Viso Mozzo Canale dei Campanili ramo sx e cresta E

Abbiamo tentato sapendo che era un po' un azzardo, e infatti poco dopo l'imbocco del canale (a quota 2750), abbiamo preferito rinunciare perchè la neve (comunque non abbondante), non era ancora trasformata.
Salita di Luca con Maxgrana, Frank e Luca


[visualizza gita completa]
Neve a partire da quota 1900mt c.a., sfruttando il rigelo notturno si sale velocemente fino all'imbocco del canale ramponi ai piedi. Nella parte alta della gita c'è ancora tanta neve, anche la cresta è ancora molto carica (e sfondosa). L'ambiente veramente spettacolare, le guglie naturali creano una cornice suggestiva, sembra di essere in una cattedrale costruita da madre natura. Ridisceso dalla normale (nota. il pendio che porta al colle di viso era liscio come un tavolo da bigliardo, mi ha fatto rimpiangere di non essere salito con gli sci :) ) Scendendo ho osservato e udito numerose scariche provenienti dai versanti sud/est di visolotto, gastaldi, roma etc.
Giornata bella peccato per qualche nuvola verso fine mattinata.

[visualizza gita completa]
Battuto traccia fino al colletto prima del canale dopodichè abbiamo calzato i ramponi e abbiamo traversato alto per portarci subito all'imbocco del canale.
Canale faticoso a causa della neve sfondosa, uscita sul colle più a sinistra (secondo me) non banale a causa delle rocce coperte da neve incosistente; la cresta è piuttosto carica di neve, abbiamo traversato sotto i torrioni con cautela (nuovamente neve sfondosa) e infine ultimo canale che porta in vetta piuttosto ripido (45°).
Calzato gli sci da metà pala (prima troppe pietre scoperte)..rientro di non facile individuazione causa nebbia su crosta non portante/ventata.
A mio modesto parere gita sconsigliata, meglio aspettare condizioni migliori...
Con Serena

[visualizza gita completa con 3 foto]
note su accesso stradale :: Auto al Pian della Regina
Partiti alle 6.15 dal Pian della Regina con aria pungente, arrivati al conoide poco innevato, canale bianco al centro ma con neve discontinua a causa del vento, a volte dura ma per lo più farinosa o sfondosa, in cresta finalmente il sole ma neve ancora faticosa fino in punta.
Discesa dalla normale infinita e quasi tutta da battere.


Più che una gita un viaggio, con il compagno Adri-Beast sempre sul pezzo!

Nonsimollauncaxxo.


[visualizza gita completa]
Finalmente dopo qualche giorno riesco a scrivere....Partititi poco prima delle 7 dal pian della regina con tempo sereno e piuttosto freddo(come volevamo) , primo tratto su sentiero pulito poi neve portante fino quasi in cima al canale ; abbiamo percorso poi la facile cresta fino al viso mozzo.Partiti in 4 come spesso è accaduto, a pochi metri dalla cima il cuore di uno dei compagni di gite più generosi che ho conosciuto a smesso di battere, e nemmeno il tempestivo intervento del soccorso alpino è riuscito a risvegliare.Dal viso mozzo siamo scesi in 3 , io il Paccio e Beppe, Ernesto è rimasto per sempre sulle sue montagne lasciandoci un vuoto incolmabile.
Ho voluto scriver di questa giornata da dimenticare che non scorderemo mai ,per ringraziare il soccorso alpino che ha recuperato il nostro amico con coraggio e prontezza dando a noi un ultima speranza se pur vana ......Volevo per ringraziarli citare una frase che spesso ho riletto tratta da una guida di Giuseppe Manni .GRAZIE PER FARCI VIVERE LA MONTAGNA NEL VERSO DIRITTO ACCETTANDO VOI DI VIVERENE IL ROVESCIO ,CHE SIGNIFICA PARTIRE QUANDO è ORA DI TORNARE SALIRE QUANDO FA BRUTTO CON L' UNICA SPERANZA DI TROVARE ANCORA VIVA LA VITA .GRAZIE DUNQUE


[visualizza gita completa]
Salita davvero d'ambiente, con vista sul Re e sul Visolotto impreziosita agli occhi dalla nevicata recentissima.

Primo tratto di avvicinamento dal Pian della Regina su lingue di neve (non durerà per molto), poi man mano l'innevamento migliora ed aumenta (anche se non è mai abbondantissimo), con l'ultima neve scesa che ha coperto quella rossa dei gg precedenti.
Grande affollamento lungo la via normale di risalita verso il Viso Mozzo, noi abbiamo goduto invece di pace assoluta ed una mattinata in completa solitudine in un ambiente davvero maestoso.

