Gioffredo (Punta) da San Bernolfo

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Non saliti in cima per paura che venisse troppo tardi precludendo la godibilità della discesa fino in fondo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi la neve non ha mollato un granchè, meno tre alle 8 a San Bernolfo. Due dita di farina caduta nella notte e bella discesa. Auto parcheggiata al secondo doppio tornante dopo San Bernolfo, 25 minuti circa di spallaggio. Rare folate di vento e meteo nickel.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: No problem
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Salita senza problemi utilizzando nei tratti più ripidi i coltelli alternati a tratti senza. Unica difficoltà 10 metri di canale ripido e stretto fra balze rocciose prima del pendio finale dove noi per comodità ci siamo tolti gli sci. La parte finale del pendio si percorre invece bene sci ai piedi. Noi abbiamo lasciato gli sci a pochi metri dalla vetta che abbiamo salito con picca e ramponi. Due giovani guide piemontesi hanno sceso direttamente dalla vetta il ripido canale diretto. Tempo ottimo e buona compagnia. Salutato dalla vetta il nostro amico Ettore in vetta al Corborant in occasione del suo compleanno. Discesa su neve primaverile da buona (parte alta) ad ottima (parte bassa). Si arriva sci ai piedi dall’auto! In compagnia di Nino, Pino e Bruno del CAI Ule di Ge/Sestri

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada aperta fino a San Bernolfo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi, grazie al buon rigelo notturno e alle temperature diurne fresche, la neve ha tenuto da cima a fondo senza mai essere sfondosa, tenuto anche conto che siamo scesi tra le 13 e le 15.
Si calzano gli sci dal ponte a quota 1650 ca.

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: No problem
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con auto sulla sterrata fino a quota 2000. Poi neve continua. Lasciato il secondo lago tratto ripido.. in tanti saliti sci in spalla. Arrivati agevolmente in vetta (picca e ramponi meglio averli). Iniziata discesa alle 11.30 e la neve ha tenuto praticamente fino in fondo. Una figata
Bella due giorni in valle stura con gruppo amici giovane montagna di Genova. Grazie a Guido stratega perfetto e a tutta la cupa.
Complimenti al rifugio sabarnui di san Bernardo. Gentili, servizio da albergo e prezzi da rifugio. Continuate così! ! Gran finale con ritrovamento di aria seminato ieri da Paola di fronte a gelateria Aisone. Ale'


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita fino San Bernolfo e poco oltre
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissima gita con tempo splendido,buon rigelo notturno.
Partiti alle 6e40 e cominciata la discesa alle 10e40 su
primaverile bellissima in alto,fino ai laghi,poi un po'
più cotta in basso ma sempre scorrevole e veloce.Cima
molto bella e panoramica e così innevata, di aspetto
severo.Neve a 15mn dall'auto.
In compagnia di Piero.


