Perduto (Colle) da Ceresole Reale

osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: ventata
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m. :: 1500
Arrivato fino al Leonesi, battendo traccia dal Lago!
In basso grande zoccolo causa la neve umida sottostante.
Dal piano dell'Alpe Trucco, una volta fuori dal bosco, il vento ha lavorato e anche i residui delle valanghe di fondo di un paio di settimane fa danno un po' fastidio nei punti più stretti.
Le croste sono però leggere e la sciata è assolutamente piacevole.
Oggi il vento sulle creste è stato continuo e ha lavorato abbastanza.
ventata ma piacevole ...
dall'alpe Truppo, si vede il vento che lavora

[visualizza gita completa con 2 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m. :: 2100
Si portano gli sci fino alle baite diroccate a quota 2050 circa poi da li in su, innevamento completo e molto abbondante nel canale. Il canale è così pieno che anche la pendenza risulta mitigata. Purtroppo nella parte inferiore del canale è presente una grossa valanga a blocchi che limita molto la sciabilità; in salita si possono risalire delle zone lisce ai lati, ma comunque occorre fare degli attraversamenti. Ci siamo fermati circa 100m sotto il colle perplessi sull'ultima parte che sembrava presentare accumuli da vento. Da lì in giù tutta la parte del canale in farina pressata ben sciabile ed al di sotto della valangona pendii in crosta portante in via di trasformazione: tra qualche giorno saranno in primaverile perfetta. Discesa cominciata alle 10.30 circa, non andare oltre per la parte bassa...
Gran bella gita con Lucy, con meteo finalmente bello in super ambiente. La valle dell'Orco non delude mai.


[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 2000
Semplicemente perfetta. Rigelo notturno molto forte, salita a piedi sul sentiero fino al limite del bosco, poi in sci fino al colle. Neve appena mollata nel canale( qualche nuvola) poi tutta crema. ( attenzione...non è firn...è neve nuova rigelata alla grande). Stando tutto sulla dx nel boschetto in ombra, scendendo, si scende parecchio piu in basso rispetto alla salita. Condizioni perfette finché dura il freddo notturno ( alle 5 a ceresole 0/1 grado). Unico neo, 200 mt. , in lunghezza ( circa tra 2400 e 2500 mt), di neve che mollava, è la zona dove la neve non sa se è ancora inverno o primavera! ( nel senso che é ancora troppa di fresca, ma il rigelo non riesce a tenere, con il sple di maggio. Con Carlo...socio da spettacolo

[visualizza gita completa con 4 foto]
Top conditions!
Portage di un'oretta fin verso il limite del bosco... Canale in ottime condizioni se preso al momento giusto (saliti al colle con gli sci), noi abbiamo iniziato la discesa alle 11, trovando bella neve trasformata e divertente nei primi 300mt, poi più marciotta fin verso i 2500mt, da li in giù goduria pura su firn 5 stelle... Super!!
Con Nico e Matte, finalmente sul mitico Perdù che non fa altro che attirare lo sguardo tutte le volte che si è a Ceresole!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino al sentiero da fondo lago
1 ora di portage nel bosco, prima di uscire sul piano superiore, dove la neve è continua. Da lì in avanti, ottime condizioni per la salita, con neve morbida in superficie, almeno sulla sinistra orografica del canale, dura sotto. Saliti con gli sci fino alle rocce affioranti (poco sopra la quota del Leonesi), poi con i ramponi fino al colle. Salita faticosa, ma di gran soddisfazione.
Discesa: prima parte non eccezionale, anche perché effettuata con molta attenzione (!!). Poi migliora, diventando più regolare, fino ad essere molto divertente nella parte inferiore. Rientrati nel bosco, ravanando un po', in 5 min si tolgono 20' di camminata. Ultimi 40' necessariamente a piedi sul sentiero.
Babi al Bar!


[visualizza gita completa con 6 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: si lascia la macchina appena dopo la centrale A.E.M.
quota neve m. :: 1800
Una valanga da scavalcare a piedi blocca la strada 500 mt prima del bivio per il bivacco Leonesi. Il rigelo era discreto solo nella parte centrale del canale con sopra 5/10 cm di neve fresca, per questo la salita è risultata abbastanza impegnativa e faticosa con infinite inversioni e parecchi passi dove si scivolava. Gli sci si possono tenere fino in punta. Abbiamo provato a toglierli per alcuni metri sperando di far meno fatica ma non è sstato così. La discesa è stata fantastica più di 1000 mt di neve bellissima perfetta per l'inclinazione dl canale.
Le previsioni erano di bel tempo dalle 8 alle 15 ma il sole l'abbiamo visto per 15 min per il resto è stato una carrellata di nebbia vento neve grandine a un pò di pioggia. Probabilmente le nuvole ci hanno lasciato la neve in buone condizioni. Tutti e tre in vetta. Bravo Marco Clemente alla sua prima gita di sci ripido, e bravo Franco (l'uomo che ballava sulla neve) che ci ha regalato le solite curve spettacolo in telemark.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Libera
quota neve m. :: 1400
Gita ambita da tempo.. Condizioni TOP da cima a fondo, con polvere kompressor da velocità fotonica.. solo qualche placca più dura nel canale alto ma nulla di che.. Condizioni nel complesso sicure fino a quando le temperature rimarrano basse, oggi davvero molto freddo con -15 al colle.
Gita oggi molto impegnativa fisicamente battuto traccia con i ragazzi
Con Mirko e Matteo, Giuseppe e Sandro che si sono fermati prima


