Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Ok fino al bivio del rifugio.
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e dove era cotta era comunque ben sciabile. Portage in salita fino all' inizio del piano dei morti poi continua. Sempre comunque una gran bella gita che garantisce una sciata molto divertente. Con Mauro sempreverde.
Buona neve a tutti.
Un saluto al simpatico gruppo trovato in cima e a presto.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Assente
note su accesso stradale :: ok a bordo strada prima del ponte, passaggio strettino oltre
attrezzatura :: snowboard
Molto bella, in punta alle 10,30 e finalmente si viaggia spediti su bella portante, buon rigelo anche sotto la quota della neve. Neve dura, salita in scarponi e ciaspole a prender aria utilizzate solo dal colle in poi. Aspettata una buona mezzora in vetta con l'arrivo di una simpatica compagnia, giornata splendida con venticello fresco e non fastidioso. Fino al colle perfetta neve rinvenuta, al cambio di esposizione primi metri rumorosi poi piegando a sinistra ed entrando nel canale di nuovo ottima trasformata. Verso i piani dopo il laghetto tenersi alti a sinistra, con la tavola si spinge un pò per venirne fuori. Poi ho seguito l'impluvio ancora ben coperto e la gorgia su cui si fa ancora qualche bella curva. Finiti in basso rispetto alla traccia di salita, traversando orizzontalmente per rododendri ed un breve tratto innevato son poi sceso rapidamente sul conoide di pietrisco che porta al piano. In molti hanno comunque seguito la stradina in sci fino al ponte. Salut!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: dal 24 maggio si arriva in auto allo Scarfiotti
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Nulla da aggiungere se non alcune foto che documentano lo stato di innevamento

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Bagnata
note su accesso stradale :: Oggi alle 640 si parcheggiava ancora all altezza della diga ma al rientro le ultime lingue di neve sulla strada erano st
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Come scritto sopra da oggi si riesce a passare arrivando in macchina praticamente allo Scarfiotti, partito 645, sci ai piedi dal Pian dei morti, ottimo rigelo e neve marmorea in salita, utili ma non indispensabili i rampant, in cima alle 10, aspettato un ora a scendere, optato per la normale ma il canale è fattibile ed è stato sceso, (oggi sul presto un tantino duro), discesa eccellente su firn rinvenuto, con ululati di goduria, si arriva su neve sorprendentemente decente su lingue di neve e due gava-buta sopra lo Scarfiotti, non durerà, consigliata!
Oggi solo, ma come dico sempre in montagna non si è mai soli, saluti a chi in cima mi ha fatto divertire con battute virali e a chi è andato al colle con gli sci da telemark, divertendosi


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Assente
note su accesso stradale :: Tutto ok. Oggi ci si ferma 400 metri prima del ponte basso
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
La prima neve si trova subito dopo il ponte bivio per il rifugio, ma volendo, così abbiamo fatto noi, si riesce ad arrivare praticamente al Pian dei morti... poi ottimo fino su. Partiti alle 6.45 arrivati in 3,45 ore, discesa bella in alcune parti, iniziale, dal colle sino al Pian dei frati... poi meno peggio di quello che si poteva pensare.
Un paio di giorni e si arriva in macchina sino al rifugio
Saliti con il fratello e Marco ed il gran nipote davide... prima uscita dopo il fermo non male ... bravi bravi


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Ok fino area pic nic
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Come già segnalato, 45min.di comodo portage fino al ponte prima del bivio per rif. Scarfiotti. Da lì lungo la strada per poi salire diretti ed attraversare in alto una colata di detriti larga una decina di metri. Oltre spettacolo fino in cima. Dieci km di sviluppo e 5 ore di salita con temperatura direi fresca che ha mantenuto il firn in condizioni commoventi fino alle 13, ora della nostra discesa. Forse il più bel Sommeiller di sempre. Con Davide e Dario.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Bagnata
note su accesso stradale :: Strada innevata poco dopo l'area picnic
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo ottimo, 8°C alla partenza alle 6.40, la neve continua inizia al ponte che precede iol bivio per lo Scarfiotti, malgrado il mancato rigelo siamo riusciti a salire sci a spalle fino al piano dei Morti, dove finalmente la neve era ottimamente rigelata permettendo un'ottima risalita, dal colle neve più molle fino alla cima dove tirava un'arietta decisamente fresca. Iniziata la disceva verso le 11, fino al colle stando molto a sx. neve bella che diventava ottima dal colle fino a quota 2700, poi via via più molle ma mai sfondosa, ulime curve tenebdosi a sx dopo aver attraversato i resti di una vecchia valanga che ha cancellato parte della strada.
In compagnia di Marco, una decina di scialpinisi sull'itinerario. Dal numero di auto ferme al ponte di Almiane il vallone omonimo è ancora il più gettonato della zona.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: Bagnata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Strada dissesta ma percorribile con cautela. Interrotta per presenza neve a quota 1.950
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte dall'area picnic a quota 1.950 dove la strada è interrotta per la presenza di grosse lingue di neve. Temperature elevate già alle 7.15. Si portano gli sci per circa 45 minuti e quasi 250 metri di dislivello. Rampant non necessari nemmeno sui pendii più ripidi per la totale assenza di rigelo. Al colle banchi di nebbia hanno ridotto a tratti completamente la visibilità ma un po' di vento ha fortunatamente risolto il problema. La vetta si raggiunge sci ai piedi senza alcun problema. La targa di quota 3.333 posta sul cippo di vetta è staccata. La prossima volta bisognerà portare su un po' di colla per piastrelle. Discesa con foschia e neve molto umida e pesante in quota. Paradossalmente meglio la sciata da 2.800 in giù, dove si scia su residui di valanghe con neve morbida e trasformata. Con Daniela, Danilo e Alberto.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi giornata spettacolare per un magnifico sommeiller.
partiti dal rif scarfiotti, dove abbiamo pernottato, percorso la strada e sentiero con sci in spalla per circa un'ora si arriva a trovare neve continua con buon rigelo ( pian dei frati).
Parecchi sci alp sul percorso . Dalla cima panorama spettacolare.
inizio discesa alle 11.30 su neve bellissima .
In compania di Antonello



[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva 3/4 tornanti dopo lo Scarfiotti
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: telemark
Sommeiller strepitoso: meteo stupendo, ottimo rigelo ma mai ghiacciata sempre ottimo grip e discesa su primaverile commovente.
Ottima compagnia di Sergio e Estella.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: con auto adeguata fino allo scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Circa 4° alla partenza. Portato gli sci sullo zaino fino a pian dei morti da dove vi è ancora una buona copertura di neve. Giornata molto soleggiata e venticello fresco in punta. Scendendo verso le 12.00 neve molto ben sciabile su quasi tutto il percorso, Due del gruppo sono scesi dal canale ovest ancora con neve dura. Nel pianoro a pian dei morti abbiamo spinto per portarci verso il canale che scende direttamente verso la stradina del parcheggio ma abbiamo dovuto attraversare due zone senza neve. Nel complesso una buona sciata.
Con Giampiero, Cesare, Heros, Alberto e luca. Un saluto a Fulvio, Giselle e Sergio. Saluto Enzo del CAI coazze sempre molto gentile e cordiale.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
La nuvolaglia già presente al mattino ha impedito un buon rigelo. Trovata nebbia da quota 2850 in su con discesa ovviamente condizionata. Sotto neve umida fortunatamente quasi mai sfondosa con curve un pò rallentate e un po di spinta nei pianori. Oltre a me e Bruno solo altri due baldi giovani che sono saliti e scesi per il canale ovest ma che hanno dimenticato un paio di scarponi al parcheggio. Per riaverli telefonate al 3271871772.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: necessario fuoristrada
attrezzatura :: scialpinistica
Innevamento ancora ottimo e abbondante! Portage di 10'. 9°C alla partenza e nessun rigelo fino a Pian dei Morti, ma salendo sulla valanga la neve è compatta! Da lì in su non ha mollato nulla e alle 10,30 la neve era perfetta per una discesa commovente! Cremetta dalla cima fino al passo dei Fourneaux, poi velluto morbido fino al Piano. Sulla valanga si scia ancora abbastanza bene fino a 5' dall'auto all'incrocio con un ruscelletto per lavare gli sci! Con Danilo

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: OK fino allo spiazzo del rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza all’alba dallo Scarfiotti con temperature già alte (+8C°), neve continua da pian dei Morti ma scarsamente rigelata, molto meglio da 2500 m.
Discesa su bel firn e parte finale con neve decisamente bagnata e sfondosa, ma ormai si è arrivati, abbiamo ancora sfruttato il pendio svalangato a lato dei tornanti che è risultato ben sciabile e ci ha portato a 5 minuti dall’auto.
Innevamento ancora buono e sfruttabile a patto che scendano un po’ le temperature.
In cima piacevole incontro con Gianni Savoia e socio e graditissima sorpresa nel trovare Marco , compagno di tante avventure, in compagnia del suo socio saliti dalla N
Nonostante la levataccia, la neve così così nella parte finale, ottima gita in altrettanta ottima compagnia del socio Enzo


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Diversamene da 10 giorni fa strada aperta fino al Rif. Scarfiotti. Dal Rif. abbiamo portato gli sci a spalle fino al Pian dei morti, poi neve continua fino in cima.Giornata meteo da incorniciare, un po troppo calda, la neve in alto ne risente poco.Discesa fino al Pian dei Frati su ottima neve , più giù sfondosa e marcia. 5 stelle sopra e 2 sotto . Per ora si arriva comunque quasi fino alle macchine.... durera' ancora per poco.
Grazie alla compagnia di Marco instancabile e Don onnipresente


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva alla diga.
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Il Sommeiller non delude mai, condizioni ottimali malgrado un rigelo al limite fino a 2300 metri, dal pian dei Morti tutto perfetto, in discesa ottimo firn anche se siamo scesi dopo le 13. La strada è percorribile fino alla diga, probabilmente fra qualche giorno si arriverà fino a metà lago dover c'è l'area pic nic, oltre bisogna attendere la pala meccanica.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: con gomme da neve o catene si arriva allo Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
lasciata la macchina sulla strada all'altezza della discesina dello scarfiotti: partiti sci ai piedi - 10 alla macchina
seguito la stradina, poi tagliando in direzione del col Fournoux: fermati 50 metri sotto il colle per le temperature polari (-15?) e per il vento fortissimo
qualche bel tratto in polvere nella parte alta, purtroppo la neve bella e' solo nelle vallette riparate dal vento..altrimenti placche ghiacciate ..
poi seguito stradina fino all'auto
con Cesare e Norby02 , Maruzio, Jo e Cesare poi tutti a scaldarsi con una mangiata a Ulzio !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: fino a quota 2.000 al ponte sul torrente Rochemolles dopo la diga
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Approfittando dell'eccezionale innevamento di quest'anno abbiamo affrontato questa gita nell'antivigilia d'estate, in una data ormai più vicina a luglio che a maggio. Ne è valsa la pena.

Si arriva in auto fino al ponte sul torrente Rochemolles, dopo la diga. Qui i resti di una slavina ingombrano la strada per 200 metri circa. Altre 2 slavine, in corrispondenza di ruscelli, ostruiscono la strada fino allo Scarfiotti, per il resto completamente percorribile. La pala per liberare la strada fino al rifugio dovrebbe arrivare a giorni. Telefonare al rifugio per informazioni in merito. Abbiamo visto tracce di moto fino a Pian dei morti.

Partiti alle 6.30, temperatura a quota 2.000 9,5 gradi, in una giornato con zero termico previsto a 4.800 m. Abbiamo preferito indossare le scarpe, già sapendo che, come minimo, avremmo fatto portage fino allo Scarfiotti. La scelta si è rivelata esatta.

In mezz'ora siamo arrivati al rifugio e abbiamo subito capito che il portage sarebbe continuato anche sui tornanti verso il Sommeiller.

Alle 8, finalmente, abbiamo calzato gli sci in cima al Pian dei morti (quota 2.500 circa), in corrispondenza del bivio fra la strada per il Colle e il sentiero per la Punta.

Di lì in poi neve continua fino in vetta, tranne 2 brevissimi tratti di "gava e butta" sulla cresta dopo il passo dei Fourneaux settentrionale, pulita da sole e vento.

In vetta alle 10.50, dove ci siamo fermati quasi un'ora a godere il sole, la totale assenza di vento e un panorama di quelli rari: il Monviso e tutte le cime delle Cozie; la Barre des Ecrins con le altre vette delle Alpi del Delfinato; i monti della conca di Bardonecchia e poi i 4.000 della Graie: il Gran Paradiso, il Bianco, col Dente e le Jorasse, la vetta del Cervino, i Breithorn e la Dufour.

Abbiamo iniziato la discesa proprio mentre altri tre scialpinisti stavano giungendo in vetta, unici altri in gita sulla montagna. Neve molla ma piacevole fino al passo del Fourneaux e poi ottimo firn fino a quota 2.800 circa, dove è evidente si sia attestata la quota neve in occasione delle ultime precipitazioni. Di lì in poi neve molto "bugnata" e a rivoli per via della pioggia, ma abbastanza dura. Da un lato, è senz'altro non piacevole da sciare, dall'altro, riducendo la superficie in contatto con gli sci, consente di spingere un po' meno nel pianoro che precede la discesa sul Pian dei morti.

