Limidario (Monte) da Cortaccio

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Neve fin dalla partenza.
In basso molto dura e rigelata. Nei tratti più ripidi utili i rampant.
Dall'alpe Voiee siamo saliti restando sul lato destro (salendo) del vallone traversando in alto e puntando alla bocchetta di Valle.
Si segue la cresta fino ad un ampio bacino su cui incombono ampie cornici.
Siamo riusciti a trovare un varco poco a destra dell'anticima quota 2138.
Sulla cresta buone condizioni: percorribile con prudenza e con i rampant fino all'erta finale.
Utili i ramponi per il breve tratto finale (ma alcuni sono saliti senza).

In discesa bella neve fino a quota 1600 poi crosta dura nel vallone.
Da 1400 in giù marcia e faticosa.
Il lato del vallone sotto la capanna Al legn ha abbondantemente svalangato con grossi distacchi di fondo.
Grandi cornici in cresta.

gita stupenda in ambiente appartato e solitario ma con panorama eccezionale.
Molto più bella delle salite analoghe sopra il lago di Como: la maggior vicinanza alle alpi pennine-vallesane consente do goderle nel pieno della loro bellezza.
Salita ripida e continua non banale. Il finale è quasi alpinistico: picozza e ramponi possono risultare utili.

Grandi cornici sulla cresta impediscono il passaggio pressochè ovunque tranne in un breve tratto raggiunto con gli sci e a piedi (circa 15-20 metri)

con Max e Roby

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Sci in spalla per il primo quarto d'ora, poi si sale senza particolari difficoltà se non per un breve tratto nella parte centrale dell'itinerario in cui vi è neve piuttosto gelata e dura. Sciata molto divertente sopra con qualche tratto crostoso ma tuttavia non fastidioso; gli sci in spalla si mettono prima al ritorno a causa delle alte temperature. Ciò nonostante, una bella gita, molto appagante dal punto di vista paesaggistico.

Tanta gente, bella giornata e vista spettacolare Lago Maggiore. Con Gigi (promotore della gita) e Raffaele.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: fino a cortaccio
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
bella giornata ieri sul Limidario, tanta gente visti i report dei giorni scorsi e viste le condizioni non ottimali in quota, ma la gita è carina e la vista spettacolare sul lago unita ai bei pendii sostenuti ed ottimamente sciabili ne fanno una gita veramente meritevole e particolare.
La neve neve in discesa nella parte alta non è ancora ben trasformata ma comunque sciabile, sotto meglio.
crestina finale per arrivare in cima molto panoramica ed estetica con bellissima vista lago, ieri si percorreva per metà con gli sci e metà a piedi, utili i ramponi per sicurezza ma non indispensabili, neve non durissima e totale assenza di ghiaccio.
Ottimo gruppo con Laura, Fabio, Pietro, Giacomo ed Olly tutti soddisfatti dell'insolita gita

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: ok
oggi tempo cosi cosi...fino le 9 bello sereno poi velatura quasi completa del cielo...si spallano gli sci x una buona mezzora poi manto continuo fino in cima...Per la cima consiglio i ramponi(il vento di lunedi e martedi a reso la cresta dura e scivolosa)discesa su neve crostosa...a parte gli ultimi 100 mt dove abbiamo trovato un ottimo firn!!
partiti alle 7 45 da cortaccio... alla macchina alle 11.
E alle 14 al lavoro!
io e mauro!!


[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Per la prima 1/2 ora si devono portare gli sci in spalla, poi il manto nevoso è abbondante e sicuro.
Trovata ottima neve farinosa in alto e firn nella parte inferiore.
Itinerario stupendo anche per i panorami.
Partecipanti: Max,Ciois,Luca


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: in auto fino a Cortaccio 1067 m
quota neve m :: 800
Condizioni di innevamento buone, anche nella parte bassa del bosco, peraltro un po' disagevole.
In alto presenza di accumuli da vento e rischio di distacco lastroni sotto carico.
Visto escursionisti provenienti dal dosso est (Alpe Arolgia) tagliare pendii da brivido in prossimità della Bocchetta di Valle a quota 1900 m circa.
gita con il club@avalcotravel.com


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: libero e nessun problema di accesso alla partenza
quota neve m :: 1100
Al riparo in parte dal vento e lungo un tracciato molto soleggiato, tutto sommato possiamo ritenerci soddisfatti per questa scelta. Qualche difficoltà solo nel bosco per la scarsa presenza di neve in alcuni tratti lungo il sentiero di salita. Discesa molto divertente lungo l'ampio pendio e neve sorprendentemente a tratti soffice. Dura e in parte poco sciabile nel bosco.

