San Giacomo (Rocce di) da Sestriere per il vallone del Chisonetto

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Si arriva fino all'arrivo della seggiovia di Borgata e i due skilift. Presente un po' di fango e un'ultima lingua di nev
quota neve m. :: 2100
Partiti per la Rognosa abbiamo visto già salendo al Sestriere la quantità di valanghe presenti sul pendio, nonostante il buon rigelo (temperatura appena sopra lo 0° alle 6:00) appena è uscito un po' di sole i pendii hanno subito mollato.

Gli sci si calzano alla diga del Chisonetto, prima strada pulita eccetto resti di valanga qua e la. Prima di iniziare a risalire i pendii verso il colletto della Rognosa ci dirottiamo a dx verso il Passo di San Giacomo con un bel pendio liscio e regolare, da qui visto l'esiguo dislivello ma soprattutto avendoci impiegato poco tempo proseguiamo via cresta fin sotto le Rocce di San Giacomo. Calziamo i ramponi per risalire un canalino lato Valle Argentera in modo da evitare i passaggi rocciosi, arrivando su una delle sommità presenti.
I pendii verso la Valle Argentera sono ormai prati, quindi non ci resta che scendere un bel pendio-canale che parte da un colletto sotto la quota 2751 per poi ricongiungerci tramite resti di valanga all'itinerario del Passo San Giacomo. Qui la neve è ormai sfondosa (alle 9 del mattino) ma si scia dignitosamente.
Nonostante il poco dislivello (soli 700 metri dall'auto) e la neve non ottima abbiamo rimediato con un ottimo meteo, una divertente passeggiata a cavallo tra il vallone del Chisonetto e la valle Argentera e qualche bella curva su neve trasformata e buone pendenze!

Visti 3 skialp verso la Rognosa, saliti piuttosto tardi (alle 10 dovevano ancora uscire al colletto), non so che neve abbiano trovato (spero non quella che avremmo trovato noi scendendo due ore dopo!).

Situazione neve alla diga del Chisonetto
I pendii del Colle di San Giacomo
Il breve canale per evitare la cresta rocciosa
Panorama sulla Val Chisone
Parte alta di discesa

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 2100
Per enne motivi oggi abbiamo puntato su questa gita, e dal mazzo cosa è uscito? Un fantastico jolly. Sci ai piedi da subito poco prima delle 8.00 1 grado, cielo blu, niente vento, forte rigelo. Risalito le piste fino al M.Sises quindi in cresta al Querellet. Spelliamo e scendiamo il canale che plana sulla diga del Chisonetto. FANTASTICO, ripido il giusto e coperto da una spolveratina fine di polvere che ci ha fatto veramente divertire. Ripelliamo e saliamo in cima alle Rocce di San Giacomo. Facciamo ancora 100 mt lineari di cresta in direzione del colletto della Rognosa per scendere il canale più stretto ed estetico. Ancora sciata con neve perfetta. Ancora grandi curvoni ad alta velocità (la neve teneva perfettamente senza essere dura) fino sopra lo sbarramento del Chisonetto poi tenendosi un po' alti si prende la strada che con 2 gava e buta ti porta nuovamente in zona impianti cit roc e di lì ancora qualche bel curvone fino a 2 min. dall'auto.
Oggi ancora con gli amici maestri di Sauze. Grandi, si stanno appassionando allo skialp. Mio ginocchio tornato ok. La stagione continua ;)
11 km 1200 disl.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
mai oltre i 40° (forse)
gita in compagnia di Max


[visualizza gita completa con 4 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: canale
difficoltà: 3.3 :: E1 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 2035
quota vetta/quota massima (m): 2784
dislivello totale (m): 800

Ultime gite di sci ripido

24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - chiara giovando
Itinerario bellissimo e inedito se concepito in sci in questa stagione, ben descritto dal compagno di salita Diego; come detto già da lui, le condizioni di questa tarda primavera e l'ottimo rigelo di [...]
24/05/20 - Gran San Pietro (Torre del) dalla Diga di Teleccio per il Canale centrale degli Apostoli - lupo solitario
Un sogno realizzato!! Erano anni che volevo salire la Torre del Gran S.Pietro ma il valore aggiunto è stato poterlo fare nella stagione scialpinistica così da portare a casa anche la discesa del can [...]
24/05/20 - Monviso Parete Sud - giole
Parete magra ma tutti i passaggi sono collegati (eccetto i fornelli, in roccia viva). Entrati in parete poco dopo le 7 su neve perfettamente rigelata, saliamo la prima rampa e sbagliamo subito, tene [...]
23/05/20 - Perduto (Colle) da Ceresole Reale - umbertobado
Partiti alle 4:40 con gli sci a spalle. La neve inizia a quota 2200 circa grazie alle grandi valanghe scese nei mesi passati. Fino a quota 3000 la salita si svolge dentro e fuori dagli accumuli e d [...]
23/05/20 - Roccia Viva Canale Coolidge - rickyalp82
Portage dalla diga fino alla fine del Pian delle muande. Causa alte temperature, in basso il rigelo è stato praticamente nullo, ma comunque si sale bene, la neve è compatta. Mano a mano che si sale, [...]
14/05/20 - Serpentiera (Punta) Canale NE - popino
Come i Gulliveriani avranno già capito, di questi tempi è un buon affare andare in valle Argentera. La strada è aperta e il versante Nord ha un buon innevamento a partire dai 2000/2200 mt. Portage [...]
14/05/20 - Leccia (Cima di) Canale NE - lupo alberto
Si portano gli sci per circa 20' da Pian della Casa, poi buon innevamento nel Ciriegia, con un piccolo strato di fresca dei giorni precedenti oltre i 2400. Dal colle, crestina-dorsale per la cima puli [...]