Arrivati a Pian dei morti, abbiamo recuperato le scarpe e ci siamo spinti con gli sci fino alla fine del pianoro stesso, dove abbiamo tolto gli sci e iniziato la discesa a piedi.

Gli altri tre scialpinisti sono arrivati sci ai piedi quasi allo Scarfiotti, effettuando alcuni tratti sci in spalla e poi scendendo nei nevai che ricoprono i ruscelli (sulla sinistra dei tornanti in discesa). Questa soluzione sarà praticabile ancora per poco e va valutata bene, valutando il rischio di sciare sui ruscelli con l'ultima neve della stagione.

Personalmente consiglio di portarsi scarpe e un paio di pantaloncini corti per un rientro a piedi meno accaldati.

La gita merita 4 stelle per la spettacolarità dell'ambiente, il meteo perfetto e una sciata complessivamente buona (5 stelle quando la sciata ottima è per 500 metri su 1.300 non si possono dare, nemmeno a metà giugno).

Temperature permettendo, la gita dal Pian dei morti potrebbe essere fattibile per alcune settimane ancora, perché in quota la neve è davvero tanta. Sicuramente a breve sarà possibile arrivare in auto allo Scarfiotti e anche più su. In moto già adesso si arriva al Pian dei Morti. Ovviamente bisogna affrontare la gita sapendo che si tratta di una gita estiva e non più primaverile, ma capace di dare grandi soddisfazioni.

In compagnia di Alberto, che ha scattato le foto.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva bene al bivio per lo Scarfiotti, con 4x4 si prosegue per 300 m.
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Forte rigelo, fino al piano dei Morti meglio con gli sci a spalle seguendo il sentiero estivo, poi neve continua molto lavorata dalla pioggia dei giorni scorsi, da quota 2750 residui di neve fresca fino in vetta. Malgrado un'attesa piuttosto lunga in vetta alle 11 neve ancora molto dura in discesa fino al piano, solo l'ultimo pendio con neve smollata, si arriva praticamente alle auto sci ai piedi.
In compagnia di Tommy al suo primo Sommeiller.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Fino al bivio con la strada per lo Scarfiotti. Consigliabile il 4x4 per la presenza di tratti molto fangosi.
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
La consistenza della neve è primaverile / estiva su tutto il percorso. Si riescono a mettere gli sci al primo tornante della strada per il Piano dei Morti puntando al canale sulla destra (senso di marcia). Sul tratto di strada a 2280, percorribile senza interruzione al mattino, già al ritorno la neve si è sciolta per un buon tratto. La risalita del canale è fattibile senza particolari difficoltà (tratto ripido di pochi metri). Innevamento continuo fino al colle dei Fourneaux, dove c'è il solito "gava e buta", e, dopo il colle, fino in vetta.
Abbiamo sceso il canale ovest interrotto in alto da un tratto di pietre affioranti: la copertura nevosa non durerà ancora a lungo. La discesa successiva, però, è su neve ottima fino all'uscita.
Sotto i 2700 m la neve è compatta, sciabile con continuità ma molto "lenta".
Giornata dal tempo varibile, abbiamo cominciato la discesa del canale con la nebbia (fortunatamente non fitta) per terminarla col sole ....
Con Emily.


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino al 4' tornante sopra lo Scarfiotti
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Mentre i soci arrivati in punta scendevano dal canale ovest, procedendo pian pianotto mi ha raggiunto e superato uno skialp che al colle si e' fermato e ha tolto le pelli non sapendo dove proseguire.
Quando l'ho raggiunto piccola schiarita, molto disponibile ha rimesso le pelli e mi ha accompagnato in cima.
Preoccupatissima che tra cataratta e nebbia non vedevo granche' , in realta' la discesa si e' rivelata piu' facile del previsto grazie a questo Andrea di Villarbasse che mi faceva da apripista ed al provvidenziale straterello di neve morbida pallottolare appena caduta su fondo duro.
Con un po' di visibilita' in piu' sarebbe stata una vera libidine.
Gia' fatto il Sommeiller con il Gsa ma dal Levi Molinari in aprile 2005.
Quasi 2 ore di coda a Rochemolles per la transumanza.
200m di portage.
Un saluto a Guido Petrino incrociato a 2650m.
Grazie a: Igi, Pino, Dario, Gio', Andrea P e ovviamente Ettore coi quali ero in costante collegamento via Brondi

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Parcheggiato al 4° tornante dopo il bivio del rifugio, con un 4x4 si può andare ben oltre, portage fino al pian dei Morti, ottimo rigelo per cui preferiamo salire fino a quota 2700 con gli sci a spalle, dal passo dei Forneaux innevamento ancora continuo. Discesi dal canale pendio sud-ovest in ottime condizioni nella prima parte, seconda parte con resti di slavina che ci hanno fatto preferire i pendii sulla sx, neve spettacolo fino a quota 2600, poi marciotta fino al piano, tolti gli sci abbiamo attraversato il leggera discesa verso i canaloni in pieno nord dove siamo riusciti a sciare fino a pochi metri dall'auto.
In compagnia di Annalisa, Cristina, Francesca e Marco e con la partecipazione straordinaria di Russel Jack.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora una volta al Sommeiller.
Arrivati in auto fino al rifugio e poi portage fìino al piano dei morti. Si calzano gli sci su neve continua.
Nonostante le previsioni la giornata è stata un alternarsi di sole e foschia con la cima quasi sempre avvolta dalle nuvole.
Siamo arrivati al colle e poi sia per la poca visisbilità che per la neve umida e sfondosa abbiamo deciso di scendere.
Discesa non entusiasmante per la neve umida e poco scivolosa.
Con Marcello

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok allo scarfiotti con auto alta
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 8.00 tra gli ultimi dal rif. scarfiotti e portati gli sci fino al pianoro superiore dopo i tornanti. Bella giornata con qualche nuvola sulle punte e vento leggero dal passo in su. Scesi in un momento di schiarita sulla parte alta su neve cedevole ma sciabile. I tratti più ripidi con bella primaverili sul tratto intermedio neve non completamente trasformata e assenza di rigelo gli sci sfondavano leggermente. Per arrivare con gli più bassi possibile siamo andati a prendere il canale tutto a sinistra con un paio di togli e metti. Arrivati alla stradina sul bordo ancora neve che permetteva di arrivare a 5 min dalla macchina.
Con Paola, Stefano, Giampiero e Rodolfo


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada sterrata, ideale da percorrere con fuoristrada
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal rifugio Scarafiotti, raggiunto senza problemi grazie al potente mezzo 4x4 a disposizione. Mezz’ora di portage prima di trovare neve continua su cui salire, con un po’ di nebbia nella vallata e un bel sole sulle vette circostanti. Salita agevole che non ha richiesto l’uso di rampant fino alla punta del Sommeiller. Valutate le condizioni di sicurezza abbiano deciso di scendere direttamente dalla vetta per il ripido canale ovest (OS) dove abbiamo trovato un firn perfetto (ore 11,20 circa). Dopo esserci ricongiunti con la traccia di salita, abbiamo proseguito su neve più pesante e non ancora ben trasformata nella parte mediana della gita. Meglio la parte finale su manto primaverile più che buono. Sfruttando qualche residuo canale e le ultime lingue siamo riusciti ad arrivare a cinque minuti dall’auto prima di dover togliere le sci. Con gli amici Danilo, Luca e Vincenzo

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Scrivo per aggiungere che il canale di discesa diretto dalla vetta è in ottime condizioni. In questo caso si hanno a disposizione 600m a 4 stelle prima di farina pressata e poi di firn. Meteo meglio di quanto mi aspettassi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok fino allo scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciato la macchina 50 m dopo il gabbiotto all'inizio della strada del Sommeiller. Salito al pian dei morti sci a spalle per comodità, in discesa di arriva a 5 min dalla macchina. Rigelo ok discesa alle 1130 su polenta valsusana fino al passo dei Fornelli, poi primaverile per 300 m e infine di nuovo polenta fino al tornante vicino alla cascata dello scarfiotti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Libera fino al rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Gran gita del mercoledì insieme a una dozzina di "evergreen"tra titolari e infiltrati.Buon rigelo quindi neve in gran condizione sia quella vecchia all'inizio che la nuova piu avanti.Io mi sono fermato a quota 3030 circa perche molto stanco.La discesa effettuata con i simpaticissimi Geki di Genova (che saluto e spero di ri-incontrare)prima dell'arrivo del nuvolone che ha inibito la visualita a chi è sceso dopo.Gran bel dopogita con tarallucci e vino e ottima torta offerta da Bianca che saluto eee....n'ambras a touti

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulita fino allo Scarfiotti
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Hanno già detto tutto i commenti precedenti, aggiungo solo che ad oggi si parte ed arriva sci ai piedi a 10 min. dalla macchina;
peccato per l' improvvisa copertura nuvolosa che ha condizionato negativamente la discesa sin verso metà percorso.

Un saluto a tutti i compagni di fatiche e di libagioni.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
come detto da antoniop, oggi alle ore 11 le condizioni meteo sono cambiate, si è annuvolato e la poca visibilità ci ha impedito di scendere su neve ottima. Questo è il motivo delle tre stelle anzichè quattro. Oggi in compagnia di sette evergreen.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: senza problemi
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Registro solo per il nostro data base ha già relazionato Antonio Oggi neve molto bella ancora consigliabile, i canali in gran condizione......fortunatamente siamo scesi presto....

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva allo scarfiotti
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
ottimo rigelo sciabilità 80 su 100 si sale e scende ancora nel canale accanto alla strada sopra lo Scarfiotti il canale ovest e quelli accanto in splendide condizioni anche se oggi un poco gelato al mattino. giornata bella ma alle 11 si e coperto un poco peggiorando la qualità della neve e la visibilità, in ottime condizioni di innevamento e ancora consigliata
con i geki e antonio mettiamo la traccia gps

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Fino al ponte prima del Rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi finalmente dopo la Dormillouse di parecchi anni fa nuovamente una gita di ski-alp con Sergio. Scelta questa meta in quanto il mio socio non l’aveva ancora fatta e per approfittare del portage minimo.
Giornata fredda e visibilità nulla in salita dai 2900 fino ai 3180 (fino poco oltre il passo dei Forneaux Settentrionale). Sull’ultimo tratto buona visibilità. Discesa iniziata alle ore 10:30 su crosta portante fino al passo. Poi siamo rientrati nella nebbia per circa 100 metri di dsl per poi uscirne su ottima primaverile fino al Pian dei Morti. Canaloni finali ancora collegati su neve marcetta e non ancora trasformata
Bella giornata con Sergio in telemark e prima gita per me con gli sci nuovi (Dynafit Manaslu). Prova ottimamente superata. Bel fine gita al Caffè Medail a Bardonecchia.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Scendendo molto presto ancora buona; a meta' gita ho visto due sci-alpinisti scendere su neve dura, verso le 9,30
Scendendo dopo le 11.00 il vento caldo ha fatto danni
Parte alta neve abbastanza dura con tante tracce di discesa (data la visibilita' nulla, non so' dire se bella da sciare)
Parte intermedia orribile, sfondosa Parte bassa decente, molto umida. Sciolinate bene gli sci!
Portage 5-10 minuti. Ancora consigliabile parcheggiare al ponte di legno prima del rifugio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva in auto fino al rifugio
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Arrivati in fuoristrada fino allo Scarfiotti, (ma si arriva anche con auto normale), con foratura intermedia, partenza con gli sci a pochi metri dalla macchina e salita a destra dei tornanti con neve continua. Buon rigelo notturno, non utilizzati coltelli.
Discesa verso le 12 con neve in fase di trasformazione molto divertente; nel pianoro neve un pochettino collosa tendente a frenare. discesa con neve primaverile ammollata per gli ultimi tratti fino alla macchina. Giornata di sole con assenza di vento.
Con Marcello.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK fino al ponte a quota 2100mt
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Purtroppo i recenti fatti familiari han fatto sì che più di un Sommeiller oggi non fosse possibile fare, rinunciando così alla ben più gratificante gita proposta dal socio.
Nonostante si arrivi bene con l’auto fino al ponticello prima dello Scarfiotti, qualcuno ha tentato di proseguire (con auto bassa) sulla neve(gelata) ancora presente su metà strada a monte e a momenti si “catafotte” nel torrente, effettivamente il portage , attualmente di 5 minuti, si sarebbe azzerato…………….. ma perché?????????
Chi è arrivato più tardi è riuscito a proseguire fino allo Scarfiotti, ma al mattino presto non era possibile, a meno di avere auto adatta.
Mai visto un Sommeiller così ben innevato a metà maggio inoltrato, come detto gli sci si mettono dopo 5 minuti, salita veloce su neve ben portante e discesa alle 10,30 su fresca non crostosa fino al colle e poi firn , ad esclusione di qualche breve tratto nella parte appena sotto il colle dove la neve era ancora duretta.
Oggi molto caldo, a parte un po’ di vento in cima , chi è sceso più tardi probabilmente ha trovato neve più pesante in alto e marcia in basso, alle 11,30 c’era ancora gente che saliva.
In zona tutto ancora ben innevato e discesa molto gratificante e divertente, oggi ho capito perché non faccio gite nei we…………………quanta gente!