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: nessun problema
quota neve m. :: 1300
Salendo avremmo scommesso per la discesa del secolo. In realtà poi i 20 centimetri di neve fresca degli ultimi giorni poggiano su uno strato dello duro di neve che rende la sciata un pò più tecnica. E quindi non per questo meno divertente.
Le condizioni sembrano veramente sicure fin quasi al colle. Un cambio di consistenza degli stati inferiori e qualche gonfietta negli ultimo centinaio di metri ci ha spinto a girare i tacchi sotto all'ultima impennata.
Comunque il Col Perdu di intonsa farina ricoperto fa un gran bell'effetto!
Con Davide e Caio. Partiti per il Colle della Piccola siamo usciti dal bosco e viste le condizioni estremamente rassicuranti del manto e da 5 encomiabili tracciatori che ci precedevano di un oretta non abbiamo esitato e ci siamo lasciati tentare.
In discesa diamo una mano nella richiesta del soccorso per uno dei due ragazzi con una brutta distorsione al ginocchio, aggregato al gruppo degli 'encomiabili' anche se probabilmente non all'altezza della lunghezza della gita e della combinazione terreno/neve.


[visualizza gita completa con 4 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: libero
Partiti alle 6,15 dalla diga con la luna che calava sul perdu. Preso sentiero per bivacco leonesi, portage di circa 400m nel bosco su sentiero estivo e lingue di neve sfondosa. Poi sci fino a metà canale, più o meno fino a una pietrone centrale poi ramponi e bacchette fin su, qualche pietra dalle pareti e tanto vento forte che in discesa era scomparso. Picca inutile a mio parere. Nel canale e ancora sotto farina pressata spettacolare poi neve che mollava ma sempre ben sciabile. Un po' di ravanage nel bosco che ci sta sempre poi di nuovo sentiero estivo. Grande giornata in questo posto spettacolare che vedevo e sognavo passando a ceresole!!
Grazie ai super compagni di gita Angelo, Guido, Livio, Ski e Valter. Solo altri due skialper oltre a noi. Super gita non per niente di qui la chiamano "La Gita".


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m. :: 1600
Purtroppo chi è salito ieri è rimasto deluso visto lo scarsissimo rigelo e le temperature elevate... Oggi era decisamente meglio. Partiti alle poco prima delle 6 con 4 gradi a Ceresole. Nel bosco la neve era ancora umida fino ai 2000m poi buon rigelo. Si cammina per circa 2/300m di dislivello ormai. Ben rigelato e portante anche il pianoro prima di salire verso il colle. Io sono salito bene con gli sci ai piedi fino a 100m sotto il colle, poi ho calzato i ramponi più che altro perché il mio ginocchio in questo periodo patisce le inversioni sul ripido. Un venticello bello fresco ha soffiato lungo tutto il canale mantenendo buone le condizioni del manto. Discesa iniziata dopo le 10 trovando farina pressata o crosta portante ben sciabile su tutto il canale, il cui fondo era bello regolare. Sul piano iniziava a smollare per bene ma ancora non si sfondava del tutto. Bosco molto umido, ad eccezione dei tratti in ombra ancora portanti. A detta dei locals incontrati in discesa, l'itinerario è in ottime condizioni rispetto a quello che si trova di solito.

Gita sognata da tempo, oggi condivisa con Valentina


P.S. Trovata piccozza CAMP manico blu quasi alla sommità del canale. Il proprietario mi può contattare così glie la restituisco.

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok a ceresole
quota neve m. :: 1500
Condizioni buone per quanto riguarda la sicurezza, appena sufficienti per la sciabilità: il canale è bello ma ancora può migliorare, dal pianoro in giù è sopravvivenza pura. Trasformazione del manto appena iniziata, a mio avviso per gite del genere che valgono soprattutto per la discesa conviene aspettare ancora un po'
Con Fabrizio e Marco, dietro un Cecco formato trattore fermato solo dal vento patagonico


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m. :: 1600
Gran bel gitone . Si spallano gli sci nel bosco x mezz ora sia in salita che in discesa. Saliti x primi . Zoccolo fastidioso che ci ha costretto a togliere più volte gli sci x ripulire le pelli . Alla fine molto meglio salire l ultimo tratto con i ramponi . Bravo Max che ha dovuto ritracciare l ultimo pendio. Fortunatamente eolo in cima ci ha dato tregua. Iniziata la discesa prima delle 11. Stupenda la discesa sino quasi al piano su farina pressata con un grip esagerato . Dal piano molto sfondosa , meglio nel bosco .
Finalmente il Col Perdù tante volte osservato e oggi salito .
Con Max che qui giocava in casa e che ringrazio di cuore x la gita.


