Sbarua (Rocca) Torrione Bianciotto - Spigolo Bianciotto

Scalata di gran classe, ideale se concatenata con la Gervasutti.
Uno schizzo delle vie sul torrione non guasterà per non confondersi nel primo tiro con la linea di sx (variante diretta) e quella di dx (flash gordon).
Passo difficile sul primo tiro prima di un chiodo ma i movimenti più estetici arrivano sul secondo quando si aggira lo spigolo due volte ...
In uscita siamo andati a prendere una corda fissa gialla vs sx e poi in cima al torrione abbiamo cominciato a scendere per tracce (sempre vs sx faccia a monte)... ma ci siamo persi subito (ebbeni si in Sbarua!) parlando dei libri di Zola e quindi ravanage in picchiata verticale fino a ricongiungersi al sentiero segnato... tutto per godersi di più la birra finale!

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Attenzione ghiaccio ultima r,ampa prima del park al Dairin
Erano anni che non vedevo sbarua deserta o meglio, tutta per noi! Dopo la Gerva, attacco diretto(difficile..) di quella che considero il capolavoro assoluto della Rocca, sferzati da un vento impetuoso ma giornata di una bellezza straordinaria..con Mire dopo due anni di attesa ...finalmente le spalle cominciano a rispondere ..merenda pazzesca fuori dal rifugio coi gestori e il sole lontano che tramonta ...bell’inizio

[visualizza gita completa con 3 foto]
Sempre bella, per di più ora che è stata ripulita e riattrezzata.
Per la precisione, la "Diretta Bianciotto", è una variante al solo primo tiro dello "Spigolo Bianciotto". Il tiro che sale dritto sopra la seconda sosta, appena a destra del Bianciotto, è il secondo tiro di "Flash Gordon", che ha anche l'uscita in comune con il "Bianciotto".
Con Francesco.


[visualizza gita completa]
Fantastica. Stavolta percorsa con le scarpe da ginnastica, primo tiro più impegnativo del secondo.
La diretta sembra un bel tiro ma è molto (troppo) invadente e disturba la via classica.
Richiodatura perfetta, non fermarsi a sosta con cordone blu ma continuare sulla seguente. Uscita a piedi seguendo il mancorrente giallo verso sinistra, facile e senza neve (seguire segni bianco-blu e frecce rosse per la discesa).
Con Andrea.


[visualizza gita completa]
Saliti sulla Diretta Bianciotto: bellissima via, peccato sia solo di due tiri! Il secondo tiro va a sinistra e aggira lo spigolo, la variante diretta sopra la prima sosta è un 6c.
Con Frenk


[visualizza gita completa]
Interessante zona ripulita, riattrezzata di recente e con diversi mono e bi-tiri sportivi che sembrano belli e medio-difficili. Noi fatto solo la diretta bianciotto, che per me aggiunge qualche metro di scalata in piu' e di maggior difficolta' e quindi la considero come "valore aggiunto" alla via

[visualizza gita completa]
Abbiamo percorso la Diretta Bianciotto, in uscita dalla Gervasutti-Ronco: roccia magnifica, linea estetica ed elegante, chiodatura ottima a spit.
Scesi con una doppia fino agli zaini.
Con Teobruno, alla grande nonostante il raffreddore


[visualizza gita completa con 2 foto]
Salita dopo Funghi Sacri al Rivero...sempre stupendo!

Con Bunin, prima di chiudersi al calduccio di Casa Canada per il birrozzo di rito con Burdax e il nuovo simpatico compagno di scalate Luciano.


[visualizza gita completa]
Fatta la bellissima Diretta Bianciotto, impegnativa variante del primo tiro sulla sinistra, chiodata nel 2015 da Adelchi Lucchetta e Ricu Foddai, grado 6a/b.
Bianciotto rimesso integralmente a nuovo. Due tiri fra i più belli della Sbarua.
Con Valter.


[visualizza gita completa]
Il primo tiro sale sopra un terrazzo per portarsi al VI spit della diretta Bianciotto.
Da S1 non salire dritto per la fila di fix della diretta (decisamente invadente, secondo me con poco senso passando a mezzo metro dalla via storica) ma attraversare sotto il tetto e poi ribaltarsi a sinistra. Di qui seguire lo spigolo.
Per la gioia di Geniu su una via storica dopo lo scudo di Enea.
Soste e fix ok, discesa con una doppia da 50.

