Tsa (Monte de la) e Col de la Tardiva da Chez Les Blancs

Tsa (Monte de la) e Col de la Tardiva da Chez Les Blancs

Dettagli
Dislivello (m)
1470
Quota partenza (m)
1248
Quota vetta/quota (m)
2741
Esposizione
Nord-Est
Difficoltà sciistica
BS
Tipologia
Pendii ampi

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Dal casello di Aosta Est imboccare la galleria che conduce nella valle del Gran San Bernardo e proseguire lungo la stessa superando l’abitato di Gignod.
Poco prima di Etroubles si incontra il villaggio di Echevennoz: abbandonare la strada statale E27 svoltando a sinistra della carreggiata per entrare nel villaggio e, svoltare ulteriormente a sinistra seguendo le indicazioni per Chez Les Blancs.
Proseguire per 400 metri sino a raggiungere il parcheggio del villaggio.
Note
Un belvedere a 360° sulla Valle d’Aosta.

Il Mont de la Tsa è una vetta bifida collocata nella lunga cresta est, sud-est che discende dal Mont Fallère sino alla Pointe de Metz.
Percorso spesso in ombra nella parte iniziale rimane ben soleggiato nella parte superiore dal Col de Tardiva in poi con conseguenti variazioni di consistenza del manto nevoso.
Il percorso ha uno sviluppo discreto ed è molto vario; sino al Col de Tardiva solitamente non molto frequentato quindi permette di trovare abbastanza agevolmente linee di discesa intonse.
La parte iniziale del percorso si sviluppa dentro il bosco rendendo un po’ meno agevole la progressione.
Dall’alpeggio di Ars cambiano le pendenze e successivamente, risalendo la dorsale, il panorama è davvero emozionante.
La parte finale della salita è molto accattivante per via della sinuosità dei pendii attraversati.
In vetta il panorama è eccezionale, una visuale a 360° su tutte le vette che coronano le vallate circostanti con vedute privilegiate sui principali massicci valdostani dal Monte Bianco al Cervino a nord e dal gruppo del Rutor al Mont Emilius a sud.
La discesa avviene sul medesimo versante e sullo stesso itinerario percorso in salita, senza particolari passaggi obbligati, che rendono la stessa molto piacevole.
L’itinerario, classificato BS, presenta alcuni tratti con lievi difficoltà da affrontare con la dovuta esperienza pertanto è consigliabile affrontarlo con una buona preparazione tecnica e fisica.
Descrizione

Dal parcheggio procedere in direzione sud risalendo gli ampi pendii oppure la strada rurale senza percorso obbligato sino a raggiungere il casolare di Gariache (1.472m).
Proseguire verso destra seguendo in piano la strada rurale per poi abbandonarla dopo circa 600m svoltando a sinistra ed iniziando a risalire il bosco in uno stretto passaggio tra gli alberi prima di incontrare un’ampia radura da risalire sino al termine tenendosi sul margine destro.
Al termine della radura rientrare nel bosco ove si incontra nuovamente la strada rurale da percorrere sino all’inizio del Vallon d’Ars, ove il bosco termina.
Si prosegue lungo la strada, lasciando a destra l’alpeggio di Ars (1.974m), e si risale un valloncello sino a raggiungere l’alpe Tardiva (2.220m) ed in breve, sul ripido pendio, il Col de Tardiva (2.410m).
Dal passo svoltare a destra risalendo l’ampia dorsale con la meta ben visibile all’orizzonte.
Tenersi sulla dorsale abbandonandola quando si inizia a distaccare la cresta sud che si sviluppa dal Mont de la Tsa alla non lontana Pointe de Chaligne.
Si lascia la dorsale per ampi pendii che, senza percorso obbligato conducono al ripido pendio finale che anticipa la punta bifida.
Si supera l’ultima asperità sino a raggiungere, ultimi metri spesso a piedi, la vetta principale del Mont de la Tsa (2.742m).

in discesa:
La discesa avviene sulle tracce di salita senza particolari obblighi di percorso nella parte superiore.
Dalla vetta, dopo il primo tratto ripido, si ridiscendono dolci pendii sino al col de Tardiva, poi le pendenze si accentuano sino a raggiungere l’alpeggio di Ars.
Dall’alpeggio di Ars si percorre esattamente l’itinerario seguito in salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
giolitti
29.08.2020

Condizioni

Link copiato