Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone

osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con e-bike su strada sgombra da slavine, ma con divieto di transito, a quota 1100 circa,1,5 km prima della centrale enel. Da Baraccone 20' di portage ,neve senza rigelo ma ormai in basso e' neve primaverile compatta.Nessun rigelo fino al colle di Carilliera,gorgia-canale a quota 2000 circa ancora tutta piena e senza buchi,ultimo pezzo prima del colle mooolto slavinato,difficile la salita con gli sci ,utili i ramponi .Noi ci siamo fermati al colle Carilliera (2600 mt circa) visto la pessima qualita' della neve sui versanti sud per la Testa Gias dei Laghi,marcia..sfondosa. Discesa ore 12: primi 100-130 mt molto difficili ,slavine...marcia...sfondosa poi migliorava nettamente per diventare una bella primaverile ,abbastanza scorrevole (oggi niente cose strane sotto le solette) ,conchette a volonta' ma con neve morbida non sono un problema . In basso tenendo la sx si arriva a 15' da Baraccone
In compagnia di Ezio, altri 6-7 ski-alp su percorso.
Un saluto alla simpaticissima ragazza incontrata sul pendio finale che ha avuto parole di conforto per noi..
Meteo sereno,un po' di brezza al colle





[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita fino a baraccone ... anche se ancora non è ufficialmente aperta
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Buon rigelo notturno.. Partiti ore 7.00 circa da Localita' Baraccone...circa 25 minuti portage'...poi neve continua...utili rampant per alcune balze ripide e ramponi per l'ultimo colletto ... discesi nel primo tratto a sud pieno sotto la cima su neve estremamente marcia fino al colletto poi ottima neve appena smollata fino in fondo ... Oggi con Orlando, grazie come sempre .... Altri tre scialpinisti lungo l'itinerario...un caro saluto a Diego ed il suo cagnolone ... Incontrato nell'ultimo tratto ... Con il quale abbiamo condiviso la discesa ...

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: fino al casotto a quota 1200m slm, km 5 sp 255
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Con partenza dal casotto il dislivello complessivo si assesta sui 1500 metri, di cui 400 da fare a piedi tra l'asfalto e gli enormi cumuli di neve che si allungano dalle vallette laterali.
Arrivati a Baraccone (fontana) poche centinaia di metri di sentiero e poi sci ai piedi fino in vetta.
Anche in questa valle, come segnalato da altre parti, neve molto poco scorrevole e che lascia residui sulla soletta; a parte questo buona sciata e bella gita.

Con Dani, Deb e Willo, per un jolly ben giocato.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada ufficialmente chiusa alla centralina ma si arriva ai Baracconi con l'auto.
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Gli sci in salita si portano per una ventina di minuti, mentre in discesa cinque minuti. Utili i coltelli. Dal colle alla cima ci sono già molte pietre affioranti. Oggi tempo nuvoloso, con molto vento ma ottima visibilità. Per me le stelle sarebbero anche quattro.. Sarà perché questa gita mi piace molto..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima gita pomeridiana, sci a spalle fin alla base del primo canale. Buon innevamento fino al colletto dove ho lasciato gli sci. Conoscendo il percorso si potrebbe arrivare sci in vetta. Grandioso panorama dalla pianura cuneese al mare.
Un saluto e un grazie per la morbida traccia ai due simpatici finanzieri saliti al mattino.Gustoso finale con simpatica cena alla Locanda occitana "La Randulina" ai Perdioni di Demonte


[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada aperta fino al santuario di Sant'Anna
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Mezzoretta di portage fino al Gias del pastore, da lì in su sci ai piedi. Sul traverso dal colletto alla cresta la neve manca, dalla cresta alla vetta occorre togliere gli sci almeno una volta ma, visto che la neve era portante, noi abbiamo preferito salire a piedi. Nonostante tutto discesa davvero divertente, almeno fin sotto la gorgia: la neve non ha risentito del caldo più di tanto e le conchette che aumentano sempre di più perdendo quota non hanno disturbato troppo in quanto mollate dal sole. Noi ce la siamo davvero goduta ma a questo vallone siamo affezionati. Dal termine della gorgia al gias la neve è davvero in pessime condizioni ma a quel punto è solo trasferimento. Utili i coltelli
Bruno del Bourgat


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada aperta
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Contrariamente alle previsioni meteo e visibilità buoni;
mezz'oretta a piedi (fino al gias); canale senza coltelli su una spanna di neve recente sfondosa; prima parte della discesa su polenta, poi dopo il canale buona primaverile.
senza Sandrullo, Vittorio, Josef, Marco e Leon


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto fino ai Baracconi
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo portato gli sci fino al gias (mezz'ora circa), siamo saliti in punta attraverso il passo di Cairiliera dove la neve era slavinata, siamo scesi quasi fino al lago Aver per poi risalire alla quota 2600, qui bellissima discesa verso il vallone di Maladecia. In basso neve molto ondulata
Parecchia gente, qualche camoscio.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK fino a Baracconi
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo un portage di circa una mezz'oretta, abbiamo trovato neve con un buon rigelo notturno. Abbandonato il vallone, siamo saliti per i pendi abbastanza ripidi e con neve dura sulla sinistra, diretti alla cima Cairiliera. Dalla cima bella discesa su neve liscia e morbida fino al lago d'Aver Soprano, poi risalita alla testa Gias dei Laghi. Discesa per il vallone principale, trovando neve un po' slavinata nella parte alta, bella nella zona centrale e piuttosto irregolare in basso. Comunque,con 2 gava e buta, si scende a 15 min dall'auto.

