Soubeyran (Monte) o Tete de l'Alp da Saretto

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Aggiungo solo ai commenti precedenti che facendo un po' di attenzione in discesa si trovano delle belle conchette e pendii dove si e' accumulata la neve portata dal vento ....niente male....tutto sommato le tre * ci stanno .Ambiente bello e con il vento di ieri pure un po' "severo".

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Al commento di Dovio aggiungo che non si tratta di una gitarella di ripiego, anzi il buon sviluppo e un paio di lievi perdite di dislivello, fanno si che si tratta di un bel gitone in ambiente dolomitico come molte in Val Maira. In più noi avendo dovuto "lottare" contro il forte vento, ne siamo usciti soddisfatti con anche una sciata dignitosa anche in virtù del portage nullo. Solo un breve tratto scoperto sulla stradina iniziale dove si cammina sci ai piedi su aghi di pino. Alcuni di noi sono saliti sulla pala finale, in sci e coltelli oppure ramponi. Altri hanno raggiunto il colle a sx della vetta e da li facilmente in cima. Meglio questa seconda soluzione, meno ripida e più agibile.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok fino a Saretto
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
La cosa bella è che la neve c'è da subito sulla sterrata che parte da Saretto grazie al paio di cm della notte, con qualche piccola interruzione. La giornata è bella, ma il vento fastidioso è in agguato, infatti appena superiamo la Grangia pausa ed entriamo nei dossi dei prati Murtier Eolo si scatena con raffiche sui 30-40km/h. Comunque ben vestiti proseguiamo passando vicini al colle della Fea e poi raggiungiamo il Passo della Cavalla dove finalmente vediamo la cima 150m più in alto. Il vento è sempre forte, un gruppo di francesi pensa bene di fare dietro front. Noi stoicamente continuiamo la lotta con l'Alpe. E in qualche modo: con sci o con ramponi raggiungiamo la cima. Pausa breve e discesa con alcuni fazzoletti di farina in alto e nella parte mediana; discretamente dura in basso. Ambiente sempre eccezionale.

[visualizza gita completa con 10 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Ambiente bellissimo e salita con vento non fastidioso ma freddo, che non ha fatto "mollare" la neve, soprattutto in basso; dove è proprio poca.
Si arriva sci alla macchina..ma ancora per poco. La sciata è leggermente superiore a 2 stelle, soprattutto la parte intermedia, dal colle delle Cavalle fino al vallonetto finale sopra le macchine, però 3 stelle sono obbiettivamente troppe.( si potrebbe mettere 3 stelle per panorama, compagnia etc. etc....ma qui si parla di sciabilità...non di altro).
Dalla vetta bel pendio diretto (in una giornata più calda sicuramente molto bello, noi l'abbiamo sciato leggermente duro), poi traverso al colle della cavalla e discesa dal colle su neve farinosa pressata, da prendere dove è liscia.
La discesa nel vallonetto a dx. (salendo) in traversata ha un problema, l'ingresso è magrissimo poi, tritato com'è, probabilmente non è un granchè.
Week-end Sociale Cai Venaria, nell'ambito delle sociali 4 Cai, Almese, Bardonecchia, Ciriè e Venaria, 24 partecipanti, tutti in vetta.
Ambiente super, veramente molto bello. Serata splendida, piena di allegria (e birra) a Campo Base a Chiappera...


[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
4^ uscita del corso SA1 della Sucai.
Anello effettuto in senso orario, gita bella sotto il profilo paesaggistico, tempo stupendo ma neve non particolrmente bella in alta e molto scarsa in basso.
Tuttavia ne è uscita una gita decorosa, 120 partecipanti, tutti in cima nonostante il lungo sviluppo.
In discesa un piccolo errore di percorso ci ha obbligato ad una risalita di poco più di 100 metri.
Al pulmann grandi libagioni per festeggiare degnamente il Carnevale

