Argentea (Monte) da Campo, via diretta

note su accesso stradale :: Strada x Campo stretta
Sentiero stella bianca in ordine, finché si resta sul versante sud no ghiaccio, ma appena si passa a nord si incontra un panorama invernale, il tracciato resta pulito, l'ambiente risulta molto suggestivo x alberi ricoperti di ghiaccio, in vetta forte vento gelido. Rientrati passando dal bivacco Padre Gino (chiuso x problemi strutturali) discesa su Campo su sentiero fortemente eroso dall'acqua, con fondo di sfasciumi, un po' noiosa


.




Ambiente invernale
Madonnina di vetta

[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: Parcheggi scarsi a Campo (piccola piazzola alla fine della strada asfaltata).
Ripetuto dopo 4 anni questo bell'itinerario, stavolta in una giornata fresca e serena. Dalla Collettassa con una deviazione di 5 min verso Sud per cresta erbosa e pochi metri di roccette siamo saliti in vetta alla Rocca Negra, che offre una vista spettacolare sulla costa e sul M.Argentea. Tornati alla Collettassa, abbiamo risalito il ripido tratto finale sbucando in vetta, superata la quale abbiamo proseguito per la cresta di blocchi (asciutti, per fortuna) verso la Cima Pian di Lerca con il suo rifugio CAI.
Discesa per il rifugio Leveasso - Padre Rino e da qui, lungo il percorso "triangolo rosso pieno", ritorno a Campo.
Ottimo percorso di allenamento, ambiente della parte superiore molto bello, panorama eccezionale dalla Corsica al Monte Rosa.
Sentieri sempre ben tenuti e segnalati.
Con Emily e Luca.


[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: ok
Non eravamo mai saliti all'Argentea con questo ottimo itinerario. Giornata ventosa, soprattutto nella parte alta, con ottima visibilità verso il mare a 180 gradi, dallo spezzino a capo mele. Discesa per la stessa via, ma con ritorno alla Collettassa seguendo la "diretta" segnata con tre bolli rossi.
Con Anto e Cleo.


[visualizza gita completa]
Giusto per far entrare un po' di umidità nelle giunture. Fatto il giro come descritto in relazione.Nebbia e nuvole. Bel giro comunque.
Quattro stelle per il panorama... solo immaginato.

[visualizza gita completa]
Con un meteo così non si poteva far nulla d'altro se non una camminata su sentieri: da S.Anna di Lerca siamo saliti sul Rama facendo una delle poche salite di 1000 m consentite in Appennino Ligure, poi Alta Via e rifugio dell'Argentea.
Scesi lungo il sentiero della stella fino a Campo e poi asfalto per tornare all'auto.
Vento terrificante che ti butta in terra e piuttosto freddo, ma che non ha fermato nessuno. Con Fabio, Riccardo ed il cane (che non sembra aver patito molto).

[visualizza gita completa]
Saliti da Campo per il sentiero "Stella Bianca", dapprima nella nebbia, poi giunti alla Collettassa il cielo si e' aperto. Bel panorama ma molto vento in alto. Seguita la crestina sommitale (rocce molto viscide) fino ad incrociare il sentiero che scende a sin al Rif. Padre Rino. Discesa solita per il sentiero segnalato con un triangolo rosso pieno.
Sentieri ben puliti e ottimamente segnalati.
Con Emily. Gita di allenamento.


[visualizza gita completa]
nulla da segnalare
Ultimo giorno di festa :-( bella salita tirata, con Roberto, Daniela Giulio Alberto Massimo e il duo "pesi leggeri" Grazia e Giovanna"


[visualizza gita completa con 1 foto]
Bell'anello questo di oggi, peccato per il tempo con tante nebbie e poco sole.
Seguito il sentiero Stella Bianca e ritorno con Triangolo Rosso. Dal colle Collettassa alla cima con qualche attenzione per terreno bagnato e scivoloso valutabile in EE, anche la crestina che porta al Rifugio Argentea.
Sentieri perfettamente segnati
Con Maury e Renè



