Jafferau (Monte) dai Bacini Frejusia

osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1800
50 cm di farina leggera senza fondo in rapida trasformazione in gesso più pesante e formazione di lastre, occhio alle valanghe per le prossime gite.

Piste passate dai gatti, con su 10 cm di fresca.
Con Ghemon con gli sci, si è divertito in fresca toccando ogni tanto.

Meteo inaspettatamente ottimo, previsioni sbagliate sia da parte di 3bmeteo che di il meteo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 2200
vedo poca neve, mi sa che ha fatto parecchio caldo, mi porto sulle spalle le ciaspole fino ai 2400 circa... gli impianti comunque funzionano, mi tengo ben lontano e per non rischiare incidenti con altri scialpinisti mi faccio anche una traccia tutta mia, tanto la neve è tutta ventata e ben rigelata...

solo che in basso sotto la crosta è gessosa, invece in alto è ancora farina

la crosta era abbastanza portante la mattina e non si sono formati chissà che lastroni

salendo si alza un vento gelido, sarò anche a -10 se non peggio, e c'è la nuvoletta che ogni tanto copre il sole, ma non rovina il panorama
impianti aperti


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si sale con auto, ma sta cominciando a depositarsi la prima neve sui 2mila
quota neve m :: 2100
Bellissima neve portante su tutto il percorso. Qualche cm di fresca.
Accumuli di fresca in cui ti puoi proprio divertire ma anche a volte un po' ghiacciata e dura.
Sciabile dai 2200slm in su.
Il piano era di partire tardi e farla con calma perché davano bello nel primo pomeriggio: speravo quindi di arrivare in vetta e ammirare il panorama.
Partito dalla stazione di Bardonecchia alle 9:45.
In pratica ha nevischiato quasi sempre, ho passeggiato un po' nei boschi di larici, sono arrivato alla stazione sciistica Jafferau quota 2650 e non si vedeva molto.
Erano le 13 percui ho fatto pranzo e poi sono sceso. Non c'era molto vento ma faceva parecchio freddo: la temperatura percepita era sotto i -10.
Scendendo è uscito un pochino di sole e continuava a nevischiare


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 2200
Ecco una gita adatta ad una giornata dal meteo incerto: partito dal parcheggio della seggovia fregiusia (quota 1350) in compagnia dello scroscio della pioggia, ho messo le ciaspole a quota 2100 circa, in presenza di pochi cm di neve. Neve, che diventa consistente solo dai 2500 m in su', ma cambiera' presto co nuove precipitazioni annunciate per domani. Oggi molto in alto si potevano osservare 20 cm di fresca bagnata o umida. Salito dapprima alla testa del ban (pietre non ancora ben coperte) e poi allo jafferau ( terreno gia' piu' omogeneamente bianco). Oggi era un po' da amatori in crisi d astinenza da neve..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 2000
Salita senza traccia sui pendii ripidi delle piste di destra. La neve continua inizia a circa 2100 metri. Io e Nicola abbiamo raggiunto la dorsale di destra mentre Massimo e Mauro hanno preferito prendere la salita più diretta ma meno panoramica. Volendo si poteva salire senza ciaspole ma i pendii molto sostenuti e gelati avrebbero consigliato i ramponi. Durante la discesa la neve ha mollato un pò e si avrebbe potuto fare a meno di ciaspole o ramponi.
Salita condivisa con Massimo, Mauro e Nicola in una giornata inizialmente soleggiata e successivamente variabile ma senza pioggia.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1700
molti ski alp sul percorso
seguito le piste e lo ski lift poi deviato a destra

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1700
Ottima giornata, ma molto caldo in particolare dopo le 11. Poca neve sul versante esposto a sud, di più nel percorso classico che passa vicino alle piste; tuttavia, fino alle 11 la neve è restata dura, il rigelo è mancato solo nei primi 5 minuti di cammino dalla partenza.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1500
Bella gita finalmente con bel tempo. fino alle 12 neve portante, poi sfondosa. Usato le piste , praticamente deserte.
con Robi e Gabriella


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
La neve comincia a scarseggiare in alcuni tratti e sembra che gli impianti chiudano domani. Breve e facile gita di cazzeggio a bordo delle piste (ormai poco frequentate) fino al loro termine, poi ultimi 100 m circa su ripido pendio dove la neve è un po' da cercare. Giornata con meteo discreto e bel panorama dalla cima. Con Claudio (Gaijin) e Graziano (Spinoza).

