vdfrunners


Chi sono

Il vero silenzio è il riposo per la mente,
è per lo spirito ciò che il sonno è per il corpo: nurimento e ristoro!
(cit. PENN)

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
In giornata da Ponte.
Partiti alle 6:30 da Ponte saluti in direttissima sulla pista da sci, poi Rif.Margaroli, passo Vannino e vetta.
Si inizia a pestare neve 100mt sopra il lago Sruer. Ghiacciaio tutto chiuso e nonostante le alte temperature neve poco sfondosa, ma 'saponosa' al ritorno... Più che la pica più utili i bastoncini!!! Legati in discesa x maggior sicurezza.
Consigliatissima... Per i meno allenati possibilita di dividere la gita in due giorni con pernotto all'ottimo rifugio Margaroli.
Giornata TOP con Fabry e Stefy

Lago vannino

Lago Sruer

Verso P.so Vannino

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Partiti per ultimi dal rifugio Chabod,verso le 4:45, in vetta per le ore 9:00.
Ghiacciaio al momento quasi tutto chiuso (solo una paio di buchi, ma ben visibili e con ponti solidi); neve buona e super traccia
Temperatura alta, ma fresco ventino fino alla cima.
Scesi sul Vittorio Emanuele, agonia pura sotto 3.800mt per neve sfondosa, a tratti fino a metà polpaccio!!!!
Giornata spettacolare...

p.s. OTTIMO l'aver stabilito un senso (orario) in salita alla Madonnina, smaltisce la coda, evita ingorghi e incazzature :-)
In cordata con Stefy e Fabry
Accoglienza allo Chabod ....ECCEZIONALE... quasi tutti stranieri, quasi tutti con guida!


Il Gran Paradiso e la sua NORD dallo Chabod
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Dopo 5 anni rieccomi su questa BELLISSIMA traversata. Nuovamente fatta in giornata con le socie di avventura Stefy e Osvalda.
Tempo di percorrenza 8h 15; Sentiero sempre ben segnalato.
Giornata SPETTACOLARE di più non si poteva pretendere, incontrati solo altri due giovani escursionisti italiani in traversata in senso opposto al nostro, per il resto..... un piacevolissimo quanto inaspettato incontro a 'tuXtu' con un giovane camoscio!


Bivacco Alpe Scaredi

Bivacco In La Piana

Bivacco La Colma
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada per cortevecchio CHIUSA
Partiti poco dopo il Santuario del Boden seguendo il cartello KM VERTICALE, abbiamo raggiunto prima la Chiesetta del Buon Pastore ( primi 500mt D+ molto ripidi i successivi più dolci) e da qui l'alpe (rifugio) Cortevecchio. Da qui alla cima tutto come da descrizione. Tempo in salita poco meno di 3h30 e con 1.550mt. D+.
Per la discesa abbiamo optato di scendere in Valle Strona, toccando prima Luzzogno e poi da lì, sulla vecchia strada, abbiamo raggiunto Chesio ed infine Prelo.
Bella calvata di quasi 21km e quasi 7ore di cammino, peccato il tempo: non ottimale!!!!

Occorre organizzarsi con le macchine!


Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Si lascia la macchina a quota 1.700circa - sbarra -
Lunga salita (10km o poco più per poco meno di 1.400mt D+), per poi strasforma in eterna quanto interminali discea.
I primi 3km circa salgono dolcemente su strada jeeppabile fino ad arrivare al Rifugio Combal, da qui si prede un sentiero sulla sx del rifugio che in breve porta alla morena del lunghissimo ghiaccio Ghiaccaio del Miage. Il primo tratto del ghiacciaio si affronta sull'aerea morena (prestare attenzione perchè un semplice inciampo potrebbe portare a gravi conseguenze), poi si scende nel letto del ghiacciaio completamente ricopreto di pietrame e per ben 4 km lo si percorre in falsopiano fino a raggiungere la quota di 2.400mt circa dove si trova il primo nevaio da attraversare, non difficile ma attenzione ai crepi aperti: una semplice scivolata su questo dolce pendio potrebbe portare direttamente nelle fauci aperte!!!! (saliti e discesi prestando attenzione, ma senza utlizzare ramponi).
Giunti alla sommità del nevaio inizia la parte più divertente, ma anche più impegnativa del percorso, altri 700mt.D+ da affrontare in poco più di 2km su sentiero a volte infido (più volte franoso) a volte molto esposto. La prima parte presenta qlc catena ed una scaletta poi si addolcie un filo fino ad arrivare ad un altro nevaietto. Anche qui occhio una caduta sarebbe fatale!!!
Salito il nevaio inizia il tratto quasi completamente attrezzato con canaponi e scalett....molto divertente ed in 5h-5h30 ci si ritrova davanti al bellissimo rifugio Gonella, stupendo sia fuori e ancor più dentro con una camerata davvero confortevole e ottimamente gestito!!!.... BRAVI ragazzi!!!
Cena ore 18:30 e colazione per chi va al Bianco ore 00:00
Impressionanti le condizioni del ghiacciaio davanti al rifugio!!!!