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
oggi giornata spaziale senza vento, neve nel complesso sciabile fino alle auto osservato un grosso lastrone sul traverso ripido, fare molta attenzione evitando di traversare bassi, scesi sui pendii più ripidi belli marcetti al sole, mentre nelle parti in ombra e nei canali bella neve,
segnalo per correttezza che un grande gruppo di scialpinisti è salito in vetta e poi scendendo ha imboccato il canale ripido sotto la croce ma ha infilato quello sbagliato e sono dovuti risalire tutti quanti quindi NON SEGUITE LE LORO TRACCE !!!! bensi infilate, se volete fare il canale , l'imbocco di sinistra scendendo……quello di destra finisce su un salto roccioso che solo molto raramente è sciabile, ma in ogni caso si può facilmente vedere al momento della partenza dal basso
mi sembra veramente incredibile che un gruppo così numeroso riesca a fare un errore di percorso così evidente.... ....

oggi alla partenza due pulmann!!! meno male che siamo saliti e scesi prima…..


[visualizza gita completa con 1 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Ambiente sempre super, da Saretto alle grange Pausa traccia battuta, per uscire alla croce Belvedere neve al limite, da lì in poi innevamento buono. Discesa fatta sul percorso di salita, spettacolare la pala fino al colle della Cavalla, poi neve di tutti i tipi. Sotto grange Pausa ancora farina nei larici prima della stradina battutissima fino a Saretto.
Oggi affollamento eccezzionale, due pullman parcheggiati a Saretto


[visualizza gita completa con 5 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo fatto la traversata scendendo dal bivacco Bonelli , è stato veramente un bel giro ! La giornata è stata spettacolare, non una nuvola , con temperatura fresca in alto e mai troppo caldo in basso . La neve un po' di tutti i tipi ma sempre ben sciabile e godibile . La traversata per varietà e panorami fantastica .
In generale le condizioni in alta val Maira mi sono sembrate molto buone , nonostante la neve a sud scarseggi un po' .
In discesa qualche pietra evitabile, poco sopra la strada di rientro alle sorgenti del Maira e sul traverso sopra il lago di Visaisa, più facile con le pelli.
Oggi con due giovani super forti Matteo e Mauri , io e Margherita


[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti passando dal visaisa e dall apzoi facendo il giro dei laghi.... Traccia evidente fino in punta...Siamo scesi dal colletto tra la cima e l aig de Barsin....trovato un po' di tutto , a nord ancora zone in farina.. a sud non ancora completamente trasformato....
Bellissima giornata primaverile calda con zero vento...allego video

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
attrezzatura :: scialpinistica
Gita azzeccata con bella farina su gran parte dell'itinerario. Innevamento abbondante ovunque tranne che sui crinali per accedere al passo di Fea e al passo della Cavalla, dove ci sono pietre nascoste sotto i 20cm di neve caduta l'altra notte. Saliti per la via normale, poi scesi nel pendio nord. In giro si vedono grandi accumuli e grandi cornici sulle creste. Meglio continuare a stare con le orecchie ben dritte. Temperatura rigida in alto, molto più mite nella parte bassa. Vento sulle creste fino alle 12, poi ha mollato. Zero nuvole...sole a padella!
Giornata ben ben spesa con la socia Barbara!! e grande abbuffata da Gian alla Taverna Du Ciouch!


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti al Soubeyran da grange Pausa per il versante nord est ed il pendio-canale tra la nostra cima e l'Aiguille Barsin. A parte la morena sopra la croce di Caraglio, completamente spazzolata, abbiamo trovato mediamente una spannetta di farina su fondo duro, pur alternata a placchette e tratti più ghiacciati. Dal colletto alla cima neve marmorea sul versante sud ma innevamento continuo anche in dorsale.
Discesa per il canale nord est su buona farina e qualche placca più infida. Ripellato al passo della Fea e discesi verso il Visaisa su bella neve, sfruttando, in basso, un bel traverso sopra il lago che ci ha consentito di evitare l'ultimo ripello. Anzichè scendere sul sentiero delle sorgenti ci siamo tenuti costantemente a sinistra chiudendo il cerchio sulla centralina a monte del lago con alcuni tratti nel lariceto su neve zuccherosa molto bella.
Con Mattia in una bella giornata, fredda ma con sole generoso. Un saluto a Cristina & C. trovati in cima.
Ma soprattutto, oggi, un pensiero ed un abbraccio a Silvia: le montagne ed i tuoi amici di sempre ti aspettano, per continuare a disegnare insieme i nostri sogni sulla neve!