Bell'ambiente, oggi non troppo frequentato, che offre tante possibilità anche per chi ama il ripido. Giornata con meteo buono (solo qualche nuvolone verso mezzogiorno). La neve fresca scesa negli ultimi giorni ha slavinato un po' dappertutto. Ottima la compagnia con Maura, Margherita,Beppe,Davide e Gino. Un saluto a Mauro e Roberto, incrociati durante la salita.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada sgombera fino a Baracconi, ma con DIVIETO di salire
quota neve m :: 1600
Il tempo è stato clemente e ci ha regalato un bel sole per un tour alternativo: saliti in cima a testa gias dei laghi, siamo scesi quasi fino al lago aver superiore per ripellare e salire la quota della Cairiliera e scendere dal suo omonimo vallone. Da circa 2200m in su lunedi sono scesi 20cm di neve fresca saponosa che non ha adeso con lo strato sottostante di neve ormai "arancione" e sia in salita che in discesa si provocavano distacchi che diventavano consistenti su pendii ripidi (vedi foto). Per questo itinerario il distacco era voluto per scendere su neve più consistente, ma abbiamo accuramente evitato la discesa nel canale. Tolto questo particolare su pendii ripidi....bella discesa, anche se con qualche "gava buta", fino a 15 min da Baracconi.
Finalmente mi sono ritrovato con il mitico Giangi a condividere un nuovo tour...GRAZIE!


[visualizza gita completa con 5 foto]
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Mattinata di ferie ben spesa!Portage di circa 30 minuti, fino alla costruzione in muratura del Gias Soprano (q 1750 c.a.). In discesa, volendo, se si tiene la sx orografica e con alcuni gava/buta si può scendere ancora per più di 100 mt di dislivello.
Neve brutta nella parte tra il Passo della Cairiliera e la cima,infatti questa parte prende sole da subito (SE) e quindi si trasforma presto in polenta, inoltre credo proprio che lì non ci sia stato nessun rigelo notturno..., il traverso subito dopo il Passo ha un tratto finale ripido dove (scendendo) ho provocato un piccolo distacco che mi ha trascinato un pò a valle.Neve decisamente migliore nella discesa del canale, poi via via più sfondosa.
Altre persone nel vallone, uno skialp scendeva dalla testa Gias dei Laghi mentre salivo, due escursionisti diretti al Passo della Maladecia, altri skialp al Passo o alle quote vicine, alcuni salivano dal Vallone dell'Aver. Molti ciclisti salivano al Santuario.
Giornata meravigliosa.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: In auto al Baraccone
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti sotto una piccola pioggia, in alto si trasforma in neve, in cima sprazzi di sereno, vento e freddo(per essere il 9 Giugno). Di nuovo pioggia verso la fine. Neve marcetta ma sciabile specialmente quella "rossa". Si arriva per lingue a circa un 1/4 d'ora dal Baraccone.Merita ancora.
Lago Aver sup. ancora coperto di neve.
Complimenti a Bertin che sebbene abbia solo 4 o 5 gite sembra un veterano


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
scesi alle 8,10 su neve primaverile cotta al punto giusto dal sole.. Nelle parti in ombra ancora un pò duretta..

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Portage fino al gias (quota 1750), in discesa si può sfruttare la neve lungo il fiume ma non si guadagna molto. Rigelo modesto solo nell'ultimo canalone. La discesa fino al colletto è brutta per neve pesante e fondo molto irregolare. Scendendo migliora perchè anche se molle è molto compatta.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: snowboard
Portage di 20 min poi neve continua fino in cima anche sul pendio terminale, neve molto lavorata dalla cima alla forcella piu' divertente da li al fondo, sorprendentemente anche molto veloce.
Io e Ale, discreto affollamento !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Posteggio Baraccone comodamente accessibile
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Grande affollamento al posteggio , almeno 40/50 vetture. Temperatura elevata 8° alle 7 e scarso rigelo notturno sino a 2200 . Noi abbiamo fatto la traversata salendo alla Testa del Gias dei Laghi,necessari i coltelli per arrivare al colle , e da li scesi prima delle 10 al lago d 'Aver (2330 circa)su bella neve , cercando zone con esposizione ovest . Ripellato siamo saliti alla Punta Cairiliera 2615 .In discesa , con un passaggio un po esposto,siamo arrivati nel vallone sottostante da dove siamo scesi con neve buona in alto , un pò sfondosa nella parte mediana e poi ben sciabile sino a quota 1600 circa sulle ultime lingue di neve .
In 2 Gruppo Larice/Sanet


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
portato sci per 15 minuti circa,rigelo dai 1800-2000 m,utili i coltelli nel canalino che porta al colletto,discesa dalle 11 alle 12 la neve aveva già mollato abbastanza,nel traverso dal colletto verso la cima piccole slavine si staccavano al passaggio degli scialpinisti dal colletto in giù neve un po' sfondosa, nel tratto più basso teneva meglio
ciao a tutti


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2600
attrezzatura :: scialpinistica
Si calzano gli sci a circa quota 2650. Oggi, nonostante il pressoché nullo rigelo notturno, la neve si è mantenuta ben sciabile (almeno fino alle 13). Grande affluenza di skialp.

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Neve splendida... Necessari i coltelli già dalle prime rampe, mentre dal colletto grazie a 15 cm di fresca si riesce a salire senza... Per il traverso e l'uscita in vetta si sale anche con i ramponi. La crosta porta anche senza gli sci mentre nella prima parte si sfonda senza gli sci ai piedi.
La discesa è stata splendida su una neve spettacolare!!! Siamo scesi Come al solito non ci si può fidare di te!!!!dalla vetta fino al lago sottostante per ripellare e tornare al colletto e scendere alla macchina. Giornata splendida.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita con uno splendido primaverile ma arrivarci!…per la strada che porta al colle della Lombarda troviamo il cartello che dice (strada chiusa per Sant’Anna),la sbarra e su e non c’è nessun cartello di divieto di transito,ma noi non andiamo a sant’ Anna ma solo fino al Baraccone! quindi continuiamo con l’auto su una strada perfetta ormai senza ombra di neve ma solo qualche pietra da evitare caduta durante l’inverno. Al parcheggio alzo gli occhi,mamma mia com’è lontana la neve!quaranta minuti di sci in spalla e arrivati alla neve si continua con gli sci in spalla,si perché calziamo i ramponi per l’ottimo rigelo notturno e saliamo spediti su neve molto dura,morale,tranne un breve tratto sci ai piedi, poi causa i ripidi pendii e anche in canale finale ritorniamo a salire sci in spalla,le pelli ringraziano!Al colletto dopo un consulto con gli amici snobbiamo la salita alla vetta, dal lato sud si affonda fino al ginocchio e il traversone da fare non è tanto affidabile, poi si stava cosi bene al colle! Ottimo posto per stappare un buona bottiglia cui il contenuto mi darà coraggio di scendere subito con gli sci per in canale anche se la neve non ha mollato. Un discesa fantastica in ambiente selvaggio,la neve segnava appena,abbiamo fatto bene rinunciare alla vetta più tardi non sarebbe stata così bella. Poi ancora qualche acrobazia nella gorgia sui ultimi lembi di neve per non andare a mollo e voilà,un’altra bella scivolata finita. Abbiamo preso per le orecchie questa gita, tra qualche giorno gli sci si dovranno portare oltre la gorgia…