[visualizza gita completa con 21 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Neve dal ponticello al di sotto di San Bernardo tenendosi sulla sinistra orografica, anche se non abbondante. Cielo coperto e scarso rigelo: neve molle, sfondosa vicino alle rocce fino al lago del Lausfer, poi via via più dura, molto dura anche se con buon grip nella parte alta. Scesi dalla Gioffredo siamo saliti al Corborant, direttamente con i ramponi: canale lavorato e con segni di valanghe; abbiamo lasciato gli sci al roccione a due terzi del canale. Sceso fino a 2500 m circa, sono ancora salito alla Rocca Negra: durante la salita mi ha avvolto una fitta nebbia che mi ha costretto a scendere sulle mie tracce. Nevischio in alto, pioggia dai 2200 m in giù.
Con Marco su Gioffredo e Corborant, da solo su Rocca Negra.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK fino a San Bernolfo
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Salita (iniziata alle sette meno qualche minuto): da San Bernolfo comodissimo e brevissimo (5 min) portage, poi subito buon rigelo, ma nel vallone iniziale ha cominciato a scaldare per bene già alle sette e mezza...Sudata! Traverso verso destra al limite, ma oggi ancora collegato. Poi bei pendii più "freschi", ma zoccolo imperante, e non c'era verso:) In concomitanza le nubi hanno oscurato il cielo e anche la cima Gioffredo! Vabbé, si prosegue lo stesso...Pendio dopo i laghi Lausfer in condizioni non eccezionali: fondo gelato con un dito di neve scivolosa sopra, parecchio svalangato e "gruttuluso".. Sempre zoccolo imperante..Cosi' mi sono rotto e ho messo i ramponi già prima del colle sciistico, si saliva meglio sci a spalle che ai piedi! Nota positiva: la cima si è riaperta ed era fattibile oggi, per me coi ramponi e picca. Un grande saluto allo ski alper con il quale ho condiviso la cima, poi lui è sceso dal canalino ripido, io invece dalla "normale". Discesa: visibilità buona, poi ottima. I primi 200 m su resti di valanga, pura sopravvivenza. Poi meglio, tranne le strettoie tra le rocce (derapage, scaletta, gucie sul posto ed altre tecniche simili, non proprio da urlo:). Bella ma un po' stopposa la parte mediana, e bella la parte bassa, su neve rossa quasi da nevaio ormai. Comunque grande soddisfazione e bellissmo ambiente!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva bene fino al parcheggio quota m.1700
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Breve portage e poi innevamento continuo. Stamattina aria frizzantina, tanto sole, cielo limpido e 2 dita di neve candida e immacolata che ha coperto la neve rossa. Pendio terminale alla Gioffredo con l'ausilio dei coltelli per sicurezza.La parte alta della discesa non è stata proprio agevole causa numerosi passaggi dei giorni scorsi che con il buon rigelo odierno hanno reso il manto parecchio sconnesso. Nettamente migliore la parte bassa tanto che giunti all'imbocco del vallone che conduce alla cima Malaterra abbiamo ripellato x raggiungerne la vetta. Bellissima discesa sul versante francese, 2°ripellata e risalita alla Rocca Negra. Da qui discesa diretta dalla cima nel vallone che riporta sull'itinerario della P.ta Gioffredo su ottima neve.
Oggi parecchia gente sui vari itinerari della zona. Incrociato l'amico Sergio sui pendii della Gioffredo, dell'amica Anna Garelli purtroppo abbiamo solo visto l'effimera e solitaria traccia a piedi sul pendio che porta in cima alla Rocca Negra e infine piacevole incontro al parking con Jacolus e i suoi compagni di gita compresa la mitica Jolie.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Pulita
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Rigelo molto buono sopra i 2000/2200 metri, quindi salita veloce e agevole. Sentito assestamenti sul pendio finale che adduce alla cresta, li deve ancora trasformare bene ma oggi tra il buon rigelo e le velature era ottima crosta portante.
Scesi con gli sci dalla vetta per il canale sud. Bella all'inizio e alla fine, parte centrale molle sfondosissima. Ce la siamo cavata con un ruzzolone a testa.
Poi solo firn e neve estiva che nonostante il caldo non può più mollare più di tanto ma solo sublimare.
Sci ai piedi al parcheggio con 3 gava buta di 5 metri, conviene passare dal parcheggio alto se si hanno sci nuovi.

NB La valutazione non riguarda il canale, quello se non rigela meglio, anche se interessante, non lo consiglierei.
Con Bonny e Ghiba
Grazie per la gita.


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino al ponte S. Bernolfo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Cima inedita al cospetto del Corborant, Tenibres ed Ischiator in un bel vallone solitario.
Raffiche di vento, neve molle come piace a me.
Coltelli utili.
Usato picca e ramponi giocattolo per la crestina finale di misto facile, ma esposta.
Discesa impegnativa sui pendii iniziali ripidi, poi neve morbida, non sfondosa.
Un saluto ai 5 savonesi, tra cui Giovanni, capogita il prox sabato all'Entrelor;
grazie ai compagni di gita: M.Teresa, Paola, Gio';
in particolare a Ettore, che ha azzeccato la scelta,
a Pierino la peste che ha tracciato l'ultima parte,
a Dario e Marco che mi hanno prestato assistenza sulla cresta!
P.S. : aggiornato il sito col mio guado sulla Stura all'Enchastraye


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino al ponte sotto S. Bernolfo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal ponte, saliti lungo la strada con un portage di 10-15min. Tempo parzialmente coperto in alto, poi in miglioramento. Da sopra i laghi di Lausfer sole pieno; pendii finali impegnativi, 10-15 di neve molle da 2600m in su. 4 di noi in Cima, con attenzione e con picca e ramponi. Discesa attenta i primi pendii, poi relax. Giunti fino all'auto con gli sci stando sul lato destro idrografico. Itinerario magnifico come ambiente.
Un saluto ai savonesi incontrati in cima