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: al ponte dello Scarfiotti con auto un po' alta
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata perfetta per un Sommeiller in splendide condizioni. Sfruttando la traccia di un fuoristrada siamo riusciti con un po' di patema a passare il tratto innevato con una ruota nella neve e una nel fango e ad arrivare al ponte a quota 2130 dove una lingua neve permette di calzare gli sci da subito. La gelata intensa della notte e le temperature non troppo alte ci hanno consentito una salita gradevole, usati i coltelli dopo l'ultimo pianoro fino al colle. Discesa da favola alle 12 con crosta portante ammorbidita fino al colle, un breve tratto di neve dura subito sotto il colle e poi tutta primaverile morbida fino al fondo. Con Bruno e Stefano, incontrate altre 3 + 2 persone che salivano dopo di noi. Molta neve dai 2400 in su, non mi ricordo un Sommeiller così innevato.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: causa resti di slavina si lascia l'auto prima del pianoro picnic sotto i 2000m
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Bel Sommeiller con ottimo innevamento continuo e bel tappeto nevoso in discesa. Purtroppo qualche decina di metri di resti di slavina obbligano a lasciare l'auto prima del pianoro, ma in 30/40 minuti di portage si arriva al ponticello davanti allo Scarfiotti dove inizia l'innevamento continuo. Noi siamo saliti direttamente sui pendii e canale di sinistra evitando i tornanti, belli poi anche per la discesa. Folate di vento belle forti al passo, che però non si sentivano una volta passati sull'altro versante e in punta. Ottima e divertente discesa, in compagnia di Cri e Daniele, un saluto a Gianfri e Gianni arrivati in punta poco dopo e che sono scesi dal canale diretto sotto la punta trovandolo in buone condizioni, bravi. Concluso la giornata sui tavoli di Rochemolles con ottima merenda e buon Primitivo di Manduria.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita fino al fondo lago
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Portage ca. 40', poi ottimo innevamento e ottimo rigelo fino al colle, oltre il quale la neve fresca di questi giorni non era ancora trasformata ma sufficientemente compatta da permettere una buona sciata, ottima moquette fino al piano dei Morti, poi neve molliccia ma sempre ben sciabile. Un Sommeiller in spolvero. Una quindicina di skialp.
In compagnia di Tommy.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: fino alla diga
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
percorribilità strada ottima fino alla diga, oltre impossibile proseguire per abbondanti accumuli che non scioglieranno presto; neve dal ponte poco prima del rifugio Scarfiotti; 45 min circa di portage
giornata spettacolare, però: caldo terribile sul percorso, freddo in cima; vento a tratti, sul pendio finale, in cima e, nel pomeriggio, da 200 mt sopra lo Scarfiotti, sino al ponte; neve purtroppo mediocre non ancora trasformata; per sintetizzare si può dire: crosta non portante sia in alto che in basso, si fatica a godersi la discesa; ambiente panorami, percorso rendono comunque più che piacevole la giornata

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Non siamo andati al Sommelier ma abbimo tenuto la dx fino al passo di Fourneaux e di li' in punta al caratteristico dentino.

Bella polvere su tutto il percorso al riparo dal vento .

Con Valentina,Franco,Mauro,Vincenzo,Enrico e Wainer

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Fino al 2° tornante sopra la Scarfiotti (ca 2220 mt)
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Per amatori, ma condizioni ancora più che buone. Rigelo assente ma neve molto divertente e portante tranne che nei primi 100 mt dalla cima.

Per me, però, la più bella gita della stagione! Il motivo si può vedere nelle foto.

Con Eugenia, fortissima malgrado fosse alla prima gita della stagione.
(è mia figlia neh, non pensate male)
Un caro saluto al gruppo di ultra ventenni incontrato durante la salita


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto fin sopra lo Scarfiotti prima dei tornanti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
50 min di portage fino al fondo del pian dei Morti poi con gli sci fino al passo Fourneaux, ancora 50 mt di portage e poi su fino in cima con gli sci.
Iniziata la discesa alle 10,15 su buona neve primaverile fino al laghetto, poi iniziava a mollare.
Prima invernale al Sommelliller ricompensata da ambiente e panorami grandiosi e in ottima compagnia di Renato, un saluto a Carlo e soci incontrati sul percorso.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva sopra lo Scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
L'idea originale era la gengiva della Rognosa d'Etiache,una volta vista la scarsità di neve dell'itinerario e la risalita da fare al ritorno,abbiamo optato per il Sommeiller.
Scelta azzeccata,nonostante il portage fino ai 2400mt ed un breve tratto senza neve dopo il colle,si è rivelata ancora una buona gita,scesi alle 10,15 su bella primaverile senza sfondamenti neanche nella parte bassa,anche oggi una decina di persone su questo itinerario,mi sa però che siamo alla frutta!
Bella gita in altrettanto bella e ottima compagnia di Paolo
Un saluto a Carlodg & soci, incontrato sul percorso con il quale abbiamo condiviso parte della salita e sosta in cima


[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva bene sopra lo Scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Sciabilità 60 su 100 portage di 50 minuti meteo bello discesa alle 10 con neve buona, qualcuno di noi... sceso dal terzo canale partendo da sinistra,molto bello ma con ingaggio un poco delicato nei primi 10 metri poi giu molto molo bello, con ripellata per trovare i compagni, saluto ai due compagni di salita domani le foto.
gita per amatori siamo alla frutta
saluti a tutti


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
50' di portage.
Bella gita in ambiente ma, come ricordavo, lunga. Partiti dal 1° tornante sopra lo Scarfiotti con 50' di portage prima di far scivolare le solette. Neve portante e morbida nei punti giusti; un "gava & buta" al Passo dei Forneaux. Giornata molto bella allo start poi via via rannuvolatasi dal versante Levi/Molinari; da qui, breve e freddolosa sosta in cima e panorama lasciato all'immaginazione. Scesi dal 1° canale a sinistra (Ovest) della Cima dei Forneaux su neve " super grip" e poi su buon "velluto" solo un po' cedevole in falsopiano. Oggi con Bruno e Guido ed una decina di irriducibili.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada piu' sconnessa del solito e gia' ahime' polverosa
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Mattina fresca, con buon rigelo notturno. Solite nubi in salita dal versante Levi, ma cumuli sparsi anche verso la Francia. Brezza frizzante in cima.
Quantita' neve : 0,5/5 fino al pian dei Morti, poi 2/5
Qualita' neve : 4/5 fino a quota 2600, poi 2/5, bugnosa oltre che sporca e brutta a vedersi.
Fatto tutto quello sconsigliato da altri gulliveriani, sceso nel torrente, traversato a mezza costa, ripreso la seconda slavina ( molto magra quest'anno ) un gava buta x attraversare la strada e ancora sulla slavina fino al primo tornante dove erano parcheggiate le auto .
Innevamento residuo nel complesso mediocre , solo un episodio nevoso tardivo sulle Alpi, purtroppo anche quest'anno temo che i ghiacciai soffriranno non poco l'estate.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nn
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
bella gita in un ambiente sempre bellissimo,tempo bello ma sul versante verso il lago delle monache nuvolaglia nera.
Salita su neve dura, non servono coltelli,discesa su neve primaverile leggermente sfondosa nei tratti di poca pendenza.
Bellissima sul ripido.
Trovato amici in punta.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada sterrara con qualche buco abbastanza profondo
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Bella salita al Sommeiller, gita sempre interessante ma ormai quasi al limite. La strada sterrata si percorre con qualche difficoltà ma è meglio avere un’auto con un assetto piuttosto alto. Partiti dal Rifugio Scarafiotti ed è stato necessario portare gli sci a spalle per circa un’ora. Ascensione senza problemi, buon rigelo notturno e rampant non necessari anche nei pochi tratti ripidi. Un po’ di vento freddo in vetta e qualche nuvolone grigio in arrivo ci hanno convinti a non indugiare troppo. Discesa molto bella con neve ben trasformata soprattutto nei pendii più ripidi. Un po’ troppo pesante invece dove il sole ha lavorato di più. Sfruttando lingue di neve si può scendere fino a quota 2.400. Per andare più giù bisogna rischiare un bagno e forse anche altro passando sul residuo e cedevole nevaio sopra il torrente. Percorso, quest'ultimo, pericoloso e sconsigliato. Con Alessandra e Roberto.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
neve dai 2400 in su ca - in discesa seguendo un paio di canali tenendosi sulla sx si arriva sui 2300 - meteo perfetto, venticello in punta, neve dura ancora alle 11.00 quando sono sceso, mollava solo in basso. panorama spaziale, un punto di vista particolare (per me prima volta oggi sul Sommellier) = si vede il Dente del Gigante per dirne una. mai usato i rampant. una decina di persone in giro. ancora buona, vale la pena malgrado il portage.

[visualizza gita completa con 11 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva fino al Rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
La bella giornata di sole e la neve sciabile in ottime condizioni potevano valere le cinque stelle. Ne ho indicate quattro semplicemente per i seguenti due motivi: il primo motivo è dovuto al fatto che, in salita, abbiamo portato a spalle gli sci per circa trecento metri (quota neve a 2450 metri) mentre in discesa abbiamo preso il canale posto tutto a sinistra (scendendo) ma anche così abbiamo dovuto togliere e mettere un paio di volte gli sci per mancanza di neve. Oggi in compagni di 10 simpaticissimi "evergreen"

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok,meglio 4x4
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni buone su tutto il percorso,in salita se si sta su bordo della stradina si possono mettere gli sci quasi subito e in discesa e' sicuramente il percorso piu' veloce ed agevole.Siamo saliti tutto a dx con semicerchio ,evitando la dorsale centrale con i suoi sali e scendi.Ottimo firn in discesa ,una volta raggiunto il Passo dei Fourneaux Centrale (3.110 m)siamo andati a prendere il vallone tutto a sx che porta verso in bivacco Sigot, senza raggiungerlo poi con traverso a dx , quota 2950 circa siamo ritornati sulla linea di salita. Bella gita,nonostante il meteo ,con Valerio,Dario,Stefania,Enrico e le 2 Valentine.....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Ciao a tutti. Prima di parlare della gita, vogliamo ancora salutare l'amico e maestro di sci alp. Mario che ci ha lasciati...oggi il suo pensiero ci ha accompagnati x tutta la gita.
Allora ho messo 4 stelle solo xchè la visibilità ha condizionato l'arrivo in punta. Purtroppo arrivati al colle dei Fourneaux si è chiuso tutto e nonostante l'attesa di una folata di vento (che non c'è stata), abbiamo dovuto girare gli sci e scendere. La neve era perfetta anzi goduriosa. Ha tenuto benissimo mai sfondosa. Con qualche peripezia su lingue di neve, siamo arrivati a pochi minuti dall'auto. Buona settimana....

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi lasciati i nipoti a fare i compiti allo chalet della guida a Rochemolles (ottima accoglienza e ottima cena) con la Vale optiamo per una salita rapida. Alle 7.00 sci ai piedi e alle 10.00 in vetta. Contrasti tra cielo sereno e nebbia spettacolari in salita e ottimo rigelo. Iniziata la discesa alle 10.10 su bella neve dall'inizio alla fine. Le 5 stelle ci stanno tutte anche se la visibilità non era ottimale. Itinierario stra affollato...
In compagnia della Vale.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino al bivio per lo Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi effetto Gulliver: tanta gente lungo il percorso ma senza fastidio. 200m di dislivello sci sulle spalle per trovare neve continua, al colle cinque/sei metri senza neve e poi di nuovo coperto fino in cima. Scesi dal canale ovest su neve buona poi a metà lungo traverso verso sx per riportarsi sulla traccia di salita su neve ottima fino a 2300, ravanando di fianco alla cascata e poi lungo il bordo della strada si arriva sci ai piedi alle macchine. Consiglio di non farsi tentare dalla gorgia ma di rimanere alti ed imboccare la strada per ravanare un po' di meno. Peccato per il tempo che è stato peggiore del previsto ma con visibilità sempre sufficiente per divertirsi.
Con Bubbola, entrambi stanchi per la gita di ieri... Saluti a Gabriele e soci con i quali abbiamo fatto sia salita sia discesa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino al gabbiotto strada non ottimale per auto normale
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata e gita perfetta. Portage di circa 40 min. tagliando i tornanti sul sentiero.Inizialmente tempo bello ma arrivando in punta si è velato leggermente. Visibilità buona neve cotta la punto giusto, poca gente sul percorso e discesa su neve mollata il giusto per tutta la discesa. In basso abbiamo sfruttato il canalone più a sinistra che con un paio di gava e buta ci ha portato sulla stradina e a pochi metri dalla macchina.
Con Fabio ed Alberto che ha voluto provare il canale ovest non in ottimissime condizioni ma ben sciabile.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte poco sopra il rifugio Scarfiotti e per lingue di neve si arriva praticamente alla macchina sci ai piedi. Oggi prima scialpinistica per i nipoti quindi optiamo per questo facile itinerario senza eccessivo camallo...
Per essere la prima uscita bravi arrivano fino oltre metà gita. Io proseguo con veloce sgambata fino a 100m dalla vetta poi il peggioramento meteo e l'incertezza sulle doti di discesa mi fanno scendere veloce. Che dire bravi anche in discesa e sci ai piedi quasi dala macchina.
In compagnia della Vale in versione maestro di sci e di Selene e Michelangelo. BUONA LA PRIMA! La stoffa si vede...