[visualizza gita completa con 9 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1600
Gita molti bella e lunga in ambiente spettacolare,ma in generale non ancora in perfette condizioni.
nel bosco si porta gli sci mezz'oretta poi con un po di ravanage si possono calzare.rigrlo assente10gradi alle 6.
Usciti dal bosco le tracce erano per lo più portanti ma già sfondose a tratti.
dove il canale inizia a far sul serio la neve era per lo più dura o gesso sa, molto zoccolo e il vento non ha dato tregua fin le 10.raffiche anche decisamente forti da sbilanciarsi.
Noi abbiamo optato per fermarci a 200mt dal colle,Fabri e marco ed altri han continuato a ramponi.
in assenza di vento temperature molto alte.
discesa scibile, alternando tratti di placche dure da vento a farina pressata o riportata un breve tratto trasformato ad ok e più sotto pappetta inconsistente e traditore. Nel bosco si perde quota.
personalmente si può fare è sembra abbastanza sicura ma val la pena aspettare sia velluto da cima a fondo.
picca ramponi rampante e casco devono far parte della dotazione di gita oltre ad aria pala sonda e partenza alle alba, se si vogliono evitare problemi
Grazie comunque ai compagni di gita,oltre ai citati c era anche max a collezionare zoccolo


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m. :: 2200
Viste le condizioni del tempo ho voluto provare la salita.
Partenza alle 6:30 e ovviamente si sale a piedi per circa un'oretta e mezza (camminando spediti). Temperatura alta già a quell'ora e neve già un pelo "sfondosa" ma si sale abbastanza bene sino ai 2700 circa dove purtroppo iniziano i problemi poichè le recenti nevicate sono state abbondanti in alto (il Leonesi è praticamente coperto) e la neve per nulla assestata. A dirla tutta, è parecchio slavinato, sia sulla destra (slavine freschissime) che a sinistra (di qualche giorno) dove mi sono tenuto io. Purtroppo a 3000 mt. non me la sono sentita perché il canalone era veramente pieno e non assestato.
E dire che mi ero portato picca e ramponi!!!
Discesa poco bella perché intanto la temperatura aveva ridotto la neve a gesso bagnato. Comunque è andata.
A mio avviso non vale più la pena provarci perché in attesa che si assesti in alto, in basso va via alla velocità della luce.
Chiusa la stagione.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1900
Canale ad oggi caratterizzato da una gonfia da vento tra i 3300 m e i 2700m di quota, Rilevato assestamento del manto durante un'inversione a metà del canale. Tra i 2700 e i 2300m circa crosta portante con presenza di accumuli da vento nelle combe. 2300m a 1900 neve primaverile trasformata.
A 100 metri dal colle valutato il crescente pericolo dovuto all'innalzamento repentino della temperatura (ore 9 circa), il continuo scaricare di palle di neve e sassi dovuti al vento, decidiamo di fare dietro front. Tenere conto di questi dati alla prossima nevicata. Ad oggi consiglierei di attendere ulteriore periodo di caldo perché il manto assesti a tutte le quote.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok lungolago di Ceresole fino alla partenza del sentiero
quota neve m. :: 2000
Condizioni nel complesso buone ma non ottime. Si portano gli sci fino al pianoro dove termina il bosco, per 400 m circa di dislivello. Il canale è in condizioni buone (neve trasformata e consolidata) fino intorno a quota 2800, dopodichè inizia un grosso e soffice accumulo nel punto più stretto; noi abbiamo tolto gli sci e abbiamo provato a proseguire a piedi ma abbiamo percorso poco più di 80 m in un'ora, condizioni himalayane impossibili da gestire, quindi siamo scesi a 100 m dal colle. Temperature alte, sole fin dal mattino, qualche scaricamento dalla Levannetta non esagerato ma abbastanza da desiderare un fondo più portante per una progressione più rapida. Discesa eccellente a parte l'accumulo sommitale, su cui occorre fare attenzione. Nel complesso potrebbe essere in ottime condizioni tra non molto ma per adesso è ancora prestino
Stupenda giornata con Andrea e Vib, ambiente sublime


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1800
Splendida! Penso sia difficile trovare condizioni tanto migliori...Sci a spalle fino a quota 1870, si cammina comodamente sul sentiero estivo, poi neve continua e ottimo rigelo. Rampant usati per il canale, con gli sci ai piedi fino al colle; picca e ramponi oggi non sono serviti.
Neve primaverile su tutto il percorso, liscio come un biliardo. Discesa iniziata alle 10.50.
Velluto da lacrime fino alla fine della neve, dove il manto ha tenuto benissimo grazie alle temperature relativamente basse.
in ottima compagnia di Luca ed Ernesto, reduci dall'Adamello ski raid ma sempre in forma...;-)

[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK
Gran gita oggi al colle Perduto, partiti alle 7:40 con cielo velato e nebbia che calava e saliva sul colle, si e' poi aperto e siamo scesi su un firn primaverile perfetto.

Abbiamo lasciato la macchina alla centrale elettrica dove la strada era ancora sbarrata dalla neve e percorso i primi 400m di dislivello con gli sci sullo zaino poi neve continua fino al colle.

Aggiungo traccia GPS di salita.
Prima fantastica esperienza di ripido con Mr J


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Si parcheggia poco dopo il Rifugio Massimo Mila
quota neve m. :: 1800
Breve report su: -perduto-dal-rifugio-mila/

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m. :: 1500
Tutto il Canavese ieri .. Una ventina di skialp bella giornata salita facile su neve buona
Con Tiz e Ivan suo figlio Silvia e Dario
Ottima discesa...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1500
Condizioni ben descritte da Davide. Io sono anche salito alla Levannetta tra neve e roccette più o meno sfasciumate, utile una picca non necessari i ramponi; gran panorama da qui sul gruppo del Gran Paradiso.
L’ambiente della gita è notevole; prima parte in un bellissimo bosco di larici, poi il colle sembra lì a poca distanza, col suo perfetto canale per arrivarci, ma in realtà è ancora lunga…
Discesa in ogni caso di soddisfazione, bello anche il bosco finale.
Col gran socio Davide e altri amici incontrati sul posto


