Maria (Punta) Via Normale da Pian della Mussa per il Colle d'Arnas

note su accesso stradale :: Parcheggio a pagamento 3 euro
Pernotto al Rif Gastaldi e poi oggi p. ta Maria. Molti nevai nonostante la stagione avanzata, fin sotto al colle. Dal colle scesi per 50 m di dislivello tratto instabile con pietre che muovono. Il ghiacciaio è ancora molto coperto e alcuni crepacci cominciano a vedersi ma non sul tracciato. Dalla vetta bel colpo d occhio su CroceRossa e lago. In discesa siamo riusciti a risalire fino al colle sfruttando una lingua di nevaio che però non durerà molto che ci ha evitato il percorso effettuato all andata. Gita con Marco D. Piermy. Marco Z.
il ghiacciaio coperto da neve primaverile
quasi in vetta
dalla punta il lago della rossa

[visualizza gita completa con 3 foto]
le condizioni del ghiacciaio sono dei primi di luglio altro che metà settembre, si sale tranquillamente fuori dai crepacci che sono quasi tutti chiusi
Simpatica cima di facile percorso, oggi essendo in compagnia dell'instancabile Mattia ho preferito fare la normale, la cresta seppur ancora in ottime condizioni la farò un'altra volta seppur non mi alletta molto la "ciaplera" d'avvicinamento dal colle.
oggi nessuno, la giornata fresca e un pò coperta ha reso la salita eccellente.
Abbastanza noiosa la salita(e discesa) al colle, specie lato francia, che è davvero sgradevole essendo franosa e ripida.
un saluto a Mattia che è andato forte.


[visualizza gita completa con 8 foto]
note su accesso stradale :: Park 3€ al Piano
Oramai è davvero poca la neve che si pesta fino al colle D'Arnas ; ghiacciaio invece ancora in buonissime condizioni.
Salito direttamente dal Piano della Mussa con un bel caldo umido fino al rifugio, poi decisamente meglio, ma comunque tutto in maglietta.
In discesa sosta torta al Gastaldi.
Un saluto ai due ragazzi incontrati in cima.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Dal Gastaldi seguito il sentiero 222 perdendo circa 100mt disl. Dal rifugio non ci sono indicazioni per il Colle di Arnas fino all’attraversamento dei torrenti; superati questi ultimi, poco dopo è presente il bivio per il Colle di Arnas, indicato dal primo, ma anche ultimo cartello (come da foto). Da questo punto il sentiero diviene più impegnativo sovente la traccia si perde ma sono presenti numerosi ometti e numerose tacche rosse
All’altezza dell’ultimo laghetto anche le tacche e gli ometti svaniscono quasi del tutto ma il colle è ormai ben evidente e si procede quindi “a vista”; qua e là qualche traccia di sentiero affiora tra gli sfasciumi
Dal colle discesa su terreno impossibile di circa 50 mt disl. per raggiungere il ghiacciaio sottostante
Per aggirare la zona crepacciata effettuato ampio semicerchio (forse eccessivo) che ha costretto a perdere ulteriormente quota.
Salita finale in direzione dell’evidente puntina che si eleva dalla cresta; la “piramide” ben evidente dal rifugio non è la cima ma l’inizio della cresta a metà della quale è presente la vetta che, per ragioni di prospettiva, per buona parte del percorso appare più bassa della “piramide”; anche la croce di vetta non è mai visibile fino all'ultimo in quanto rivolta verso il lago della rossa

[visualizza gita completa con 8 foto]
Buone condizioni. Ghiacciaio in gran parte chiuso. Qualche nevaio sotto colle d'Arnas permette di scendere velocemente. Qualche francese, nessun italiano

[visualizza gita completa]
C'è ancora neve dal piano prima del rifugio e ampi nevai prima del colle d'arnas che facilitano non poco la progressione. Invece, sul lato francese, la discesa sul ghiacciaio è secca. Ghiacciaio ancora ben innevato con una bella spanna di neve fresca degli ultimi temporali. Roccette finali pulite. Rigelo nullo e tempo prevalentemente nuvoloso.

