Rognosa del Sestriere (Punta) da Borgata Sestriere

attrezzatura :: scialpinistica
siccome stasera siamo invitati a un aperi-costinata da un caro amico decidiamo di stare in zona e ci e' andata bene.. con macchina si sale per la strada che porta al chisonetto fino a 2150 m, quindi 20 minuti di portage veloce e si arriva alla neve . poi dopo mezzora che tribulavamo con gli sci su neve tipo marmo di carrara mettiamo i ramponi e li teniamo fino in punta. oggi senza ramponi non si saliva! quindi in punta grande incontro con chiappero giuseppe dove ci offre del vino.. grazie !! poi aspettiamo fino alle 11,30 e giu...! prima parte sud dura ma bella , poi dal colletto in giu' per 50 o 100 metri molto dura, (vietato sbagliare)e dopo bellissima sbrisula fino alla fine. ( bella li )

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: Bagnata
neve (parte inferiore gita) :: Bagnata
note su accesso stradale :: Nulla da riferire
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Sestriere sotto la pioggia.
Sci messi alla diga del Chisonetto a quota 2190, sotto la pioggia, su neve paludosa, mai rigelata
Da quota 2500, la pioggia convertiva in neve. Al suolo erano presenti dai 5 ai 20 cm di neve fresca fino a quota 3000, con zoccolo di tipo Beton
Da 2700, totale whiteout, quindi progressione in modalità strumentale, fino a quota 3000, su neve paludosa
A quel punto la via crucis poteva ritenersi conclusa.
Discesa su neve polentosa fino alla diga del Chisonetto (con le stesse condizioni riscontrate in salita).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Si arriva comodamente al "posteggio" all'arrivo della seggiovia e skilift sopra Sestriere
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi è stato un vero e proprio jolly, fino quasi a Pragelato pioggia battente poi di colpo si è aperto un po' fino a diventare sereno quando ormai eravamo quasi alla diga del Chisonetto. Gli sci attualmente si calzano appena più su della diga, poi si entra nel vallone portandosi al fondo per iniziare la salita tra i massi verso il colletto, da quota 2400 in su tutto coperto con varietà di scelta sul percorso. Arrivati sotto il pendio ripido che porta al colletto una grossa valanga ci consiglia di passare alla sua destra, con un bel disegno dell'amico Stefano guadagniamo velocemente quota fino ad uscire comodamente sull'ultimo pendio. La neve ha rigelato solo da quota 2900 in su, coltelli utili volendo ma si fa una buona traccia!
In discesa si parte appena sotto la cima (qualche pietra nascosta sotto i pochi cm di neve nuova) ed è una goduria fino al colletto, oggi avrei dato 10 sci, da li in giù bisogna sciare leggeri, poi a metà pendio mi sono spostato decisamente a sinistra sciando una lingua di neve liscia in mezzo alla valanga, grip ottimo e super divertimento! La parte bassa nonostante non avesse rigelato si sciava ancora bene, poi da quota 2400 in giù iniziava a mollare molto diventando quasi polenta.

Nel complesso la valutazione sarebbe 3 stelle e mezzo (5 in alto, 3 la parte centrale e 4 parte bassa) ma vista la gran giornata e quanto mi sono divertito mi sento di abbondare!
Oggi solamente in 4 (me compreso) abbiamo sfidato il meteo. Un saluto a Stefano e Compagna.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: da Borgata si può proseguire su sterrata lungo le piste fino oltre il rif. Casse
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Finalmente dopo 2 mesi esatti di black-out si torna in montagna!!!
Partenza da Borgata verso le 7 con 3°; si riesce a salire in auto su una comoda sterrata di servizio delle piste fin oltre il Rifugio Casse; si arriva a circa 1.950 m, quindi si risparmiano circa 100 metri di dislivello e 20 minuti a piedi. Da qui circa 20 minuti a piedi sulla stradina molto fangosa, poi si mettono gli sci; un po’ di ravanamento nel tratto nel bosco in quanto ci sono alcuni punti scoperti e un breve tratto a piedi prima di entrare nel vallone, poi neve continua fino in cima. Nella parte bassa si devono attraversare 2 grosse valanghe (all’apparenza vecchie). Rampant indispensabili dai 2.300 m in su; a mio avviso il tratto più insidioso è quello a fianco della cascata, con neve durissima, mentre il pendio ripido che adduce al colle si passa abbastanza tranquillamente e solo l’uscita richiede un po’ di cautela. Dal colle in cima neve continua ad eccezione di un passaggio di 5 metri poco sotto la vetta. Arrivati in cima verso le 11, con un vento piuttosto freddo che ci ha costretti ad una pausa piuttosto rapida.
Discesa iniziata alle 11,30…discesa bellissima e praticamente perfetta dalla cima fin quasi alla diga. Stupendo firn dalla cima al colle tenendosi sulla dorsale a sinistra della cima, poi ancora un po’ dura i 100 metri sotto il colle, quindi di nuovo cremina da lacrime fin quasi al piano (qualche tratto un po’ sfondoso ma evitabile). Dal lago in giù si spinge un po’ sulla stradina, poi nel bosco neve ancora continua e tutto sommato sciabile fino a 15 minuti dall’auto.
Giornata splendida e non troppo calda; grazie al vento la neve ha tenuto magnificamente!!! Gita un po’ lunga come esordio, in effetti la fatica si è fatta sentire ma ne valeva assolutamente la pena!!! A occhio direi circa 20-25 persone sull’itinerario, nessun problema a tenere le distanze!!!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Sestriere, gli sci si calzano a 5 -10' dal parcheggio (almeno, oggi); ottimo rigelo, dopo il colle vento teso e discretamente freddo che ha mantenuto ottimamente la neve anche in pieno sole. Discesa veramente stupenda in dorsale e poi ancora giù, sino a q. 2400. Breve tratto un pò sfondoso sopra il lago, poi stradina finale al limite, ma di più a questa stagione non si poteva chiedere.

[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Assente
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Salito da Sestriere, la strada di accesso al vallone è più comoda da fare a piedi altrimenti è un continuo togli e metti. Condizioni perfette per 900 m, poi si rientra senza problemi ma neanche soddisfazioni. Dalla cima conviene mettere gli ski 10 m sotto verso le Rocce del Rouit così la neve risulta continua e si fa una gran sciata fino al colle.
Oggi direi una Rognosa molto generosa. La situazione generale è già molto magra a vedere in giro e la stagione volge al termine a meno di portage che diventeranno presto importanti.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
condizioni ancora eccellenti, il caldo ha mangiato la neve nella parte bassa e praticamente si calzano gli sci poco sotto la diga (portage 45 min). Il ripido pendio che porta al colle in salita completamente rigelato (saliti con i coltelli, cautela ma tengono bene). Ultima parte (circa 100 m di dislivello) fatta senza sci (rocce affioranti). Panorama super.
Discesa da urlo, il pendio sotto al colle era perfetto! primaverile 5 stelle! ultimi 100 m sopra la diga ormai marcia. (noi siamo scesi dalla punta alle 11.15
7 skialper sul percorso. con Alessandro sempre pronto alla sveglia alle 3:30. Sempre a distanza gli uni dagli altri in questa fase 2 covid.


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza alle 6 dal parcheggio. Si mettono gli sci ai piedi poco dopo il rifugio Casse, circa 20 minuti a piedi.
Neve molto dura, per arrivare al colle sono utili i coltelli (alcuni sono saliti sci a spalle) e poi con un gran vento, fino alla vetta. Ore 9.20.
Panorama spaziale...quanto mi mancava!
Mezz'ora di attesa al colle non è stata sufficiente per far mollare la neve, che si è mantenuta dura nella prima parte del pendio. Nulla di tragico, per carità :)
Da metà discesa fino al laghetto, si possono lasciare andare gli sci su una primaverile che mette il sorriso delle grandi occasioni. La pioggia dei giorni scorsi non ha fatto troppi danni, anzi con quando la neve ha mollato, si è scesi abbastanza bene.
Con un pò di gava e buta si arriva fino all'attacco del muro della "Chisonetto" e poi piacevole passeggiata per sciogliere i muscoli fino al parcheggio.
Una decina di persone sul percorso.
Osservazioni: la discesa verso la valle Argentera promette molto bene, un biliardo liscio liscio.
Il canalino N non è in buone condizioni, quasi interamente svalangato.
I cimoni della valle Argentera sembrano in ottime condizioni, da quassù. Non altrettanto il Vallonet che risale al Gran Roc, svalangato.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: dal lago del Chisonetto
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Ultimi giorni per la Rognosa!
Proseguito da Sestriere sulla strada che porta al lago del Chisonetto, molto stretta ma in parte asfaltata, arrivati quindi in auto praticamente al lago. Dopo 15' dalla partenza abbiamo messo gli sci e li abbiamo solo tolti nel muro finale che porta in cresta, fatto con i ramponi. Curiosamente abbiamo trovato uno sci con attacchi da discesa a metà muro (chissà come arrivato fin lì…), pericolosamente rivolto verso il basso... fortunamente un altro ski alp l'ha impiantato nella neve.
Discesa della pala fantastica, bello il muro, neve bugnata comunque ben sciabile più in basso, soprattutto nella parte inferiore. La neve se ne sta andando, gita quasi al limite, soprattutto con il caldo che sta arrivando...
Canale nord non più percorribile
Bella gita di chiusura con Silvio, un saluto a tutti gli ski alp gulliveriani...


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva fino a 15’ dalla neve continua
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Inizio salita 630, 15’ di portage, poi nessun grava buta ma ancora per poco, buon rigelo anche in parte bassa che è tutta a mammelloni, sci a spalle e ramponi nel tratto sotto il colle ma c’è chi è salito in sci, pala superiore in condizioni eccellenti, valeva ripello ma non ne avevamo abbastanza, ottima discesa anche in parte bassa , la nostra prima Rognosa, volevamo farla da un po’, con Pissi, come sempre

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: si arriva a quota 2135 dove c'ê il divieto teorico
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Finalmente un buon rigelo, saliti chi con gli sci chi a piedi, discesa iniziata alle 10.30 pala superiore in ottime condizioni, poi discreta fino a 2750 infine molte bugne per fortuna il sole le aveva ammorbidite. Si arriva ancora a 50 metri dal lago.
Con Luca, un saluto ai 3 ragazzi con cui abbiamo condiviso la gita.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Finalmente una bella giornata dal punto di vista meteorologico. Partiti dal Sestriere alle 6.30 con 7°. Comodamente per sentero e carrareccia abbiamo raggiunto la diga del Chisonetto (tutto libero da neve tranne un attraversamento di slavina). Poco oltre si possono mettere gli sci (40/45 min portage). Nessun rigelo fino a 2400 ma neve che pur essendo tutta a buchi e mammelloni (tipica estiva) non sfondava molto. Dai 2450 timido rigelo, più importante oltre i 2700. Oltre tale quota il manto si fa più liscio (con qualche rigola da pioggia) e richiede uso dei coltelli. Quando il pendio si è impennato ulteriormente, per sicurezza, abbiamo tolto gli sci e siamo saliti per la massima pendenza (non mi è dispiaciuto affatto avere i ramponi.. un piccozzino anche non avrebbe fatto schifo). Salendo a piedi si sfondava per cui ora c'è una bella "scalinata". Usciti sul colletto alla base della dorsale, spendidamente innevata. In altri 40 min siamo arrivati in cima, con qualche nebbia in val Troncea. Ovviamente nessuno oltre a noi. Discesa ore 10.40. La dorsale, un biliardo appena rinvenuto, ha regalato una sciata meravigliosa. Solo verso la fine il crostone superficiale tendeva a sfondare leggermente (il sole di giugno non perdona..). Il pendio salito a piedi era ancora duretto, breve tratto sfondoso, poi si scia sulla tipica neve estiva a gobbe ma essendo morbida si scende comunque discretamente bene. Alcuni tratti sono stati davvero belli nonostante il manto irregolare. Siamo arrivati sci ai piedi sulla dx del torrente fin verso i 2200 m. Guadato lo stesso, rientro a piedi al Sestriere. La Rognosa è sempre una bella gita, il pendio ripido esposto a O-NO è sempre "tignoso", ma la discesa è sempre soddisfacente. Per chi volesse ripeterla, penso che si faccia ancora per qualche giorno. Ramponi consigliati per salire l'ultima parte del pendio che porta sulla dorsale finale.
Probabilmene è l'ultima della stagione, dopo molti anni che non sciavo a giugno. Un saluto al socio di avventura.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partito dal Sestriere alle 6,00. Rigelo assente fino a quota 2500 circa. Meteo inizialmente sereno poi via via più nuvoloso. Discesa iniziata alle 10,00, quattro stelle fino a quota 2600 circa su neve per lo più dura con buona tenuta, sotto marmellata sempre più umida fino alla diga del Chisonetto. Sentierino di raccordo alle piste con un paio di interruzioni e neve sporca (solette degli sci da pulire con solvente a fine gita).
Innevamento in zona ancora notevole, peccato per le temperature troppo alte