Ancora COMPLIMENTI ai compagni di avventura Fabry e Bizzo per aver raggiunto la vetta dell'ambito Monte Bianco!!!!

La lunga morena percorsa

Veduta dal Rif.Gonella - Il BIANCO e i suoi ghiacci..
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada molto stretta dopo Trasquera. Pochi parchggi a Bugliaga, parchiggiato lungo la strada
Prima volta su questa vetta, nonostante sia passata più volte dal Passo delle Possette.
Sentiero completamente segnato, ripido nella prima parte dove si guadagno velocemente i primi 800mt di dislivello. Poi si sale più dolcemente con spazi molto aperti.
Arrivate in vetta con il sole, ma subito tutto si è coperto e un vento gelido ci ha convinte a scendere pressochè dopo 15minuti.
Vista spettacolare dalla cima, peccato che oggi molte vette fossero coperte da nubi.
Tanta gente in vetta, tra cui una bella comitiva CAI.
Brava Sophie (alla tua prima salita dopo anni di stop) che, con passo da 'vaca vegia', ma senza soste, hai tenuto duro e sei arrivata in cima in 2h20'!!!!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
In giornata!
Partiamo da Taschalp alle 4:35 a passo lento, il dislivello per oggi è consistente. E' tutto buoi, ma capiamo di essere circondati da nuvole e nebbie, siamo però fiduciosi, la meteo da dissolvimento durante il passare delle ore e giornata soleggiata.... infatti così sarà!
In poco più di un'ora raggiungiamo la TascHutte, breve sosta e ripartiamo.
Davanti a noi non vediamo nessuno... mah...
L'aria questa mattina è fredda! Fino all'AlphubenSee non c'è neve sul percorso, ma ATTENZIONE, le fredde temperature della notte hanno creato un fastidioso verglass sulle rocce bagnate. Superiamo il lago su neve dura e appena sopra ci ramponiamo e leghiamo.
Vediamo in lontananza, sul ripido pendio finale, 8 alpinisti quasi in vetta.
Risaliamo il ghiacciaio senza problemi, tutto è ben chiuso e la neve bella dura, il sole non ha ancora fatto capolino. Quando giungiamo all'Alphubeljoch sbuca il sole e....un folto gruppo di alpinisti trentini, circa 30 persone dirette anche loro in punta!!
Partono loro, mentre noi facciamo una breve sosta. La cresta iniziale non desta problemi, a passo lento, ma costante raggiungiamo e superiamo alcune delle cordate che abbiamo davanti, quando però arriviamo alle ultime rocce in corrispondenza dell'ultimo pendio(45° per circa 150mt) ci ritroviamo nell'ingorgo tra cordate che salgono e cordate che mooooltooo timorosamente scendono. A tratti, questo breve tratto, presenta un filo di ghiaccio e il rischio di essere travolti da qualcuno che scivola sopra di noi è notevole, per cui Fabry decide di salire dritto x dritto e tirarci fuori dagli impicci il prima possibile: .... arrivo in cima con la lingua strisciante!!!
Sbuchiamo sull'ultimo tratto completamente pianeggiante che ci porta alla croce di vetta (sono quasi le 10:00), lo spettacolo che abbiamo davanti ai nostri occhi è davvero notevole: dai 4000 del Rosa al gran completo e visti da una nuova prospettiva, con al Nordend in primo piano, ai giganti del Vallese e dei Mischabel.
Aspettiamo che tutte le cordate arrivino in vetta e poi scendiamo, faccia a monte, almeno per il tratto più ripido.
Poi la neve è molle e fino all'Alphubeljoch si sfonda che è un piacere!
Fortunatamente poi, sotto troviamo nuovamente neve più dura, grazie alle diversa esposizione del pendio, e fino al lago scendiamo legati e ramponati.
Da qui poi una luungaaaaaa e lenta discesa fino alla macchina (ore 14:15).