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: pulita
quota neve m :: 500
attrezzatura :: scialpinistica
Noi siamo scesi dal colletto tra la Barsin e il Souyberan sul versante est su neve dura a tratti e crosta morbida .A sud verso la Francia il sole cuoceva parecchio e la neve era un po sfondosa in salita e in rapida trasformazione.
Canale della parte bassa con neve farinosa molto bella.
Giornata calda e meteo perfetto . Con Tiziana e Matteo


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dall'itinerario classico e scesi per la via più diretta cioè il canale nord e il combale diretto sottostante dove a metà circa occorre fare attenzione alla cengetta verso dx per superare il saltino di rocce. Nessuno sceso da questo itinerario.Neve tutto sommato bella soprattutto nel canale nord (accesso un po difficoltoso. .) poi un po piu varia lavorata dal vento comunque sempre ben sciabile anche se in alcuni casi la bella farina nasconde qualche pietra...
Parte bassa già bella arata comunque qualche spazio c'è ancora. Canale nord Le Teste non in condizioni, da metà in su è pelato..

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema fino a rochemolles
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
giornata calda e neve che già mollava salendo alle grange pausa.. da li finalmente all ombra saliti fino alla croce faraglioni su buon costa portante e poi preso il valloncello che sale al colletto tra aig. baroni e soubeyran raggiunto in traverso sotto cresta. Discesa abbiamo preferito il bel pendio fino al lac de la reculaye che ha regalato 200m con le curve migliori della gioranta su bel fine. poi in traverso e breve risalita fino al colle delle munie.dove i segni del vento sono più evidenti. Discesa su bel pendio in discesa pressata verso il bivacco bonelli e poi ancora farina con leggera crosta sui pendi in pieno nord sotto il bivacco fino al lago visaia che non si raggiunge ma si taglia stando alti. Pendii ancora collegati ma a quel punto ormai marci dal caldo.. Discesa fino al lago di stretto su orribile marciane mescolato a rami caduto per il vento.. in qualche modo si scende.. Poi neve in zona,, L’accesso al chersogno dal vallone di versoi ormai prevede un’ora di portage e anche i versanti so del freddi e del cervello sono pelati. Adesso al colle gregari quasi senza neve.. da chiappera si parte invece sci ai piedi dal campo base sulla militare ma non durerà per molto ..bellissimo giro in ogni caso

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissimo anello. Scesi nella conca che parte dal colletto fra il Soubeyran e L'aig. de Barsin. Neve bella farinosa pressata nella conca (ormai molto tracciata), poi bella farina sui dolci pendii fino alla croce di Caraglio. Da li imboccato il canale sulla sx della croce (su neve in generale non bella, lastroni e farina lavorata pressata) che in breve riporta sui pendii finali sotto la Pausa. Da li si limitano i danni su neve dura e crostosa sino alla macchina. Ambiente super con continui cambi di paesaggio. Temperature oggi più rigide, anche se al sole e senza vento scaldava non poco.
Bellissima giornata con i soci Ennio e Mira!!


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo scesi nella conca, che si trova un 100m dopo la croce, per poi ricongiungerci alle tracce di salita nei pressi del pianoro che porta al passo della cavalla, bella neve.
Fatta con Silvio


