Ghicet di Sea e quota 2757 m da Pian della Mussa

Semplice panoramica camminata con meteo straordinario. La quota 2757 si sale per sentierino oppure facili roccette più simpatiche. Salita anche la cimetta di destra.
Mini anello andata con il 226 e rientro passando sotto Rocca Ciarva
Con Maury, Lino, Lu e Marco

Bivacchino tetto rosso vallone di Sea
Quota 2757

[visualizza gita completa con 3 foto]
Inedita gita per i primi di settembre, grazie alla discreta spolverata di neve ad imbiancare il percorso oltre i 2.500 mt. Giornata fresca e in prevalenza nuvolosa, con qualche sprazzo di sole ogni tanto. Tante marmotte, qualche stambecco e zero umani...

[visualizza gita completa con 5 foto]
Caldo afoso sino a quota 2600 circa, poi inaspettato un bel venticello che ha fatto resuscitare.
Neve portante nel canale utilizzato negli ultimi 100 mt, per il resto salito a sx, gran panorama su tutte le vette della testata delle valli, poca gente in giro, molte marmotte.
Al Ciriè alle 13.30 ben 32° all'ombra, terribile !!!!

[visualizza gita completa con 3 foto]
Giornata superlativa. La neve inizia dove si svolta per il Ghicet. Calzata i ramponi sia in salita sia in discesa. Dalla quota abbiamo continuato verso punta Franci. Volendo si può evitare la parte più ripida del canale , salendo più a sx senza neve.Tanti animali e tanti fiori a pian Ciamarella.

[visualizza gita completa]
Neve quasi continua da quota 2500 m circa.
Il che ci ha fatto pensar bene di salire prima del colle, su pendii ripidi ma puliti , raggiungendo la quota 2733 della cresta, un po' dopo la puntina vicino al colle.
Viste le previsioni, non siamo andati lontani e siamo saliti in posti noti e facili. Tempo abbastanza nuvoloso, nel pomeriggio si è ulteriormente chiuso.
Spettacolare fioritura di anemoni e genziane al Pian Ciamarella e molti stambecchi, non tanto belli da vedere perchè stanno cambiando il pelo.
L'alpeggio non è stato ancora caricato.
Con Gino e Renato.


[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: Ok
Pioviggine leggera ci ha accompagnati fin su dove veniva anche qualche fiocco di neve.Nebbia ma non freddo.Pian della Mussa quasi deserto.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok
Nonostante un noioso raffreddore mi perseguita da giorni decido di non mancare all’escursione: ne pagherò le conseguenze nei giorni successivi …. Siamo partiti dal Rifugio Città di Ciriè con un bel nebbione che incombeva sulle vette circostanti e un po’ dubbiosi sul tempo…, meno il sempre ottimista Giorgio, siamo saliti nel vallone dietro al rifugio. Purtroppo prima di arrivare alla presa d’acqua non abbiamo visto le tracce che proseguivano a dx e abbiamo proseguito seguendo i segni bianco/rossi. Dopo circa un’ora e mezza di cammino le nubi si sono dissolte ed è uscita una giornata stupenda, però ci siamo trovati al Colle Battaglia e abbiamo dovuto scendere per oltre 150 m. verso il Pian Ciamarella per trovare il sentiero 226 che saliva al Colle. Una volta trovato non abbiamo avuto più problemi e con salita regolare ma ripida abbiamo raggiunto il Ghicet di Sea e la quota m. 2757 ammirando lo splendido panorama. Incontrata una coppia che saliva all’Albaron di Sea. Viste diverse marmotte e una lepre al colle. Al ritorno abbiamo seguito il sentiero n. 226 che dopo essere passato dal bellissimo e ameno Pian Ciamarella con una ripida e veloce discesa ci ha portato alla partenza. In compagnia di Giorgio, Sergio e Gianni.
Bellissima escursione in luoghi a noi poco conosciuti con panorami stupendi.