[visualizza gita completa]
Gita in compagnia di mio figlio Simone con pernottamento al Gastaldi (cortesia e ottima cucina).
Sfruttata l'unica finestra di bel tempo prevista in settimana e mattinata davvero magnifica,
Neve ancora presente nella salita al colle d'Arnas e abbondante sul ghiacciaio dove i crepacci sulla via di salita sono ancora praticamente chiusi.
Panorama mozzafiato.

[visualizza gita completa con 7 foto]
Gita fatta pernottando al rifugio Gastaldi,accoglienza magnifica.
La neve ha tenuto bene pur facendo abbastanza caldo fin dal mattino,i crepacci sono pochi e ben visibili.
Panorama fantastico.

[visualizza gita completa con 4 foto]
Bella e appagante gita sociale della nostra sezione CAI, con pernottamento all'ospitale rif. Gastaldi.
Pestato ancora molta neve e guadato non male, ghiacciaio in ottime condizioni. Dal colle, anzichè l'ampio giro come da relazione, saliti direttamente fino all'anticima, un paio di crepacci ben visibili
Dalla cima, panorama versamente Piemontese (tanto per cambiare): buio totale nuvole e nebbie nere, In Francia discreto
Con gli amici e soci Marco, Maury, EU, Stefy, Mario
+ Renè e Beppe che hanno effettuato l'escursione in giornata (complimenti a loro)
Un caro saluto e ringraziamento al simpatico compagno occasionale Andrea.
Unica nota negativa il parcheggio al Pian della Mussa: chi arriva all'alba (ore 4) il parkometro è fuori uso e si ritrova a fine gita la MULTA!! Bella trovata del comune per far cassa.



[visualizza gita completa con 1 foto]
Partiti con meteo incerto che non è stato poi cosi male a a parte la lavata dal pian dei morti al parcheggio.
Siamo saliti in giornata fino al col di Arnas, poi su il vento tirava da non stare in piedi e i nuvoloni scoraggiavano, per la punta Maria un altra volta. sentiero pulito fino al rifugio , dal rifugio al colle ancora parecchi nevai con neve portante, il ghiacciaio è ancora coperto. Ottima l' accoglienza al Rifugio. Colazione con super torta alla carota e pranzo con l' immancabile polenta. Gita improvvisata con un vecchio socio come il Piermy. Il Rif.Gastaldi mi emoziona sempre molto

[visualizza gita completa con 1 foto]
Volevo ripetere questa gita fatta parecchi anni fa dalla cresta. Purtroppo arrivati al Colle d'Arnas, visto che la cresta era imbrattata, abbiamo preferito percorrere il ghiacciaio.
Gita faticosa perchè, da dopo il bivio per il Lago della Rossa e fino al Colle d'Arnas, il fondo è interamente su pietrame instabile e sfasciumi. Poi su ghiacciaio con tratti di ghiaccio affiorante ed altri con cumuli di neve recente anche di 20 cm.
Il panorama è naturalmente appagante.
Dislivello complessivo, comprese le risalite, di mt 1750.
Prevedere con passo tranquillo 5.30' ore per l'andata e 3.30' per il ritorno.
In allegra compagnia di Franco e Renato.