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m. :: 1500
Rigelo più che buono dai 1900mt in su, ma il caldo odierno e l'esposizione della gita han fatto mollare rapidamente il manto.
Il canale presenta dai 2800 mt all'uscita ancora della farina pressata ma in discesa già pesante e la sciata non era immediata.
Dai 2800 ai 2200 tendenzialmente non portante ma sciando con la giusta cautela si riusciva a tirare discrete curve.
Dai 2200mt al bosco più rilassante e divertente.
Il bosco alla fine neanche male con sciata obbligata ma per la maggior parte persin divertente. Scesi alle 11.10.
Condizioni di sicurezza ok.
Ultimi 70 mt di dislivello sci in spalle.
Con Daniele e diversi local sul posto.
Il canale ora è un pò tritato.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1900
Mi associo alla descrizione fatta da Citta...
La mia prima volta al colle perduto..(mi mancava) !!
A parte il portage per circa 1 ora una gita impegnativa e di grande soddisfazione..con il colle sempre in vista .
Fatto la parte intermedia da 1900 a 2700 in massima pendenza poi sia per l'aumento della pendenza e la durazza del fondo messi i rampant fino a quota 3200..da li in poi si creava uno zoccolo insicuro tra i rampant ed ho preferito toglere le assi e farmi l'ultimo pezzo a piedi anche senza bisogno dei ramponi.
In vetta vento fortissimo (avevo paura che portasse via i bastoncini piantati) e frescuccio..!
Discesa con gambe che facevano cirula..su neve prima dura poi gessosa poi firn e quindi leggermente molle nella parte finale del pianoro.partiti 08.00 vetta 12.30 (1 ora per l'ultimo pezzo a piedi....!!)

[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1900
Nota negativa scontata: sci a spalle per un'ora all'andata e al ritorno.
Oggi pensavamo di trovare neve marcia e magari neanche gelata e invece abbiamo trovato l'estremo opposto: era gelata molto bene la notte, ma in alto quasi non ha mollato! Morale: il tratto più ripido (ultimi 200 metri) ho preferito evitarlo, anche perchè i ramponi facevano uno zoccolo pazzesco e comunque si riusciva a piantarli di pochi centimetri. Il mio socio invece (altapressione), stoico in vetta al colle. Discesa: i primi 400 metri di dislivello su fondo duro con pochi mm di polverina sopra, poi firn molto molto bello fino al piano (dove finisce la neve). Insomma, questa volta non sono arrivato in cima, ma è stata la più bella discesa dal colle Perduto che abbia fatto. Anche perchè senza gli ultimi 200 metri di salita nelle gambe, la musica a cambia.....

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1600
siamo partiti con sci ai piedi dalla diga dopo averla attraversata (parcheggio a monte)e in 2 ore siamo arrivati all'Alpe Trucco ove abbiamo bivaccato (circa 10 posti in terra)Partenza per il colle ore 5,30 e puntando al canale siamo arrivati con gli sci a quota 3150(30°35°).lasciati gli sci per la neve crostosa non portante quindi brutta da sciare siamo saliti con ramponi al colle, max 45°.(ore 4 dalle baite) Molto bella la discesa su neve trasformata da metà canale in giù.
Il bivacco Leonesi (foto)a quota 2909 sembra veramente inaccessibile
gita effettuata con il corso SA3-Formazione della scuola di sci-alpinismo della Sez. Ligure.Andrea, Simone, Marta, Giuliano,Michele, Giovanni e il sottoscritto.


[visualizza gita completa con 8 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m. :: 2000
Gli sci si mettono a quota 2050.
Discreto rigelo notturno che poco ha potuto contro il feroce sole che picchiava da est.
Iniziata discesa alle 10,00,un pò tardi per i miei gusti,comunque la parte ripida del pendio era veramente un biliardo: strato sottile marcetto su fondo che teneva ancora( di qui le ****). Io e altri due non abbiamo segnato troppo.
In basso si sfondava un pò, comunque sciabile.
La mia impressione era quella di salire non su di un firn primaverile assestato ma su di una crosta anche spessa su di un fondo non ancora assestato.
Guardando la parete al pomeriggio mi è parso che siano scese un paio di slavinette.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 2100
Una condizione perfetta! La migliore cha si potesse desiderare!
Scesi a mezzogiorno quando la neve ha mollato il giusto.
Prima faceva molto freddo!
Le valanghette presenti non disturbano affatto la sciata che ha sempre ampi spazi liscissimi!

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m. :: 2100
partito solo soletto non dalla diga ma dalla borgata Pouvens alle 4.30 con la pila, cercando un po' il sentiero. Messo gli sci a 2100 m. e salito con neve via via più dura; ramponi dai 2900 e dal colle un simpatico camoscio tirava giù qualche pietra.. iniziato la discesa alle 9.15 con neve dura e cercando di evitare le rigole e le pietre; tutto sommato discesa ancora godibile.
Alla macchina alle 11, compresa la sosta x raccogliere qualche fiore di rododendro per Pinuccia(mia moglie),troppo brava nel sopportarmi....

