Malatrà (Col de) da Saint Rhemy, traversata a Lavachey per il Col Ceingles

Malatrà (Col de) da Saint Rhemy, traversata a Lavachey per il Col Ceingles
La gita
brunello-56
5 02/10/2010
Accesso stradale
In autobus a St. Rhemy da LaSalle

In queste traversate la parte critica spetta sempre e sicuramente alla logistica, in quanto non è mai agevole pensare, all’arrivo, come recuperare un’auto lasciata al punto di partenza. Visto però che gli orari combaciavano, sono riuscito a raggiungere St. Rhemy da LaSalle con l’autobus, dopo essere sceso a LaSalle a piedi dalla collina, sul sentiero alla fioca luce della pila (alle 6 era buio pesto).
Da St. Rhemy fino al torrente di Thoules il tragitto segue il percorso dell’Alta Via 1; il sentiero che sale invece lungo il torrente di Thoules quasi mai si trova, però se ne indovina la traccia: Poi ogni tanto se ne trovano dei tratti, in un punto ho addirittura incrociato una sterrata con su pietra il triangolo giallo di un’Alta Via 3. Risalire il torrente non è mai un problema, basta mantenersi sempre sui pascoli un po’ alti, al di sopra del corso d’acqua.
Arrivato nella Comba di Thoules la sorpresa è stato il sentiero proveniente dal Col di St. Rhemy, segnavia n. 12A, visibile e perfettamente segnato con frecce e bolli gialli ancora freschi di vernice. Il sentiero arriva fino al Colle di Ceingles e scende, altrettanto visibile, nella Comba di Merdeaux fino al nuovo rifugio, dove si ricongiunge con il sentiero dell’Alta Via 1 ed arriva al Col di Malatra.
Discesa alle Alpi di Giuè Superiore, poi, senza toccare il Bonatti, sono sceso alle Alpi di Giuè Inferiore ed infine a fondo valle, località la Remisa, lungo il sentiero 28A che corre stando sempre alla destra del Torrente di Malatra. Prelievo della moglie, che con la macchina non ha avuto invece problemi di logistica, a Lavachey.
Giornata bellissima al primo mattino, con cielo blu terso e grande foschia nella bassa valle, poi le nuvole, salendo dal basso, sono arrivate anche in quota coprendo le creste e la catena del Bianco.
Dislivello positivo totale: 1615 m, somma dei 1217 m da St. Rhemy al Col Ceingle e dei 398 m dal Lac du Merdeaux al Col di Malatra.
Difficoltà: E, secondo la classificazione dei segnavia. La difficoltà non aumenta anche nei tratti privi di sentiero, ove il percorso è sempre su terreno erboso e scoperto e la direzione non si può sbagliare.

Un saluto alla simpaticissima coppia incontrata al Col di Malatrà

Link copiato