Balmenhorn e Cristo delle Vette Via Normale da Punta Indren

Balmenhorn e Cristo delle Vette Via Normale da Punta Indren
La gita
pinin
3 21/06/2015

Primo quattromila della stagione, approfittando subito dell’apertura estiva dell’Indren, senza un rigido programma, anche se speravamo di salire un po’ di più. Qualche piccolo contrattempo e soprattutto il meteo poco clemente al mattino, con visibilità scarsa in quota, ci hanno fatto accontentare. Buone le condizioni della neve in salita, dura e un po’ ventata, le tracce delle poche cordate venivano rapidamente cancellate. I soliti crepacci aperti verso i 3900 m ai margini del ghiacciaio del Lys sopra il Garstelet, che quest’anno si superano in sicurezza percorrendo un’ampia zeta (ma altre screpolature sembrano pronte ad aprirsi), poi solo un mare di nebbia. Sotto il Balmenhorn, in direzione del colle del Lys non c’erano tracce apparenti , ed abbiamo preferito deviare a destra al colle Vincent (4100) finalmente con qualche squarcio di sereno, che scopriva da un lato la Piramide Vincent (con gli ultimi sciatori in discesa) e dall’altro il Corno Nero ed il Balmenhorn. Il Cristo l’abbiamo salutato questa volta dal basso, quindi rientro veloce per non rischiare di pernottare in quota, discesa buona fino al Gnifetti, poi sfondosissima verso il Mantova, con la quasi beffa del tempo ormai sereno. Breve sosta ed ultimi alla funivia (anche se con anticipo).

Si torna sempre con immenso piacere sulle vette del Rosa, come sempre con Germana e questa volta in compagnia anche degli amici Claudia, Maurizio e Corrado

Link copiato