[visualizza gita completa con 1 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
partiti da sestriere , salito il baby e poi stradina ancora innevata a sufficienza si arriva alla diga e poi di li in su neve compatta e continua , 4 dita di fresca sopra il colle , sotto fino a 2500 moquette , poi primaverile , incontrato altri 5 scialp, provenienti da borgata, cri. tracciatore ,,io inseguitore senza sfigurare troppo , partito 7-45, arrivo 10.20',peccato che si sia chiuso sulla cima, x la discesa primo pezzo seguito traccia e poi visibilità migliorata x consentirci una superba sciata , una delle più belle della stagione-arrivo all'auto ore 11-40'- poi giù a (travai). saluti ,,

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: SS23 chiusa da Cesana, occorre salire da Sauze di Cesana
attrezzatura :: scialpinistica
Gita ancora in ottime condizioni. Noi siamo partiti da Sestriere anziché da Borgata; temperatura di 4° alle ore 7 ma nonostante questo buon rigelo grazie al cielo praticamente sereno. Sci ai piedi dall’auto, un po’ noiosa la stradina praticamente pianeggiante, poi quando si entra nel vallone si sale molto rapidamente anche grazie all’ottima traccia. Neve dura ma con buon grip, i rampant sono molto utili nel ripido pendio per arrivare al colle. Cima raggiunta intorno alle 11,15, avvolti da un fitto banco di nebbia dopo aver fatto tutta la salita al sole e che per fortuna si è dissolta proprio mentre ci stavamo apprestando a scendere. Discesa magnifica…dalla cima al colle firn perfetto, ancora un po’ dura nei primi 100 metri sotto i colle, poi ancora splendida fino a quota 2.500 m. Da lì in giù un po’ pesante e a tratti sfondosa fino alla stradina sulla quale si spinge parecchio e ultime curve sulla pista.
Gita azzeccata sia per la neve che per il meteo, che è stato buono a parte un po’ di nebbia nella parte alta, che per fortuna si è dissolta quando siamo scesi…si è poi chiuso più seriamente quando siamo arrivati alle auto. Parecchia gente da Sestriere e da Borgata (solo noi del CAI Pianezza eravamo 13, in tutto saremo stati una trentina), mentre non abbiamo visto nessuno proveniente da Bessé Haut.

N.B.: Anche noi, come riportato da altri su diversi itinerari, ci siamo trovati le solette degli sci completamente ricoperte da uno strato di materiale appiccicoso che negli ultimi metri ha reso impossibile lo scorrimento costringendoci praticamente a camminare con gli sci ai piedi…non so di cosa si tratti, quel che è certo è che l’abbiamo trovato nella parte bassa poiché fino all’imbocco della stradina nessuno ha avuto problemi…noi abbiamo pensato alla resina dei pini visto che la stradina era piena di rami spezzati dal vento, però ovviamente è solo un’ipotesi…in ogni caso si toglie solo con solventi o sgrassanti.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partire sci ai piedi dalla macchina a metà maggio è notevole. saliti e scesi presto. Neve bella dura e uniforme in alto. marcetta in basso , sporca e poco scorrevole. Comunque vale il giro.

[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi da Borgata. Rigelo sufficiente. aottimo innevamento fino in punta. Discesa ottima fino al Lago Del Chisonetto poi marcia ma non sfondosa.
Buona ancora per qualche giorno.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Sestriere per cercare di anticipare il peggioramento previsto e riuscire a fare la gita. Alla partenza squarci di sole oltre le nostre aspettative, alternanza di sole e nubi fino al Colle Sotto Rognosa, qui arriva un pò di nevischio e vento ma riusciamo ad arrivare in cima senza particolari problemi. Discesa immediata su marmo per almeno 100 mt. poi leggermente meglio. Dal colle tenendosi tutto a sx neve dura ma ricoperta da due dita di farina che migliora decisamente il grip.
Bella sciata sino alla stradina su neve che si ammorbidisce progressivamente senza mai mollare troppo.
Arrivo a Sestriere sotto una fitta nevicata molto bagnata.
Rampant obbligatori per tutta la salita, il ripido pendio per arrivare al colle era parecchio duro e idem il pendio dal colle alla cima.
In compagnia di Luigi, Manlio e Marco.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Temperatura frizzante oggi. Tutto tritato e pochi spazi vergini . Dal colle in su parecchie pietre. Dal colle in giù neve crostosa dominabile. Tratto intermedio con un po' di farina. Dalla quota 2300 una pista. Niente da segnalare ,oggi a sud ha iniziato a spurgare. Versanti nord placche a vento ..... una gran bollita in vetta per la bisa .un saluto al socio

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Rognosa in condizioni spettacolari. Usciti dalle nuvole prima della piramide sommitale. Scesi dalla punta su neve portante che non aveva ancora mollato, siamo entrati nel vallone del Chisonetto appena possibile, a sinistra del canale. Pendenze sostenute su neve perfetta, farina pressata stabile facile e velocissima ci hanno fatto arrivare in un attimo alla zona con la nebbia, ma anche lì nel whiteout totale la neve era farinosa e sciabilissima. Dal lago del Chisonetto in poi praticamente battuta come in pista dai numerosi passaggi.
Bella gita condivisa con Simo e Kerol, unico neo l'elicottero che ha ronzato non poco sulla testa. Consigliatissima


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata da ricordare alla Rognosa di Sestriere. Partiti sci ai piedi dalla pista da gara, ancora perfettamente sciabile, con meteo ottimale, con sole non troppo caldo e assenza di vento. Rampant necessari dal primo ripido pendio fino in vetta per il manto nevoso mantenutosi abbastanza duro per tutta la salita. Nessun problema nel superare la piccola cornice prima dell’ampio scivolo che conduce in vetta. Panorama eccezionale con veduta fantastica su tutta la Valle di Susa e le Alpi Francesi. Discesa memorabile su neve primaverile davvero perfetta per buona parte del percorso e comunque ancora molto buona fino a Sestriere dove si arriva sci ai piedi ad eccezione del tratto iniziale del bosco (quota 2.150 circa) dove li abbiamo dovuti portare a causa della presenza di numerosi albero abbattuti. In ottima compagnia con Danilo, Alberto, Roberto, Alessandra, Daniela, Matteo M., Stefano, Matteo N. e Alessandro e Manuela che abbiamo incontrato salendo e si sono uniti a noi.



[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
partito da Borgata, sci in spalla; neve a tratti sulla strada verso la diga del Chisonetto dove ho calzato gli sci . Ho dovuto mettere i coltelli a metà del pendio prima del colle. Discesa ( verso le 11 ) con neve ancora dura . Si arriva ancora con sci ai piedi nell'intersezione con la pista Nube.
Da solo. trovato altri tre skialper anch'essi ognuno per conto suo !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
poco da aggiungere al commento del socio Pastore. Abbiamo scelto di lasciare un'auto a Borgata ed è stata una gran mossa. Come detto, partire dal Sestriere, finchè c'è neve, non conviene. La stradina non si riesce a seguire bene per via delle numerose piante cadute, un ravanage d'antologia. Secondo noi meglio partire da Borgata, attualmente poco portage, ma in basso la neve fuori dalle piste sta svanendo rapidamente. Comunque imboccato il vallone del Chisonetto nessun problema di innevamento, ancora ottimo ed abbondante. Il fondo del vallone è movimentato da valanghe colossali ma si stanno livellando. Rigelo modesto alla partenza e da buono a ottimo oltre i 2200. Coltelli indispensabili dai 2600 m. Buona traccia sul pendio ripido anche se non proprio comoda. Uscita al colle agevole. Ultima dorsale che si sale senza problemi. Discesa: prima parte splendida appoggiando verso SO su neve portante e che cominciava appena a mollare. Il socio è sceso direttamente sul pendio nord da metà cresta, io sono sceso dal colle. 200 m di neve liscia e un po' dura per i miei gusti, poi 600 m di biliardo appena ammorbidito. Una moquette, una neve davvero stupenda. Poi come già scritto, di colpo marcione sotto i 2200-2300. Si scende in qualche modo, meglio sulla strettoia obbligata del vallone su tracce più compatte. Un togli e metti, poi ancora discesa sulle ex-piste fino alla seggiovia. Qui 200 m lineari di portage per prendere l'ultima lingua di neve della pista che scende dal Sises. In questo modo si arriva a 2 min dal parcheggio di Borgata. Gran gitone, finalmente ripetuto dopo parecchi anni. Per l'innevamento in zona valgono le info di Pastore

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: senza problemi meglio da borgata
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
saliti da sestriere e scesi su borgata.. sarebbe stato meglio anche salirci cosi evitavamo il traverso con diversi metti e togli dovuti agli alberi caduti sulla pista fino al torrente.. partiti dalla punta alle 11.15, arietta fresca e rigelo decente. Parte alta su lato SO della cresta bello solo leggermente ventato. Poi sceso per un canale a metà cresta 40° su crosta portante dura e impegnativa che mollava il giusto. Da 2800 a 2200 favolosa da 6 stelle sotto di colpo diventa marcia perché non non ha rivelato molto e perché c’è ancora un avanzo della nevicata che sfonda.. occhio ai buchi.. si arriva a 5’ dal parcheggio di borgata con altri 5’ di prati nella parte bassa della pista. Sconsilgiabile partire dal colle. Condizioni in giro. Strada argenteria si vede dall’alto che è ormai è pulita cena coni di valanga almeno sino alla partenza dei tre merli ( dopo non si vedeva ). Sbarra che si può alzare ma è ancora formalmente chiusa. Gran roc da nord. con portare fino a metà canale di accesso alla parte superiore, lamiere e tre merli- pelo con neve da 2100 in su.. forse in discesa su linee quasi fino in fondo Stradina di bessen haut si portano per 1 ora più o meno.. a giudizio di due incontrati in punta.. ottima se non scalda tropo ancora per un po’.. canale nord ancora un po’ ingombro di slavine sconsigliabile da scendere.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Sono partito da Sestriere alle 7.40. Neve ottimamente rigelata. Messo i coltelli nella parte alta, ma non sono indispensabili. La valle del chisonetto è stata spazzata da valanghe impressionanti. In punta era ancora piuttosto freddo ma con poco vento per fortuna. Discesa iniziata alle 11.40. Dalla punta al colle ottima neve portate che iniziava a mala pena a rinvenire, ma ancora piuttosto dura. Sotto il colle un breve tratto di crosta mista farina, poi portandosi sul lato destro (scendendo) bella neve primaverile ma ancora dura anche se man mano che si scendeva si ammorbidiva il giusto.

Gita molto bella per ambiente, panorama e quota raggiunta. La partenza da Sestriere anziché da Borgata fa risparmiare dislivello ma il vantaggio è più che compensato e vanificato da un noioso e lungo tratto a spinta in piano, motivo per cui do 4*, altrimenti 5* ci starebbero tutte.
Molte persone sul percorso (una trentina)


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita parcheggi a Borgata liberi e gratis
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Bell itinerario lungo e vario,tenere la sponda sinistra orografica del chisone alla partenza ,poi evidente.Oggi neve fantastica ,dalla diga del chisone 2100 metri circa,dove si inizia a salire 10/15 centimetri di polvere su fondo duro in discesa fantastica.Temperature molto sotto lo 0 - 11 alla partenza alle 7 circa
Con l instancabile amico Enzo.Nessun altro visto nel vallone.Partiti e arrivati alla auto sci ai piedi


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok; partiti dal primo piazzale del sestriere
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti molto tardi con nove gradi e assenza di vento. Arrivati fino al colle della Rognosa per buona traccia con rampanti utili solo nell'ultimo tratto. Ultimo pendio dal colle alla cima molto scaldato dal sole.. In dicscesa buona sciata fino a quota 2400 circa cercando di restare il più a sx posssibile, a seguire neve molto bagnata. Stradina piana di ricongiunzione alle piste su marmellata da spingere per almeno dieci minuti.
Caldo fuori norma e rigelo nullo, la zona vanta comunque un ottimo innevamento.


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Bella gita in buone condizioni. L'innevamento è buono e si parte e arriva in sci dall'auto. Partiti presto temendo il gran caldo ma la neve ha tenuto bene, in cima alle 10:20. Il versante sud sembrava ottimo.
Con Robi e Andrea.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Dalla biglietteria di borgata seguire la pista è poi strada sempre in riva sx orog del torrente fino ad un ponte (a dx pista proveniente da Sestriere colle). Proseguire sempre in riva sx, tra radi larici, fino al lago e poi procedere per l'evidente percorso. Dal ponte fino al lago molto tracciato da free riders.
Per la discesa dalla cima al colle tenere il più possibile sud dove i pendii sono lisci. Da colle al lago splendida farina (5cm). Poi percorso pressoché obbligato.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Prima gita della stagione, percorso ben tracciato senza difficoltà , discesa per lo più su neve in trasformazione ma ancora farinosa qualche crosta qua è la, condizioni a mio parere eccellenti. Con Bruno , Francesco,e Guido

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: snowboard
Ottimo innevamento, polvere da cima a fondo scegliendo le giuste Expo, gran bell'inizio di stagione.


