Oberalpstock da Disentis e discesa su Sedrun

osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1500
Seconda giornata del Raid del Todi che, a causa delle avverse condizioni meteo e della troppa neve, si è tramutato in una 4 giorni con base a Disentis. Sfruttando l'apertura degli impianti per il 1° maggio, siamo saliti fino a quota 2833, poi salita al Piz Ault. A causa della troppa neve il passaggio attrezzato sulla dx era a rischio, allora siamo saliti direttamente in punta (crestina facile, in discesa abbiamo attrezzato una corda fissa) e da lì scesi sul Brunnfirn. Risalita fino alla vetta sciistica dell'Oberalpstock, senza difficoltà se non il caldo e la fatica di battere la traccia. Discesa su neve pesante ma divertente. Risalita al Piz e lunga discesa fino a Disentis, prima su piste appena fresate e poi su pista chiusa, fino a quota 1550 circa e da lì a piedi fino alla macchina. Nonostante il dislivello modesto (appena 1100 m usando gli impianti, ma 2650 di discesa) la gita è impegnativa per le 3 risalite e la parte tecnica se si deve affrontare la vetta del Piz Ault e non il passaggio attrezzato.
Saluti ai compagni di raid: Renzo, Marco, Jimmy, Franco, Gianni, Paolo, Mara, Ezio e Luisa


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1900
Gita molto frequentata e traccia evidente, nonostante la nebbia sui 2900 m.
Rinunciato a proseguire a circa 3150 m, sotto allo sperone roccioso, per orario tardo e nebbia fitta.
Discesa per l'itinerario b), su neve un pochino crostosa (ma proprio poco) sul ghiacciaio e nel canale, poi sotto pochi cm di farina su fondo duro, spettacolare.
Da 1900 m fino a Sedrun (1450 m) sci in spalla.

Fare quasi 3 ore di auto per cercare il bel tempo e poi trovare brutto lo stesso non è il massimo... comunque la neve della discesa e la scoperta di questi gran bei posti (da rivisitare magari con più calma e in zona adiacenti con meno impianti) ha ripagato del viaggio.


[visualizza gita completa]