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Era da un mese che non mettevo gli sci ai piedi, per ragioni varie. Ci tenevo a prolungare ancora un pochino la stagione, e mi sono fidato del giudizio di alcuni francesi che erano stati nel vallone un paio di giorni prima che davano ottima sciabilità con un solo gava-buta e 20 minuti a piedi. In realtà le cose sono un po' diverse, e non mi sentirei di consigliare la gita, veramente per amatori visto lo scarso innevamento in basso. Io, devo dire, mi sono comunque divertito, visto che non pensavo di poter ancora mettere gli sci ai piedi questa stagione, ed in alto la neve era pure bella (anche se con diversi gava-buta, mentre in basso neve scarsa e abbastanza brutta). Poi, le prime curve saltate nel canale bello duro, salito coi ramponi, mi hanno abbastanza confortato sulle condizioni del ginocchio. Io mi sono fermato al termine del canale, dove finisce anche la neve. Magari ancora una gita? Chissà...

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada ufficialmente chiusa ma percorribile
quota neve m :: 1700
Saliti al colle nei pressi della Cairiliera, ridisceso il pendio a sud (senza neve) verso i laghi ed infine completata la salita alla Testa Gias dei Laghi.
Ottimo rigelo notturno. Bella discesa.
Si portano gli sci per circa 20 minuti in salita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada ok fino a Baraccone (sbarra aperta ma ruspa in mezzo ....)
quota neve m :: 1700
Bella gita nel vallone della Maladecia ancora completamente innevato dai 1700 metri in su. Salita su neve molto dura per il rigelo notturno: ultimo pezzo per arrivare al colletto percorribile sci ai piedi ma più agevole sci in spalla. Nell'ultimo tratto che porta alla vetta abbiamo ritenuto più agevole perdere un po' di quota e risalire sulla traccia proveniente da Riofreddo, senza traversare in quota.
Bellissima discesa: pappetta dalla vetta fino al colletto, poi neve ammorbidita dal calore nel vallone fino a circa quota 1600 metri con tre leva e metti.
Bisogna solo stare attenti che si sta formando una crepa nel canalino basso.
Tante persone oggi su questo itineraio e le sue varianti, ma non ha dato per nulla fastidio.
Un saluto ai miei compagni di gita e alle Alpi marittime che ci hanno regalato ancora una bellissima escursione e una grande sciata (terzo giorno del "ponte del 2 giugno sugli sci" alla faccia di chi va al mare ed è due mesi che gufa perchè venga l'estate anticipata ...... ).


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva a baracconi,anche se c'è il divieto
15mint.di portage,poi neve continua,ottimo rigelo notturno, noi siamo saliti al colletto sotto Testa Cariliera,discesa nel vallone di Rio Freddo,con mancanza di neve x circa 100m. poi traverso e risalita alla Testa Gias dei Laghi,grande affollamento sull'intinerario normale,ottimo firm in discesa già lisciata dai numerosi passaggi,perche a nord non aveva mollato poco.
un saluto ai numerosi compagni di gita.......
ciao a tutti.........


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
avevo chiuso la stagione domenica...ma eccomi di nuovo qua...
partito alle otto meno dieci con gran bel rigelo notturno (finalmente)che rende la salita decisamente più facile, veloce e divertente soprattutto con le ciastre...all'imbocco del canale ho messo i ramponi e sono salito agevolmente al colle, poi sempre con i ramponi ai piedi sono arrivato in cima...panorama mozzafiato, tanta gente davvero simpatica e cani bellissimi...
siccome la neve a salire era dura dura ho aspettato a scendere fino alle 12,15 e forse avrei dovuto aspettare ancora un pò...
prima parte fino al colle data l'esposizione a sud bellissima pappa, il canalino aveva mollato, ma non troppo, poi giù veloce fino all'ultima neve...
oggi paolo in solitaria con la sua amata tavola...gita dedicata a luca bloccato a casa da impegni di studio...


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1600
portato sci per 15-20 min.circa,assenza di rigelo,se non leggero in alto,la neve dopo il colletto non durerà molto
con altri 5 compagni,uno dei quali si è fermato a metà gita
oggi saranno saliti una cinquantina
sciesi intorno a mezzogiorno (eravamo gli ultimi) nella parte finale con un paio di gava e buta siamo sciesi fino a circa 10 minuti dalle auto

un saluto ai compagni di gita angelo,gianni,giordana,mimmo,sergio


[visualizza gita completa con 6 foto]
partiti alle 8 la neve incomincia dopo circa 10 minuti...oggi non c'è stato rigelo notturno e quindi per noi tavolari salire con le ciastre soprattutto nei traversi è stata un'impresa...a causa di ciò ci siamo fermati al colle perchè dopo si rischiava di scivolare nel lago di aver...
la discesa ( verso le 11.45)è stata come piace a noi: una bella pappa non sfondosa. Diciamo che per essere a fine maggio è stata una gita più che appagante....
l'innevamento è ottimo...
teoricamente la strada è ancora chiusa e bisogna aggirare il solito spartineve, ma si arriva con l'auto comodamente a baracconi e volendo, come abbiamo fatto noi dopo la gita, fino a s.anna...
probabilmente l'ultima gita di stagione...ormai sentiamo voglia di roccia...un saluto alla prossima stagione se non cambiamo idea...
oggi paolo&luca con le amate tavole


