Costigliole (Monte) da Pertusel

note su accesso stradale :: su sterrato in buon ordine fino a Pertusel senza grossi problemi
Segnalo qui sezione piu' adatta all'uopo, che la strada (cosi come il sentiero per una gita prettamente escursionistica a questa montagna e fine a se stessa), e' ancora tutto un nastro bianco sottinteso ricoperto di neve che non tardera' a dissolversi viste le alte temperature di questi giorni e data anche la favorevole esposizione a sud. Neve continua invece dalle Alpi Caugis in poi.
dal Colle Chiot del Cavallo in basso la Gran Guglia..sfondo Monviso.
dal Monte Costigliole...in lontananza..la P.Vergia..
sempre dal Costigliole il Cornour e a dx la Cialancia..

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: Cautela dopo Bodeina sullo sterrato
Salito come da relazione sfruttando le scorciatoie si arriva sulla cima senza quasi toccare neve. Bisogna pestarne un po' invece se si vuole salire anche sulla Vergia e ancora di più per scendere( e poi risalire ) al Colle dei Fons per andare sul Vantacul dove ero stato con gli sci ma sulla quota 2269 e non su quella 2298. Giornata calda e limpida, nonostante la strada non ho incontrato anima viva, neanche camosci le cui orme erano dappertutto sulla neve. Solo un volo di coturnici che ho disturbato sotto il Vantacul. Il dislivello complessivo con le 3 punte è intorno ai 1450 m.

[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: C è un simpatico cartello all'inizio della sterrata.15 km/h per non rovinare la strada
Passeggiatona Costigliole,Vergia pestando poca neve in cresta. Evitata scendendo dal Vergia. Con Alessandro e Piero

[visualizza gita completa]
Seguendo l'itinerario descritto si arriva facilmente all'Alpe Caugis utilizzando qualche sentiero per evitare un po' di tornanti.Da lì si sale prima al Colle Chiol del Cavallo e poi,per facile traccia,al Monte Costigliole.Visto il meteo perfetto decido di salire alla Punta Vergia e poi al Monte Vanatcul,seguendo il sentiero ben segnato con bollini rosso-bianchi che parte dal Colle Chiol del Cavallo.Al ritorno,dalla cima della Punta Vergia,fatto direttissima verso l'Alpe Caugis seguendo labile traccia,e poi ripreso itinerario di andata.La vista sul gruppo del Monviso domina sempre tutto il percorso.Un'altra gita con tanti "munta e cala" con bel panorama e ancora qualche colore autunnale.

[visualizza gita completa]
Escursione più di dovere che di piacere, per un’uscita più adatta agli amanti della mountain bike, vista la buona parte di percorso su pista che su sentiero. Partito da Pertusel in solitaria, un po’ per pista un po’ per le scorciatoie fra i tornanti sempre segnate con le tacche bianche e rosse. Due punti acqua lungo il tragitto. Anche se la prima fontana sul piano prima dell’intersecazione con la strada per l’Alpe Caougis è quasi asciutta. La seconda un poco prima di giungere all’alpeggio. Giornata tersa in quota con panorami eccezionali. Dall’Alpe proseguito per il Colle Chiot del Cavallo, e da qui toccato le due cime Costigliole a sinistra e Vergia a destra. Ritorno per il percorso di salita. Per salire sulle cime, si naviga a vista, non vi sono segni a terra.

[visualizza gita completa con 5 foto]
salita pomeridiana fino all'alpe caugis. da qui la troppa neve, la nebbia e il tempo poco promettente mi hanno consigliato di fermarmi. fino all'alpe si pesta poca neve e nei prossimi giorni scomparirà del tutto. spartano ma accogliente il bivacco a caugis. complimenti a chi l'ha inventato.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok fino a Pertusel
Gita effettuata per la contemporanea del Gipeto 2011; noi da Pralacoumba abbiamo preso il sentiero che al primo tornante a dx dopo le case si allunga sulla sx transitando poi sopra la Grand Guglia (breve digressione per vedere i primi raggi del sole) e che porta al Gias Subiasc. Arrivati al Peyroun abbiam piegato a dx e intercettato il sentiero (segnato di recente) che porta alla cava di marmo l'abbiam lasciato arrivati in cresta e siam saliti fuori sentiero in punta all'antecima (dove c'è l'ometto). Siam poi scesi al colle Chiot del Caval, alla cava e poi un pò x strada e un pò sulla vecchia mulattiera abbiam fatto ritorno a Pralacoumba chiudendo l'anello.
Bella gita in una tersa (col vento che c'era per forza) giornata autunnale, posti selvaggi e gran compagnia del Mone....vedere la Mole Antoneliana dalla punta non ha prezzo ;-D !!
Zero gipeti ma camus e coturne!!