[visualizza gita completa con 7 foto]
Fatta in giornata con partenza alle 6 dal Pian della Mussa.
L'idea originale era quella di fare la cresta NO,ma arrivati al colle d'Arnas notiamo la cresta ancora impiastricciata dalla recente nevicata,decidiamo allora di fare il giro dal ghiacciaio,parecchio crepacciato ma buchi ben visibili anche se la nevicata recente ha depositato 20/25 cm di fresca.
Il ghiacciaio non è particolarmente esteso,ma ha dei crepi molto profondi da non intravederne il fondo!
Raggiunta la croce di vetta notiamo che la cresta fino all'antecima è tutta pulita,si poteva tentare,ma visto le condizioni iniziali e non sapendo come sarebbe stata dopo il primo intaglio abbiamo preferito evitare di trovarci poi nel brutto.
Dalla cima bel colpo d'occhio su Croce Rossa e Punta d'Arnas e salto vertiginoso sul lago della Rossa.
Giornata tersa con caldo nella norma per il periodo,oggi solo noi in giro.
Da tenere in considerazione che facendola in giornata il dislivello complessivo(discesa e risalita dal rifugio+discesa e risalita col d'Arnas+vari sali scendi)è di circa 1800mt con notevole sviluppo.
Oggi in compagnia del simpatico Franco


[visualizza gita completa con 3 foto]
Giornata soleggiata con cielo limpido. Ghiacciaio in ottime condizioni.
Bella gita e compagnia super. Foto su:


[visualizza gita completa con 1 foto]
Fatta in giornata dal Pian della Mussa.
Pochissima neve lungo il tracciato fino al Colle d'Arnas; da qui, dopo essere scesi per una 40ina di metri, ghiaccio nero per un centinaio di metri di dislivello poi neve continua. 3-4 crepacci aperti ed evidenti, due crepi enormi intuibili ma ancora chiusi. Dalla fine della neve ancora una 50ina di metri su rocce fino alla croce.
Fatta con Giovanna e Lovico: instancabili...


[visualizza gita completa]
Gita sempre bella. La salita al colle di Arnas e' migliore di altri anni grazie a resti di nevai e ad un discreto sentiero. La prima parte del ghiacciaio e' brutta: ghiaccio con pietre, forse conviene evitarlo, sopratutto in discesa, passando sulla pietraia sotto il colle. In alto belle condizioni coi crepacci quasi tutti chiusi. Incontrati 3 francesi sulla normale e 2 sulla cresta.

[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: tutto agosto e primi di settembre 3 Euri al parcheggio
Gita in giornata da pian della mussa conclusa al colle di Arnas. Partito tardi alle 8.30 dalla macchina e in poco meno di 4 ore al colle. Per la punta occorreva almeno ancora due ore di margine, peccato ( non avevo programmato una meta precisa). Nell'ultima parte di salita il sentiero non è sempre evidente, seguire gli ometti tra la pietraia. Qualche attraversamento di nevaio. Giornata bella ma nel pomeriggio qualche nuvolaglia che impediva la vista della Ciamarella e Bessanese. Solo 3* per non aver raggiunto la cima e per il sentiero per niente riposante in discesa dal rifugio al pian della mussa. Dislivello cumulato di quasi 1400 m, perchè al rifugio si perde quota e al ritorno bisogna risalire.
Visto gente al colle ma non li ho incrociati perchè scesi con altro itinerario.


[visualizza gita completa con 1 foto]
Per variare un poco l'itinerario siamo saliti dal vallone d'Arnas(Usseglio).Raggiunto il collarin d'Arnas abbiamo raggiunto la traccia che sale dal rif. Gastaldi. Giunti sul colle d'Arnas per sfasciumi da schifo, scesi sul ghiacciaio abbiamo finalmente tirato un sospiro di sollievo nel trovarlo in discrete condizioni.Raggiunta la cima si è continuato per le Rocce Rosse fino al colle omonimo. Per il rientro si è seguita la vecchia traccia che raggiungeva un tempo il laghetto del Collarin, da evitare se non si conosce bene la zona.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Ghiacciaio in ottime condizioni, con buona copertura nevosa e crepacci ben visibili.
Ottimo meteo, come al solito alcune cordate dalla Francia mentre dall'Italia solo noi. Camminate gente camminate!