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: strada pulita fino ai bacini
quota neve m :: 1900
Classica di primavera! Volendo si poteva fare la salita anche senza ciaspole ma avendo preso le massime pendenze della pista "belvedere" dovevamo almeno aver messo i ramponi visto che la pista era completamente ghiacciata.Ci siamo quindi fidati delle ciaspole ed è andato tutto bene.In discesa Nicola ha provato a toglierle ma è stato un calvario perchè sprofondava continuamente a causa della neve che aveva mollato. Oggi le piste erano ancora aperte e abbiamo dovuto fare molta attenzione agli sciatori che spesso ci sfioravano, forse per farci capire che non eravamo graditi pur procedendo sul limite estremo della pista.La neve in alto comincia a mancare a tratti e non consiglierei la gita agli scialpinisti.I panorami, anche se noti, sono sempre spettacolari.
Condiviso la gita con Nicola in una giornata bella ma fredda!


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
torno dopo 4 mesi allo Jafferau,in quanto la scorsa volta ero arrivato a 50mt dalla cima causa vento e la meta non era convalidata(!??!)
2 ore dall'hotel Jafferau,neve dura al mattino e marcia alle 11,impianti ancora in funzione
panorama appagante dalla cima

1 panino al bar la Capannina dalla barista dai bellissimi occhi


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Si arriva agevolmente con la macchina fino ai Bacini di Frejusia
quota neve m :: 2000
La strada fino ai Bacini di Frejusia è completamente sgombra. In partenza poca neve ghiacciata la mattina e molle al ritorno. Tutte le piste erano chiuse pertanto siamo saliti dalla pista di sinistra percorrendola tutta per poi andare a prendere il tracciato dello skilift Jafferau dove il passaggio degli sciatori garantiva una crosta più portante. A quota 2500 m circa il vento ha iniziato ad essere davvero molto forte alzando nuvole di neve polverosa che a tratti addirittura oscurava il sole. Al nostro ritorno abbiamo scoperto che le raffiche erano a 100 km/h. Con un po' di fatica, a causa del vento, abbiamo raggiunto la cresta e la vetta. In tali condizioni abbiamo potuto fare solo qualche foto e poi siamo tornati a quote meno ventilate. L'intera escursione è stata fatta con i ramponi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nulla da rilevare
quota neve m :: 1900
Poca neve lungo tutto il percorso, quella poca era molto dura che ha permesso una progressione in salita perfetta.
Partito dai Bacini (salito in cabinovia), ho seguito nel primo tratto sino alla partenza degli ultimi skilift (Plateau) la pista da sci che parte di fronte al Ristoro Belvedere, pista chiusa per scarsità di neve, per cui l'ho percorsa completamente (alcuni tratti belli ripidi!). Da Plateau sono salito liberamente in direzione della cima e seguendo i tralicci della seggiovia fino al suo arrivo a quota ca. mt. 2720. Da qui il tratto è breve per arrivare in cima.
In vetta un vento fortissimo e gelido non mi ha permesso di apprezzare il panorama! Vento talmente forte che era difficilissimo riuscire a stare in piedi; poche foto e via.
Salito in h. 1,40
Km. di salita ca. 3,800


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2100
la perlustrazione gulliveriana mi spinge allo Jafferau
bella salita ma nella parte alta il vento era troppo forte
mi fermo all'arrivo dello ski lift jafferau impossibilitato a salire l'ultimo tratto a causa delle raffiche di vento
ora ho capito la via
sarà per la prossima volta

