Chambeyron (Aiguille de) da Pont Voute

Chambeyron (Aiguille de) da Pont Voute
La gita
kobayashi
02/05/2016
Accesso stradale
ok
Neve (parte superiore gita)
Polverosa
Neve (parte inferiore gita)
Polverosa pesante
Quota neve m
2100
Equipaggiamento
Scialpinistica

consigli per superare il bosco agevolmente, evidente con mappa IGN tra le mani:
seguire il ripido ma comodo sentiero che parte dal pont Vouté e si mantiene vicino al torrente d’Aval. Da quota 1900 si prende la traccia a sx per abbandonare il vallon d’Aval, e si passa sopra l’evidente barra rocciosa (inconfondibile riferimento in caso di innevamento che nasconde il sentiero).
[Variante: in caso di innevamento in basso (o valanga), è possibile seguire il canale/colatoio che parte sotto la q.1679 (mappa IGN) e in direzione SE accompagna al superamento della barra rocciosa]
Oltre la barra rocciosa si segue il vallon de Chauvet senza percorso obbligato. Noi abbiamo insistito verso sx (direzione di salita) seguendo tracce di sentiero, ma direi si passa ovunque.

Oggi meteo peggiore delle aspettative. Nella notte neve e vento. Nel canale di accesso al colle neve al ginocchio, oltre il colle il traverso era bello carico e difficile da valutare per la visibilità maffa. Per cercare di evitarlo, improvvisato un passaggio di misto frutta, poi giunti in vista del successivo gendarme abbiamo girato i tacchi per le condizioni sempre dubbie.
Discesa divertente nel canale e in altri tratti, ventata/pesante in altri tratti, ma molto meglio che lavorare…
A scendere, ci siamo tenuti tutto a sx alla ricerca dell’ultima lingua di neve. Abbiamo quindi guadagnato il sentiero del vallon d’Aval a q.2100 circa per agevoli tracce di camosci e ripido bosco. Sensato in discesa, poco sensato in salita.
Neve agli sgoccioli, ma ancora consigliabile appena si assesta/pulisce la parte alta.
Bella gita, ambiente di prim’ordine.

Link copiato