[visualizza gita completa]
In sequenza dopo la ''Gervasutti''
Breve via storica da non sottovalutare.
Protezioni sufficienti, all' uscita del secondo tiro evitare la prima sosta e proseguire 5-6 m. alla seconda molto più convincente.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Solo due tiri di corda ma veramente sostenuti (per chi come me mastica il 5c)...spettacolare l'uscita dallo spigolo per approdare alla sosta, alla fine del secondo tiro.
Secondo ed ultimo pezzo di storia della giornata con Burda...è sempre lui a tirare ed io nella confortevole posizione di secondo...qui le braccia hanno cominciato a cedere, ma il Balestrone è sempre vigile ed attento!
Fine del revival in Sbarua con tre belle vie!


[visualizza gita completa]
Sempre fantastico!!
L'uscita aerea in punta allo spigolo è unica!

[visualizza gita completa]
Attaccata dopo la Bon Ton dello Sperone Rivero.
Tutta in un unico tiro con Sandro e Luca. Discesa in doppia. E a proposito, occhio nella salita a chi scende a lato per eventuali cadute sassi.

[visualizza gita completa]
Fantastico!!! Il secondo tiro è davvero eccezionale, esposizione da orgasmo su buone prese e difficoltà contenute. Quando l'arrampicata è GIOIA PURA!!

[visualizza gita completa]
Attaccata dopo la Gervasutti-Ronco.
Fatto tirello spittato di avvicinamento, molto umido, dal sentiero alla catena sulla base di L1, 6-8 mt sopra la scritta col nome della via (III).
Solo due tiri ma piuttosto impegnativi e molto verticali, quinto grado molto stretto, soprattutto L1..
Occhio alle roccette mobili dentro alle fessure, per poco non rimango appeso staccandone una..
Via aerea cmq molto bella e fisica, integrabile volendo con qualche friend.
Pensare che è stata aperta con scarponi e un solo chiodo sulla via fa pensare molte cose....
Con Mario, Fabio e Luca.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Salita dopo la Gervasutti-Ronco, in un bell'abbinamento storico. Bellissima via nonostante la sua brevità. Via spittata, integrabile in un paio di punti con friend. Incredibile pensare alla sua apertura in scarponi e con l'utilizzo di un solo chiodo... chapeau! Con Lorenzo.


[visualizza gita completa]
Dopo aver salito il tiro diretta allo spigolo si è passati sulla Paolo Giordano. Poi lo Spigolo Bianciotto: sempre molto bello ed estetico! E per finire la giornata ancora saliti lo Scudo di Enea. Bellissima giornata di un vero sole di San Martino. Peccato che per via della Gervasutti Scuola la Sbarua sembrasse un formicaio!

[visualizza gita completa]
delicato il passaggio a metà del primo tiro (e diamocelo sto 6a!) e poi molto bello ed aereo il secondo.
S2 su una catenella un po così... per la doppia meglio salire ancora 4 metri e usare una sosta più solida sulla dx

[visualizza gita completa]
Dopo tanto tempo si torna a scalare con Flavio. Via storica ed estetica...peccato che quel diavolo di passo chiave al primo tiro proprio non mi venga..

[visualizza gita completa]
Dopo aver salito un misto tra “spigolo centrale” e “paolo giordano” ed essere stato abbandonato dal menestrello mi lego con sugo e zani per salire questo classico spigolo… delicata la partenza (bagnata) ed il passaggio sulle fessure a metà del primo tiro; il resto fila via liscio.
Concatenato facilmente i due tiri (sfilando i rinvii dalla sosta intermedia e dal primo spit del secondo tiro); confermo che la sosta sul terrazzino è da evitare! … se ne trovano un paio più a destra e più in alto. Calata di 50 mt comodissima.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Partenza delicata e bagnata, muschio sempre presente. Spit un po' datati, ma solidi. Delicata, nel passaggio chiave e nella partenza del secondo tiro. Non ho capito la chiodatura del primo tiro, primo spit posizionato bene, poi il secondo a dieci metri, poi tre ascellari sul tiro chiave, poi di nuovo distanziati. Dei tre spit ravvicinati ne avrei messo solo uno e poi avrei protetto meglio gli altri passaggi. Sul secondo tiro poco da dire, 4 spit in tutto...abbondanti...sulla catena dell'uscita non ci appenderei nemmeno il cappotto, sono salito di un po' e per fortuna ce n'erano altre migliori.
Cinquanta metri di tiro fatto 60 anni fa in scarponi piantando un solo chiodo...Bianciotto...un pazzo. Estetico e delicato, ma di grande fascino. E come ai grandi alpinisti chapeau. Con il mitico Pittolo, Cicerone del classicismo della Sbarua


[visualizza gita completa]
Molto bella...la classica della Sbarua.
Ringrazio per la piacevole compagnia.


