Levi Molinari (Rifugio) e Grange della Valle da Exilles per Eclause, discesa su San Colombano e Cels

tipo bici :: front-suspended
note su accesso stradale :: Park a Exilles
Per problemi di tempi stretti (i miei) grazie alla disponibilità del socio (Enzo) siamo ritornati su questo itinerario già fatto in passato, d'altronde quando l’acqua è poca la papera non galleggia……………..
Abbiamo effettuato la salita da S.Colombano visto che la parte sterrata è più lunga rispetto alla salita da Eclause
Traffico veicolare interdetto a causa di lavori di posa tubi acqua fino a Grange della Valle , per la salita in MTB nessun problema.
Salita iniziale su asfalto e poi bella sterrata fino al bivio per il rifugio con i tratti più faticosi concentrati nella prima parte bitumata e nell’ultima sterrata, breve sosta birra al rifugio e subito giù , ripercorrendo il percorso di salita, causa tempi ridotti al lumicino.
Così come l’abbiamo fatta oggi è una gita che serve solo a far gamba e fiato ma l’importante era riuscire a far qualcosa.

Gita in piacevole compagnia di Enzo che ancora ringrazio per aver dedicato il SUO giorno libero alle MIE ore libere, CHAPEAU!
Dovrò farmi perdonare


La bella sterrata di salita
Pendenze costanti
Rifugio
Con il socio e l'amico Nuciu!
Ci son proprio tutti

[visualizza gita completa con 5 foto]
tipo bici :: full-suspended
Gita breve per poter partecipare alla tradizionale castagnata del CAI Pianezza che quest’anno si svolgeva alla Capanna Viberti. Partenza da Deveys e salita da San Colombano per evitare di incrociare troppe auto sulla strada asfaltata. Salita non lunga ma piuttosto impegnativa per le pendenze sempre abbastanza sostenute (parecchi tratti oltre il 10%).Lo sterrato è in buone condizioni ma, specie nella parte bassa il terreno è piuttosto inconsistente a causa della siccità e a tratti sembra di pedalare sulla sabbia. In discesa, leggendo le pessime relazioni sul sentiero fino alle Grange Soullier siamo scesi fino a qui su asfalto, anche se osservando il sentiero dalla strada mi è sembrato abbastanza pulito e ciclabile, tanto che mi sono pentito di non averlo fatto (ovviamente non garantisco…bisognerebbe provarlo!!!). Dalle grange abbiamo seguito il sentiero 804° per Combes…a me non è dispiaciuto; è piuttosto sporco e pieno di rami e pietre smosse, però è praticamente tutto ciclabile (io che non sono un gran discesista ne avrò fatto in sella il 90%); se fosse pulito sarebbe davvero bellissimo!!! Da Combes, non avendo voglia di risalire fino a Eclause, ho provato il sentiero 821 (GTA) per San Colombano; è una specie di sentiero balcone abbastanza stretto e con alcuni brevi saliscendi; anche questo tratto è abbastanza sporco e alcuni tratti si fanno a piedi (calcolare in totale 10 minuti bici al fianco). Giunti a Margheria Inferiore sono poi sceso fino a Deveys su un altro bel sentierino (ciclabile al 100%) che taglia i tornanti della strada e che termina proprio nella frazione di Deveys. La difficoltà della discesa la valuterei BC+.
N.B.: da Combes c’è anche sentiero che scende direttamente a Deveys ma stando a quanto mi ha riportato un altro biker che l’ha fatto parrebbe essere abbastanza brutto.

Giro breve e con dislivello limitato (14 Km e 750 m di dislivello), che però può essere allungato a piacere considerando le numerose varianti che la zona offre…quasi tutti i sentieri avrebbero bisogno di una pulizia, però la zona promette bene anche perché, vista l’esposizione in pieno Sud, può essere frequentata anche nel periodo autunnale.
Giornata molto calda e senza un filo d’aria…tutto desolatamente secco…
Inserita traccia GPS.