[visualizza gita completa con 21 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ojk
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
partiti da san bernolfo con cielo coperto ma durante la salita si è rasserenato,la neve inizia pochi metri dal ponticello,nel tratto iniziale sarà ancora continua per pochi giorni,dai 1800-1900 m inizia la neve fresca
discesa da mezzogiorno su neve ormai molle,nella parte più alta un po' difficoltosa,poi più sciabile,specie in basso
ciao a tutti


[visualizza gita completa con 10 foto]
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciata l'auto poco oltre S. Bernolfo, dalla piazzola dell'elicottero; portage meno di 10 minuti. Partito solo alle 8.30 causa turno di notte e iniziata discesa alle 11.10. Parte medio-alta neve bella; parte bassa neve sfondosa. Gita d'eccezione in questo vallone (e con questo innevamento) se si pensa che siamo al primo di giugno. In solitaria.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi da san Bernolfo, utili i coltelli dai laghi Lausfer alla cima per il buon rigelo notturno. Discesa stupenda fino ai laghi poi anche per l'esposizione neve un pò più molliccia fino a ricongiungerci agli itinerari provenienti da Collalunga dove il nuovo cambio di esposizione ci ha fatto trovare di nuovo una bella neve sciabile.
Ultimo tratto (10 min) fatto sulla stradina per evitare fastidisi pezzi non innevati.
Moltissima gente sui vari percorsi


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi dall'auto e in questa stagione è già tanto. Di coltro molto affollamento. Saliti in vetta (utili i ramponi per gli unltime 20m). Da li ridiscesi fino a quota 2600 e risaliti fino al Passo Corborant. Discesa su bella neve trasformata.
In compagni di Dadda, Vale, Fede, Lollo e Manuela.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si parte sci ai piedi da San Bernolfo a quota 1658
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
dalla strada subito sci ai piedi percorrendo tutto il vallone di San Bernolfo. Dopo la Capanna di Carborant (1885) preso a destra in direzione NO verso il lago Lausfer (2501) piegando poi verso N (Lago Lausfer Sup. 2560). Rampant pronti ad entrare in azione negli ultimi 300-400 mt di dislivello, dove il pendio è più ripido e la neve era dura. Arrivati sull'antecima e, volendo arrampicare con semplici passaggi di I° grado, si arriva in cima (2960).
Discesa bellissima per tutto il percorso di salita.

Con Davide, Luca, Valentina, Federica e Manuela.
Grazie a Luca e Davide per la bella gita.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: San Bernolfo senza problemi
attrezzatura :: scialpinistica
Veramente un bell'itinerario sul quale ci siamo inoltrati seguendo un nutrito gruppo di locals che già nei giorni precedenti ci avevano favorevolmente impressionato.
Belli e sostenuti i pendii e ottimo l'ambiente.
Abbiamo seguito l'itinerario classico (Campana n. 51) sin oltre i laghi poi, anzichè traversare a destra, abbiamo risalito i pendii via via più ripidi sino all'utlima sella sotto la vetta. Coltelli utili e ramponi molto utili in alcuni punti, in particolare fra le barre a metà paretone e negli ultimi 200 metri prima dell'arrivo in cresta.
Discesa in buone condizioni : quasi primaverile con buon grip la parte alta (consigliabili comunque lamine ok) e discreto misto di farina pressata e placche portanti nel vallone basso. Mai crosta. La stradina sino a San Bernolfo si percorre quasi tutta in sci con le acrobazie e le finezze del caso. Portage in salita e discesa di 15-20 minuti. In discesa, sfruttando i prati, si fanno ancora curve ottime negli ultimi 150 metri di dislivello e si arriva all'auto. La migliore gita di una tre-giorni in Valle Stura.