[visualizza gita completa]
Ottimo rientro sui sentieri delle nostre montagne tra una discesa e l'altra!!! Abbiamo scelto questa piacevole escursione in questo angolo della principale delle valli valdesi, per la bellezza delle cime circostanti con il re di pietra sempre vigile e gli ampi parorami già dalla frazione Pertusel. Pratiti dall'auto alle 7.40 con temperatura di circa 7 gradi e parecchia umidita. Cielo sereno con qualche velatura. La salita è regolare, mai monotona, nonstante lo sviluppo; i sentieri che tagliano i tornanti permettono di variare il percorso. Molto belli i gruppi di baite lungo il cammino. Dal colle in vetta i pendii sono ripidi, ma in vista dell'anticima la meta è comunque vicina. Panorami grandiosi e parecchia neve nei versanti a nord, piuttosto slavinati. Visti un bel gruppo di camosci sul pendio finale. Dopo la sosta, la discesa è stata buona grazie alla sterrata che non ha stressato i muscoli più di tanto!!!! Bravo a Gigi - come sempre - per la scelta ed a scoprire un altro bell'angolo delle nostre vallate a circa 60 km da Torino!!! Moltooo soddisfatto!!!!

[visualizza gita completa con 4 foto]
Finalmente una bella giornata (per me) di tempo stabile. Meglio la discesa senza umidità. Ritornato dopo 40 gg, dopo la Vergia, ma senza noia. Belli i caprioli e la lepre incontrati salendo in auto e il capriolo che ci ha inconcrociato sul sentiero. La traccia GPS che allego è sempre a/r, più precisa quella del ritorno. La fontana che si incontra salendo prima dell'Alpe CXomba, non sempre ha l'acqua.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Scelta la salita al Costigliole per il vallone degli Invincibili da Meynet, passando a lato la caratteristica torre chiamata semplicemente Gran Guglia. C'era stata da poco una battuta di caccia al cinghiale, lo si notava dalla scia di sangue sul sentiero innevato. Faticato molto per arrivare in punta, poiche' andavo via via sprofondando sempre piu' nella neve che diveniva sempre piu' alta.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1178
quota vetta/quota massima (m): 2385
dislivello salita totale (m): 1210

Ultime gite di escursionismo

19/05/19 - Rosazza (Selle di) da Piedicavallo, traversata a Rosazza - Garaca
Previsioni pessime ma grande voglia di una sana passeggiata. Facciamo questo giro partendo da Rosazza e rientrando passando da Piedicavallo. Giunti alla Sella risparmiati dalla pioggia decidiamo di [...]
19/05/19 - Sella (Rocca) da Celle, sentieri vari di Rocca Sella - Dragar
Nonostante il we bagnato abbiamo deciso di fare una veloce salita per respirare un po' d'aria. Saliti da Tramontana sotto la pioggia battente, di più non si riusciva a fare. Scesi dalla normale. Tutto in ordine. Con Ele
19/05/19 - Belice (Cappella di) da Cuorgnè per la vecchia mulattiera di Chiesanuova - laika58
Oggi continua a piovere quindi inutile cercare percorsi diversi e tornare a casa fradici, quindi partenza con l'ombrello lungo il mio percorso ormai consueto al monte Belice e rientro per pranzo - Par [...]
19/05/19 - Roussa (Colle della) da Forno di Coazze - Melbury
La pioggia non ci ha fermato, pioggia fino al rifugio poi neve fino al col della Roussa (quasi 30cm). Bella gita con Manu, simo, Ale e Sanna
18/05/19 - Calanques Traversata delle creste - gambalesta
Ogni tanto si incontrano tratti in cui bisogna essere prudenti e usare anche gli arti superiori , ma nel complesso tutto il tracciato è ben bollato e definibile escursionistico. Molte le varianti e [...]
18/05/19 - Belmonte (Santuario di) da Cuorgné per Santa Lucia - laika58
Oggi con previsioni pessime di pioggia non c'erano molte alternative, ma la voglia di fare una passeggiata ha avuto il sopravvento - Partito da casa con l'ombrello sotto una pioggia incessante che ha [...]
18/05/19 - Civrari (Monte, Punta della Croce) da Comba per Monte Sapei, Punta Costafiorita e la Cresta Sud - HHEB
Fino a costa fiorita sentiero senza neve poi pian piano aumente e a circa 1900 ci sono 15-20 cm. Mi sono fermato li, ma volendo si può continuare. Si scivola un po solratutto in discesa. Consigliati [...]