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: senza problemi
quota neve m :: 2000
10 min di portage; risalito le piste fino a giungere sotto l'arrivo della seggiovia del Ban; sciata rilassata su neve sempre facile. Prima gitarella dell'anno (sono un po' in ritardo!)
con tre ciaspolari (Antonio " Belafioca ", Giovanni " supernanni " ed Eugenio.
Alla Capannina i proprietari stavano effettuando dei lavori e ci hanno offerto gentilmente sedie e , soprattutto, genepy. E' poi sopraggiunta una sciatrice in compagnia di un vivace golden retriever.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 2000
Oggi gran gita, dalla cima panorami a 360° grandiosi, una moltitudine di 3000 mt. in fila - Era da un pò di tempo che avevo in mente questa gita, ma essendo lungo le piste di risalita, non è esattamente la montagna che piace a me (troppa confusione) - Ora con le piste chiuse e l'innevamenteo ancora buono, la montagna è a disposizione degli amanti genuini - Oggi partenza alle 8.00 dal parcheggio vicino all'hotel Jafferau e rientro alle 13.00 con orari da skialp, risaliti lungo la seggiovia con le ciaspole sullo zaino i primi 15 min., poi neve dura e continua sino in cima, abbiamo seguito la pista centrale risalendo dei pendii veramente ripidi, tagliando anche nella pineta, risaliti sino all'arrivo dello skilift, a questo punto siamo risaliti direttamente lungo il ripidissimo pendio con l'ultimo tratto tra roccette e sfasciumi sino a confluire sulla cima con un palo in ferro ed una bandiera e la fortificazione - Seguito integralmente la lunga cresta per assaporare a pieno i grandiosi panorami - Foto di vetta con un venticello frizzantino - Rientro con un breve anello per confluire nuovamente sulle tracce di salita presso l'arrivo dello skilift dove abbiamo sostato per la breve pausa pranzo - Durante il rientro a tratti la neve faceva uno zoccolo tremendo - Incontrati alcuni skialp in discesa ed in salita - Veramente una bella gita da archivio tra i cassetti della memoria - Basta solo aspettare il momento giusto poi le belle gite si realizzano
Un saluto ai compagni di gita Dario - Fulvio - Beppe


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ottimo accesso stradale fino all'hotel Jafferau, dove si parcheggia
quota neve m :: 2000
Se vi piacciono i valloni incassati, i panorami limitati, la neve pesante questa non è la gita per voi! Neve con buon rigelo (1° alla partenza), spruzzatina nella notte di pochi centimetri per godere di una vista mozzafiato su decine di 3000 a 360 gradi. Ma siccome siamo diversamente saziabili, dopo lo Jafferau siamo andati anche sulla Testa di Ban: qualche traverso su cornici di neve da fare con attenzione e....la cima!
Con la buona compagnia di Gian Mario e Antonio


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: strada perfettamente pulita fino ai bacini
quota neve m :: 1900
Questa è una gita che non mi delude mai anche se come oggi abbiamo dovuto "condividerla" un pò più da vicino con i "pistaioli".Volevamo allontanarci il più possibile dagli impianti ma la neve era veramente sfondosa e la fatica non ci avrebbe fatto arrivare in punta.Abbiamo quindi optato di seguire le piste stando sul bordo esterno.Sicuramente non si sfondava ma non ci siamo persi neppure uno dei "muri" essendo impossibilitati al taglio delle piste causa sciatori.Non appena abbiamo potuto ci siamo portati sulla dorsale di destra e quì con grande sorpresa abbiamo tolto le ciaspole perchè manca la neve, o meglio c'è ma a tratti evitabili.Panorami sempre spettacolari incorniciati dalle nubi.
Condiviso la gita con Nicola in una giornata discreta ma fredda.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2200
Portage di 20'/30'.
Doveva essere l’Almiane, ma la nuvolaglia che ristagnava sulla Valle di Rochemolles e la parvenza di azzurro che faceva capolino sullo Jafferau ci hanno fatto propendere per quest’ultimo. Partenza con zero gradi al park dei bacini (ore 8.45/9.00) e qualche fiocco di neve portato dal vento; portage di 20/30 minuti prima di pestar neve con continuità e procedere dritti come fusi sempre sulla massima pendenza (gita molto remunerativa per gli amanti dello zero spostamento) su un manto liscio come il velluto, quel tanto morbido da consentire di procedere senza ciaspole fino a 200 metri dalla cima (coltelli necessari per gli ski alp). Notevole il panorama dalla vetta che ci siamo ampiamente goduti fra un refolo e l’altro. Ritorno alle 12.00 su manto sempre semi marmoreo e gran godurioso per gli ski muniti. Incontrati quattro ski alp in cima ed altrettanti lungo il ritorno. Giornata decisamente “fresca” per la stagione. Gita ancora consigliata. Oggi con Adelina, Rita ed i “Gemelli” .