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Uffficialmente strada per il colle ancora chiusa
quota neve m :: 1600
Si lascia l'auto ai Baracconi. Oggi mancato rigelo notturno per nuvolosità notturna, quindi saliti fino in cima senza bisogno di coltelli. Neve mai sfondosa, anche se un pò lenta. Buon innevamento continuo dal colle alla cima e tutto intorno.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Parcheggio Baraccone
quota neve m :: 1600
Posteggio pieno oggi al Baraccone. Si portano gli sci per 10 min poi sci ai piedi fino in vetta. Stanotte aveva rigelato quindi salita su neve sempre dura. Utili i coltelli per il ripido tratto sotto il colle , poi neve molle ma continua fino in vetta. Almeno 30-40 sci alpinisti incontrati. Scesi alle 10 su neve ben sciabile fino al colle, poi un breve tratto da fare con attenzione su neve dura , poi primaverile fino a quota 1600 m sfruttando tutte le lingue di neve. Poi 5 min a piedi fino all’auto. Classica gita di fine stagione sempre consigliabile. In compagnia di Attilio,Roberto e Luciano

[visualizza gita completa con 6 foto]
in salita ho fatto il canale sotto il colle con i ramponi perchè sul ripido mi trovo meglio senza gli sci
per il resto tutto a posto
in discesa: in alto un po' mollina
il canale: ancora un po'che teneva
sotto: neve dinuovo un po' mollina come piace a me, sono andata giù a balle (si fa per dire)in effetti mi sono meravigliata di me stessa
con sergio, sandro, carlo mio cugino, e igor che è alle prime armi con gli sci


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1600
Si arriva sempre in auto al baraccone aggirando lo spazzaneve piazzato simpaticamente in mezzo alla strada.
Dopo aver nascosto l'auto dietro al Baraccone con meno di 10 minuti di marcia si mettono gli sci ai piedi. Oggi la neve, a causa dell'alta temperatura, non ha rigelato perfettamente. Le condizioni quindi sono molto variabili a seconda dell'altitudine eccovi un breve sunto:
1- Dalla vetta al colletto cairiliera si ha un bel pappone sciabile ma il pendio almeno è ancora perfettamente innevato.
2-Canale e parte alta del vallone della Maladècia con un firn perfetto.
3-Il secondo muro e parte centrale presenta purtroppo crosta non portante difficoltosa da sciare
4-L'ultima gorgia prima del finale malgrado la neve piuttosto marcetta risulta ancora perfettamente sciabile.
Col grande Rino


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: sgombero sino a baraccone
quota neve m :: 1500
Si riesce a superare lo spartineve messo di traverso. Quindi solo 10min di sci in spalla. La neve in basso un po' cedevole causa il mancato rigelo noturno. In alto firn da favola...
Gita in compagnia di Claudia e Pietro.
Ancora grazie al vecchio westfalia che ci fa dormire un po' di piu, e ci regala serate stupende.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
oggi bellissima gita,ottimo rigelo notturno,scesi alle 11,la neve,a sud mollato due dita a nord praticamente era come la salita.partiti da baraccone,la strada è chiusa alla centrale da mezzo dell'anas,ma.....!!Oggi con gli amici ........!!
Un saluto agli amici miki e gianluca


[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Le condizioni non sono cambiate molto dai giorni scorsi.
Ne vale ancora la pena, ci sono 3 punti in cui e' necessario togliere gli sci sia in salita che in discesa, anche se per pochi metri. Si arriva fino al colle in punta al canale, la parte alta e' ormai senza neve.
Nel complesso e' stata una bella gita...niente male per essere a luglio!!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
partenza da Baracconi con sci in spalla per circa mezz'ora, scesi a mezzo giorno, neve nonostante luglio bellissima.Gita fattibile per almemo una settimana.
Un ringraziamento al mio infaticabile socio di gite Diego e un grazie a Francesco


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
in salita si portano gli sci per una mezz'ora, ma si può anche continuare così che tanto non si sprofonda. Molto utili i ramponi.
Due brevi gavabuta fino in punta.
Nella parte bassa la discesa è su neve molto a bric e tampe ed a tratti coperta da detriti, bisogna scegliere un po'.
Per chi non riesce a smettere vale la pena ancora per qualche giorno.
Fatta anche la cairiliera al ritorno, bè, la vera forse è la punta più a nord, ma di qui c'era ancora una gran bella discesa con due brevi gava buta.
Complimenti a laura che se l'è fatta quasi due volte ed è ancora salita alla cairiliera.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: no problems
quota neve m :: 1700
Giornata fredda e umida, con neve oltre i 2000 m. caduta in nottata, più che il solstizio d'estate sembrava quello d'inverno. Comunque, anche se il sole ha fatto solo qualche sporadico capolino, la visibilità si è mantenuta buona.
Gita corta ma in un ambiente molto aspro e selvaggio, con buon innevamento malgrado le quote così basse. Gli sci si mettono dopo 15 minuti a q. 1650 e si portano poi con continuità, io sono arrivato al Passo della Cairilliera con gli sci ai piedi anche se nell'ultimo tratto avevo un'enorme zoccolo sotto lo sci. Il freddo, il vento e le infide roccette semi ghiacciate e semi innevate, ci hanno consigliato di desistere al breve ultimo tratto che ci avrebbe portato in vetta. A parte i primi metri sotto la sella (scesi a scaletta) poi sciata eccezionale, molto piacevole per l'alternanza di tratti ripidi e stretti con tratti più dolci.
Gita Focolaccia con 10 partecipanti, 2 di Lucca, 1 Lido Camaiore, 4 di Carrara, due di Sarzana e 1 di Genova, ottima compagnia.
Foto su