[visualizza gita completa con 10 foto]
Il vecchio "sentiero dei bergè" è in brutte condizioni, sempre più coperto da ginepri e altri arbusti. Comunque è ancora percorribile.
Saliti in una giornata che , stando alle previsioni, prometteva benissimo. In effetti fino alle 10 era bello azzurro. Ma appena arrivati in vetta ha cominciato ad annuvolarsi rapidamente.
Siamo scesi prestissimo ma già a mezzogiorno ha inziato a piovere (e grandinare) e non ha più smesso fino a casa. Anzi più scendevamo , più diluviava.
Ogni tanto anche ARPA e soci toppano.
Comunque il panorama era ancora discreto in vetta, comprensivo di un bel branco di stambecchi.
Sul percorso ancora una splendida fioritura. Nelle zone dove la neve è appena andata via fioriscono soldanelle e pulsatille, come se fosse giugno.
Con Lorena e Gianni che sto portando a conoscere le valli di Lanzo.
L'Alpe Ciamarella anche quest'anno fortunatamente è stata caricata. E da gente giovane.
Una delle Alpi meglio tenute delle valli, se si considera che portano tutto su e giù ancora a dorso di mulo. Canali di irrigazione perfettamente funzionanti, edifici in ottimo stato, prati pulitissimi da pietre e erbacce. Veramente da complimentarsi con questa famiglia, compresa la piccola Cecilia che già porta le bestie al pascolo.


[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: Lavori con senso unico alternato sulla provinciale. Strada per il Pian della Mussa ancora aperta, senza pagamento
Sentiero ben segnato. In discesa consiglio di seguire il sentiero dei bergè (a destra scendendo), perchè quello ufficiale n° 226 è estremamente ripido.
In una splendida giornata di sole, con temperature completamente fuori stagione.
Quasi tutti i numerosi rii senza un filo d'acqua.
Nessuno in giro. Avvistato però un numeroso gruppo sulla Rossa di Sea.
Con Franco, più accaldato del solito oggi


[visualizza gita completa con 10 foto]
Passeggiata autunnale dal clima caldo fino al colle. Parecchia gente in giro per essere infrasettimanale.
Il piano della ciamarella molto bello , direi cinematografico.
In solitaria per sbollire lo stress lavorativo

[visualizza gita completa con 1 foto]
Sono salito da Balme e scendendo, al Pian Ciamarella, ho seguito il sentiero 216 A per poi scendere dall'Alpe Rossa alle Grange del Pian della Mussa e da qui a Balme. Incontrati numerosissime Marmotte, una delle quali, piccola, mi è passata a meno di un metro di distanza per spiccare un balzo e infilarsi nella tana vicina al sentiero. In cima al Ghicet, avvolto dalla foschia, mi aspettava uno stambecco.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Ultime lingue di neve al fondo del canalone, con belle scivolate in discesa. Mattinata meteorologicamente bella, grandi panorami, ma nuovamente calda.
Con Daniele, qui per la prima volta, e i miei cani.

[visualizza gita completa]
Sentiero di accesso ok fino a poco oltre il Pian Ciamarella. Poi la neve nel canalone in brevi tratti attraversa il sentiero stesso, ma sempre in modo evitabile. Ennio e Massimo hanno preferito proseguire per neve io per sentiero non avendo voglia di gelarmi i piedi. Purtroppo arrivati al Ghicet la nebbia ci ha precluso tutti i panorami, ma non importa li conoscevamo già.
Salita condivisa con Ennio e Massimo in una giornata decisamente variabile ma senza pioggia.


[visualizza gita completa con 10 foto]
note su accesso stradale :: Park a pagamento al Pian della Mussa, 3€
Oggi, su idea di Ester, abbiamo voluto provare una cosa diversa che ci ha sempre affascinato ma, al tempo stesso, anche intimorito, il Trial Running.
Partiti in assetto leggero abbastanza presto dal Pian della Mussa con temperature belle fresche portate dal temporale notturno, iniziato alternando passo veloce e corricchiando timidamente temendo si scoppiare in fretta invece, mano a mano che si saliva, prendevamo ritmo e fiato, arrivati a pian Ciamarella con la meta ben visibile tutto è apparso più semplice.
Una volta giunti al Ghicet giusto la pausa per un paio di foto, un boccone veloce e subito giù, correndo sì ma senza stravolgerci, visto che eravamo belli pimpanti siamo risaliti a Rocca Ciarva e poi scesi per i bei pendii erbosi dei pascoli Battaglia.
Un bellissimo giro di 1100m di D+ che abbiamo percorso in 2h 30min A/R , non so se sia tanto o poco però , all’arrivo al pian della Mussa, eravamo entrambi molto contenti e soddisfatti, anche cotti, per aver condiviso questa esperienza nuova per tutti e due.
Percorso pulito, incredibile vedere quanta neve è sparita nell’arco di una sola settimana, oggi giornata tersa con aria frizzantina.

