Val Montanaia (Campanile di) via Von Glanvell - Von Saar

Davvero una bella emozione salire su questo pezzo di storia dolomitica. Via molto bella e molto frequentata (si vede dai molti passaggi unti).
Qualche protezione sui tiri per dare la direzione, anche se va ricercata, occorre avere nut e friend medi oltre a qualche cordino.
Con questa salita abbiamo chiuso la nostra vacanza in Dolomiti dopo la Marmolada e la Torre piccola di Falzarego.
Con Gigia, Valerio e Pippo


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Accesso rifugio Pordenone
Via davvero bella, fessura unta e scivolosa in un paio di punti ma ampliamente passabile... in caso a sinistra un chiodo permette di aggirarla tramite comode prese ma il consiglio è di provarla comunque. Dentro fessura 1 friend e 1 dado incastrato.
Utili cordini e qualche friend/nut medio grande. Consigliata per il primissimo mattino viste le lunghe code che abbiamo notato all attacco nei giorni feriali
Bivacco perugini ottimamente attrezzato

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada senza pedaggio, in questo periodo (infrasettimanale)
Una via magnifica, una guglia che si commenta da sola...
Torno in cima dopo 10 anni e la salita mi riserva lo stesso fascino...
Via in ordine, grossi anelli cementati alle soste, qualche chiodo, qualche spit, cordoni in clessidra e diversi friend incastrati.
Roccia magnifica, unta solo sulla Fessura Cozzi, dove le mani sono ottime per la dulfer, mentre i piedi molto meno...
Stavolta ho visto i chiodi della variante più facile a sinistra, ma noi abbiamo optato per la Cozzi (bravo Pol!).
Spettacolare il traverso che segue, in forte esposizione anche se facile, ben chiodato.
Bellissimo il tiro dopo, il camino Von Glanvell, poi senza problemi gli ultimi 2 tiri in cima.
Calate rapide, 2 fino alla cengia anulare, poi calata Piaz e infine breve doppia da 20 m che porta a terra.
Freschino al mattino, ma si sta ancora bene.
Neve assente sul Campanile, solo qualche rara chiazza a terra qua e là.
Solo noi in giro.
All'ennesimo tentativo, va in porto il progetto Campanile, nonostante previsioni meteo incerte: la fortuna (e la velocità sulla via) aiuta gli audaci, come si dice...
Col Pol, una certezza granitica anche su dolomia ;-)
Visita per un fugace saluto a Mauro Corona nella sua bottega di Erto.

Foto e report:
dani-climb2.blogspot.it/2017/09/campanile-di-montanaia-m-2173-von.html


[visualizza gita completa con 8 foto]
Luogo splendido, giornata torrida! Dopo la fessura Cozzi si può proseguire diretti per qualche metro con difficoltà di V+ (chiodo in loco) e roccia non eccellente.

[visualizza gita completa]
Ripercorrere un itinerario aperto 112 anni fa è già di per sé un fatto emozionante, aggiungete poi un tracciato bello e logico, e un ambiente unico.... ogni alpinista dovrebbe salire qua sopra almeno una volta nella vita...
A livello tecnico, il tracciato va cercato sempre con attenzione, in particolare: 1. il chiodo alla partenza del secondo tiro è posto a circa 3-4 metri (non 1-2) a sn dalla partenza, sotto il punto più debole dello strapiombetto. 2. Non cercate cunei di legno. 3. La fessura Cozzi ha un nut incastrato al fondo (poco visibile) a un metro dalla partenza e un friend incastrato un paio di metri sopra. 4. Il camino Glanvell ha un friend incastrato e un chiodo poco sopra.
Calate facili da trovare, senza problemi con le doppie.

Con Lorenzo.


[visualizza gita completa con 7 foto]
Che dire, l’ambiente è superlativo e la via esteticamente gradevole; certo la difficoltà è abbastanza modesta (di V grado forse 2 passaggi su L3 e L6, se si esclude la fessura Cozzi), ma vale di sicuro la pena di farci un giro!
Gli anelloni di sosta a prova di bomba ne fanno una salita veramente per tutti ma, a mio modesto parere, snaturano la via, così come i due spit (un po’ assurdi) su L2 e i fittoni su L3 e L6; credo sarebbe più “intrigante” doversi proteggere lungo la salita e limitare i fittoni alle calate…
Al rif. Pordenone si sta benissimo, è un ottimo riferimento per chi arriva da fuori, mentre i locals (visto l’avvicinamento breve) si limitano a passare per fare merenda!

[visualizza gita completa con 6 foto]
In alternativa alla (unta) fessura Cozzi, è possibile spostarsi poco a sinistra lungo il pulpito e rimontare alcuni gradoni, molto esposti. In alto sulla dx si vede un chiodo. Dopo i gradoni, leggero strapiombo ben ammanigliato.
Scarse possibilità di protezione fino al chiodo. Raggiunto il chiodo si sale ancora leggermente e poi si traversa a sx lungo la cengia, fino a portarsi sotto il camino von Glanvell, dove si sosta.
Partenze del III tiro e del camino ostiche.
Roccia buona, ad eccezione del I e dell'ultimo tiro.
Ambiente superlativo!
Solo noi sul Campanile!


[visualizza gita completa]
Via mai banale su una roccia molto diversa rispetto a quelle a cui siamo abituati. Pochi chiodi/cordini necessario integrare. Spettacolare sia la salita che le calate in doppia. Una cordata da tre (Guida con clienti) oltre a noi, partiti con pioggerella fine ritornati con il sole.
Grazie a Cristian ed Ivi per la compagnia.
Ottima la notte passata al Rifugio Pordenone.