Conoide di avvicinamento ai canali veri e propri piuttosto faticoso da risalire, sia per il sole caldo (anche se è ancora presto), sia per la presenza di 4 dita di neve fresca su fondo duro ed irregolare per le slavine scese nei gg precedenti.
Il canale invece è stato una bella scoperta, con una quantità discreta di farina 00 su fondo duro che ci ha permesso una risalita piuttosto rapida e sicura.
Giunti al colletto non abbiamo proseguito per la cima (la cresta è ancora tutta innevata, il canalino finale invece pareva piuttosto magro), perché il viaggio A/R ci avrebbe portato via troppo tempo.
Discesa del canale entusiasmante, fatta quasi tutta faccia a valle su neve super.

Sul conoide invece, neve già parecchio umidificata che creava quel fastidioso zoccolo che impone una certa attenzione.
Dalla base sino al pian della Regina, calzato le racchette e sceso quasi sempre su neve discreta.

Gran bella gita, per l'ambiente, la compagnia (Fabry, Ivo e Lorenz sci-muniti) e soprattutto per la pace di un ambiente lontano dalle piste battute.
Peccato per la mancata vetta, ma va bin istes...


[visualizza gita completa con 11 foto]
Ha già detto tutto Everest. Un pò di apprensione per i "frigoriferi" volati sulla pietraia da dove eravamo saliti poco prima...
Ambiente stupendo e giornata bellissima!

[visualizza gita completa]
Condizioni buone, la neve inizia alla fine della conoide che attualmente è in pietre.
Conviene stare a SX della stessa perchè abbiamo visto dei bei proiettili da 50 cm arrivare dall'alto provenienti dalla parte centrale della parete.
Attualmente la diretta Grassi a DX è interrotta dalle rocce x mancanza di neve.
Noi siamo saliti slegati con una picca e ramponi, neve portante e sicura.
Per arrivare in vetta conviene fare una mezzacosta sul versante sud evitando i torrioni e sbucare sulla normale di salita.
Ambiente veramente bello.
Con gli Umberti.

[visualizza gita completa]
Gita effettuata con gli sci. Circa quindi minuti di portage (neve poco sotto al gabbiotto in cemento degl'impianti). Salita la diramazione di sx perchè sul momento non sapevo se anche quella di dx sbucasse sulla crestina. Dopodichè abbiamo raggiunto la cima del Viso Mozzo da cui siamo scesi per la normale con gli sci (anche se la spanna di farina nel canale ci ha lasciato il dubbio di tornare indietro e scendere da là). Peccato per la nebbia che ci ha tenuto compagnia ma, d'altronde, è qello che ci aspettavamo viste le previsioni. Con Manu.

[visualizza gita completa]
sicuramente il modo più divertente per salire senza sci sul viso mozzo.
il canale è in buone condizioni, la neve mollava il giusto anche grazie alla temperatura non altissima.
la pendenza è sui 40-45°. unico neo l'avvicinamento sul conoide ormai privo di neve faticosissimo.
cresta pulita tranne qualche brevissimo tratto aggirabile. se si segue il filo di cresta facendo tutti i torrioni le cose si complicano abbastanza, ma in ogni caso nessun passaggio è obbligatorio. in linea di massima passaggi tra il II e il III grado comunque sempre aggirabili

tempo clemente, anche se il sole è un altra cosa. solo 2 persone incontrate!!
con stefano b che ha ritrovato il feeling con i canali

ps. se sul conoide venissero ritrovati degli occhiali grigi da sole con lenti da vista, contattemi via mail grazie



[visualizza gita completa con 3 foto]
Gan bella e completa gita!..partiti con gli sci ai piedi dal secondo skilift (circa 15min di sci a spalle dal pian della regina..siamo saliti per la normale e poi taglio verso sx per raggiungere su bei pendii il conoide..ottimo rigelo..il conoide prende sole al mattino presto..neve molle e faticosa..tolti gli sci a metà conoide perchè si scivolava troppo, abbiamo salito la seconda metà con i ramponi seguendo le rigole delle vecchie slavine..ma si sfondava abbastanza e la risalita è stata faticosa..arrivati all'attacco del canale ottimo rigelo e neve dura..senza difficoltà passiamo sotto i campanili..bellissimo!!!...e via veloci fino alla cresta..la cresta si presenta ancora abbastanza nevosa e noi con gli sci a spalle e scarponi da skialp non ce la sentiamo di scalare i torioni..optimo per scendere tagliando verso destra il più possibile per ripidi pendii di neve marcia e terra per raggiungere il colletto...finito il traverso risalita di un canalino (circa 100m di dsl)di misto tra rocce (II) e neve cercando di sfondare il meno possibile..sbucati al colle ormai tardi..decidiamo di scendere subito non andando in vetta (circa 100m di dsl ancora da risalire in sci)..discesa ancora spaziale su ottima neve nel pendio ripido...poi marcetta ma sciabile in basso...fino al secondo Skilift!!!...giro di soddisfazione che merita!..con il grande Igor