[visualizza gita completa con 3 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: In auto fino a Saretto
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Giro ad anello salendo dal passo della Cavalla e discesa dal versante est con ricongiungimento al percorso di salita presso la croce Belvedere. Trovati bei pendii con farina sopratutto nella parte alta del canale affrontato in discesa, e nei pendii sotto la croce Belvedere prima delle grange Pausa. Nei tratti più assolati la neve era già più gessosa, comunque sempre sciabile, l'ultimo tratto prima del pianoro finale con neve dura e ghiaccio causa numerosi passaggi obbligati dalla scarsità di neve in basso.
Molto freddo, in compenso il vento non ha infierito più di tanto, qualche folata in cima. Ottima compagnia.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
note su accesso stradale :: Ottimo
attrezzatura :: scialpinistica
Stamattina meteo velato che poi è migliorato sul sole ma con un po di vento .Neve un po di tutto dal macetto in basso un po di farinella e in alcuni punti un po di crosticina sciabile ma con difficolta visto la non uniformita.Tutta sci ai piedi.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Partito dal ponte Piancia, neve a 3 min dalla macchina, con qualche breve interruzione, ma sempre sci ai piedi, non durerà molto.Itinerario diretto che prende subito quota,dalla grangia Pausa discreto rigelo e messi i rampant per progressione più veloce.Incrociate due comitive di ski alp francesi, diretti alla mia stessa meta.Impressionante vista sulla vicinissima Oronaye e Autovallonasso a breve distanza,e buona parte dell'alta valle Maria e Valvaraita con Mongioie e Salza in evidenza.Buona discesa con qualche tratto in cui si sprofondava,ultima parte neve un po' molliccia ma sciabilissima fino alla fine.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada pulita fino al parcheggio
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Bellissimo ambiente in una giornata calda e assolata. Neve non rigelata e, pertanto, molto umida in basso complice il ritardo accumulato nella salita. In alto primaverile ben portante. Comunque sciabile da cima a fondo: peccato per la fitta boschina nell'ultimo tratto che, tuttavia, si è rivelato divertente ed ha permesso di arrivare direttamente con gli sci alle auto. Difficilmente le condizioni in basso rimarranno accettabili a lungo.
Prima gita della stagione dopo l'incidente in bici subito a fine a autunno da uno di noi due. Con Ucciucci ed altri amici alcuni dei quali hanno sceso il canale dal passo di Fea che, però, è risultato interrotto a metà.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Necessarie gomme termiche
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
L'ultima nevicata ha portato 15 cm. di farina leggera che però si è salvata solo nella parte bassa xchè in alto il vento ha scombussolato parecchio le condizioni. In alcune zone tipo sui dossi la neve è stata completamente spazzata via mentre negli avvallamenti e nelle conche si trova anche 1/2 metro di farina compressa. Il pendio sotto il Soubeyran sceso su neve ventata portante mentre nel vallone sotto il passo della Cavalla abbiamo cercato di sfruttare alla meglio i tratti con la neve vecchia dura che ci hanno offerto una sciata migliore. Giunti alle Grange Pausa ripellato per seguire la traccia di 3 scialpinisti, che ringraziamo, diretti al M.Viraysse. Sotto il colle del Sautron dietro-front con discesa in farina pressata fino a quota m.2000 poi bella polvere ma occhio alle pietre nel tratto poco sopra la stradina che porta a Saretto.
Oggi sul Soubeyran solo noi 2.


[visualizza gita completa con 10 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: strada innevata
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti le 8.50,assenza di vento solo una leggera brezza ogni tanto nel vallone e qualche raffica più forte in cresta finale.Non siamo saliti al camping ma abbiamo tagliato subito lungo la strada che porta direttamente ai tornanti della militare.Traccia ottima degli amici del giorno precedente (che ringrazio x la dritta).Molto freddo nelle zone in ombra.Ci sono circa 40-50cm di fresca nella parte medio-alta della gita.Gente che stava tracciando un po' ovunque.Dietro di noi circa 9 persone.Scesi direttamente dalla cima su leggera crosta nn portante ma ben sciabile con energia :) poi splendida farina asciuttissima con brina di superficie fino alle macchine,da prestare attenzione nella parte bassa nel rado lariceto dove la neve è poca e si prendono alcune pietre,x il resto tutto ok.
Un saluto ai soci/e di oggi x la sempre ottima compagnia ;)

