Fletschhorn versante NO per il Grubengletscher

attrezzatura :: scialpinistica
NOTA SULLA VIABILITA: Attualmente la strada è percorribile a pagamento (10 CHF solo in moneta al parchimetro del parcheggio di fronte all'inizio della strada) fino a 2300 m dove la sbarra (quella che una volta era di legno esempre apreta) è chiusa con lucchetto e cartello di divieto di accesso. Da li solo a piedi.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
In 8 per fare questa splendida montagna e per sciarla. Rischia di diventare una palla...però ancora perfetta..
Bivacco galattico in tenda, grazie soprattutto agli splendidi compagni di questo week-end, poi il resto lo fa la montagna. Rigelo perfetto, giornata perfetta con leggero vento fresco da nord-ovest. Neve fin nei pressi del lago a 20 min. dal campo. Ultima degna gita di una stagione spettacolare...

[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada sgombra fino m.2700
quota neve m :: 2900
attrezzatura :: scialpinistica
La strada da Saas Balen è utile percorrerla con un 4x4, ma può andare bene anche un auto sufficientemente alta, possibilmente a passo corto. Noi l'abbiamo lasciata a m.2700 in prossimità di un tornante causa presenza neve.
Per il tratto iniziale non puntare direttamente il ghiacciaio, perchè il primissimo tratto di morena se non è coperta di neve non è agevole: meglio proseguire lungo la strada, dove al suo termine la neve permette l'accesso diretto.
Ascensione molto logica, inizialmente su pendenze moderate, poi da m. 3200, quando si prende verso est il corridoio glaciale, l'inclinazione aumenta sino 35/40 gradi. Dopo una breve pausa (breve tratto esposto alla caduta di seracchi) la pendenza si fa uniforme sino alla cresta. Da qui si prosegue generalmente con i ramponi verso sud est sino alla croce. La cima più alta nevosa si trova a cinque minuti di distanza. Panorama splendido a 360 gradi dai giganti del Mischabel, alla est del Monte Rosa, al Bianco, Oberland Bernese ed ovviamente le cime del Sempione. Giornata impagabile, fredda, con un vento non fastidioso solo in vetta. Condizioni eccellenti con un ottimo rigelo notturno, che ci ha permesso di prendercela con molta calma e partire dalla vetta alle 13:00 su un firn stupendo. Pendii sostenuti, poco spazio per prendersi pause rendeno la discesa velocissima. Nell'ultimo tratto del ghiacciaio rimanendo sulla sinistra orografica in corrispondenza delle rocce siamo potuti scendere fino al lago a m.2800
In compagnia di Sandro ho chiuso nel migliore dei modi la stagione. La neve è ancora abbondante, ma posso ritenermi soddisfatto e decisamente appagato.
Se non sarà caldazza per i prossimi giorni le condizioni rimarranno ottimali per questa meta di fine stagione


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Bivaccato a 2560 m, fin dove si arriva con l'auto (4x4 fortemente raccomandata).
Messo gli sci sul pianoro a 2800 m. Salita senza problemi, discesa magnifica su neve polverosa (nevicate recenti sopra i 3000 m),
crepacci ben chiusi. Una grande gita, perfetta come chiusura di stagione.
da solo !