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Sopra lo Scarfiotti
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti per il Roncia ritornati indietro dal noto bivio al secondo tornante sinistro sotto al colle del Moncenisio per nuvolaglia su tutta la valle e iniziale pioggerellina ;in Valle di Susa sole. Velatura ma giornata molto bella neve bellissima incredibilmente si arriva in sci alle auto sopra lo Scarfiotti togliendo una volta sci per 5 metri ma credo ancora per poco .Con Giulia.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino a dopo la casetta del bivio dello Scarfiotti
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
giornata con sole velato ma temperatura perfetta,
Sceso dal canale che nel primo pezzo è molto bello, poi ci sono 100 m. lineari di crostetta, però sciabile; dopo, e fino in fondo, neve molto bella ovunque. Quattro stelle perchè in basso ogni tanto, per arrivare sci ai piedi all'auto, bisogna togliere gli sci per qualche metro. Nell'ultimo tratto conviene scendere sulla lingua di neve ai bordi dei tornanti sopra lo Scarfiotti

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: da rochemolles
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora ottima! 10-15 min di ravanamento sulle scale iniziali, poi neve dura e compatta fino in cima.
Bellissima sciata dal colle in giu su moquette. Si fa ancora per un po secondo me.

Stagione chiusa credo.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok fino al rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
In auto (meglio 4x4) fino al rifugio Scarfiotti. Pochi minuti di portage e poi neve continua fino in punta, salvo due tratti di pochi metri al colle dei Fourneaux. Rigelo così così, ma tutto comunque ben portante. In discesa, sfruttando la neve a lato della strada si arriva alla macchina sci ai piedi. Bella salita e bei panorami, come previsto oggi Sommeiller tutto per noi, un solo altro skialp incontrato sul tragitto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Un po' di fango
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti per fare la Francesetti, ripieghiamo sul Sommelier per inaspettata chiusura del Moncenisio.
Bella gita e bella neve, continua dal rifugio fino in cima.
Discesa buona, peccato per le rigole del tratto mediano. Nel complesso ancora consigliata.
Con Robi e Andrea.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: A32- SS25 - Bardonecchia -Rochemolles- Rif Scarfiotti
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Una delle ultime della stagione. Condizioni di innevamento perfette. Partenza da bivio Scarfiotti sci ai piedi. Canali e pendii sopra rifugio tutti ben innevati (attenzione ad alcune pietre nascoste dall'ultima nevicata). Si tolgono un'attimo gli sci al passo dei Fourneax per attraversare la dorsale poi sino in cima senza problemi. Discesa nel canale Ovest partendo direttamente dalla cima. Condizione canale ottime. In cima aveva mollato un po' ma a metà canale neve molto dura (meglio non cadere per non finire su di un isolotto roccioso 250 m più in basso). Pendenza sui 35/40° (OSA). Non conviene scenderlo sino in fondo per non trovarsi in un bel pianoro dove bisogna spingere. Uscire ad un colletto dove la pendenza diminuisce e scendere gli splendidi pendii verso Sud traversando verso la via di salita. Si arriva all'auto sci ai piedi facendo un po' attenzione alle pietre nascoste.

Partecipanti: Gianfri in compagnia di Alby, Fabio e Valerio


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: tranquillamente in macchina fino al gabbiotto prima dello scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata perfetta per questa gita,partiti presto,e alle 9 in punta, discesa molto divertente fino a pochi metri dalla macchina. Con Walter

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata molto calda ma con buon rigelo notturno che ha permesso una buona salita. Discesa fatta nel canale ovest che era in buone condizioni, da meta discesa neve umida fino alla macchina.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ad oggi bene fino al ponte a 10 min.dallo Scarfiotti
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata calda come da previsioni ma buon rigelo notturno che ha permesso una buona salita;si mettono gli sci a 10 min. dalla macchina. Discesa iniziata verso le 12.45 su buona primaverile che si stava però rapidamente umidificando;un pò sfondosa e lenta sul piano,buono il pendio-canale sullo Scarfiotti,poi per lingua di neve sino a 3 mt.dall'auto!!Un saluto a Sergio e Signora(Il Coppione)Arrivati in cima dalla Nord.
In compagnia di Rosy e Manlio.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva al ponte prima dello Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi gita e condizioni perfette. Ci siamo fatti coraggio per superare il tratto con neve e fango vicino alla diga e siamo saliti in auto fino al ponte prima dello Scarfiotti e ne è valsa la pena. Sci ai piedi dalla macchina con strada ancora ben coperta dalla neve e continua. Saliti seguendo i tornanti della strada fino al Pian dei Morti (consigliabile secondo me mettere subito i rampant alla partenza e salire dritti dal canalone di discesa evitando così i diagonali della strada). Ottimo rigelo e copertura perfetta (a parte 2 metri senza neve al Passo dei Forneaux). Discesa ottima dall’inizio fino alla macchina.
Con papà. Conosciuto in punta b.bepun che saluto e ringrazio per le indicazioni sulle altre gite in zona.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: snowboard
Stupenda giornata da ricordare! Partiti molto tardi, alle 8:00 circa, dalla diga perché un breve tratto di strada innevata ci ha fatto erroneamente desistere dal proseguire, arriviamo in punta dopo circa quattro ore e ci concediamo una lunga pausa. Alle tredici iniziamo la discesa senza troppe aspettative visto l ora e invece perfetta da cima a fondo!!!Gita che sulla carta non si presentava particolarmente adatta alla tavola e invece, complice la neve sempre veloce e mai sfondosa, si è rivelata molto divertente! Si spinge un po'sul piano ma senza mai togliersi la tavola. Bello anche il canale finale che porta al rifugio. Invece quello che scende diretto dalla vetta non mi è sembrato in grandi condizioni(svalangato) anche se oggi ho visto uno skialp che scendeva in compagnia del cane...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto fino a 2100
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Perfetta sotto ogni punto di vista, neve portante anche in discesa, solo leggera paciarina nell'ultimo tratto, ma sciabilissima. meteo e panorama stupendi.
ottima compagnia


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: per arrivare in auto al ponte a quota 2100 m. è meglio avere un 4x4
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Punta Sommeiller è davvero una gran bella classica primaverile dell’alta Valle di Susa.
Itinerario perfetto per ambiente, panorama e qualità della neve.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva al ponte sul rio prima dello Scarfiotti(utili termiche)
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Park al ponte a 10 min prima dello Sscarfiotti, alle 06,30 temperatura di 3°.La lingua di neve sulla strada consente di arrivare sci ai piedi all'auto. Neve primaverile bellissima, dalla cima (freschetto giusto...) morbida su fondo duro sino al passo, dove, passando sull'altro versante era subito più duretta, ma scegliendo i versanti giusti si beccava quella più morbida, poi super firn sino al piano dei morti dove, tenendosi un po altini, passando di fianco al valangone si spinge proprio solo per 3 minuti. Canale finale di fronte allo Scarfiotti ancora ottimamente sciabile con ottima marcetta, qui conviene non scendere sino in fondo per buchi sul torrente, ma a metà passare sui pendii sulla sinistra, poi bordo strada sino alla vettura. Gran bella giornata, ottimo rigelo notturno e temperature ottimali. In base alle temperature dei prossimi giorni potrà mancare un po di neve in basso, ma per ora assolutamente consigliabile. Una trentina di ski alp sul percorso, io con Cri, Waky e Aria 4wd e Lele che saluto.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Con 4x4 e/o termiche si passano gli ultimi residui neve x lo Scarfiott
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: free-rando
Gita fantastica: un Sommeiller sci ai piedi dall'inizio alla fine, tutto su ottima neve (inizio discesa alle 11:15), salvo 3-4 curve su neve sfondose nel canale finale per lo Scarfiotti. Vento forte sulla cresta, al Passo dei Fourneaux tirava giù, ma non freddo. In cima c'è riparo dietro ad un grosso roccione. Senz'altro una gita di gran soddisfazione.
Con Davide, grazie del gitone! Incontrati l simpatico gulliveriano Popino e soci che salivano in diversi punti la parete N. (A richiesta: "Grande Popino e Lore tracciatore di 2 canali in contemporanea")


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva bene fino alla fontana della diga
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Lunga gita da amatori/intenditori. Arrivati con l'auto alla fontana della diga di Rochemolles. Partiti ore 8.00. 45 min. di portage. Nuvole che andavano e venivano (per fortuna altrimenti ci saremmo bruciati). No coltelli. In punta ore 12.30. Do quattro stelle alle condizioni della neve ottime da cima fondo grazie al vento fresco che non ha mai smesso di soffiare ma senza dare fastidio. Panorami ampi e valloni solitari.

Non abbiamo incontrato nessuno lungo tutto il percorso, solo camosci, marmotte e un enorme aquila/gipeto che si è fermata per un bel po' sulla mia testa. Dall'ombra credevo fosse un aereo! Un saluto ai compagni di escursione Dino e Rinaldo e naturalmente a tutti i Gulliveriani.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva in corrispondenza della diga di Rochemolles
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: free-rando
Mi son fermato su un cucuzzolo quotato 2765. Scendendo alle 11:00 ho trovato neve fresca (Pesante) fino ai 2500, poi 50-100 mt di crosta, poi crosta sottile ben sciabile (Si rompe al passaggio e sotto si scorre bene) fino al fondo del Pian dei Morti. Da lì fino alla fine della neve (Ponte sotto lo Scarfiotti) bellissima neve primaverile, persino un pò troppo umida. 4 stelle per non essere arrivato in cima e per il portage in salita e discesa, ma ambiente magnifico e bella sciata giustificano la gita. Tra le 13 e le 14 impressionante il susseguirsi di slavine che partivano dai pendii sommitali del Pierre Menue.
Con Teddy che mi ha pazientemente aspettato fino al mio "cedimento". Ringrazio il gruppo di Giovanni De Rosa per la bella traccia.


[visualizza gita completa con 12 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Pulito fino alla diga
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Dalla diga 50 min. di portage poi dal ponte poco prima dello Scarfiotti neve abbondante fino in cima. Ambiente stupendo con meteo spaziale poco vento solo in vetta. Neve di tutti i tipi ma sempre sciabile fino al ponte. Gitone di 20 km AR. Molta gente in cima saliti anche dal Levi. Con Stefano fermatosi sotto il colle per stanchezza ma che ci riproverá.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Si arriva con l' auto poco dopo il bivio per il Vallone di Almiane
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Attualmente si arriva con l' auto poco oltre il bivio che conduce nel Vallone di Almiane per cui occorre prevedere 50' abbondanti con gli sci a spalla ("portage")
Si calzano gli sci al ponte di legno poco prima del rifugio Scarfiotti. E' nevicato oltre i 2500 m (10-15 cm circa).
La neve caduta è umida e c' è stato scarso rigelo.
In discesa si trovano un pò di tutto: pendii di diversa qualità consistenza comunque sciabili.
La gita è molto lunga e nella prima parte risulta un pochino monotona (preciso che si tratta del giudizio squisitamente personale dello scrivente)


Sfruttata pienamente la finestra di bel tempo prevista per stamattina.
Marilù e Luca Marmo, Roberto Fiore, Alberto Bello, Giovanni De Rosa


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita fino all'altezza della diga, quota 2000 ca.
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Buon rigelo, tant'è che sono salito con gli sci in spalla fino a quota 2800 ca. La strada è completamente innevata fino al ponte a monte del lago, poi ho preferito salire lungo il sentiero fino al casotto del bivio rifugio, volendo è possibile salire con gli sci sul lato nord (tracce), Iniziato la discesa alle 11, pendii perfetti fino al colle, poi neve dura fino a quota 2600 dove iniziava finalmente l'azione del sole, bella sciata fino al gabbiotto. Da qui stando sul lato esposto a sud sonio sceso per circa 500 metri lineari lungo la strada poi tolti gli sci in pochi minuti ho raggiunto un fondo di valanga che permette di portarsi sul lato nord da dove si arriva all'auto con un solo gava e buta, sulla strada purtroppo è gioco forza spingere. Dal gabbiotto se si sta sempre a nord la neve è continua ma bisogna fare i conti con la boschina.
Oggi in completa solitudine sia in salita che in discesa il vallone era tutto per il sottoscritto. Incontrati due skialp in prossimità della vetta provenienti dalle Grange della Valle. Alcuni skialp nel vallone di Almiane.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fin sotto le scale del moncenisio
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
saliti dalle 6,15, scesi alle 11 e la neve teneva ancora, solo un po molle nella parte più bassa
be, sempre con figlia sara e francuzzo, tutto perfetto !!!!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: da bousson
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
non gli avrei dato 2 soldi, invece ottime condizioni di salita, discesa con tutte le nevi ma sciabili, in fondo anche primaverile...
be, tutto ok in compagnia della figlia sara, francuzzo e il pier ! visto solo un altro skialp che ci ha tenuto compagnia anche con il cane tobia!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino al pian dei morti
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: snowboard
In auto fino al pian dei morti, dove iniziano le prime lingue di neve, completamente soli in tutto il vallone,saliti con ramponi su neve bella dura e iniziata la discesa verso le 10 con neve ancora duretta nel canale ovest, a metà canale abbiamo traversato a sinistra su bei pendii già trasformati, giunti all'altezza di un lago re-inforcato i ramponi per risalire un bellissimo ed invitante pendio esposto a nord, già battuto, verso il rifugio Valfredda, gran scelta poichè tutto liscio e moquette eccezionale, arrivati a 20 metri dall'auto con un paio di gava&buta!!
con Fabio, ottimo inizio d'estate e chiusura stagione Snowboard


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: 4 tornante sopra il rid
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita ancora in buone condizioni. Partito da solo alle 6 poco sopra il rif. Velocemente al pian dei morti. Da 2500 rigelo insperato. Sono salito troppo a SX senza passare dal colle. Tolto gli sci su sfasciumi per 100 mt a fianco del canale. Discesa alle 9:40 per il canale perfetto. A metà sono passato a SX per evitare i residui di valanga. Gran sciata fino a pian dei morti su velluto e infine su estiva che molla va appena.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Sopra rif. Scarfiotti
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 8.45 dal primo tornante sopra Scarfiotti. Primo tratto su strada tagliando qua e là poi su sentiero sino al pian dei morti.Quindi sci ai piedi su neve portante leggermente umida. In cima una leggera brezza piuttosto fresca e fastidiosa pertanto permanenza ridotta all'essenziale (max 10min.). Alle 11.20 inizio discesa nel canale ovest (35°) su neve ancora bella dura soprattutto in cima . Più in basso un po' svalangato ma sciabile senza problemi. Verso metà canale conviene scavalcare il costone a sinistra per immettersi su di un bellissimo pendio, da noi disceso su neve vellutata. Prima di raggiungerne il termine , traversare verso sx per riportasi sull'itinerario di salita. Dal pian dei morti seguire sci ai piedi il ruscello sin dove si fa più ripido poi togliere gli sci e traversare circa 100 m in direzione ovest, sino ad imboccare un canale nevoso che conduce ad un minuto dall'auto. (ovviamente fra qlc giorno tale opzione sarà preclusa).
Gita in compagnia di Brun e Fabio .