Un plauso a Ester per averla proposta e per la grinta e tenacia dimostrate, ormai è lanciata!


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: oggi non si pagava il parcheggio a pian della mussa
Gita in completa solitudine, qualche stanbecco, marmotte e due aquile. Dal colle a sinistra si sale ancora un po ed il panorama è sicuramente più ampio. Qualche nuvola oggi impediva di vedere verso le levanne.

[visualizza gita completa con 6 foto]
Personalmente credo che sia la gitarella più bella e comoda per passare una mezza mattinata lontano dal caldo, anche se questa mattina al piano vi erano già 20 gradi alle 09.
Sentiero in ordine con pendenze sempre piacevoli.
Con Luna.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Partito dal Rif. Ciriè, sempre bello salire al Ghicet. Il sentiero è ben segnalato dal fondo di pian ciamarella in sù. Non guasterebbe qualche cartello indicativo, specie al bivio con il sentiero che va verso i laghi Ru/Mercurin.

[visualizza gita completa con 5 foto]
ritorno in un posto sempre meraviglioso....solo con Morgan , nessun incontro...magico; stop a 2500 mt

[visualizza gita completa con 3 foto]
Veloce gita mattutina e malgrado le alte temperature una leggera brezza ha reso la salita piacevole. Gran quantità di acqua a Pian Ciamarella e ultimi nevai in salita al ghicet per la gioia di una accaldata Luna.

[visualizza gita completa con 2 foto]
neve dura nel canalino, ma aggirabile facilmente, raffiche di vento freddo.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Oggi niente Musine,ma gita "seria,"la fantasia ci ha portati al Ghicet di Sea.
Giornata splendida,calda al sole e fresca all'ombra,sentiero buono,non troppo ripido adatto alle nostre vecchie rotule.
Visto alcuni stambecchi non proprio da vicino.
Nessun'altro sul percorso,pochissima gente anche al pian della Mussa benche fosse una bellissima giornata.
Con il sempre caparbio Gianni

[visualizza gita completa con 5 foto]
Bella giornata ma fredda all'ombra mentre al sole si stava bene.
Nessun altro sull'itinerario. Solo due signori al Pian della Mussa che sono andati al Lago del Crot ed altro in zona.
Vicino al colle avvistati da Vittorio alcuni stambecchi.

Un saluto ai due signori di cui sopra.


[visualizza gita completa con 6 foto]
Anche oggi giornata meravigliosa! Malgrado la "non estate" davvero poca acqua al Pian Ciamarella.
Il sentiero è stato recentemente ribollato per cui anche al Piano non ci sono problemi.
Dopo aver raggiunto il passo ho poi girovagato sullo spartiacque della val di Sea godendo del meraviglioso panorama.
Al Ghicet la piacevole sorpresa di un branco di stambecchi che non si sono allontanati malgrado la mia presenza e quella di Luna (rimasta ferma, seduta e soprattutto zitta).

[visualizza gita completa con 4 foto]
Partenza dal rif. Cirie' 1850mt... vento gia dal mattino avolte anche freddo, ancora una lingua di neve sotto il colle evitabile ,una bella gita comunque panoramica dal colle su tutte le valli circostanti, sempre il solito gruppo di inseparabili del cai di moncalieri ciao a tutti......

[visualizza gita completa con 7 foto]
sentiero tutto ok la neve si pesta solo se si vuole

[visualizza gita completa]
Saliti come da itinerario, ancora qualche tratto di neve facilmente aggirabile, fare attenzione a non perdere il sentiero che spostandosi su un dosso erboso a sx in salita evita buona parte del canalone finale (noi l'abbiamo perso in salita). Non vedendo per le nuvole la quantità di neve verso la Rossa di Sea abbiamo rinunciato a proseguire. In discesa, per massimizzare la probabilità di prendere pioggia, siamo saliti anche su Rocca Ciarva (pietre finali un po' scivolose). Rientro per lo stesso percorso. Nessuno in giro. Qualche goccia ma sole al nostro ritorno al Piano.