[visualizza gita completa]
neve portante al mattino, un po meno a mezzogiorno. crepacci coperti, per ora, ma aggirati con prudenza
eravamo in tanti (Comm.Gite Cai Uget), io, siccome cane, sono rimasta alla base delle rocce per non fare casino, ..... ma mi rifaro'! Gita magnifica per le vedute sulle montagne circostanti.


[visualizza gita completa]
note su accesso stradale :: arrivati in auto al Pian della Mussa
Una gita nata sul momento...come meta alternativa alla Bessanese, che non abbiamo potuto salire perchè sia io che i miei soci non eravamo in forma e...le gambe non giravano a dovere...forse a causa di una temperatura troppo elevata. Siamo arrivati il 21 al Rifugio Gastaldi dal Pian della Mussa, trovando il rifugio pieno, meno male che la sistemazione era nel rifugio invernale e non buttati in un camerone..! Siamo partiti di buon'ora insieme ad una trentina di persone, diretti al Colle d'Arnas e alla Bessanese. La giornata era splendida, e abbiamo visto un'alba incantevole salendo verso il Colle d'Arnas...però la temperatura era veramente troppo elevata, ed il caldo era bestiale...quasi da spiaggia !! Infatti il passo ed il nostro ritmo di salita era veramente lento, stranamente nessuno di noi tre era in forma. Nonostante tutto non ci siamo certo demoralizzati e abbiamo proseguito. Abbiamo sceso il Ghiacciaio d'Arnas e poi risalito una ripida e malagevole pietraia sotto le Rocce Pareis..dove si stava in piedi a malapena...che ci ha tagliato le gambe e la fatica si faceva sentire tutta ! Lentamente abbiamo ancora proseguito, arrivanso sotto alla parete della Bessanese, prima dell'imbocco del canale della via normale. A quel punto essendo tutti e tre stanchi e poco motivati, abbiamo deciso pur con grande rammarico di rinunciare e tornare indietro. Ritornando indietro, ho notato la Punta Maria e dato che la salita dal Ghiacciaio d'Arnas era facile e sicura, mi sono staccato dai miei soci che si sono fermati al Colle d'Arnas e ho seguito la pista lasciata da alcuni alpinisti francesi saliti dal Refuge d'Averole e ho risalito il ghiacciaio (senza crepacci). Raggiunta la cresta, l'ho seguita con alcuni bei passaggi di I e II ho raggiunto la vetta. Stanco ma felice di esserci arrivato. Con tutto il....mazzo che mi ero fatto, ed avendo ancora energie da spendere...volevo portare a casa almeno questo bel 3000 ! Anche se è nata come meta di ripiego mi è comunque piaciuta e mi ha soddisfatto. Ambiente glaciale di alta montagna selvaggio e spettacolare, molto esteso e degno di nota anche il panorama che ho ammirato dalla cima. Sono salito in punta da solo e ho raggiunto poi i miei soci che mi aspettavano al Colle d'Arnas per la lunga discesa al Pian della Mussa. Peccato per loro che non sono saliti con me, perchè ne valeva la pena ! Per me è stata una bella giornata, da una rinuncia è venuta fuori comunque una bella gita ! Il giudizio complessivo è di quattro stelle...che ci stanno tutte !
Ho trascorso questo weekend con gli amici Gianni D. del CAI Ule Genova e Luigi C. del CAI Ule Sestri Ponente. Ho salito la Punta Maria in solitaria.


[visualizza gita completa]
salita nel giugno 2001 per la normale lungo il ghiacciaio, tutti i crepacci erano abbondantemente coperti.
altre foto e notizie al mio sito