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: sino al primo tornante dopo lo Scarfiotti
attrezzatura :: scialpinistica
Rigelo scarso ma sufficiente; portage necessario sino al piano, ma noi abbiamo proseguito sci a spalle sino a che la neve teneva, ovvero sino a metà del canale/toboga; più morbida nella parte finale sopra il col Forneaux.
Discesa alle 11,15 su neve morbida ma non sfondosa e perfettamente sciabile; dal piano abbiamo ancora imboccato il canalone a sin scendendolo sino a metà e chi ha voluto sfruttare la neve sino in fondo, con un paio di gava e buta è arrivato a 50 m. sopra le macchine
Giornata bellissima, non fredda salvo la brezzolina sulla cima
Con Giorgio ed Agostino


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: bene poco sopra lo Scarfiotti
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Noi siamo scesi verso mezzogiorno e le condizioni in discesa non erano cambiate. Salita tutta senza rampant, caldo nell'ultima conca ma vento freddino in cima.
Discesa: abbastanza sfondosa ma sciabile fino al colle, poi bella primaverile fino alle lingue finali (qui qualche pietra ma visibile).

Oggi non male senza partire troppo presto.
Con gli speedy Massimo e Beppe.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: sterrata maggiormente dissestata fino all'area picnic
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
La neve diventa continua da 2500 m circa. Usati i coltelli nel primo strappo perché al mattino presto (7,00 circa) era molto duro. Tolti e rimessi nello strappetto per sbucare al colle, ma risultati non strettamente necessari.
Dopo il colle chiazzone senza neve e poi neve che già alle 9 tendeva a diventare molto acquosa.
Per questo, iniziata subito la discesa trovando neve molto umida fino al colle e poi ottima primaverile molto veloce e divertente fino a 2500 m, tranne gli ultimi 200 m un po' ondulati per le sottostanti pietraie che iniziano a sformare la neve.
Disgelo molto marcato e quindi chi volesse fare la gita domani dovrà prevedere di partire molto presto (direi 5,30-6 dallo Scarfiotti).

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: 10 km di strada sterrata non delle migliori
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Sono partito alle 8.30 da poco soprra il rifugio scarfiottti. Sci sullo zaino fino a pian dei morti tagliando i tornanti in mezzora dove la neve é continua fino in punta ( al passo dei fourneaux un paio di metri senza). Sceso alle 12.00 con bella neve morbida su tutto l'itinerario tranne che per brevi tratti leggermente sfondosa. Si spinge in un tratto sui pianori intermedi. Purtroppo non c'è più continuità di neve fino alla macchina pertanto ho preferito ripercorrere a piedi la parte fatta all'andata. Oggi solo qualche nuvola che disturbava il panorama verso la valle di susa ed una leggera brezza fredda solo in punta. Oggi temperature alte, nessun rigelo.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino a 2150 m.
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni, sfruttando i canali finali si arriva a dieci minuti dalle auto.
Grande affollamento: qualcuno è sceso per il canale Ovest (presenza di blocchi di valanga a metà), mentre la maggior pare ha preferito gli invitanti pendii della via normale. Memorabile!Con Andrea S. e Paolo F. Non poteva mancare il video.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: senza problemi fino allo Scarfiotti
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata e neve fantastica!!!! Partiti alle 6:30 dalla macchina e portage fino al Pian dei Morti a circa 2400 metri poi neve continua fino in cima. Saliti seguendo la traccia all’incirca a metà vallone per poi piegare leggermente a destra per raggiungere il Passo dei Forneaux. Arrivati in cima con il primo gruppetto di una decina di persone. In cima temperatura gradevole ed assenza di vento. In discesa ci siamo tenuti tutto a sinistra percorrendo gli ampii pendii con velluto perfetto anche nelle parti basse ed esposte a sud (5 stelle dall’inizio alla fine per qualità neve). Arrivati al Pian dei Morti abbiamo optato per una discesa a piedi fino alla macchina invece di spingere tenendosi sulla sinistra per poi, con un gava e buta in prossimità del ruscello, raggiungere la lingua di neve che porta a 10 minuti a piedi dalla macchina (per questo motivo una stella in meno).
Con papà. Oggi un centinaio di persone sul percorso alcune ancora in salita quando stavamo scendendo.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta fino a 200mt oltre la sbarra
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
In salita portati gli sci fino al fondo del pian dei Morti x comodita'. Poi neve perfetta fino in cima.
Molta gente lungo il percorso,prevedibile viste le condizioni, ma ampi spazi x tutti.
Due ore in cima e discesa alle 12.00: 50min di sciata su neve perfetta dall'inizio alla fine... E gia' ne parlavo scendendo con il mitico Riccardo del gsa Uget : eravamo d'accordo " un pelino molle il pendio sotto la cima, un pelino duro il pendio sotto i Forneaux...." ma poi ci siamo
messi a ridere.... e x dirla alla Toto' "ma mi faccia il piacere...!!!"
Quantita'neve : 1/5 dallo Scarfiotti al Pian dei Morti, poi 4/5
Qualita' neve :5/5 : grazie al freddo di maggio niente bugne, tutto liscio fino alle slavine finali. Rimettendo gli sci sul bordo strada si arrivava ancora fino alle auto.
Strano invece quanto trovato al Pian dei Morti : niente ruscelli di disgelo e/o bedieres : l'acqua nel canale che porta al ponticello sulla strada sgorgava solo dalla meta' in giu'.
Saluti oltre a Riccardo ed Anna anche all'altro ugetino Alberto della palestra.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si parte dallo Scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
30 minuti di portage (fino a pian dei morti), poi rigelo eccellente. Secondo noi la gita è bellissima soprattutto per l'ambiente ma sciisticamente non è molto remunerativa. A parte i primi 500 m sotto la vetta. In discesa il canale che scende direttamente dalla punta non appariva invitante per tracce marcate e piccole svalangate recenti. In discesa abbiamo quindi optato per una variante in canale che si imbocca poco più sotto non eccessivamente ripido e molto divertente che oggi era in condizioni perfette. Lasciato traccia GPS.
Con il grande Pissi, come sempre.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada libera fino Scarfiotti
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Note effettuazione
Sci in spalla in salita fino al Pian dei Morti(q.2500 ca.), in discesa seguendo i canali sopra la strada, si cammina sci in spalla una decina di minuti. Ok rigelo notturno e ottima neve primaverile dalla vetta fino in fondo al canale (inizio discesa a mezzogiorno). Molta gente, ma non troppa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
ottima gita...rubata al lavoro

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino allo Scarfiotti in auto
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Veloce uscita pre-lavorativa. Rigelo perfetto, neve primaverile ricoperta da uno straterello di polistirolo del temporale di ieri; bellissima discesa fino a pochi metri dall'auto. Con Marco, Emilio e Lorenzo

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita ino allo Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
2 cm. di neve caduta nella notte hanno reso questa gita super. Portato gli sci a spalle una mezzoretta per comodità, mentre in discesa si arriva a 50 mt. dalle macchine.
Oggi il canale nord era un velluto. Raramente l'ho visto in condizioni migliori.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva fino al rifugio Scarfiotti
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi nove evergreen sono partiti per il Sommeiller. In salita abbiamo calzato gli sci a quota 2450 metri, in discesa cercando il canale innevato siamo scesi poco sopra il Rifugio Scarfiotti. Il sottoscritto, essendo lento per motivi di dispnea, si è fermato a quota 3159 metri sul passo dei Forneaux settentrionale anche perchè (e questo è successo anche nelle ultime gite) gli ultimi 180 metri di dislivello erano avvolti dalla nebbia (vedi foto). Più in basso visibilità discreta con neve primaverile. Saluto i compagni di salita: Eddy,Mario,Piero, Tino,Fulvio, Franco, Eddy

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita fino allo Scarfiotti
attrezzatura :: scialpinistica
si portano gli sci 10' d'orologio, poi subito rampant necessari sui primi pendii ripidi.
Per noi la gita ufficiale è terminata a q. 2950 m. circa causa vento, visibilità ridotta e la perturba alle spalle che arrivava (il Sommelier davanti a noi era invece già coperto all'alba). La discesa è stata molto piacevole su neve trasformata e molto veloce! Da veri "malati" di fine stagione ci è bastata un'occhiata per una "ripellata" sui bellissimi pendii iniziali e sostenuti che immettono al Pian dei Morti, appena in tempo prima della pioggia!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: la strada sterrata fino al Rifugio Scarfiotti, ideale Suv/fuoristrada
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal Rifugio Scarfiotti grazie ai potenti mezzi (SUV) in dotazione, abbiamo attaccato il ripido pendio iniziale (dopo 10 minuti di portage) alle 7,30 con i rampant a causa del notevole rigelo della nottata. E anche la giornata è stata piuttosto fredda, con tempo prevalentemente coperto e nubi via via più fitte. Alle 10 un fitto banco di nebbia ricopriva completamente la zona sommitale del Sommeiller e, giunti a quota 3.000, abbiamo desistito. La discesa però ha ripagato la delusione, con neve trasformata più dura in alto e poi via via più morbida ma sempre eccezionale al punto da costringerci a “ripellare”. Con Alfonso, Danilo, Tiziano e Vincenzo.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: park davanti al rifugio
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti per primi alle 6,45 dal parcheggio dello Scarfiotti col sereno,3°e buon rigelo notturno. Sci in spalla salendo sul ripido pendio tagliato dalla strada, sbucando sul piano bella neve continua,qui ci passa davanti una coppia (penso sia molalacorda). Purtroppo il meteo cambia e sotto i Forneaux entriamo nella nebbia, l'aria a tratti da spazio a momentanee schiarite, ma subito dopo si richiude. Prima del passo decidiamo che basta cosi' e visto che si sta chiudendo dappertutto decidiamo di scendere. La discesa si rivela buona, anche se per i primi 100/200m la strana luce non fa vedere le pendenze, ma dopo e' perfetta. Incontrato un gruppo di 6/7 ski-alp anche loro molto scettici e da quanto scrive molalacorda penso che anche loro abbiano desistito. Scendendo nel canale del torrente si arriva sci ai piedi alla strada sopra l'alpeggio e da qui in 10 min. a piedi al rifugio. Peccato per il tempo inclemente, sicuramente ieri era un'altra cosa..., pazienza, cosi' a mezzogiorno a casa a preparare la grigliata! Con Cri, W&A 4 wd.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Si arriva al rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 7.00 con meteo prevalentemente sereno e discreto rigelo notturno, sci a spalle fino al pianoro dove purtroppo constatiamo che la nostra meta è immersa nelle nuvole che qualche volta "vanno" ma soprattutto "vengono", poco prima dei Fournaux entriamo nella nuvolaglia, la labile traccia di salita di ieri ci permette di arrivare tranquilli in vetta; vento freddo e panorama uguale a 0, attendiamo una schiarita per iniziare la discesa, i nostri desideri si avverano e riusciamo a ritornare al passo, pochi metri sotto ecco apparire l'intero vallone, ma gli scialp che ci seguivano si sono dileguati, a metà vallone troviamo ancora tre che salgono e poco dopo sempre a causa della poca visibilità non vedo un'onda di neve e mi schianto letteralmente almeno due metri più sotto, caviglia "semikaputt", speriamo di non dover chiudere qui la stagione; a caldo riesco a scendere abbastanza decentemente fino alle ultime lingue di neve a 5 minuti dall'auto.
Con Francesca.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva a poco dal rifugio
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi impegni famigliari mi hanno imposto una veloce gita non lontano da casa,in auto si può arrivare nelle vicinanze del rifugio,residui di neve ostruiscono l'ultimo tratto io,essendo partito di notte,non mi sono fidato di andare oltre l'area attrezzata(molto fango),quindi spostamento....... ma di buon passo in 3 ore dall'auto si è in cima.
Attualmente il portage è fino a quota 2350mt,però in discesa si possono raccordare canali e lingue di neve arrivando a quota 2150mt in prossimità della stradina per il rifugio.
In salita neve dura e ben rigelata poi,da quota 2600mt,4 dita di fresca del temporale della notte(neve pallottolare),veloce sosta in cima per vento non freddo ma fastidioso e poi giù per primo su pendii fantastici ed immacolati dove sembrava di sciare su moquette......,sceso il bel pendio ripido posto tra il colle e la cima Forneaux ed ultimo tratto su bella primaverile fino alla strada in prossimità del rifugio.
Nonostante il trasferimento è una salita che scorre bene senza essere mai noiosa e,con le condizioni di oggi,è sicuramente stata oltre le più rosee aspettative.
Incontrato 6 skialp scendendo e 3 che ho passato salendo

