Rocchetta Alta di Bosconero KCF

Via molto bella e meritevole del viaggio da ovest a est.
Saliti all'attacco partendo dall'auto. Senza contare la pausa colazione al rifugio, in meno di 2 ore si può essere all'attacco.
Via asciutta.
Soste tutte in loco e in buono stato. Fino a S6 sono attrezzate per la discesa in doppia ( solo emergenza), oltre i chiodi sono da collegare.
Nonostante la buona chiodatura, lungo i tiri bisogna integrare. Noi avevamo una serie dallo 0,4 al 2 e in alcuni tiri si arriva in sosta senza nulla. se non si vuole scalare con il friend distante è consigliabile avere qualche pezzo in più.
I tiri più duri sono ben protetti e la libera potrebbe essere L2 con cordone super lungo per mungere : 6b? L7: 6b? L8: 6c??
Fatto 12 tiri unendo ( Rel. rabanser) L1+L2, L4+L5. In questa maniera si sta sempre su soste belle e comode.
Dopo la lunghezza del tetto di L8 ( L8 se si uniscono i tiri) abbiamo fatto 3 tiri della Via delle Grole che rimane più a sx di Kcf ( alcune relazione segnano questa deviazione anzichè l'originale) e si riunisce a questa all' undicesima sosta, prima dell'ultimo tiro, quello sulla placca stupenda. Questi tre tiri sono molto belli e non difficili ( V+/V+/IV)

Discesa:
Nulla di impressionante per fortuna. Si cammina lungo la cengia fino al suo termine, dove si trova una sosta per la prima doppia.
Una doppia da 60 e una seconda da 30m, poi discesa nel canale ( massi e poi ghiaia) fino a base parete.





[visualizza gita completa]
Bellissima e divertente via. Roccia nel complesso molto buona. Via fisica ma sempre con appoggi per scaricare sui piedi. Oggi totalmente asciutta.

[visualizza gita completa]
Bellissima via. Un pò bagnata per le piogge di ferragosto. Si protegge bene con stopper e friends ma chiodatura ormai vecchia tranne che per le soste che sono spesso a 3 chiodi. Necessita di determinazione specialmente sul terzo tiro (passato in libera da primo)
Un saluto a Monica che gestisce il rifugio con passione.


[visualizza gita completa]
Ottima relazione su guida Vie e Vicende in Dolomiti
Difficoltà in libera 6b/6b+, obligatorio sul 6a necessita sapersi proteggere con protezioni veloci.

Alcuni tiri sono unibili:
L1+L2 (non fermarsi a metà della seconda lunghezza dove c'é una finta sosta salire ancora la fessura fino ad arrivare ad una sosta comoda su terrazzino)
L4+L5 (saltare il rinviaggio in sosta altrimenti se si rinvia la sosta allungare tantissimo)
L5+L6
Sulla lunghezza L11 rispetto a quanto scritto sulla relazione scalare in diagonale verso DX puntando allo speroncino ben visibile.
Materiale: 10 rinvii + tanti prolunghini +Friend Bd dal 04 al 3 + qualche nut (il martello non serve, ma diventa utile in caso di emergenza,.. ognuno valuti)
Discesa: usciti andare a SX seguire il sentierino fino al canalone li 2 doppie (60+30 m) portano in fondo



Via davvero bella, in un posto incantevole.


[visualizza gita completa]
Bellissima, sostenuta, abbastanza severa nelle difficoltà obbligatorie. Al terzo tiro l'A0 indicato nella relazione Rabanser-Bonaldo non esiste: o si passa in libera con duro bloccaggio su microtacca e piedi spalmati (almeno 6b) oppure si risolve con staffa sul chiodo con cordini e seguente friend nel buco che si raggiunge in libera con la mano destra. E' il passo obbligatorio più duro. Se si supera il terzo tiro si fa la via.
I due passi di VII+/A1 della relazione Rabanser sono secondo me molto diversi. Il primo (nono tiro) si passa via bene, mentre il secondo (decimo tiro) per le mie capacità è impossibile.
Un saluto ai due ragazzi di Pordenone incontrati sulla via (pietro e Alessandro) e un grande grazie alla Monica del rifugio Bosconero per l'accoglienza, la simpatia e la costanza con la quale si prende cura degli alpinisti che capitano da quelle parti.


[visualizza gita completa]
Via splendida, su roccia buona, con difficoltà continue e sostenute. Un saluto ai due ragazzi di Rovereto un tiro avanti a noi e un grazie di cuore alla ‘Fata del Bosconero’. Non credevo davvero che esistessero rifugisti capaci di svegliarsi a qualsiasi ora per scaldare la colazione agli arrampicatori. E per regalargli un buongiorno e un sorriso.
Per quanto riguarda le note tecniche tutto come da relazione tranne che per L3 (data A0/VII-) dove tutti siamo passati in A1 tirandoci pure su un friend in un buco, trovando invece la parte superiore del tiro, data VI+, ben più facile.


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 6a ::
esposizione arrampicata: Nord
sviluppo arrampicata (m): 550
dislivello avvicinamento (m): 200

Ultime gite di arrampicata

19/01/38 - Ciavazes (Piz) Rossi Tomasi - manty57
Ripetizione della via fatta in gioventù
14/10/18 - Oriana (Placche di) - Settore Destro Overfive - Variante Fontanelli - Fabrizio79
Via in ordine nulla da segnalare partiti dalla normale per poi ripiegare sulla variante dove i tiri diventano interessanti. Finalmente chiudo la placca di 6A+ da primo di cordata e in maniera super p [...]
14/10/18 - Perti (Rocca di) Antica Osteria - Cassi1946
Per i primi tre tiri e gli ultimi tre della Simonetta sarebbe stata da 4 stelle: roccia buona, diversi passaggi di 5c tecnici e per me non scontati (qualche difficoltà all'inizio del III tiro). Abbia [...]
14/10/18 - Muzzerone - Parete Striata Kimera - marcello bertolini
Dopo aver sbagliato il sentiero di accesso il giorno precedente siamo riusci ad arrivare all'attacco della via; da segnalare che il bunker indicato nell'itinerario di accesso è coperto da antenne e " [...]
14/10/18 - Terasc Alice - Giovanni Rivolta
Sentiero di accesso. Si attraversa sul ponte che porta a Faedo e, senza entrare nell'abitato, si percorre a sx il sentiero che, inizialmente, costeggia il fiume (bolli gialli). Si attraversa un pontic [...]
14/10/18 - Anglone Sud (Costa dell') Dall'antistoria alla storia - matalp
Bella via, roccia direi ottima tranne verso la fine dove ci sono parecche cose instabili da anfare leggeri e blocchi anche sugli strapiombi da evitare. I tiri sono corti e quindi le corde scorrono sem [...]
14/10/18 - Neire (Roc) Coulour Sole d'Autunno - flavytiny
Meteo al mattino fortemente nuvoloso poi si è alzato solino pallido.Al park di borgata Merlo girare sullo spiazzo della borgata e parkeggiare nei pochi park. Seguire la sterrata arrivare a baita ris [...]