[visualizza gita completa con 1 foto]
pernottamento al rif. gastaldi. Ancora tanti comodi nevai dal crot del ciaussiné che hanno facilitato la salita al col d'arnas. Breve discesa sul lato francese per andare a prendere il glacier d'arnés che abbiamo risalito con ampio semicerchio per aggirare la zona centrale solitamente crepacciata. Saliti tutti in cima superando gli ultimi metri di roccette. Come al solito, panorama negato dalle nebbie che nel frattempo si sono formate. Solo uno squarcio giù verso il lago della rossa. Ripercorso il ghiacciaio legati in cordata e dal colle di arnas, via libera a tutti a scendere dritto per dritto i divertenti nevai

gita sociale commissione gite cai uget to


[visualizza gita completa]
Notte all'invernale del Gastaldi sotto 5 coperte di lana a contrastare i +3° gradi all'interno. Pattinato un bel po' sulla pietraia del Clot del Ciaussine' su pietre saponose al massimo, in vista del Col d'Arnas. Per cresta a tratti affilata ed esposta ma mai difficile in vetta. Con mia madre.

[visualizza gita completa]
Non ho messo cinque asterischi solo perchè mi sono rotto il menisco saltando, in discesa, la crepaccia terminale.
I crepacci sono tutti abbastanza chiusi e non si è costretti a fare il periplo per essere più sicuri.
Giornata bellissima ma ho dovuto scendere fino al Pian della Mussa come Enrico Toti, cioè su di una sola gamba, ma ce l'ho fatta prima che scendesse la notte.
Fatto la salita con Marco, dal versante italiano solo noi da quello francese una decina di persone.


[visualizza gita completa con 3 foto]
Partiti alle 20.20 dal Pian della Mussa con Giovanni. Dopo aver dormito al Gastaldi ci dirigiamo al col d'Arnas e poi via ghiacciaio raggiungiamo punta atia. Bella giornata, impressionante la vista sul lago della Rossa. Nel pomeriggio un salto al Ciavanis.

[visualizza gita completa con 2 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: F+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1813
quota vetta (m): 3302
dislivello complessivo (m): 1800

Ultime gite di alpinismo

20/02/20 - Civrari (Monte) Punta Imperatoria Couloir NO - garaca
Bella intuizione del PRO Umberto Bado. Salita alpinistica , se pur corta, di buon impegno. Abbiamo percorso la diretta con soddisfazione. I passaggi impegnativi si proteggono bene, soste da allesti [...]
19/02/20 - Bussaia (Punta) da Limonetto per la Cresta NE - luciano66
Partito alle 8 con -1 grado. Neve sempre portante fin dal primo pendio e per tutto il tratto fino al colletto dove inizia la cresta. Tolgo le racchette,metto i ramponi e con picca e casco percorro la [...]
19/02/20 - Laux (Rocca del) Goulotte del Lago del Laux - silvietto
Se ne parla i prossimi anni...saliti i primi tiri poi scesi in doppia per ventaccio che alzava le temperature (salite di 5 gradi in poche ore)e per ghiaccio molto cariato e al limite. Bucato in mezzo [...]
17/02/20 - Mucrone (Monte) Parete Nord dell'anticima NO - teddy
Partiti da Oropa alle 8,30, funivia chiusa quindi lungo la Busancana senza neve fino ai 1450mt. circa poi continua e ben battuta. Dal Lago Mucrone ottime peste per la via in questione e nessuna per le [...]
16/02/20 - Gran Bernardè (Monte) Canale Ovest (o della Spalla) - grawal
Saliti e scesi con picca e ramponi. Condizioni ancora buone ma chi avesse in programma di salirlo prima della fine della stagione, dovrà affrettarsi a farlo. Inizia a scarseggiare la neve all'uscita [...]
16/02/20 - Cristalliera (Punta) Canale SE - frapic
Si arriva con la macchina al parcheggio precedente la fine strada. Partiti alle 6.15 con le frontali. Sentiero 340 ben segnalato. Neve continua e stabile solo da 1.800 m. circa. Utilizzato le ciaspole [...]
16/02/20 - Grigna Settentrionale o Grignone Couloir Zucchi - mimi
Condizioni ancora molto buone. Sul tiro di corda 40 mt. circa, di trova all'inizio un chiodo poi un friend incastrato ed infine un altro chiodo, si puo comunque integrare facilmente con friends