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1700
partiti poco dopo le 7 .nubi compatte ma poi in dissolvimento.dai2000 qualche cm di neve fresca.ma subito lavorata dal vento. senza coltelli fino al colletto.di qui discesa su neve che iniziva a mollare. bella discesa per il solstizio di estate a quote cosi basse.dura ancora almeno 10 giorni.
tutti i bar chiusi a salire da Borgo.allora un salto da Bartolo che anche se erano le 7 meno un quarto ci ha preparato una super colazione....intanto pioveva ancora.Lui e' una vera miniera di esperienza .grazie.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Partiti dall'auto alle 9.30, con sette gradi e meteo bello, anche se le nuvole correvano veloci. Sotto verde acceso, sopra paesaggio patagonico, con tutte le cime imbiancate. Dall'ultimo pianoro in su 10 cm di farina pesante, ma che in discesa ci ha regalato una sciata indimenticabile, dato che oggi è il primo giorno d'estate.. Arrivati solo al colle, anche perchè le rocce per andare in cima erano tutte verglassate e tirava un vento fortissimo. In salita portato gli sci per 20 minuti, mentre scendendo per 10 minuti (90 mt. di dislivello). Forse per mio nonno che faceva scialpinismo nel 1930 era una cosa normale, ma per me è stato un 21 giugno speciale.. Per una settimana non cambia nulla. La neve più bella qui che ieri alla ghigliè, perchè più liscia.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: senza problemi
quota neve m :: 1700
La parte iniziale del ultimo canale è molto ripida e manca neve negli ultimi 5 o 6 metri. In linea di massima la gita con gli sci finisce al colle, poi ci sono troppe interruzioni (lunghe) e credo non sia più interessante proseguire con gli sci.

Dopo la bella festa di ieri sera x la chiusura delal stagione scialpinista degli "Evergreen" alla quale sono stato invitato come amico, e dopo essere andato a letto tardissimo ed avere faticato a dormire per il caldo, parto prestissimo da casa. Patisco la forte umidità ed il caldo durante tutto il viaggio (a Demonte verso le 5.30-5.45 c'erano 17 gradi!). Patisco ancora durante tutta la salita a causa della cappa nuvolosa che non permette di respirare, pur essendo partito verso le 6.15. Inoltre x cercare di non farmi arrivare sulla cima, cercano di buttarmi giù poco prima del colle. Infatti uno dei pochi scialpinisti che ha salito questo tratto sci ai piedi, mi investe cadendo e solo grazie alla prontezza di riflessi, non mi trovo 50-100 metri più in basso con lui. Ovviamente può capitare!
Nel complesso bella gita anche se dal colle in su pochi si sono portati gli sci dietro ed essendo stato uno dei primi a scendere, non so cosa sono riusciti a combinare. I tratti senza neve sono comunque ormai troppi, tranne che si decida di scendere nel vallone a Sud della cima per poi risalire, ma non saprei dire se ne vale la pena.
Belli e ripidi i vari canali con neve buona, sono quello più in basso, che risulta essere in ombra, aveva neve praticamente ghiacciata, considerando che io ho iniziato a scendere dal canale più in alto alle 10.
Nel complesso bella gita.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
concordo l' ottima relazione di sanet,conosciuto in cima con tutta la compania.gita superconsigliata,vien voglia di ripeterla.........
un saluto a tutti i scialpinisti incontrati oggi.....
ciao a tutti.....

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Si arriva a Baraccone
quota neve m :: 1700
Lascio il commento di questa splendida gita, ripetuta come l'anno scorso, in uno dei valloni più appartati delle Marittime a Sanet che era con me e altri 7 vecchietti terribili.
Volevo solo ringraziare chi mi ha lasciato sull'auto l'orologio che avevo perso e di cui al colle a qualcuno avevo accennato. Veramente grazie. E poi attendo l'identificazione della mail di chi nella foto sta arrivando al colle per mandargli le altre. Il nome non si dice per la privacy. Ciao a tutti


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: posteggio presso i Casolari del Baraccone
quota neve m :: 1700
Gita superconsigliata per chi volesse ancora fare una bella discesa portando gli sci per soli 15 minuti (cronometrati). La neve è compatta e scorrevole e non ostante le numerose rigole ben sciabile, soprattutto considerando la stagione avanzata. Oggi siamo saliti al Passo della Cairiliera con i coltelli. Arrivati al passo per salire sulla vetta bisogna togliere e mettere gli sci un paio di volte ma ne vale la pena. Secondo me è una gita ancora fattibile per almeno ancora 10 giorni o forse più , perlomeno fino al passo. Oggi numerosi gli scialpinisti sul percorso. Menzione particolare per Paolo De Chiesa visto scendere nel canalone come ai bei tempi della Valanga Azzurra. Giornata bella e calda, ma oggi la neve non ha risentito della temperatura. In 9 del CAI ULE di Ge – Sestri (Gruppo Larice)
Oggi gruppo “pensionati” quasi al completo (9 su 12) dopo una stagione Super iniziata con il M.Bodoira il 9 Novembre ed ormai giunta quasi al termine (anche se oggi si facevano già i programmi per la prossima settimana!). Vorrei fare un saluto a tutti i componenti del magnifico gruppo partendo da, Alberto, Armando, Attilio, Carlo, Ettore, Franco-(Larice), Luciano, Nino, Nicola, Stefano ,Tonino. A tutti grazie per la bella stagione trascorsa insieme.


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1700
ottimo firn scendendo per le dieci. ultimo tratto del canale prima del colletto meglio sci in spalla. poi in vette per roccette o .tolti gli sci un tratto,per traverso svalicando a sud.
grazie alle indicazioni di sabato .la gita puo'tenere ancora la settimana o piu'.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1600
Gita in ottime condizioni. Neve compatta ed abbondante. Canalino finale rimasto duro fino a tarda mattinata. Si portano gli sci per circa 15 minuti. Veramente consigliata.
Ivo, Marinella, Marco, Silvana.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada libera fino al Colle della Lombarda
quota neve m :: 1700
Camminare 15-20 minuti da baraccone e trovare il vallone ancora ben innevato il 13 giugno non è poca cosa, tantè che ne hanno approfittato in tanti oggi.

