Ischiator (Passo di) anello Pianche,Ischiator,Laghi Rabuons e Vens, Col del Fer

tipo bici :: full-suspended
percorso effettuato in due giorni, con pernotto al rifugio Rabuons. Partiti da Pianche,nessun problema fino al Migliorero, anzi piacevole pedalata. Oltre il rifugio la ciclabilità è zero, anzi per lo più occorre portare la bici in spalle per circa 800 metri disl. fino al Passo Ischiator.
Dal passo sarebbe meglio seguire le tacchette gialle che si dirigono sulla destra. Purtroppo dopo pochi metri di discesa, con bici al fianco, abbiamo incontrato un breve tratto (una trentina di metri) di pendio innevato, non evitabile. Reputando pericoloso affrontarlo con le scarpe da bici siamo ritornati al colle e scesi per un canalone di sfaciuni e detriti che parte proprio alla sinistra del colle: il pezzo più difficile e pericoloso del percorso per via della facilità di smuovere e far rotolare anche grandi pietre. Ottima accoglienza al Rabuons, con cibo buono ed abbondante. Possibilità di fare la doccia.
Al mattino, poco sotto il rifugio parte il bellissimo e finalmente ciclabile sentiero, perfettamente in piano; "chemin de l'energie". Da solo vale e compensa delle fatiche del giorno prima. 10 km di puro godimento. Al termine del sentiero ricomincia la "sofferenza": due ore circa con bici al fianco o in spalle (eccetto un breve tratto proprio sotto il rifugio) per raggiungere il refuge de Vens. Anche quì la fatica del portage è ripagata dallo splendido spettacolo naturale: 4 laghi dai forti e vivaci colori,contornati da una ricca vegetazione, si succedono.Dal Refuge de Vens al colle del ferro il sentiero migliora e si riesce anche a pedalare un po', soprattutto il tratto superiore. Dal colle a Ferrere discesa su sentiero quasi interamente in sella. Da Ferrere a Prinardo su facile e divertente sentiero scendendo per il rio forneris. Su asfalto a Pianche.
In definitiva: 2500 metri circa di dislivello in salita, di cui solo poco più di mille si pedalano. Dai laghi ischiator di mezzo al colle dell'ischiator la bici occorre portarla spesso in spalle. La discesa dal passo ischiator, con bici al fianco e/o in spalle, è veramente "dura". anche se gli ambienti che si attraversano sono veramenti belli ed appaganti, onestamente credo sia meglio lasciare la bici a casa! con Marco (l'altro masochista.
guado!
sopra laghi inferiri ischiator
portage
scendendo dal passo ischiator
chemin de l'energie
laghi di vens
altro guado
ancora portage
refuge de vens
arco
primo tratto sotto il colle del ferro

[visualizza gita completa con 11 foto]
tipo bici :: full-suspended
5 stelle per chi gli piace portare la mtb a spalle.
Fatto il giro che ho descritto sopra.
Meteo coperto fino alle 11, poi bellissimo.
Terribile la discesa dal passo Ischiator al lago di Rabuons(detriti instabili e ripidi).
Bellissimo il lunghissimo traverso discendente (Chemin de l'energie)
Sceso a Villaggio Primavera lungo il rio Forneris; dopo aver sbagliato sentiero e fatto un pezzo per i bechi rossi, ho dovuto scendere fino al rio per un tremendo fuoripista..
13 ore lorde, di cui 6 circa con mtb a spalle o a fianco.

foto prossimamente su


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: OC :: OC :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 950
dislivello salita totale (m): 2850
lunghezza (km): 95

Ultime gite di mountain bike

18/03/19 - Morté (Colle del) ad Pianfei, giro per i Ruderi di Mirabello - Puma
Escursione divertente soprattutto per la presenza di un single track in mezzo al bosco, con curve, discese, drop vari, ecc.
17/03/19 - Superga (Basilica di) da Torino, giro con discesa sentieri 600 e 28 - lucabelloni
Breve giretto in collina per togliere un po’ di ruggine…partenza dal Ponte Sassi, pianura fino a San Mauro e quindi salita da Strada Moncanino fino a Villa Viale, dove ho preso un bel sentiero che [...]
17/03/19 - Garbagnate - Magenta - stellatelli
percorso sempre segnalato e protetto, salvo attraversamenti, numerosi punti di ristoro uscendo dalla pista e entrando nei paesi, fondo sempre ottimo (se asciutto), adatto mezze stagioni
16/03/19 - Cornet (Monte) da San Damiano Macra, giro per i colli Birrone, Melle, Ciabra - GIORGIOBI
Dal colle Birrone al colle della Ciabra abbiamo seguito la militare con meno fatica ma anche un po meno panorama. Da Mostiola questa volta abbiamo seguito il ramo che scende a Molineri di Pagliero...s [...]
13/03/19 - Cou (Tête de) da Arnad, giro - Rocciaclimb
Non me la ricordavo più questa gita..grazie agli amici che l'hanno percorsa giorni addietro che mi hanno dato l'idea!! Il percorso di salita, lungo il tratto finale di mulattiera, è invaso da fogli [...]
12/03/19 - Mollar (Pilone) o della Costa da Caselette - alfonsom
giretto serale all'imbrunire per togliere un pò di ruggine. Sentiero molto sporco e pietroso, non proprio una passeggiata con la poca visibilità serale. Bellissimo panorama di fine giornata limpida e ventosa!
09/03/19 - Bossola (Cima) da Rueglio - BUBETTA
Noi abbiamo fatto un anello. Buona descrizione su itinerario escursionismo 5438. Ottima sterrata inizialmente in bosco principalmente di betulle. Dalla statua della Madonna “Nostra Signora di Pale [...]