[visualizza gita completa con 1 foto]
Salita molto bella in ambiente molto suggestivo roccia buona.
L'itinerario se nessuno lo conosce da fare la prima volta è abbastanza complesso tra salita e discesa ma essendo una classica e negli anni ambito e frequentato si vedono sempre segni e tracce di passaggio. Ottime le soste di salita e di calata in via qualche chiodo e clessidre, eventualmente anche da integrare.
salita da non perdere per chi ama gli itinerari classici e posti suggestivi senza pensare solo e sempre ai gradi ed ai numeri.
Meno male che ci abbiamo creduto perchè al primo mattino le nuvole fitte e qualche gocciolina non lasciavano presagire niente di buono ed invitavano a rinunciare, poi nel complesso la giornata si è messa bene per piovere alle cinque appena arrivati all'auto dopo una sosta al rif. pordenone. Solo noi in via.
Ringrazio Riccardo, Dante ed oreste che mi hanno invitato e che hanno avuto la pazienza di aspettarmi nel superare in tutti i modi possibili la fessura cozzi, e pensare che avevamo già fatto questa salita nel 2004 e d ero passato in un fiato....
Ottima accoglienza al Rifugio Pordenone ambiente tranquiillo e cordiale ottima cucina e simpatia del gestore Ivan ed amici e moglie.


[visualizza gita completa]
Bellissimo, un posto magico, bella la via, bello l' ambiente, ottimo il rifugio. Un grazie a Gabri per la bella gita

[visualizza gita completa]
Poco da dire: affascinante la cima, splendido l'ambiente, e molto bella anche la via, che si svolge su roccia ottima.
Unico punto critico la fessura Cozzi, che è un passaggio davvero breve, sarà 3-4 m, ma è ormai veramente unta. Spostandosi di poco a sinistra, presso il bordo della cengia, si può comunque aggirare la difficoltà (breve placca di poco più facile, sul IV+, ben protetta da un chiodo).
Giornata eccezionale e tantissima gente sul Campanile (domenica 12/09 saranno salite 30 persone almeno).
Ottima accoglienza al Rifugio Pordenone.


[visualizza gita completa]
salita molto bella esteticamente, la roccia è generalmente buona e ben appigliata. Alcuni passaggi sono levigati per la grande frequentazione e abbastanza atletici altri in grande esposizione. Al terzo tiro abbiamo trovato solo un anello cementato, evidentemente i cunei di legno sono stati rimossi. Le protezioni in essere sono comunque sufficienti ed esistono ampie possibilità di aggiungere nuts o friends, le doppie di calata sono evidenti, su ottimi ballatoi e non ci sono problemi di incastro corde.
Salita con Elio, Giorgio e Franco che ha avuto l'idea di questa gita fuori porta.


[visualizza gita completa]
Bellissima esposta salita al centro di un favoloso anfiteatro dolomitico. Sul secondo tiro se si incotrano 2 spit distanti non sostare ma proseguire in verticale alla base dell'evidente diedro-camino. Salendo il 3° tiro si trova un cuneo di legno quindi un fittone e sopra una sosta con cordino viola (non è la sosta), dal fittone piegare a destra fino al cengione dove sopra c'è la sosta. La fessura cozzi al 5° tiro è davvero consumata e faticosa, volendo si aggira salendo qualche metro a sinistra (III/IV chiodi). Il penultimo tiro ha la sosta un po' nascosta sulla sinistra, le si sale in verticale si trova (su comoda cengia) un fittone su cui sostare. Questo fittone è stato messo per dividere in due doppie la calata dalla cima al ballatoio. ( )

[visualizza gita completa con 1 foto]
Bellissima cima, in contesto grandioso.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 5c :: 5a obbl ::
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 1900
sviluppo arrampicata (m): 290
dislivello avvicinamento (m): 800

Ultime gite di arrampicata

19/01/38 - Ciavazes (Piz) Rossi Tomasi - manty57
Ripetizione della via fatta in gioventù
15/08/18 - Militi (Parete dei) Diedro Giallo - Steu94
Salire questa via ora che è a spit non ha niente a che vedere con la salita fatta dagli apritori e da chi ha ripetuto prima della richiodatura, chapeau a loro! Complimenti comunque a chi ha fatto il [...]
15/08/18 - Parete delle Stelle Calmati un attimo - luc_0000
Una vietta corta e senza pretese, tutto sommato più che carina nel suo genere ma abbastanza discontinua. Bello il terzo tiro su placca molto lavorata. Più intenso delle aspettative l'ultimo con una [...]
14/08/18 - Ostanetta (Punta) Striscia Bianca - Andreino
Bellissima via, che attacca abbastanza violenta con il primo tiro a freddo di 6b... Tutti i tiri sono divertenti, la chiodatura non è certo falesistica, ma sicura. Saliti per la nuova variante di s [...]
14/08/18 - Stella (Corno) Carlo Rossano Inferiore - P.MIRCO
Torni a casa, dopo due giorni al Bozano. ..e sei un chilo in piu ' . MA va bene anche cosi. Sono salito ieri, sotto la la pioggia battente , in compagnia di mia moglie e di alcuni amici. MA non se [...]
14/08/18 - Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Comma 22 - Lorenz
Bella via, come già detto molto continua sul 6a atletico con un paio di passi più impegnativi e tutti i tiri sono belli. Roccia quasi sempre ottima e il famoso lichene non da fastidio alla scalata [...]
14/08/18 - Bruyère (Pic de la) Cresta Nord-Ovest - albertoc
Giornata molto variabile, prima nuvole, vento freddo da NW, qualche goccia di pioggia proprio all'attacco, poi sole, poi nuvola e crachin e ancora sole e vento. Pochissima gente, abbiamo arrampicato [...]