La neve è praticamente estiva, non cambia granchè con il passare delle ore, rimane compatta e sufficientemente scorrevole. Nel canale al mattino neve più dura, utili i coltelli. Tranne un breve tratto scoperto dietro il colletto ci sono ancora millemetri abbondanti sciabili.

Meteo splendido, sereno e tiepido.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
note su accesso stradale :: si arriva in auto alla centralina q. 1250 - 1 h circa da Baracconi
quota neve m :: 1500
quasi un ora a piedi o con tanti buta e gava su gigantesche slavine sembrava davvero troppo per raggiungere un vallone quasi interamente invaso da altre salvine. Ed invece.
Discesa dalla cima, passando sotto il colle Aver, fin quasi al lago d'Aver soprano su neve molliccia bella bella. Ripellato al passo Cairilliera e discesa ore 12,30 nel vallone Maladecia su neve appena toccata dal sole bellissima in alto ma ci si diverte anche in basso sulle slavine. Coltelli indispensabili per il passo al mattino su neve marmorea ma si sale meglio a piedi gli ultimi mt. Nel vallone Maladecia conviene scendere tardi, prende pochissimo sole. Oggi con Super che ha suggerito la gita, incontrato solo un gruppetto di 5 davanti a noi e dei francesi tosti che, partiti da Isola 2000, facevano un giro assurdo.
La strada per il colle, avanti di questo passo, apre ad Agosto, nessun segno di lavori di sgombero e ce ne sarebbe da fare..



[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Si arriva a Baraccone
quota neve m :: 1700
Perchè 5 stelle? Perchè è il 13 Giugno e abbiamo messo gli sci dopo 30 minuti, perchè c'era il sole per tutta la gita con stupendi colori all'alba, perchè la temperatura era piacevole (saliti con il pile), perchè il canale era in condizioni stupende, perchè dal colle alla vetta si va a piedi, ma il 13 di Giugno ne avevamo quasi voglia, perchè in vetta si stava da papi, perchè c'eravamo solo noi, perchè la neve era bellissima su pendii intriganti, perchè si arriva con le ultime lingue di neve in mezzo ai larici verdi e al torrente dove ti puoi mangiare un bel panino. E a questo punto sei a 15 minuti dall'auto. Insomma una goduria
In 4 del CAI di Genova Sestri. In salita sul canale 2 con gli sci, gli altri 2 con ramponi. In discesa tutti con gli sci su neve perfetta. Ciao...sarà finita...almeno con gli sci?
Grazie a Dovio che ci ha dato lo spunto


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada aperta fino a S. Anna
quota neve m :: 1700
Finalmente un giorno di sole! 30min sci a spalla un pò prima del gias soprano di Maladecia, tolti gli sci per pochi metri prima della gorgia iniziale, salito con i ramponi gli ultimi 30m del colle Cairiliera, traverso a destra a piedi per 100m lineari, poi sci fino a 20m dalla cima. Discesa da favola nel vallone di Maladecia.
Un grazie a Irma Martini per le preziose informazioni. Un saluto a Flaviano (lunga picca) a Marco (l'uomo regio) a Maria Teresa (la rustica elegante) ed a Piero (alias velociraptor) che a volte va così forte che salta addirittura i colli!!
Non è detto che sia l'ultima......


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada aperta fino a s. anna
quota neve m :: 1700
nonostante il tempo incerto ancora ottima gita,da baracconi sci a spalle x 30min poi nei canali ottimo innevamento,più bella discesa nella parte alta sotto un pò grottoluta......
un saluto alla simpatica compania....che qust"anno non desiste......
ciao a utti.............


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: La strada dovrebbe essere aperta fino al santuario
quota neve m :: 1500
Partiti per la traversata e finiti, visto il meteo incerto, per la salita e discesa da Baraccone.
Purtroppo non c'è stato rigelo notturno e quindi in discesa non è stato un granché, ma l'innevamento è ottimo... si portano solo 5 minuti!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: divieto alla centralina, aperta fino a baraccone
quota neve m :: 1500

da baraccone alla vetta tutto ben innevato, qualche svalangamento nella gorgia iniziale.

farina compressa nel canale, per il resto ottimo firn, sciata divertente.

i due valsusini incontrati in vetta riferiscono che dal versante riofreddo occorrono 20 minuti a piedi ma la strada è prossima all'apertura.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: meglio se con 4x4 o gomme termiche, noi con Astra nuova.....
Giornata grigia al mattino ma con un pallido sole nel pomeriggio. Neve molto dura in salita, che per fortuna ha mollato al momento della discesa. L'ultimo tratto del canale è consigliabile con i ramponi, mentre in discesa non crea particolari problemi. Neve accettabile a ancora ben sciabile...
Ciao da Enrico e Alberto.
Foto su: LaFiocaVenMola



[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
Per me non vale più di 3 stelle, data la neve molto dura nella fascia centrale e un po di tutto attorno,ma farina monco a parlarne. Lasciato auto 5 km prima del Baraccone per strada con lastra di ghiaccio;solo i 4x4riescono a passare. Un saluto al prof

