Nivolet (Colle del) da Chiapili di Sopra

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Bagnata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Sbarra aperta a Chiapili superiore si sale qualche tornante in piu'
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: telemark
Ritorno qui con i mitici Guido e Silvana. Portage di soli 10 min dall'auto poi un solo gava e buta.
Parte bassa trasformata parte alta polenta ma ancora sciabile.
Noi saliti dalla valletta laterale alla medesima quota del colle su pendii migliori della strada.
Gita con attrezzatura leggera da sci escursionismo e per noi la neve morbida dall' Agnel in giù ci ha permesso di fare una gradevole discesa in telemark.
Tre stelle solo perché nella parte alta la neve eta bella pesante.
Tutta la zona ancora buone condizioni.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Si arriva alla sbarra di Chiapili superiore
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: telemark
Essendo la prima dopo il fermo me la sono goduta con calma.
Si portano gli sci per una mezzo retta poi continua tagliando i tornanti scoperti della strada.
Mi sono volutamente fermato al Lago Agnel .
Neve spettacolare tutta trasformata e discesa su vellutino da lacrime.
Giornata spaziale!!
Gita fatta con attrezzatura leggera da sci escursionismo discesa tutta in telemark godereccia.
Tantissime marmotte ma forse etano di più gliskialp diretti al Carro ( effetto Gulliver?) verso il colle nessuno...



[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Grande successo per la quarta edizione della gara a “Due Rifugi” organizzata del CAI Chivasso sul classico percorso dal rifugio “Guido Muzio” ai Chiapili di Sotto al “Città di Chivasso” al colle del Nivolet. Dopo il rinvio di domenica 26 marzo dovuto al maltempo, oltre una settantina di scialpinisti, tavolari e ciaspolari si sono presentati al nastro di partenza. Stavolta le condizioni meteorologiche sono state perfette e alle 8,25 il folto gruppo è partito. Subito i più veloci hanno staccato il gruppo dandosi battaglia sui tornanti e sui ripidi pendii che, seguendo i tralicci dell'alta tensione, portano al “Citta di Chivasso”. Il vincitore è stato il giovane Stefano Chiavarino che sul filo di lana ha bruciato il favorito Luca Ponziani con il tempo record di 1 ora e 38 minuti. Staccato di due soli minuti Andrea Alberelli giunto terzo. Per chi scrive un soddisfacente sesto posto in 2 ore e 18 minuti. Meno di 50 gli iscritte che sono arrivati al colle, a causa del percorso impegnativo per dislivello e sviluppo soprattutto per quanti hanno affrontato la “Due Rifugi” con le ciaspole. Al traguardo anche Mario Rivetti e Bruno Rebora, che sono gli unici a poter vantare la partecipazione a tutte le quattro edizioni della gara finora svoltesi. Al “Città di Chivasso” i concorrenti hanno trovato il thè caldo e si sono potuti ritemprare in vista della lunga discesa. Neve ovviamente pesante ma comunque ben sciabile soprattutto sopra quota 2.000. All’arrivo pastasciutta, birra e vino per tutti al “Guido Muzio” dove sono state distribuite le magliette ricordo di una giornata memorabile. Un ringraziamento doveroso ai gestori dei due rifugi e agli organizzatori della gara, davvero molto ben riuscita.

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: sbarra chiapilli superiore
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Se avessi avuto voglia sarei dovuto andare alla punta Violetta,che mi sembrava davvero in ottime condizioni,così come in condizioni ottimali mi sono parse tutte le cime della zona per via di un manto nevoso attualmente ben assestato e primaverile.Visto salire due sciatori sulla Basei.
Neve però spesso crostata da vento.I primi 150 metri di dislivello iniziano a scarseggiare di neve.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: auto alla sbarra
attrezzatura :: scialpinistica
La destinazione originaria era diversa: Leynir o Taou Blanc, ma ben presto una cornice di nubi ha chiuso l'orizzonte oltre i 2900. Arrivato ai laghi del Rosset doverosa rinuncia.
Bella neve. da queste parti le ultime nevicate hanno lasciato il segno: Costiera dell'Uja più bianca di quest'inverno, vallone del Carro molto carico, colle della Vacca ancora di più. Il canale per la Basei dal lago dell'Agnel non ancora del tutto svalangato.
Solo soletto per la montagna, avvistato solo uno skialp, in basso, verso la costa Mentà. Ciao Diego


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Libero fino a Chiapili di Sopra
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Neve portante e sufficiente per sciare.
Siamo saliti senza sci, ma mi permetto di inserire comunque la gita alla voce sci-alp, perché le informaizioni possono comunque essere utili. Le condizioni nella zona sembrano buone per lo sci-alpinismo, anche se la neve non è abbondantissima. Si vede l'azione del vento, che ha rimaneggiato molto la neve e quindi occorre porre attenzione agli accumuli. Manto continuo e pressoché portante ovunque, con qualche tratto ghiacciato e poche zone "sfondose".