[visualizza gita completa con 6 foto]
tipo bici :: full-suspended
Oggi il "fato" ha voluto che tornassi sul luogo del delitto !
E per "fato" intendo il mezzo che ha preso fuoco sull'A32 (mi auguro che l'autista sia incolume).
Ma questo ha fatto sì che potessi portare a compimento il giro "originale" senza varianti "naif", e le stelle (le stelle che ho messo nella gita del 9 giugno tenevano conto del percorso complessivo) sono aumentate, insieme al piacere della discesa.
Molto bella la parte single-trek con un buon fondo e tecnicamente tranquilla.
Provare per credere !
Condiviso coda in auto e gita con Renato che mi ha ringraziato per aver fatto il giro "buono" oggi ! !
A proposito, ho perso la Mastercard, non è che l'hai trovata tu ?




[visualizza gita completa]
tipo bici :: front-suspended
Oggi forzatamente su questo itinerario causa chiusura autostrada e relativa infinita coda di TIR sulla statale che ci ha costretti a rivedere i ns piani.
Salita come da relazione, molto bella, poco faticosa con pendenze costanti e parecchi tratti dove rifiatare, sia per la prima parte in asfalto che per la successiva in sterrato,arrivo al rifugio posto in ambiente gradevole ed arricchito da numerose sculture di legno, inoltre sarà a breve inaugurato un sentiero che consentirà alle persone ipovedenti di poter raggiungere il rifugio, veramente una bella iniziativa!
Anche in discesa abbiamo seguito la relazione dell'autore percorrendo, la facile sterrata prima ed il bel sentiero poi, sentiero che presenta fondo terroso e/o pietre comunque ferme(solo un tratto più ripido a metà) che, dalla borgata di Armeita, riporta ad Exilles.
Al ritorno all'auto c'era ancora coda sulla statale.................
Gita non difficile, ambiente gradevole, da consigliare.
Gita condivisa con l'amico Enzo


[visualizza gita completa con 9 foto]
tipo bici :: front-suspended
Bella la salita, bello il rifugio ed il contesto ma.... perchè non ci siamo fidati del giudizio di Enzo ?
Il sentiero 804a, nel primo tratto fino alle Grange Soullier, non solo non è ciclabile ma, secondo me, non è neanche “caprabile”. Anche il resto della discesa non l'ho trovato particolarmente entusiasmante, dopo che hai fatto un tornante e poi un altro ed ancora un altro ti passa ogni fantasia e non vedi l'ora di assaporare un po' di sano e robusto asfalto che fortunatamente abbiamo incrociato a Combes

Con Ivano e Marina


[visualizza gita completa con 6 foto]
tipo bici :: full-suspended
Bella la salita nel vallone aperto e panoramico.
Per la discesa anche noi abbiamo voluto provare il sentiero 804a.
Negli ultimi 6 mesi credo ci sia passato solo Enzo e concordo pienamente con lui: percorso un po’ troppo naif…
Dal ponte fino alle Grange Soullier non è assolutamente ciclabile. E non per il grosso tubo di gomma che corre lungo il percorso ma per il sentiero ormai in disuso. Inoltre i tratti rocciosi (uno dei quali assai trialistico), anche nelle parti in piano, rendono impossibile la progressione in sella (sfido anche i più bravi a riuscirci). Insomma 120 mt dsl fatti con la bici al fianco (e anche così facendo con fatica).
Dalle Grange Soullier (peraltro raggiungibili comodamente dalla strada di salita) il sentiero è più scorrevole ma sempre su terreno molto sporco con rami, erba alta e pietre vaganti. Insomma i pericoli oggettivi sono continui su un percorso neanche troppo tecnico. Unico divertimento i tornantini.
Arrivati a Combes ne avevamo ormai abbastanza per cui rientrati alla macchina sulla SS24 passando da Fenils.
Con Ivano e Piero.