Con luca


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: piazzale Sestriere
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Sestriere con portage fino alla Diga , poi neve fino in cima. Causa l'ultima nevicata si trovano un po' tutte le nevi ( primaverile , dura portante e crosta non portante ). Battuta traccia fino al colle ; di li in su dura con necessità dei coltelli.

Un bel cielo limpido e una neve comunque sciabile valgono la mezza giornata di taglio dal lavoro !


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Lasciata la macchina al parcheggio prima di arrivare a Sestriere, ma la stradina che porta al Chisonetto è già percorrib
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Bella salita effettuata prima della perturbazione previsto per il pomeriggio. Portage degli sci fino alla diga del Chisonetto, poi di li neve continua fino al colle. Dal colle alla punta, facendo un po' di zig zag su quello che resta della neve si arriva ad una trentina di metri sotto alla madonnina. Ultimi metri a piedi per salvare le solette degli sci. Ottimo rigelo durante la salita su tutto il percorso, la cornice per arrivare al colle si sale sale senza problemi. Ottima la discesa, nella prima parte scesi nel canale su crosta portante e mano a mano che la quota diminuisce si trova ottima neve primaverile; un po' marcetta al lago ma siamo anche all'inizio di maggio.
P.s. Le condizioni della salita da noi trovate, in seguito alle nevicate di sabato pomeriggio e domenica sono sicuramente cambiate...
Oggi in compagnia di Silvia (in super forma), Davide e Marino. La salita alla Rognosa e la successiva discesa è stata un'ottimo modo di chiudere (forse) la stagione scialpinistica 2015/2016.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata di ferie ben spesa. Portage fino al lago, poi rigelo perfetto.
Salito al colle sbucando sulla sx (salendo) forse un po' più ripido dell'uscita sulla dx. Coltelli indispensabili, alcuni salivano coi ramponi sci a spalla. Discesa su neve ottima. I tratti con residui di valanga sono facilmente aggirabili.
Con Fabry.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Pulita partiti da sestriere
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal sestriere sci ai piedi utili i rampant sul pezzo ripido prima del colle . Giunti al colle visto il forte vento optato X la discesa versante sud . Tranne i primi 50 mt di crosta ventata sotto splendida primaverile X 600 mt. Risaliti al colle per scendere dalla nord . Prima parte crosta portante poi sulla dx neve trasformata un po pesante . Ripelliamo salendo fino in cima al Motta scesi lungo le piste fino a banchette . Fondo duro con sopra 4 dita di trasformata . Divertente . 10 min di portage fino al auto
Con Dario Mario e Silvano. Da come era iniziata a claviere sotto la pioggia qualcosa di buono né è venuto fuori


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Gita decisa all'ultimo. Partiti sci ai piedi dalla macchina. Innevamento buono . Neve marcio/polentosa in basso . A quota 2400 rigelata e dai 2800 mt in su dura lavorata dal vento . Rampant utili sotto il colle . Meteo variabile e raffiche forti . Sosta in vetta breve . Buon grip in discesa su neve dura che non ha mollato fin verso i 2800. In basso polentosa .L' ultimo tratto di collegamento con le piste e' sci d'acqua . Durera ' pochi gg poi iniziera' il portage. Con il guru S.R. e Angela che ha dominato la Rognosa

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo variabile con sole a tratti. Raffiche di vento atomiche dal colle in su. Ormai nella parte bassa e in particolar modo sulle piste è sci d'acqua, parte media polenta valsusana (prevalentemente perché siamo partiti tardi) e dai dueotto in su neve dura rimaneggiata dal vento con buon grip.

Possono essere utili coltelli e/o pugnali volanti per il tratto sotto il colle e per il pendio finale.

Con Gianni e Angela.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Libero fino al parcheggio
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti da Sestriere su neve dura nella parte bassa e farina 10cm nella parte alta. Dal piano fino al colle consigliabili i coltelli. Molto bella la discesa fino al piano, poi per la stradina su neve marcetta.
Con Sergio e Lucia


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Dov'è la tanta neve che tutti decantano sulle relazioni?? La mia idea era scendere il canale NO ma oggi avremmo dovuto farlo a piedi tra una pietra e l'altra! Saliti su 5cm di fresca caduti su crosta quasi mai portante fino al colletto, poi crosta da vento non portante (tutta sfasciata dai passaggi) fino alla vetta. Vento freddo sulla cima. Discesa su pezzi di crosta sfasciata facendo attenzione alle pietre (in molti punti) fino al colletto. Di qui tratti di polvere che nascondono pietre, anche grosse, e che poggiano su crosta poco portante, l'unica cosa che è gelata molto bene sono le vecchie tracce di discesa: fastidiosissime. Man mano che si scende migliora fino ad arrivare alla pista. Pur essendo l'intera discesa sciabile e magari meritandosi di più delle due stelle che ho messo, non voglio illudere nessuno mettendone tre.
Fatta con Bubbola, Tiziana e Paolo. Oltre a noi, due ragazzi ed un solitario. Da sud molta gente. Saluti ad Orfeo ed Emilio!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Meteo perfetto con ottimo rigelo, piste basse al limite con due brevi portage, da quota 2300 neve praticamente continua, traverso sotto il Banchetta e veloce discesa nel vallone del Chisonetto, portage di circa 50 metri sul pendio ripido esposto a sud; vallone del Chisonetto dai 2500 metri perfettamente innevato, rampant molto consigliati. Pendio finale in ottime condizioni. Discesa iniziata alle 10.40 con neve dura fino a quota 2900 poi ottimo firn fino alla quota 2500 dove si ripella e con un portage di 10 minuti si arriva a quota 2600 circa dove si può traversare verso le piste, ancora un breve portage e poi pista Banchetta senza problemi se si escludono i due brevi portage. Siamo al limite, con il caldo previsto dei prox giorni credo che nel fine settimana sarà dura. Viste le condizioni della parte bassa del Chisonetto, un dedalo di valanghe decisamente poco invitanti.
In solitaria, incontrati due "snowborders" provenienti da Sestriere che si sono fermati al colletto.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nn
attrezzatura :: scialpinistica
Rognosa.....oggi proprio vero! una quarantina di minuti di portage poi ravanamento globale attraverso grandi blocchi ghiacciati di enormi valanghe che ostruivano l'intero vallone! dopo aver anche pensato di desistere.....finalmente arrivati sul biliardo dei pendii superiori siamo stati ripagati con una bellissima sciata e un panorama vastissimo; anche il sole che in mattinata era velato è finalmente uscito rendendo la discesa finale meno critica del previsto e ammorbidendo i blocchi ghiacciati. 5 stelle la parte superiore, 1 stella quella inferiore!

un saluto a Enrico e JP


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Salita alla Rognosa…di nome e di fatto. Partiti direttamente da Sestrieres e saliti sui pendii delle piste con oltre 40 minuti di portage in quanto le ormai esigue lingue di neve non sono collegate tra loro. Giunti nel vallone ci siamo trovati di fronte a un panorama desolante con tutti i pendii scoperti per la caduta di enormi valanghe che ci hanno costretto a proseguire sci in spalla per attraversarle, rallentandoci notevolmente. Solo a quota 2.400 abbiamo potuto calzare gli sci progredendo più velocemente su pendii sempre più ripidi ma non ghiacciati. Utilissimi comunque i rampant. Giunti al colle, a quota 3.000, abbiamo puntato sulla vetta, raggiunta dopo oltre quattro ore di marcia. Spettacolare il panorama sull’intera Val di Susa, sulla lontanissima Sestrieres e sulla cime francesi. Discesa molto buona su neve ancora dura nella parte iniziale e poi primaverile. Le ripide pendenza hanno garantito il divertimento fino a quota 2.300 circa dove, dopo l’attraversamento di una grossa valanga, è ricominciato il lungo portager fino a Sestrieres. Una bella faticata con Alfonso, Danilo, Enrico e Luca.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: RAS
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi gran giro alla ricerca della neve migliore e continua.
Saliti in vetta al Banchetta, poi scesi nel vallone del Chisonetto fino a quota 2500 circa. Ripellato e saliti in cima alla Rognosa. In discesa tornati a quota 2500 risaliti al Banchetta e scesi lungo le piste dell'Anfiteatro, per circa 1900 metri di dislivello.
Giornata fresca e ottimo rigelo, neve ancora duretta alle 11.
La parte bassa del Chisonetto è devastata dalle valanghe di fondo fino a quota 2400 circa, e da quella quota in giù la discesa non è piacevole...Il Banchetta è agli sgoccioli, soprattutto in basso, ma si riesce ancora a scendere su strette strisce di neve.In compenso neve fossile piacevole da sciare.
Gitone con ottima sciata, in compagnia di Giacomo, in trasferta da Pavia, poi incontri piacevoli e di livello, in totale 10 oggi sulla Rognosa, tutti rientrati ripellando sul Banchetta.




[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: da borgata
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
meglio delle aspettative.
salita con aria calda poi, poi arrivati al colle l'aria cambia, arrivando da nord.
Questo sicuramente ha tenuto la neve in condizioni più che buone
Dalla punta e fino alla cascatella, sopra il piano del lago, molto bella.
Discesa su pendio ripido, prima del colle, stupenda con due dita di farina su fondo duro, poi neve portante (non è trasformata) a volte un po' sfondosetta .
Muretto con neve sfondosa, in corrispondenza delle grosse valanghe, poi sotto primaverile fino a 100 mt lineari dalle macchine. Ottima!
Gruppo Pianezza, in 15 circa, più alcuni "boss" della Giorda.
Arrivo sotto un cielo blu cobalto, come dovrebbe essere in primavera.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti le 7.50 con +5° e con leggero venticello a tratti lungo il percorso,più forte ma nn fastidioso dal colle in punta.
LA neve comincia dopo 100mt. lineari dal park.
Rigelo buono/ottimo.
Dai 2500 leggero strato ghiacciato su crosta nn portante che ha reso la salita difficoltosa anke coi coltelli.DAi 2600 inizio della neve fresca (2cm..) e crosta nn portante fino al colle.Resto della salita su croste dure e riporti da vento di farina.
Discesa iniziata le 11.10 su ottima neve portante e farinella in alto,poi dal colle fino ai 2600 uno sballo:2 dita di farina su fondo duro al limite della portanza (stare mooolto leggeri!) poi 200mt di crostone infido e dopo fino al piano neve marcia ma nn sfondosa e su fondo portante e più compatto.Sotto splendido velluto.Rientro su stradina neve collosa e lenta.
Oggi tanta gente (70 persone circa) ma ne valeva la pena,ieri tante seghe mentali..troppo vento..troppa neve fresca..nn rigelo.. e invece buone condi di sicurezza.
Un grosso saluto a Enzino trovato lungo la gita ;)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: sci ai piedi da sestriere
attrezzatura :: scialpinistica
Sì parte sci ai piedi da Sestriere (la stradina per la diga presenta 3 tratti di un paio di metri scoperti). Dalla diga a sopra le cascate era un pelo sfondosetta già al mattino, sopra c'era un tratto di un centinaio di metri dove la pioggia della notte ha vetrificato il manto e le pelli tenevano ben poco. Sempre a causa della pioggia della notte era rigelato solo uno straterello superficiale che sfondava per benino e salendo per primo è stato faticoso batter traccia. In realtà ero diretto al canale NW ma non essendo in buone condizioni dal conoide ho traversato fin sotto il colletto, ultima parte delicata per uno straterello di farina su placche ghiacciate (io non li ho e quindi non li ho messi ma i rampant possono tornare utili). Ultimo tratto per la cima mix di placche ghiacciate, crosta da vento e farinella riportata. In discesa meglio di quanto mi aspettassi: parte alta irregolare simpatica e dal colletto in giù 2 dita di farinella sul duro, sciata divertente ma controllata per non sfondare la crosta. Arrivato sotto il passo Banchetta ho ripellato (ca 300 D+) e sono salito ancora alla Banchetta. Discesa a borgata ancora comodamente sci ai piedi e infine breve risalita fino a Sestriere (ca 150m D+).
Molta gente dopo di me sulla Rognosa e anche sulla Banchetta.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Gita perfetta! Alberi innevati, farina, pendenze giuste e un bel sole! Partenza alle 7.30 dal piazzale di Sestriere. Punta già ben visibile. Sci ai piedi dalla macchina grazie alla recente nevicata. Salito lungo il sentiero estivo che arriva al laghetto. Battuto traccia in 15-20 cm fresca fino al colle, poi più lavorata dal vento e a tratti crostosa. Discesa alle 11 in condizioni perfette!!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nulla da segnalare
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza dal piazzale del Sestriere (+1°C alle 7 e 30). Ottimo rigelo notturno. Contrariamente a quanto pensavo, su questo versante la neve non è ancora trasformata: lunghi tratti di crosta ed altri di neve ventata riportata. Decidiamo così di scendere su Bessen Haut. Mai scelta fu più azzeccata. Discesa (il via alle 11 e 30) da urlo su tutto il tracciato, a parte i primi 50 metri di discesa dalla punta molto tritati e duri (conviene spostarsi sulla sx appena si può:è dura ma almeno non tritata); si tolgono gli sci a 10 minuti dal paese. Poi sgambata defaticante sino al colle del Sestriere....
Magari da domani anche il vallone risalito sarà meglio, ma credo convenga aspettare ancora qualche giorno (previsto scarso rigelo questa notte).
Utili ma non indispensabili i coltelli per gli ultimi tornanti prima del colle (ottima traccia). Speriamo riprenda presto l'indispensabile rigelo notturno.
Grazie a Fabio! (alla prima gita dopo l'intervento).