[visualizza gita completa con 4 foto]
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 1900
partiti alle 9 dalla diga di ceresole .. si sale bene senza rampanti e ramponi
discesa alle 12 in punto.. ho trovato il canale molto meno ripido confronto agli ultimi 5 anni non credo che superi i 30/35° di pendenza nel tratto più ripido
in discesa primi 200 metri di canale molto belli poi una parte molto lavorata con parecchie rigole, poi neve marcia da favola fino alla fine del canale infine neve marcia ma portante fino a 1850.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 1900
Partenza infame alle 2 da casa;
partiti alle 4 da Ceresole con 7 gradi e grande stellata;
calzati gli sci a quota 1900 m;
fuori dal bosco buono il rigelo;
buona la traccia di salita dei giorni precedenti;
messi i ramponi a 2900 m;
arrivati in cima alle 9,30 e scesi alle 10(troppo tardi);
ottima la neve e curve divertenti per i primi 200 m di dislivello,
poi neve molle ma comunque sciabile sino alla fine.


Gita completa e di grande soddisfazione in un ambiente estremamente bello e suggestivo.
Pendenze sostenute ma mai esagerate.
Un saluto al mio compagno di oggi, il grande Roberto
Peccato non ci fosse anche Giorgio,
sarà per la prossima stagione


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m. :: 1900
Partiti sotto cielo plumbeo con pioggerellina, il tempo è via via migliorato. Un'ora circa di portage sino al piano. All'uscita del bosco c'erano due gradi con nebbiolina. Risaliti sino al Leonesi sci ai piedi, poi li abbiamo messi in spalla, più che altro per via dello zoccolo fastidiosissimo. Poche cadute di pietre oseervate, solo qualche ghiacciolo dalla sinistra orografica. Buona la neve in discesa, soprattutto stando a destra sin nel pianoro. Senza strafare si scende nel bosco sino a quota 1850 circa, poi non vale più la pena. Gita di soddisfazione in ambiente eccezionale.
La neve non era firn perfetto, causa mancanza di rigelo consistente, ma era del tutto dignitosa, in alto-alto una spanna di farina, poi 'neve recente' su fondo duro.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 1900
in salita abbiamo portato gli sci per circa 350-400 mt di dislivello, ma nel bosco abbiamo sbagliato sentiero (non seguire il segnavia 520 che va alla crocetta!), ritrovandolo poi in discesa, dove siamo riusciti a sciare fino a quota 1890 su lingue di neve, bella portante!
il canale è un po' svalangato, ma le "palle" non danno troppo fastidio con la neve mollata. oggi c'era anche un po' di neve fresca oltre i 2500mt. ottimo rigelo notturno, quindi gran bella sciata, specie sui pendii più lisci.
il casco può essere utile, dalla parete di dx ogni tanto cade qualcosa...


[visualizza gita completa con 3 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Partenza dalla diga, la stradina intorno al lago è bloccata da slavine
quota neve m. :: 1800
Bellissima gita in ambiente stupendo. Il canale non è in condizioni perfette, presenta numerose colature di neve pesante dovute al caldo africano di questi giorni, la discesa in ogni caso è stata divertente nonostante la neve molle.
Saliti senza problemi con gli sci fino al colle.
Siamo scesi alle 10:30 , decisamente troppo tardi, comunque anche alle 8:00 oggi la neve era già molle.
Gita in compagnia di Costanzo. Finalmente siamo riusciti a fare il Col Perdù che per una ragione o per l'altra ci era sempre sfuggito.



[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: nessun problema parcheggiando nei pressi imbocco diga
quota neve m. :: 1700
L'elevata quota dello zero termico impedisce alla enorme quantità di neve di asciugarsi ed in basso, a completare l'opera, la pioggia ammolla ulteriormente la pappa presente. Le abbondanti precipitazioni della stagione hanno comunque assicurato un manto di spessore rilevante tale per cui il rischio di trovare pietre è scongiurato, ed ancora lo sarà per parecchio, a meno che vogliate partire dall'auto sull'asfalto con le assi ai piedi! Sci messi intorno a quota 1700, colle tutto battuto da orfeo, alberto, roberto e raggiunto sci ai piedi senza ramponi (coltelli per sicurezza nell'ultimissimo tratto). Nulla di difficile, la pendenza sfiora i 40 gradi in alcuni punti ma la neve papposa rende tutto facilissimo e privo di pericoli. Qualche piccola scarica dalla Levannetta, il casco può essere utile. Oltre ai mitici succitati daniel, silvia, tommaso ed il sottoscritto.
Foto su
Al ritorno sosta in Locana nella piazzetta principale (vi sosta un ufficio mobile camper delle POSTE ITALIANE parcheggiato orizzontalizzato..credo ci rimarrà per un pezzo!) presso il BAR-RISTORANTE "Paradiso" (?).
Gigantesco tagliere di salumi, castagne, acciughe, birra alla spina, pagato quattro soldi, consigliatissimo!!!!! Parcheggio nella piazzetta antistante. E c'è pure un micro super-market a dieci metri se avete il frigo vuoto a casa ed è festa...


[visualizza gita completa con 5 foto]
neve (parte superiore gita) :: accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: parcheggio presso la diga di Ceresole
quota neve m. :: 1800
Giornata di grande vento, freddo. Seguendo il sentiero, dalla diga, si mettono gli sci a ca. quota 1800 m. Nel canale in salita si nuotava con la neve quasi alla vita; discesa su neve crostosa nella parte alta; accumuli importanti. Attenzione in discesa nel bosco, il percorso non è evidente.
Uscita infrasettimanale del Club Avalco ( ),
con illustre ospite Jeff Vaulker, guida alpina del Denali - McKinley National Park (Alaska), in Italia per sciare sulle Alpi e Dolomiti; ieri si era concesso nientemeno che il couloir Spencer alla Aiguille de Blaitière.


