Giusalet o Ciusalet (Monte) o Signal du Clery parete ovest - La riscossa del feudatario

note su accesso stradale :: si arriva fin sopra la diga
quota neve m. :: 2100
purtroppo oggi non sono riuscito a risalire questa interessante parete, molto selvaggia,il canale di accesso era ostruito da due saltini di roccia, si può passare su una ripida goulotte ghiacciata ma io non me la sono sentita da slegato non è il massimo soprattutto pensando alla discesa.
Peccato la neve era bella ben pressata con un buon grip e oltretutto per arrivare alla base bisogna fare un bel viaggio.Gran giornata di sole in perfetta solitudine

partenza al sole
versante nord sembra buono
parete e canale di accesso
goulotte
dent de parachè ben secca
la ragnatela mi sa che bisogna aspettare
sud del lamet, meglio

[visualizza gita completa con 7 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m. :: 2000
Pernottamento in tenda a pian San Nicolao e partenza alle ore 7,raggiungo la vetta passando dal canale nord alle ore 11,30;ottimo rigelo notturno e neve ancora dura,aspetto quindi che molli ancora un pò e scendo circa alle 12,30.Cornice all'ingresso,entro in parete leggermente spostato,poi con un traverso raggiungo la direttrice e dò inizio alle danze su neve perfettamente trasformata per i primi 200 metri,da quì in poi neve duretta in via di trasformazione ma con eccellente grip,gli ultimi 10 metri del canale sono rovinati da una rigola ghiacciata,quindi fuori la picca,scaletto qualche metro e sono sul traversino finale.
Grande parete che mi impegna a fondo per la continua attenzione che si deve prestare per non sbagliare l'itinerario,in quanto scendendo senza aver risalito la ovest,non è poi così intuitivo.Impegnativo anche l'aspetto tecnico della sciata,che su questa neve e con un esposizione così forte non concede errori di nessun tipo...oggi in stra forma fisica e mentale grazie ai due 5.4 freschi-freschi!
In fine risalita al colle su neve marcetta e poi discesa su neve ancora buona fino a quota 2000m,da quì in poi si arriva facilmente al piano passando su di una comoda pietraia.
Oggi con il mio migliore amico Chicco,che arriva fino a quota 2300m causa notte insonne e poco allenamento;in solitaria da quì in poi.
Altra grande discesa oggi...tutto perfetto,compresi gli ultimi 300m per ritornare al piano...sono solo con dei bellissimi pensieri,l'aria tersa che mi accarezza il volto e il mio migliore amico che mi abbraccia quando arrivo,non voglio farla lunga,non ci sono molte parole per descrivere questi momenti...sei in un sogno e non vorresti svegliarti.
Cielo azzurro,aria tersa,cuore sereno.



[visualizza gita completa con 9 foto]
Il versante ovest del Giusalet ce lo lumavamo da anni. Poi 3 anni fa il Guru ed io abbiamo deciso di unire le forze.
Primo tentativo a maggio 2004, abortito sotto una nevicata. La settimana successiva notte passata al Mestrallet, poi salita la parete. Ma il sole non scalda, un vento forte da ovest sfersa la parete e la neve resta ghiacciata. Discesa dal pendio nord.
La scorsa domenica nuovo assedio alla parete. Il Guru porta un po' di forestieri (Andrea Bumbum, Mario Monaco e Marilena) ad ubriacarsi e a dormire al Mestrallet, mentre io e Giorgio Bavastrello dormiamo in auto a Planay e ce la facciamo in giornata. Giorgio senza ramponie Marilena salgono dalla nord mentre noi dalla ovest. In punta ci ritroviamo con Enzo Cardonatti, Enrico Scagliotti e Andrea Schenone, mito di Genova.
Giorno di nuvole basse e nebbie che non si stacano dalla parete. Solo Mario Monaco scende, facendo la prima della parete e creando turbe psicologiche mica da ridere ad Enzo Guru Ala, feudatario della zona, che per tutta la settimana affila lamine e medita vendetta...
Oggi mi è toccato accompagnarlo, ma questa volta siamo partiti dal lato italiano. Alla partenza c'erano anche Luca Savoja, Alberto Chiesa e Dustin, l'amico maratoneta.
In poco più di 4 ore eravamo in punta.
10 cm di zucchero su fondo ghiacciato, ecco la ovest oggi. Partiti dalla punta, aggirata la strozzatra, poco sciabile, lungo un pendio parallelo molto esposto. Canale in super condizioni, anche grazie alle lamine ultra tirate.
Nella parte bassa qualche litigio con la cengia da seguire (cannata un paio di volte, con tanto di scalettate su neve marcia), ma alla fine individuata quella giusta e... urlo liberatorio del Guru che per poco non fa cadere i due malcapitati che stavano scendendo lo scivolo NE dei denti d'Ambin.
Ritorno eterno per riagganciare il lago bianco e la via normale fino alla diga. Alla macchina evitando al pelo temporale pomeridiano.
Luca Savoja & C, hanno sceso la variante Joseph della nord del Giusalet. A vedere le curve lasciate nella farina sembra si siano divertiti parecchio...