[visualizza gita completa con 8 foto]
tipo bici :: full-suspended
Partito da Exilles con meteo stupendo e salito fino al rifugio "Levi". Sterrato in ottime condizioni.
Le note dolenti sono in discesa per la parte che va dal ponte (dopo il "Viberti") sul sentiero 804a.
A mio parere son ben più di 100 m di dislivello di non ciclabile ! La posa del tubo è irrilevante, è proprio il terreno che è oggettivamente inciclabile, con pietre e pietroni ben piantati nel terreno in modo irregolare, su una traccia molto discontinua.
Se poi si aggiunge ancora una moltitudine tra piante, rami e rametti (alcuni magari caduti per effetto neve) che aumentano le difficoltà, beh allora già passare con la bici al fianco non è banale.
Visto il precedente arrivato alle grange Combes ho continuato per sterrata e poi asfalto fino a Fenil.
Risalito fino a trovare il sentiero (buono) che scende a Salbertrand e proseguito per le grange Sapè per poi scendere ad Exilles.
Per salire al Sapè ho utilizzato una "forestale" più agevole rispetto al sentiero (lo incrocia in più punti) ma ho "spinto" lo stesso !
Tornerò per provare altri itinerari un po' meno "naif".
Comunque sia oggi è stato un giorno "buono", festeggiare il Compleanno con la fidata bici è impagabile....per tutto il resto c'è Mastercard !!


[visualizza gita completa]
tipo bici :: full-suspended
Bella gita anche questa,partiti da Salbetrand con -1° ma appena giunti al sole la temperatura si è alzata fino a 15°..d'altronde siamo a giugno..
abbiamo proseguito salendo a Deveys e poi sempre su asfalto a S.Colombano dove comincia lo sterrato;fondo sempre molto buono e pendenze mai eccessive,solo qualche strappetto ogni tanto.Proseguito poi x Grange della Valle e il rif. completamente in ombra con un freddo porco..
Discesa praticamente interamente su sentiero fino a Salbertrand su terreno scorrevole a volte ripido (S1 tratti S2) su fondo di aghi di pino in alto e erboso/roccioso in basso,niente foglie.Tantissimi tornantini!! bellissimo
Dal rif. abbiamo seguito il 804d fino alla strada vicino al Rif.Viberti,proseguito fino all'asfalto e poco dopo il ponte seguito il 804a (indicazioni x Salbertrand) su percorso facile su aghi di pino,purtroppo la posa di un tubo ha rovinato e reso inciclabile buona parte dei primi 100mt di dsl poi ciclabilità totale fino a sotto prestando bene attenzione a segnaletica e bolli rosso-bianchi nn si sbaglia.
Arrivati a le Combe (molto bella la lunga serie di tornanti x giungervi) si prende il sent 740 (indicazioni) e occorre spingere la bici x circa 120mt di dsl su terreno molto ripido e faticoso con solo qualche breve tratto ciclabile fino ad arrivare a Eclause dove si riprende la discesa.
Seguendo sempre le indicazioni si prosegue fino a Moncellier e da qui alla macchina con un'ultimo tratto decisamente molto bello e tecnico,direi il più bello di tutta la discesa.
Dati del gps:
20.36km e 1156mt di dsl+
Allego foto e traccia gps




[visualizza gita completa con 6 foto]
tipo bici :: front-suspended
Quinta notturna in MTB di questa stagione con il gruppo Cai Bussoleno. Abbiamo variato leggermente (per l'orario) l'itinerario qui proposto, e in 11, siamo montati in sella dal bivio per Eclause sulla SS24. Percorso l'asfaltata passando nei pressi dell'abitato di Eclause fino in fondo alla strada (8Km, asfalto), poi alcune centinaia di metri su sterrato sino al sentiero che in pochi minuti porta al rifugio.
Ottime e abbondanti le libagioni offerte da Marco, simpatico gestore del rifugio e poi, via, in discesa 11 lucciole svolazzando nel bosco incantato al chiaro di luna...
Abbiamo seguito l'itinerario di salita fino al ponte sul Galambra, quindi si inforca la strada sterrata per S. Colombano,poi su asfalto sino a Deveys all'incrocio con la statale,dove con un'auto parcheggiata vicino al ristorante siamo tornati a recuperare le altre vetture. Sara' l'ultima notturna della stagione? mah, chissa'...