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino 2000 mt poi con auto alta fino 2400
attrezzatura :: scialpinistica
MEGLIO NON POTEVA ANDARE...DORMITO IN TENDA A 2400 MT FINO DOVE SI Può ARRIVARE CON JEEP POI NEVE SULLA STRADA!SERATA DI SABATO ECCEZIONALE :SOLE FINO LE 21 CHE BACIAVA LA TENDA.VISTA VERSO I 4000 DI SAAS FEE IMPAGABILE.MANGIARE FUORI A 2400 MT ALLE 8 DI SERA CON UNO SPETTACOLO DEL GENERE QUASI MEGLIO DI UNA SC..A.A!DOMENICA PARTENZA ALLE 6 15 DOPO OTTIMA COLAZIONE ...RIGELO NOTTURNO OTTIMO...FINO 3000 MT SALITA AGEVOLE DA Lì IN AVANTI PENDIì SUPER RIPIDI CHE NON DANNO TREGUA(COLTELLI INDISPENSABILI)FINO IN VETTA.CREPACCI BEN CHIUSI.VENTO PRATICAMENTE ASSENTE O DEBOLE..SOLE CHE SI è FATTO VEDERE SOLO NELLA PARTE ALTA DEL PERCORSO,COMPLICI VELATURE MATTUTINE ED ESPOSIZIONE OVEST...DISCESA STUPENDA SU NEVE SEMPRE DURETTA MA GODIBILISSIMA...SOLO NOI SUL GHIACCIAIO A PARTE 3 SVIZZERI FRANCESI PROVENIENTI DALLA WEISSMUESHUTTE!!!FOTO DOMANI
IO E FULVIO


[visualizza gita completa con 15 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Percorso impegnativo!!!
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: scialpinistica
Magnifica! Una delle più belle discese di quest'anno ancora ricco di soddisfazioni. Neve favolosa, pendenze sostenute, panorami grandiosi e tempo spettacolare. Difficile desiderare di meglio.
La neve inizia al laghetto a meno di 1/2 ora dall'auto. Saliti con passo tranquillo, con i ramponi nella parte superiore, su ottima neve dura che il sole ha giusto un pò ammorbidito in discesa.Dalla cresta occhiata prudente alla nord, dall'unico punto di ingresso in parete. Visibile una traccia di sci non recente, l'innevamento è molto buono, ma ci sono molte rigole e la neve sembrava parecchio dura. L'anno scorso l'avevamo risalita in condizioni ben più invitanti.
Dalla cima si vedono quasi tutti i 4000 delle Alpi e mi ritrovo a pensare che non mi spiace l'idea di averli saliti tutti.
Discesa di sogno,su pendii di neve dura e liscia, belli ripidi (3.3). Una meraviglia!
In poco più di un'ora siamo all' auto, la brava Sharan che ci ha portati coraggiosamente fin quassù e ci ha fatto da comodo rifugio.
Solo tre italiani e due svizzeri in sci sul nostro percorso, molte cordate a piedi nella parte alta, provenienti dalla Weissmies Hutte.
Orario: 6.30 dall'auto ( lasciata al tornante a quota circa 2650). In cima alle 11. Inizio discesa alle 11.30. All'auto alle 12.30
Con la cara amica Teresa, con cui ho condiviso tante belle giornate in montagna. La voglio ringraziare per l'ottima compagnia e la pazienza nel sopportare le mie dimenticanze!



[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2900
attrezzatura :: scialpinistica
..son due week che diciamo questa è l'ultima ma un Fletschhorn così non si poteva perdere!Gita strepitosa, bellissima, severa in ambiente d'alta montagna, il bivacco in tenda a 2500 ha dato ancora un tocco particolare al tutto con tramonto e alba sul Vallese da incorniciare..In salita, quando si entra nella parete, e con il beton che c'era alle 7 del mattino, non sono ammessi errori ed i rampant ieri erano al pelo..come scrivono quì sotto altri predecessori, pendenze costanti a 30/35 e sotto la cima non si scherza, quindi un BSA da prendere con le molle; per il resto la più bella discesa della stagione. Un saluto al simpatico quartetto di milano tiz,betty 1 e 2 e giovanni e ai due fortissimi non giovanissimi di modena

[visualizza gita completa con 20 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino a quota 2200
quota neve m :: 2700
attrezzatura :: scialpinistica
Parcheggiato l'auto a 2200mt (alcuni alzato sbarra e proseguito fino a quota 2500) saliti lungo la morena fino all'inizio del ghiacciaio, tempo molto incerto, effettuato salita nella nebbia per poi regalarci il sole in vetta.
Salita l'ultima parte con ramponi fino in vetta. Discesa buona con visibilita' a tratti.
Un saluto a Carlo e Anna


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2800
Come ultima salita (forse?) per chiudere ottimamente la stagione: il Fletschorn.
Bella salita diretta, con pendii sempre piuttosto sostenuti,che richiedono una certa attenzione specie dove si devono superare alcuni crepacci traversi che per il momento però risultano ancora ben chiusi.