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 1800
PERFETTA GITA PER INAUGURARE IL COLLE COME PRIMA DISCESA DELLA STAGIONE (ALMENO CREDO)
DISCESA: I primi 300mt tenersi sulla dx orog. neve dura e coperta da uno strato di farina (spettacolo) finito il canale cercare i posti più esposti al sole per trovare neve trasformata, altrimenti crosta!!!!!
CON ME IL GIACCA E GIANNI PEIRA


[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: partiti da diga di Ceresole
quota neve m. :: 2000
finalmente un'altra gita da 5 stelle in compagnia del solito giacca e del gulliveriano enrico.mac che ho avuto il grande piacere di conoscere in questa occasione.
Partenza dalla diga alle 6 e dalla cima alle 12 con condizioni di neve che (a cercarle un pò) si rivelavano sempre buone: dalla farina pesante in alto alla marcia sciabile in basso fino nel bosco grazie anche alla temperatura fresca.
a ramponi negli ultimi 300 mt.; a piedi in salita un' oretta, in discesa poco più di mezzora


[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Ottimo fino a Ceresole
quota neve m. :: 1800
Si portano gli sci fin quasi al traverso alla fine del bosco...
Partiti alle 5 dalla diga.Neve portante e ottima per salire fino a 2500m,poi farina della notte scorsa con spessore fino a 10cm nella parte alta del canale.
A 2800m tolti gli e messi i ramponi...
Alle 9.30 siamo 150m.sotto il colle a quota 3100 circa,e decidiamo di tornare giuù perchè si traccia in recenti scariche di farina con neve fino al ginocchio.
Temperatura elevata.
Discesa eccezionale su tutto il percorso,con farina spettacolare in alto e poi all'improvviso firn perfetto...
Giornata soleggiata e calda,aspettarsi magari un pò di crosta per tre o quattro giorni...

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
Davvero una splendida gita..lunga lunga soprattutto nel tratto finale del canale , il colle sembra li.. eppure! Neve nel canale splendida (farina compressa che garantiva buona tenuta, parte centrale marcia (oggi gran caldo..siamo scesi intorno le 11 e 15..al limite!).Le levanne scaricavano piccole valangucce a pera (innocue) e qualche pietra (per cui conviene tenersi sulla dx scendendo).Oggi il canale è stato ipertracciato ..in 6 torinesi (flavio,Alessio;Marco?, Snow, Fede e il sottoscritto)+10-15 Guardiaparco . Ripeto:gran gitone, grandissima soddisfazione..nonostante al ritorno ci siamo spersi nel bosco (conviene seguire le tracce di risalita).Ciau Dax

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Fermati nello stesso punto dell'anno scorso per malessere della povera Nicoletta (in discesa si è ripresa egregiamente) e colle un po troppo carico. Prima parte farina con crosticina che tradiva parecchio poi bel firn fino alle macchine. Saluto giorgio ed enrico con i quali abbiamo chiacchierato su uno dei più bei belvedere di ceresole.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 1600
La nevicata di mercoledi' ha cambiato un po' le cose in quanto la nuova neve (20-30 cm) non si e' ancora trasformata del tutto. Arrivati a 100 metri dal colle ma poi desistito per sfinimento.... (ad ogni passo si sprofondava troppo). In discesa i primi 200 metri con di tutto un po' (crosta non portante, crosta portante, farina compressa). Dove il canale si allarga, andando a cercare i pendii piu' a nord si trova della bella farina compressa divertente. Nel piano sotto il colle ha gia' trasformato e si scia su un buon firn. Nel bosco in basso invece c'e' da ravanare un po', comunque si arriva ancora fino alla diga sci ai piedi. Panorama stupendo e neanche una nuvola! Foto su (appena il buon Enrico ha il tempo di metterle....)

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento morbida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
La parte alta del canale ha una crosta da vento morbida (che comunque in discesa non rompeva, mentre in salita gli ultimi 200-250 m li abbiamo fatti a piedi non fidandoci a tagliare il pendio). La parte mediana ha crosta abbastanza morbida, poi primaverile trasformata. Neve dalla macchina.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: partiti da Villa Poma (si prosegue dal rifugio Mila)
quota neve m. :: 2100
Grande gita! Ottime condizioni nel canale. Purtroppo il primo tratto con gli sci a spalle è abbastanza lungo (fino all'Alpe del Trucco), ma ne vale comunque la pena. Partire presto.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m. :: 2000
Le condizioni sono ottime come già testimoniato nei giorni scorsi, oggi una stella in meno perchè i magnifici pendii inferiori non avevano mollato quasi niente (causa temperatura rigida e vento forte al mattino, poi in calo). In salita gli sci si calzano all'alpe Trucco (45 minuti a piedi) poi si tolgono di nuovo nella parte alta del canale dove resti di valanga rendono faticosi i dietro front con gli sci (300 mt). La discesa della parte ripida del canale è perfetta, neve portante ma morbida/farinosa in superfice, quel tanto da offrire una tenuta perfetta per una sciata sciolta e continua. In basso i penddi sarebbero perfetti, ma oggi un pò troppo duri: comunque godibili. Nessun pericolo di valanghe, qualche pietra che vaga per il canale suggerisce l'uso del casco.

