Pécé (Pointe de) da Plampinet

Da Plampinet si spallano gli sci fino alla base dell'ampio conoide. Gia' non piu' remunerativo in questo senso. Parlo ovviamente a nome di coloro che di spallare attrezzi quel piu' di tanto manco ne vogliono sapere.
Ancor meno ora che nel frattempo e' trascorsa un'altra settimana, ma qua' con tutta sta neve che sta di nuovo venendo giu'..le condizioni e' facile che vengano a ricrearsi..
Ripagato appieno della lunga escursione alla ricerca della prima neve.. e che neve..scendendolo in sci, tanto piu' bella e ideale quest'ultima andava diventando, man mano che progredivo verso l'alto. Dura solo nel pendione iniziale, salito con i coltelli rivelatisi utilissimi in questa prima fase. Non usati i ramponi, tanta e soffice la neve, a ricoprire la placca sottostante di cui si avverte la presenza ma che non si tocca a uscire dal canale sulla dx. Una rampa ascendente sempre sulla dx porta alla cornice ,che ho dovuto abbattere un po', per cosi uscire agevolmente, e muovere gli ultimi passi fino in vetta su crosta sfondosa, ma su terreno ormai facile.
A scendere calzero' i ramponi, onde evitare spiacevoli scivoloni dalle conseguenze immaginabili..fino al punto da dove decidero' di calzare gli sci, circa a meta' canale nella sua parte piu' stretta, e godermi una discesa di ripido che un po' mi mancava, ma non troppo. Esaltante il pendione sottostante anch'esso bello ripido..nella parte bassa invece la neve aveva gia' mollato un po' e curvare di botto gia' era diventato piu' difficile..ma va bene cosi..anzi benone.
Tre escursionisti d'oltralpe incontrati all'atto di rimettere gli sci in spalla, mi si sono avvicinati curiosi di sapere da che parte provenivo.
il gran pendione dalla sterrata al mattino presto..
tanta neve e di ottima qualita' limitatamente alla parte alta del canale..
come si puo' vedere ravin de la casse quello tutto alla sx non piu' fattibile al momento..
il tratto a seguire una qualvolta usciti dal canale..
dalla vetta al centro la val claree'..
centro immagine al fondo il passo della gran d'hoche..
il delicato traverso a uscire e rientrare nel canale..
farina compressa per una discesa in tutta sicurezza..

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m. :: 1500
Bellissimo itinerario, molto remunerativo anche se ci si ferma prima del canale finale. Noi siamo comunque sbucati agevolmente in punta (ramponi). Ottime condizioni. Nel canale finale lisciata, mentre dal deposito sci in giù farina pressata per tutto il pendione. Inizia a prendere molto sole nel pomeriggio. Stradina di approccio che inizia ad essere al limite..diversi gava e buta ma per qualche giorno credo regga ancora. Ravin de la casse non salibile.
Continua il corso accelerato per V.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Planpinet
quota neve m. :: 1500
Vedo che questo è quarto report. Mai raggiunto cima, impedito da creste, neve, altro. Oggi 4/5 stelle (il Pecè è garanzia). La strada si sale con pelli e si scende a piedi (pietre). - 18 partenza e più o meno un - 10 a imbocco canale. Da 2200 in su molta neve, senza sci si va all'inguine. Gran discesa! Riccardo, Frank, Matteo e Claudia. ORA ottima traccia fino a imbocco canale, poi chi ha gambe e meteo...vada. 5 eravamo e 5 tracce ci sono.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Libera
quota neve m. :: 1200
Fermati all'imbocco della parte del canale più stretta, circa 150m dalla cima a causa della nebbia, peccato, ma non ne valeva la pena, zero visibilità.
Discesa con visibilità sufficiente su ottima farina kompressor velocissima e fredda, che ha meritato una seconda ripellata. Stradina di rientro molto ghiacciata ed esposta in alcuni punti.