Ottima la neve, primaverile su tutta la discesa, con un leggero strato di polvere nella parte alta e un ottimo firn nella parte bassa.
Peccato per il cielo nuvoloso e coperto che ci ha condizionato un poco la discesa che è stato necessario fare in più riprese.
Partecipanti: Io, il "CAPO" Alberto e New Entry: Paolo, appena conosciuto al Simplon samaforo.


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: masso blocca la strada a 2700 m. di quota
quota neve m :: 2800
Grazie al tam-tam di Gulliver, ci siamo decisi in 8 a partire dalla toscana e dalla Liguria per effettuare questa grandiosa scialpinistica che è in condizioni eccezionali, si arriva in auto (meglio un fuoristrada) molto alti e la neve parte proprio dal laghetto basale del ghiacciaio a m. 2820 di quota.
Niente da aggiungere ai report dei giorni scorsi, tutto il percorso è ben innevato e i crepacci chiusi, le seraccate sono ben evidenti (attenzione, però, guardate tra le prime foto come si stava incasinando un nostro compagno).
Giunti sulla cresta, sotto un vento implacabile, abbiamo proseguito con i ramponi.
Discesa perfetta fin dalla vetta e sino al lago, ovvio con la dovuta attenzione alle insidie del ghiacciaio.
Io poi sono stato molto fortunato, ho seguito casualmente 4 varesini che conoscevano perfettamente il ghiacciaio, permettendo così una discesa fantastica tra seracchi e crepacci. Non solo, ma devo ringraziare questi amici varesini per la dritta che mi hanno dato circa la Weissmies in condizioni ideali, gita che ho fatto il giorno successivo. Grazie
foto su , 55 foto che coprono di fatto tutto il percorso sia in salita che in discesa.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Stop causa masso a quota 2750 m
quota neve m :: 2900
Gita severa che si svolge in ambiente isolato su pendii sostenuti e su ghiacciaio molto crepacciato. La sera prima un forte temporale al Sempione ci aveva fatto temere il peggio, portando circa 10-15 cm di neve fresca sul percorso, che ci ha sicuramente agevolato la salita e fatto godere in discesa ma ci ha fatto stare in apprensione dovendo tracciare la salita in mezzo a molti insidiosi crepacci. Clima decisamente invernale con freddo e vento forte in cresta . La prima parte della salita si è svolta in mezzo alle nuvole con un tempo decisamente incerto. Alla fine siamo stati premiati con un grandioso panorama dalla vetta e a una discesa su neve fresca non certamente estiva. Nella foto ho segnalato il punto più delicato in salita per via della pendenza e del fondo ghiacciato. Fare molta attenzione ai numerosi crepacci presenti lungo il percorso. Gita grandiosa che secondo me si può fare ancora per almeno 10 giorni. La strada è ostruita da un masso a quota 2750 m per cui bisogna portare gli sci fino a quota 2850 m punto inizio neve. La strada , come riportato nelle varie relazioni di gita, è facilmente percorribile con una 4x4 mentre con auto normale può essere anche percorsa ma sicuramente diminuisce la vita della frizione. In compagnia di Ettore,Luciano e Carlo.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: lasciata l'auto a quota 2700
quota neve m :: 2900
Una slendida picchiata di 900 metri su firn perfetto.
Pendenza costante sui 30° con qualche tratto a 35°.
Gli ultimi 200 metri su brutta neve a conche.
La discesa richiede un minimo di attenzione perchè seracchi e crepacci, data la pendenza, si vedono solo all'ultimo.
La gita è descritta con bella foto su CAI-TCI Andolla-Sempione it 166b.
Anche se Scannavino-Gansser la danno BSA, ritengo più corretta la valutazione camptocamp:3.2 E2 /S4
Note dolenti: l'accesso stradale.La stradina che parte da Saas Balen, a quota 2200 diventa sterrata e poi a fondo pietroso, una vera sofferenza per l'auto. Sono riuscito a salire con la mia vecchia SW facendo manovre ai tornanti, ma l'ideale sarebbe un fuoristrada a passocorto.
Ultima informazione: dopo circa un Km dal suo inizio la stradina presenta un bivio vicino ad una grande cascata, bisogna prendere a sin.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2800
rigelo perfetto e temperature fredde hanno mantenuto in condizioni eccellenti la gita. Crepacci ben chiusi, salita diretta per il pendio sommitale NO. Sole con qualche nuvola, panorama gransioso a 360 gradi. Scesi verso 10.00 su neve dura con 1 cm di neve asciutta. Ambiente grandioso e sciata di grande soddisfazione. Durerà ancora un po' di giorni.
Ottima combinata Verbano (Ricky, Massimo, Marco) - Torinese (Marco, Carlo Alberto ed io). Pernottamento in tenda a Heimishgartu (gran panorama), al ritorno ottimo Rosti al Ristorante (stesso luogo). Se sarà l'ultima gita dell'anno, abbiamo chiuso alla grande.


