ziobaloo


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Salita solo parziale per limiti di tempo e perplessità sulle condizioni di discesa. Fermati circa 150m dalla cima, poco prima del traverso verso il colle. Visto altri arrivare in cima senza problemi. Riporto, perché potenzialmente utili, le condizioni incontrate.
Innevamento complessivamente buono, ma ridotto sui dossi che sono stati spazzati dal vento.
Temperatura mite e anche se con leggera brezza. La notte fredda e la brezza hanno mantenuto dura la neve anche nel pomeriggio. In generale neve molto ventata e con sastrugi, sopratutto nella parte alta dopo il primo dosso e lungo il vallone. La presenza di ampie zone di crosta portante bel lisciate dal vento rendono tutto sommato ben sciabile la parte alta. In basso, invece, la neve è sia lavorata dal vento sia molto segnata da passaggi precedenti, avvenuti probabilmente su neve più molle. Essendo la neve molto dura la discesa su questo terreno non è molto godibile. Preciso che intendo il ritorno lungo la stessa via di salita, con partenza in centro al paese dalla snow-park. Altro gruppo è sceso lungo il vallone laterale che porta più a valle del paese.
Seconda gita allo Scalotta dopo diversi anni. La prima arrivati in cima senza problemi, ma discesa su neve marcia. Questa volta, neve ventata e dura. Speriamo in una neve buona in occasione di un futuro terzo tentativo ...
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Fenile ore 9 +2°C. La strada per Pescegallo è molto buona, ma ci sono 4-5 brevi attraversamenti di terreno/ciotoli/ghiaccio; nessun problema in salita, meglio togliere/mettere in discesa per preservare le solette.
Da Pescegallo ottima salita in condizioni perfette. Il crestone finale ha una notevole cornice che costringe a togliere gli sci e fare 4-5 gradini a piedi, ben fatti ma belli alti.
In discesa diverse possibilità di scendere sulla parete, anche dalla cima stessa. La più utilizzata, però, una rottura nella cornice poco sotto la vetta, lungo la via di salita. Passaggio non difficile, ma con la dovuta attenzione.
Confermo, come da precedente altrui relazione, che la parte alta è ben sciabile, sebbene molto arata, perché la neve è ancora abbastanza soffice. Il canale è invece un misto di duro e rotto, con anche presenza di blocchi residui di una valanghetta, quindi poco godibile. Strada per il rientro ben pestata, senza problemi.

Tempo bello, abbastanza mite e quasi assenza di vento.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Salita per la via normale e discesa dalla val d'Arpiglia. Partenza 8:45, circa -4°C.
In salita. Il canalone nel bosco è molto tritato ma con neve morbida. Si sale agevolmente e si scende poi senza problemi. Più sopra in generale crosta portante, soprattutto lo spallone e la cresta finale pianeggiante. L'ultimo tratto dello spallone, prima di arrivare alla cresta, è molto ventato e con sassi affioranti. Nessun problema in salita, ma credo richieda un po' di attenzione in discesa. Salita possibile senza rampanti, anche se in qualche tratto più ripido possono dare più sicurezza.
In discesa. Dalla cima alla fuorcla Giavagl su crosta portante ventata. Poi ottima discesa in neve fresca fino all'Alp Arpiglia. Da qui lungo traverso lungo il tracciato della stradina, in buone condizioni, fino a ricongiungersi all'itinerario di salita per scendere il canalone nel bosco senza problemi.

Piz Arpiglia visto scendendo verso la fuorcla Giavagl

Val Arpiglia dalla fuorcla Giavagl

Fuorcla Giavagl e val Arpiglia

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Alla partenza circa -8°C alle 9:45, dapprima sereno, poi parzialmente nuvoloso. Vento assente o debole.
Ottima la salita ovunque, su traccia dura ma senza necessità di rampanti.
Discesa un po' difficoltosa nella parte alte su neve infida, generalmente non portante ma sciabile.
Buono il ripido nel bosco, duro ma non ghiacciato e con in genere un po' di neve più morbida in superficie.
Strada nel bosco molto dura, molto derapage.
Nel complesso di soddisfazione.