[visualizza gita completa]
Singolo passaggio di VI sul primo tiro, sosta su comodo terrazzino, traverso delicato a sinistra sotto il tetto (V+), ribaltamento ben manigliato sul filo dello spigolo in massima esposizione (V), scavallamento finale a destra e passaggio obbligatorio in uscita (V+).
Protezioni vecchie e un po' arrugginite: ho integrato con un friend all'inizio del 1° tiro, prima del passo di VI. Discesa in doppia nel diedro a destra della via (faccia a monte) o a piedi lungo il sentiero attrezzato.

Desideravo salire questo spigolo da quando lessi l'articolo di Maurizio Oviglia: "Quale futuro per il vecchio VI grado", pubblicato sulla Rivista del CAI n°62 (marzo/aprile 2008):
«Ricordo ancora l'emozione che provai quando, oramai più di 20 anni fa, affrontai il mio primo VI grado. (...)
Ma salire il VI grado di allora, quello che oggi qualcuno chiama "VI grado classico", non era come bere un bicchier d'acqua! Avevo scelto per l'occasione lo Spigolo Bianciotto a Rocca Sbarua, il primo VI grado del Piemonte».
Concatenato con la Gervasutti-Ronco: un viaggio nella storia. CONSIGLIATISSIMO!


[visualizza gita completa]
…dalla cima della normale si raggiunge l’attacco dello spigolo con una comoda cengia che si percorre fino in fondo (2 minuti)
la via (2 tiri) ha un sapore piuttosto “storico” perché si incontrano alcuni chiodi e cordini datati, che personalmente ho preferito evitare utilizzando i (pochi) spit presenti.
Il primo tiro non è per niente facile e secondo me meriterebbe un bel 6a, mentre il secondo (un po’ più semplice) è bellissimo ed esposto.
Noi siamo poi scesi con una doppia da 50m che riporta alla cengia …da cui abbiamo attaccato la “manera di sx”


[visualizza gita completa con 3 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 21/01/12 - andrea bertea
  • 23/05/10 - Framil
  • 25/03/09 - andrea bertea
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: 6a :: 5c obbl ::
    esposizione arrampicata: Sud-Ovest
    quota base arrampicata (m): 1100
    sviluppo arrampicata (m): 50
    dislivello avvicinamento (m): 100

    Ultime gite di arrampicata

    22/04/19 - Bettola (Placconata di) Placche di Sinistra - mdaldegan
    22/04/19 - Coudrey (Monte) Doctor Jimmy - vik
    Tornato dopo un paio d'anni a ripetere questa via...allora salita da secondo di cordata. Via carina e divertente, spittatura corretta, gradi su alcuni tiri un pò stretti..ma sarà che sono scarso :- [...]
    22/04/19 - Coudrey (Monte) Doctor Jimmy - Roby Candela
    Grado della scalata molto strano, da non sottovalutare. Però roccia molto buona, con molto grip (primi due tiri fatti con scarponi). Spittatura ottima, soste nuove attrezzate, a volte affiancate a qu [...]
    22/04/19 - Truna (la) Turel - pinin
    La nostra prima volta alla Turel, inspiegabilmente ed ingiustamente l’avevamo sempre tralasciata. Per noi la più bella del settore, ancor più della Gios, fino a ieri la nostra preferita. Non posso [...]
    22/04/19 - Laouza (Rocca d'la) Spigolo dei rododendri - Davide Bonansea
    via di media difficolta fattibile a persone anche meno esperte che provano a salire da primo, data la facile intuizione dello sviluppo. gli spit sono ben visibili un po più distanziati sui passaggi p [...]
    22/04/19 - Coudrey (Monte) Outside - righini
    Via carina con alcuni bei passaggi. Un po' troppo nel bosco per i miei gusti, può essere un bel modo per raggiungere il settore alto.
    21/04/19 - Castel Presina - Parete rossa Instabilità emotive - Moa
    Avvicinamento semplice se si segue la relazione. Via molto bella, su roccia buona, spittatura extra comfort. Rientro semplice e rapido, praticamente in piano. Bellissima la fioritura delle peonie selvatiche.