Pizzi Deneri (Cima) da Piano Provenzano

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti sci in spalla da Piano Provenzano e risaliti lungo il percorso della funivia Conca. Poi, finalmente, messo gli sci e raggiungo senza problemi il Pizzo. L'Etna ci ha salutati con una bella sbuffata, ricordando che lui lì è il padrone. Noi l'abbiamo salutato lungo quegli splendidi canaloni di firn che hanno permesso, di nuovo, un'ottima sciata fino al momento di rimettere gli sci in spalla
Ultima gita sull'Etna con Giro, Dani, Robi e Mauro


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: brevi tratti con 1 cm di neve nell'ultimo tratto
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita scialpinistica della nostra settimana siciliana, abbiamo scelto una gita breve per “esplorare” la zona in vista della salita ai crateri. Partenza molto comoda alle 9.30 da Piano Provenzana con temperatura di 3°. Abbiamo portato gli sci fino a quota 2.050 circa, poco sopra la partenza dello skilift Anfiteatro. Da lì in su l’innevamento è continuo anche se scarso, e non si tolgono gli sci. Nonostante la neve durissima, non abbiamo dovuto mettere i rampant cercando di sfruttare le zone dove i 2 cm caduti il giorno prima non erano spazzati dal vento. Abbastanza lungo il pianoro che porta all’osservatorio e poi in pochi metri alla cima, dove tirava un vento fortissimo che ci ha costretti a scendere velocemente. Disscesa iniziata intorno alle 13.30; la neve è durissima/ghiacciata e ricoperta di cenere vulcanica…abbiamo quindi rinunciato a scendere i canaloni che partono dall’Osservatorio perché una eventuale caduta con questa neve non sarebbe stata particolarmente piacevole, ripercorrendo quindi l’itinerario di salita. In alto la neve è molto ondulata e poco sciabile, poi man mano che si scende e stando nei valloncelli più riparati dove la pochissima neve recente si è accumulata la situazione migliora e si scia decentemente…dai 2.400 m in giù, tenendosi sulle esposizioni est (ovvero sulla sponda sinistra dei canalini), il sole aveva smollato un po’ la neve rendendola decisamente divertente…peccato che duri poco perché a 2.050 si tolgono gli sci…
Gita breve e non difficile, buona per prendere confidenza con l’ambiente…la neve grigiastra non è il massimo per la vista e la sciata non è stata di quelle indimenticabili, ma in compenso l’ambiente è veramente suggestivo…giornata bella ma fresca e con vento abbastanza forte in alto.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1500
L'etna offre itinerari affascinanti, ma si concede raramente. Causa neve, vento, pioggia e nebbia tre giorni non sono stati sufficienti per compiere una salita vera e propria. Innevamento ottimo su tutti i versanti, salite di discreto impegno (meteo a parte), discese anche molto tecniche, fattibile al limite anche in giornata da Bergamo con Myair.com, ottimi agriturismi ai limiti della neve con vista mare.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: partenza da piano provenzana
Oltrepassati i Pizzi Deneri proseguito per il cratere centrale, ma a quota 3200 circa abbiamo dovuto desistere causa nebbia e vapori intossicanti. La neve sarebbe stata molto bella ed abbondante, ma il meteo non è stato dalla nostra. Sciare sull'etna è un'esperienza unica e facilmente fattibile in tre giorni anche da noi piemontesi, con volo su catania ed auto a noleggio. Conosciuto scialpinisti locali caldi come noi!!!
Azzeccata la decisione di soggiornare all'hotel-olimpo.it, che vivamente consiglio dato che, essendo alla base del vulcano ed essendo di proprietà di uno scialpinista, permette di avere tutti gli itinerari a disposizione. per le gite utilissimo il libro "scialpinismo sull'etna" di saro messina, acquistabile in loco.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: viabilità difficoltosa oltre quota 1700
quota neve m :: 1400
eravamo partiti con l'intento di salire il cratere di n-e e scendere nella valle del bove ma ci è toccato fermarci a quota 2400 circa causa bufera di vento fortissimo e visibilità scarsa.
Per raggiungere piano provenzana è comodo pernottare al rifugio ragabo (1400 m circa) al quale si può tornare sci ai piedi attraverso la bella pineta in discesa.

Innevamento imponente.

[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1750
quota vetta/quota massima (m): 2869
dislivello totale (m): 1119

Ultime gite di sci alpinismo

23/05/19 - Grand Manche (la) da Fontcouverte per il Refuge du Chardonnet - everest
Condizioni da prendere al volo,firn da favola per buona parte della discesa. Poco portage fatto in scarpe trail e poi bellissimi plateaux praticamente vergini....crestina facile un po' sfasciumosa. [...]
23/05/19 - Pian Ballaur Da Pian Marchisio per il colle del Pas - MAX64
Si calzano gli sci sotto la bastionata del lago Biecai, dopo circa 45 minuti di portage. Dal lago in su neve continua ed abbondante sui versanti nord e ovest, con ottimo rigelo notturno. Manto omogene [...]
23/05/19 - Tronche (Testa della) e Testa Bernarda dal vallone di Arminaz - brusa
Scrivo più che altro per segnalare che il ponte a Praz Sec non c'è più (lavori in corso). Si perde molto tempo per fare il giro utilizzando il ponticello del golf. Ci sono un paio di lingue di ne [...]
23/05/19 - Sises (Monte) da Sestriere - roby4061
Un bel Sises in mezza mattinata. 5/10 min a piedi, poi tolto qualche breve tratto di gava e buta, dall'arrivo di Trebials neve continua fino in cima. Buon rigelo. Salita tranquilla senza bisogno di ra [...]
23/05/19 - Mulinet (Dome Blanc du) dal vallon del Ruisseau e Glacier du Mulinet - mountain
Fantastica! Neve perfetta primaverile sull’intero percorso, la vera moquette marca leone. Dagli chalets di Trieves la neve è già un po’ discontinua, ma dopo 15 minuti è tutta completa; vi son [...]
23/05/19 - Chateau des Dames dalla Valtournenche - rocco
Saliti e scesi per il pendio diretto a dx della cresta classica (vedi foto allegata), lungo un canalino interessante e logico, che sbuca in cresta pochi metri sotto la spalla che precede la vetta (100 [...]
23/05/19 - Grand Manche (la) da Fontcouverte per il Refuge du Chardonnet - bagee
250 m. di portage A/R sino all' ingresso del valloncello sotto il rif. du Chardonnet e poi bella neve e buon rigelo da richiedere i rampant praticamente da subito; è conveniente salire nella Grand Ma [...]