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
Partenza buona sotto la leggera cornice sommitale, strettoria con crosta di rigelo 50 metri più in basso, e grande sciata su neve farinosa compressa per tutta la parete. In basso sopra il salto di rocce, traverso delicato su neve riscaldata dal sole.
Ad Enzo guru Ala e Federico Negri va il merito di aver individuato un itinerario di discesa nella grande "face ouest" del Mont Giusalet. Discesa in condizioni meteo non ottimali il giorno 15 aprile, con la la nebbia che a momenti copriva la parete costringendo a fermarsi ed aspettare i momenti giusti di schiarita. Se la strettoria in alto impegnava ad un tratto in derapata perchè passavano appena gli sci, tutto il resto della parete ha però offerto una grande sciata, emozionante, sospesi sopra la barriera rocciosa in basso, più giù, molto più giù....


[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

difficoltà: 5.2 :: E4 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 1900
quota vetta/quota massima (m): 3312
dislivello totale (m): 1500

Ultime gite di sci ripido

16/02/19 - Sueur (Cima della) Canalino N a Y ramo sx - teo
Tre stelle e mezzo, anche 4 nel canale dove si trova farina pressata. Si sale nel ramo di dx e si scende in quello di sx. Non si tocca nulla fatto salvo i primi metri sotto la punta.
14/02/19 - Sueur (Cima della) Canalino N a Y ramo sx - giole
Fino al conoide neve stupefacente, bella farina intonsa è quasi mai ventata. Conoide con lingue di farina ventata, molto ben sciabile, e crosta portante. Canale in crosta ben portante è un po’ di [...]
10/02/19 - Colme (Cima delle) Canale SE - cagnas
Partito dal parcheggio dopo viozene split ai piedi su stradina ben innevata (attorno prati puliti), in salita mai tolto la split dai piedi. L'innevamento è scarso su tutto la gita ma avendo paura di [...]
10/02/19 - Quattro Sorelle (Punta) Imbuto N - mountain
Puntata nel Pissat guidati da Enrico ed il Guru, abituali frequentatori della zona, con la complicità di Andrea sempre più motivato. Saliti dall’Imbuto; c’erano solo due tracce di discesa di ie [...]
10/02/19 - Falinère (Punta) Canale Nord - janpo
Canale molto magro con molta neve ventata dentro,nello stretto crosta ma appena si apre cambia,10 cm di farina fredda con un fondo ghiacciato irregolare,qualche placca a vento con crosta che tira un p [...]
10/02/19 - Auta di Barel Direttissima - Galak
Fatto l'itinerario descritto, tranne gli ultimi metri per la cima causa vento fortissimo e poca neve sulla crestina finale. Dal punto di arrivo, (50 m. sotto la cima) decidiamo di non affrontare diret [...]
09/02/19 - Arcana (Colle) Canale nord - lupo alberto
Canale di media quota, ma in ambiente molto particolare, con la seconda parte in adiacenza alla parete verticale ben visibile salendo al Visaisa. La parte finale, che si snoda in una breve, bellissima [...]