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi dalla macchina. Nel complesso neve non abbondante ma sufficiente per sciare rilassati almeno fino al colle. Oltre al colle gran lavoro del vento ma spazi sufficienti per curvare. Dalla punta al colle occorre cucire tra le zone più lisce e uniformi nei primi cento metri, poi si scia su una placcona bella liscia e morbida (placcona ben ancorata che da fiducia).
Da sotto il colle occorre cercare a occhio le ampie zone con leggera crosta cedevole, che sciate con decisione non sono niente male.
Poi stradina ben innevata e infine pista marmorea.
Pensavamo tutti peggio, ma invece niente male.
Con Nadia, Alf e Bas.

Un particolare ringraziamento al Bas, che quando mi si sono staccate le pelli ben sotto il colle, mi ha preso gli sci e se li è sgammellati fin sotto la punta.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Libero
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata ma vento forte e freddo in cima. Dai 2900 neve molto scarsa e a lastroni e accumuli.. Salire risulta molto faticoso appunto per le molte rocce affioranti tra la neve che a volte e' durissima a volte accumulata molle. Ultimi 100 mt a piedi per mancanza neve. Uscita sul colle un po' delicata per un lastrone ghiacciato. Spalla con neve durissiima. Dai 2900 ai 2600 sciata decente poi crostaccia insciabile. Condizioni della neve a parte, bella gita. Nessuno in giro. Grazie ad Enrico che ha deciso per la direttissima in salita facendo una fatica bestia, e a Simone subito testato su terreno difficile.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Libero fino al parcheggio di Sestriere
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo lasciato la macchina al primo parcheggio di Sestriere - temperatura vicino allo zero alle 9 del mattino. Gita nel complesso interessante. Noioso fino alla diga del Chisonetto, l'itinerario si inerpica poi rapidamente fino al colletto fra la vetta e il monte Sotto Rognosa (non fate come il sottoscritto che ha voluto evitare il colletto ed è salito fra rocce e lastre direttamente per il versante nord).
Oggi quasi indispensabili i coltelli. Lastroni ovunque nella parte alta. Vento sostenuto oltre i 2900.
Grazie a Simone, che oramai è un professionista; e a Giò che ha battuto la traccia e mi ha pazientemente aspettato in vetta.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Non tantissima neve sul percorso, comunque bella salita e ottima discesa. Vento forte dopo il colletto. Traccia un po' ripida. Neve ottima e divertente
Grazie alla compagnia di Fabio e Romano


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Dovevo andare a sciare a Prali, ma poi mi sono lasciato convincere e ho fatto bene.
Ah non me l' ha salvata....che barba!!!!

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strada libera
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal primo piazzale di Sestriere,abbiamo seguito la stradina che si inoltra nel vallone del Chisonetto. Traccia battuta il giorno prima, nella parte bassa la neve non è abbondante ma il freddo l'ha mantenuta leggera e sciabile. Parte alta con 30-40 cm di farina e ancora molto spazio da sciare. Oggi dal colletto alla cima tirava un freddo vento da Nord. A tratti qualche pietra affiora causa lo scarso fondo presente. Unica pecca il rientro sulla stradina, tutta da spingere. Temperature costantemente sotto zero lungo la gita, 3° al parcheggio al rientro.
In ottima compagnia con Eugenio, Elisa, Luca, Stefano e Daniele.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: auto a Sestriere Borgata
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Finalmente freddo! Partiti da Sestriere Borgata relativamente tardi saliamo sperando che la neve ancora ferma sugli alberi sia un buon segno... lo sarà! Durante la salita il freddo è stato costante, nonostante la traccia ripidissima (complimenti al battitore, gambe da vendere, ma la prossima volta abbi pietà di noi...) fatichiamo a scaldarci. A Circa metà pendio prima del colle abbiamo visto cadere una valanga di dimensioni non trascurabili dal canale alla destra orografica del vallone, un local ci informa che si stacca sempre, non dobbiamo preoccuparci più di tanto: la traccia per la Rognosa passa distante dal distacco. In discesa: un sogno. Semplicemenete stupenda, polvere da urlo e tanto divertimento!!
Con Valerio, Pietro, Renato e Gianguido!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessunproblema
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
gita sempre bellissima e sostenuta, oggi in completa solitudine, sarebbe stata il massimo se non fosse che nonostante la bellissima farina dal colle in giù si tocca qualche volta, ed il pendio finale quindi, per via della magrezza, è più tecnico e ripido del solito..dopo, 800 metri di meraviglia ma occorre stare accorti per le pietre sempre in agguato. Oggi battuto traccia dal chisonetto fino al ricongiungimento sotto il colle..una traccia un po' anomala saliva tutto a destra in alto per poi traversare lungamente a sinistra tagliando tutto a sinistra sotto il sottoRognosa e quindi abbiamo preferito ignorarla..Con Mark
p.s. discesa delicata ed impegnativa nei primi150 m. sotto il colle..da aggiungere un + bello abbondante

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Salit oin auto fino all'arrivo dell'impiato sciistico Baby
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 6.00 dalla cima dell'impianto sciistico baby con già 12 gradi di temperatura, proseguito a piedi in direzione della diga del Chisonetto dove speravo di trovare ancora neve. Ho risalito parte del canalone di San Giacomo su una striscia di neve completamente marcia. Alla fine della striscia di neve ho dovuto togliere gli sci e proseguire a piedi di traverso per avvicinarmi alla salita della Rognosa. Rimessi gli sci ho incominciato la salita ma a causa delle alte temperature e delle condizioni della neve ho poi deciso di desistere e tornare a valle. Ho incontrato altri due sci alpinisti irriducibili come me che sono riusciti a proseguire. Con l'occasione li saluto.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: parcheggio a Sestriere
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Sono partito dal primo parcheggio di Sestriere verso le 8. Seguita la stradina a piedi (in piano) fino quasi al lago (30' circa). Poi neve fino in punta. Ho messo i ramponi per salire al colle ma superflui per la neve morbida (altri, piu' abili, sono saliti senza coltelli). Sceso presto per le nuvole che veloci coprivano la punta, neve bella e divertente su tutto il percorso. Spingendo un po' sulla strada e camminando un 10' si arriva alla pista che porta, sci ai piedi, quasi alla macchina!
Un saluto al socio di discesa.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal parcheggio di Sestriere alle 7:00 con temperature poco sopra lo zero. Neve a tre minuti ma ci sono diverse interruzioni fino alla diga.
Per tutto il resto della salita buona neve, abbastanza dura ma gestibile con i coltelli (anche all'uscita sul colle).

Neve fino in cima, primo pezzo fino al colle con neve un po' più lavorata e dura per il resto ottima primaverile. Anche nella parte bassa neve più molle ma sciabilissima.


Saluto i soci: Michela, Silvana, Filippo, Marco, Walter e William.

Un saluto speciale a Giovanni che si è unito a noi per la prima volta e che abbiamo lasciato un po' solo.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Borgata sperando che il portage fosse inferiore ma abbiamo messo gli sci dopo circa mezzora con tratti di neve non continua e superficie non regolare. Quando si giunge al laghetto tutto bello, poche valanghette in giro e neve liscia su tutto l'itinerario.Ultimo tratto prima del colletto messo i ramponi perchè le pelli con i rampant mi facevano lo zoccolo.Arrivati in punta verso le 12.00. La neve aveva mollato il giusto per me e la discesa é stata godibilissima fino al pianoro, morbida e mai sfondosa. Abbiamo proseguito spingendo sulla stradina per Sestriere e fatto ancora qualche curva fino al parcheggio dei nostri amici che ci hanno dato un passaggio fino a Borgata a recuperare la macchina. Meteo molto bello salendo e velato quando siamo arrivati in punta.
Con Alberto. Rinaldo, Simona ed Andrea che sono partiti da Sestriere, ci hanno raggiunti e sorpassati. Saluti a Roberta, Alfio, Enzo ed i loro amici del CAI di Coazze incrociati mentre scendevano.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: niente da segnalare
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Partito dal parcheggio di Sestriere alle 7:00 con temperature di 3°. C'è ancora neve fin quasi da subito ma ci sono diverse interruzioni fino alla ex-diga del Chisonetto (2200m). Da questo punto ottimo innevamento e ottime condizioni della neve. Dura ma ben gestibile con i coltelli. In discesa ottima primaverile fino al lago. Anche sul ripido pendio prima del colle si riesce a godere di un'ottima sciabilità.
Partito da solo ho incontrato un solo altro scialpinista. Con Enrico abbiamo condiviso tutta la gita con sostegno reciproco sul pendio che porta al colle dove le nostre sicurezze hanno vacillato diverse volte.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da sestriere borgata. Portage fino alla inizio della seggiovia Banchetta, ma ora in poi conviene salire dal piazzale del sestriere. Neve molto dura nel tratto ripido,rampant indispensabili e meglio avere i ramponi dietro, io li ho usati in un tratto ripido. In discesa bisogna scegliere le zone migliori,dalla punta al colle era molto tritato. Nel complesso un ottima gita su una delle punte importanti della val di Susa.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: --
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
confermo quanto scritto da giorgiopaolo. Sottolineo l'importanza di avere i rampant per affrontare il ripidio pendio che precede il colletto. Non guasta avere al seguito picca e ramponi per maggiore sicurezza.





[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 6.30 dal piazzale del Sestriere con discreto rigelo notturno. Si ai piedi dalla macchina. Neve abbastanza dura fino in cima (utili i rampant, picca e ramponi per l'uscita al colletto). Il tratto più ripido presenta due grosse valanghe laterali scese in settimana (che in parte hanno coperto la vecchia traccia di salita), ma la parte centrale è ben stabile anche se un po' segnata dai numerosi passaggi. Discesa iniziata alle 11 su neve duretta ma divertente fino al colletto (tenersi tutto a a sinistra), quindi sempre dura e divertente nel tratto ripido dal colletto fino al primo pianoro poi ottimo firm fin quasi sopra la cascata. Da li in giù sfondosa. Ultime curve su piste ancora ben innevate.

In ottima compagnia di Emilio e Marco


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: parcheggio sestriere
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Quando ho fatto questa gita in estate ho pensato che non sarei riuscito a salire con gli sci.invece grazie anche alla buona traccia e' molto piu semplice del previsto.bella gita,bei pendii,bella giornata.neve cosi' cosi'. Saluto i racchettari liguri e i due scialp di torino e susa che ho visto in punta.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: snowboard
Incredibile rognosa!! Grazie a chi ha aperto la traccia e a chi ha recensito la gita sabato dando la possibilità a molti di fare una delle migliori gite della stagione!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: snowboard
Condizioni spettacolari in tutto il vallone, il temporale della notte ha cancellato la lavagna e portato nuova fresca fredda e leggera che lascia spazio a firn perfetto nella parte bassa. Si stava partendo per una banchetta di fine stagione ma ha prevalso la voglia di mettere il naso, al max si fa retrofront..
Buon rigelo e traccia ottima, portante per ciaspole e mai faticosa (thanks), il lungo vallone è veramente piacevole e l'isolamento della cima garantisce un panorama super.
Fino al colle discesa su neve morbida e facile, già abbastanza ravanata visti gli scarsi spazi e che nasconde qualche pietra. Dal colle neve perfetta, veloce e farinosa con ampi spazi da tracciare, un bel regalo.. Firn ormai rinvenuto in basso ma che ha tenuto molto bene, si arriva praticamente al park.
Discesa diretta dalla parete con diverse tracce. Salut