Trovato un giubbotto da bambino/a abbandonato (era fradicio quindi da qualche giorno lì) a Pian Ciamarella, chi l'avesse perso mi scriva.
Con Bubbola e molte marmotte.


[visualizza gita completa]
Un po' difficile reperire il sentiero a Pian Ciamarella.
E' tracciato sulla sinistra orografica. Comunque si trova sicuramente dove il vallone si restringe.
Parecchia neve in alto, ma si può evitare quasi completamente.
Con Mina.
Partiti pochissimo convinti, almeno io, perchè a Torino diluviava; invece siamo riusciti a fare un bel giretto, anche se i panorami non sono stati granchè.
In compenso tantissime marmotte e una splendida fioritura.
Saliti fino alla quota 2757, anche se solo per un attimo si è visto qualcosina.


[visualizza gita completa con 6 foto]
note su accesso stradale :: nn
Salito prima al Ghicet di Sea, dove mi ha raggiunto una simpatica coppia di Chieri. Il tempo che dapprima sembrava bello, tranne alcune nuvole che impedivano la vista delle punte, è cambiato in peggio e ci siamo ritrovati in una nebbia fitta. L'intenzione era di raggiungere la P. Rossa di Sea. Appena pervenuta una schiarita siamo andati verso la Rossa. Giunti all'anticima q. 2880 ancora la nebbia ci ha fatto desistere. I miei compagni occasionali hanno preferito ritornare dalla via di salita. Io ho invece raggiunto la cima che solitamente si sale con gli sci e, nella nebbia, senza sentiero sono sceso verso il Colle Battaglia ed il Pian Ciamarella dove ho ripreso il sentiero di salita.
Bel giro con un pò di suspense per via della scarsa visibilità. Per questo motivo una stella in meno.
Un saluto alla simpatica coppia.


[visualizza gita completa con 2 foto]
Ottimo giro ad anello toccando appunto prima il Ghicet, poi da pian ciamarella sono salito al colle battaglia e a rocca ciarva, al colle ghicet ancora presenza di neve che si aggira agevolmente.

[visualizza gita completa con 3 foto]
Vento forte con gonfie che si estendevano verso valle portando fiocchi di neve. Tutto sommato il vallone tra Pian Ciamarella e il passo è risultato abbastanza riparato, mentre al ghicet si avevano serie difficoltà a stare in piedi. Salito e sceso (velocemente e con gran divertimento) sfruttando la neve, ancora abbondante, e dura al punto giusto. Grande fioritura di anemoni. Con Luna

[visualizza gita completa con 5 foto]
Freddo (10 gradi) e vento forte alla partenza, ma per fortuna il cielo è rimasto soleggiato per tutta la mattina, nonostante le nubi che avanzavano dal fondovalle. Creste di confine avvolte dalla bufera; niente di particolare da segnalare sull'itinerario. Da Pian Ciamarella sceso al Pian della Mussa passando per alpe dell Rossa e alpe Rulè.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok fino al pian della mussa
Al pian della mussa si paga 3 euri per tutti i giorni di agosto; le prime due settimane di settembre solo nei we. Salita su sentiero vicino al rifugio città di Cirié fino in al colle senza problemi. Discesa da A. Ciamarella sul sentiero di destra perchè ritengo meno ripido anche se leggermente più lungo. Gita poco frequentata. Oggi rispetto all'ultima volta nel 2009 nessun stambecco.Peccato per le numerose nuvole!
Con Lia.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Da Pian della Ciamarella si può decidere se effettuare la salita sulla neve(questa mattina era perfetta) percorrendo l'intero canale, o salire tranquillamente ai lati evitandone gran parte. Dalla cima spettacolo meraviglioso. Discesa velocissima, praticamente "sciando", e successiva salita alla Rocca Ciarva

