Vincent (Piramide) Cresta SSO

Partiti con il primo ovetto da Gressoney alle 7:30 (un po’ tardi), giunti a P.ta Indren abbiamo puntato al breve canale che ci ha condotto abbastanza velocemente all’attacco della cresta (evitando di passare dalla Capanna Gnifetti) . Da qui, in conserva, abbiamo percorso il primo facile tratto con i ramponi calzati, alternando pendii nevosi a facili roccette. Tolti i ramponi dopo circa 1/3 di cresta, le difficoltà aumentano un pochino, ma sono comunque sempre contenute.
Qualche passaggio proteggibile su spuntoni, l’unico passaggio obbligato e un po’ esposto, si trova a circa metà della cresta, ed è una placca inclinata ma piuttosto liscia, alla fine della quale si trovano una fettuccia e un cordone, per eventuale sicura; dopo si continua a salire la cresta in maniera sempre intuibile, aggirando i passaggi più ostici a sud o a nord,. Fino ad incontrare una cresta nevosa facile che conduce ad un ultimo tratto di rocce e da qui in breve in vetta.
Traccia presente dei giorni precedenti, qualche raro ometto, sulla via. Nessuna cordata oltre a noi (Giancarlo e Giovanni). Valida e divertente alternativa alla normale. Percorso in discesa con temperature oramai un po’ alte, con qualche buco che inizia ad aprirsi sul ghiacciaio del Lys affollatissimo.


[visualizza gita completa con 5 foto]
Partiti dal Rif.Mantova alle ore 06:00 abbiamo seguito per un breve tratto la normale alla Margherita, per poi salire diritti sul pendio nevoso, abbastanza ripido, in direzione dell’evidente cresta, neve dura e portante, no ghiaccio. L’itinerario segue l’ampio crestone, alternando tratti nevosi a facili roccette. All'altezza della 'placchetta' un pò liscia, ci siamo assicurati con una fettuccia e tolti i ramponi abbiamo l'abbiamo superata. Rimessi i ramponi abbiamo superato due selle nevose lungo la cresta e terminata la parte rocciosa siamo sbucati sulla calotta nevosa sommitale!
3h30' dal Rif.Mantova
Scesi dalla normale, ci siamo diretti verso il Balmehorn.........

Utili:
qualche fettuccia per sicurezza per chi non ha molta dimistichezza con l'arrampicata.

Salita NON banale e DIVERTENTE! ...tip...top

[visualizza gita completa con 2 foto]
Fatta in giornata, anche se col senno di poi partire con la prima funivia che è alle 8 è un po tardi...non per i tempi ma per il caldo.
Saliti all'attacco dal canale diretto, evitando il sentiero che porta ai rifugi. Canale in buone condizioni e alle 9 neve non troppo sfondosa. La cresta è pulita, abbiamo tolto i ramponi. Si superano due selle nevose lungo la cresta, non c'è stato bisogno di rimettere i ramponi perché la prima è breve e con neve molle, la seconda si aggira stando tutto a sx sulle rocce.
Finita la parte rocciosa si percorre la calotta nevosa sommitale, attenzione ad un paio di crepi che cmq si vedono.
Scesi dalla normale, in ottime condizioni fino al bivio che porta alla traccia di salita al colle del Lys. Ma da qui in giù crepi enormi e ponti che non terranno ancora per molto se continuano qieste temperature. Dietro alla Gnifetti nel pianoro iniziano ad aprirsi, io ci sono finita dentro fino alle anche. Consigliato legarsi lunghi, partire all'alba e tornare presto.
Con Ric giornata ripasso. Il Rosa semideserto, sempre emozionante.


[visualizza gita completa]
Salita dopo aver fatto la cresta del soldato, giunti all'attacco alla seconda parte dopo traverso dalla Giordani. Dopo il primo salto segnalato da un ometto roccette non difficili alternate a tratti innevati fino alla calotta sommitale innevata.
Ambiente fantastico


[visualizza gita completa]
condizioni perfette, parecchia neve dura e stabile su tutto l'itinerario, in basso tutti detriti sepolti quindi si procede veloci su neve, sulla placca centrale quasi non si tocca roccia. Non segnalo alcun rischio oggettivo.
Assai veloci con Daniele, arrivo funivia-vetta 2h e 10'.


[visualizza gita completa]
Cresta secca , condizioni ottime. Stando sulla spalla non v'è rischio caduta pietre malgrado il caldo. Discesa dalla normale pericolosa x vie dei molti crepacci aperti.
Consiglio legarsi lunghi in discesa facendo molta attenzione. Con Paolo in scioltezza


[visualizza gita completa con 4 foto]
Provenendo dalla Giordani, alla sella nevosa a quota circa 3900, la discesa verso il rifugio Gnifetti per il ripido pendio nevoso è poco praticabile.