Nessuno in giro.
Con Sandro.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1200
Giornata decisamente freddina condita con qualche sbuffo di fresca ''bise'' in salita, - 12 alla partenza da Planpinet; stradina abbastanza disagevole per i residui di valanga nella parte alta; pendio vergine, da tracciare, aiutati da quattro francesi che ci hanno poi superato; io mi sono fermato in cima al conoide, poco sotto l' inizio del canale, i soci hanno proseguito con uscita non facile;
discesa su polvere un po' pesante su fondo duro dall'inizio alla fine dello scivolo, in alto una trentina di cm. che si riducono a dieci in basso; passaggio con cautela nella parte mediana della stradina e poi finale nei prati sopra il paesello su splendida farinella in fase di cottura.
Oggi senza quote rosa ma solo la ruvida compagnia di Denis, Massimo, Enrico, Pietro il palista e la new-entry Erwyn.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Salita su traccia ben battuta con gli sci fino all'ingresso del canale. Poi su a piedi fino in punta. Poi sceso il canale con gli sci (tranne un breve tratto troppo magro) e poi giù per il conoide in buona farinella già parecchio tritata dai passaggi di oggi e qualcuno dei giorni scorsi. Ora non rimane più molto spazio intonso, ma ancora qualche curva per chi si sa accontentare!!
Nella parte bassa la neve comincia a mollare quindi se rigela potrebbe formarsi crostaccia..
Grazie a Marcello per la compagnia e a Stefano, Francesca, Alo e gli altri che ci hanno seguito a breve distanza!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
nulla da aggiungere a phi_86. bella gita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Planpinet
quota neve m. :: 1400
Già poco convinti per la quantità di neve, io Dario e Francesco ci siamo fermati all'imbocco del canale: neve all'inguine. Discesa mistica su fresca fresca in puro stile free rider. Un po' di crosta alla fine del conoide. Infine bella discesa su Planpinet evitando la strada. NB: a sud ovest tutto trasformato, a sud est ancor di più. Perciò il Ravin de la Casse è uno scivolo da slavina senza freno. NNBB creste degne di nota incombono dal Pecè ma dato la zona freezer dovrebbero star ferme.
Compagnia perfetta. Da sottolineare il tragitto totalmente intonso. Verso metà percorso ci ha raggiunto una coppia di francesi. Per il resto grande e bella solitudine.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Siamo partiti con l'idea di "andare a vedere", perché, l'impressione avuta ieri al P. Davin era di condizioni precarie con rischio abbastanza alto, anche confermato dai bollettini.
La speranza di trovare farina pressata, è stata solo in parte soddisfatta.
Il pendio dal basso presentava 100/150 metri di crosta da rigelo liscia e portante, fino a dove il pendio si stringe venti centimetri di farina fredda su fondo duro liscio, dove si stringe ulteriormente e dentro il canale farina compressa grazie a una slavinetta superficiale.
Ci siamo fermati, anche oggi, a 5/10 metri dal colletto di uscita perché, appena il canale non era stato purgato dalla slavina, ci si trovava su un buon metro di farina inconsistente.
Stradina gelata al mattino e pappetta in discesa. Dal primo tornante scesi su cremina liscia fino al parcheggio.
In ottima compania