[visualizza gita completa con 4 foto]
note su accesso stradale :: Strada pulita, parking a pagamento dal 14/06 al .?./09 (3/5 Euro)
Seconda beffa domenicale consecutiva : con previsioni incerte le valli di Lanzo non smentiscono mai : nebbie e pioggia assicurate.
Sveglia alle 6,00 con l'intenzione di andare con gli sci al Collerin. Ma dopo 15 min inizia a piovere e di partire sci in spalla sotto l'acqua non mi veniva proprio ! Torno a dormire e alle 8:30 visto che mi ritrovo al seguito le vecchie pedule lascio sci e scarponi al palo e decido di partire a piedi verso il Ghicet di Sea . Nebbione fino al Pian Ciamarella , dove in assenza di visibilita' i segni latitano e cosi' alla fine mi ritrovo su quello che poi scopro essere il colle Battaglia. Ridiscendo ( come gia' capitato ad altri..) per 200mt, e grazie a una parziale schiarita trovo la retta via indicata da radi bolli rossi e per lo piu' innevata da quota 2200mt. Mi fermo sulla quota 2780 a dx del Ghicet con i piedi fradici e un pallido sole. Tra le nebbie noto due escursionisti progredire lentamente sfondando nella neve verso la Punta Rossa, ma non so se poi alla fine sono riusciti ad arrivare visto che non li ho piu' incrociati essendo loro scesi prima.
A sorpresa divertente invece la discesa sciacchiando con le pedule sulla neve solo leggermente cedevole sino al pian Ciamarella.
Con Claudia 4wd.

Nota : al Pian Ciamarella per non sbagliare , bisogna sempre proseguire sul lato sx idrografico ( dx salendo) senza passare vicino alle Grange. La cartina che avevo dietro (al 25000 di Meridiani) era decisamente imprecisa, dal momento che colloca tutto il percorso sul lato sx idrografico, meglio invece la vecchia Igc n° 2 sicuramente piu' precisa.
Ancora meglio le relazioni dei gulliveriani ( anche stavolta lette a posteriori ) che dopo avere ravanato per cercare di raggiungere la vetta della Rossa di Sea dal Ghicet hanno poi toccato la meta seguendo tutt'altra via.
Mi sono ripromesso in una tiepida e LIMPIDA giornata autunnuale di cercare di salire alla cima seguendo le loro tracce.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Quattro asterischi perchè ,nonostante le premesse mattutine,non abbiamo preso acqua,anzi poco prima di raggiungere il Ghicet si è pure aperto facendoci rimirare come al solito un panorama spettacolare.Visto che volevamo salire la Rossa di Sea e visto il persistere delle nebbie, sulla via del ritorno, giunti al Pian della Ciamarella abbiamo piegato a destra e abbiamo raggiunto anche la punta di Rocca Ciarva.Siamo quindi scesi dai pascoli Battaglia concludendo un giro veramente bello alla faccia delle previsioni meteo.
Sentiero sempre ben tracciato, permangono ancora alcuni nevai ma non interferiscono sul percorso.
Fatto la salita con Sergio.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Si può salire per neve dal fondo di Pian Ciamarella, tranne un brevissimo tratto a metà del canalino finale.
Bellissima giornata di sole. Gran panorama dalla puntina a sinistra del colle, da cui si vedono benissimo il lungo vallone di Sea (a strapiombo sotto di noi), la Levanna e il gruppo del Gran Paradiso, oltre alle cime della Ciamarella, della Bessanese, della Punta d' Arnas, della Punta Maria e della Croce Rossa che ci accompagnano durante quasi tutta la salita. Rientro con toccata della Rocca Ciarva, che sovrasta il PIan Ciamarella, e discesa dal colle Battaglia.