[visualizza gita completa con 2 foto]
note su accesso stradale :: buono
Abbiamo preferito salire per la normale,viste le nebbie al mattino, che poi si sono disciolte sotto un bel sole,lasciando qualche velatura specie verso Nord
Soppraluogo,per quella che sarà l'ultima gita sociale del Cai Mondovi'.Visto il tempo ,oggi in Piemonte direi che siamo stati fortunati a trovare il sole e temperature quasi ancora estive,a parte un po' di vento in quota.Peccato per il panorama compromesso dalla foschia.Saluti ai soci e amici di gita ;Germano,Maria,Federico e al gruppo incontato in cima


[visualizza gita completa con 4 foto]
giornata meravigliosa e caldissima: in salita fin troppo ! diverse vipere arzille in giro ...

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok, in auto fino alla sbarra
sgambata mattutina vicino casa, alla faccia delle code in autostrada e del meteo incerto sull'arco alpino.
salito per il sentiero stella e rientro per la normale. invece della discesa rompiginocchia dalla cima al leveasso, consiglio di ritornare alla collettassa e raggiungere da qui il leveasso per il meraviglioso sentiero latronato.
indispensabili pantaloni lunghi e bastoncini: in estate oltre all'erba lunga che potrebbe nascondere zecche e vipere, migliaia di ragni (per fortuna pacifici ma grandi come rane) amano stendere le loro tele proprio sul sentiero. avvistati caprioli.
Se una mattina d'estate un pescatore... essendo in attesa che finisca di asciugare la vernice bianca data al gozzo il giorno prima - e cmq essendo troppo afoso per remare - decidesse di alzarsi di buon'ora e fare due passi in montagna?
Cosi' deve aver pensato Baciccin, che, preso il secchiello della vernice avanzata, decise di utilizzarla per segnare quel sentiero che, percorso da bambino, era utilizzato dal nonno contadino per raggiungere nel piu' breve tempo possibile i prati della segagione presso la cima dell'Argentea.
Non rimaneva che scegliere il segnavia, che doveva essere diverso da tutti quelli già in uso da quelle parti. Scelse una stella.
Fu così che, letteramente immerso nel verde della macchia mediterranea, tra i mille profumi di eriche, mirti, cisti, creò il suo capolavoro: una stella ogni dieci passi, poste, dove ancora presenti, sui muretti dell'antico percorso ma, più spesso, direttamene sulle serpentiniti, che vedevano così ingentilite le forme contorte dovute alla loro natura metamorfica.
Il problema fu che faceva caldo, troppo caldo, e Baciccia, da pescatore, aveva dimenticato che da queste parti, con l'avanzare del giorno, la brezza di mare trova un ostacolo alto oltre mille metri e non trova alro sfogo che spingersi su per gerbidi e pietraie, ovviamente condensando e formando così tipici banchi di nebbia.
Baciccia ormai era quasi in cima e non ebbe problemi ad orientarsi, tuttavia successe una cosa imprevista: la vernice non asciugava come sul gozzo, ma prendeva a colare dalle punte inferiori delle stelle.
Essendo la vernice resistente addirittura al mare, chissà per quanti secoli ancora in paese avrebbe riso della sua impresa.
Non trovò quindi altro modo di riparare se non rifare il giro e, con una vernice grigio-verde come le pietre, ritoccare le sbavaure. in molti casi, dovette anche ricoprire i segnavia e fare delle nuove stelle, ma questa volta in autunno, con tempo meno umido.