[visualizza gita completa con 2 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale ::
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Trasferta esplorativa..ottimo punto di appoggio!Aria fresca alla partenza.meno 2 alle sette a borgata.bel vallone ed ottima tracciatura.tanta gente oggi sulla punta.la temuta crosta non si è presentata e ce la siamo goduta bene!discesa sempre sostenuta e divertente, scesi fra i primi con ampi spazi.l'alta val di Susa merita!bella gita e bella compagnia.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ..
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Prima volta con gli sci da queste parti. Splendido itinerario, su pendii sempre sostenuti, in un bel vallone risparmiato dagli impianti. Oggi condizioni strepitose. Sci ai piedi dalla macchina, salita comoda grazie alla perfetta tracciatura di chi ci precedeva, discesa esaltante: buona neve dalla punta al colle (qualche pietra infingarda), poi polvere asciutta commovente sul pendio del colle, poi biliardo primaverile.
Partiti poco prima delle sette, iniziata la discesa poco dopo le undici.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Hanno già detto tutto i miei soci, bella salita in 4 ore circa, discesa con neve doc anche per chi non sa sciare. Grazie a Dario e ivo. Un Po di fondo in salita ossigena sempre le idee, ma la vetta non da soluzioni ma solo illusioni, chissà.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Libero
attrezzatura :: scialpinistica
Rognosa con veste invernale dalla fine del bosco 5'cm di fresca che in cima diventano circa 50 cm , il resto detto tutto da Bubbolotti , Dario è sceso dal canale , io è Dino abbiamo seguito i Bubbolotti. Sotto la neve fresca c'era crosta non tanto semplice da sciare ,e alle 13 era, nella parte bassa marcetta , l'ambiente è molto bello e ne vale la pena , ma domani ho paura che la neve farà schifo.
Bellissima giornata con Dario che si è fatto gran parte la tracciatura , Dino e i Bubbolotti

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Ok fino al parcheggio
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza ancora sci ai piedi. Pienone al parcheggio ma la quasi totalità diretta verso il Banchetta. Seguito le piste verso il Chisonetto, distanti davanti a noi solo tre skialp. All'incrocio con l'arrivo da Sestriere nessuna traccia. Cerchiamo di raggiungere i tre skialp per dare il cambio nella battitura della traccia, riesco a raggiungere il caterpillar che sta tracciando e lo sostituisco per qualche centinaio di metri di dislivello poi scalcia a stare dietro e mi sorpassa e se la batte tutta fino in vetta: complimenti! Man mano che si sale la neve fresca aumenta fino ai quaranta cm abbondanti in vetta. Nessuna traccia da sud. Pendio prima del colle abbastanza carico, senza problemi la cornice. Discesa eccezionale dalla vetta (attenzione qualche pietra) su neve fresca con fondo duro, traverso sulla cornice e ancora neve bella fino a 2500m (5*) poi man mano che si scende la polvere si appesantisce sempre più rimanendo comunque sciabile (3*). Sulla pista un po' collosa. Visto diverse slavine di neve pesante scendere lungo i versanti più ripidi.
Gita fatta con Bubbola, Luciana e Jerry. Da metà gita in poi mischiati con gli altri tre skialp capitanati dal battitore Dario. L'idea era di scendere il canale NO ma non vedendo tracce proseguiamo lungo la normale, qualche minuto dopo ci si butta Dario e lo guardo con rimpianto, dice pure che era in ottime condizioni... Ciao a Renato63 che ci spia dal Banchetta ;-)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Tolgo una stella rispetto a chi mi ha preceduto nel commento, perché il pendio ripido era crostoso (crosta da vento, penso, più che da rigelo) e per il lungo spostamento con spinta al ritorno nella parte bassa. Confermo invece firn bellissimo in tutta la parte centrale. Temperatura eccezionale, né troppo calda, né troppo fredda e neanche troppo tiepida.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Borgata Sestriere con sci ai piedi per ora. Bel traccione oggi sul pendio ripido sotto il colle e di conseguenza non necessari i coltelli. Discesa sulla dorsale su neve leggermente ventata poi giunti al colletto abbiamo deciso di scendere un tratto sul versante sud. Prime curve su un misto di neve umida su fondo un pò cedevole poi bel firn. Ripellato e risaliti fino al colletto x scendere su Borgata Sestriere. Anche qui inizialmente alternanza di tratti di farinetta a tratti di neve un pò crostosa ma da m.2800 in giù crosta portante che ci ha regalato belle curve sciando ovviamente leggeri,leggeri poi man mano che si scendeva le condizioni miglioravano fino ad arrivare ad una bella neve primaverile.
Discreto affollamento oggi sulla Rognosa del Sestriere.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada ovviamente percorribile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
oggi gita molto frequentata in alto dopo le recenti nevicatet crosta portante in basso neve primaverile da consigliare ancora per i pr.ossimi giorni. partiti dal colle del Sestriere

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 8e30 da Borgata con l'intenzione di salire al Banchetta, vista la poca neve caduta nella notte e la buona visibilità, decido per la Rognosa. Scarso rigelo della neve vecchia sotto i 2400, due dita di fresca in salita. Alle 11 il tempo si è coperto ed è iniziata una bella nevicata che si è intensificata: il tempo di arrivare in cima e cambiare assetto e le tracce di salita erano abbondantemente coperte. Qualche pietra insidiosa perché coperta dalla neve fresca nella parte alta della cresta. Neve farinosa leggera su fondo duro fino a 2400, poi farina su fondo crostoso, sulle piste neve umida su fondo compattato. Visibilità quasi nulla nella parte alta. Alle 13 nevicava anche a Sestriere.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di soddisfazione, nonostante le problematiche del viaggio ( uscita dall'autostrada anticipata per incidente e giro turistico per valle). Arrivati al parcheggio, la Rognasa si mostra già in bellavista nel suo splendore. Pur sbagliando a prender traccia,(ci siamo tenuti un pò troppo alti e questo a portato problemi ad un nostro compagno), ma dopo aver tribulato nel bosco abbiamo preso subito traccia nell'anfirione della Rognosa. Salita un pò pesante, Avendo tardato alla partenza, la neve umida portava zoccolo sulle pelli e questo rallentava la marcia di salita oltre a un dispendio di energie in più. Arrivati sul colletto, la vista della cima dava una carica in più per affrontare gli ulimi metri. Un bravo ad Alberto che con gambe e cuore, pur con tutte le difficoltà che ha incontrato in salita è riuscito ad arrivare in vetta. Insieme ad Ale lo abbiamo atteso e incitato negli ulti metri di fatica. Vagliato situazione, abbiamo deciso di scendere lungo il canale. Beh che dire, scelta azzeccata e discesa da urlo....Bellissima, stupenda. Fondo duro su una decina di cm di neve primaverile ci permetteva di tirare belle curve veloci sino alla base del canalino. Di qui in poi, si poteva ancora cogliere spazi intosi e divertirsi in belle carvate. L'unica pecca e che nella parte bassa la neve era già polenta.
Un grazie di nuovo ad Ale, che dopo aver azzeccato un altro bel posto ha portato con se un snowbordista d'elitè. E' sempre un piacere tirare curve con personaggi simili, Mi sembrava di esser tornato bambino, giornata indimenticabile, alla prossima Albi.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
5*. Coloro che sono partiti di buon ora hanno trovato una mattinata spaziale, uno, due dita di neve fresca su fondo duro, pendii intonsi, un'ottima gripe anche nei punti un po' più ripidi, sciando però sempre sul velluto: questo da una cinquantina di metri sotto la punta alla partenza della seggiovia Chisonetto-Banchetta (solo qualche pietra affiorante subito sotto la sommità): un vero sogno!
Un caro saluto a tutti gli amici.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ovviamente no problem
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Super gita, la nevicata della notte scorsa e le temperature non troppo calde ci hanno regalato una neve favolosa, 10 cm di farina su ottimo fondo, praticamente tutta sciabile fino al pianoro finale. Partiti da Sestriere, traccia perfetta battuta da altri scialpinisti più mattinali di noi, caldamente consigliata per i prossimi giorni (domani piccola perturbazione di passaggio potrebbe ricreare le condizioni di oggi...).
Con Daniele, Alberto, Marco e Gabriele, la giornata sembrava volgere al peggio quando siamo rimasti bloccati in autostrada al mattino da un camion in panne ma alla fine solo un'oretta di ritardo e visto il fresco poco male!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Occhio alle buche nella Statale
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Sestriere colle e saliti su ottima neve primaverile rigelata. Molto utili i coltelli nella parte finale prima di arrivare al colle. Dal colle alla cima, invece, essendo più esposto al sole la neve iniziava a mollare un po'.
Nella discesa invece abbiamo trovato tutti i tipi di neve, primaverile nella parte dalla cima al colle, crosta non proprio portante appena sotto al colle, crosta portante e poi ottima neve primaverile fino alla fine della discesa.
Poco da dire, la Rognosa non delude mai...ottima salita, splendida discesa, il tutto in compagnia della morosa che oggi si è rivelata in ottima forma. La neve: diciamo del tipo "lasa curi c'ha l'è belaaaa...".


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata stupenda. Neve primaverile e dura sia in salita che in buona parte della discesa, (solo nella parte bassa dl vallone mollava un po'). Necessari i rampant per la salita al ripido colletto.
In compagnia di Michela, sempre in gran forma.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Partiti da Sestriere
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Senz'altro la gita più bella della stagione. In 6 dopo consultazione di Meteo vetta si decide di rinunciare al Viso Mozzo (molto nuvoloso) x Rognosa (meteo più favorevole). Così è stato. Dopo una faticosa battitura di una Rognosa intonsa e liscia ci fermiamo a 100 mt lineari dalla vetta per imboccare canale nord-ovest senza pietre. FANTASTICO! Una spanna di farina lieve che poggiava su neve nuova non troppo rigelata ma portante. Tutti contenti. Ovvio che domani non sarà più così (molto molto caldo: le piste alle 12 e 30 erano pappa insciabile). Comunque la neve ha tenuto fino alla diga e fino a quell'ora lì. Però, ripeto, domani non saprei che dire: 6 gradi alle 13 ma sole cattivo.
Gran compagnia (con Aku quattro zampe motrici che si leccava perché comunque il nord è nord) e gran divertimento.


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: condizione perfette fino al parcheggio
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima scelta a parte vento molto freddo dal colle alla cima.
Scesi dal canale NO partendo 100m più in basso dalla punta per troppe pietre affioranti. Appena scesi dal canale 2 ragazzi sopra noi hanno staccato una slavina che ha quasi riempito il canale. Nessun incidente.
Ottima traccia di salita battuta dai miei soci Borgonesi con 40cm di farinella
Con i mitici Marcello ed Enrico (kikko) che in 2h45min da Borgata battendo traccia....


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: fino a sestriere ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partito dal park di fianco alla pista che scende a borgata. Salito in 3h30 min su traccia ottimamente battuta, ultimo tratto dopo il colle con vento forte e neve dura. visto una decina di persone da questo versante. A parte il tratto ventato a sud, dopo il colle neve da urlo con trenta cm di farina su fondo portante.Visti vari elisky come dice anche la precedente relazione (siamo sempre a sestriere). Comunque gita consigliata ancora per qualche giorno, temperature permettendo. Un saluto a Erika che oggi e' salita al Migliorero.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: .
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
LA neve della settimana ho acoperto tutte le vecchie tracce( dal Chisonetto in su ). Dal colle alla punta crosta. Dal colle in giù farina eccellente ( peccato l'elicottero ! ). Credo ci siano ancora buone possibilità domani per fare tracce belle in discesa. Un grazie ai ragazzi di Borgone che hanno tracciato molto bene il pendio N.
Con Eraldo e Paulin.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strade pulite
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con calma alle 9 e a Borgata il termometro segnava -4°, decisamente in regola con il periodo!
Buona traccia fino al colle, da qui in poi il vento ha spazzato un po' tutto lasciando neve dura con qualche accumulo, coltelli non indispensabili, ma consigliati in questo ultimo tratto. Primo tratto di discesa non entusiasmante, ma dal colletto in giù FARINA, uno spettacolo!
Grandissimo Daniele, progressi ad ogni uscita!
Un saluto ad Andrea incontrato in cima e che ha sceso il canale nord-ovest.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
prima fase di salita facile su tracce esistenti lungo il Chisonetto, poi tutta da battere fino alla vetta, su neve farinosa, solo a tratti ghiacciata. Coltelli non necessari.
Discesa su farina fantastica dal colletto alle auto.
Il vento ha spazzato per tutto il tempo senza però creare accumuli ma abbassando notevolmente la temperatura percepita.
Udite numerose valanghe che non sembra abbiano interessato il vallone; forse provocate per proteggere la via lattea?

Un saluto ai tre alpinisti che ci hanno raggiunto sul colletto.