[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: ancora qualche roccetta delle frane dei giorni scorsi ma nessun proble
Ciao pensando di non trovar piu' neve siamo partiti questa mattina con l'obbiettivo di raggiungere il lago della rossa passando dal gastaldi e ridiscendere dal passo delle mangioire,ma giunti al pian della mussa il cielo coperto e la neve ancora presente ci ha fatto cambiare idea.Scegliendo il versante a sud si cammina sui prati fino a 2200 mt poi neve marcia e pesante.Ci siamo fermati a 100 mt dalla vetta
visto il tempo pessimo non ci si puo' lamentare . una giornata di allenamento x le gambe.
Sempre piacevole la compagnia di Ste


[visualizza gita completa con 1 foto]
Facile ma occhio all'itinerario
Giornata inizialmente bella poi formazione progressiva di strati nuvolosi da inversione termica con base sui 2500 metri e culmine sui 2800. Chiazze di neve recente presenti lungo il sentiero a partire dai 2300 metri . L'idea iniziale della gita era di fare la Punta Rossa di Sea ma a causa di un errore di itinerario ho perso circa un ora di tempo, e poi il terreno dal colle appariva molto innevato e quindi più lungo e laborioso. .
A proposito fare molta attenzione ad iniziare a salire dal Pian della Mussa nel punto giusto altrimenti succede come a me che seguendo tracce di pastori mi sono trovato sul colletto posto ad ovest della Rocca Ciarva ed ho dovuto riscendere sul pian Ciamarella per circa 200 metri di dislivello.
Gita effettuata da solo


[visualizza gita completa con 1 foto]
Quattro asterischi per il tempo bellissimo e il panorama non da meno.Sentiero pulito fino al colle dove permangono comunque alcune tracce di neve.Fatto la salita con Sergio.
Avendo dimenticato la macchina fotografica allego le foto fatte alcuni anni fa facendo la stessa gita ma con la mia famigliola e una coppia di amici Eros e Ilaria.

[visualizza gita completa con 3 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 08/08/19 - mark6827
  • 30/06/13 - sepp57
  • 17/08/11 - riccardo negri
  • 27/10/08 - tazza
  • Caratteristica itinerario

    sentiero tipo,n°,segnavia: Sentiero n° 226 - segni bianco rossi e ometti
    difficoltà: E :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 1813
    quota vetta/quota massima (m): 2757
    dislivello salita totale (m): 944

    Ultime gite di escursionismo

    18/01/20 - Rubbio (Monte) da San Damiano Macra - gianmario55
    Escursione che si sviluppa in un ambiente decisamente gradevole e rilassante. Percorso veramente facile e senza problemi, a parte l'ultimissima parte dove si scivolava moltissimo causa la recente neve [...]
    18/01/20 - Chiappo (Monte) da Bruggi, anello per il colle della Seppa - kaneski
    L'ultima perturbazione ha lasciato a terra da 10 a 20 cm di neve umida, sopra i 1400 m su di un fondo sottile ma ben assestato. Dopo il Chiappo sono salito all'Ebro e sceso per la costa Panpregnona fi [...]
    18/01/20 - Corso del Cavallo Est e Ovest (Monte) da Aisone per la Testa di Peitagù, anello - andrea81
    Una spolverata di neve alla partenza, io sono salito dal parcheggio sotto il comune percorrendo via Occhie per arrivare all'omonima località (cascina) dove inizia il sentiero che dopo un tratto bosco [...]
    18/01/20 - Fana (Croce di) da Fonteil - sdf
    Saliti in due ore circa raggiungendo questo stupendo balcone sulla valle. Giornata tersa e splendida anche se sferzata da un gelido vento di tramontana. Panorama impagabile. Con Gianna in discreta forma. Feliz dia!
    18/01/20 - Calcante (Uja di) da Traves, anello - fdf62
    Abbiamo seguito l'itinerario come descritto, ma non abbiamo fatto l'anello, per le condizioni della neve sotto il colle Pra Lorenzo, sotto la poca neve fresca caduta ieri sera c'era neve ghiacciata; e [...]
    18/01/20 - Ruera (Monte) da San Pietro di Monterosso Grana, anello per Riosecco e Ruera - vigliu
    Bell'itinerario per boschi . Dislivello contenuto con tanti munta e cala , ma attenzione che di spostamento ce n'è parecchio . Belle le varie borgate che si incontrano . Escursione credo più adatta [...]
    18/01/20 - Santa Cristina (Monte) da Ceres - gigi02_to
    Sentiero in ordine e senza neve tranne il tratto finale a nord con 2 cm di neve fresca che non crea problemi.