Gulliver outdoor - arrampicata, escursionismo, scialpinismo, sci alpinismo, alpinismo, canyoning, trekking, MTB, Cicloturismo

stefano dondero


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
1940. Ma di cosa stiamo parlando? Dei mostri gli apritori, ma qualcuno sa qualcosa in merito all'apertura di questa via? Non trovo granché in rete.
Ringrazio e saluto le cordate sopra di noi che non ci hanno mitragliato più di tanto, dopotutto le pietre spesso o si fermano su cenge o ti passano oltre.
Nonostante la sveglia delle 4mezzo eravamo la terza cordata oggi.
Non mi dilungo sulla questione chiodatura che è già stata lungamente discussa, ma alcuni chiodi, anche delle soste, sono veramente marci. Possibilmente integrate le soste dove possibile!
Usata la relazione di puzzole che promuoverei come relazione ufficiale delle via.
Via quasi interamente in ombra, abbiamo fatto giusto due tiri a metà via al sole. Un litro e mezzo d'acqua a testa secondo me indispensabili.




attacco
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
La via è molto bella, soprattutto i tiri centrali sullo specchio di faglia.
Il 6c è una placca ipertecnica che segue una fessurina appena accennata, scalata 100% di piedi. Per questo tiro consiglierei delle scarpette molto precise. Inspiegabilmente il primo spit di questo tiro è molto antipatico da mettere.
I due 6b+ successivi sono dei tiri di incastro in fessura spettacolare, dove invece consiglierei delle scarpette molto larghe per incastrare anche i piedi in fessura senza soffrire troppo.
Se si vuole scendere a piedi sarebbe opportuno portare due o tre fiend 0.4 0.5 0.75 perchè il tiro di terzo è attrezzato con due o tre spit e il tiro di uscita è antipatico dal primo al secondo spit.
Riproporrei un grado obbligatorio di 6a+
(il diedro di destra sembra davvero fighissimo)

L4 6c ipertecnico

L5 6b+ di fessura

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
il sole è arrivato alle 13.30 in parete. secondo tiro bellissimo, terzo tiro spittatura lunghetta sul difficile, corta sul facile.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Bellissima, completamente asciutta.
Il sole arriva sul primo tiro alle 8mezzo in questa stagione.
Abbiamo utilizzato la relazione di planetmountain che è molto ben dettagliata.
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Consiglio calorosamente di indossare dei pantaloni lunghi. Metà del sentiero passa dentro un campo di ortiche, e sempre metà della base della falesia ne è infestata.
Abbiamo fatto qualche tiro carino a centro falesia, sconsiglio di fare "Coiba 6a" in quanto molte delle prese suonano vuote. molto bello "radar 6b"
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Qualche giorno di bolla ci fa decidere per partire e montare la tenda al col Flambeau.
Per quanto riguarda l'accesso è tutto oc. qualche crepo da saltare ma per la stagione risulta tutto in regola.
Per quanto riguarda la via è davvero bella, qualche spit per tiro giusto per dare la direzione.
Le guide francesi avevano probabilmente una relazione diversa dalla nostra. Sul tiro di fessura non si sono fermati come noi prima del camino, ma hanno proseguito per 15 metri oltre fino ad una sosta più comoda, ma bisognerebbe fare molta più attenzione agli attriti.
Il primo sole tocca la base della parete alle 7mezzo in questa stagione.
Doppie veloci in via.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
bella via su bella roccia!
utile una manciata di friend, noi avevamo una serie che bene o male ho usato tutta, un numero per una via, un altro per un altra. i più utili probabilmente sono stati il 0.4BD e il n.1BD (sul quarto tiro usato a ripetizione), ma altri che magari ho piazzato una volta sola li ho trovati abbastanza indispensabili vista la chiodatura piuttosto lunga. Gli spit sono posizionati non di rado un metro sopra a dove lo avresti moschettato più volentieri per affrontare il passaggio in sicurezza ed ecco li che il friend viene utile! I gradi sono piuttosto strettini.
Via da non perdere, ma da andarci preparati.
Salita in parte con i nostri amici dolomitici, di provenienza e capacità!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Canale d'accesso piuttosto secco, dove c'è neve è dura e abbiamo preferito stare sulle rocce che comunque è ben percorribile.
Salite tutte le punte eccesso l'isolèe. Le prime due percorse in scarponi, le altre in scarpette. Su punta Carmen è presente un nevaietto a metà del primo tiro, forse una picca a portata di mano può venir utile.
Partiti dall'una dal Torino, rientrati in tempo per prendere la funivia. Bisognerebbe spianare il col flambeu! lungo il rientro
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Partiti dal Torino ore 2 di notte. In due ore eravamo all'attacco della cresta nonostante avessimo sbagliato traccia sul ghiacciaio perdendo mezz'ora. Tutta la salita è ottimamente tracciata, neve compatta e gradinata fin dal canalino d'accesso. Molte cordate in via. Prevedere qualche vite per salire in cima al Maudit perché il traverso finale sotto la cima è un po' ghiacciato.
Esiste una via di fuga in cima alla cresta, prima della spalla del Maudit, che scende verso la discesa dei tre monti.
Rientro verso il Torino eterno.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
trasferta genovese.
attenersi scrupolosamente alla relazione dell'itinerario. anche se non vedi il chiodo successivo, vai che c'è! preso pioggia appena oltre la pietraia in uscita

L0


[visualizza gita completa]