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: solita sterrata sconnessa da Rochemolles
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
completo innevamento a partire dal rifugio Scarfiotti, 50 minuti sci a spalle da sopra la diga di Rochemolles, qualche rara pietra sull'itinerario, neve ottima, non necessari i coltelli,discesa di soddisfazione, solo Wolfango e Ettore dalla diga, altri dal vallone di Almiane

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva alla digha di Rochemolles
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte dalla diga di Rochemolles (area attrezzata con fontana)e si portano gli sci fino al ponte in vista dello Scarfiotti (40-45 minuti)poi neve continua fino in punta.Condizioni eccellenti per questa gita,in alto si trova ancora un pò di farina e neve di riporto dal vento,ma stando sui pendii più soleggiati e ripidi c'è già un'ottima primaverile.Solo noi 5 sul percorso:Giovanni,Mario M,Mario G,Massimo e il sottoscritto+2 che salivano mentre noi stavamo scendendo.In salita abbiamo seguito la strada sopra lo Scarfiotti,in discesa abbiamo fatto il bellissimo canale che scende sullo Scarfiotti.E' una gita lunga con molto spostamento,inutile dire che la partenza deve essere mattutina per non trovare neve pesante e lenta sui lunghi falsopiani durante la discesa.In vetta siamo stati allietati dai canti di due coristi della Grangia (Massimo Fusero e Mario Michela)I nostri tempi indicativi:da 3 ore e 45 minuti a 4 ore e mezza.Buone gite a tutti.

[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciata l' auto (non 4x4) dopo alcuni tornanti sopra lo Scarfiotti. Circa 40 minuti di portage, si calzano gli sci a 2400-2500 m. Neve ben portante e continua fino a pochi metri sotto il passo dei Fourneaux dove per lo scavalcamento occorre togliere gli sci. Simile manovra poco piu' in alto per superare una fascia affiorante di detriti. Discesa iniziata poco dopo le 11, neve piuttosto molle fino al colle, dove l' esposizione non aiuta. Meglio sotto il colle e sciata tutto sommato soddisfacente fino alle ultime lingue di neve, quasi in corrispondenza dell' inizio dei tornanti che portano giu' verso lo Scarfiotti. Gita ormai al limite della praticabilita'
Meta decisa dopo velati suggerimenti di Bruna, che ringrazio per la mia ultima sciata della stagione. Discreta frequentazione del vallone, con sciatori, ciclisti camminatori e motociclisti all'opera. Questi ultimi fortunatamente bloccati da un grosso mucchio di neve che blocca la strada all' inizio dei pianori. Giornata di tempo meraviglioso.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: sbarra chiusa per lavori al bivio con il rif. scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Strada chiusa dal bivio con lo scarfiotti per lavori, quindi calcolare almeno 30-35min di portage fino al pian dei morti dove inizia la neve costante. Conviene informarsi bene quando riapriranno la strada perchè adesso è pulita fino a 2400m (un pelo prima del pianoro) a neanche 5 min dalla neve, quindi una volta che sarà aperta se non fonde troppa neve potrebbe ancora regalare un sciata molto dignitevole (900m di dislivello quasi sci dalla macchina a luglio non è proprio scontato), speriamo quindi che la riaprano in fretta. Oggi freddo non dico invernale ma da inizio primavera decisamente, spolverata di neve dallo scarfiotti in su e fondo compattissimo (un po' troppo lavorato a dir la verità) che non ha mollato niente neanche in discesa. L'idea originale era infatti di fare il canale NO ma la neve era davvero troppo dura (ha iniziato a mollare dopo le 11.30 al pian dei morti!!). In salita quando si raggiunge il laghetto ghiacciato conviene stare alti sulla dx e non passare a sx se no si è costretti a togliere per un centinaio di metri gli sci. Un paio di gava&buta al passo dei fournaux sia in salita che in discesa. Discesa molto "abbottonata" per via del fondo molto irregolare e marmoreo, che però ha fatto sì che i noiosi pianori centrali siano passati abbastanza in fretta.
Un saluto al simpaticissimo e velocissimo Marco di Giaveno con cui ho condiviso la discesa, nessun altro in giro.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
lasciata macchina al 3° tornante dopo scarfiotti... oggi passata la ruspa a pulire ma la frana che cè poco sopra non credo si aggiusti in mezza giornata di lavoro.. 25' sulla mulattiera poi neve perfetta fredda sino in punta dalla normale. Discesa dal canale ancora dura alle 10.30 si poteva aspettare un po' di più.. ma cosi i traversi sotto si sono mantenuti veloci fino al piano.. seguendo le ultime lingue di neve lungo l'acqua e poi un traverso sui prati si va aprendere l'ultima lingua di neve e con quella si arriva a 5' dall'auto... in discesa comunque un po' di metti e togli. se resta questo freddo ( oggi a rochemolles alle 6 'era + 1° ) ottima ancora per un bel po'...


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Se non sbaglio persona l'altro gulliveriano mi ha fregato stavolta... arrivando con l'auto in realta' al 3° tornante dopo lo Scarfiotti dove l'auto da sotto non si vede.. !
Cosi' mi sono fermato 50 metri dopo la sbarra su un bel praticello verde bordo strada senza forzare il passaggio sulla slavina, fattibile in effetti senza grosse difficolta'. Mi sono quindi sciroppato 10 min di sci in spalla in piu', cosa di cui ultimamente la mia schiena farebbe volentieri a meno !
Meno male che pero' dal pian dei Morti in su la neve era proprio meritevole ,sempre continua, senza bugne e rigole da pioggia, portante e veloce in salita, morbida in discesa .
Per il resto posso confermare quanto gia' scritto da lui :scendendo dalla "normale" dove non era passato nessuno neve ottima, morbida ma non cedevole anche dove aveva preso sole dal mattino presto.Poi solito giro dal pian dei morti sci ai piedi lungo il torrente e breve traverso a mezza costa a prendere l'ultima solita slavina.
Quantita' neve : 5/5 sopra il pian dei morti
Qualita' neve : 5/5,inizio discesa h 11,00, lo zero termico di oggi permetteva.
15/16 ski-alp ancora operativi in gita oggi, scesi praticamente tutti dal canale nord eccezion fatta x credo "Claudia" che saluto e che ha preferito scendere con me lungo la via di salita ( l'ho detto io "cosi' e' piu' lungo e si scia di piu'...." !!).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Secondo tornante verso Pian dei Morti.
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Sarà l'ultima? Io e Claudia ci spingiamo, da fagnani, fin dove si può. Appunto fino al secondo tornante, poi slavina e soprattutto una notevole frana che si è mangiata un pezzo di strada, e darà del bel lavoro. Che dire? Tutto perfetto. Saliti con gli scarponi su lingue di neve e traversi fino al Piano, rigelo perfetto e aria fresca. Freddo in cima e neve che ha tenuto fino in fondo, infine: per le lingue di cui sopra sci davanti alla macchina! Però va bene anche fermarsi prima. Una decina di skialp in cima, sceso dal canale nord ovest (con qualche indecisione: si poteva sciare di più e in effetti era un po' duro). Poi, ritrovato Claudia, giù per neve appena sciolta da un bel sole. Domani pare ci sia vento e freddo. Peccato, comunque tiene ancora (sperando che le sacche di aria fredda continuino).

[visualizza gita completa con 8 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Confermo quanto detto da Mario, aggiungo solo la foto dello straccio dopo la pulizia delle solette con acquaragia e olio di gomito... Che esperienza, non metto il video perchè vederci scendere è da vergogna ............

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok fino al bivio per lo scarfiotti ( sbarra)
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti dalla sbarra a quota 2150 alle 7.00, temperatura sopra i 10°C. Sci sullo zaino fino a pian dei morti 2450 m in 45 minuti tagliando per sentiero. Da qui neve continua senza rigelo ma compatta fino in punta passando dal passo dei Fourneaux. Bella giornata fino quasi in punta quando è venuta la nebbia avvolgendo tutta la cima. Abbiamo aspettato oltre mezzora poi visto che non si apriva abbiamo iniziato la discesa seguendo le tracce di salita ed ogni tanto ci è stato utile il gps. Sotto il colle la visibilità è migliorata ma gli sci scorrevano poco o niente. A pian dei morti abbiamo tolto gli sci e rinunciato ad andare a prendere le lingue di neve che ci avrebbero portato fin quasi al parcheggio. I nostri sci presentavano lungo tutta la soletta una sostanza grassa appiccicosa "quantità di grani pollinici,
soprattutto di specie arboree provenienti dalle aree forestali limitrofe (Pinus,
Larix, Fagus)". Questa è la definizione che ho trovato su un articolo AINEVA del 2009 in riferimento alle analisi chimiche che avevano fatto all'epoca ( _2.pdf). Questo fenomeno pare si sia ripetuto anche quest'anno sulle marittime. Gita comunque di notevole sviluppo di oltre 8 Km di solo andata con 1200 m di dislivello.
Un saluto a Gigi che ha preso un giorno di ferie ed è rimasto contento lo stesso nonostante il problema della neve/sci poco scorrevole!


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Bene fino al rif. Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Neve ancora ben sciabile, nonostante la partenza non proprio antelucana (iniziata la discesa alle 11.30). In salita portati gli sci fino a sopra i tornanti all'inizio del Pian dei Morti; in discesa sfruttando le lingue lungo la strada e la parte finale del canale siamo arrivati quasi alla macchina con gli sci.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada aperta fino al bivio per lo Scarfiotti a 2150 c.
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Le alzatacce mattutine non hanno inibito il piacere per questa gita, in condizioni davvero ottimali. In realtà si era partiti con idee un po' vaghe se non quella di condividere la valle insieme ai nostri tre grandi scialp-ripidisti che erano intenzionati ad andare alla Rognosa d' Etiache. LucaS, AlbertMorin ed il Popino prendono ben presto la loro strada per concludere mirabilmente la loro performance ... e devo dire che vederli scendere su pendii sospesi tra barre rocciose e canaloni è stata già una bella emozione. Noi, cioè Jimmy, CarloAlberto e MarcoT, più semplicemente saliamo alla Punta Sommeiller ma non ci rammarichiamo perchè i terreni sono perfetti e la neve abbonda. Alla faccia dello zero termico a 4100 m, sulla cima faceva un bel freschetto e il vento era poco meno che patagonico. In discesa CarloAlberto e Jimmy si catapultano giù dal ripido versante Nord, io con Marco per l'it. di salita con varianti. Ci si reincontra sui 2800. All together fino all'auto. Neve fantastica su tutto il percorso. Innevamento continuo sino a venti metri venti dall'auto se non per un tratto di 50 m in orizzontale per raccordarci all'ultima lingua di neve e altri 20 metri sulla strada verso l'arrivo.
Gita iperconsigliabile nei prossimi 2 giorni. Oggi diversi scialp sul nostro it. e dal Mariannina Levi.
Un gran saluto ai ripidisti, dei quali attendo la relazione, e ai miei compagni di gita.
Che la neve sia con Voi.