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: RAS
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Sestriere con qualche squarcio di sereno tra nuvole alte che corrono veloci...troppo veloci. Fino al Chisonetto tutto ok, ambiente bucolico con alberi carichi e 10 cm di fresca neve. Nessuna traccia e già si profila il duro lavoro. Arrivati nell'anfiteatro i primi rider scendono dai fuoripista e qualcuno urla il mio nome...il mitico Beo che da buon local ha già capito tutto. In alto vedo un solitario che sale, raggiungo la sua traccia in alto e la seguo. 20/30 cm di farinetta su fondo duro. Il vento va e viene, la luce va e viene, noi andiamo in questo paesaggio finalmente quasi solitario. L'unica presenza umana scende dicendo che non si vede niente e che saggiamente essendo solo rinuncia a proseguire. Il vento non ha lavorato quasi niente, la neve è bella e non troppa, saliamo a sinistra contro le roccette, il vento aumenta e si fa impetuoso, tracciare diventa faticoso. Arrivati a due metri dal colle non si vede più niente bianco latte e ventaccio, cornice sottovento...mafferia, inutile continuare.L'altimetro segna 3028 il minimo sindacale è fatto. Discesa in Braille, da nausea e giramento di testa, ma girano anche altre parti del corpo, vista la qualità della neve, la sicurezza dei pendii e il manto nevoso intonso. Va bè si scende, il vento non molla ora c'è anche in basso. L'amico Beo mi chiama e mi chiede se mi si è congelato il culo... no è salvo! Poi aggiunge: magari guarda il meteo! Grande!!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Trovato tutti i tipi di neve: pendio finale crosta portante, sotto il colle crosta non portante e nel vallone umida con qualche tratto di farina nelle combe all'ombra.
Con Matte, Elena e Sic che ha cercato di togliersi nel canale.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Parcheggi puliti a Sestriere
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Sestriere, in piano fin dentro la valle del Chisonetto. Saliti senza problemi su neve compatta/crostosa; dal colle in su neve primaverile rigelata. In discesa trovato un po' di crosta non portante e fastidiosa nella parte alta e trasformata nella parte bassa. In generale neve faticosa da sciare su questo versante (forse quello S sarebbe stato meglio...)
Un saluto e un ringraziamento alla violinista Elena arrivata apposta dalla GErmania per fare una sgambata con noi. Grazie anche a Sic che ci ha regalato momenti di vera adrenalina.
Grazie a Matte, neanche più da dire..


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Confermo quanto detto da Puli88, se continua a scaldare così sarà in condizione ancora per poco però in questi giorni è davvero sublime. Sul pendio finale se si attacca presto potrebbero servire i coltelli.
Ottima giornata col buon Cecco e la suddetta Puly


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Mattinata meravigliosa..sveglia alle 4, alle 6 sci ai piedi, partiti nella semioscurità mentre l'alba inondava l'altro versante..veloci (sopratutto i miei soci) fino in cima...faticato nelle guche sul ripido!!. Scesi alle 10 su bella neve polverosa poi primaverile, ultimi metri crosta..Altri scialpinisti sul percorso, due già in discesa alle 8!! Un saluto a tutti in particolare la ragazza già incontrata a Prato in Fiera e un grazie al mezzalama ski team alias l'accoppiata Cecco-Max che mi ha coinvolta in questo gitone!!gambe peste!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Libero
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: snowboard
Splitboard.
La Rognosa è in perfette condizioni, battuto traccia per buona parte del percorso che a mio avviso ora è nel complesso sicuro a patto di salire di buon mattino.
Una gita che vale la pena di fare e oggi io è Luca nimbus l'abbiamo azzeccata!!
Ultimo tratto prima della cima su neve trasformata ma molto agevole, superbo il panorama dalla cresta in poi.
Discesa davvero esagerata con pendenze sostenute, stupenda, ampie linee su un tracciato quasi completamente vergine. Fino a 2500/2600m è possibile trovare farina assestata grazie all'esposizione settentrionale del vallone.
Oggi super soddisfatto e vale le 5 stelle
Incontrato un gruppo di skialp in cima provenienti dalla valle Argentera con un cane che saluto
Sul percorso dal Chisonetto siamo però saliti solo noi


[visualizza gita completa con 1 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
una bella mezz'ora di portage, gli sci si mettono dalla diga in su , noi primi sul percorso ,poi seguiti da una folla (romagnola)saliti con coltelli ,bel ambiente ,assenza di vento ,in cima con tala e guido.ore 11 scendiamo parte alta un po dura e lavorata dal vento,poi sciata su ottimo velluto appena rinvenuto dal sole,e poi su fondi di valanga ammorbidita , ore 12.30' all'auto e poi a svolgere i doveri di famiglia . saluto i soci

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: in auto fin sotto la seggiovia borgata-sestriere
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
In auto si arriva fin sotto la seggiovia trebials, poi portage su stradina con qualche lingua di neve (comode in discesa) fino alla diga. Primo tratto su fondo un po' irregolare a causa delle immense valanghe. Le balze rocciose della cascata si passano sulla dx su pendii svalangati che mollavano già al mattino. Di lì in su sembra di essere in paradiso: neve bianchissima e ben rigelata tipo velluto, ho messo i rampant solo per il tratto un po' più ripido di canale, ma volendo possono anche essere superflui. Per passare la cornice (sarà alta 1.5m) ho tolto gli sci mentre poi in discesa si passava bene sci ai piedi. Pendio finale su neve non abbondantissima e molto lavorata da vento e dai passaggi che non ha mollato niente neanche in discesa. Panorama dalla cima sconfinato, dal Bianco al Viso passando dagli Ecrins. Sotto al colle neve ancora dura su belle pendenze verso il canale NO (che era la vera meta ma mi è sembrato lavorato dal vento in alto e troppo svalangato alla base). Fino alle balze rocciose neve senza senso, tra le migliori dell'anno: fondo compattissimo con un dito di cremina sopra, fantastica. Ovviamente nei pendii esposti a est, per scendere sotto le cascate, e i sottostanti si sfondava già un po' ma stando sui residui di valanga ne è uscita una sciata ancora dignitevole e molto divertente: grazie al fondo quanto più vario sembrava di essere in uno snowpark.
Con Andrea, con le ciaspole, che si è fermato al colle; almeno una ventina di persone sul percorso. Forse visto che in alto era abbastanza cemento e in basso aveva già mollato parecchio basterebbero anche solo 4* ma festeggiare il proprio compleanno con gli sci a giugno sulla rognosa ne vale ben 5*.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi dalla diga con 10 cm. di neve fresca che hanno coperto molto bene le numerose slavine presenti. Gran fatica tracciare tutto il ripido pendio finale sotto il colle con almeno 30 cm. di fresca caduta nella giornata di ieri. Causa annuvolamento in aumento mi fermo alle grandi cornici poco sotto la cima e inizio una bella discesa con farina praticamente invernale, da non credere che sia il 30 maggio! Unico dispiacere rappresentato dalla visibilità che ha reso un po' tutto 'piatto'. Comunque buona sciata fino alla diga su neve fresca un po' più umida ma ben sciabile. Bello fare slalom tra i blocchi delle slavine! Dopo la strada di collegamento nuovamente sci ai piedi su ultime lingue di neve fino all'arrivo delle piste. Se rimangono queste temperature, gita consigliata.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: partenza dal colle del sestriere
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima.
Le valanghe che in precedenza erano un problema si sono assottigliate di molto e appiattite, permettendo così la fantastica discesa di ieri.
Si scia perfettamente fino al lago della diga, fin che tiene la neve sui pendii bassi esposti a est.
Provato il canale N-O dalla punta, ma quello non è in condizioni.(crosta e accumuli)
Invece dal colle se si scendeva(perchè ora è tritato!!)tutto su contropendneze a sinistra (scendendo) c'era ancora della bella farina da "pestare".
Poi entrando nel centro del vallone siamo passati direttamente su neve velluto sempre più morbida, fino alla diga e poco sotto(circa 100 mt).
A piedi circa 20-30 mn sulla comoda strada in diagonale. Giornata stupenda e fredda, inizio discesa alle 12.30 circa.CAI PIANEZZA in 9.
Abbiamo notato una cosa ieri, in montagna una volta ci si salutava, si scambiavano impressioni, soprattuto in punta...adesso si arriva in punta, si guarda il cronometro e si scende...poi magari si risale, si riguarda il cronometro e si riscende!...posso permettermi di dire che tutto ciò è un pò triste?

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Sestriere
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Faccio report per pubblico servizio, infatti ho rinunciato dopo una 50 di mt di dislivello sopra il Chisonetto (già un tormento superare le valanghe sulla strada). Altri 3 ski alp hanno continuato. A me piace anche sciare e le gigantesche valanghe presenti sicuramente non lasciavano speranze. Per questa stagione questo percorso (a mio avviso) è finito. Girato gli sci e salito a Banchetta dal primo canale con neve. Banchetta che era da 5 stelle!

[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi bella gita alla Rognosa, in condizioni che si avvicinano alla perfezione. Ho fatto un anello salendo da nord e scendendo da sud, ritornando su Bessen Haut. Di qui un gruppetto di sci alpinisti, che ringrazio per la gentilezza e per la simpatia, mi ha riportato a Sestriere a riprendere l'auto.
Sul versante nord nelle settimane passate si sono scaricate valanghe di dimensioni importanti, ma ora tutto pare stabile. Solo nell'ultimo pendio ripido prima del colle, sotto la crosta portante, c'è ancora neve non completamente consolidata.
Sul versante sud firn piacevolissimo, a patto di non scendere troppo tardi.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni buone come ha detto Ferra........grande sciata con Mario e Stefano

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Sestriere, cinque gradi alle 7. Tergiversiamo un po' ma decidiamo di partire. In salita la neve tiene ed il pendio sotto il colle richiede i coltelli. In punta non perdiamo tempo e già al ritorno il pendio che un'ora prima era durissimo si presentava con uno strato bello molliccio; sotto iniziava a sfondare. Nel complesso però una bella sciata anticipando di poco il diluvio visto dalla finestra con le gambe sotto al tav olo.
Con Teo e Serena... un bel venerdi di ferie.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima discesa dalla cima fino al pianoro su primaverile fantastica, un biliardo. Partiti alle 7,15 e iniziato discesa alle 11,15. Evitare orari più tardivi per godere anche in basso. Oggi in salita montati rampant alla fine del piano per evitare evoluzioni sui ripidi pendii con ottimo rigelo che non avrebbero tollerato una caduta. Qualcuno che non li aveva s'è fatto il pendio sotto il colle Rognosa a piedi ramponati. Innevamento, meteo e panorami spettacolari condivisi con Franco Ardito.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica


Condizioni perfette!

Paolo Montaldo
Carlo Ravetti

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti erroneamente dal primo parcheggio di Sestriere, ce ne siamo poi pentiti al ritorno quando abbiamo dovuto darci al cross-country sulla stradina che si ricongiunge alla traccia vera che parte da Borgata. La traccia di salita nella prima parte è quantomeno discutibile ( perde quota, traversi lunghissimi dove non necessario ), ad ogni modo saliti bene fino a 200m sotto il Colle dove abbiamo montato i rampant. Dal Colle in sù panorama splendido e neve molto ventata ( il manto rimasto è davvero sottile, pietre affioranti qua e là ). Fino a 40m dalla vetta sci ai piedi, poi decidiamo di risalire l'ultimo tratto di pietraia a piedi. Vento forte in vetta. In discesa ce n'è per tutti i gusti: neve dura ventata nella prima parte, crosta non portante iper-arata sotto il colle, farina divertente in alcuni ( troppo brevi ) tratti in basso, traversando tutto ciò che è possibile traversare sulla sinistra orografica del valloncello che degrada verso Borgata. Insomma qualche tratto vergine ancora c'è ma bisogna proprio andarselo a cercare. Nel complesso, mi associo al commento precedente...la fioca bela a l'è n'autra roba.
Ma quello che non ha dato la neve l'ha dato la compagnia! Con Luca O, Luca M e Mauri che saluto ci siamo divertiti come sempre. Alla prossima, e che dio ce la mandi...farinosa


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Dopo qualche indecisione su quale gita fare, decidiamo di andare alla rognosa.In salita nessun problema a parte qualche placchetta di neve dura sotto il colle dove è consigliabile mettere i coltelli.In discesa neve variabile fino al colle, poi farina alternata a croste fino alla macchina...la bella neve è un'altra cosa.
In questi giorni ha lavorato molto il vento, bisogna stare all'occhio sotto il colle dove iniziano a formarsi i primi accumuli.
Con Luca, Paolo e un dolorante ma stoico Piero.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Almeno 30 persone ieri sui pendii della Rognosa. Dalla cima al colletto neve un po' lavorata dal vento ma sciabile.
Dai 2700m in giu' bella polvere ma i pendii sono quasi completamente tracciati.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partito dal colle del Sestriere 2035 mi ricongiungo con Dario e c. all’attacco della salita, breve cambio di pelli poi ognuno prende il suo ritmo raggiungendo la cima tutti sgranati. Il panorama è grandioso da lassù spazzi aperti su tutto l’arco alpino del nord-ow. L’innevamento è buono, tolti gli ultimi 200m. sulla spalla finale già in via di trasformazione e la cima scoperchiata, dal colletto in giù la neve migliora fin a divenire “pure sucre” dove si può pompare tra canali aperti e mammelloni già ben coperti. Un bel terreno di gioco, continuando poi la discesa fino ai prati di borgata in parte già cingolati dai battipista, Ed è proprio su un cingolo che consumiamo alcune birre sgranocchiando pistacchi, unico momento di convivialità… Salute animali.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
grande gita, non ci speravo. bella neve nel vallone, non ho toccato nulla. oggi parecchia gente quindi penso sia stato tritato quasi tutto. un saluto ad Orfeo incontrato in punta.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
La neve inizia poco dopo la diga del Chisonetto (circa 35' a piedi). Firn spettacolare fino a 2300-2400, sotto non ha più gelato ma si scende ugualmente con qualche cautela. Oggi con Guido. Un saluto al gruppone di Sauze, che prematuramente è passato alla bici...