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Planpinet
quota neve m. :: 1400
Bissata con Dario. L'idea era arrivare in cima, invece...al solito posto. Anzi un po' prima. Puntuale come il destino apres midì è arrivata la perturbazione. Niente di che, neve niente (fiocchetti svolazzanti) solo scarsa visibilità. Per il resto discesa mitica. Ad essere precisi il Pécé è un ottima gita di sci alpinismo: ci si ferma alle rocce prima del canale e poi si scende in un conoide GELIDO e perciò che tiene il fresco a lungo. A piacere si sale un bel canale ondulato, oggi con neve tritata e pesante.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Planpinet
quota neve m. :: 1400
Ivano e Rocco detto "Klauskinschi". Come detto dall'allegro gruppone della Sueur: -14 ma, non essendo al sole, siamo rimasti su ottimi -8/-10 per tutto il percorso (la temperatura manterrà neve perfetta!). Quante "gite perfette" nella vita? Mica tante. Questa è una di quelle. Saliti fino al limite con sci (a tratti: 1 mt neve) Poi Klaus batte canale intonso senza troppo andar giù. A pochi mt dall'uscita un insormontabile crestone ci ferma. Peccato, per foto e panorama e gelo, ma sicurezza viene prima. Discesa 6 stelle, sia canale sia il mitico conoide (ripeto: sarà fresco a lungo). Ovvia gran fatica dei 2 mezzetà. Rimarranno nella memoria l'ambiente severo, le guglie, gli anfratti, i labirinti.
Viste nei report incertezze sul percorso. Klaus ci azzecca al volo: in fondo A DESTRA. La versione giusta è quella di MASS MASS, anche la foto. Si vede all'ultimo ma poi è evidente. Forse chi è andato a sin si è fatto tirare da un'apertura simile ma che poi diventa un budello. Allego foto. Quella di Mone nel canale non mi sembra giusta. Occorre verifica.


[visualizza gita completa con 9 foto]
quota neve m. :: 900
Peccato per il vento che nei giorni precedenti ha lavorato un pochino. Giunti alla base delle rocce siamo saliti per il canale di sinistra, molto stretto, pochissima neve e molte rocce affioranti nella metà inferiore. Discesa obbligata sul lato opposto per l'itinerario classico come da gita precedente.
In compagnia di Mone, tempo stupendo, partiti da Plampinet con -19°... il sole lo trovi solo in cima.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m. :: 1200
Grande scelta di Luca che l'aveva adocchiata qualche giorno fa dalla Sueur. Tutta la gita è in condizioni praticamente perfette. La salita del canale terminale è agevole con ramponi su ottima neve, a tratti pressata. Per uscire sulla dorsale che porta alla vetta abbiamo dovuto rompere la cornice che però non è pericolosa. La discesa è stata spettacolare. Ottimo il canale con neve sicura e perfetti i pendii sottostanti con la libertà di curvare dovunque. E' addirittura possibile evitare i tornanti sotto San Roch scendendo il pendio a dx faccia a valle su 2 dita di farina appoggiate al fondo duro.
Che dire di più, grandissima giornata con una compagnia allegra e numerosa che è arrivata in punta in ordine sparso. (Luca, Orfo, Enrico, Gulli, Popi, Marco, Carlo, Alberto)


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: In auto a Planpinet
quota neve m. :: 1500
:: scialpinistica
Questa volta, dopo avere risalito tutto il pendio fino alle roccette che lo delimitano in alto abbiamo anche risalito il canale piuttosto stretto che inizia da lì leggermente sulla sinistra salendo. La quantità di neve era appena sufficiente, ma comunque lo abbiamo salito picca e ramponi, sino ad uscire ad una ventina di metri dalla punta. Questa volta abbiamo portato gli sci fino in cima e la discesa è stata entusiasmante. Difficile e tecnica nel canale molto stretto e con fondo ghiacciato, bella senza esagerare su crosta da vento portante nella parte intermedia, fantastica nella parte bassa del pendio dove la polvere ere veramente il massimo. Secondo noi la gradazione corretta per questo canale, anche se corto, dovrebbe essere 4.2 E3.
Gita in compagnia di Paolo e di Massimiliano che con i suoi "largoni" si è tolto qualche soddisfazione nella parte bassa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: In auto a Plampinet
quota neve m. :: 1400
Tutto il pendio presenta ancora ottima farina un poco tracciata dai numerosi passaggi nella parte bassa del vallone.
Arrivati alle rocce che chiudono il pendio siamo saliti picca e ramponi lungo uno stretto canalino che parte sulla sinistra su ottima neve pressata. Abbiamo portato gli sci fino circa a metà di questo canale e poi li abbiamo lasciati in corrispondenza di una strettoia non sciabile con roccette. Abbiamo poi proseguito sino alla cima uscendo a circa 20 metri a sinistra della punta. Peccato non avere portato gli sci sulla cima, il canale è quasi tutto sciabile a parte due interruzioni per roccette in mezzo al canale. Con un poco più di neve la copertura del canale dovrebbe essere continua. Le pendenze non sono estreme 45° o poco più, l'esposizione è notevole. Vista l'esposizione non abbiamo rimpianto troppo di di non avere fatto tutto il canale con gli sci.
Ho letto su "Ripido !" la relazione della discesa, mi sembra un diverso canale, anche il 4.1 della relazione mi sembra un poco stretto per il canale che abbiamo percorso, forse c'è un'altra possibilità di uscita a destra della punta, andremo a dare un'occhiata un'altra volta.
Gita in compagnia di Costanzo e Lelio che , dopo il Due dita, comincia a trovarsi a suo agio sul ripido.
Memento : Ramponi Sempre


