Labiez (Mont) Canale Nord

Canale bello lungo e caratteristico che attualmente non oppone difficoltà nel saltino iniziale in ghiaccio in quanto inesistente: gli svalangamenti lo coprono rendendolo una facile rampa adatta anche ad essere sciata; pertanto inutili le due picche ed il materiale di sicurezza. Neve ottima, e posto magnifico, specie in vetta dove si gode di una vista davvero notevole. Siamo scesi traversando brevemente sul colle d'Arsy e poi di qui ci siamo ributtati nel vallone Flassin e nella sua ombrosità. L'avvicinamento ed il ritorno sino alla macchina, alquanto brevi, avvengono su comoda stradina battuta dal gatto delle nevi dove abbiamo utilizzato le ciaspole. Con The Cat e Sergiun.
Cascate a parte
Carne in frigo
Fuori frigo
Scendendo dal Col d'Arsy
Larix e Labiez

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Strada e parcheggi: tutti puliti
Colgo al volo la tracciatura fatta il giorno prima da chi mi ha preceduto e prontamente relazionato, ringrazio molto. Confermo ottime condizioni e nessuna difficoltà nel tratto iniziale dove il ghiaccio è ancora ben coperto, lo si sente sul fondo con la becca della picca ed i ramponi solo per alcuni metri. Tutte le vecchie tracce di sci ancora visibili conducono a questo canale sulla sinistra, noto tra i praticanti lo sci ripido col nome di Hotel Jorasses per il colpo d'occhio sempre costante sul famoso quattromila. Il canale di destra, noto come Bonsai della Cuccagna, al momento non sembra lavorato. Calzato i ramponi all'alpe Flassin prima di tuffarmi nel bosco, picca a manico lungo nel pendio iniziale e poi con 2 picche per essere proprio tranquillo. Di canali in genere ne faccio pochi ma questo merita davvero. Tutto in ombra fino al bivacco e poi per tutto il viaggio di ritorno fatto nel vallone dove ci sono i paravalanghe e la strada forestale che ho tagliato dritto per dritto su neve spesso cedevole. Ai raggi del sole, soltanto la breve dorsale tra bivacco e cima, spaziosa e molto panoramica. Il canale salito è stata una bella avventura, facile come il canale nord del Mucrone ma molto più lungo. Anche la discesa nel bosco non è stata da meno, con tratti faticosi alternati ad altri particolarmente wild: purtroppo non ho mai imparato a sciare, altrimenti sarei sceso diversamente. Rientrato al parcheggio e chiuso l'anello passando dalle piste di fondo e racchette da neve adiacenti la strada ed il torrente. Decine di persone dirette al Flassin, solo io su questo itinerario. Allego traccia gps dell'anello percorso.

[visualizza gita completa con 10 foto]
Con gli sci dal parcheggio su neve molto dura, poi più agevole fino all'attacco del canale. Primo salto innevato, le belle e utilissime peste presenti in questo primo tratto affondano pochi cm, sotto il ghiaccio vivo, ma si sale bene. Lungo tutto il canale neve ottima, mentre invece nella parte alta uscendo dal canale molto "spolverata", quindi per nulla portante, ma salita nel complesso davvero bella, in queste condizioni sicuramente valutabile PD/+

Terza scialpinistica in assoluto per me, salita nel canale sicuramente la parte migliore! Discesa ancora da allenare...
Bella gita con vik, serena, cristina e nicola (anche se visto poco dato il suo passo..!)


[visualizza gita completa]
Risalito sci ai piedi il canale fino alla strozzatura iniziale. Il salto di ghiaccio è coperto da neve e si passa senza problemi.
Salita agevole grazie alla traccia battuta da Nico, canale molto bello e decisamente lungo.
In discesa abbiamo fatto un lungo traverso fino al col d'Ars e poi giù per i bei pendii sostenuti fino al parcheggio del Flassin, neve portante e grippante..sciata divertente per un gran bel giro ad anello!
Con Cri, Sere, Nico e Roby