Il sottoscritto Paolo, Adriano, Giovanni.


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
Fiduciosi nel meteo svizzero abbiamo raggiunto con difficoltà Cortaccio (verglas sulla sede stradale, poche possibilità di parcheggio) Innevamento costante dalla partenza, la nebbia ci ha accompagnati nella prima parte della gita sino all'alpe Vantarone, dove siamo sbucati al sole sopra il mare di nuvole in un paesaggio fiabesco. Innevamento ottimale, abbiamo raggiunto senza alcun problema la vetta (solitamente ostica per via delle cornici). Discesa spettacolare su ottima farina sino all'alpe Vantarone, poi ci si arrangia un po' in basso nel bosco a causa del mancato rigelo notturno.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 900
partiti un po' tardi , abbiamo rincorso la nebbia che saliva piu' veloce di noi . Sbucati al sole poco prima del colletto . In basso neve ghiacciata , tirata a lastre dalle precedenti salite . In alto crosta morbida . Buona la traccia fino alla cima . Oggi x panorama niente lago ma un mare . . . . di nebbia .



[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Strada pulita fino alle prime case di Cortaccio
quota neve m :: 1000
La neve non è ancora del tutto trasformata, quindi poco sciabile nella parte alta; in basso quasi primaverile. I pendii attorno all'alpe Voiee sono molto carichi di neve. Possono diventare instabili se si rialza la temperatura. Grosse cornici sulla cresta. Per la vetta sono consigliabili picca e ramponi.
Gita sempre spettacolare per il panorama, in compagnia di Marco; grazie agli amici di Cannobio che hanno fatto gran parte della traccia

foto su -mei-muntagn.it


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: pulita, tranne gli ultimi 50 metri
quota neve m :: 900
Lasciata la macchina alle prime case di Cortaccio, per sfruttare i bei pratoni iniziali. Neve presente dalla macchina, ma in rapido scioglimento. In alto vento molto forte. Per questo abbiamo rinunciato alla cima, fermandoci al pluviometro, dove si arriva con gli sci.
Oggi la gita era piuttosto frequentata (stranamente). Incontrate una decina di scialpinisti e alcuni ciaspolatori.
Un saluto al nutrito gruppo di scialpinisti di Borgomanero incontrati lungo il percorso
Foto su
-mei-muntagn.it



[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 980
quota vetta/quota massima (m): 2188
dislivello totale (m): 1200

Ultime gite di sci alpinismo

24/06/19 - Basei (Punta) dal Lago del Serrù - ing.faletti
Nessun rigelo ma buona sciabilita anche nella parte bassa. Critico il pendio a 2700 con valenghe spontanee in discesa Arrivati a colle agnel con gli sci
23/06/19 - Arselle (Pointe de l') da le Pont de la Neige, anello per i Colli Calabourdane e des Fours - lakota
La neve è diminuita, ma il giro è ancora fattibile. Panorami speciali, neve dura al mattino versante val d'isere, invece al ritorno neve ottima; abbiamo fatto il giro al contrario: salendo al col v [...]
23/06/19 - Bezin Nord (Pointe de) da le Pont de la Neige - c.ale
Gran chiusura di stagione all' Iseran. In tranquillità alla Bezin, buona discesa su primaverile e ripellaggio alla Ouille de la Jave per fare il bel pendio su ottimo firn. Ritorno a Pont de la Neig [...]
23/06/19 - Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren - Bubbolotti
Tornato sull’itinerario. Oggi per chi comprava il biglietto prima delle 7.30 (ci siamo stati dentro per 4minuti!) prezzo popolare di 25€. Da Indren fatto il giro dal Mantova dato che il canale era [...]
23/06/19 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - fyplom
Siamo riusciti appena in tempo a passare da Bonneval prima che chiudessero la strada (8.30) per una gara. Meno male. Oggi temperature, panorami e neve strepitosa con risalita gratis sugli impianti.
23/06/19 - Vincent (Piramide) da Indren - gondolin
Parto di buona lena sci ai piedi alle 7.15 da Punta Indren, giusto il tempo di cominciare a scaldarsi e poi cambio di assetto - ramponi ai piedi e sci in spalla per risalire il canalone che adduce al [...]
23/06/19 - Galisia (Punta) dalla Diga del Serrù, giro valli Orco, Rhemes e Isère - cecco81
Degna chiusura di stagione( almeno per la valle orco). Dal Nivolet ci si abbassa un centinaio di metri,poi si pella e si comincia a salire verso la basei,il primo canale è già molto molle il mattin [...]