Argentiere (Aiguille de) dal Refuge d'Argentière

attrezzatura :: scialpinistica
Saliti in giornata dal Bochard... Quest'anno si aggiungono 300mt di dislivello a causa della chiusura dei Grands Montets... Itinerario impegnativo e lungo da affrontare in giornata... Il ghiaccio del Milieu è in buone condizioni, come gli ultimi interminabili 400mt da fare con i ramponi... La terminale si passa a dx su ponte un pò psicologico ma a mio avviso ancora buono, altrimenti all'estrema sx... Noi dopo la strettoia siamo saliti direttamente in vetta dal ramo dx del canale... Io sono sceso con gli sci dalla cima su neve crostosa e durissima nella prima parte, poi divertente ma non facile sopra alla terminale...
Giornata ventosa con sole coperto dalle nuvole... Al cospetto dei giganti di Argentiere!
Con Nico, che oggi è stato un duro!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata strepitosa anche per noi. Luogo di bellezza grandiosa e la sciabilità è stata gradevolissima fino alle piste. Memorabile lungo il ghiacciaio d'Argentiere e tra i suoi crepacci. Ancora sci ai piedi fino al parcheggio ma non credo ancora per tanto.
Con Ettore Claudio AleS e suggestivo pernottamento in tendina poiché al rifugio non c'era posto per noi...!!! Molta gente in giro ma c'era spazio per tutti.

Pics: guardainalto.weebly.com/aig-argentiere-9-4-17.html


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni, nonostante la secchezza generale del ghiacciaio e delle goulotte. Scesi con gli sci dal colletto a sx della cima, neve primaverile ottima, delicato il tratto della strettoia (4.2, E2) a causa delle scalinature molto dure che non permettevano di curvare in sicurezza (io ho preferito tenere la picca in mano, derapando i pochi metri critici sopra i salti di rocce). Sotto le rocce, tutto ok fino al piatto ghiacciaio, e da qui ancora giù con gli sci fino ad Argentiere, a due passi dall'auto! Memorabile discesa di 2700 mt di dislivello, con Davide e Mauro.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Gran gita!
Innevamento giusto, certo tutt'altro che abbondante per il periodo.
Scesi dalla cima con gli sci, su neve dura e in parte disomogenea fin dopo il tratto della strettoia fra rocce , delicato ,non banale . Tratto ripido valutabile 4.2/E2 ok.
Oltre la strettoia pendenza sempre molto sostenuta , ma la qualità della neve e' migliorata diventando bella primaverile piu'facile da sciare, in più ora su pendio aperto.
Dopo la terminale la pendenza cambia decisamente , neve sempre bella primaverile e pendii divertentissimi sino al piatto ghiacciaio dell'argentiere, punto di commovente bellezza.
Da qui lungo trasferimento a reperire le piste e neve piu' umida. Piste con le cui si arriva ancora.in paese!!
Sciatona memorabile di 2700 mt!
Arrivati ai grand montet alle 10 del mattino con terza funivia e mentre si sale..e si attende..tra la folla certo qualche riflessione introspettiva la si fa', ma poi quando si lascia la pista e si scende alla base della montagna e si pella. ...ogni riflessione viene chiarita...lo spettacolo non ha prezzo...si è dei minuscoli puntini al centro di un posto paradisiaco.
Dalla cima panorama a dir poco unico.
Salita con Chiara e Mauro, tutti pienamente soddisfatti davanti a una birra al sole dell'argentiere.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Un po' arata, strettoia molto scalinata, sarebbe meglio passare a dx ( scendendo)
Pista fino al fondo
Ovviamente siamo scesi in sci dalla cima


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni su tutto l'itinerario, tanta gente sia sul nostro percorso che sulle altre classiche del bacino di Argentiere; siamo riusciti a prendere la seconda benna degli impianti dei Grand Montet; nessun problema per la terminale, anche il canalino e' ben innevato; scesi con gli sci chi dalla punta ,chi da dopo la strozzatura del canalino su neve primaverile ben smollata dal caldo di oggi; anche il passaggio tra i seracchi che riporta sulle piste e' in buone condizioni, poi rientro divertente fino al parcheggio.
In compagnia di tanti cari amici.