[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: da oggi strada aperta fino allo Scarfiotti
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Appena arrivati troviamo la strada ancora bloccata da alcune vecchie valanghe, la macchina quindi l’abbiamo lasciata poco dopo il secondo ponte. Ma al ritorno invece troviamo la strada aperta, ripulita nella mattinata. Neve quasi continua dal bivio dello Scarfiotti, ma è più comodo salire sci a spalla fino al pian dei morti. Neve trasformata in basso, e una spruzzata di neve recente in alto. Gita in ottime condizioni, peccato per la scarsa visibilità in discesa, a causa delle nuvole che arrivavano.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto fino al 2° tornante sopra lo Scarfiotti, al 4° con 4x4
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Gita ancora fattibile e in condizioni decisamente buone nonostante il gran caldo. Partenza intorno alle 7.15, in auto si arriva al 2° tornante dopo lo Scarfiotti (al 4° con 4x4); si cammina fino al Pian dei Morti (30-40 minuti), poi da lì in su innevamento continuo ad eccezione di alcuni tratti di pochi metri sopra al Passo dei Fourneaux. Buon rigelo notturno specie nella parte centrale, mentre in alto sfondava leggermente; non servono i coltelli. Raggiunta la cima intorno alle 11, dove i siamo goduti lo splendido panorama. Discesa iniziata intorno alle 11.45 dal panettone nevoso a fianco della cima. Fino al colle conviene tenersi sulla sinistra (scendendo) dove la neve è decisamente migliore e si sfonda solo in brevi tratti dove prende più sole, per il resto ottimo firn ; si tolgono gli sci solo per pochi metri al colle, anche se bisogna spingere per qualche decina di metri. Dal colle in giù neve compattata e divertentissima, noi ci siamo tenuti tutti sulla sinistra sotto il Galambra e alcuni tratti erano da sballo…peccato per i lunghi traversi nella parte centrale, ma il Sommeiller è così…si spinge un po’ al Pian dei Morti, poi con qualche gava e buta e 10-15 minuti a piedi in totale, si raggiungono i due canali che consentono di arrivare ancora con gli sci ai piedi alle auto.
Forse l’ultima gita dell’anno, stavolta eravamo in 8 irriducibili del CAI Pianezza…giornata spaziale con sole uno splendido cielo azzurro. Diverse macchine disseminate sui tornanti sopra lo Scarfiotti, anche se in realtà durante la giornata abbiamo incontrato pochissima gente…

Neve che ha tenuto splendidamente anche in basso nonostante il caldo…uno spettacolo!!! Forse 4 stelle sono tante, ma 3 sono poche, e considerando che siamo a metà giugno direi che più di così non si poteva pretendere!!! Gita ormai agli sgoccioli, specie se continua questo caldo…anche il canale che parte dalla punta a mio avviso è molto magro e non vale più molto la pena.


[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Do 4 stelle perchè pensavo molto peggio, il rigelo è stato buobo...probabilmente l'ultima notte.
Neve portante, sci in spalla fino al pian dei morti e poi qualche gava e buta oltre i Fourneaux.
In discesa (ore 11.30 circa) siamo scesi partendo dalla vetta secondaria della cresta sinistra (scendendo) e aggirando la parte di gava e buta su pendii innevati con neve ancora bella.
Dalla vetta principale non c'è neve, e il canale ovest è veramente molto "magro".
Poi sotto il passo dei Fourneaux sempre a sinistra, sotto i contraffoorti del Galambra (dove il sole incomincia a "battere" ben dopo mezzogiorno!)...la neve era bellissima e liscia (5 stelle)...sotto grutuluta ma sciabile, perchè incominciava a "mollare". Un pò sfondosa solo al Pian dei morti.
Rientro come da altre relazioni, fino a 20 mt dalle macchine.Con sto caldo penso che per un pò non sarà, come il resto, bella. CON 8 IRRIDUCIBILI CAI PIANEZZA!!!

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Si arriva al solito tra il 2° e il 4° tornante sopra lo Scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
In salita sci in spalla fino a meta' Pian dei morti. Poi neve continua tranne un breve tratto dopo il p.sso dei Forneaux. Molti passaggi sono pero' al limite. Neve "bugnosa" in partenza, verso i 2600 mt migliora ma non diventa mai bella liscia. Rigelo notturno scarso, dopo il passo neve gia' molliccia.
In discesa cque si scia senza grosse difficolta', i pochi tratti leggermente sfondosi si concentrano solo nella parte alta e nei falsopiani mediani. Fatto tutto il Pian dei Morti sci ai piedi fino a prendere il canale del torrente che scende a valle. Poi traverso a mezza costa a sx fino al secondo canale dove sulla slavina un po' sconnessa si arriva pero' fino a 1 min dall'auto.
Quantita' neve :1/5 fino a 2500 mt, 3/5 la parte mediana, 2/5 la parte finale sopra i 3000 mt.
Qualita' neve : 2/5, sciabile ma non eccezionale, pochi i tratti divertenti.
Una quindicina di sky-alp oggi sul percorso, due simpatici 4wd ( Buck e Argo ), due socievoli transalpini a piedi incrociati negli ultimi metri che avevano dormito in punta ! Un saluto a tutti !
Con oggi cifra tonda, ma non e'ancora detto che sia l'ultima.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Confermo quanto detto da gigi e mangiafioca, una sola parola:stupenda.con la loro ottima compagnia e quella di paolo.
buona neve a tutti.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Vale il commento del mangiafioca. Fatta il 24 giugno 2009 con le racchette da neve in compagnia di Maurizio che era entusiasta, mi ero ripromesso di farla con gli sci, oggi si è concretizzara. 5 stelle per il tempo, la compagnia, l'ambiente, la neve (per me) e 10 per la pasta e fagioli e il grande finale a tavola e il portage? ma chi se ne frega, ne è valsa la pena.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si sale fino al 2° tornante dopo lo Scarfiotti
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Gran scelta accompagnata da tempo finalmente stabile!!!! Nonostante il portage fino al piano dei Morti, siamo stati ripagati da una splendida giornata, buon rigelo e neve ben sciabile per tutto il percorso, escludendo la parte finale, breve, con neve "bugnosa". Partiti dall'auto alle 7,30, si sale senza coltelli anche nei tratti ripidi. Un paio di gava buta dal colle fino in punta ma ne vale comunque la pena, sia per l'ambiente che i pendii creati apposta per lo sci!!! Discesa iniziata alle 11,00, dalla normale, senza scendere dai pendii più ripidi, disegnando ottime curve su neve che aveva mollato il giusto, cercando le esposizioni meno assolate fino alle ultima parte meno scorrevole al piano dei Morti...poi sci a spalle e gran pic-nic con pasta e fagioli, salumi, formaggi, dolce, innaffiati da ottimo rosato!!!! Gran finale di stagione, almeno per il sottoscritto, la prossima stagione invece inizia da luglio!!!! Con la splendida compagnia di Gigi, Maurizio e Paolo, ottimi cuochi e...sommeiller!!!!

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto fino al II tornante dopo lo Scarfiotti
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciando l'auto al II tornante dopo il rifugio, il portage in salita per me è stato di circa 30 minuti. In discesa, di 2. Peccato alcuni togli-metti al pian dei morti in discesa. I canali verso la macchina non sono un granché, ma agevolano comunque la discesa. Oggi giornata stupenda. Temperature fresche. Sceso dal canale ovest, consigliatissimo!!! Oggi era in ottime condizioni (come nota, aggiungo solo che nelle guide francesi è dato come 3.2, elevando un po' il livello di difficoltà della gita). Neve bruttina solo in basso, in alto era stupenda. Un compaesano salito da Bessans e tre ciastristi che mi seguivano ma che ho perso di vista. Per qualche giorno è ancora fattibile

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti verso le 7.00. Abbiamo portato gli sci per 45 min. fino al pian dei morti. Ottimo rigelo. Dal passo dei fourneaux mancanza di continuità di pochi metri per un paio di volte. Bella giornata con un venticello in punta. Nuvoloni solo nel versante verso il vallonetto. Oltre a noi solo uno skialp che è sceso direttamente dal canale ovest. Noi abbiamo iniziato la discesa alle 12.00 e la neve era perfetta, solo l'ultima parte vicino al pian dei morti superficie a palla da golf, ma mollando non dava particolarmente fastidio. Dal piano con un lungo spostamento e leggera risalita e con diversi gava e buta si può scendere su un canale che porta vicino alla macchina ma a mio avviso non ne vale la pena per via del fatto che si perde tanto tempo, il canalino è stretto e ci sono parecchie pietre nella zona più bassa. Oggi solo Frank è riuscito a scenderlo integralmente in ottimo assetto da Telemark!
Con Fabio e Frank.


[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Come già scritto tempo molto incerto con nevischio, nebbia e qualche rado sprazzo di sole che consente comunque una discesa discreta su neve mai sfondosa buona soprattutto per me che provavo il ginocchio dopo 4 mesi senza sci. Il Sommeiller dallo Scarfiotti resta sempre una gita in un gran bell'ambiente ma anche di gran trasferimento.

Con Stefano, Toni e Marvi abbiamo approfittato del bel sole arrivato dopo la gita per una piacevole sosta ricostituente con vista sul lago e sulla vetta della Pierre Menue imbiancata di fresco. Ricambio i saluti degli evergreen.


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Con fuoristrada al tornante sopra lo Scarfiotti
attrezzatura :: scialpinistica
Senza fuoristrada abbiamo lasciato le macchine al bivio per lo Scarfiotti.Da qui circa 45 minuti di portage fino al pian dei Morti dove si possono calzare gli sci.Il meteo ancora una volta inclemente soprattutto nella parte alta sopra il passo dei Forneaux (nevischio,nebbia,raffiche di vento)ci ha anche fatto sbagliare leggermente il percorso (siamo stati bassi a destra salendo,sul percorso che sale dal Marianina Levi)ma alla fine grazie a qualche breve schiarita abbiamo centrato la vetta.Sui perndii più ripidi neve molto bella (****)peccato per la scarsa visibilità.Gita ormai al limite per la scarsità di neve in alcuni tratti,con alcune brevi risalite e qualche traverso senza sci da un canale all'altro,siamo scesi fino dove hanno parcheggiato i fuoristrada.Brutto l'ultimo canale tutto buche e sassi.Un saluto a Marvi e ai suoi amici di Ciriè che abbiamo incontrato sul percorso.5 Evergreen hanno effettuato questa gita:Franco di Mezzenile,Giovanni,Piero,Renato (Otaner) e il sottoscritto.Forse l'ultima gita in sci della stagione.Buone gite a tutti.

[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Secondo me le previsioni meteo che ho visto ieri non erano corrette. Infatti stamattina arrivati al Rifugio Scarfiotti alle ore 7,30 l'accoglienza è stata quella di nuvole basse con nevischio. Nella giornata c'è stata poi alternanza fra nuvole, pioggia e qualche sprazzo di sole. In punta la visibilità era praticamente nulla! Unico lato positivo: la neve ha tenuto bene, da quota 2500 metri in sù era ottima. Dallo Scarfiotti abbiamo portato gli sci a spalle per circa 40 minuti. Saluto gli amici evergreen che erano con me: Franco,Piero, Mingo e Giovanni. Saluto anche gli amici che abbiamo incontrato lungo il percorso in particolare Marvi.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: II tornante dopo rif. scarfiotti, per macchine con carreggiata stretta
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
ottimo rigelo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Primo tornante sopra rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Con Roby e Claudia dopo paranoico studio di meteo e percorsi. Sarebbero 4 stelle ma manica ben larga: S. Coriaceo (il Santo è apparso in una visione di Roby) protettore degli ski alp ci ha premiato. Partiti sci in spalla ore 6, ma sulle lingue di neve si parte sci ai piedi dal primo tornante (vedi foto). Piano dei morti: neve pietrificata! Si grida al miracolo. Ai Fourneaux 10 mt di portaggio. In cima un'ora di piacere al sole e poi giù. Scendo dal canale nord in ottime condizioni (un po' duro) e ci troviamo sul piano. Qualche sfondò e poi marcetta divertente. Infine per grandi lingue in scioltezza divertita fino al primo tornante.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Strada bloccata da neve a quota 2000, all'altezza della diga
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
$0 minuti di portage fino al gabbiotto dell'inizio della rotabile per il colle Sommeiller. Considerando la quantità di neve sulla strada credo che per maggio sia difficile arrivare oltre in auto senza intervento di qualche mezzo sgombraneve.
Temperatura alla partenza + 11°C cielo sereno ma in rapida copertura. Grazie ai due skialp che mi precedevano traccia ottima e non sfondosa fino in vetta. Discesa su neve marcia ma mai sfondosa su tutto l'itinerario, meglio sui pendii sud.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: arrivato con 4x4 a quota 2520, fondo piano
quota neve m :: 2600
attrezzatura :: scialpinistica
Fatta 2 settimane fa, ripetuta oggi con variante: concatenamento con il Truc Peyron. Stupendo, come 15 giorni fa: nessuno!!! E che neve oggi: moquette super 5*! Con buon 4x4 (alto da terra!) si arriva sino al fondo del piano a quota 2520. La neve caduta nei giorni scorsi è tutta perfettamente trasformata ed ha coperto molte zone in alto (oltre i 2800m) che erano già scoperte. Partito dall'auto alle 7.30, alle 9.40 scendevo sul versante sudest-sud fin sotto il colle Galambra su neve che con il primo sole iniziava ad ammorbidirsi. Ripellato poco sotto quota 3000 e salito sino in punta al Truc Peyron. Ridisceso, ripellato e su fin oltre la Cima dei Fourneaux. Infine, alle 11.30, veloce discesa sui magnifici pendii ovest sino a 50m dall'auto (2 gava e buta). Il Sommeiller in questa stagione non delude mai (avendo un mezzo che ti permetta di salire sino al limite neve)!!

