Vergia (Punta) da Bergerie Balma

note su accesso stradale :: Meglio 4x4 fino all'alpe balma
Montagna immersa in silenzi di altri mondi, dimenticata e bella, selvaggia e spartana. Partito nel pomeriggio, non proprio l'ideale.
Dalla Balma (strada cosi cosi) proseguire verso il fondo del vallone lungo un sentiero che costeggia la sx del fiume. Giunti al fondo del vallone vi sono due possibilita': o si prosegue per prati e tracce, abbastanza comodo ma faticoso, oppure si intercetta un sentiero che passa sulla dorsale sx della strettoia del vallone. La direzione e' intuitiva, ma sicuramente in entrambi i casi perderete il sentiero, e alla fine il tratto fuori traccia sara' considerevole. Io ho tirato su per il vallone e la salita e' tranquilla, un po' ripida e molto faticosa solo in prossimita' del colletto della fontana. Qui la traccia evidente gira sul lato Prali, passa ascendendo sotto la cresta lungo prati, che diventano via via piu' ripidi. Alla fine si giunge ad un intaglio, l'ambiente diviene piu' roccioso, e i prati davvero ripidi. Qui, in vista della croce, si deve decidere se tirare su per un evidente canalone fino in cima, o aggirare la cresta tagliando sul ripido (da evitare con ghiaccio o bagnato) per agganciare l'altra cresta e guadagnare la cima.
Io qui mi sono fermato perche' era troppo tardi ormai, a circa 100m sotto la croce. La vetta e' molto slanciata, bella!
Non importa, sara' per la prox. L'importante per me oggi era stare sui monti, e mi sono goduto questa ennesima giornata super con una montagna di tutto rispetto.
Il tratto percorso, visto dal colle
Il monte Selletta dalla cresta
La cima in ombra (a dx)
Si attraversano ripidi prati verso Prali
Lungo la cresta, sotto la cima

[visualizza gita completa con 5 foto]
note su accesso stradale :: Strada abbastanza buona,meglio con un fuoristrada
Stupenda montagna ,sempre un pò pò difficoltoso trovare il sentiero di partenza ,ma alla fine è abbastanza intuitivo. Per quanto riguarda dal colle alla cresta, non è banale, come gia detto o si prende il sentiero verso il passo scodella non adatto a chi soffre di vertigini,oppure quando il sentiero diventa brutto si passa dietro e si va su per rocce abbastanza facili.Appello ai prossimi salitori
PORTATE UN LIBRO DI VETTA
Chiuso il giro passando dal colle di Rodoretto


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Strada abbastanza buona,meglio con un fuoristrada
Stupenda montagna ,sempre un pò pò difficoltoso trovare il sentiero di partenza ,ma alla fine è abbastanza intuitivo. Per quanto riguarda dal colle alla cresta, non è banale, come gia detto o si prende il sentiero verso il passo scodella non adatto a chi soffre di vertigini,oppure quando il sentiero diventa brutto si passa dietro e si va su per rocce abbastanza facili.Appello ai prossimi salitori
PORTATE UN LIBRO DI VETTA
Chiuso il giro passando dal colle di Rodoretto


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: ok fino alle bergerie alp senza 4x4 con un po di attenzione
Fatto giro ad anello dal colle di rodoretto poi cresta fino in vetta ..discesa dal colle delle fontane.
Oggi solo 3 stelle x il tempo da lupi dal colle di rodoretto nebbia poi da meta cresta pioggia e poi neve solo 2 gradi
Nessuuno in giro in compania di giò


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: Accesso stradale buono fino alla Bergeria.
Gita interessante per chi abbia volgia di seguire un itinerario pressochè "DIMENTICATO". Peccato perchè la vetta regala un panorama incantevole.
Come già accennato la traccia delle carte IGC è pressochè assente (eppur si tratterebbe di un GTA). Conviene poco prima della bergeria (prima di passare il ponte di legno) prendere il sentiero (tracce) che segue quasi sempre la destra idrografica del torrente e attaccare la salita al colle quando termina la vegetazione, tanto il versante dell'ex GTA è un continuo ripetersi di tracce fino al colle delle fontane e ognuno può crearsi il proprio sentiero...
Arrivati al colle si segue dapprima il sentiero che taglia i prati sul versante del germanasca per poi tagliare decisamente sul filo della cresta (poche tracce, attenzione) quando il terreno diventa più roccioso. una volta in cresta seguire le tracce (qualche ometto ancora rimane) fino a raggiungere il camino indicato nella precedente relazione (I e II grado). Porre attenzione alla caduta sassi. Superato il camino (q. 2950 circa)) con facile traccia in pochi minuti si raggiunge la vetta. Il sentiero indicato come variante al camino ad un certo punto scompare e raggiungere il colle a sud della vetta risulterebbe alquanto pericoloso oltrechè esposto.
Partiti dalla Borgata Balma, 1200 m. circa di dislivello molto impegnativi; necessario buon allenamento. Non adatta a principianti e famiglie.