[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada pulita fino ad Argentière
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Grande classica. Siamo saliti in 2 giorni. Primo giorno salita dal sentiero antistante le piste baby (nei boschi sulla dx degli impianti) fino al RIfugio Argentière, ancora aperto solo come invernale. Una lieve tormenta ci ha fatto dubitare per la salita il giorno dopo. Inaspettata invece la condizione della neve il giorno seguente, molto stabile - sebbene faticosa - fino in vetta. Aperta tutta la traccia davanti a due francesi. Arrivati alle roccette nella parte più ripida abbiamo proseguito a piedi con la tavola/sci in spalla. Era sciabile, ma per sicurezza abbiamo preferito ridiscendere a piedi sulle tracce di salita quel tratto.
Vetta assolutamente ghiacciata e sventata, indispensabili ramponi ed una piccozza.
Attenzione al ghiacciaio in basso, i ponti di neve non sono ancora ben formati. La neve si è appesantita molto sul fondovalle dopo mezzogiorno.
Grazie a FIl, Ste e Andre per l'affiatamento!


[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
Uno spettacolo!
Penso sia stato l'ultimo week-end in cui era fattibile.
Ulteriore soddisfazione il fatto di essere andati in tenda, a causa di out al rifugio.
Discesa sabato dai Grands Montets con neve super(piccolo assaggio prima di domenica) fino alla piana del ghiacciaio.
Montata la tenda (rifugio pieno) sul ghiacciaio d'Argentiere.
Discesa con neve perfetta dalla cima fino alla tenda, montata proprio al fondo del vallone di discesa.
Un solo gava-buta in basso a circa 2800 mt....ma di pochi metri...il resto tutto perfetto sulla parte destra (scendendo) del ghiacciaio. (il resto è oramai scoperto).
Ci sono parecchie impronte che però ieri si potevano ancora evitare.
Impronte però molto utili per la salita del canale finale.(ieri neve dura)
Discesa da pochi metri sotto la vetta, ho scelto un pendio più a destra (scendendo) della verticale, un pò più esposto...ma libero dalle sudette impronte e con neve perfetta (2 dita di marcetta su fondo duro)..il centro del canale era ancora con neve dura alle 11!!
Crepaccia ancora facilmente passabile, data la quantità di neve abnorme per la stagione.
Il ghiacciaio fino a 3000 circa è un bigliardo (crema su fondo duro), sotto ha neve un pò più a onde...ma con la neve perfetta di ieri si sciava alla grande anche su quelle!!!
Si scende poi lungo tutto il ghiacciaio d'argentiere...ma lì la cosa è spessa...la seraccata mediana a 2500 circa si sta aprendo...ieri siamo passati al pelo...ma penso che nei prossimi giorni non sarà più possibile.
La parte piatta del ghiacciaio ha ancora neve...fino a 2300 mt...
Un week da non dimenticare...


[visualizza gita completa con 19 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Rispetto ai giorni prima la temperatura è scesa, c'era qualche nuvola e la neve non ha trsformato...peccato la discesa sul marmo perchè la gita in se e l'ambiente sono eccezionali.

[visualizza gita completa]
saliti da argentiere con la terza funivia causa affollamento,ghiacciaio in condizioni perfette,crepacci tutti ben chiusi la crepaccia terminale si supera agevolmente sulla dx,canalino tutto innevato saliti con piccozza e ramponi,discesa spettacolare fino ad argentiere sci ai piedi.consigliatissima.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Che dire..gran gitona per ambiente,impegno,bella neve,firn dall'inizio alla fine (variabile dai 5 ai 10cm di sfondamento).4h dai Gran Montets,caldo atroce,effetto forno nel pendio terminale e a metà percorso.scesi alle 14.30 con la neve più molle fino alla terminale poi ancora un tratto dove sfondava un po' e dopo più si scendeva più era bello il firn,magnifico.Ottime le condizioni generali,il pendio-canale finale parecchio impegnativo e tecnico per via dei numerosi passaggi (circa 30 persone oggi) che hanno creato accumuli,gobbe,scalini,parti durissime e ghiaccio scoperto.Il resto tutto ok.Il dislivello,se lo si fa in giornata è di 1260m. circa,si scende fino a 2640 sul ghiacciaio..

