Suretta (Pizzo) dal lago Montespluga e versante sud

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strada pulita
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza sci in spalla, dapprima per la stradina sterrata, poi lungo il sentiero per il bivacco (cartello segnaletico + bolli bianchi e rossi); si calzano gli sci a quota 2050m circa, dopo 20 - 30 minuti di cammino.
La traccia di salita dei giorni precedenti è pressoché assente a causa della durezza della neve, che non fa imprimere dagli sci i "binari" nella neve… in compenso, è presente una marcata traccia di persone salite/scese a piedi.
In salita neve crostosa dura e portante, ma rampanti non necessari. (viste tracce di discesa dal canalino del bivacco, che comunque si presenta molto magro)
Canalino salito con piccozza e ramponi, tolti solo una volta arrivati al Surettajoch.
Cresta con traccia appena marcata in quanto le peste precedenti sono state cancellate dal lavoro del sole e del vento. A causa dell'assenza della traccia nella parte finale e della nebbia densa che ci ha colto appena sbucati in cresta, abbiamo perso un po' l'orientamento (!?!), contornando la cuspide della vetta sul lato meridionale e sbucando sulla cresta Est tra la vetta principale (Punta Nera) e la vetta secondaria (Punta Rossa). Da qui, Punta Nera raggiunta in due minuti.
Dalla vetta, discesa a piedi nella nebbia profonda su traccia marcata dapprima lungo la cresta N-NE, poi in pieno pendio NE, con un tratto di discesa faccia a monte, e poi un traverso per raggiungere il Surettajoch. (presenti comunque diverse tracce di discesa sci ai piedi)
Dal Surettajoch discesa su bei pendii con neve ancora dura, poi mega traversone per riguadagnare la via percorsa in salita. Buona discesa su neve cotta a puntino (verso mezzogiorno).
Solo noi due su tutto il percorso.
Salita dal versante italiano ben tracciata dai pedoni fino in cresta, traccia di salita con gli sci poco marcata causa neve in crosta portante.
In cresta le tracce di passaggio erano più deboli a causa del lavoro del sole e del vento.
Discesa al Surettajoch ben scalinata.

Ferrè - Val Loga - Tambo
Bivacco Suretta
Inizio del canale di accesso alla cresta
Pizzo Suretta: vista dell'ometto di vetta e della cresta percorsa, sul fondo, il Lago di Montespluga
Pendio di discesa verso il Surettajoch
Tambò dal Surettajoch
Pizzo Suretta dal Surettajoch
Fine neve
Inizio neve

[visualizza gita completa con 9 foto]
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Prime difficoltà: gregge enorme in trasloco per l'estate, succo rancido al bar che provocherà turbe intestinali, arva scarico. Ma soprattutto nuvole e nevischio sin dalla partenza a 1900. Neve ghiacciata intervallata da chiazze di neve fresca tipo polistirolo trasportata dal vento. Rampant necessari visto i pendii molto ripidi. Visibilità che andava e veniva. Ci siamo fermati poco sotto i 2900 quasi all'imbocco del canale: visibilità annullata e condizioni del manto cambiate in peggio. Molta più neve nuova su fondo solo in parte già svalangato. Pendio sotto vento con scariche di neve soffiata dalla cresta. Discesa tutto sommato non male inizialmente su neve fresca e fondo duro poi su neve ancora ghiacciata. Scesi con gli sci fino a 2000 sfruttando lingue di neve sulla sinistra orografica. Nessuno in giro. Per concludere auto impantanata sul nevaio residuo. Grazie ai due australiani in infradito che sono accorsi e trainato fuori. Grande civiltà. Con Giac

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulita
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Mancata la vetta per pochi metri causa visibilità nulla.
Bella gita comunque con Andrea Lorenzo Fabio e Fabrizio


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
neve buona in salita tranne in alcuni punti in cui erano consigliati i coltelli, buona la discesa con gli sci sul versante sud, salita invece effettuata con ramponi. Da metà in giù neve pessima

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: aperta fino all'albergo posta
quota neve m :: 1600
inizialmente neve dura da rigelo, arrivati in vetta poco prima di mezzogiorno, la neve comincia già a essere troppo molle.
la discesa dalla cresta per il versante sud è ripidissima e molto impegnativa. le rocce esposte consigliano il divieto a cadere!
in 3 domeniche tre gite favolose qui intorno---si salva la stagione!


[visualizza gita completa con 1 foto]

Caratteristica itinerario

tipo itinerario: altro
difficoltà: OSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1901
quota vetta/quota massima (m): 3027
dislivello totale (m): 1126

Ultime gite di sci alpinismo

25/04/19 - Parpaillon (Montagne de) dal Col de Vars - anna-renato
Sul Parpaillon è tornato l'inverno o perlomeno oggi l'impressione è stata questa visto la neve recente ,la nuvolosità e l'aria fredda che ci ha accompagnato sulla cresta finale.Discesa tutto sommat [...]
25/04/19 - Crevacol (Testa di) da Saint Rhemy - brusa
Se si rispetta il divieto, dai 1700 fino all'imbocco del traforo la neve lungo la mulatiera non è continua. Neve umida e non rigelata fino a metà pendio. Da metà in su, leggero strato di fresca com [...]
25/04/19 - Lose (Cima delle) da Argentera - lupo alberto
Saliti da Grange per la dorsale nord: buon rigelo grazie al rasserenamento notturno (purtroppo solo notturno...), crosta non portante nella parte bassa, oltre i 2300 il vento aveva già pressato quell [...]
25/04/19 - Pepino (Cima) da Limone 1400 - lucianeve
Noi abbiamo parcheggiato dalla chiesetta, ma volendo si può parcheggiare anche alla partenza della seggiovia Cabanaira. Gli sci si calzano all'inizio del pistone della Cresta. Neve sempre continua. C [...]
25/04/19 - Couis (Punta) da Pila - titti67
Saliti lungo la pista centrale del Leissè, poi per la stradina che sale al Couiss 1. La nevicata di ieri ha messo giù qualche centimetro su cui oggi era presente una infida crosta non portante. Da [...]
25/04/19 - Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano - luca76
Salito tra i primi con visibilità buona e vento forte solo in prossimità della vetta. Unico neo... rotto attacco in vista della cresta finale... Quindi continuato un po' a piedi ma crosta sfondosa a [...]
25/04/19 - Corno Grande da Prati di Tivo - marco329
Un 25 aprile memorabile. Cielo terso. Ambiente da favola. Sul ghiacciaio crosta portante, poi firn eccezionale un poco più umida in fondo. Scalette agevoli. LA PIÙ BELLA GITA DELL ANNO DOPO DIVERSE SULLE ALPI. MAGICO GRAN SASSO