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 2000
Condizioni perfette per una gita a dir poco stupenda...
Partiti da Asti ad un ora in cui le persone normali di solito vanno a dormire abbiamo salito il canale con condizioni perfette con neve dura in basso e farina riportata dal vento nella parte finale.Discesa spettacolare prima su farina e poi su primaverile nei pendii finali.
Un saluto alle circa 15 persone che c'erano al colle (sembrava quasi di essere alla cialma!!!) e ai miei compagni di gita luca e cinin.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 2000
Gita veramente super, avevo già fatto il Col Perdù ma non l'avevo mai trovato così in condizione, e non fa niente se si portano 45 min gli sci, la neve c'è sopra merita la sciata!

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m. :: 2000
Bella discesa, ben assestata e sciabile per 1350 m di dislivello. Qualche residuo di valanga obbliga a modificare linee altrimenti perfette. Sciata di lusso, comunque.
Grazie ai velocissimi compagni Orfeo, Ricky e Stefano.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Per quanto mi riguarda oggi la gita è stata solo salita: neve troppo dura per i miei sci, mio errore in discesa e gran fiondata (non ci si fermava più) contro palle (come pietre) di valanga: un pò di escoriazioni, male ad un ginocchio, un dito rotto...fin troppo bene x come si era messa. Saluto e ringrazio i compagni...mi prometto di tornare a scenderlo...usando di più gli sci e meno la testa...

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): accumuli o lastroni
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Come inizio non è male,1600 epassa metri sci in spalla in salita,discesa su "neige beton"che più beton non si può....la stagione promette bene.Il "mito" è tornato in grande forma psico-fisica....ne vedremo delle belle.un saluto a chi è rimasto a casa a "gufare"

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
gita fatta con federico,enzo,e andrea(bumbum bormida)
utile lamine molto affilate per neve molto dura e gelata si scia per circa 900 mt di dislivello

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Sgambata infrasettimanale con l'amico "freerider" Gianni Rudellat che per un giorno si è convertito allo sci-alpinismo.
Manto nevoso portante fin da 1.850 m. (limite della neve) grazie al rigelo notturno e alle temperature fresche della prima parte della mattina; negli ultimi 250 m la neve compatta ha consentito un agevole utilizzo dei ramponi; inoltre, l'abbondanza di neve ha "addolcito" la pendenza del canale che in queste condizioni anche nella parte più ripida non raggiunge i 45°. Fantastica discesa iniziata alle ore 10 con neve trasformata in alto e firn primaverile fino a 2.200 m.
Nella foto: le prime luci dell'alba sul Colle Perduto

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Aggiungo poche note alla precisa relazione di chi mi ha preceduto (in tutti i sensi, io sono sceso per ultimo assoluto alle 13.00 circa). Gita davvero facile per chi fino a due anni fa credeva che non sarebbe mai arrivato in cima: il tempo cambia molte cose e ieri la neve consentiva di salire tutto il pendio con gli sci e scendere senza alcun patema d'animo. Dopo che sono arrivate in punta anche Lucia e Sara, abbiamo deciso di declassare la gita a GSA (galline sciatrici alpiniste). Tentata con l'amico Zecca anche la Levanna, ma dopo 100 m di dislivello ci è mancato il fiato e la testa per andare avanti. Grazie a Claudio e a Sergio per l'ottima passeggiata nei boschi defaticante.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
La strada giro lago è agibile e l'autovettura si può parcheggiare nei pressi di villa Poma; sci in spalla sino a quota 1800 circa, inizialmente neve marcia in assenza di rigelo notturno poi da 2000 in su dura e ben remunerativa; canale in buone condizione anche se solcato nella sua parte inferiore da diverse slavine; per l'esposizione diretta ad est, nonostante fossimo i primi a tracciare, vi era già un leggero strato di neve marcia su fondo non perfettamente trasformato che ci ha consentito di raggiungere in condizioni di sufficiente sicurezza il colle sci ai piedi, grazie anche all'ottima traccia del amico "local" Marco; discesa intrapresa alle ore 10,40 (ma sicuramente meglio sarebbe stato anticiparla); di gran soddisfazione i primi quattrocento metri, poi neve marcia più o meno sciabile a seconda dei versanti. Trattasi di gita che per la sua severità e la bellezza dell'ambiente suscita grandi emozioni; tuttavia a giudizio personale il periodo ottimale per goderla appieno, se si realizzano condizioni di sicurezza, è fine marzo- aprile. Nella foto il lago di ceresole dal colle

[visualizza gita completa con 1 foto]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): ...tipo di neve ...
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): ...tipo di neve ...
Non ci sono parole per descrivere la bellezza di questo itinerario, unico nel suo genere, affascinante per la linea estetica del canale. Come riportato in precedenti relazioni si ha l'impressione che, per la quantità di neve, le pendenze si siano smorzate. La neve peraltro era ottima e sicura dal colle fino ai 2500 (per questo tratto non bastano le 5 stelle), poi dopo marcetta ma sciabile fino a 1800 m. Un saluto ai compagni di gita Raffaella, Sergio, Giovanni e, per continuare la tradizione, a Irene, arrivata con questo spettacolarel itinerario alla sua 60ma gita stagionale.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Neve parte bassa:pappa

[visualizza gita completa]
osservazioni :: osservazioni: ...condizioni gita ...
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente umida/pesante
Saliti in giornata. Crosta portante dall'ingresso del canale fino all'uscita fin oltre le 12. Umida/pesante per il resto dell'itinerario. Innevamento abbondante su tutto l'itinerario, buono nel bosco sottostante.
Oss. La pendanza del pendio e' regolare intorno ai 35 su buona parte del canale. Negli ultimi 100m circa aumenta gradualmente fino a quasi a 45gradi per un breve tratto, poco prima dell'uscita. Puo' darsi che l'attuale innevamento falsi le gradazioni riportate nelle relazioni ufficiali.
Persone al colle del forno e alla cima piccola.
Escursione in bell'ambiente. In compagnia di diego, gianluca e simona.