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: -
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal parcheggio vicino al lago, sotto la strada (quello di accesso al campeggio; ad ora, vista l'assenza di fondo in basso, conviene partire da qui). Dal Passo della Cavalla, siccome non ci ispiravano né la dorsale di dx, né il pendio sotto la cima (onde da accumulo), ci siamo spostati sulla cresta di sx, dove passa anche il sentiero estivo. In salita, valutare bene anche le condizioni del pendio da risalire a sx quando si devia dal vallone delle Grange Pausa. Dal Passo della Cavalla in giù la neve non è stata toccata dal vento. Innevamento continuo, anche se nel rado lariceto a valle delle Grange Pausa qualche pietra si raschia. Per il resto, bellissima farina leggera.
Con Carolina, Mauro, Matteo e Lorenzo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Itinerario molto interessante, soprattutto se percorso ad anello con discesa nel ripido e bel vallone del Passo della Fea, che va percorso solo con neve sicura; in questo caso, in discesa, la difficoltà è OS.

[visualizza gita completa con 15 foto]
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: saretto
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
bella giornata di sole rigelo buono solo oltre 2000 metri discesa neve prima parte accettabile da grangia pausa in giù tremendo marciume speriamo torni il freddo allegra compagnia alè sù

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Nulla da segnalare
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti su buona traccia fino all'Aig. De Barsin e da li in vetta al Sobeyran. Scesi dal canale nord su bella farina un po' lavorata nella parte alta ma spettacolare nel conoide che vale il ripello. Seconda discesa sempre su ampi spazi vergini e rientro diretto su Saretto su bei pendii con ancora bella farina.
In compagnia di Vale, Fede, Fra e Koba.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a Saretto
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Sesta gita sociale del Gruppo SciAlpinistico (GSA) del CAI Uget di Torino. La valutazione è strettamente personale.
Ottima la relazione di Mike52.
Solo il nostro gruppo lungo il percorso. Gran caldo lungo la salita. Bellissima la discesa nel canale ripido (OS) con ingresso adrenalinico 5*, ottima la discesa nel vallone di Visaia su pendenze sempre sostenute e neve primaverile (4*), osceni gli ultimi 150m dove l'obiettivo è stato portare tutti gli arti interi a casa (1*). Nel complesso tre stelle e mezza abbondanti...
Una quarantina di partecipanti tutti in vetta. In discesa alcuni sulla via di salita, alcuni nel canale ripido ed altri direttamente al col di Fea. Grazie ai tre (quasi quattro con Enrico) capigita: Lorenzo, Marco e Roberto che sono riusciti a proporre giovedì una gita che sarebbe stata in condizioni oggi e tutta per il nostro gruppo... Chiaroveggenza?
Per una descrizione più dettagliata o eventualmente per unirsi alle prossime gite:
foto su:



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino a Saretto
attrezzatura :: scialpinistica
Gran bella Gita in sociale con il GSA Uget Torino. Saliti dall' itinerario classico, arrivati in punta ci siamo divisi in due gruppi, il primo disceso per l'itinerario di salita trovando neve variabile da farina a portante e primaverile in basso. Il secondo di cui io facevo parte, disceso dal canale nord che parte 50 mt. più basso a est della punta, risaliti al Passo della Fea è scesi verso il lago Visaisa quindi a Saretto per chiudere l'anello. Bellissima farina nel canale, trasformata dal P. della Fea, rigelata con fastidiose tracce precedenti negli ultimi 150 mt. Nel complesso ottima sciata.

[visualizza gita completa con 7 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: snowboard
Un ringraziamento speciale all'irruzione artica del giovedì che ci ha regalato questa giornata gelida in quota ottima per la pratica dello scialpinismo.
partiti alle 9.20 dalla macchina arrivo al colletto a 30 mt dalla cima alle 13.40!!
caldo sul primo pedio a est poi all'ombra nel vallone.. polo nord ma niente vento
dai 2000 non una traccia e si batte alternati in ottima farina (30-40 cm) con le ciastre.. arrivati alla croce di caraglio io proseguo la battitura fino al colletto nel canalone nord (fatica immane da soli), samu si ferma e mio fratello và al sole sulla costiera che parte dall'aiguille de barsin.
gli ultimi 50 mt di salita sono una tortura, si sprofonda fino alla vita e in alcuni punti anche più giù comunque paesaggio mozzafiato.
in discesa le strade si dividono:
- io il canalone nord del soubeyran in farina e pendenze da urlo (la sciata più bella della stagione) e poi la variante nel canale a sinistra della croce di caraglio (neve molto dura)
- samu riscende dalla normale di salita su farina fino a grange pausa
- il frel invece scende una bella e ripida linea sulla costiera nord dell'aiguille de barsin .. da panico!!
Super ambiente e super neve !!
con la tavola si stacca 2 volte in discesa causa falsipiani
con frel e samu d'savian