[visualizza gita completa]
tipo bici :: front-suspended
Bel giro ad anello con partenza da Exilles. Abbiamo raggiunto il Rifugio Levi salendo da Deveys…fino a San Colombano la salita è su asfalto, poi sterrato fino al rifugio, con fondo sempre buono. La salita è in ogni caso piuttosto impegnativa per le pendenze sempre abbastanza sostenute (media intorno al 10% per una decina di Km). Dopo un the caldo al rifugio Levi discesa su asfalto fino a Eclause…qui, sul rettilineo appena sopra la frazione, abbiamo preso a destra un bellissimo sentiero interamente ciclabile che procede dapprima con alcuni saliscendi e poi scende fino a Moncellier alta, raggiungendo l’asfalto in corrispondenza di una chiesetta…da qui parte un altro sentiero, che scende fino a Salbertrand. La parte più impegnativa è in corrispondenza di Moncellier Bassa, dove il sentiero è trasformato in un piccolo rigagnolo (difficoltà BC – ciclabilità 90%).

Da Salbertrand, per evitare la statale, siamo ancora saliti al Sapè di Exilles per poi tornare all’auto. La salita è breve (2 Km circa – dislivello 200 metri) ma a tratti impegnativa a causa di alcune rampette brevi ma molto secche, anche se il fondo è ottimo. La discesa su Exilles è velocissima e la strada al momento è in perfette condizioni e libera dalle frane che ogni tanto la interrompono.

In totale 31 Km e 1.200 metri di dislivello complessivi


[visualizza gita completa con 5 foto]
tipo bici :: front-suspended
Uscita con la bici di ripiego, orfano delle pelli di foca.
Il tratto in esposizione WNW fatto a piedi per la neve (che faceva lo zoccolo anche sulle ruote della bici!). Sono stato al ponte sul Galambra e non al Rifugio. Bel giretto, divertente in discesa e con salita decisamente pedalabile su ottimo fondo asfaltato e con pendenze mai proibitive...

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: MC+ :: MC :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 870
quota vetta/quota massima (m): 1850
dislivello salita totale (m): 1000
lunghezza (km): 25

Ultime gite di mountain bike

20/04/19 - Azaria (Piano) da Pont Canavese - Andrea81
Partenza da Cuorgnè, da Pont prime rampe di salita, poi tratto di trasferimento gradevole fino a Ronco Canavese, dove riprende la salita mai difficile fino a Campiglia, fine asfalto. Il tratto di ste [...]
20/04/19 - Pista Tagliafuoco del Musinè da Caselette - Tom57
Partito e tornato a Caselette più qualche km per tornare a casa. Molta gente a piedi, a cavallo e in mtb Temperatura serale davvero gradevole.
19/04/19 - Cou (Tête de) da Arnad, giro - alfonsom
Bella ciclo-escursione completa con una quarantina di minuti a piedi; percorso suggestivo in ambiente selvaggio e solitario che attraversa antiche borgate e belle mulattiere militari a tratti ancora c [...]
14/04/19 - Lazzarà o Laz Arà (Colle) da San Germano Chisone, anello delle borgate del versante Sud - Pik
Partito da Rue, ho seguito la traccia di Luca Belloni. Il tratto finale di salita, dal colle Lazzarà fino alla sella q.1625 tra il Truc Lauza ed il Pian Bruciato, l'ho fatta tutta in (comodo) spinta [...]
14/04/19 - Freidour (Monte) da Pinerolo per la Fontana degli Alpini discesa dal Colle Aragno ovest - MBourcet213
Noi oggi siamo saliti da Via Umberto Grosso, con un simpatico tratto su sterrato per scaldarsi e subito un single track divertente prima del lungo tratto su carrozzabile sterrata che alla fine diventa [...]
13/04/19 - Santa Irene e collina chierese da Chieri - lucabelloni
Prima uscita sociale MTB del CAI Pianezza con 10 iscritti…gita dal parto piuttosto laborioso a causa del meteo molto incerto e che ha rischiato di essere cancellata all’ultimo poiché alle 8 a Tor [...]
13/04/19 - Cucetto (Monte) da Pinasca, giro per Pralamar discesa Vallone Sette Ponti - MBourcet213
Partito per la Merla mi sono fermato al Cucetto causa nebbia e neve scivolosa al suolo, la strada fino a Pralamar mi sembra più belle dell'ultima volta, ottimamente ciclabile! Da li in su solita situ [...]