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: ghiaccio vivo (verglass) dalla curva delle acque minerali, stop
arrivato sulla forcella della colla della maladecia...
avrei voluto scendere al di la' verso la strada del col della lombarda: qualcuno sa dirmi se sarei arrivato vivo?? grazie
Neve ancora inspiegabilmente bella. temperatura rigida nel vallone.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: attenzione alle pietre sulla strada prima di baraccone
quota neve m :: 1000
con la tavola, in solitaria.
Ho concluso con oggi la settimana santa della trilogia del gias dei laghi:
a vinadio 12°; a baraccone alla partenza (ore 13): zero gradi.
a 1.5 ore (2100m) ho svoltato per il canale a dx e mi son fatto il mitico canalino di"colla maladecia" (m.2545).
sono troppo il migliore!
A scendere, se state sulla sx orografica, tutta farinaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
Magari ci torno dopodomani a farmi i 10 metri che mi mancavano alla forcella, quando la luce bianca del tramonto retrocede di altura in altura e le lontane superbe vette disegnano i loro contorni sul cielo di porpora e par che ti dicano: tra un po' vien notte! (n.d.r.: erano le 16.10 e le ciastre mi sprofondavano nello zucchero a 45°).
il pezzo mi sembra completo.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
Giornata molto bella ma fredda, per di più completamente in ombra fino al passo di cairiliera. Gli ultimi cento metri per salire al passo sono ostici, se come oggi la neve è dura. Sono saliti quasi tutti con i ramponi, io non li avevo e mi sono arrangiato con i coltelli (non è proprio la stessa cosa, ma in mancanza del cavallo...). Usciti sul passo abbiamo finalmente visto il sole..., ma anche il vento, così i -13° in fondo al canale sembravano ancora meno. La neve in alto era molto crostosa e dura, ma vi erano buoni tratti coperti da uno straterello di neve farinosa. Bella discesa tecnica nel canale su neve dura ma non più crostosa, e più in basso abbastanza morbida. Gran bella gita. Un grazie a tutti i compagni di giornata.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: CONSIGLIABILI GOMME TERMICHE O 4X4 X ARRIVARE A BARACCONE
quota neve m :: 1500
Partiti alle 10,30, saliti con un freddo pungente ma tutto sommato sopportabile. Consiglio i coltelli, la neve è abbastanza dura. Panorama mozafiato dalla vetta e discesa divertente, con 2 dita di neve morbida su fondo duro. Il primo pezzo del canale sotto il colle richiede una buona tecnica di discesa, che valuterei come OS. Un salutone a tutti i simpatici compagni di gita!!!

[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: gita da fare con strada sgombra dal Baraccone, altrimenti 7 km. in +
quota neve m :: 1500
Gianni snow, Anto, Frenkie, Manuel & Roby ski.
Partiti dal Baraccone 1533 m.
Giornata super ma fredda (-13.5° nel canale).
Gran panorama dalla cima, bellissimo il ripido canale e il vallone di Maladècia... Abbiamo una piccola Lötschental a due passi da casa ...e non lo sapevamo!
Praticamente a parte il pendio finale con neve crostosa ma dura, il resto della discesa tutto su bella neve portante.
Gli ultimi 100 m. sotto l'intaglio del Passo di Cairiliera molto ripidi, al limite con le ciaspole... Ma hanno inventato i ramponiiii !!! Anto praticamente quasi tutta la salita senza pelli... si scollavano...però chi l'ha dura la vince...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: ok fino a Baraccone anche se c'è il divieto di transito molto prima
quota neve m :: 1400
Con lo snow in solitaria ai limiti della resistenza. Purtroppo lascio perdere prima del canale che porta al colle causa bufera totale con temperature intorno ai -16°. Peccato, ... ma ci ritorno! Neve dura in discesa ma ben surfabile; tratto finale su 30-40 cm di neve morbida e quasi tutta vergine. Veramente divertente.
PS. Ora capisco cosa ci facevano qui tipi col furgone!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: Vd. PS
quota neve m :: 1500
Gita da lupi: partiti con l’idea di raggiungere la cima ci siamo fermati sotto il colletto finale causa “problema tecnico”, ma anche visto il tempo: -14°, con raffiche di vento, nevischio e freddo percepito oltre i -25°. Ritenteremo. La parte più divertente della gita è stata quando scendendo in macchina da Baraccone abbiamo incontrato 5 simpatici Ungheresi che a bordo di un Mercedes, volevano andare a fare la settimana bianca Isola 2000……Lascio immaginare la loro espressione quando gli ho detto che in linea d'aria eravano a 10 km da loro meta, ma che dovevano passare da Nizza !

P.S. La strada è aperta fino a Baraccone, ma in realtà un cartello in basso vieterebbe l’accesso……



[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
quota neve m :: 1200
arrivati a 2100m circa, invece di tirare diritto per il passo che chiameremo di cairiliera(vedi libro di campana)ho preso a sx, via piu' agevole della classica, che a 2200 piega a dx e raggiunge, con un breve strappo finale di non piu' di 20m, il passo che chiameremo"passo martel"(m2570 circa), perche' si trova giusto sopra detto lago, ma che fino ad oggi non aveva un nome.
Da qui son salito a dx fino alla punta(m2635), poi, tolti gli sci, con 20 gradi sottozero e vento forte mi son fatto la pericolosa crestina fino al passo di cairiliera (m2570).ci ho messo 1 ora.
Di qui , coi ghiaccioli agli occhi, visibilita' che non arrivava alla punta degli sci, nevischio gelato che tirava sù, sono sceso ai 5 all'ora trascinando con me 2 che erano bell'e che in cima e che ringrazio moltissimo per la preziosa compagnia.
-come si vede, ad 1 giorno di distanza, dal paradiso all'inferno: per la visibilita' e le condizioni della neve di curve ne abbiamo fatte poche e la stella c'e' perche' meno di una non si puo'.
Un grazie anche ai miei 2 compagni di viaggio(ste e boh)che ho lasciato da soli a fare la diretta: al mio ritorno erano preoccupatissimi(infatti si erano ubriacati con aldo da piu' di un'ora), in compenso non mi hanno sgridato.
il pezzo mi pare completo.
brutto ma completo