[visualizza gita completa con 8 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Nulla da aggiungere alla dettagliata descrizione di Dadda. Confermo lo splendido ambiente molto selvaggio in cui si svolge tutta la gita. Se poi hai la fortuna di non incontrare nessuno...
In compagnia di Dadda e dell'incazzatissima Vale. (menomale che non abbiamo incontrato cispolari dopo la nottatta...)


[visualizza gita completa]
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti da gr. Pausa, passo Cavalla. Neve molto variegata per gli effetti del vento. Nel pendio SE sotto la vetta, neve dura. Siamo scesi al lago d'Apsoi (non molto sciistica, gobboni e un po di scalette varie) e quindi ripellato per il colle d'Enchiausa. Da qui discesa su bella neve farinosa a tratti compressa ma sempre divertente. Ritornati al lago d'Apsoi abbiamo chiuso l'anello su Saretto per il lago Visaisa, sorgenti Maira ... sempre su neve buona andandola a cercare. In basso, sopra le sorgenti qualche pietra spunta.
Gita stupenda in ambiente grandioso. Solo noi e un altro skialp solitario
Con Brodo e Vale (incazzatissima) che di notte i ciaspolari hanno un po scassato i c.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica

Dimanche ns avons fais Monte Soubeyran depuis la route entre Sareto et Chiapera portage 30 mn pas mal de glace dans la petite forët (crampons utiles ) puis enneigement suffisant mais neige dure;couteaux conseillés.
En bref: conditions très limites pour le ski mais on est en temps de crise alors on serre les dents.
LB

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessun problema sino a Saretto
attrezzatura :: scialpinistica
Manca la neve e se non si vuole percorrere la caotica valanga occorre portare sino alle Grange Pausa.Di lì in sù copertura continua e in alcuni tratti un pò sfondosa come tipico di questi ultimi tempi.L'ultimo tratto del pendio sotto la vetta lo abbiamo lasciato perchè non ci siamo fidati e in punta siamo andati per cresta. In discesa ci siamo divertiti
Con Marco,Piera,Andrea,Guido e Carlo


[visualizza gita completa]
quota neve m :: 1500
sarebbe da 2 stelle e mezza, a noi è piaciuta perchè siamo di bocca buona nonostante il mancato rigelo su tutto il percorso. Ovviamente abbiamo evitato le varianti ripide della gita, dal pianoro di q. 2364 in giù diventano tre stelle piene. Bella la parte bassa ed il bosco un po al limite con la neve, peccato che l'enorme slavina limiti in alcuni tratti la sciata.
Con Mario,Marco,Alberto,Lucio,Ubaldo e i due Piero.

[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
quota neve m :: 1000
gita sociale CAI di borgo,saliti dal colle della maddalena e discesa a saretto,giornata splendida, tanta tanta neve............in discesa la prima parte trasformata marcetta,sotto il bivacco bonelli mantenendo la sinistra ancora ottima farina,su pendio sostenuto,
dal lago visaisa piuttosto marcia ma non sprofondante,nel complesso buona discesa.
un caro saluto a tutta la numerosa compania ,un grazie alle autrici delle ottime torte consumate a fine gita...............
ciao a tutti..............