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1900
Sempre bella questa gita.Abbiamo calzato le racchette praticamente dalla macchina e non credevo ci fosse così tanta neve.Abbiamo seguito,quando possibile, le piste da sci sulla destra salendo,poi abbiamo affrontato il pendio finale veramente carico di neve ed arato dagli scialpinisti come non mai.Questo tratto è da affrontare con prudenza perchè con le ciaspole occorre fare attenzione a non smuovere il manto.
Giornata discreta,fredda e con la nuova perturbazione in arrivo.Salita condivisa con Franca e Nicola.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: lasciare la macchina al parcheggio del bacino sopra Bardonecchia
quota neve m :: 2000
Salire dietro il residence seguendo la seggiovia fino alla fine e successivamente tenedo come riferimento lo skilift salre sulla destra fino ad arricare su una cresta con un fortino
Ringrazio Luca e mauro Matta


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1900
Che dire di questa gita,per me ormai stà diventando abituale,vuoi per la bellezza della salita,vuoi per i panorami superbi che si godono dalla vetta.Questa volta,al contrario dello scorso anno, ci siamo tenuti ancora più a destra nel percorso di salita con la vista degli impianti,così lontani,che disturbava pochissimo.Mattinata molto fredda con neve decisamente dura,ultimi pendii ripidi da fare con attenzione,per non tagliarli è preferibile prenderli di petto.Nel rientro la neve ha mollato pochissimo.Per i ciaspolatori la consiglio ancora,per gli scialpinisti direi che la parte alta è ancora decisamente ok mentre la parte bassa è abbastanza rovinata ed è quindi da interpretare.
Condiviso la gita con Nicola in un lunedì radioso ma freddo.Dedico la salita al mio amico Roberto Comino che questa mattina ha deciso di raggiungere il punto più alto del cielo lasciandomi nello sconforto.Addio Roberto...anzi no..arrivederci!!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1800
Partiti alle 7 senza rigelo; leggere pioggerellina che sopra i 2330 è diventata neve. Saliti lungo le piste senza problemi. In discesa nella parte alta in alcuni punti sfondato. Racchette ai piedi dall'ultimo parcheggio del residence, m. 1940. Con Guido, Fiorenzo e Maurizio con gli sci. Una quindicina di umani sul percorso, solo io con le racchette. Con il meteo di oggi è stata una grande racchettata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita fino all'Hotel Jafferau
quota neve m :: 1800
Neve splendida, molto dura fino alle 11. Si saliva benissimo per la linea più diretta, con le punte dei ramponi che mordevano q.b (quanto basta).
Anche in discesa ha mollato pochissimo, tanto che sono sceso senza racchette. Molto divertente e veloce.
Con gli evergreen del CAI Pianezza. Si voleva iniziare la stagione escursionistica, ma la tanta neve ci ha invogliati ad un'ultima salita con racchette e sci.
E abbiamo fatto benissimo. C'è ancora neve per parecchi giorni.
Tempo bello e caldo, una ventina di persone in tutto.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1800
Se ci si tiene sulla destra e lontano dagli impianti di risalita la gita è veramente stupenda.Questa mattina con temperatura sotto lo zero la salita era un pò al limite per la tenuta delle ciaspole.I pendii sono molto ripidi ed in un tratto stavo quasi per mettermi i ramponi ma utilizzando quelli frontali delle ciaspole sono riuscito a venirne fuori.Tempo spaziale e panorama veramente superbo.Abbiamo visto un elicottero del 118 prestare soccorso a qualcuno che sulla Tete Pierre Muret deve aver avuto qualche problema.Mi auguro che tutto si sia risolto positivamente.
La discesa sotto i 2300 metri è stata un pò più difficoltosa causa la neve che ha decisamente mollato.
Fatto la salita con Nicola.Incontrato in vetta solo due scialpinisti che saluto.Se avesse potuto venire Davide sono certo che si sarebbe divertito perchè la neve era decisamente ottima per gli sciatori.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Ok fino ai Bacini
quota neve m :: 1700
Gita strasicura; partiti alle 7.30 con ottima tempertura. La condizione della neve è relativa alla pista, nella parte alta teneva comunque. Panorama stupendo, non una nuvola, assenza di vento e temperatura giusta. Segnalo che la quota di partenza è m. 1908 e la quota della vetta (vedi cartina CTR) è di m. 2815. La traccia GPS che allego è di andata e ritorno per due percorsi diversi, sicuramente quella di ritorno è più appagante (fuori dagli impianti). Finalmente gita non stancante psicologicamente, nessun problema. Alle 11 all'auto, orario perfetto.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1900
Per la serie viva la fantasia... vedo che i miei predecessori nei giorni precedenti la consigliano, e allora eccomi qua.
Purtroppo nella notte delle nubi si sono mantenute attorno alla quota 2000-2200, non consentendo il rigelo alla parte bassa del percorso, impossibile procedere fuori dalla traccia, e anche all'interno della stessa o sulle piste, si sprofondava un po'.
Giunto nei pressi del Bar la Capannina per fortuna la neve è migliorata, diventando perfetta per le racchette, dura il giusto. Seguendo le piste e le tracce dei gatti delle nevi, si procede rapidamente, e in circa 2 ore sono in cima.
Inizialmente nubi basse che rendevano limitata alle cime più alte la visuale, poi si sono dissolte.
Consigliabile ancora per parecchio (ovviamente se di notte gela), anche se la parte bassa presto sarà pulita dalla neve, visto i ritmi con cui scioglieva al pomeriggio.
Sceso all'una, con neve che mollava il giusto.
Molta gente sul percorso, in gran parte scialpinisti.