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: con jeep si può arrivare verso 2000 mt.
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
come cambiano le condizioni da un giorno all'altro! fatta oggi su neve super! la dorsale finale firn spettacolare! il canale ripido un po' duretto; da 2300/2400 in giù si salvi chi può: un po' sfondosa e un po' di sci nautico!
un plauso a Chris che ha avuto questa idea per una bella sciata di fine stagione ancora in zona!


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Gita fatta ieri (domenica), purtroppo solo parzialmente. La neve parte praticamente dalla diga. Grandi valanghe da tutti i pendii già scese.
Purtroppo non c'è stato rigelo notturno. a 2600 si formava solo una crosticina su uno strato sottostante di granita in cui si affondava completamente. Viste le pendenze di li in su ho valutato di girare i tacchi verso il basso, prima che il sole fondendo la crosticina rendesse spaccagambe il ritorno. Peccato. Sarà per un'altra volta. In generale, se gela di notte la zona è ancora interessante per le ultime uscite di stagione.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Il percorso mi pare sufficentemente sicuro, grosse valanghe hanno già scaricato nei giorni scorsi, e su di esse si è posata l'ultima nevicata di ieri, non più di 15 cm, e in parte già lavorata dal vento, ma con ampie zone di neve ancora farinosa.
Sceso per il Canale NO, in vetta quasi senza neve, poi con bella farina compressa.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: lasciata l'auto al parcheggio di Borgata Sestriere
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Percorso odierno: lasciata l'auto a Borgata Sestriere, ci siamo incamminati, sci in spalla, sulla stradina in direzione della diga sul Chisonetto (15-20 min). C'è un po' di neve, utile per la discesa con sci, ma anche pericolose lastre di ghiaccio. Calzati gli sci, si è percorso il vallone che discende dalla vetta della Rognosa, in ombra per l'esposizione nord, fino alla cresta di confine sul versante sud-ovest. Di qui salita ripida e soleggiata fino in vetta. Per la discesa c'è stato l'imbarazzo della scelta: in due sono scesi direttamente nel canalone più ripido lato nord-ovest sotto la vetta; gli altri tre hanno preferito ridiscendere parte della cresta soleggiata, per poi andare a cercare neve gradevole sul lato sinistro (scendendo) del vallone. La neve è trasformata sulla cresta soleggiata, farinosa per circa 400-500m, poi crostosa non portante, lavorata dal vento, ma con tratti di farina accumulata. In totale molto discontinua, ma ugualmente soddisfacente.
Il nostro gruppo : Andrea, Beppe, Cesare, Riccardo, Roberto
In vetta contate almeno una quindicina di persone: con la penuria di neve, è una meta ambita.


[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
Portage e 'gava e buta' sino alla diga, poi neve continua ma marcia con pietre affioranti in basso; coltelli utili sul pendio ripido; in discesa neve ottima nella parte alta e sul pendio al termine del quale inizia il pantano sino alla stradina, percorribile ancora per alcuni tratti con sci ai piedi

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal parcheggio alle 7.10. Portati per 500 metri e poi calzati gli sci in un pappa marcissima, con togli e metti fino alla diga. Comincia a rigelare a 2.200. Da lì neve sempre morbida. Coltelli utili in particolare sull'ultima parte del pendio prima del colle. In cima alle 11, con vento freddo. Dalla cima neve lavorata ma con parti ancora ben sciabili. Scesi dal pendio 50metri prima del colletto, su una neve favolosa con fondo duro ma fin sufficiente per una sciata sicura. Neve splendida fino a 2.400, poi dignitosa fino a 2200. Dopo marcissima, ma una volta sulla stradina, rimesso l'attacco in posizione di salita, si viaggia abbastanza agevolmente. Nel giro di tre o quattro giorni la stradina sarà sgombra di neve.
Oggi una ventina di sci alpinisti, tutti con l'aria soddisfatta. Grande Silvana!


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Confermo tutto quanto già detto da PManenti ed aggiungo una stella....
Passando alle amenità, sono stato su questa cima il 5 Novembre 2005. Da allora è cambiato tutto nella mia vita, in meglio: moglie, casa, città, lavoro, anca.... Ringrazio Paolo ed Emilio per avermi fatto rivivere dei momenti belli ed avermi aspettato in cima (dato che il canale l'ho fatto coi ramponi....)


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Da Sestriere seguendo il T.Chisonetto, 15' di portage, poi neve continua, buon innevamento oltre il lago. Saliti in 3,5 ore. Rigelo notturno sopra quota 2.200 mt, ma è andata bene così, in alto neve duretta ma nella parte mediana firn straordinario. Di ritorno al lago, abbiamo seguito la strada che, con qualche togli e metti, ci ha portato sulle piste e quindi, sci ai piedi, fino a Sestriere.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
bella giornata ma con temperatura fredda in alto. sceso verso le 11 con neve ancora troppo dura. si tolgono gli sci un paio di volte ma grazie a quel che resta delle piste si arriva fino in fondo. con queste temperature consigliabili i coltelli: io non li avevo e ho tolto gli sci sotto al colle.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Pulito
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita e bellissima giornata.
Si parte da Borgata e dopo 10 minuti si calzano gli sci.
Dopo 30 minuti si è al di fuori delle piste e l'occhio ringrazia...
Discesa entusiasmante: in alto 10-15 di fresca ( e scendendo tra i primi c'era ancora spazio per fare delle gran belle curve...), poi una bella compressa e infine un lungo tratto di trasformata. Marcetta ma ben sciabile l'ultimo pezzetto che conduce a Borgata.
Con Alberto e Alessandro.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Borgata praticamente sci ai piedi con buon rigelo. In alto 4 dita di fresca su fondo duro, in basso già quasi tutta trasformata. Non usati i coltelli. Discesa iniziata alle 10,30. Una trentina di persone sull'itinerario.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito dal colle; arrivato solo fino al colletto a causa dell'ora un pò tarda; discesa iniziata alle 12,15 con neve ancora godibile



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strade pulite
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Sestriere dal primo piazzale sterrato che da sulla val Chisone. Che fosse giornata storta lo potevo intuire gia' dall'auto : dimenticate per strada piu' cose , ma soprattutto per la seconda volta in 20 anni la macchina foto..
Come mi aspettavo poi la parte finale del pendio sotto il colletto ( memore di alcune recensioni di gulliveriani conosciuti ) si indirizza un po' troppo per i miei gusti, e complice anche una tracciatura tutta spostata a sx con traversino finale diabolico verso dx alla fine ho desistito dal procedere sci ai piedi e ho tirato su dritto sci in spalle e piccozza in mano fino alla cresta raggiunta poi 70-80 mt a sx del colletto classico.
Tutti gli altri invece chi con i coltelli e chi senza sembravano salire senza problemi.
In discesa giunto al colletto il pendio mi sembrava accessibile alle mie capacita' sciistiche, ma visto che non avevo piu' voglia di rischiare di "sproloquiare" pure in discesa ho girato a sx e sono sceso dall'altra parte. Scelta alla fine azzeccata, nessuna traccia, neve trasformata e continua con un solo tratto di pochi metri di sfasciumi nella parte centrale del canale-pendio sino alla sterrata proveniente da Besse' Haut. 20 min di gava-buta ( piu' gava che buta..) fino al paesino, poi ritorno a piedi sci in spalla alla partenza ( 40 min scarsi a spron battuto perche' lo zaino con gli sci pesa..)
Quantita' neve : 3/5 sopra i 2100 mt.
Qualita' neve : 3/5 in alto,farina su fondo sconnesso, 4/5 da 3000 mt fino a 2200 primaverile , poi 2/5 , un po' cedevole fino alla stradina.
Con Claudia 4wd, per lei nessun problema sia sul pendio ripido sia in discesa.
Alla fine l'insolita traversata si e' rivelata cosi' positiva : dal lato val Argentera la gita e' tutt'altra cosa, varia e itinerante, paesaggisticamente molto piu' bella che il monotono pendio che sale dal Chisonetto: vista la nuovoletta fantozziana della cima sicuramente la prox volta ci ritorno ma salendo e scendendo da Besse'.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Borgata. Neve dalla macchina. 4° alla partenza. Gita in buone condizioni, sono sceso verso le 11 e la neve ha tenuto fino in fondo. Utili ma non indispensabili i coltelli per il pendio sotto il colle. Una decina di persone sull'itinerario. Tempo incerto, a tratti visibilita' non ottima.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Sestriere, buon rigelo notturno, meteo buono con qualche nuvola in vetta in rapido e continuo dissolvimento. Discesa iniziata alle 11.30, fino al colletto neve dura molto lavorata dai precedenti passaggi, vallone in ottime condizioni. E' possibile partire da Borgata sci ai piedi. Consigliata.
Con Luca in snowboard, altri 9 skialp in vetta.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Previsioni non esaltanti ma era l'unica giornata disponibile e così eccoci a Borgata alle 7.15. Salita con cielo nuvoloso e un pò di nebbia fino al colle 3009. Poi 1 ora di sole per consentirci di arrivare in punta e vedere le cime oltre i 3200. Discesa nella nebbia e su neve ottima ma un pò dura fino a 2700. Poi una perfetta visibilità e qualche raggio di sole nel vallone ci hanno consentito una bellisima discesa sul velluto fino alla diga. Di li lunghe e veloci scivolate fino al fondo senza mai spingere approfittando alla fine della traccia di un battipista.
Oggi in punta oltre a noi due altre 5 persone. Se anche il brillante Jacolus, che non ne sbaglia una, domenica ha fatto tanta strada per venire quassù vuol dire che ne valeva proprio la pena.


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
ieri ho preferito la tutta dritta ad una scialpinistica e oggi non me la sono fatta scappare.Partito da To prestissimo con ancora la luna piena ben alta.Alle 6.30 a Sestriere solo Io una volpe e il cielo grigissimo.Parto e il grigio della nebbia mi accompagna fino ai 2600 poi cielo terso sopra le nubi che si diraderanno dopo poco.In cima aria gelida che mi invita a scendere subito.Finalmente scorgo anime vive che salgono sia da Cesana che da Sestriere.Prendo dopo poche curve il canale ripido e godo ad ogni curva.Dura ma con un dito di neve soffice brinata che se non dovevo correre a valle al lavoro avrei ripellato.Tutto molto buono fino alla macchina, molle al punto giusto.In pista il gatto mi ha regalato una traccia intonsa e morbida fino all'auto.In salita obbligatori i coltelli.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Trovare un fondo primaverile con un pelo di farina sopra da cima a fondo con una giornata fredda e bellissima,in più una allegra compagnia è stato il massimo,ciò la fa diventare una gita memorabile,per noi....Oggi eravamo veramente in tanti gran baldoria in vetta, poi i più bravi si sono buttati giù per il pendio superiore,neve con ottimo grip,e per i "vecchietti" come me si sono accontentati di scendere dal colletto normale,ma anche li discesa da urlo e abbiamo urlato fino quando abbiamo incontrato le piste,cui la musica assordante dei bar trasmessa per gli altoparlanti urlava più di noi!e siamo tornati nella reatà....

[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Risalendo da Cesana verso Sestriere prima di entrare nell'abitato prendere sulla destra una stradina sterrata che porta alla frazione di Besse Haut. Parcheggiare prima delle case(1963 mt.), attraversare il minuscolo abitato di recente ristrutturazione e proseguire per la strada che taglia orizzontalmente in leggera salita in direzione della Rognosa. Il primo tratto a piedi (circa 30 min.) con chiazze di neve, poi risalire per il bosco ricongiungendosi all'itinerario che sale dal fondovalle(Pont Terrible). Questo itinerario oltre che diminuire il dislivello consente la gita quando manca la neve in basso.
Neve trasformata stupenda per 3/4 del percorso, solo alla fine molle e inconsistente. Attenzione a individuare la stradina che riporta a destra alla frazione. Facile rischiare di scendere troppo. Impiegate h. 3,45 in salita da Wolfango S.,Marco L.,Roberto e altri


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Partiti alle 8:30, nella parte alta temperatura intorno a -15/20, vento molto forte, con neve non sempre portante. Nella seconda parte della discesa, neve farinosa.
Gita in ottima compagnia, con Paolo, Alessandro, Andrea, e Maurizio!