[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1300
Saliti seguendo l'itinerario descritto e poi deviando verso l'intaglio tra il Soubeyran e l'aguille de Barsin. In discesa verso il passo della cavalla e poi deviando verso l'itinerario di salita giù dritti nel vallone principale che in basso diventa canale abbastanza ripido ed interrotto da salto roccioso. Si evita il salto con un singolo passaggio obbligato che era in condizioni ottimali.
Arrivati in valle con l'intenzione di salire al Monte Freide, alla partenza mancava completamente la neve. Dopo lunghe discussioni il gruppo dei sette nani con Biancaneve è riuscito ad inventarsi un bel giro ed un'ottima sciata su farina eccellente ( almeno nella parte bassa dove il vento non ha rovinato). Un saluto a Biancasabina ed i nani Gibiolo,Maurolo,Claudiolo, Enricolo,Lucalo,Beppelo e Cesarolo.


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1500
Bella gita in ambienti suggestivi, ma condizionata da presenza di tormenta di neve con visibilità ridotta dal Passo della Cavalla alla vetta. Il traverso che adduce al passo non sembrava il massimo in termini di sicurezza, ma è breve. Sembrava che le nuvolaglie sui rilievi picchiassero più sullo spartiacque principale, di cui appunto fa parte il Soubeyran. In basso c'era il sole. Per la vetta oggi utili coltelli oppure ramponi senza gli sci. Discesa piacevole per 20cm di farina e poi da sotto grangia pausa alla macchina neve bagnata ma sciabile. Sui versanti sud la neve è quasi sparita. L'itinerario che sale a destra della rocca provenzale è privo di neve. CAI ULE SESTRI con Alberto, Armando, Attilio e Nino.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1600
saliti alla vetta passando dalle grange pausa e scesi dal visaisa passando per il canale del passo della fea.
un bel giro ma....pochissima neve fresca in alta valle maira e poco fondo perciò si toccano molte pietre.
Buon anno a tutti !

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Il posto incantevole merita 5 stelline, la neve purtroppo solo due, al mattino in salita si lasciava andare appena il sole faceva capolino tra le nuvole, nei versanti in ombra era crostosa ma non portante. La discesa è stata difficile e stancante, scavando tracce nella neve ormai poltiglia. Il tempo bizzarro ha fatto il resto, un pò di sole molto caldo, poi nuvole, poi neve, poi freddo polare sul colle. Noi ci siamo accontentati del Passo della Cavalla. Un saluto a Marius Flip e Speedy incontrati in salita e in discesa. Stefania e Beppe

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
3 stelle per l'ambiente bellissimo. La neve meritava ben di meno, credo che oggi abbiamo trovato tutte le peggiori nevi del catalogo. Non siamo scesi dal passo della fea, causa la incerta visibilità che rendeva difficile sciare. Cmq quando si assesta sarà bellissima. Gita fatta con il mitico SPEEDY (a sx nella foto)

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Non era proprio la farina di gennaio ma era veramente ben sciabile e ci ha permesso di fare tante belle curve, fino alla macchina. Temperatura fredda, anche se siamo scesi abbastanza tardi.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): accumuli o lastroni
gita con percorso a esse. la neve varia in funzione dell'esposizione. Dalla vetta al passo della cavalla(sud) primaverile marcetta. dal passo fin sottola punta Teste (est) crosta portante. Il canale ripido sotto la punta Teste (nord) crosta portante dura. Poi neve pappa fino alla macchina

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
saliti dall'itinerario per il passo della cavalla , scesi intorno alle 10 su bellissima neve primaverile in alto , crosta abbastanza sciabile fino a 2200 mt e poi su neve marcia ma comunque sciabile dalle grange pausa a saretto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Viste le temperature, la neve non poteva che essere pappa. Comunque l'itinerario fatto, cioè quello ad anello, con discesa dal passo di Fea, è veramente bello.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Ci sono circa 30 cm di neve fresca dall'inizio alla fine, tranne che sulla cima dove il vento l'ha spazzata. Abbiamo fatto il percorso nella nebbia + o - fitta. La discesa è stata complicata dal fatto che non si vedeva niente (o quasi), molto bello in fondo dopo le grange Pausa dove gli alberi aiutavano nel vedere la pendenza. Onore ad Andrea che ha battuto quasi sempre (a mia parziale giustificazione: un terribile zoccolo di neve dall'inizio alla fine).