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
lasciato la macchina poco dopo la Mua, freddo intenso alla partenza poi più caldo in quota. passato valanghe molto "grosse" prima di Chiappili. Salito lungo la strada militare, molta neve ma pendii abbastanza sicuri. Nivolet splendido, scavato per entrare nell'invernale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento dura
note su accesso stradale :: Strada sgombra fino alla barra
quota neve m :: 1700
sci aspalla per 500 metri poi imboccare mulattiera di caccia sulla sinistra orografica seguire il sentiero seguendo i tralicci fino a scollinare sopra la diga dell'Aniel. Dal colle del Nivolet discesa in neve a tratti con crosta cedente,dalla diga in giù crosta portante. Si riesce a scendere fino a 800 metri dalla barra.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: sentito assestamenti
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: telemark
Siamo partiti pensando di prendere un quasi cappotto per la neve (temperature estive, versante sud, assenza di nevicate da parecchi giorni). In effetti la quota neve è a 2.000 metri. Nella zona dei laghi e sull'altopiano il manto è invece ancora buono e la gita è stata entusiasmante.. Certo, oggi faceva veramente caldo... Abbiamo un pò invidiato i Francesi che pernottavano al rifugio Città di Chivasso.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
Partiti dai chiapili di sotto io con la tavola. Giornata serenissima!
Grazie a Carlùcio


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1600
Partenza da Chiapili di sotto, salita lungo la strada carrozzabile e la militare. Neve abbondante ma estremamente pesante a causa della temperatura troppo alta. nei prossimi giorni sarà meglio se farà più freddo.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: soggettiva
siamo arrivati fino al lago agnel ,con partenza dai chiapili con gli sci ai piedi man mano che si sale ,aumenta anche la neve abbiamo percorso per il primo tratto la mulattiera poi la strada ,per la discesa ho messo soggettiva è stata divertente riuscendo ogni tanto a sfruttare qualche pendio e rientro sulla strada grazie ai compagni di gita

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Per ora si parte dai Chiapili di Sotto, 1 km dopo lo skilift. Giornata bella ma non calda, salito facendo il giro dai laghi serrù ed agnel, disceso appoggiando a sx del canale dell'agnel, in mezzo ai piloni della luce: trasformata da urlo!! In alto il sole la deve lavorare ancora un po'.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3/5
neve (parte superiore gita) :: neve pesante su fondo duro
Giornata di maltempo,con nevischio e vento a raffiche. Partiti, in realtà, per Punta Violetta, siamo stati costretti a fermarci poco sopra il Lago Agnel, a circa 2400 metri d'altezza, anche per evitare di non riuscire più a distinguere le nostre stesse tracce di salita, a causa della nebbia e della neve che, cadendo, sembrava aderire abbastanza in fretta. 15 centimetri di neve fresca e pesante su fondo duro hanno reso la salita più faticosa del previsto. Nonostante il panorama...nascosto(!!), bello comunque l'ambiente ancora poco battuto del Nivolet, frequentato più che altro da tanti camosci, che ci hanno tenuto compagnia!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicura
neve (parte superiore gita) :: trasformata con farina pesante
la seconda sbarra è ancora chiusa, bisogna portare gli sci per 20 minuti,
dopo totto OK fina al rifugio, aperto!!!
discesa divertente ma con scarsa visibilità, tempo in peggioramento.
Complimenti a Riccardo di appena 10 anni che ci ha sorpresi tutti per la tenacia e resistenza.


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1779
quota vetta/quota massima (m): 2612
dislivello totale (m): 850

Ultime gite di sci alpinismo

27/05/20 - Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale - mv56
Ottima giornata nonostante la nebbia iniziale che ci ha un po' demoralizzato, ma poi l'alternanza con momenti di sereno ci ha nuovamente motivati. La neve ha tenuto abbastanza per tutta la mattina e d [...]
26/05/20 - Sommeiller (Punta) Canale Sud-Ovest - giorgiobi
Saliti dalla via classica, conviene portare gli sci fino al Pian dei Morti seguendo prima la strada e poi il comodo sentiero. Discesa ore 11,30 su neve davvero perfetta fino al Pian dei Frati, poi, do [...]
26/05/20 - Albaron (Sella dell') da Pian della Mussa - griso
Oggi condizioni eccellenti grazie alla bella giornata e allo z.t. a 3500 m. Partiti alle 5,50 con 8°C. Buon rigelo e progressione veloce. Utili i rampant unicamente nel breve traverso poco sotto Pi [...]
26/05/20 - Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane - andrealp
Facendo il sentiero estivo si portano gli sci per poco più di mezz'ora e circa 300 metri di dislivello ma si evita di tribolare sui residui nevai che fiancheggiano il torrente. Rampant necessari per [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - mowgli
Come scritto da chi mi ha preceduto il portage è di 400m e su una gita di 1700m D+ è assolutamente accettabile. Oggi il rigelo è stato giusto senza creare il verglass che sicuramente domenica era [...]
26/05/20 - Collerin (Monte) da Pian della Mussa - puli88
Portage fino al Pian dei morti come domenica (400 m dsl circa). Due gava e buta poi neve continua. Neve dura ben rigelata, buon grip, non necessari coltelli. Sul ghiacciaio neve gelata (strascichi di [...]
25/05/20 - Roudel (Cima) dalla Valle Argentera per la Valle Lunga - billcros
Oggi super gita in posto veramente isolato e lungo, ma bei ambienti, già parecchi togli e metti nella parte iniziale , il torrente brontola bene , poi quando il vallone si apre migliora fin ad essere [...]