[visualizza gita completa con 11 foto]
note su accesso stradale :: ok
Da 500mt in su oggi c'era neve, ma si sa, qui dura poco...
Ambiente spettacolare, piuttosto raro in zona con questo innevamento; in alto accumuli anche di un metro! e abbiamo usato le ciaspole, con soddisfazione. Tempo e panorama piuttosto limitati per nuvole basse e nebbiolina
Bella gita (di ripiego) da svolgersi in mattinata. Viste molte tracce di animali e apprezzato la totale solitudine della progresione, solo io e Gianca! ma la prox è scialp


[visualizza gita completa]
in realtà sono salito da una variante che parte dal riparo che si chiama segage di li si sale per una vecchia via con pochi chiodi e qualche segno bianco bella ma un poco sporca di rami ed erba molto probabilmente è riserva protetta e non si puo piantare chiodi (informarsi)
si può scendere poi dalla stella bianca..
in ogni modo molto selvaggia

giornata splendida anche se al mattino fredda


[visualizza gita completa]
Salito dalla via normale (triangolo rosso) in modo da poter scegliere se salire su Rama o Argentea e per osservare il vallone del Lerca in quanto verso il mare mancava la visibilità. Giunto alla testata del vallone seguo il sentiero "A" verso il Rama ma desisto in quanto la nebbia continua a salire e risalgo l' Argentea agganciando la cresta Sud passando attraverso il rifugio Leveasso. Discreta sosta in cima in compagnia di due Genovesi, sole caldo, non si vede il mare ma discretamente la catena alpina. Percorro poi un tratto di Alta Via passando vicino al nuovo Rifugio Argentea soffermandomi per poco su di una cima che credevo il Reixa ma scopro poi essere la Rocca Vaccaria (1167 m.), per il Reixa mancava poco ma il tempo stringe, la giornata è corta, non gioco in casa e sono da solo, cosi rientro per il sentiero "stella bianca" ripassando ancora sull' Argentea che ho visto praticamente da tutte le angolazioni. Versanti sud completamente puliti. Ottima la segnaletica dei sentieri. Sto pensando a tanti bei giri da fare nella zona ...
Buone feste a tutti !

[visualizza gita completa con 9 foto]
Bella gita senza neve, con un vento di tramontana che ha fatto trovare tutto gelato in cima

[visualizza gita completa con 3 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 16/10/11 - leviedeinonni
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: Segnavia stella bianca
    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud
    quota partenza (m): 120
    quota vetta/quota massima (m): 1083
    dislivello salita totale (m): 980

    Ultime gite di escursionismo

    26/02/20 - Lera (Monte) da Givoletto per il Monte Castello e Madonna della Neve, possibile anello - madox
    Vento impetuoso e aria fredda. Superbi panorami sulla pianura e su Torino. Pista forestale lunga e poco varia, molto allenante la ripida salita a Madonna della Neve. Sempre ottima traccia a parte ne [...]
    26/02/20 - Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio - robyberg
    Salita al Grignone quasi solitaria, effetto virus, solo 7 persone salite in cima. Neve da poco sotto i Comolli, da qui ramponi indispensabili, neve dura senza remollo. Sole poi velature, nuvole e poi [...]
    26/02/20 - Martin (Punta) e Monte Penello da Acquasanta, anello - anna1092
    Partita con il sole e arrivata in vetta con nubi nere, tuoni e granelli di neve e tanto vento, Punta Martin non delude mai! Completato il giro ad anello.
    25/02/20 - Paglie (Bric), da Graglia per il Col S. Carlo e traversata a Borgofranco - brunello 56
    Giornata peggiore non potevo scegliere. Le previste ed attese schiarite non ci sono state, tutta la gita all’insegna della scarsa (o nulla) visibilità. Di inquadramento neanche a parlarne, si saliv [...]
    24/02/20 - Lunelle (Punta e colle) da Traves, anello - laura59
    Caldo intenso.Sentieri puliti e ben segnati.Arietta fresca solo in vetta.
    24/02/20 - Sapei (Monte) da Comba, anello per il Colle Arponetto e Rocca Sella - mario-mont
    Sentieri ormai completamente sgombri da neve. Tutto il percorso ribollinato di recente, a parte il tratto Arponetto-Sapei, senza segnaletica.
    23/02/20 - Pian Spigo (Punta) da Vonzo - andrea.paiola
    Saliti più o meno fino alla cresta, c'è ancora un sacco di neve nelle zone in piano e il caldo l'ha resa liquida, quindi si sprofondava fino all'inguine dopo le 11... un calvario tornare al Santuari [...]