[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
in fondo ce la siamo cercata: quando alle 6 parti da casa e piove, e non hai nemmeno la minima speranza che migliori perchè tutti i siti meteo che hai guardato di dicono il contrario, dovresti davvero girare indietro, riparcheggiare la macchina nel garage e tornare nel letto. ma noi no!più cocciuti dei muli, in fondo, come diceva qualcuno..l'ottimismo è il profumo della vita!
arrivati a s. bernolfo senza meta precisa, ci uniamo ad una comitiva, che salutiamo che sale verso il gioffredo. come spesso accede, salendo la visibilità è peggiorata, fino ad azzerarsi. ci siamo arenati a poco più di 2700 m contro una parete rocciosa, peccato perchè dai 2100 m in su la neve era abbastanza bella. 5 - 10 cm su fondo duro. in basso invece la neve fresca era poco scorrevole.
con giro
un saluto e un ringraziamento al gruppo con cui abbiamo condiviso la gita
con giro


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
a differenza della vicina collalunga poco vento
un po' di nubi che (lato positivo) hanno tenuto la neve a posto
quando poi il cielo si è aperto ed è diventato azzurro, ha messo in risalto cime valloni e valloncelli tutti ancora carichi e bianchissimi
veniva voglia di salire ovunque
io ho dinuovo fatto quasi tutta la salita con gli sci sulle spalle e nell'ultimo pezzo ho messo i ramponi
forse non era il caso, perchè ci sono delle belle orme comode
si arriva sci ai piedi alla macchina

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi senza Renato mi sono aggregata alla simpatica compagnia di Lucia e Anto che ringrazio per l'ottima scelta della gita. Partenza da S.Bernolfo direttamente sci ai piedi su 4 dita di neve fresca su fondo duro x tutto il percorso. Utili sia i coltelli che i ramponi x la ripida parte finale. Noi abbiamo terminato la gita sulla punta sciistica in quanto abbiamo ritenuto non in condizioni la vetta vera e propria. Discesa x l'itinerario di salita su neve bella ma un pò lenta dovuta alla neve fresca.Verso quota 2000mt. circa vista una traccia di salita nel vallone del Seccia ho ripellato e senza problemi sono arrivata fino alla cima di Collalunga. Bellissima la discesa nel vallone del Seccia fino alla macchina.
Ringrazio Luciana, Paolo e Giovanni x il sostegno morale nei punti tecnici di salita alla Punta Gioffredo e un saluto grande,grande al gulliveriano Roby77 incontrato sulla cima di Collalunga.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: strada aperta fino a Strepesi
Gran bella gita, lunga, molto lunga, se si parte come noi da Strepesi (circa 400 m in più). La cresta finale, oggi innevata, le dona quel tono alpinistico che la rende completa.
Siamo scesi intorno alle 14, incontrando un pò tutti i tipi di neve, ma nel complesso sempre ben sciabili e divertenti.
La pista da fondo, con neve fredda e veloce, ci ha permesso di raggiungere il parcheggio in un attimo e senza spingere.

In compagnia di Bruno, Gi.Bi. e Gianni.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
Salita da san bernolfo a destra, 10 minuti a piedi, perchè a sinistra già molti pezzi scoperti. Con i 2 gradi alle 7.30 all'auto,pensavo di trovare neve tutta trasformata, invece niente rigelo notturno e sotto la cima sciato nella neve farinosa di maggio. Oggi in cima senza ramponi ma se gela sono necessari. Bella discesa su neve non velocissima ma divertente e soprattutto mai sfondosa. Ottima compagnia trovata sul percorso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok fino a San Bernolfo
10 minuti di portage poi manto nevoso continuo. Buon rigelo notturno.
Si sale senza problemi in vetta, meglio con i coltelli, o direttamente lungo il canalino posto immediatamente sotto la direttrice di vetta ( ramponi)
Discesa da **** sci dalla vetta lungo il canalino diff. ski 3/2 consigliato. prima di raggiugere la gioffredo sono salito al beccas del Corborant, vetta posta a s.e della Rocca Negra, tramite un interessante canalino max 40 di 200 m versante n.e
la stella in meno è solo per la neve sporchina e un po ondulata dai 2200 in giù. ma siamo a fine Maggio e non si può lamentarsi.
mi sembrano in buone cond. sia la Rocca Negra il Corborant e le cime di Malaterra


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok x s. bernolfo
quota neve m :: 1700
giornata e neve fantastica.....ottimo rigelo notturno,la prima parte dopo il ponte la neve è a pezzetti,ma dopo 15 min.continua fino in cima ,la parte rocciosa sotto la cima è un pò impegnativa,non sarebbe male aver i ramponi.
scesi alle 11,30 su firn fino in fondo........finalmente primaverile come si deve!!!!!!!
un saluto ai compagni di gita e gruppi incontrati sul percorso.
ciao a tutti.......