[visualizza gita completa]
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Partiti per salire al colle della Piccola, viste le condizioni e la curiosità abbiamo cambiato percorso arrivando alla base del Colle quasi all'altezza del rifugio: causa stanchezza, ora tarda e attrezzatura inadeguata abbiamo preferito non rischiare la salita.
Scendendo molto presto (fino alle 11) la neve sarebbe stata ancora dura e portante; alle 13,30 quando abbiamo iniziato la discesa abbiamo trovato una discreta crosta solo a tratti sciabile; da metà pendio in poi ottima neve trasformata; il bosco è ancora sciabile.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: trasformata
gran gita, peccato per la nebbia fino al colle. dalla francia giornata stupenda. salita anche la punta levannetta (percorso tutt'altro che banale).
neve bella.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: in via di trasformazione in alto
Gli sci si calzano alla quota 1850. Tolti gli sci a 100 metri circa dal colle. Con la neve di oggi, utili ma non indispensabili i ramponi. Discesa alle ore 11.00 circa con neve che aveva già mollato quanto basta.Con Bruno P. e Carlo R.
Avviso: in discesa ho smarrito il telefonino, un NOKIA 3410 in una custodia azzurra di neoprene. E' abbastanza difficile che qualcuno lo trovi; nel caso ciò avvenisse il mio numero di telefono è 011.912563.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: buone
neve (parte superiore gita) :: trasformata-placche ghiacciate
partenza alle ore 6,45; -3 gradi, tempo spendido, assenza di vento; poca neve nel bosco,gli sci si calzano percorsi 200-250 metri di dislivello; giunto nell'anfiteatro la neve si presenta ben trasformata; nel canalone la presenza di placche ghiacciate (indispensabili i coltelli) consiglia un itinerario sulla destra per pendenze più sostenute; tolti gli sci a circa 190 metri dal colle; salita sempre sulla destra, ramponi utili ma non indispensabili. Ultimo sforzo, reso più duro dall'assenza di tracce, condiviso con Emilio, compagno occasionale, cui va il mio ringraziamento. Discesa di gran soddisfazione da intraprendere per tempo.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: Scarse
neve (parte superiore gita) :: Crostosa/placche a vento
Bella la gita e meraviglioso l'ambiente. Peccato per la neve brutta (ancora da trasformare) e pericolosa nella parte alta del percorso.

[visualizza gita completa]
osservazioni :: 2
neve (parte superiore gita) :: 80 % bella soprattutto nel canalino
gita favolosa, il canale finale a 45° è in buone condizioni e si parte ancora con gli sci da Ceresole (attraversare la diga)

[visualizza gita completa]

Ci sono anche stati ...

  • 06/04/03 - walter
  • Caratteristica itinerario

    tipo itinerario: canale
    difficoltà: I :: 4.1 :: E1 :: [scala difficoltà]
    esposizione preval. in discesa: Nord-Est
    quota partenza (m): 1580
    quota vetta/quota massima (m): 3290
    dislivello totale (m): 1710

    Ultime gite di sci ripido

    12/12/19 - Civrari (Monte, Punta Imperatoria) canale Nord-Ovest - ninja
    Dopo essere saliti dalla Nord, che abbiamo giudicato non in buone condizioni, abbiamo traversato in cresta fino all'imbocco del canale, decisamente più sciistico. Neve bella tranne i primi 100 m di d [...]
    12/12/19 - Civrari (Monte, Punta Imperatoria) Versante Nord - ninja
    Splendida avventura su una parete di 1000 m, peccato che, dopo la rampa che supera la cascata iniziale ci sia un vallone svalangato ed insciabile, poi due cascate da aggirare ed alla fine una neve nea [...]
    11/12/19 - Rossa (Rocca) diretta NE - popino
    Mi sa che da lunedì tutto è cambiato. Il vento ha fatto disastri. In particolare in questo bel vallone (ma credo in tutta la val Sangone) in basso ha tirato via tutta la neve fresca , lasciando la c [...]
    08/12/19 - Couloir Bianco (Colle del) da Pian della Regina - miticomice
    Neve lavorata dal vento. Salita del canale: a tratti troppo dura per salire con le pelli, ma drammatica da risalire a piedi (spaccata la crosta col piede la farina sottostante è tanta). Per veri ama [...]
    08/12/19 - Quattro Sorelle (Punta) Manovre Differenziali - davec94
    08/12/19 - Sueur (Cima della) Canalino N a Y ramo sx - lakota
    Io, Carlo e Steu, Agnes e Luca in una sciata perfetta. II canale era tracciato troppo, allora siamo andati a scenderne un altro, adocchiato in salita, a metà strada tra la vetta e il colle d'uscita. [...]
    08/12/19 - Bassura (Monte) Versante N - jonny_bravo
    E' bello tracciare, ma trovare la pappa pronta non e' affatto male soprattutto quando si e' soli. Ottima traccia fino in vetta del gruppo di Richi, che ringrazio. Partenza dalla cima su neve ventata [...]