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 3 su 5
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante/marcia
Notte nuvolosa, 5°C alla partenza.Neve crostosa generalmente non portante poi marcia al disotto dei 200 m.
Non siamo arrivati in cima poichè giudicata pericolosa la salita al passo della Cavalla.
Fermati sull'anticima del Rocciassetto 2570 m.Pericolosità confermata in discesa con il distacco di larga fetta di un pendio ripido esposto Nord (obbligatorio) senza il nostro concorso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: trasformata
bella giornata, con buona compagnia. Ottima alternativa alla salita verso il colle della cavalla, è la salita lungo un canale ben visibile dall' passo di fea; dall' uscita poi si raggiunge comodamente la vetta.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: trasformata + farina
Bella giornata di sole.Saliti partendo da Ponte Pancia ( 1533 mt).Scesi dal canale NE ( scendere lungo la cresta verso N. per 50 mt).Pendio ripido con neve bellissima. Arrivati nel piano a 2370 mt scegliere un altro canale che arriva diretto al ponte.
Variante consigliabile.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: Buone
neve (parte superiore gita) :: Di tutto un pò.
Giornata favola anche se freddina(meglio) neve lavorata dal vento della notte, comunque sempre sciabile farina a tratti compatta trasformata sui pendii esposti a sud!!

[visualizza gita completa]
osservazioni :: sicure
neve (parte superiore gita) :: trasformata
Però attualmente già manca neve per questa discesa e quindi conviene scendere da dove si è saliti. Gita stupenda che si trova sul libro di Canpana. Neve spendida con condizioni sicurissime.


[visualizza gita completa]

Caratteristica itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1530
quota vetta/quota massima (m): 2701
dislivello totale (m): 1171

Ultime gite di sci alpinismo

17/03/19 - Traversata passo Pasche´ - bomber
Bellissima traversata senza nessuno in giro. Caldo per il periodo pero´ mitigato dal vento mai forte se non a raffiche in forcella. Discesa su polvere leggermente lavorata dal vento e via via piu´ p [...]
17/03/19 - Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri - f.gulliver
Gita magnifica, che abbiamo pure allungato per errore di itinerario (saliti fino al Questa, poi traverso e discesa fino al lago di Valscura, da qui salita evidente). Utili i ramponi per la cima. In di [...]
17/03/19 - Corborant (Cima di) da Besmorello - cuccimaira
Gran gitona e grande ambiente! Come già ben recensito da MAX 64 che saluto aggiungo qualche notizia dal bivio del Laris in poi. La neve su questo itinerario si presenta un pò più lavorata dal vent [...]
17/03/19 - Content (Bric) da Chialvetta - Castel
Si parcheggia sulla strada presso Viviere. Neve a meno di cinque minuti dall’auto. Sulla strada tre o quattro brevi togli-metti. Saliti e scesi sull’itinerario per il Passo Scaletta per godere di [...]
17/03/19 - Pè de Jun (Testa) da Grangie - skeno
Saliti dalla normale (data la poca neve ultimo pezzetto a piedi) e scesi sul vallone opposto esposto inizlamente a sud est e poi a nord est. Neve primaverile quasi sempre ben sciabile, ultima parte lu [...]
17/03/19 - Jafferau (Monte) - Monte Vin Vert da Bacini Frejusia, traversata con discesa per la Valfredda - HHEB
Preso impianti fino in cima alla seggiovia BAN (14 euro per un'ora di biglietto, gli impianti hanno aperto alle 8,50). Arrivati in cima al jafreau alle 9,45 (15-20 min a piedi dall'arrivo dell aseggio [...]
17/03/19 - Silleskogel dal maso Steckholzer - silverrain
Gita molto affollata perché con rischio minimo di valanghe (nella parte finale). La neve sopra i 1800m era spettacolare, 50cm di fresca su fondo duro; sotto, ovviamente, polenta considerando il caldo.