NOTA: A mio avviso è più corretta la gradazione BS proposta da altre fonti, in particolare per la parte ripida nel bosco.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Viste preesistenti valanghe, anche di fondo, e anche cadere una valanga da caldo sul versante opposto, già al sole di primo mattino. Sul lato della gita al Bellino i pendii erano però tranquilli.
Neve molto trasformata e con croste di diverso tipo. Molto caldo in salita, soprattutto sugli ultimi pendii.
In discesa, la prima parte in alto pessima, con crosta non portante, ma scesi un centinaio di metri la sciata è stata buona su neve umida su fondo abbastanza duro. Ben sciato il canalone. Sempre comunque con prudenza.
Iniziata la discesa alle 13 con tempo ormai rannuvolato, il che ha aiutato a mantenere la neve un po' dura. Con il sole meglio poter scendere almeno un'ora prima.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Gita in gran parte ben riparata dal vento che imperversava. Traccia di salita confusa tra quelle di discesa, ma facilmente seguibile. In parte ribattuta nella parte alta dove era scomparsa a causa del vento.
Neve semi-crostosa in alto ma sciabile, abbastanza buona nel bosco nella parte intermedia, fastidiosamente dura e molto segnata e rovinata nella parte bassa.
Giornata di Pasqua bellissima ma con forte vento. Rinunciato a gite più esposte e goduto questa salita ben riparata fino al pendio finale e in vetta, dove il vento la faceva da padrone. Bellissimo il panorama e tutto sommato buona la discesa.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima traccia in salita.
Bosco in ottime condizioni sia in salita sia in discesa.
Saliti all'anticima, cima principale con qualche traccia preesistente ma nessuno dei presenti si è fidato.
Discesa con neve varia, un po' crostosa e non piacevole in alto, in generale fresca più in basso. Scesi tenendo la destra idrografica.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ottimo, strada pulita. Equipaggiamento invernale obbligatorio.
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza dal parcheggio circa alle 10:20, temperatura relativamente mite per Splugen (circa -6°C). Traccia nel bosco molto rovinata dalle molte discese e un scomoda perché ancora dura. Più in alto ottima traccia, anche se taglia a mio avviso un po' troppo alcuni pendii, peraltro sicuri viste le condizioni.
In discesa neve molto variabile, a tratti crosta "quasi" portante da sciare con delicatezza, altrove umida ma sciabile, altrove decisamente crostosa. Nel bosco ancora scomoda perché molto rotta.
Nel complesso gita godibile, nonostante la neve non ottimale.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ottimo, strada pulita. Equipaggiamento invernale obbligatorio.
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Molto freddo alla partenza, ma appena si comincia a salire non è necessario stare molto coperti. In particolare raggiunto il sole la temperatura è piacevole.
Neve abbondante su tutto l'itineraio, traccia di salita ottima.
Condizioni della neve varie. A tratti ancora polverosa, altrove già trasformata ma senza crosta. Tende però a formare piccoli lastroni soffici. Gran parte della discesa è ormai molto lavorata dai numerosi scialpinisti che in questo fine settimana hanno frequentato l'itineraio.
Gita comunque di soddisfazione.


Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ottimo, strada pulita. Equipaggiamento invernale obbligatorio.
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza da Madrano come da itinerario. Tanta neve a tutte le quote e traccia ottima in salita. Discesa fino a Rutan in neve fresca/polverosa per il versante nord. Rientrati poi a Brugnasco lungo la stradina, ben sciabile, per evitare la discesa nel bosco fitto. Gli ultimi prati sopra Brugnasco con neve trasformata. Mezz'ora a piedi lungo la strada per il recupero auto.