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
con la tavola
quasi tutta farina; che palle
non c'era nessun altro; che fifa
c'erano solo meno 7 gradi e il sole in punta; che caldo.
Adesso non vorrei che andaste tutti li', per questo ho dato solo 4 stelle.
Il pezzo e' completo.
Ah no, ringrazio ste e mau che mi fanno assistenza psicologica e non solo, quando vado in solitaria.
Adesso e' completo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
gita in traversata: saliti dal vallone riofreddo e poi vallone d'aver. scesi nel vallone della maledecia su baraccone (mt. 1500). neve essenzialmente crostosa, più o meno portante. qualche raro e breve tratto di farina. neve + che sufficiente a non toccare pietre. a causa di lavori stradali, la strada nel vallone di sant'anna è percorribile con l'auto fino a baraccone. con bruno & teresa.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Dopo mezzoretta di cammino: dai baracconi sino alla casa del pastore, si incontra una bellissima neve nonostante l'ora tarda (ho iniziato la gita alle 11). Non ho incontrato anima viva, tranne un solitario camoscio. Nel pomeriggio (h. 14) bufera di pioggia e vento.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
TESTA GIAS DEI LAGHI mt. 2.733
Partenza dal "Baraccone" mt. 1.531
Strada per il Colle della Lombarda: aperta.
Partenza con tempo coperto, mezz'ora con sci in spalla. Prima di arrivare al Passo Cairellera tormenta di neve.
Discesa in 10 cm. di neve fresca.
Giudizio: nonostante il tempo infame, buona discesa in neve fresca (per essere il 13 di giugno!!!), ultimo tratto di discesa sotto pioggia battente e gelata!
Osservazioni: solo noi e i camosci.
Gita da lupi.....



[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Saliti dal vallone di Rio Freddo (il bivio, lungo la strada per il Rif. Maloinvern, è alla segnaletica per i Laghi d’Aver a 1640m) e scesi dalla stessa parte. Grazie della traccia a tre che sono scesi poi a Baraccone. Non so dove si arriva con l’auto da quel versante ma non penso molto avanti. Dal Rio Freddo si arriva alla diga (circa 1200m) e comunque dopo 500 metri c’è la solita valanga terriccio/nevosa….Ci vorrà ancora un po’ per passare con l’auto. Soliti ambienti di alta montagna di questo splendido vallone. I 20-30 cm di neve caduti in settimana sono un disastro per il caldo che li ha gessati (sotto c’era la primaverile), ma comunque si sciava e anche nel bosco ci si arrangia. Si vedono molte valanghe da caldo lungo tutti i pendii nord. Salita lunga, ma ne valeva la pena. (gruppetto del CAI di Ge-Sestri)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Si calzano gli sci dopo mezz'ora. C'è un tratto brutto nella gorgia da aggirare sulle rocce, dato che la neve si è bucata. Lì è proprio al limite. Poi dopo neve molto bella. Dopo il colle conviente portarli fino in cima, perchè in discesa si riesce a sciare su lingue. Una notizia per i ciclisti: la strada è aperta fino al colle della lombarda, dove hanno però messo un muro di neve, non oltrepassabile con l'auto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: dura al mattino - primaverile dopo
I minuti a piedi sono ormai 40. Neve molto dura in salita, utili rampant e ramponi per l'uscita al passo. Neve sufficiente dal passo alla vetta, in discesa stupenda ovunque (inizio ore 11).
...saluti a Rosanna, Laura e le sue due amiche

[visualizza gita completa]
osservazioni :: Totali
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Dai Baracconi 20'sci in spalla (tranquilli).Poi perfettamente innevato fino in cima.La qualità della neve è ottima e ben sciabile.Condizioni meteo ok.Una gita che non presenta particolari difficoltà tecniche e che riserva un paesaggio selvaggio e suggestivo, specie nel finale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: trasformata con farina sopra
E chi avrebbe detto che con i temporali che c'erano in pianura saremmo riusciti a trovare condizioni così belle, dal meteo alla neve? Portati gli sci per un quarto d'ora. Neve continua fino in cima. Discesa veramente favolosa, in neve trasformata con spruzzata di farina sopra. Incredibile!!!

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 08/06/10 - cristiano aghemo
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord
    quota partenza (m): 1553
    quota vetta/quota massima (m): 2739
    dislivello totale (m): 1186

    Ultime gite di sci alpinismo

    24/03/19 - Mattwaldhorn da Engiloch - Olly_
    Nell lungo traverso scendente dal colle Sirwoltesatel verso Nanztal, meglio togliere le pelli e sciare, altrimenti consiglio i rampant. Portato ramponi e piccozze che non abbiamo usato
    24/03/19 - Parassac (Téte de) da le Pontet per la Val Fiourane - Lupopapero
    Gita ancora soddisfacente con buona copertura nevosa. Si portano gli sci per attraversare il ponte e arrivare alla pista di fondo. Neve primaverile ben sciabile fino alla piana e poi si spinge, ma la [...]
    24/03/19 - Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna - michferrero
    Partiti quasi dalla macchina con gli sci ai piedi percorrendo le ultime lingue di neve (se prosegue con questo caldo la prossima settimana mi sa che ci vorrà un po' di portage). Dall'inizio del vallo [...]
    24/03/19 - Gay (Becca di) dalla Diga di Teleccio - dutur
    Splendida giornata alla Becca di Gay. Una decina di persone partite verso le 6 dal rifugio Pontese. Arrivato in cima in compagnia di tre baldi giovani torinesi con cui ho condiviso la salita. Panora [...]
    24/03/19 - Trois Evechés (Pic des), colletto ovest 3050 m per il Vallon de Roche Noire - cescomonetier
    ho rinunciato al muro finale in favore della più breve salita alla cresta lato sud; infatti la neve sul muro è sempre troppo riscaldata per essere sciabile. in effetti in questo modo sono riuscito a [...]
    24/03/19 - Vincent (Piramide) da Indren - Fonzie
    I due canali per salire/scendere dopo la fine seggiovia dell'indren sono tendenzialmente sconsigliati, seppur utilizzabili. Lungo il percorso sono stati avvistati solo una manciata di crepacci (5/6) [...]
    24/03/19 - Oren Est (Becca d') da Arolla per il col des Vignettes - albertoc
    Giornata bellissima, neve ottima dalla cima al col de Charmotane, La discesa del Gl. de Pièce dal col des Vignettes era invece massacrata da centinaia di passaggi e quindi non molto divertente. Insomma parte alta 4 stelle, parte bassa 2, media 3.