Maggiori dettagli e foto:


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Salita fatta in giornata con la prima funivia dei Grand Montents. 4.15 ore dalla funivia alla cima. Nel complesso c'e poca neve, ma quella che c'e é comunque messa bene. La terminale e quasi tutta chiusa, e si evita facilmente-
Si riesce a salire con le pelli fino quasi alla strozzatura.
Una decina di persone in tutto.
Panorama impressionante.
Sono salito da solo.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1800
Neve smossa dalle valanghe e dai tanti passaggi dei giorni precedenti poi rigelata. Crepacci ben chiusi ed innevamento buono. Rifugio dell'Argentiere chiuso da oggi fino al 2009 per lavori.
Discesa in sci possibile fino a 1400 mt con qualche togli e metti. 100mt di dislivello a piedi su pista per arrivare ad Argentiere, ma vale la pena piuttosto che scendere in funivia da Lognan, anche perchè si totalizzano 2500 mt di sciata.
Partiti con tenda e sacchi a pelo perchè i gestori ci avevano detto che il rifugio era pieno, in realtà il rifugio era mezzo vuoto e quindi c'era spazio anche per noi... ma che fatica camalarsi tali zaini. Valli a capire 'sti francesi!
Data la previsione di temporali pomeridiani, alle 10.30 eravamo in vetta pronti a scendere, ma ovviamente la neve non aveva ancora mollato. Discesa nel canale più impegnativa del previsto viste le condizioni e con piccolo salto per superare la crepaccia terminale. Un ragazzino svizzero ci ha fatto capire che la paura di cadere è una sensazione che lui non ha mai provato in quanto scendeva come se fosse in pista a velocità sostenuta... Di fronte a noi due francesi, coi quali poi ci siamo complimentati, hanno sceso il couloir a sx dell'Auguille Verte ( 50° / 55°)... no comment. Il couloir NE delle Courtes sembrava una pista battuta...( "solo" 45° ). Insomma, ci siamo sentiti "piccolini" in quell'ambiente maestoso che per altri è invece terreno di gioco... Comunque è stata una bella gita per chiudere la stagione scialpinistica.
3 stelle solo perchè in alto la neve non è stata eccezionale.
Un saluto a Gibi e Beppe infallibili compagni di gita.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Confermo quanto già scritto da gmgrassi.
Peccato solo per le alte temperature che han reso la neve veramente marcia nella parte bassa della discesa fin all'intermedio. Comunque bellissima gita con neve nel complesso moooolto bella! Ghiacciaio ancor in buone condizioni!
Anche oggi con il gruppo di giorgiobi. Bella due gioni. Un complimento ai miei due compagni di cordata che van sensa sens!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
uscita cai Saluzzo, confermo quanto già scritto. Dalla terminale in su le condizioni sono ancora favorevoli salendo con ramponi, meno se si decide di scendere con gli sci.
Discesa su neve ottima prima primaverile poi marcetta sempre sciabile fino all'intermedia. Ambiente e panorami stupendi, soprattutto perchè è stata la mia prima volta nel gruppo del Bianco. Poca neve in generale anche qui e condizioni da mese di giugno.

Un saluto a tutti i partecipanti a questa stupenda due giorni!


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
Gita fatta in giornata....Partiti da Argentiere con una delle prime funivie. Saliti ai Grands Montets. Discesa verso il ref d'Argentiere facendo il taglio alto ancora fattibile con qualche pasaggio da fare con prudenza.
Scesi sul ghiacciaio ancora ben chiuso. Risalita nel Glacier du Milieu che si presenta ancora praticabile. Nella parte mediana i crepi presentano dei ponti di neve ancora buoni. Terminale abbastanza aperta. Due passaggi possibili. Una tutto a sinistra (destra idrog) uno in centro.
Pendio in buone condizioni tranne il pezzo dalla strozzatura delle roccette in su. Presenta dei tratti dove il ghiaccio comincia ad affiorare. Volendo si possono portare gli sci fino alle roccette. Dalla vetta il panorama è sempre incredibile! Discesa molto buona e rapida fino all'intermedia senza particolari osservazioni. Ancora fattibile. Con Tiziana, Davide, Rupi, Bako.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1300
Splendida gita in ambiente spettacolare. Le condizioni del ghiacciao sono perfette. Per ora si scende con gli sci lungo la pista fino alla macchina. Un saluto ai soci Mark e Spino per la compagnia

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1300
Inserisco solo ora la relazione, solo per confermare le ottime condizioni. Quasi tutti i (numerosi) presenti in sci dalla vetta (10 m sotto). Uno di essi è caduto per circa 300 m senza grosse conseguenze. Tuttavia la massiccia frequentazione dell'itinerario consiglia di evitare in salita il canalino sopra alla terminale per un canale secondario a sx, specie se vi sono già sciatori impegnati nella discesa.
Scesi alle 13.30.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1600
partiti con la prima funivia da Argentiere alle 8,30: troppo tardi per fare la gita in giornata con queste temperature.
per non trovare neve troppo marcia in discesa ci siamo fermati alla terminale.
pendio terminale in buone condizioni, mentre innevamento scarso per la stagione sul ghiacciaio