Ma che giornata :-) ....la sveglia alle 1:30 è stata senza dubbio ampiamente ripagata!!!!!
Nonostante l’estate anomala con temperature altissime,i ghiacciai del Vallese paiono in condizioni decisamente buone rispetto ad altre zone delle Alpi.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
direi AUTOSTRADA fino in vetta!
Condizioni super eccezionali, tantissima gente sul percorso... chi sofferente, chi agonizzante, chi in forma, certo è che oggi il caldo si è fatto sentire anche a queste quote!
... per oggi fatica finita!!!
Super soddisfazione per aver conquistato ben tre 4000, e domani altra galoppata......


veduta della Cresta Signal dalla Capanna Margherita
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
secondo 4000 della giornata.
Raggiunto dopo essere scesi dalla normale della Vincent.

Ghiacciaio in ottime condizioni, ma qualche crepaccio nella parte bassa e in piano si sta aprendo!
Meteo SUPER e molta gente in giro, ancora tanti tanti sci alpinisti!

Giù dal Balmenhorn, su in direzione Punta Gniffetti per l'ultimo 4000 della giornata!

il Cristo delle Vette
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Partiti dal Rif.Mantova alle ore 06:00 abbiamo seguito per un breve tratto la normale alla Margherita, per poi salire diritti sul pendio nevoso, abbastanza ripido, in direzione dell’evidente cresta, neve dura e portante, no ghiaccio. L’itinerario segue l’ampio crestone, alternando tratti nevosi a facili roccette. All'altezza della 'placchetta' un pò liscia, ci siamo assicurati con una fettuccia e tolti i ramponi abbiamo l'abbiamo superata. Rimessi i ramponi abbiamo superato due selle nevose lungo la cresta e terminata la parte rocciosa siamo sbucati sulla calotta nevosa sommitale!
3h30' dal Rif.Mantova
Scesi dalla normale, ci siamo diretti verso il Balmehorn.........

Utili:
qualche fettuccia per sicurezza per chi non ha molta dimistichezza con l'arrampicata.

Salita NON banale e DIVERTENTE! ...tip...top


la cresta sommitale
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Arbola (Punta d') Via Normale da Valdo per il Rifugio Margaroli (06/07/19)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (29/06/19)
    Valgrande da Malesco a Colloro, traversata per la Colma di Premosello (16/06/19)
    Massone (Monte) dall'Alpe Cortevecchio (08/06/19)
    Gonella Francesco (Rifugio) al Dome da La Visaille (29/07/18)
    Teggiolo (Monte) da Bugliaga (22/07/18)
    Alphubel Cresta SE - Eisnase (07/07/18)
    Vincent (Piramide) Cresta SSO (30/06/18)
    Balmenhorn Cristo delle Vette Via Normale (30/06/18)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (30/06/18)
    Città di Mantova (Rifugio) da Staffal (29/06/18)
    Basodino (Monte) Via Normale da Riale per la Bocchetta Kastel (23/06/18)
    Arbola (Punta d') Via Normale da Valdo per il Rifugio Margaroli (16/06/18)
    Limidario (Monte) da Cavaglio San Donnino, anello per Monte Faierone e Fronzina (06/05/18)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (30/07/17)
    Siedel Rothorn dal Ghiacciaio del Siedel (15/07/17)
    Leone (Monte) Via Normale dal Passo del Sempione (08/07/17)
    Fallére (Mont) da Flassin, giro del Mont Fallere per i Monti Vertosan e Chaligne, (3 gg) (10/09/16)
    Cengalo (Pizzo) Via Normale da Bagni del Masino (06/08/16)
    Straciugo (Pizzo) da Pizzanco (24/07/16)
    Limidario (Monte) e Gridone (Cima est) da Spoccia (28/05/16)
    Corte Lorenzo (Cima) da Alpe Ompio (22/05/16)
    Marani (Punta) e Punta Gerla da Alpe Devero (12/07/15)
    Pioltone (Pizzo) o Camoscellahorn da San Bernardo, anello (11/07/15)
    Cistella (Monte) e Pizzo Diei dall'Alpe Foppiano, anello per la Bocchetta di Balmafreida e il Vallone del Solcio (05/07/15)
    Verosso (Cima) da S.Bernardo (27/06/15)
    Sella di Baranca (Alpe) da Bannio (20/06/15)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (27/07/14)
    Pedum (Cima) da Fondo li Gabbi (19/07/14)
    Valgrande da Malesco a Colloro, traversata per la Colma di Premosello (22/06/14)
    Zeda (Monte) e Pizzo Marona da Scareno, anello (21/06/14)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (28/07/13)
    Arbola (Punta d') Versante Nord dal Rifugio Mores (22/07/13)
    Sabbione (Punta del) o Hohsandhorn dalla Diga di Morasco (21/07/13)
    San Martino (Pizzo) da Vanzone (13/07/13)