[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva sino al primo tornante sopra lo scarfiotti
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo la delusione di domenica scorsa,quando a causa di bufera non siamo neppure scesi dall'auto e abbiamo rinunciato,oggi ne e' valsa la pena, solo un po di nuvolaglia arrivata mentre scendavamo dalla punta e i 50 minuti a piedi in salita e 30 in discesa valgono una stella in meno... Ottimo rigelo alla partenza con sci ai piedi dal pian dei morti con innevamento continuo sino in punta(tranne 3 m. al colle). Giornata fresca e tersa sino all'arrivo in punta alle 9,50, poi sono arrivati i nuvoloni, ma nel complesso bella discesa su neve perfetta che non ha mai mollato.Oggi solo noi quattro sul Sommeiller oltre a due ciaspolari che salivano,incontrati nei pressi del colle mentre scendavamo. Un saluto a Paolo, Babbo Bruno, Cri e ai due cagnetti fenomeni, che per rincorrere marmotte, camosci e leprotti, si saranno fatti 2000 m! Per chi sopporta un po di portage e se le temperature in quota restano cosi per qualche giorno e' ancora consigliabile.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Fino al Rifugio Scarfiotti
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Salita a piedi fino a quota 2500, poi neve continua.
Meteo non buono con nubi che andavano e venivano e vento molto forte, soprattutto sopra il colle Fourneaux.
In alto pochi centimetri di neve fresca ventata su fondo duro ben sciabile ed uin basso neve primaverile che non ha mai mollato.
Sceso fino a quota 2200 su gorgia di torrente al limite (già molti buchi) e poi su lingua di slavina, a 5 minuti dalla macchina.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
attrezzatura :: scialpinistica
50 minuti di portage tra fiori e freschi prati, poi neve primaverile fino in cima. Meteo così così. Ultima dell' anno, con luca. Discesa indimenticabile fin all' ultima lingua.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva alla sbarra nei pressi del rif. Scarfiotti (q. 2160 mt)
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Partito con ottimo rigelo, quasi al limite dei coltelli in alcuni tratti (t=3°).
Si calzano gli sci al fondo del Pian dei Morti a quota 2500.
In punta alle 9, la neve (lato Rochemolles) non aveva ancora mollato, mentre era cotta al punto giusto verso il bivacco Sigot.
In discesa firn quasi perfetto fino alla quota 2500; poi se si ha pazienza di tener duro con qualche (tanti) gava&buta sul piano, ci si infila nel rio e si riesce a scendere fino a poche centinaia di metri dall'auto.
La parte finale di discesa fatta in compagnia di Piero e Stefano da Milano


[visualizza gita completa con 4 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata calda: 9 gradi alla partenza. In discesa (oggi), togliendo gli sci un paio di volte (300 mt. la prima e un centinaio la seconda) e scendendo canale e valanga si arriva quasi alla macchina. In salita può essere ragionevole portare gli sci evitando la neve per circa 300 mt. di dislivello. Neve sciabile nei versanti più in ombra nella parte alta, un pò "sfondosa" appena sotto la cima e nei lunghi traversi. Un saluto all'amico Dante Tessa incrociato sul percorso....... Con Ernesto. -130-

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
Alla relazione precedente solo da aggiungere le ottime condizioni del canale ovest che parte diretto dalla vetta.
Gita in compagnia di Paola e David


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: strada aperta allo Scarfiotti
attrezzatura :: scialpinistica
Dallo Scarfiotti 40' a piedi fino al pianoro, poi neve continua fino in cima. Malgrado il caldo (7 alla partenza) la neve ha tenuto grazie alle nuvole. In discesa si arriva ancora a pochi metri dalla macchina passando dal canalino e poi sulle lingue di neve, ma ancora per poco. Gita molto frequentata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora saliti con gli sci ai piedi per la strada ma neve ormai agli sgoccioli fino al piano, ottima più oltre; scesi per ultimi dalla cima su neve perfetta, al piano attraversato la zona di slavine e preso il canale a sin (scendendo, stretto e molto lavorato) che ci porta a metà strada e di qui su resti di valanga sin quasi alla macchina (

[visualizza gita completa con 2 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
E' già stato detto tutto.
Mi inserisco soltanto per dire che ho trovato un paio di pelli. Chi le avesse perse o dimenticate mi può contattare via e-mail.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti dal parcheggio, poco sotto lo Scarfiotti 2150 m alle 7.45. Abbiamo portato gli sci sullo zaino per circa un ora tagliando i tornanti a tratti su sentiero fino a pian dei morti quota 2450 m circa. Neve continua con buon rigelo fino in punta. Sosta prolungata e alle 12.00 circa discesa. A quota 3200 girato a destra e scesi per un ripido ma ampio canale con bella neve.Visto che eravamo spostati troppo a destra man mano ci siamo ricollegati alla via di salita. Arrivati di nuovo al pian dei morti ci siamo tenuti alti, su resti di valanga, a tratti spingendo per circa 15 minuti attraversando tratti di erba per guadagnare il canale "gorgia" abbastanza ripido ma molto bello e poco tracciato fino ad incrociare la strada e di nuovo un tratto di neve svalangata con numerose gobbe ma ben sciabile quindi la striscia di neve sulla strada sterrata fin quasi alle macchine ( a 5 minuti). Neve per lo più tutta primaverile e ben portante quella che ci è capitata a noi!
Con Fabio e Guido che mi hanno aspettato in punta. Abbiamo incontrato parecchia gente che conosciamo e che saluto: Roberto, Frank, Marco, gli ever Greeen. Lieto inoltre della conoscenza della gilliveriana Bubetta ed i suoi amici.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: aperta fino ai 2150 mt
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Portati gli sci per 1 ora circa (300 mt di dislivello) poi neve continua. Molto trasferimento (calcolare 3 ore di salita con passo medio).
Discesa su neve discreta poi dai 2450 pappa e lingue di neve su strada per evitare di togliere gli sci. Con Franco e Gianni skialp, Sergio e Gaetano ciaspolatori.
Non scendete oltre le 11.00

[visualizza gita completa con 6 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
molta gente oggi al sommeiller: giustamente perchè la gita è in ottime condizione. Iniziato la discesa alle 11.30 dal canalone che parte direttamente dalla punta e, mantenendo la destra, abbiamo fatto un anello ricongiunto al percorso di salita a quota 2500. con gli sci fino all'auto (ancora per poco).
con un Costanzo in gran spolvero.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada sconnessa da percorrere con attenzione
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Grandissima scelta anche oggi, in compagnia di molti altri ski-alp!!! Saliti alle 7,50, con arietta fresca. Si lascia l'auto poco prima del bivio per lo Scarfiotti, quota 2150. Meglio il portage fino al pianoro, poi neve continua e memorabile!!! Concordo pienamente con i commenti precedenti!!!
Difficile di questi tempi arrivare a pochi passi dall'auto!!!
Scesi verso mezzogiorno dal canale a quota 3200, con neve perfetta, poi un "abito bianco soffice mantello" fino al pianoro!!! Traverso verso i resti delle valanghe a cercare le lingue di neve più continue, con un paio di gava e buta ed il divertimento è completato!!!! Con Mario e Fabio....dedicata ai grandi assenti Gigi e Maurizio ed anche agli alpini in festa a Torino!!!!!

[visualizza gita completa con 11 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Pienamente condivisibile la relazione di Rolly52 : la miglior neve dell'anno ! Noi siamo partiti dalla vetta un po' prima di mezzogiorno.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino al casotto al bivio Scarfiotti
attrezzatura :: scialpinistica
Un'ora di portage in salita( è possibile salire sci ai piedi ma la neve è scarsa e ci sono molti gava e buta), poi innevamento perfetto fino in vetta dal piano a 2500 metri.Vento fresco in cima, in discesa neve da sballo fino all'auto( si sfruttano un paio di canali ripidi sopra lo Scarfiotti e una striscia di neve sottile che port all'auto(durerà ormai poco).Firn perfetto dal passo dei Fourneaux all'auto alle ore 12,30!
Una giornata di grande divertimento, la migliore neve dell'anno, la compagnia di un grande Federico!
Che volere di più!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada sterrata aperta fino al rif. Scarafiotti, m 2150
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 8.00 con un ottimo rigelo, vento freddo ma non fastidioso. Condizioni di innevamento perfette. Alle 14.00 siamo di ritorno alla macchina senza togliere gli sci.

Gita effettuata in compagnia di Vecchia Spugna del CAI UGET che si si sta allenando per la sfilata degli Alpini a Torino


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti da Torino con tempo pessimo, ma abbiamo effettuato la gita al Sommeiller con sole pieno. Siamo scesi alle 12 e, nonostante ciò, la neve ha tenuto data la temperatura bassa con zero termico nelle ore centrali a circa 2600 metri. Le cinque stelle si riferiscono alla neve trovata in discesa per il 90% del percorso; per l'ultimo tratto abbiamo sfruttato le lingue di neve presenti sulla strada e siamo arrivati sino alle macchine. Gita effettuata con tre evergreen oltre al sottoscritto: Eddy, Franz e Daniela

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta fino al bivio x il rifugio quota 2150
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 7.30 dal casotto della strada per il colle Sommeiller, neve ormai al limite sfruttando sia i pendii che la strada fino al piano a quota 2450, poi ottimo innevamento. Meteo iniziale buono con ampie schiarite, poi nebbie che si alternavano a brevi schiarite fino in vetta. Discesa senza problemi fino al colle, poi nebbia fitta per 200 metri quindi vallone con visibilità accettabile e neve buona. Ottimo l'innevamento della gorgia che permette di scendere dal piano superiore fino all'ultimo lungo traverso della strada che porta al casotto.
Con Luca, oggi unici skialp sul percorso.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: aperta sino all'altezza diga rochemolles
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi Sommeiller invaso da nebbia allora a metà percorso abbiam deciso di salir al sole su una puntina(quota 3010 metri) che è la prosecuzione in salita del passo Valfredda. Anche se non era la nostra meta la discesa (ore 11 e 30) è stata fantastica su neve molto bella da ***** stelle
Dall' altezza diga dove li lascia l'auto si portano gli sci per 15-20 minuti poi si mettono fino quando la strada "entra" nel lato più assolato. Da qui portage fin al ponticello posto all'inizio del pianoro dove è sito il rifugio Scarfiotti.
Dal ponte in su neve continua. Non incontrato nessuno.



[visualizza gita completa con 5 foto]
Saliti oltre il rifugio fino al raggiungimento di una slavina che bloccava la strada. dopo 20 min di sci a spalle e poi neve fino alla cima. Disceso verso le 9.00 su un firm ancora un po' duro, sceso fino al laghetto e ripellato per salire sul Peyron, sceso tenendo la sinistra giu' fino all'auto.
solo soletto, gli amici tutti scoppiati, ormai alcuni si son dati alla bici altri ai balli. a breve tocchera' anche a me mollar gli sci per la bici, ma tengo duro


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Accesso difficile x autovetture causa
quota neve m :: 2300
Stavolta le previsioni meteo non hanno tradito e le schiarite sulle alte valli torinesi sono giunte puntuali al mattino giusto per la partenza. Neve continua dal fondo del Pian dei morti, discreto rigelo notturno che ha favorito una rapida salita. Le poche nebbie giunte in cima dal versante del Molinari si sono dileguate e per tutta la discesa la visibilita' e' stata perfetta.Sceso h 10:30.
Neve primaverile da cima a fondo, qualche tratto un po molle solo sul pendio iniziale esposto al sole del mattino, un tratto di pochi metri senza neve all'altezza del passo dei Forneaux. Con un paio di togli-metti , un po' di erbing, acquing e molta fantasia si arriva, scendendo l'ultima slavina, a 2mn dalle auto. Non durera' niente pero'.
Quantita' neve 3/5
Qualita' neve 4/5
Con Claudia 4wd.

Nb : a causa di qualche temporale molto intenso, la strada presenta una strettoia dopo il 2° tornante oltre la diga, nel tratto compreso tra i due guadi alveizzati col cemento circa 1,5 km prima dello Scarfiotti. Il fondo e' molto sconnesso per circa 30mt, con profonde "bedieres" scavate dall'acqua. Occorre non fermarsi e non sbagliare manovra se avete un auto normale. Se invece avete un fuoristrada il tutto diventa un gioco da ragazzi. Superato il tratto l'arrivo ad oggi e' per tutti al 3/4° tornante sopra lo Scarfiotti. Insieme ai fuoristrada oggi una Panda nuova 4x4, una Opel Zaphira, una vecchia Panda 750 e la vecchia Punto.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada aperta fino allo Scarfiotti
quota neve m :: 2200
Sci a spalle fino al pian dei morti sopra il rifugio. Da lì innevamento continuo. Neve mola fin dall'inzio fino in cima, nessun rigelo. Scendiamo alle 10:30 in neve polentosa ma sempre sciabile fino quasi all'auto sfruttando alcune lingue di neve. L'ambiente è sempre eccezionale, la neve potrebbe essere migliore. Giornata bella e sole, qualche nuvola in transito.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva a quota 2100
quota neve m :: 2200
Stanotte la tanto temuta altapressione africana ha fatto danni fino a 2500 metri oltre c'è stato un ottimo rigelo notturno, tant'è che essendo sceso troppo presto ho trovato neve ancora molto dura e ne porto i segni per una scivolata nei pendii sotto i Fourneaux. Parte bassa con neve crostosa fino al pianoro poi marcia, tuttavia con qualche "ravanamento" si arriva quasi al casottino.
Solo, incontrato 7-8 skialp.


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 25/04/16 - wainer
  • 07/05/11 - gieffe
  • 05/06/10 - strisulina
  • 20/05/07 - frankie56
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 1612
    quota vetta/quota massima (m): 3333
    dislivello totale (m): 1721

    Ultime gite di sci alpinismo

    27/05/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - mv56
    Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e d [...]
    26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
    Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
    26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
    Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
    26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
    Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
    Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
    Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
    25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
    Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]