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: farina - trasformata
Il tempo ci ha graziati regalandoci una giornata bella e neve farinosa (al di sopra dei 3000m): la perturbazione è passata nel corso della notte.
La discesa è stata bellissima: una degna conclusione per il corso SA2 della scuola di sci alpinismo F. Cavarero del CAI Mondovì.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Salita in ambiente grandioso. Il ghiaccciaio del Minleu risale incassato tra cattedrali di granito al cospetto delle pareti nord delle Droites e dell’Aig Verte. La parte sciistica si snoda su pendii sostenuti dipanandosi tra i crepacci fino alla crepaccia terminale a circa 3500 mt. La risalita del pendio sommatale, da risalire con picca e ramponi, è agevolata dalla presenza dei “gradini” segnati dai numerosi passaggi. Con ottima dimestichezza dell’uso dei ramponi da parte di tutti i componenti del gruppo l’uso della corda è superfluo. Comunque la parte mediana al di sopra delle roccette presenta tratti ghiacciati e si tratta sempre di uno scivolo di circa 40° in ambiente di alta montagna. La vetta è subito a destra del colletto con un passaggio esposto di 5-6 metri le cui potenziali difficoltà sono nascoste da un’evidente traccia. Chi ha buona tecnica può portarsi gli sci in cresta per effettuarne la discesa, il cui tracciato, a mio avviso, è “disturbato” dalla presenza di troppe tracce di salita. Scendere presto perché la parte iniziale come prende il sole diventa molle. La discesa dopo la crepaccia è da urlo. (con Armando, Vignolo, C.Venzano e i Frittoli).


[visualizza gita completa]
osservazioni :: ottime
neve (parte superiore gita) :: trasformata
bellissima.

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 10/04/15 - dodone
  • 01/05/06 - valgrisa77
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: in canalone
    difficoltà: OSA :: PD+ :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
    quota partenza (m): 2700
    quota vetta/quota massima (m): 3902
    dislivello totale (m): 1200

    Ultime gite di sci alpinismo

    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - fyplom
    Saliti, dall'alpeggio a q. 2330, al Fourchon, m. 2906, dopo esser scesi per circa 300 m. dsl, saliti al Tete de Fenetre, m. 2823. Ottima giornata e neve ancora buona, solo in basso un po' bubbonata. In basso comincia a mancare la continuità-
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - gmzolenart
    prima gita primaverile in Val d'Aosta con evergreen e Maurizio. Il punto di partenza è l'alpe Baou, due tornanti prima del Colle. La salita risulta quindi di poco più di 500 metri dislivello, abbia [...]
    03/06/20 - Fourchon (Mont) da Saint Rhemy - roberto.maucci
    Buona sera a tutti. Bella giornata tiepida al Fourchon, la neve un po meno. Scesi alle 10 circa su neve primaverile, piacevole fino a metà e basta. Buone gite.
    03/06/20 - Fonteinte (Tète de) da Saint Rhemy - albert61
    con la strada aperta fino al Colle del G.S. Bernardo siamo partiti da poco prima della galleria. gita molto breve con ambiente stupendo. la neve in basso come già ampiamente riportato presenta dell [...]
    02/06/20 - Galisia (Punta) dalla Diga del Serrù, giro valli Orco, Rhemes e Isère - billcros
    Gran gitone e bellissimo anello x visitare 3 regioni diverse , compreso di cime che non avevo ancora salito, x la basei saliti x il sentiero estivo fin sopra la balza da dove poi si aprono i pianori e [...]
    02/06/20 - Ferré (Pizzo) da Montespluga - basca
    Partiti alle 7,45 e attraversato a sx sullo spallone (per studiare la neve per il rientro) con 20 min di portage fino alle prime lingue di neve (su tutto il percorso compatta leggermente morbida in su [...]
    02/06/20 - Galambra (Punta) da Rochemolles per il Passo Meridionale dei Fourneaux - gondolin
    Partiamo dalla conca del Rifugio e portiamo gli sci a spalla sino al Pian dei Morti a quota 2.400 m. Qui calziamo gli sci, percorriamo il lungo tratto in piano ed imbocchiamo il Vallone della Balma, [...]