Mangioire (Passo delle) e Bivacco San Camillo da Pian della Mussa, anello per Rifugio Gastaldi e Colle Tovo

Mangioire (Passo delle) e Bivacco San Camillo da Pian della Mussa, anello per Rifugio Gastaldi e Colle Tovo

Dettagli
Dislivello (m)
1300
Quota partenza (m)
1761
Quota vetta/quota (m)
2768
Esposizione
Varie
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
222, 219, 218, 119

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Gastaldi Bivacco San Camillo

Note
Classico percorso ad anello effettuabile dal Pian della Mussa. L’itinerario si svolge in ambienti molto vari e suggestivi, tali da rendere questa escursione una delle più raccomandabili della Valli di Lanzo.
Fino al Lago della Rossa il percorso si svolge su buon sentiero, così come la discesa dal Passo delle Mangioire al Pian della Mussa; diversa è però la situazione dal lago al passo: la traccia da seguire, alle volte flebile o del tutto scomparsa, rende questo itinerario sconsigliabile in caso di nebbia se non si conosce bene la zona.
Avvicinamento
Da Torino prendere la “direttissima delle Valli di Lanzo” (altrimenti nota come SP1), superando Venaria Reale, per poi costeggiare la tenuta de La Mandria e superare i comuni di Robassomero, Fiano e Cafasse; in seguito all’attraversamento del traforo costruito nei pressi di Lanzo, si giunge all’imbocco delle Valli di Lanzo. In alternativa sempre da Torino si può passare per Caselle, Ciriè, Nole, Mathi, Lanzo e Germagnano; superato l’abitato di quest’ultimo ad una rotonda si incontra il percorso precedente. Da qui proseguire sulla sinistra idrografica della valle, ignorando il bivio per la Valle di Viù. Superato il comune di Pessinetto, ignorare la diramazione che a sinistra porta a Mezzenile e, poco oltre, ad un semaforo, quella che a destra per la Val Grande, proseguendo diritto. Da qui continuare a percorrere la carrozzabile superando gli abitati di Ceres 713 m, Ala di Stura 1075 m, Balme 1432 m e le loro numerose frazioni. La strada prosegue ripida e tortuosa sino a giungere al Pian della Mussa; di qui proseguire quasi in piano sino alle Grange della Mussa 1761 m, dove si lascerà l’auto.
Descrizione

Dalle Grange della Mussa 1761 m percorrere la strada asfaltata fino all’imbocco del sentiero per il Rifugio Gastaldi. Superata l’Alpe Rocca Venoni, il sentiero prosegue tortuoso e ripido fino al Pian dei Morti (o “Testa ‘d Mort”). Ad un bivio continuare verso sinistra e, dopo numerose svolte si arriva ad una fontanella e, per sentiero quasi pianeggiante, al Rifugio Gastaldi 2659 m, situato nella conca del Crot del Ciaussiné. Proseguire sulla sinistra seguendo le indicazioni per il Lago della Rossa e per il Rifugio Cibrario; discesi di circa 150 m di dislivello, il sentiero attraversa un guado e risale il versante opposto del vallone. Ignorare i bivi per il Colle d’Arnas e per il Lago del Crotas, proseguendo sul tracciato del Tour della Bessanese. Il sentiero supera alcuni piccoli nevai e, dopo una rampa, raggiunge il Collarin d’Arnas, a breve distanza dal Lago del Collarin. Proseguire lungo il sentiero giungendo in vista del Lago della Rossa. Scendere in direzione del lago, sino ad un roccione sul quale è dipinta la scritta “P. Mangioire”, accompagnata da una freccia: abbandonare quindi il percorso del Tour della Bessanese, svoltando a sinistra seguendo questo segnale. Il sentiero guadagna un colletto, per poi scendere l’opposto ripido versante. Giunti alla fine della discesa dal colle, proseguire in direzione del Passo delle Mangiore, cercando di perdere quota il meno possibile (si rischia, infatti, di intercettare la traccia che scende a Usseglio). Raggiunto il Passo delle Mangioire 2768 m dopo una breve risalita, seguire il sentiero che scende per il versante opposto, superando uno stretto passaggio largo circa 2 m, per poi proseguire fino al Pian degli Alamant, ricco di fontane. Continuare a scendere seguendo l’ottimo sentiero attraversando i pascoli dell’Alpe Saulera 2095 m; dopo aver ignorato il bivio per il Colle Sud del Tovetto e per il Colle Tovo, proseguire diritto scendendo per un sentiero umido e invaso da bassi cespugli, fino a costeggiare le bianche costruzioni di Villa Sigismondi. Attraversare dunque la Stura su di un ponte di recente costruzione e dirigersi verso le Grange della Mussa 1761 m.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Sul percorso si incontra l’invaso del Lago della Rossa, il lago più esteso di queste valli. Dopo la costruzione della diga negli anni dal 1927 al 1939 il lago è passato da 250.000 a 500.000 m2, con capacità di oltre 9 milioni di m3.
Cartografia:
Fraternali 1:25000 n.8 Valli di Lanzo
rombombom
25/08/2019
2 anni fa
4 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 2659m 2.6Km

Rifugio Gastaldi

Stazione Meteo
Webcam 2650m 2.6Km

Rifugio Gastaldi

Webcam
Webcam m 3.7Km

Uja di Bessanese

Stazione Meteo 2360m 5.3Km

Lago Dietro la Torre

Stazione Meteo
Webcam 1400m 6Km

Balme

Webcam
Link copiato