[visualizza gita completa con 4 foto]
Mi ci vorra' un po' arrivare a capire dove' l'attacco, al buio senza strumenti adeguati, giusto la mappa del luogo fotocopiata. Il bosco con rami e tronchi di traverso gia' da un anticipo di quello che sara' il dopo. Dopo che finalmente l'attacco e' saltato fuori, vengo poi a scoprire su segnalazione attenta della redazione che il canale da me salito e risultato essere quello che porta il nome di Bonsai della Cuccagna, e non quello che mi ero prefisso di salire come da relazione qui presente, battezzato col nome di Hotel Gran Jorasses. Poco male..(intanto una preziosa oretta e mezzo se ne e' andata), non bastasse anche se non dentro il canale giusto, o sbagliato che fosse, il vento, che non a dato tregua un attimo tutto il giorno, ha cominciato a farmi piovere in testa tanto di quel pulviscolo che e' una cosa da non credere. Per fortuna debole in se, ma fastidioso al punto da costringermi a interrompere la scalata, mettermi al riparo, e attendere che l'ondata passasse. Sara' cosi parecchie volte, fintanto che c'era neve sopra, tanta il vento ne buttava giu'. Superata la trozzatura iniziale con rigelo ancora accettabile, l'impatto con il salto centrale, mi fa nascere qualche dubbio il suo superamento senza un minimo di sicurezza. Lo aggirero' sulla destra per una rampa e con un traverso delicato su neve inconsistente (qui piu' che le picche, i ramponi hanno fatto degnamente la loro parte), mi porto al di sopra. Ora quanto al resto una lotta per la sopravvivenza, a contrastare la forza del vento e lo snervante lavoro di uscire e poi rientrare nella spessa soffice coltre nevosa un passo dopo l'altro fino al ginocchio.
A scendere cerchero' di stare quanto piu' accostato possibile al vallone di salita (il destro orografico per interderci..) ricalcandone il filo di cresta fino alla Gr. Testa (sin qui e dopo, delicato il percorso per neve inconsistente e in gran quantita' a ricoprire insidie di ogni genere) . Oltre una croce seguono dei paravalanghe, ancora neve da pestare ma non piu' tale da destare preoccupazione..infine la ricerca del passaggio migliore in un canale a tornare ai prati spelacchiati e semighiacciati a valle dell'Alpe Flassin.
Alcuni intraprendenti skialp da Genova..incrociati nell'ultimo tratto sci a spalle poco prima del park, reduci dal Flassin, non molto soddisfatti causa la poca neve di questo magro inverno.


[visualizza gita completa con 10 foto]
:: nulla di rilevante
:: crosta da vento dura
:: crosta rigelo non portante
con le racchette fino alla base della cascata di ghiaccio. Poi picca e ramponi fino alla cima. Giornata spaziale, discesa su ottima neve. Lungo e noioso il rientro alla macchina da etroubles.

[visualizza gita completa con 6 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: AD- :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1370
quota vetta (m): 2670
dislivello complessivo (m): 1300

Ultime gite di alpinismo

16/02/20 - Cristalliera (Punta) Canale SE - frapic
Si arriva con la macchina al parcheggio precedente la fine strada. Partiti alle 6.15 con le frontali. Sentiero 340 ben segnalato. Neve continua e stabile solo da 1.800 m. circa. Utilizzato le ciaspole [...]
16/02/20 - Grigna Settentrionale o Grignone Couloir Zucchi - mimi
Condizioni ancora molto buone. Sul tiro di corda 40 mt. circa, di trova all'inizio un chiodo poi un friend incastrato ed infine un altro chiodo, si puo comunque integrare facilmente con friends
16/02/20 - Mongioie (Monte) Parete NE, via diretta Biancardi - chisio89
Avvicinamento su sentiero pulito fino a pian dell'olio poi neve continua. Neve buona fin dopo il traverso, poi mediocre fino al masso incastrato. Da lì all'uscita neve marcia. Sulla via si trova qu [...]
15/02/20 - Legnone (Monte) Versante Ovest Amori Incerti - davec77
Via estetica e di soddisfazione... dopo due tiri di ghiaccio si segue un canale alto almeno 400 m e piuttosto sostenuto (tutto a 50-55° e qualche passo più ripido, in particolare un saltino con un p [...]
15/02/20 - Visolotto Via Normale della Parete Sud - diabolico
Fiutando le buone condizioni, io e Tony decidiamo per questa alpinata in giornata... Avvicinamento lungo con ramponi su neve cemento, prima parte fino alla strozzatura su neve dura-misto non banale, p [...]
15/02/20 - Mucrone (Monte) Via del Canalino - jonathan
Via spettacolare, in ottime condizioni. Tecnicamente può variare anche di molto a seconda di ghiaccio e innevamento. Soste e spit, in ottime condizioni e posizionati proprio dove servono. Più soste [...]
15/02/20 - Sella (Rocca) Via Amici - roby candela
Con le temperature che si sono abbassate un poco si sale molto bene e praticamente non si suda, il che su queste rocce è solo un valore aggiunto