saluto particolare a Mirella che non ha osato.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: ottima
neve (parte superiore gita) :: farinosa
Saliti da Claviere e scesi su Montgenevre.
La discesa su Claviere è a rischio, poichè i 30-50 cm di fresca poggiano su erba e sassi, con rischio di distruggere gli sci. Le piste di Montgenevre sono invece già state battute, e quindi la discesa - per essere ad ottobre - non è male. Sconsiglio di salire in punta, poca neve per andarci in sci, buchi fra i sassi per andarci a piedi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3 marcato nel canalone terminale
neve (parte superiore gita) :: farina da 2100 m., crosta sotto
Non essendo ancora scaricati i pendii sotto il colletto, conviene tenersi a sx sdalendo fino a spalla. Discesa su versante francese e risalita per pendii più agevoli. Molta neve in quota.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: ski area
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1750
quota vetta/quota massima (m): 2650
dislivello totale (m): 900

Ultime gite di sci alpinismo

23/02/20 - Cialma (la) o Punta Cia da Carello - citta
Caldo eccezionale anche qua, vento teso, qualche velatura. Innevamento ancora buono. Impianti chiusi. La neve non ha ceduto eccessivamente grazie al vento, quindi buona trasformata, anche se non molto [...]
23/02/20 - Auto Vallonasso da Chialvetta - gio notav
Quarta volta sull’Auto Vallonasso…ma questo è un itinerario, tra i più interessanti della Valle Maira, meritevole di più ripetizioni per la bellezza dell’ambiente e per la sciabilità dei pen [...]
23/02/20 - Armoine (Col d') o Dar Moine da Pian della Regina - giorgiobi
Da Pian della Regina se si sale dalle ex piste e si rimane in dx orografica l'innevamento risulta ancora buono. Nonostante l'imbarazzante temperatura di 10,5° alla partenza arrivati in cima abbiamo d [...]
23/02/20 - Arpelin (Cime de l') da le Laus per il Col Perdù - c.ale
Gita sociale della scuola di sci escursionismo nevelibre del cai uget. Gruppo misto telemark skialp al col Perdu. Nonostante il caldo fuori stagione neve buona non sfondosa marcetta solo nella strad [...]
23/02/20 - Pianard (Monte) da Palanfrè - lup
Questa mattina vento caldo e assenza di rigelo. Nella prima parte si passa senza problemi su un bell'accumulo di valanga, sono poi uscito in cresta sul lato sinistro in direzione di salita. Vista la [...]
23/02/20 - Cassorso (Monte), cima Ovest da Preit - bubbolotti
Tre stelle e mezzo. Condizioni simili a quella relazionate ieri, rampant utili ma non necessari. Con un po’ d’attenzione si arriva sci ai piedi sulla cima. Discesa su neve primaverile da tre stell [...]
23/02/20 - Auto Vallonasso da Chialvetta - vik
Tantissimi skialp sul percorso, neve molle già al mattino quindi coltelli non necessari. Noi abbiamo proseguito fino alla vera cima (picca e ramponi), nonostante la discesa ad ora tarda la neve non e [...]