Gran Pinier (le) da Les Violins

note su accesso stradale :: Park 1 Km dopo le case di Les Mensals
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Inizio gita in ambiente spettacolare costeggiato dalle cascate di ghiaccio di Freissinieres .Sci ai piedi dal parcheggio 1330m e continuità di neve su tutto il percorso. Purtroppo il vento nella parte alta tirava parecchio e al raggiungere la cresta a 2730m abbiamo dovuto girare i tacchi, comunque la parte finale ci sembrava un pò spelacchiata... Bella discesa che nella parte mediana attraversa un bel bosco di larici e si apre con belle vedute sulle baite di Dourmillouse
Cabane de Palluel 2173m
In fondo al centro il Grand Pinier
Traverso sopra il lago Palluel
Discesa dopo il lago
Dal parcheggio cadute di neve e ghiaccio nei pressi delle cascate

[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok fino al parcheggio inv. (1371 m)
attrezzatura :: scialpinistica
dal parcheggio invernale (1370) abbiamo percorso i 2 km di strada innevata che portano al parcheggio estivo, dove finisce la carrozzabile; di qui, attraversato il ponticello a ds, siamo saliti per il sentiero invernale, completamente sgombro, che ci ha portati all' abitato di Les enflons, appena sotto La dormillouse (1681); invece, in discesa siamo stati sul sentiero invernale, piu' a ds scendendo (bivio a quota 1690 circa): in questo modo abbiamo camminato senza sci solo per circa 50 m di disl.
la neve: dalla cima un pezzetto con neve un po' dura e non proprio liscia, poi bella primaverile; arrivati ad un certo punto, vista una cimetta accattivante con bei pendii, siamo risaliti per prolungare la scivolata: abbiamo quindi raggiunto questa cima senza nome, quota 2796, un po' sotto la cima principale e che offre una bella dorsale panoramica
in lontananza solo altri due scialpinisti al petit pinier e un ciaspolatore

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada pulita fino a Les Mensals
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Gita questa alla Gran Pinier che per sviluppo 17KM, dislivello 1800mt e tempi 9 ore a/r; viene proposta per una due giorni. Ma per due vecchietti in pensione lo scrivente e il socio, addirittura partito in giornata da Vercelli, e' una cosa che si puo' ancora fare. Pur consapevoli di arrivare sul posto gia' tardi con tutti gli svantaggi dovuti alla cattiva qualita' della neve, ai problemi di zoccolo e la certezza di una giornata piena di impegno. Difficolta' di ricerca dell'itinerario in un campo arato da tracce di sci sia di salita che di discesa a monte di Dormillouse, al momento di superare il ripido tratto boscoso. Cmq al di la' di tutto cio', una gita superlativa per la gradiosita' dell'ambiente in un settore alpino a sud degli Ecrins poco frequentato dagli skialp Italiani. Valida alternativa al Queyras. Con Franco.
Noi siamo partiti da Les Mensals findove la strada e' praticabile ancora senza mezzi da neve, a quel punto aggiungere un'ora di cammino in piu'.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: in auto fino a fondo valle (parcheggio quota 1440)
bella e calda giornata di sole. in salita, sci in spalle per 30 minuti circa evitando di passare dalla borgata dormilleuse, ma tenendosi in basso a sinistra nel senso di salita. poi innnevamento buono su tutto il percorso. in discesa: i primi 100 metri circa sull'ampia dorsale, poi si imbocca sul versante nord, 100 metri prima dell'insellatura, un ripido, ma breve, canale con ottima neve farinosa. a quota 2300 circa occorre superare delle barre rocciose con passaggio obbligato da destra verso sinistra, per poi giungere in fondo al vallone del chichin che conduce, con qualche piccolo "ravanamento", a poca distanza da dormilleuse, dove si tolgono gli sci. per ripido e veloce sentiero (30 minuti circa) si rientra al parcheggio. bella gita nel Parco degli Ecrins, zona alquanto selvaggia e frequentata più dagli amanti delle cascate di ghiaccio che da scialpinisti. con carlo e bruno.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Si arriva in auto fino al parcheggio q. 1440
Si portano gli sci x circa 150 mt di disliv. Da li fino alla cima neve continua e abbondante. Oggi non erano indispensabili i coltelli ma se le temp si abbassano possono servire. Grandioso panorama dalla cima. Discesa verso le 11 sul canale subito a dx (scendendo dalla cima) su neve decisamente pesante (oggi molto caldo),così raggiunto il pianoro a q. 2700 rimesso le pelli e risalito dinuovo in cima per scendere dalla cresta di salita, veramente bella. parte alta con tratti di polvere lavorata,poi piegando a dx abbiamo imboccato il pendio esposto a e (circa 35°) con ottimo firn. Dopo il traverso neve da fantascienza fino al sentiero finale, firn perfetto con 3/4 dita rinvenute!!! (foto). Gran bel gitone, da 5* come neve ma 4* per i primi 150 mt da portare.
Un saluto al grande peo oggi ai suoi primi 1700 mt di disliv affrontati in grande stile.


[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1285
quota vetta/quota massima (m): 3117
dislivello totale (m): 1832

Ultime gite di sci alpinismo

17/03/19 - Traversata passo Pasche´ - bomber
Bellissima traversata senza nessuno in giro. Caldo per il periodo pero´ mitigato dal vento mai forte se non a raffiche in forcella. Discesa su polvere leggermente lavorata dal vento e via via piu´ p [...]
17/03/19 - Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri - f.gulliver
Gita magnifica, che abbiamo pure allungato per errore di itinerario (saliti fino al Questa, poi traverso e discesa fino al lago di Valscura, da qui salita evidente). Utili i ramponi per la cima. In di [...]
17/03/19 - Corborant (Cima di) da Besmorello - cuccimaira
Gran gitona e grande ambiente! Come già ben recensito da MAX 64 che saluto aggiungo qualche notizia dal bivio del Laris in poi. La neve su questo itinerario si presenta un pò più lavorata dal vent [...]
17/03/19 - Content (Bric) da Chialvetta - Castel
Si parcheggia sulla strada presso Viviere. Neve a meno di cinque minuti dall’auto. Sulla strada tre o quattro brevi togli-metti. Saliti e scesi sull’itinerario per il Passo Scaletta per godere di [...]
17/03/19 - Pè de Jun (Testa) da Grangie - skeno
Saliti dalla normale (data la poca neve ultimo pezzetto a piedi) e scesi sul vallone opposto esposto inizlamente a sud est e poi a nord est. Neve primaverile quasi sempre ben sciabile, ultima parte lu [...]
17/03/19 - Jafferau (Monte) - Monte Vin Vert da Bacini Frejusia, traversata con discesa per la Valfredda - HHEB
Preso impianti fino in cima alla seggiovia BAN (14 euro per un'ora di biglietto, gli impianti hanno aperto alle 8,50). Arrivati in cima al jafreau alle 9,45 (15-20 min a piedi dall'arrivo dell aseggio [...]
17/03/19 - Silleskogel dal maso Steckholzer - silverrain
Gita molto affollata perché con rischio minimo di valanghe (nella parte finale). La neve sopra i 1800m era spettacolare, 50cm di fresca su fondo duro; sotto, ovviamente, polenta considerando il caldo.