[visualizza gita completa con 11 foto]
Non fidarsi assolutamente delle indicazioni fornite dalla carta I.G.C.: il sentiero è praticamente assente fino al Colle della Fontana, pur essendo ivi contrassegnato dal simbolo GTA

[visualizza gita completa con 1 foto]
Gita in solitaria assoluta. Bel tempo poco dopo le 7 all'auto, nebbie fitte a metà mattina (giusto per non vedere nulla) e in netto miglioramento verso le 11. Buon allenamento, senza troppo spostamento.

[visualizza gita completa]
Beneficiato dei positivi effetti prodotti dall'inversione termica in quota, (condizione climatica particolarmente frequente in autunno) per portare a termine con successo questa gita alla P.Vergia da Balma, con salita per cresta anche alla Selletta dal Colle della Fontana. Vento moderato ma gelido sul filo delle creste, caldo al sole nei tratti al riparo dal vento. Mare di nuvole a occupare l'intera pianura fino all'interno delle valli. Il piu' bel spettacolo che l'autunno ha da offrire a chi si avventura per monti in questo periodo dell'anno.

[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1883
quota vetta/quota massima (m): 2990
dislivello salita totale (m): 1017

Ultime gite di escursionismo

23/03/19 - Quinzeina o Quinseina (Punte Sud e Nord) da Santa Elisabetta, anello per Lago della Quinzeina - guido.ch
La cresta verso la Quinzeina nord è ancora in gran parte coperta da neve dura. Anziché tentare di aggirarla su erba molto scivolosa complicando il tutto, meglio indossare ramponcini o ramponi e perc [...]
23/03/19 - Sella (Rocca) da Celle, sentieri vari di Rocca Sella - obelix80
giornata calda, per fortuna si sale nel bosco, saliti dalla normale fino al colle, poi deviazione sul Sapei (che pace) e ritorno al colle. Arrivati in vetta dalla normale e scesi da Tramontana (disces [...]
23/03/19 - Pelvo (il) da Vinadio - Klaus58
Lasciata l'auto nel piazzalone di Vinadio sono salito a piedi fino al bivio per ponte Lentre poi seguito la relazione . All'inizio non ho imboccato il sentiero giusto, il mio si perdeva nel bosco di l [...]
23/03/19 - Torretta (la) da San Giacomo - lorbra
Bella gita anche se non delle più semplice vista la difficoltà (salita sempre e non molla mai), la mancanza di una segnaletica che aiuterebbe e alcuni punti di arrampicata (nulla di difficile ma occ [...]
22/03/19 - Mea (Bec di) da Bonzo, anello - davibar
Il sentiero è ostruito da molti alberi caduti (penso per il vento). Inizialmente siamo riusciti ad aggirarli ma a circa metà della salita abbiamo rinunciato. (Siamo saliti di notte, forse di giorno è più facile trovare un passaggio)
21/03/19 - Uja (Cima dell') o Uja di Corio da Balmassa per Cima Mares e Monte Soglio - Flec
Bella e lunga gita in una soleggiata giornata di marzo. Poco vento al mattino, poi giornata davvero stupenda. Qualche piccolo nevaio è ancora presente salendo al Soglio, ma occorre fare attenzione pe [...]
21/03/19 - Balma (Laghi della) e Rifugio Alpe della Balma da Molè - paolokaps
Saliti da Case Agostino, poi ripreso il sentiero da Molè all' andata, ritorno dal sentiero militare, traccia allegata. Tutto pulito fino al rifugio, ma ancora gelati ambedue i laghi, per non marciar [...]