[visualizza gita completa]
Salita bella e divertente.
Saliti a luglio ma con condizioni degne di febbraio. I 40 cm abbondanti di fresta caduta nei giorni passati hanno reso la via più impegnativa e lunga del dovuto.
Unico passaggio delicitato a circa metà strada dove ci sono 2 placche lisce che con i ramponi non sono banali (utile avere 2 friends medi).
Per il resto via divertente e mai troppo esposta e da percorrere sempre in conserva.
Salita impeccabile del mio fidato compagno di corda che si è fatto più di 3/4 di via davanti battendo nella neve che in alcuni punti, a causa del vento, arrivava alle cosce.

E' stata la nostra prima vera via di misto in alta montagna.

[visualizza gita completa con 3 foto]
la gita è in ottime condizioni ed è una buona alternativa per raggiungere la vetta di questa montagna
rifatto il giro dopo 46 anni in compagnia di enrico ed ermes


[visualizza gita completa con 4 foto]
La nevicata della settimana scorsa ha dato malla zona un aspetto da inizio estate, bello molto bello
Con Dino e diego, Cresta salita arrivando in traversata dalla Punta Giordani. Scesi dalla normale della Vincentcompletando il percorso ad anello


[visualizza gita completa]
Discreta gita di acclimatamento, fattibile comodamente in giornata dalla stazione della nuova Funifor di P.Indren. in questo momento la neve ancora abbondante permette una progressione veloce sui tratti che altrimenti sarebbero di sfaciumi, purtroppo il mancato rigelo dato lo z.t. molto alto di questi giorni ci ha reso la tracciatura abbastaza faticosa. Valida alternativa alla monotona via normale, con alcuni passaggi divertenti su blocchi di discreta roccia.
Con Lele




[visualizza gita completa con 2 foto]
La neve e le basse temperature dei giorni precedenti hanno lasciato la via in condizioni invernali. La salità, nonostante il ghiaccio, si mantiene comunque sempre sicura... tranne un singolo passaggio a precipizio sulla parete sud-ovest con le punte dei ramponi a mordere pochi centimetri di roccia e le mani su pochi appigli rovesci.
Il sole splendente, la salita meno banale del previsto e l'ormai collaudato affiatamento della cordata, hanno reso questa giornata davvero unica. L'ennesima tra i ghiacci.


[visualizza gita completa con 1 foto]
saliti in giornata dall'arrivo della funivia di punta Indren. Assicurato un paio di punti con le corde fisse e saliti tutti bene in cima. Giornata e panorama spaziale. In discesa molti di noi hanno perso l'ultima corsa della funivia e la discesa ad Alagna a piedi è stata molto luuuuuunga....
Gita sociale Commissione Gite Cai Uget Torino


[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 12/08/95 - gianmario55
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: PD- :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 3280
    quota vetta (m): 4215
    dislivello complessivo (m): 935

    Ultime gite di alpinismo

    09/12/18 - San Pietro ai Monti (Abbazia) Via dei Daini e anello per il Monte Ravinet - flavytiny
    Meteo bello temperatura gradevole caldo .Condivido la descrizione di lo 65 .Visto le condizioni neve e meteo di forte vento in montagna x non fare troppa lotta con l'alpe .Fatto questo simpatico giro [...]
    09/12/18 - San Pietro ai Monti (Abbazia) Via dei Daini e anello per il Monte Ravinet - lo65
    Ritorno alla sempre bella via dei Daini e trovata la traccia più pulita;un plauso a chi ha riposizionato gli ometti;laddove in certi brevi tratti mancano,la colpa è del terreno scosceso e del passag [...]
    08/12/18 - Caramia (Denti della) da Vasario - giuliof
    L'ostinazione e la voglia di ambienti selvatici mi porta almeno una volta all'anno a cercarmi qualche rogna su questi dimenticati rilievi dove scopro che un gruppo di scalatori negli anni '80 abbozzar [...]
    08/12/18 - Mongioie (Monte) Parete NE - Canale dx, Comino-Garelli - Mi.To.
    Avvicinamento senza neve fino a pian dell'olio, vento fortissimo al bocchino dell'aiseo, neve dura fino all attacco.in parete condizioni strepitose, neve dura e ghiaccio colato a tratti, la grossa cor [...]
    02/12/18 - Mondolè (Monte) Canale dei Torrioni - PaoloEffe
    Che sfacchinata! Cercavamo l'impegno e l'abbiamo trovato, sia fisico che mentale. Vista la stagione non potevamo aspettarci grandi cose, ma il canale è un misto tra neve fino alla coscia e rocce lisc [...]
    02/12/18 - Pian Regina (Bastionata di) Fuori dal Tunnel - TekoLand
    Condizioni attuali: troppa neve,poco ghiaccio. Vai con alcuni passaggi duri. (su L3 e L4). Da fare con poca neve o ghiaccio consistente e freddo. Le protezioni sono da ricercare ma è ben protegg [...]
    01/12/18 - Civrari (Monte, Punta della Croce) Via dell'Acqua - albigandi
    Nella prima parte scorre abbastanza acqua, ma una volta preso il ramo di destra tutto tace, solo neve(quasi sempre inconsistente) e rocce, dopo qualche passaggio di misto non banale, per aggirarne uno [...]