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Ovest
quota partenza (m): 2600
quota vetta/quota massima (m): 3993
dislivello totale (m): 1393

Ultime gite di sci alpinismo

06/07/19 - Fletschhorn versante NO per il Grubengletscher - pmarvi
NOTA SULLA VIABILITA: Attualmente la strada è percorribile a pagamento (10 CHF solo in moneta al parchimetro del parcheggio di fronte all'inizio della strada) fino a 2300 m dove la sbarra (quella che [...]
06/07/19 - Coronet Peak versante sud - Matteo Bosco
Sgambata mattutina motivata dalla spolverata di neve caduta in nottata. In realtà le piste sono ancora in condizioni di inizio stagione, con lastre di ghiaccio e diverse pietre. Bello il panorama dalla cima.
06/07/19 - Naso (Punta del) dal Passo dello Stelvio - joevaltellina
Sci ai piedi dal passo dello Stelvio: cielo azzurro, temperature estive, niente vento. Saliti prima sulla Punta del Naso, poi a piedi, per mancanza di neve, sul Monte Scorluzzo.
06/07/19 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - p_dusio
Ottimo rigelo neve molto dura. Traverso molto duro coltelli necessari Trincea scavata sul traverso , per l’arrivo in vetta di una ultra maratona di corsa di 110 km di sviluppo ! Discesa su piste praticamente perfette fino alla macchina
01/07/19 - Marmolada, Punta Rocca dal Lago Fedaia - bomber
Incredibile sci alpinistica ad inizio luglio in Marmolada!! Ovviamente in pantaloncini corti. Salito dai Fiacconi a Rocca su neve sempre bagnata ma mai sfondosa (17gradi al Fedaia alle 8 di mattina). [...]
01/07/19 - Pers (Aiguille) da Pont de la Neige - bagee
Rigelo ovviamente assente ma neve portante ormai ben assestata anche se molle; toccato prima la vicina Pointe e poi all'Aiguille lasciando gli sci a 30 m. dalla cima; discesa iniziale piuttosto sfondo [...]
30/06/19 - Giordani (Punta) da Indren - dino.gallo
Ancora fattibile , ghiacciaio tutto chiuso , molta gente sul percorso , pochi con gli sci , da afre con la prima funivia , dopo sconsigliabile per la neve cotta dal sole !