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strada di Nevache
quota neve m. :: 1000
Partiti per salire il Couloir Giau, visto le condizioni della neve crostosa ad Est, siamo saliti nel pendio della P. Pécé, di fronte, in pieno Nord, immacolato e senza tracce. Arrivati alla fine del pendio contro le roccette terminali non siamo saliti in punta. Nella parte finale colate di neve, piccole colate a pera.Circa 700mt. di neve farinosa e vergine sotto i piedi
In comp.di René, cugino e Kira


[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: canale
difficoltà: 4.2 :: E2 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1482
quota vetta/quota massima (m): 2733
dislivello totale (m): 1250

Ultime gite di sci ripido

08/03/20 - Antoroto (Monte) canale NE - ceceme
I primi metri sono molto ripidi e purtroppo solo apparentemente ben innevati. Infatti per circa 10 /15 mt si scende praticamente sull'erba nascosta da 20 cm di neve nuova. Superato questo primo tratto [...]
08/03/20 - Piure (Punta) Canale Nord - vik
Saliti fino alla biforcazione sci ai piedi, poi preso il ramo di sinistra tutto intonso (8 persone nel ramo dx). Proseguito a piedi faticosamente (tanta neve) fino ad uscire al pianoro. Discesa fino a [...]
08/03/20 - Vallette (Cima delle) Parete Est - ecooski9
Tutto intonso... Fighissima... Slavine di superficie ma nel complesso ben sicura!!
08/03/20 - Vallette (Cima delle) Parete Est - teo
Bellissimo, tutto intonso!! Un attimo di riflessione e poi giù, neve ben compattata. Partiti dal frais, alla fine del canale ripellato 150 m fino al colle. Scesi poi dalla comba scura. Cult.
08/03/20 - Quattro Sorelle (Punta) Imbuto N - giole
Saliti da lato Poggio Tre Croci su ottima traccia (grazie!!) che saliva al colle Pissat con una bella trincea. Entrati nella conca svoltiamo a sx iniziando a tracciare l’interminabile conoide su 25 [...]
07/03/20 - Viraysse (monte) Canale NE - Mine Vaganti - jonny_bravo
Bella idea dei soci, io questa linea non l'avevo proprio vista, ritornati poi di nuovo in cima e scesi il canale proposto da Fiorito Garnero per recuperare il bastoncino perso da un componente del gruppo, ottime condizioni in entrambi i canali.
07/03/20 - Bussaia (Monte) da Palanfrè e discesa su Roaschia dal canale Nord - sales93
Era da tempo che vedendo tutti i giorni da casa queste montagna sognavamo di sciarle..canale nord del bussaia con neve a tratti ventata non il massimo poi discesa del Servantun e del Balur su ottima neve. Ambiente spettacolare compagnia top!