foto su


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Strada pulita fino ai bacini
quota neve m :: 1800
Gita di ripiego viste le alte temperature previste ed il manto nevoso non dei più sicuri.
Invece si è rivelata una bella salita su neve sempre portante che mollava appena in discesa,vento forte in quota e poca gente sul percorso,ottimo panorama dalla cima (se non si guardano i due tralicci)
Consigliabile per ciaspolatori e scialpinisti.
Oggi in ottima compagnia del collega Marco salito con gli sci.
Informazione di servizio,il bar "La Capannina"è aperto tutto il weekend ed anche durante il ponte del 1°maggio(grazie ai simpatici gestori per il caffè ed il vino).


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: strada pulita sino ai bacini
Partiti dai bacini alle 9,15 e saliti in 2 ore e un quarto. Bella gita, da raccomandare, le 3 stelle sono per il tempo non favorevole, nuvoloso con vento forte nell'ultimo tratto, in cima poi molto forte con tormenta. Seguito per lunghi tratti la pista all'estrema destra salendo, chiusa agli sciatori. In alto la neve è scarsa, abbiamo tolto le ciaspole sotto la punta e proseguito su detriti. In discesa abbiamo rimpianto di non aver portato gli sci, la pista era veramente bella, solo in due o tre punti un pò spelacchiata. Solo al fondo abbiamo incontrato qualche sciatore, gita quindi esclusiva dei magnifici 5 (Piera e Giovanni con la simpatica compagnia di Angelo, Claudio e Marco).

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 22/04/18 - gieffe
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: ski area
    difficoltà: MR :: [scala difficoltà]
    esposizione: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 1922
    quota vetta/quota massima (m): 2801
    dislivello totale (m): 879

    Ultime gite di racchette neve

    26/01/20 - Brignola (Cima della) e Cima Seirasso da Prato Nevoso - roberto vallarino
    Le idee erano per la Cima Seirasso ma vedendoci le ottime condizioni della neve (15 - 30 cm asciutta su fondo duro), al bivio proseguiamo e dopo la breve discesa sfruttando delle tracce di scialpinist [...]
    26/01/20 - Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina - nigando
    Saliti prima lungo la strada poi imboccato il canalone a dx. Non essendoci traccia verso il Colle della Gianna abbiamo puntato verso destra raggiungendo una Cimetta quotata 2650. Salita prevalente con [...]
    26/01/20 - Moro (Monte) da Frabosa Nuova - laika58
    Oggi una bella gita con il gruppo del CAI di Ciriè nel monregalese, tra le alpi del mare, nel comprensorio sciistico Mondolè-Ski - Partenza da Frabosa Soprana dal piccolo parcheggio sotto la partenz [...]
    26/01/20 - Corbioun (Monte) da Bousson - viper
    Da Bousson abbiamo seguito l'itinerario n° 5 per la Capanna Mautino (indicazioni al tornante dopo il park, prendere sulla sinistra), che porta in circa 3 km ad agganciare la strada. Dopo il bivio per [...]
    26/01/20 - Gardetta (Punta) da Oncino per il Bric Arpiol - gianmario55
    Racchette non utilizzate ma ramponi, da noi usati da poco oltre le Meire Arpiol, molto consigliati. Innevamento non eccessivo ma continuo da quota 1500 circa. Neve quasi sempre portante, anche se ogni [...]
    26/01/20 - Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie - margherita dolcevita
    Si parte da Meire Bigoire con ciaspole (o sci) ai piedi. La traccia di salita è ben visibile, qualche centimetro di neve recente ha reso salita e discesa decisamente più piacevoli. Molti scialpinist [...]
    26/01/20 - Ros (Mont) da Mont Blanc - madox
    Gita abbastanza veloce e con neve continua su tutto il percorso... da ricordare il bel rifugio Lago Muffe' sotto la Cima Piana e soprattutto la vetta, semplice ed evidente da raggiungere (bella tracci [...]