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Superbo gitone fatto com mangiafioca e fyplom che saluto con tutti gli amici incontrati lungo il percoso.
buona neve a tutti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
Saliti alla Cima Banchetta ridiscesi dal colle tra la cima stessa e la Rognosa sino a riprendere l'itinerario classico.
Ottima gita in compagnia di Sandro, Fede e Lollo.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
Per me le 5 stelle le vale tutte, nonostante la noiosissima spingistrada della parte bassa!
Discesa iniziata quasi alle 11 e 30, su neve tutta perfetta fino alla stradina!

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
come già detto, ottime condizioni. buon rigelo già ai 2000 m del colle del Sestriere, da dove siamo partiti alle 6.35. Abbiamo inizialmente seguito la mulattiera, ma non conviene. Ci siamo riportati sulla retta via. La valanga colossale non è a 2700 m come indicato, ma a 2200 m circa, non molto oltre la diga del Chisonetto, ed è evitabile salendo sulla sua sinistra e ricollegandosi senza alcun problema (un solo attraversamento di metri 5 lineari di blocchi di neve). Il pendio-canale in salita era ovviamente molto duro, indispensabili i coltelli. Si può uscire o a sx, salendo un po' più in alto (niente cornice) o seguire il traccione a dx, l'uscita della cornice non è problematica. Dorsale finale senza problemi. Discesa ore 11, da antologia. Rimanendo sul lato sx della dorsale, pendii lisciati come biliardi e morbidi come il velluto. Siamo entrati nel pendio-canale dal taglio della cornice (tracce rigelate, cautela), poi primi 150 m un po' duretti ma ottimi, poi firn da antologia, scegliendo le esposizioni a seconda di voler un vellutino o una marciotta o quello un po' più duro. Passata la valanga a quota 2350 circa, senza problemi (anche i blocchi erano rammolliti), e ancora neve stupenda fino alla diga del Chisonetto, anche se sull'est pieno alle 11.45 tendeva a sfondare, ma sciando leggeri nessun problema. Breve tratto di spinta sulla stradina, poi siamo scesi su Sestriere Borgata, con qualche tratto sfondoso naturalmente, fino ai residui delle piste, con qualche gava e buta fino al parcheggio. Unico neo i rimasugli e i rifiuti della stagione sciistica che non sono proprio un bello spettacolo. per il resto bella gita e FIRNalmente una sciata come si deve. dalla vetta alla diga del Chisonetto 5 stelle ci stanno tutte, ne perde una la parte finale. La valutazione corretta sarebbe 4.5 stelle.. ma siccome non ci sono le mezze, arrotondo x difetto. Innevamento abbondante oltre i 2000 m un po' dappertutto, ci sarebbe da avere due settimane di ferie...
Saluto i soci e gli amici incontrati.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1900
Siamo partiti alle 7.15 da Borgata. Ho messo i ramponi nel canale ripido prima di uscire in cresta perchè mi sentivo più sicuro e sceso alle 12.00 ancora con i ramponi fino dove la pendenza era minore. Bella neve primaverile fino a sotto la lingua terminale del valangone che io ho attraversato a destra nella parte più bassa senza fastidio. Da quì fino alle piste neve che cedeva ( a seconda delle esposizioni)e poi nessun problema fino quasi alle macchine per lingue di neve.
Con Guido e Maurizio che saluto ( loro si sono divertiti di più e anche tutti gli altri skialp che l'hanno fatta tutti con gli sci!!)


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
Domenica scorsa dal Banchetta abbiamo ammirato le tante persone che salivano...oggi gran gitone!!!! Partiti da Borgata alle 7,15. Abbiamo calzato gli sci poco dopo la partenza della seggiovia nel vallone del Sangonetto...superato il valangone....ed attaccato il ripido pendio a quota 2750 circa...ottima traccia....in buone condizioni ma da percorrere con attenzione considerata la pendenza...indispensabili i coltelli e per una salita più sicura i ramponi. Allo scollinamento il pendio finale era, a dir poco... commovente!!!! Bella sosta per riprenderci dalle fatiche...poi discesa sul "velluto" iniziata alle 11,20 fino allo scollinamento...firn da manuale nel pendio ripido fino alla diga del chisonetto, dove la neve aveva giustamente mollato!!! Poi lungo la stradina e le piste per lingue di neve a 2 minuti dall'auto!!! Un paio di gava e buta nei pressi della partenza della seggiovia. Ottima scelta ed un saluto a tutti gli amici incontrati!!!!

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
Partito dal Sestriere alle 7,45 con sci ai piedi.
A circa 2700 m un'enorme valanga (nelle gite precedenti non se ne parla, quindi deve essersi staccata da poco) costringe ad "arrampicarsi" tra blocchi di neve dura, ma senza problemi, idem per il rientro.
Il cielo, che al mattino era terso si è progressivamente annuvolato (nuvole alte in quota), ma ha solo rallentato la trasformazione della neve, senza pregiudicare la visibilità.
Discesa stupenda, prima su neve portante appena ammorbidita (spalla S), poi su crosta leggera fino a circa 2900 m, quindi firn spaziale.
Non metto ***** solo perché nel computo della gita bisogna contare il fastidioso rientro lungo la sterrata (non finisce mai) oltretutto con neve marcia sfondosa.
Gita comunque ottima, perchè fattibile ancora per qualche giorno partendo sci ai piedi.
E con questa gita chiudo in bellezza la stagione scialpinistica, l'arrampicata chiama.
Saluto i quattro Alessandrini conosciuti lungo il percorso, e gli auguro buone gite.
Un saluto anche a Luigi che oggi non è potuto essere della partita. Non volevo "chiudere" con le ultime due fregature, e mi sarebbe piaciuto condividere la gita con il mio socio storico.
Auguro allora a Luigi e Paola un buon proseguimento di stagione.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
quota neve m :: 1800
Bella gita in compagnia di Giacomo, partiti da Borgata sci ai piedi, buon rigelo, il sole oggi si è fatto vedere ben poco quindi la neve rimasta dura indispensabili coltelli. Discesa con visibilità non eccellente su crosta da vento dura all’inizio, su crosta portante dura fino a quota 2100 mt. poi primaverile fino alla macchina.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Posteggiato a Sestriere
quota neve m :: 2000
Confermo la versione di molalacorda.
Scesi per il canale direttamente sotto la vetta su neve spettacolare (15-20 cm di fresca su crosta portante).
Si notavano 2 valangoni enormi con linea di stacco poco sotto la cresta che adduce al monte Sottorognosa.
ALLEGATA TRACCIA GPS
Un saluto particolare a Elena e a tutti i compagni della sezione di scialpinismo del CAI Uget.
Finalmente tempo bello, neve bella e, come sempre, compagnia splendida.
Le 5 * ci stanno tutte.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: no problem
quota neve m :: 2000
Anche oggi la Rognosa ha dato spettacolo, partenza ore 6.45 con ottimo rigelo, cielo blu e nuvola fantozziana sulla cima, svanita verso le 8.00. Discesa pendio sommitale con neve fresca stando sulla dorsale, canale ravanato da ieri ma bastava stare sui bordi e la fresca non mancava, dai 2700 un centinaio di metri con qualche curva delicata per non sfondare e poi firn moquette fino al piazzale.
Insieme a Marco, e almeno 50-60 altri skialp che per nostra fortuna hanno poltrito un po' di più.
Un saluto ai due "modenesi" con i quali abbiamo spartito la vetta.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1800
oggi gita da 5 stelle : 20 cm di farina su fondo portante = libidine pura. e siamo a meta' maggio....
meteo buona con ottima visibilita' .era da effettuare oggi...
carpe diem

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
note su accesso stradale :: partiti da Sestriere
quota neve m :: 2000
Sci ai piedi da Sestriere ancora per pochissimo, i 2 km di strada dagli impianti all'invaso sono perfettamente pianeggianti quindi si spinge all'andata ed al ritorno.
Sfiorati da nuvole nere e temporali, alla fine siamo stati graziati. La neve è quella solita di questo periodo, molliccia perfettamante sciabile, lenta nei piani. Scesi alle 11, prima il leggero rigelo aveva creato una crosticina poco simpatica che sparisce al primo sole.
Con Lucio,Alberto e Patty.

[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
si parte con gli sci a i piedi dagli impianti seguito il vallone ì, una volta arrivati al pendio prima della cresta, due di noi hanno messo i ramponi e sono saliti sci in spalla seguendo tracce già esistenti, ub altro nostro compagno calzati i coltelli a continuato sci a i piedi fino in punta, forse è stata la scelta più azzecata, perchè noi con i ramponi abbiamo faticato inpò di più causa neve che mollava. giunti in punta tutti con gli sci ci siamo vestiti di corsa causa vento e due sono scesi passando dal canale subito sotto la punta, l'altro invece seguendo traccie di salita,entrambe le scelte sono state azzeccate fino al pianoro un pò sopra al primo canale del lago, poi polenta lenta da dover spingere fino alla macchina.
ringrazio per la compagnia elio e luciano di pinerolo con cui era da tempo che non facevo più una gita


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1900
ottime condizioni stamattina alle 8 si arriva con macchina fino al bar ristorante lou brachettes(chiuso) poi sci ai piedi fino in cima
scesi dal colletto a q.3100 perche in alto non neve ne sul plateau finale ne nel canale N/W. un amico con snowboard ci ha raggiunto salendo dal versante S/W (partenza da fraz. Bessen Haut)tutto su prato.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Gita effettuata partendo dal Colle del sestriere ed effettuando un traverso di circa 2Km in piano. Innevamento ottimale sino al colle della rognosa poi solo a chiazze. 7 gradi al sestriere alle 7. In discesa brevissimi tratti su pietre nel primo versante (converra' lasciare gli sci al colle della rognosa) poi firn eccellente sul ripido. Si scende da favola fino ai 2600, poi sulle uova, cercando la migliore tenuta della neve e stando attenti alle gambe.
Al seguito dell'immancabile Franco che scompare dalla mia vista molto in fretta, lui si che ne ha. in sci sino all'auto. se le temperature si abbassano nei prossimi giorni, gita consigliata.
ulteriori commenti e foto a breve su:
_colangelo



[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 2500
Questa mattina neve fino a Sestriere (alla diga cmq ci si arriva). Circa 10-15 cm di neve caduti nella notte. Salito con lo snow fino a quota 3100-3150.
Discesa stupenda su neve incredibile (per essere a giugno).
Grazie a Golzum, che anche se poteva salire sci ai piedi, mi ha aiutato a battere traccia.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: in auto fino alla diga q.2165
quota neve m :: 2400
oggi giornata fredda con ottimo rigelo: salito sci a spalle fino in vetta ( ramponi da q.2800). inizio discesa ore 10.30 su neve dura ma con ottimo grip. avrei dovuto aspettare che mollasse un po, ma dovendo rientre in ufficio... bella discesa fino a q.2400; dopo con qualche gava&buta si può arrivare a 15 min dall'auto

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: per la strada di servizio fino al tornante da cui parte il sentiero
quota neve m :: 2200
Buon rigelo notturno, poco dopo la diga si possono calzare gli sci su fondi di slavina che costringono a ravanare un po' fino a 2400 m., poi si possono evitare facilmente le numerose slavine fino al colletto, raggiunto sci ai piedi (coltelli). giornata splendida, panorama estesissimo, in discesa ottimo firn fino a 2400 m., ancora leggermente duro nella parte alta (discesa ore 11).

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2200
Sci a spalle fino oltre la diga, di qui salendo tra le varie (molte) valanghe scese arriviamo in cresta, calzato i ramponi gli ultimi 100m. Rimessi gli sci saliamo in cima su neve sempre dura (la temperatura bassa ha mantenuto anche per la discesa la neve buona, solo un pò dura sulla cresta.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2100
Gita da favola, veramente bella, neve meravigliosa anche se siamo sciesi dopo le 12,00, anzi oserei dire + bella per questo.
Ottima compagnia, ale, anto, frenk e giorgio. Peccato che la piola consigliata dava sì ottimo cibo, ma l'ospitalità della proprietaria pessima e pensare che abbiamo fatto km 2,5 per andarci.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Gita con il Fede e teo...siamo partiti e scesi presto per sfruttare lebuone condizioni dellaneve. in realtà in programma era il canale..del resto in condizioni per moolto...peccato che siamo arrivati tardi!!Completamente svalangato...ci sono valanghe di medie dimensioni in tuttol anfiteatro!Allora siamo saliti e scesi dalla normale che ha offerto neve duretta ma ottimo grip all inizio, vcelluto nella parte intermedia e ultimi metri di sfondosa da fare occhio! Bella gita..ciau Dax

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 07/05/11 - rfausone
  • 16/05/07 - dovio
  • 14/05/07 - skiappa
  • 13/05/07 - frankie56
  • 02/04/03 - jetto1968
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord
    quota partenza (m): 1840
    quota vetta/quota massima (m): 3280
    dislivello totale (m): 1440

    Ultime gite di sci alpinismo

    27/05/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - mv56
    Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e d [...]
    26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
    Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
    26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
    Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
    26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
    Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
    Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
    26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
    Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
    25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
    Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]