[visualizza gita completa con 6 foto]
saliti lungo il vallone dei quarti e poi piegato a sinistra senza toccare la ghincia pastur sino a sbucare al conoide. Risaliti con le racchette sino all'imbocco del canale poi con i ramponi. Neve dura alla partenza, crostosa sulla frana e poi con pochi centimetri di farina fino al canale. quasi mezzo metro di polvere inconsistente su fondo duro fin quasi all'uscita. Ultimi metri polvere su pietra. Non andati in punta e ridiscesi dal canale.

[visualizza gita completa con 2 foto]
Itinerario molto bello se solo fosse in condizioni.
Partiti nel nebbione a quota 2350 ci sorprende il sereno col mare di nubi sotto...spettacolare.
Desolante invece il versante N del Mozzo senza neve.
La nebbia è lentamente salita durante tutto il giorno prendendoci al rientro in un bel canale detritico...!
Non immediato ritrovare la traccia di rientro nel mare di blocchi innevati alla base del conoide...!
Pensavamo di trovare almeno un pò di neve nei canali da permetterci di andare su ramponati...invece niente.
La neve manca del tutto e i canali sono solo pietre instabili e ghiaie coperti quà e là di neve spesso inconsistente.
Ci fosse stata almeno neve ventata!
Niente di niente.
La cresta in compenso velocissima fino in vetta senza un briciolo di neve.
Discesa di nuovo per la cresta est e poi giù in uno degli ultimi canali-rattaio che riportano alla base del conoide.
Scelta obbligata dovendo noi rientrare a ghincia pastour.
Altrimenti conviene la via normale.
Itinerario fatto in sci due anni fa....che differenza!!!!
Foto eloquenti per le condizioni di innevamento.
Prossimamente altre foto su
uscite...

[visualizza gita completa con 1 foto]

Ci sono anche stati ...

  • 01/06/14 - orco
  • Caratteristica itinerario

    difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
    esposizione prevalente: Nord-Est
    quota partenza (m): 1714
    quota vetta (m): 3019
    dislivello complessivo (m): 1300

    Ultime gite di alpinismo

    17/03/19 - Chambeyron (Brec de) Canale Nord - Bernard
    Pernottato sabato notte al comodo Bivacco Barenghi in compagnia di quattro francesi, difficile è stato chiudere occhio per il rumore continuo del forte vento. L'indomani raggiunto velocemente il Col [...]
    17/03/19 - Caprera (Triangolo della) Goulotte del Triangolo - Chiara Giovando
    Aggiungo qualche foto alla relazione di Dino. Noi abbiamo salito la via quasi del tutto in conserva protetta, superando sul secondo tiro l'unica cordata presente domenica oltre noi, che si è calata f [...]
    17/03/19 - Macerola (Punta) - Sirente Parete Nord Via Baiocco - Pallante - davec77
    Nonostante le temperature alte (ma la mattina alle 6 al parcheggio erano -5° C) e lo scarsissimo innevamento di quest'anno, la via è in buone condizioni, seppure più ripida e tecnica del normale. [...]
    17/03/19 - Mongioie (Monte) Parete NE, via diretta Biancardi - Golfarman
    Via molto secca. Il camino per accesso al traverso è completamente su roccia.Lo stesso per il passo dei massi incastrati. In cima usciti a dx con 15 metri di misto su piccola colata di ghiaccio (l' [...]
    17/03/19 - Caprera (Triangolo della) Goulotte del Triangolo - dinoru
    Le valli alpine offrono sempre nuovi posti da scoprire che vanno al di la dell'aspetto tecnico: valle bellissima con una parete di placca incredibile con un nastro ghiacciato in mezzo direi pittores [...]
    17/03/19 - Meidassa (Monte) Canale SO e Cresta S - Disagioagogo
    Partiti presto con neve portante. Canale in ottime condizioni se affrontato di buon ora. Poco vento in cima.
    17/03/19 - Laurenti (Punta) Canale Nord Forcella Varrone - piedinalto
    Che gitone godereccio! Il fatto di lasciare l'auto a Terme di Valdieri rende l'itinerario odierno impegnativo per i 7km ed i 400m di dislivello in più. In salita non abbiamo usato le ciaspole ( nel r [...]