Ghilié (Cima) Giro Ghiliè-Forchetta, da Pian della Casa,

Ghilié (Cima) Giro Ghiliè-Forchetta, da Pian della Casa,

Dettagli
Dislivello (m)
1500
Quota partenza (m)
1760
Esposizione
Varie
Difficoltà sciistica
OSA

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio remondino

Note
ATTENZIONE: Con strada innevata, questa è tenuta pulita solo fino a Terme di Valdieri (1368 m, ~6 Km prima) o a Tetti Gaina (1075 m, ~12 Km prima).
giro inventato strada facendo, così come il cuore e lo spirito suggerivano.
il dislivello complessivo é di circa 1500 (opzione 1, discesa a piedi; 1600m sfruttando i canali laterali )
Descrizione

Ho seguito inizialmente il canale ghiglié fino a poco sopra l’imbuto iniziale dove é possibile calzare gli sci, quindi a sx su pendio ripido che immette sui plateaux sommitali verso la parte superiore del costone che separa i due valloni (molto panoramico) e poi con percorso tranquillo e divertente sino al colle brocan.
Ho risalito poi il pendio est (lato rif. genova) con percorso circolare sino in cresta, all’altezza del primo dei 4 canali visibili da sotto. Traverso su roccette sino al secondo ed eventualmente terzo canale (a seconda di quello che si intende scendere poi).
Di qui con arrampicata divertente sino in cima, molto panoramico.
Raggiunti gli sci scendere il canale stretto all’inizio e già abbastanza ripido (40° buoni)sino in fondo nel suo naturale termine presso un avvallamento. Pelli e via a dx verso il lago di Nasta e poi a dx ancora per il colle della Culatta (Baus a dx.)
Traversata divertente, non troppo banale in cresta (un po’ lato lago, un po’ lato genova)per la cima della Forchetta con diversi sali scendi sino al colle omonimo (colle est della Nasta).
Da qui solo più una grande e stupenda discesa sino al rifugio Remondino e poi a sx. nel canalone fino al termine della neve (2200 circa).
Qui 2 possibilità: a dx. traccia che porta nel canale attiguo al sentiero di salita e giù fino all’auto a piedi(ora!); oppure seguire (sci ai piedi leggermente in salita) a sx il sentiero in quota che porta al colle mercantour traversando i primi due canali e a seconda dell’innevamento scendere i successivi (2, dall’ultimo scende il sentiero che si raccorda a quello sotto per il remondino)sino al ponte di legno;raccordo al sentiero e guù alla macchina.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
assedras
24.05.2003
17 anni fa

Condizioni

Link copiato