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: si arriva a strepeis
Partiti da Strepeis , abbiamo proseguito nel vallone di San Bernolfo risalendo poi verso i laghi di Lausfer. A quota 2600 circa abbiamo cominciato a salire verso dx l'evidente pendio che porta alla P. Gioffredo. Per superare il ripido pendio che porta alla forcella Gioffredo abbiamo optato per i ramponi , ma nonostante questo accorgimento a 30 mt. circa da quest'ultima non sentendoci sicuri abbiamo rinunciato alla cima. Discesa diretta nel vallone Costa Gias Verde su splendido firn fino a ricongiungersi al vallone di San Bernolfo . Ultima parte di discesa sulle piste da fondo su neve sempre ottima.
Un saluto a Sergio e compagni che sono saliti e scesi dal vallone Costa Gias Verde.


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: accumuli o lastroni
la nota positiva e' che eravamo riparati dal vento...x il resto la neve non era un granche':nella parte superiore neve durissima,nella parte inferiore dalla farina alla crosta a chi piu' ne ha piu' ne metta :-) non siamo andati sulla punta,ma abbiamo optato x la Forcella Gioffredo i fifoni hanno scalinato e i GRANDI Papa' Mauro e Gianlu lo hanno sceso nel loro impeccabile stile,meritatissimi complimenti ;-)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Partiti sotto la pioggia.... un po' di sole all'altezza dei laghi e poi una bella nevicata. Si cammina veramente poco con gli sci a spalle, per circa 20 minuti. Neve brutta in alto, polenta dove si sprofondava parecchio, bella invece da dopo il traverso sino al fondo. Nel vallone di neve ce n'è ancora parecchia, le gite sono ancora tutte fattibili.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Gita in ottime condizioni, scesi alle 10 su neve splendida, seguendo il lato destro orografico si arriva ancora al ponte.
Le gite della zona sono tutte fattibili.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: strada aperta per S.Bernolfo
quota neve m :: 1600
Ottime condizioni, il rigelo notturno e la temperatura fresca ci hanno regalato una bella discesa.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
gita inaspettatamente spettacolare, ottima neve, paesaggio e giornata stupendi, ottima compagnia! Saluto alla mogliettina che ho convinto a evitare code e slavazzate :-)) Consigliata ancora per una settimana o due!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Passeggiata sotto una nevicata dall'intensità variabile: ci siamo fermati al pendio sopra la Capanna di Corborant, causa scarsa visibilità e vento freddo. Nella discesa occorreva stare lungo la traccia di salita, perchè la poca neve scesa (una decina di cm a fine mattinata) nascondeva le molte pietre presenti.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: Da Strepeis a San Bernolfo pista di fondo
Bella gita tutta innevata e con neve varia, di tutti i tipi, ma sempre sciabile e nel complesso primaverile/ventata. Utili i ramponi per la cima. Partendo da strepeis bisogna aggiungere 400 mt. di dislivello ma esiste la possibilità di dormire e cenare nell'ottimo alberghetto di san san bernolfo, come abbiamo fatto noi. Giornata di sole caldissimo dai 2000 mt. in su e nebbia sotto, che se n'è andata il pomeriggio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
In salita fatto il giro largo passando a dx del contrafforte roccioso, dove non è necessario scendere come abbiamo fatto noi, ma si può tagliare tenendosi alti. Scesi con gli sci dalla cima e poi dritti nel vallone. Si arriva ancora bene al ponte di San Bernolfo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): ...tipo di neve ...
Scesi per il canale di fianco al pendio di salita su neve umida, piuttosto faticosa, ma sciabile. A ques'esposizione non c'è più farina e la neve scesa recentemente ovviamente non è ancora trasformata. Comunque bella gita.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Saliti e discesi il vallone a fianco della Costa Gias Verde dietro la Capanna di Corborant.
Giornata eccezzionale!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
eterna ( da Strepeis) ma ..bellissima!
il pendio ripido sotto la cima non ha mollato niente...
poi scesi diretti lungo la Costa Gias Verde
discesa davvero eccellente!
consigliati i ramponi per superare la fascia di rocce sotto il pendio finale.

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: 1/5
neve (parte superiore gita) :: in cottura, comunque marcetta
Risalito il vallone da S. Bernolfo sulla sx; gli sci si portano 10-15 min.
Il tempo purtroppo brutto mi ha obbligato a fare gli ultimi 150 mt. nella nebbia.
Ho seguito l'itinerario proposto da J.C. Campana ma in discesa ho ripercorso l'itinerario di salita per evitare di portare troppo gli sci per arrivare alla macchina.
Nel complesso una bella gita su una neve ancora sorprendentemente sciabile ma che si cuoce e consuma a vista d'occhio.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: ottime
neve (parte superiore gita) :: dura in alto-trasformata in basso
Abbiamo iniziato a scendere alle 9,30 dirrettamente dalla punta con gli sci.
I pendii iniziali erano ancora molto duri dal lago inferiore di Lansfero la neve cominciava ad essere magnificamente trasformata fino a San Bernolfo.Giornata bellissima alla faccia dei metereologi.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone,occhio ai pendii ripidi parte bass
neve (parte superiore gita) :: di tutto di più...
Saliti con nuvole, freddo e neve dura a dovere siamo scesi con caldo in aumento e neve nell'ordine:leggermente farinosa in alto,trasformata fino ai laghi,marcia da paura (quasi al ginocchio!) nei pendii finali. Nel complesso poteva andare anche peggio....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3
neve (parte superiore gita) :: bagnata sciabile
Fermati sotto i canali che adducono in cresta 200 mt. sopra il Lago sup. del Làusfer per stimato pericolo di slavine. Da S. Bernolfo a piedi per 30min. Forse era più sicura dal Vallone di Gias Verde riuscendo a traversare dal Lago inferiore del Làusfer verso destra

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 1
neve (parte superiore gita) :: farinosa
NEVICAVA E NON SI VEDEVA NIENTE

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 20/04/02 - anonimo
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud-Est
    quota partenza (m): 1663
    quota vetta/quota massima (m): 2960
    dislivello totale (m): 1297

    Ultime gite di sci alpinismo

    22/01/20 - Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti - attila89
    Partito dal tornante prima di Indritti. Bella traccia regolare e poco ripida fino a 2300 m, poi ho deciso di stare a sinistra sul costone e quindi me la son dovuta ritracciare (probabilmente la vecchi [...]
    22/01/20 - Reis (Rocca) da Villaggio Primavera per il Vallone Forneris - dovio
    Saliti seguendo integralmente il percorso descritto da Aruga, con bella vista sul villaggio di Ferrere. Da tracciare (10-15cm) nei sostenuti pendii boscosi per raggiungere la Serra del Bal (Grazie a T [...]
    22/01/20 - Bianca (Rocca) da Villa - fdiego1
    Partiti tardi da Villa e seguito traccia dx orografica del flusso d'acqua fuori dalla borgata. Ghiacciata fino a fuori dal bosco. Nulla di rilevante fino in cima. Dalla cima scesi al colle e diagonale [...]
    22/01/20 - Rutor (Testa del) da Bonne - kaneski
    Salito e sceso per l'itinerario classico. Partito tardi, salito piano, ribattuto traccia da metà in su, usati coltelli. Mi fermo sotto il canale che porta in vetta, causa ora tarda. Inizio discesa po [...]
    22/01/20 - Avert (Monte) da Spiazzi di Gromo per il versante Ovest - nesquik
    Salita al Monte Avert su buona traccia, discesa dalla pala con ancora ottima polvere su fondo duro. Dalla baita della Costa proseguito per la traccia che porta al Vodala per il sentiero della Malghe. [...]
    22/01/20 - Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Rhemy - miesh
    Grandissima idea di Alfonso, gita superlativa! La strada è bloccata per neve circa 100 mt più in basso rispetto alla relazione. Si percorre agevolmente la strada, passando sotto la strada del trafo [...]
    22/01/20 - Cavalcurt (Punta) da Scalaro - marmotta
    L'auto si lascia poco prima di Scalaro, a 10 minuti da dove si calzano gli sci. Alla partenza 10 cm di neve dura e compatta, da quota 1600 poco meno di un metro. In generale innevamento buono in tutto [...]